Your SlideShare is downloading. ×
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Sergio Baraldi - InsPiRingPR 2014

228

Published on

IL POSTMODERNO E L’ERA DIGITALE …

IL POSTMODERNO E L’ERA DIGITALE

Mutamento sociale, new media, centralità del Sé e della relazione.

“Siamo in transizione. Come sempre.”.
E.Flaiano

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
228
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. ! 1! ! ! ! ! SERGIO BARALDI IL POSTMODERNO E L’ERA DIGITALE Mutamento sociale, new media, centralità del Sé e della relazione “Siamo in transizione. Come sempre.”. E.Flaiano
  • 2. ! 2! 1.!Il#digitale#codice#espressivo#del#postmoderno:#l’accelerazione#della#storia# ! !La! rivoluzione! digitale! segna! quella! che! Tomasi! di! Lampedusa! ne! “Il! Gattopardo”! ha! definito! “una! straordinaria! accelerazione! della! storia”.! Contribuisce! a! trasformare! il! mondo.! Condiziona! i! nostri! processi! cognitivi! e! psichici,!i!modelli!culturali.!Trasforma!i!media!tradizionali!(giornali!e!tv).!Ma! per!comprendere!in!pieno!il!cambiamento!dobbiamo!collocarlo!nel!fenomeno! storico! del! postmoderno! con! i! suoi! pilastri,! l’individualizzazione! e! la! globalizzazione.! In! questo! scenario,! la! tecnologia! digitale! imprime! una! velocizzazione!mai!vista,!moltiplica!gli!effetti!sociali,!anticipa!il!mainstream!di! una! “terza! modernità”.! Le! tecnologie! della! comunicazione! rappresentano! il! codice# tecnico# ed! espressivo! del! postmoderno,! inteso! come! metafora! della! configurazione! sociale! contemporanea.! Altri! studiosi! hanno! utilizzato! definizioni! diverse:! “modernità! riflessiva”! in! Beck,! “seconda! modernità”! in! Giddens,!“società!postindustriale”!in!Bell!“modernitàliquida”!in!Bauman(1).!Il! riferimento! al! postmoderno! sembra! sintetizzare! meglio! le! trasformazioni,! il! carattere! processuale! della! transizione,! la! discontinuità! (e! continuità)! con! la! prima! modernità,! l’esito! incerto! della! sua! evoluzione.! Il! passaggio! dall’analogico#al#digitale,! quindi,! non! indica! solo! una! dimensione! tecnica,! ma! anche!quella!culturale!e!simbolica.! !La!società!sembra!presa!in!un!vortice!che!da!una!parte!conduce!a!una!sempre! maggiore!complessità,!dall’altra!produce!frammentazione!delle!vite,!dei!luoghi,! dei! tempi,! dei! mercati.! Due! poli! sono! in! movimento:! sistema#e#frammento.! Il! dato! comune! sembra! il! ripiegamento! della! tradizione! verso! la! difesa! di! appartenenze!culturali!e!l’apertura!di!prospettive!valoriali!e!stili!di!vita!meno! agganciati! al! passato.! Inoltre,! la! rapidità! del! mutamento! ha! portato! con! sé! flessibilità,! mobilità,! desiderabilità! sociale! del! futuro.! E! un! nuovo! linguaggio.! L’uomo!contemporaneo!è!inquieto,!alla!costante!ricerca!di!un!nuovo!equilibrio,! di!un!punto!di!ancoraggio.!Vive!nel!disagio!provocato!dal!mutamento!continuo,! il! cui! effetto! finale! spiega! Bauman! “è! il! perpetuarsi! della! liquidità! della! vita.! Società! liquidoQmoderno! e! vita! liquida! sono! incastrate! in! un! vero! e! proprio! perpetuum#mobile”.! !!A!volte,!si!assiste!a!modificazioni!più!lente!dell’ordine!sociale,!che!sembrano! far! emergere,! come! avrebbe! detto! il! sociologo! americano! W.! Ogburn! (2),! un! “ritardo! culturale”.! Altre! volte,! lo! stress! del! cambiamento! pare! imporre! una! svolta! subitanea.! ! Le! forze! che! scardinano! il! sistema! sociale! sono! numerose,! contraddittorie.!Non!è!vero!che!siano!solo!centripete.!Sappiamo!che!sono!anche! centrifughe.!!Si!può!sostenere!che!solo!adesso!nella!sfera!simbolica!e!culturale! si!ripercuote!il!trasferimento!dall’analogico!al!digitale?!Habermas,!in!un!libro! prezioso!(3),#esaminò!la!concatenazione!di!crisi!delle!società!contemporanee.! Secondo!il!filosofo,!esse!nascerebbero!quando!la!struttura!appresta!soluzioni#ai# problemi! insufficienti# rispetto# a# quelle# necessarie.! E’! questa! l’attuale! fase! postmodernità?!Quella!in!cui!non!riusciamo!a!produrre!le!soluzioni!necessarie!
