1  seminario business plan  che cos'è e a cosa serve
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
543
On Slideshare
543
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
9
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. MACRO FASI DELLA CREAZIONE DIMPRESA / SVILUPPO IMPRENDITORIALE POSSONO ESSERE CONTESTUALI Inserisci livello di progettazione (alto, medio, basso): 1 2 3 4 5 6 DEFINIZIONE PROGETTAZIONE STRUMENTI REALIZZAZIONE DEGLI AVVIO DELLA RAGGIUNGIMENTOMACRO FASI DELLIDEA DELLIMPRESA DI INVESTIMENTI GESTIONE FASE DI "REGIME" IMPRENDITORIALE GESTIONE PROGETTAZIONE PRE START-UP START-UP DIMPRESA Capacità di Formula Fattibilità Econ. - Equilibrio OBIETTIVI prevedere e Capitalizzazione Vendere imprenditoriale finanz economico = Utile controllare
  • 2. AMBITO SOGGETTIVO AMBITO OGGETTIVO LIDEA IMPREND. LA FORMULA IMPRENDITORIALE IL PROGETTO DIMPRESAFASE: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10CHE IDEA IMPRENDITORE SOCI 1° BOZZA 1° RICERCA DATI: 2° BOZZA 2° RICERCA DATI: 1° BOZZA LE IPOTESI ANALISI IL BUSINESS PLANCOSA IMPRENDITORIALE IDEA IMPREND: IDEA IMPREND: PROG.IMPRESA QUANTITATIVE ECONOM/FINANZ. Problemi: - PRODOTTO - PRODOTTO - PRODOTTO - PRODOTTO Forme giuridiche - MERCATO 1. I dati: - MERCATO - MERCATO - MERCATO dimpresa - STRUTTURA - quali dati ricercare ? - STRUTTURA - STRUTTURA - STRUTTURA - con quale metodo ? COME NASCE ? - con quali strumenti ? Sollecitazioni esterne 2. Le fonti di informaz. Sollecitazioni interne - quali sono ? - sono accessibili ? IL MODELLO - sono attendibili ? IMPRENDITORIALE - quanto costano ? 0 LO STRUMENTO OPERATIVO CHE SI UTILIZZA PER RACCOGLIERE I DATI E LE INFORMAZIONI E TRASFORMARLI IN IPOTESI DI FATTIBILITA" E IL TABLEAU DU BORD (giornale di bordo)
  • 3. LIDEA IMPRENDITORIALE NASCE DA SOLLECITAZIONI ESTERNE SOLLECITAZIONI INTERNE- esperienza - interessi personali- indicazioni da terzi - necessità di "risolvere" problemi- studi ed analisi effettuate - difficoltà di inserimento lavorativo - necessità di lavorare con più- da esperienze negative autonomia - creatività personale PUO RIGUARDARE UNATTIVITA TRADIZIONALE INNOVATIVA - che esiste da molto tempo - unattività nuova (che non esiste) - che è radicata nella cultura di un - un modo nuovo di fare unattivitàdeterminato ambito territoriale tradizionale - che risponde ad una domanda - che risponde ad una domanda"conosciuta" "non conosciuta"
  • 4. IMPRENDITORE CARATTERISTICHE FUNZIONI RUOLO- spirito diniziativa - "IL PIONIERE" Innovazione- capacità di persuasione ( colui che mette lidea ) +- doti relazionali - "IL MANAGER" Leadership- disposizione al cambiamento ( colui che organizza )- capacità di convivere con: - "IL CAPITALISTA" * ansia ( colui che mette il denaro ) * rischio * incertezza- disponibilità a cogliere idee creative- attitudine a : * decidere * negoziare * pianificare
  • 5. L IMPRENDITORE è il detentore del potere economico che cosaossia del potere di decidere: come produrre dove quanto L IMPRENDITORE PAGA: REMUNERA con il profitto (RICAVI - COSTI):- un AFFITTO per la sede dellattività e per i mezzi di produzione - la propria attività di organizzatore del lavoro- un INTERESSE per il capitale preso in prestito - il rischio a ciò relativo- degli STIPENDI per i servizi dei lavoratori assuntiLa sua prerogativa è: " IL CONTROLLO DELLA RICCHEZZA"
  • 6. LIMPRENDITORE E LIMPRESA CHE COSA SIGNIFICA ESSERE IMPRENDITORI OGGI ? AVERE MAGGIORI DOVERIsui soci dellaziendasulle persone che lavorano con noisui clienti e sui fornitorisulla società civilesullambienteistituzioni OPPORTUNITArisorse (finanziarie e professionali)informazioniservizi di assistenza tecnicaregolamentistrumenti gestionalimodelli organizzativi ed imprenditoriali RISCHIfinanziarioeconomicogiudiziariosociale
  • 7. LIMPRENDITORE E LIMPRESA CHE COSA DOBBIAMO CHIEDERCI ?1 Sono in grado di accollarmi i rischi dimpresa ?2 Me la sento di condividere la mia attività con altre persone ?3 Quali sono le mie caratteristiche: - personali - professionali (capacità e competenze)4 Perché intendo lavorare in qualità di imprenditore ?5 Quanto tempo penso di dedicare al lavoro ?6 Qual è la mia "mission" ?7 Quali sono i miei obiettivi ?
