L’INGRESSO NELLA RETEMatteo Lancini
2Adolescenti nativi digitaliNati e cresciuti in un ambiente domestico collegato adinternet: vivono in un ecosistema medial...
3Dipendenze tecnologiche inadolescenzaDipendenza: concetto complesso (soprattutto inadolescenza) che implica aspetti neuro...
4Dipendenze tecnologiche inadolescenzaRicerca recente (Lancini e altri): 2075 adolescenti di Milano eprovincia0,7% Interne...
5Adolescenti dipendenti da internetRetomane per fuga: utilizza la rete per scappare dai proprivissuti di natura depressiva...
6Adolescenti dipendenti da internetRitirati sociali: prevalentemente maschi, ma in aumento anche leadolescenti femmineNavi...
7Adolescenti dipendenti da internetVirtuale consente di anestetizzare vissuti di tristezza esolitudine, tiene a distanza t...
8Trattamento Internet addictionDifficoltà nel controllo degli impulsi (Dsm IV-TR): Disturbi del controllodegli impulsi non...
9Trattamento Internet addictionDipendenza da internet assimilata alle dipendenze da sostanza,strategie di disintossicazion...
10Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaIdentificazione con le ragioni-difficoltà evolutive che hanno sp...
11Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaL’adolescente in rete può non perdere completamente ilcontatto c...
12Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaVirtuale offre una tutela che consente all’onnipotenzanarcisisti...
13Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaQuesti orientamenti guidano l’intervento clinico con l’adolescen...
14Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaRicognizione dei significati affettivi e simbolici sottostantial...
15Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaDonare senso a ciò che succede e offrire alla madre e al padreun...
L’INGRESSO NELLA RETEMatteo Lancini
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Matteo Lancini - L’Ingresso Nella Rete

581
-1

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
581
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Matteo Lancini - L’Ingresso Nella Rete