  • 3. ! 3! ai!problemi!imposti!da!complessità!e!frammentazione?!Una!radicale!questione! di! controllo! del! sistema?! Certo! è! che! la! trasformazione! tecnologica! sembra! causa!e,!insieme,!effetto!di!questo!complesso!processo!storico.!! ! 2.!Il#paradigma#tecnologico#della#modernizzazione#postmoderna# # !La!nuova!fase!di!modernizzazione#è!segnata!dalla!traiettoria!delle!tecnologie! dell’informazione! che! hanno! acquisito! la! centralità! dalla! seconda! metà! del! Novecento.!La!modernizzazione!per!la!sociologia!designa!l’insieme!dei!processi! di!trasformazione!su!larga!scala,!mediante!i!quali!una!società!si!struttura!come! moderna!(modernus#in!latino!significa!ora,!recente,!opposto!a!antiquus)!(4).!È! nella!dialettica!tra!modernizzazione!e!comunicazione!che!occorre!rintracciare!il! punto!focale!di!quanto!accade!nell’interazione!sociale!e!individuale.!Superando! la!concezione!determinista!della!tecnologia,!ma!anche!quella!della!tecnologia! determinata,! si! può! leggere! la! società! postmoderna! come# la! fase! del! capitalismo,!lo!sfondo!o!il!sostrato!culturale!e!ideologico,#che!ha#preparato!e! consentito! l’emergere! del! paradigma! tecnologico! digitale.! A! sua! volta,! la! trasformazione! tecnologica,! associata# ai! più! vasti! processi! d’individualizzazione!e!globalizzazione,#retroagisce!sugli!individui#e!sulla!loro! vita!quotidiana.! !Nella! concezione! di! Lyotard! (5),! il! postmoderno! indica! la! fine! delle! grandi# narrazioni,!delle!utopie!e!ideologie!del!moderno,!che!ha!lasciato!spazio!a!una! progressiva!frammentarietà#dell’esperienza,!a!un!dinamismo#costante,!sino!alla! revisione!del!concetto!consolatorio!del!sapere,!che!ha!smesso!di!essere!certo! una! volta! per! tutte.! Per! Jameson! la! nuova! fase! storica! del! capitalismo! si! caratterizza! per! la! smaterializzazione! dei! rapporti! sociali,! la! smobilitazione! ideologica,!l’ascesa!di!un!“populismo!estetico”.!Nel!postmoderno!è!implicita!la! negazione# della# tecnica! della! prima! modernità.! Il! postmoderno,! infatti,! è! postindustriale.! Alla! produzione! dei! beni! materiali# si! è! affiancata! quella! immateriale! dei! servizi! (l’old#e! new#economy),! alla! quantità! produttiva! e! alla! produzione! seriale! si! è! preferita! la! dimensione! qualitativa! del! bene! e! la! produzione!flessibile,!il!consumo!è!diventato!centrale!rispetto!alla!produzione.! I! beni! non! sono! più! visti! solo! in! funzione! delle! prestazioni,! bensì! delle! opportunità! di! significazione! e! riconoscimento! dei! soggetti.! Le! merci! sono! simbolo! di! uno! stile! di! vita,! di! mondi! immaginativi,! di! meccanismi! psichici! d’identificazione.! Se! l’old# economy! era! fondata! su! capitale,! forza! lavoro,! massimizzazione! del! profitto,! la! new# economy! scopre! che! l’informazione# è! il! bene!primario.#E!con!l’informazione!c’è!l’avvento!della#conoscenza#come!chiave# della!nuova!cornice!socioQculturale.!! !Se!informazione!e!conoscenza!sono!la!risorsa!strategica,!il!network#appare!la! struttura# portante! per! lo! sviluppo! di! entrambe,! poiché! realizza! una! connessione! interdipendente! dei! diversi! apparati! sociali! (economia,! politica,! istruzione,!religione,!comunicazione).!Il!network#diventa!anche!la!metafora!di!