  • 8. I SOCIGIURIDICI PARTNER Pag. 1 di 4
  • 9. I SOCI GIURIDICI PARTNER SOCIETA PERSONE CAPITALI- soc. di fatto - srl (soc. a responsabilità limitata)- snc (società in nome collettivo) - sapa (soc. in accomandita per azioni)- sas (società in accomandita semplice) - spa (soc. per azioni) - scrl (soc. cooperative a resp.limitata) Pag. 2 di 4
  • 10. I SOCI GIURIDICI PARTNER SOCIETA Tipologie di partner: - di CAPITALE - di MERCATO - di STRUTTURA PERSONE CAPITALI- soc. di fatto - srl (soc. a responsabilità limitata)- snc (società in nome collettivo) - sapa (soc. in accomandita per azioni)- sas (società in accomandita semplice) - spa (soc. per azioni) - scrl (soc. cooperative a resp.limitata) Pag. 3 di 4
  • 11. I SOCI GIURIDICI PARTNER SOCIETA Tipologie di partner: - di CAPITALE - di MERCATO - di STRUTTURA PERSONE CAPITALI Tipologie contrattuali:- soc. di fatto - srl (soc. a responsabilità limitata)- snc (società in nome collettivo) - sapa (soc. in accomandita per azioni) - contratti commerciali- sas (società in accomandita semplice) - spa (soc. per azioni) - contratti di out-sourcing - scrl (soc. cooperative a resp.limitata) - contratti di franchising - altri contratti Pag. 4 di 4
  • 12. IL RAPPORTO CON I SOCIMOTIVAZIONI CONFUSIONE DI RAPPORTI COSA VERIFICARE PRIMATutti gli imprenditori, a causa della mancanza di conoscenze, esperienze o per motivi finanziari hannobisogno di soci.Lesperienza mostra che purtroppo un numero consistente di imprese non decolla a causa deiproblemi che sorgono tra i soci.Di conseguenza, una volta individuata lopportunità che vuoi sfruttare per creare la tua impresa, ti deviassolutamente porre queste domande: - ho bisogno di soci ? - se si che tipo di soci ? - e con quale tipo di accordo ?
  • 13. IL RAPPORTO CON I SOCIINDIVIDUARE I MOTIVI CHE CI SPINGONO A CERCARE DEI SOCI: - FINANZIARI ? - POLITICI ? - DI MERCATO ? - PER NECESSITA STRATEGICO/FUNZIONALI ? (il socio ha ad esempio esperienza e conoscenze nel settore) - ALTRO
  • 14. CONFUSIONI DI RAPPORTII CONFLITTI POSSONO NASCERE PER: - MANCANZA DI CHIAREZZA - MANCANZA DI DEFINIZIONE DELLE FUNZIONI - DIFFERENZE DI COINVOLGIMENTO PERSONALE - DIVERGENZE RIGUARDO GLI OBIETTIVI
  • 15. COSA VERIFICARE PRIMA1) - GLI OBIETTIVI DEL NUOVO SOCIO - LE AREE DI RESPONSABILITA DEL NUOVO SOCIO - IL COINVOLGIMENTO DEL NUOVO SOCIO
  • 16. COSA VERIFICARE PRIMA2)Prima di scegliere un socio con il quale dovrai passare molte ore della tua giornata per molti anniverifica con attenzione che: - il tuo socio sia realmente desideroso di essere coinvolto nellaffare; - le tue aree di responsabilità e le sue siano ben definite, anche sulla carta; - i suoi obiettivi siano compatibili con i tuoi.Non bisogna dimenticare pertanto di verificare che il tuo socio sia disposto ad accettare i sacrifici eda fornire lo sforzo necessario per la tua partecipazione e la sua responsabilizzazione nellimpresa.Infine, non sottovalutare laffinità dei suoi interessi con i tuoi, altrimenti potrebbe verificarsi unapericolosa divergenza di obiettivi a lungo termine.