  1. 1. L’INGRESSO NELLA RETEMatteo Lancini
  2. 2. 2Adolescenti nativi digitaliNati e cresciuti in un ambiente domestico collegato adinternet: vivono in un ecosistema medialeI genitori hanno promosso la diffusione e l’utilizzo dellainterazione e della comunicazione tecnologica: il telefoninoè inizialmente un collegamento virtuale con la madre e ilpadreProtesi tecnologiche nella società del «distanti ma maisoli»: sempre in contatto (Lancini, Turuani, 2009)
  3. 3. 3Dipendenze tecnologiche inadolescenzaDipendenza: concetto complesso (soprattutto inadolescenza) che implica aspetti neurobiologici, psichici,comportamentali e culturali«Internet addiction» o «Problematic Internet Use»:dipendenze non chimiche o senza sostanza ocomportamentaliDiagnosi di dipendenza patologica da internet inadolescenza: necessarie cautele nell’utilizzo di criteridiagnostici su problematica recente e in continuatrasformazione all’interno del contesto sociale odierno
  4. 4. 4Dipendenze tecnologiche inadolescenzaRicerca recente (Lancini e altri): 2075 adolescenti di Milano eprovincia0,7% Internet Addicted: identica percentuale riscontrata nell’interapopolazione americana50,1% range borderline, per cui internet potrebbe diventare unproblema: diffusione massiccia di una «nuova patologia» o «nuovanormalità»Attualità dei questionari (IAT) utilizzati per diagnosticare la dipendenzapatologica da internet nei nativi digitali: «Ti capita di controllare la tuamailbox prima di fare altre cose importanti?»
  5. 5. 5Adolescenti dipendenti da internetRetomane per fuga: utilizza la rete per scappare dai proprivissuti di natura depressiva, ha bisogno di anestetizzare il doloree non ha aspettative di miglioramento rispetto alla propriacondizioneRetomane per azione: utilizza la rete per trarre possibili vantaggieconomici e sociali, è alla ricerca di successo e ha aspettative dimiglioramento rispetto alla propria condizione(Cantelmi, Talli, 2010)Retomani per fuga: adolescenti ritirati socialiRetomani per azione: adolescenti sovraesposti sociali
  6. 6. 6Adolescenti dipendenti da internetRitirati sociali: prevalentemente maschi, ma in aumento anche leadolescenti femmineNavigazione in rete come unico strumento di accesso al sapere(uso del web alla ricerca di informazioni), di simbolizzazione(giochi di ruolo, avatar) e di contatto con gli altri (relazioni senzacorpo, ad esempio nelle chat dei giochi di ruolo on line)Condizioni più gravi di stallo evolutivo: ritiro sociale senzaaccesso alla rete
  7. 7. 7Adolescenti dipendenti da internetVirtuale consente di anestetizzare vissuti di tristezza esolitudine, tiene a distanza tollerabile le relazioni con gli altri, leangosce e il senso di inadeguatezza che ne derivaRelazioni senza corpo consentono all’immaginario di prendereparola, offrono un’opportunità all’ideale grandioso, sprezzante evendicativo di esprimersi ma comunque nella mediazione con larealtà e le potenzialità dello strumento tecnologicoInternet come difesa-riparo e come mediatore tra realtà eonnipotenza narcisistica
  8. 8. 8Trattamento Internet addictionDifficoltà nel controllo degli impulsi (Dsm IV-TR): Disturbi del controllodegli impulsi non specificati altrove, insieme al gioco d’azzardo,cleptomania, tricotillomania, piromania, disturbo esplosivointermittente)Inquadramento che non tiene in considerazione la specifica tendenzadell’adolescente ad agire i conflitti evolutiviAttualmente non esistono studi validati sull’efficacia di trattamentipsicoterapeutici o farmacologici per «Problematic Internet Use»Prevalgono trattamenti cognitivo-comportamentali, in molti casi conintervento immediato e diretto sul comportamento disfunzionale
  9. 9. 9Trattamento Internet addictionDipendenza da internet assimilata alle dipendenze da sostanza,strategie di disintossicazione. Corea del sud, Cina, Taiwan, Stati Uniti(ad esempio «bootcamp»: rieducare con metodi militari alla vita reale;gruppi di auto-aiuto sul modello degli Alcolisti Anonimi)Interventi multi-livello: prevedono coinvolgimento genitori e lavorigruppoIn Italia, Policlinico Gemelli a Roma (3 step: diagnosi, scoperta dellapatologia sottostante, inserimento in gruppi di riabilitazione). Tonioni:«Eliminata la dipendenza patologica con la forza bisogna fare i conticon un livello di angoscia sicuramente più profondo che non si riescea contenere nell’immediato»
  10. 10. 10Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaIdentificazione con le ragioni-difficoltà evolutive che hanno spinto adindividuare questa soluzione: disperati tentativi di salvaguardare lavitalità e la preziosità di un Sé fragileDipendenza da internet come organizzazione sintomatica attraversocui il dolore mentale connesso alla crescita trova espressioneAlleanza con il sintomo: fondamentale per avviare la consultazione ela psicoterapia con l’adolescente immerso nella reteIngaggiare i genitori nel progetto terapeutico attraverso una strategiacondivisa, almeno inizialmente su questo punto: internet non si tocca
  11. 11. 11Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaL’adolescente in rete può non perdere completamente ilcontatto con la realtàIl mondo virtuale svolge una funzione simile a quella delcompagno immaginario o del custode narcisistico (Adamo,2006; Benson, 1980): adoperato allo scopo di proteggere losviluppo di una rappresentazione di sé accettabile, nei periodidi vulnerabilità collegati alle tensioni psichiche evolutiveCustodi narcisistici soddisfano una necessità: rendersi immunidalla presa di contatto con i propri limiti, non ancorapsichicamente accettabili e integrabili
  12. 12. 12Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaVirtuale offre una tutela che consente all’onnipotenzanarcisistica di sperimentare forme di adattamento progressivoal reale. Attività formalmente regressive ma adoperate per unoscopo evolutivoRicoveri momentanei più o meno prolungati, luoghi protetti,palestre sociali, ambienti all’interno dei quali possono avvenireesperienze evolutive per l’adolescente in scacco nel processodi mentalizzazione del corpo e nella costruzione della propriaidentità di genere, sessuale e sociale
  13. 13. 13Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaQuesti orientamenti guidano l’intervento clinico con l’adolescenteimmerso nella rete sia nell’intervento sul contesto (madre,padre, scuola, approccio integrato) sia nell’intervento sul mondovirtuale (narrato in seduta, condiviso attraverso o smartphone ocomputer del terapeuta)Valutiamo il livello di compromissione non in funzione del tempotrascorso ma delle modalità di utilizzo: mantenimento di relazionion-line, giochi di ruolo senza alcun contatto con altri utenti,navigazione solitaria alla ricerca di informazioni)«L’ho fatto…dopo tre anni sono di nuovo su Facebook»
  14. 14. 14Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaRicognizione dei significati affettivi e simbolici sottostantiall’utilizzo della rete (difficoltà di mentalizzazione del corpo,costruzione identitaria, assunzione di un ruolo sociale)Compiti evolutivi in scacco, accompagnati da sentimenti ditristezza e rabbia, affrontati attraverso moderne forme diintellettualizzazione consentite dall’infinita presenza diinformazioni in rete o attraverso lo sviluppo di un senso diappartenenza a un gruppo-movimento (politico, ideologico, natointorno a personaggi dello spettacolo) o attraverso giochi diruolo (manageriali, strategici o di guerra)
  15. 15. 15Trattamento dell’adolescente in unaprospettiva evolutivaDonare senso a ciò che succede e offrire alla madre e al padreuna lettura evolutiva e meno disperata di ciò che sta accadendoall’adolescente rifugiato in reteMadre e padre possono avvicinare risorse relazionali e dicontesto indispensabili, che affianchino il lavoro di elaborazionedei significati profondi e dei sentimenti dolorosi che avvienenella stanza delle parole, nel percorso psicoterapeutico
  16. 16. L’INGRESSO NELLA RETEMatteo Lancini
  1. Gostou de algum slide específico?

    Recortar slides é uma maneira fácil de colecionar informações para acessar mais tarde.

×