  • 4. ! 4! un!nuovo!modo!di!pensare,!di!analizzare,!interpretare!la!realtà,!che!si!allarga!a! sistemi! di! produzione! e! consumo,! anche! a! prescindere! dello! sviluppo! tecnologico.! La! Rete! presuppone! un! continuo! dinamismo,! un! mutamento! dell’orientamento! e! della! forma! costante.! La! dimensione! fluida,! magmatica! della! realtà,! emersa! con! il! postmoderno,! trova! risposta! nella! flessibilità! e! frammentarietà! delle! forme! dell’interazione! digitale.! La! logica# reticolare! del! web!2.0!corrisponde!alla!condizione!d’instabilità,!alla!percezione!d’insicurezza! del!soggetto!e!di!mutamento!socioculturale!del!postmoderno.! !Il!cambiamento!digitale!segna,!pertanto,!un!salto!di!qualità!del!capitalismo!e! della! società! in! cui! le! condizioni! storiche! della! prima! modernità! sono! de@ strutturate,!mentre!s’avvia!un’opera!in!cui!sono!ri@strutturati!i!tratti!della!nuova! configurazione.! Nel! recente! passato! era! stata! l’energia! a! innescare! la! trasformazione,! oggi! l’informazione! e! la! conoscenza! cambiano! l’evoluzione! della! società.! ! L’informazione! e! il! computer,! la! macchina! che! la! tratta! e! la! scambia,! ottengono! il! primato.! Negli! ultimi! venti! anni! l’accento! si! è! spostato! dalla! potenza! di! calcolo! autonoma,! dalla! chiusura! dei! sistemi! operativi! all’apertura,! allo! scambio! d’informazioni,! alla! dinamizzazione! dei! flussi! comunicativi.!In!sintesi:!integrazione!dell’informatica!con!le!telecomunicazioni! e! le! tecnologie! di! rete.! La! fine! delle! barriere! trova! nella! rete! la! sua! nuova! dimensione.! La! rete! è! oggi! quello! che! in! passato! sono! stati! il! motore,! i! dispositivi!elettrici,!le!reti!di!distribuzione.!McLuhan!ha!detto:!“Il!medium!è!il! messaggio”.!Oggi!Castells!risponde:!“Il!network!è!il!messaggio”(6).!! ! 3.!Il#soggetto#postmoderno:#il#significato#come#forma#di#controllo#sul#mondo.! !! !Il!centro!del!cambiamento!resta!però!l’individuo.!La!razionalità!illuminista,!la! sua!presa!cognitiva!sulla!realtà!è!stata!l’espressione!di!un!tentativo!di!ordinare! il! mondo! e! di! trovare! un! equilibrio! esistenziale.! Il! riconoscimento! della! centralità# dell’Io! ha! spostato! il! focus! da! una! dimensione! macro,! sociale,! prescrittiva,! a! quella! micro,! descrittiva,! dell’individuo,! spingendolo! verso! un! processo! di! acquisizione! di! consapevolezza! delle! proprie! potenzialità.! De! Kerckhove(7)!spiega!che!si!è!verificato!un!passaggio!dal!paradigma!fonologico! a! quello! ideografico! e! poi! digitale,! e! che! all’ontogenesi,! la! socializzazione! fondata!sull’integrazione!e!condivisione!di!principi!culturali!comuni,!si!è!passati! all’epigenesi,! cioè! una! socializzazione! fondata! sull’agire! individuale! (la! sociologia! definisce! socializzazione! il! processo! d’integrazione! nella! società! attraverso! il! quale! l’individuo! interiorizza! norme,! valori,! appartenenze! condivisi! dal! gruppo! sociale! e! acquisisce! coscienza! di! sé! e! competenze).! La! soggettività! postmoderna! è! il! risultato! di! questo! cammino:! oggi! essa! sembra! diventata!un!compito!più!che!una!biografia!data!o!ereditata.!! !L’individualizzazione!indica!il!processo!immanente!alla!storia!occidentale!che! porta! all’emergere! della! persona! come! soggetto! autonomo,! riflessivo,! nel! quadro!di!appartenenze!multiple!e!reversibili.!Letta!secondo!una!prospettiva!
  • 5. ! 5! sociale!è!il!processo!che!si!realizza!nella!costruzione!dell’autonomia!individuale! e! nell’apprendimento! di! forme! di! controllo! e! di! autocontrollo! sociale.! L’altra! faccia! della! medaglia! è! la!globalizzazione,! che! qui! non! discutiamo.!La! società! svolge!un’azione!individualizzatrice!nella!misura!in!cui!le!attività!degli!individui! consistono! nel! rinegoziare! quotidianamente! la! rete! dei! coinvolgimenti! reciproci!della!società.!Nel!rapporto!dinamico!tra!società!e!individuo,!la!stessa! forma!del!legame!sociale!muta,!mentre!si!realizza!l’affrancamento!del!soggetto! dai!vincoli!che!la!limitano.!Molti!fattori!hanno!valorizzato!nel!corso!del!tempo! l’individuo:!!la!singolarizzazione!del!rapporto!di!lavoro,!la!crisi!della!famiglia,!il! nuovo! contesto! urbano.! E’! stata! un’azione! intenzionale,! che! ha! condotto! il! soggetto! a! elaborare! la! condotta! sulla! base! dell’autonomia! personale,! la! “capacità!di!riflettere!su!se!stessi!e!di!prendere!decisioni”,!secondo!Giddens!(8).! !!Il!soggetto!procede!attraverso!l’interiorizzazione!del!proprio!ruolo,!grazie!allo! sviluppo! della! razionalità,! alla! disciplina! dei! comportamenti,! modellandosi! come! attore! consapevole,! in! grado! di! autodeterminarsi.! Nello! stesso! tempo,! tende! a! emanciparsi! dal! controllo# sociale,! sviluppando! una! propria! sfera! privata,! sperimentando! nuove! modalità! di! relazione.! Su! questa! base,! storicamente!sono!nati!i!diritti,!prima!quelli!civili!poi!quelli!politici,!imperniati! sul! principio! di! autonomia;! in! seguito! si! sono! sviluppati! quelli! industriali! (diritto!al!lavoro,!di!sciopero,!di!difendere!e!contrattare!interessi!di!categoria! etc.)! e! i! diritti! sociali! (accesso! a! sussidi,! pensioni,! servizi! sociali,! sanità,! istruzione!etc.)!centrati!sul!principio!di!auto@realizzazione.!!!! !!L’individualizzazione!poggia,!quindi,!sulla!capacità!introspettiva!del!soggetto! di!considerarsi!altro!da!Sé,!di!trascendersi,!di!mettersi!in!discussione,!di!auto@ osservarsi.! La! sfera# dell’interiorizzazione,! la! facoltà! riflessiva! di! razionalizzazione,! è! decisiva:! il! percorso! dell’emancipazione! scaturisce! da! un! apprendimento,#da!una!riappropriazione#del#reale,!che!conduce!a!un’accresciuta! coscienza!critica!di!sé.!La!grande!svolta!consiste!nel!fatto!che!l’individuo!“apre! gli! occhi”,! si! percepisce! come! soggetto! autosufficiente,! attore! di! fronte! a! un! mondo! che! si! fa! oggetto.! E! decide! di! esercitare! un! controllo# individuale! sul# mondo.! Per! riuscirci! il! soggetto! assegna# significati,# che# danno# un# senso! al! mondo.! L’interiorizzazione,! quindi,! è! il! prerequisito! per! l’operazione! di! attribuzione#di#senso:!il!soggetto!percepisce!e!categorizza!quello!che!lo!circonda,! costruisce! sistemi! di! significati! degli! eventi.! La! struttura! delle! relazioni! tra! percezioni!e!interpretazioni!danno#senso!al!mondo.!Il!senso!serve!al!controllo,! al!bisogno!di!sicurezza.!Il!declino!delle!grandi!narrazioni!fa!cadere!il!peso!della! ricostruzione!sul!singolo.!Nel!momento!in!cui!l’individuo!apre!nuovi!spazi!di! libertà!a!se!stesso,!si!sottrae!alle!precedenti!legature!(forme!di!soggezione!e! tutela).!Ciò!che!lega!è!insieme!ciò!che!limita.!L’individuo!si!libera,!ma!si!carica!di! responsabilità.! Persino! la! ricerca! dell’equilibrio! con! la! società! è! un! compito! personale!in!cui!entrano!in!gioco!risorse!individuali!e!sociali.!Il!soggetto!deve! reinventarsi#e!reinventare!la!propria!collocazione!nella!società.! !
  • 6. ! 6! 4.!L’origine#narcisista#della#crisi#dell’individuo# # !!Il! superamento! di! un! ordinamento! gerarchico,! statico,! dominato! dalla! tradizione!e!dall’ascrittività!dei!ruoli,!consente!di!far!dipendere!maggiormente! l’esistenza!dagli!orientamenti!e!dalle!azioni!degli!individui.!Più!la!tradizione!si! ritrae,! più! i! soggetti! scelgono! il! proprio! stile! di! vita.! Avverte! Giddens:! data! “l’attuale!apertura!della!vita!sociale,!la!pluralizzazione!dei!contesti!d’azione!e!la! molteplicità!delle!autorità,!la!scelta!dello!stile!di!vita!è!sempre!più!importante! per! la! costruzione! dell’identità! personale”.! Questo! cambiamento! ha! però! dei! prezzi.!Giddens!pone!in!rilievo!la!lenta!“perdita!della!disinvoltura”,!ossia!una! diminuzione!delle!abilità!e!competenze!dell’uomo!contemporaneo!relative!alla! capacità!di!padroneggiare!i!complessi!processi!sociali:!il!singolo!agisce,!ma!si! sente! espropriato! delle! proprie! cognizioni.! Di! contro,! la! tarda! modernità! è! anche! l’epoca! dell’affermazione! di! nuovi! diritti,! non! solo! a! sostegno! dell’emancipazione,!ma!anche!dell’esistenza,!cioè!a!favore!di!una!vita!degna!di! essere!vissuta.!Per!Giddens!gli!individui!si!trovano!a!un!bivio:!dover!subire!gli! eventi!oppure!appropriarsi!consapevolmente!della!chance!di!accreditarsi!come! individuo!autonomo.!E!poiché!tende!a!ridursi!la!forza!dei!gruppi!intermedi,!cui! il!singolo!potrebbe!appoggiarsi,!la!crisi!diventa!imputabile!alla!condotta!e!alla! condizione! individuale,! delle! quali! il! soggetto! è! ora! totalmente! responsabile.! Bauman!parla!di!“responsabilità!della!propria!responsabilità”.! !La!fluidità!sociale,!l’indebolirsi!dei!legami!stabili!e!delle!prospettive!collettive,! spinge! il! soggetto! verso! un! percorso! di! autocostruzione,! che! privilegia! la! dimensione!del!presente.!L’esistenza!si#presentifica,!dimensione!temporale!che! si! specchia! nella! tecnologia.! Touraine! parla! di! estraniamento! nel! privato,! di! oscillazione!tra!autonomia#e!anonimia.!Tuttavia,!il!soggetto,!sostiene!Touraine,! è! anche! la! “volontà# dell’# individuo# di# agire# e# di# essere# riconosciuto! come# attore”(10).! Mentre! la! società! diventa! complessa! e! meno! decifrabile,! la! costruzione!dell’identità!individuale!assurge!a!missione.!Si!fa!urgente!la!ricerca! della! gratificazione#personale,! osserva! Sennet! (11),! qui! e! ora.! Il! narcisismo#si! svela! l’origine! della! crisi! dell’individuo! contemporaneo.! Teorizzato! da! Freud! (12)! come! un! ripiegamento! sull’Io! della! libido! sottratta! agli! investimenti! oggettuali,!il!narcisismo!moderno!fa!affiorare!l’autoreferenzialità,!la!ricerca!di! conferma! della! propria! autostima#e#realizzazione#di#sé,! rispetto! ai! vuoti! della! socializzazione!contemporanea.!! ! 5.!La#domanda#di#riconoscimento:#autorappresentazione#e#autocomunicazione# ! !Il! narcisismo! libera! il! desiderio! di! mostrarsi,! di! sfoggiare! la! propria! personalità.!Ma!anche!di!guardare.!Lasch!(12)!paventa!la!diffusione!di!uno!stato! d’inquietudine,!d’ansia!che!spinge!il!singolo!a!trovare!un!senso!alla!propria!vita! sempre! nel! presente,! sempre! più! stretto! tra! responsabilità! e! deQ responsabilizzazione.!Si!svuota!la!trama!emotiva!che!lega!gli!uomini.!Si!tende!a!
  • 7. ! 7! formare!un!orientamento#psicocentrico,#già!letto!da!Parsons!come!orientamento! all’Io,!in!cui!il!soggetto!si!definisce!in!base!alla!propria#esperienza!personale,!alla! propria#rielaborazione.!L’identità!non!prende!più!senso!nella!coerenza!con!se! stessi! e! i! valori,! ma! nel! vortice! delle! esperienze,! delle! cose# fatte# proprie# o# desiderate.!Con!il!narcisismo,!che!esalta!il!corpo!e!la!dimensione!tattile,!emerge! l’edonismo!con!la!sua!enfasi!sul!piacere,!sull’estetica,!sul!desiderio!di!possesso!e! fruizione! per! soddisfare! un! senso! immaginativo.! Il! soggetto! si! trova! concentrato!sull’adattamento!continuo!alla!molteplicità!delle!situazioni!e!sfere! sociali!all’interno!delle!quali!vive!e!lavora.! !!L’identità,!avverte!il!filosofo!Bodei!(13),!si!fa!modulare,#Sciolla!direbbe!situata# (14):! parti! e! tendenze! diverse! convivono,! e! ciascuna! indipendentemente! dall’altra! entra! in! gioco! quando! è! necessario.! C’è! una! pluralizzazione! delle! biografie,!che!dipende!non!solo!dalle!condizioni!economiche,!sociali,!culturali! della! persona,! ma! anche! dalla! facoltà! individuale! di! decidere# per# se# stesso.! L’atteggiamento!narcisistico!rivela!il!tentativo!di!trovare!in!sé!stessi!le!risposte! alla!propria!fragilità,!un!bisogno!di!sicurezza.!L’individualizzazione!non!si!è!mai! arrestata,! neppure! al! tempo! della! società! di! massa.! Oggi! non! richiede! personalità! di! tipo! gregario! o! mimetico,! ma! spinge! verso! la! differenziazione.! L’universo!sociale!si!frammenta,!è!dominato!dalla!percezione!dei!rischi!e!dalla! debolezza! dei! modelli! collettivi.! L’individuo! sente! il! bisogno! di! reagire! alle! proprie!emergenze!quotidiane,!di!tornare!il!centro#del#processo#di#riproduzione# sociale.! E’! stimolato! a! investire! nelle! relazioni! per! ricercare! reciprocità,! espressività,!fiducia.!Al!fondo!si!condensa!il!bisogno!di!riconoscimento,#rivelato! da!Hegel,!che!oggi!avanza!sia!una!prepotente!richiesta!di!autorappresentazione# sia! il! desiderio! di! prendere# la# parola.! Castells! parla! di! autocomunicazione.! Questa! radicale! domanda! di! soggettività,! che! narcisismo! e! riconoscimento! declinano!come!autopotenziamento#del#soggetto,!sostiene!il!nuovo!paradigma! tecnologico.! Gli! psicanalisti! parlano! di! godimento(15),! mentre! Dumont(16)! ritiene! che! un’esistenza! meno! vincolata! da! obblighi! e! controlli! comunitari! plasma#l’esigenza!di!una!più!fitta#rete#di#relazioni.!!! ! 6.!La#tecnologia#del#Sé#e#la#costruzione#del#mondo.# ! !!La!comunicazione!sostiene!il!culto!di!Sé,!gli!dà!voce,!cavalca!l’autocoscienza,!la! liberazione!sessuale,!l’ossessione!verso!la!giovinezza,!il!rifiuto!della!morte.!Ne! deriva! un! mix! che! valorizza! il! criterio! di! utilità! inteso! come! gratificazione! immediata,! come! risposta! alla! domanda! d’identificazione# e! integrazione.! I! media!offrono!il!palcoscenico!alla!vetrinizzazione#sociale,#secondo!la!definizione! di#Codeluppi!(17),#la!crescente!spettacolarizzazione!ed!esposizione!del!proprio! stile! di! vita,! del! proprio! corpo,! del! proprio! Ego.! Si! potrebbe! parlare! di! un! processo!di!esteriorizzazione!dell’Io!in!cui!si!rischia,!soprattutto!nei!più!giovani,! uno!sbilanciamento!in!cui!la!proiezione!all’esterno!può!rivelarsi!più!forte!della! capacità!di!controllo!e!gestione.!!
  • 8. ! 8! !Al! narcisismo# si! affianca! l’edonismo.! Rappresentano! entrambi! un’esaltazione! dell’Io! in! cui! il# corpo# per! il! primo,# l’estetica! per! il! secondo! acquistano! un’importanza! decisiva.! Reclamano! una# differenziazione# di! tutti! da! tutti,! un’istanza!d’individualità!(anche!virtuale).!I!media!rispondono!poi!al!bisogno! degli! individui! di! acquisire! riferimenti# simbolici# e# valoriali# condivisi.! La! comunicazione!diventa!così!un!ingrediente!fondamentale!per!la!generazione!e! rigenerazione! del! capitale! sociale.! L’ampliarsi! della! mappa! dei! rischi! e! delle! crisi!finisce!per!fare!crescere!la!domanda!di!comunicazione!e!conoscenza.!La! concatenazione! delle! crisi! (scissione! lavoro/mondo! della! vita,! economia/morale,! politica/economia)! acuisce! la! vulnerabilità! sociale.! Di! conseguenza,! il! cittadino! è! chiamato! in! causa! rispetto! alle! soluzioni! dei! problemi.!!Se!è!vero!che!il!sistema!non!riesce!a!fornire!tutte!le!soluzioni!che! sarebbero! necessarie,! la# legittimazione! ritorna! come! il! problema! politico! centrale!della!società.!La!complessità,!la!difficoltà!delle!soluzioni!e!i!loro!costi! crescenti!richiedono!un!convinto!consenso!dell’opinione!pubblica.!A!loro!volta,! i!cittadini!esigono!un!riconoscimento,!vogliono!prendere!la!parola!nell’agorà,! delegano!sempre!meno!la!loro!rappresentanza.!! !Gli! individui! networked# modellano! le! loro! identità! sulla! base! delle! passioni,! convinzioni,! stili! di! vita,! interessi! e! possono! mostrare! aspetti! differenti! del! proprio!Io!in!diverse!circostanze!in!distinti!ambienti!comunicativi.!Gli!individui! networked#possono!creare!comunità!attorno!a!sé.!La!gestione#della!reputazione,! l’esposizione! selettiva! d’informazioni! e! attività! personali! e! professionali,! assume! un! ruolo! rilevante! nelle! strategie! individuali! adottate! all’interno! del! network,! stabilendo! credenziali,! fiducia,! sintonia.! La! comunicazione! diventa! parte! di! una! complessa! tecnologia# del# Sé.! L’interattività! delle! interfacce! culturali!contemporanee!rende!trasparente!il!fatto!che!la!nostra!esperienza!del! mondo! è! una! costruzione! che! si! radica! nella! percezione! e! interazione! con! l’ambiente.! Nella! prospettiva! epistemologica! indicata! da! Maturana! e! Varela! conoscere!significa!“decidere”(18).!Il!processo!della!conoscenza,!nella!visione! dei!due!biologi!e!filosofi,!non!può!essere!pensato!come!se!esistessero!dei!“fatti”! degli!“oggetti”!esterni!di!cui!ci!appropriamo!attraverso!il!“ricevere!passivo”,!ma! come!risultato!di!un!“soggetto!attivo”.!Per!loro!“ogni!atto!di!conoscenza!ci!porta! un! mondo! tra! le! mani”,! secondo! la! nostra! fisiologia! biologica.! L’interattività! digitale!restituisce!questa!consapevolezza,!velata!nell’abituale!relazione!con!le! cose!e!le!persone:!la!relazione!che!intratteniamo!con!il!mondo!è!un#rapporto#di! costruzione.!Nel!digitale!noi!facciamo!esperienza!di!questa!interazione,!spiega! la!Turkle!(19),!nel!mondo!simulato!degli!schermi.! ! 6.!La#transcodifica:#il#soggetto#e#la#riconcettualizzazione#digitale.#! !! I!new!media!influiscono!sulla!razionalità!dell’individuo!in!diversi!modi.!Innanzi! tutto,! definiscono! le! modalità#di! rappresentazione#e#esperienza#della#realtà.! Lo! fanno!recuperando!la!logica!della!finestra!di!Leon!Battista!Alberti,!teorizzata!nel!
  • 9. ! 9! “De!Pictura”.!Abbiamo!saputo!addomesticare!i!media!a!schermo,!utilizzandoli!in! modo!riflessivo!rispetto!al!percorso!di!costruzione!del!Sé.!Bolter!e!Grusin!(20)! parlano!di!“veicoli”!per!definire!la!nostra!identità!personale.!I!nuovi!media!(dai! dispositivi! mobili! alla! tv! digitale! al! Pc)! diventano! strumenti! tecnologici! da! utilizzare,!ma!anche!espressioni!sociali!in!cui!le!persone!“diventano!sia!soggetto# sia! oggetto! dei! media! contemporanei”.! L’individualizzazione# si# mostra# come! ampliamento# delle# possibilità# comunicative@espressive! e# della# costruzione! soggettiva# del# reale.! Questo! processo! avviene! attraverso! una! crescente! dislocazione#in#forma#mediata#di#una#parte#crescente#dell’esperienza#individuale.#I! media,! spiega! Meyrowitz! (21),! non! solo! semplici! “canali”! che! trasmettono! informazione! tra! due! o! più! punti,! ma! “ambienti! sociali! che! includono! o! escludono,!uniscono!o!dividono!le!persone!in!modi!specifici”.!Ma!l’influenza!dei! media!affiora!soprattutto!nella!transcodifica.!Con!questo!termine!Manovich!(22)! definisce! un! trasferimento! culturale:! tradurre# un# oggetto,# un# contenuto,# in# un# altro# formato,# quello# digitale.! E’! una! questione! decisiva:! la! computerizzazione! della!cultura!produce!una!graduale!transcodifica!di!tutti!gli!oggetti!culturali.!Ciò! vuol! dire! che! “le! categorie! e! i! concetti! culturali! vengono! sostituiti,! a! livello! di! significati! e/o! di! linguaggio,! da! nuove! categorie! e! nuovi! concetti! che! derivano…dall’uso!del!computer”.!I!nuovi!media!sono!i!precursori!di!un!processo! più! generale! di!riconcettualizzazione! culturale.! Un!processo!che!noi!dobbiamo! riconoscere!nelle!sue!dimensioni!globali!perché!legato!all’informatizzazione#dell’# intera#società.!C’è!un!doppio!livello!dei!nuovi!media:!quello!culturale!dell’uomo!e! quello!informatico.!Il!computer!adopera!una!logica!diversa:!la!numerazione!dei! contenuti,! la! modularità,! gli! algoritmi,! le! strutture! di! dati.! Un’immagine! su! un! piano! informatico! è! un! file! costituito! da! un! codice! leggibile! dalla! macchina,! eseguito!da!numeri!che!rappresentano!il!valore!cromatico!dei!suoi!pixel.!Il!livello# informatico,!il!software,!per!di!più,!non!rimane!fisso,!ma!evolve!come!l’hardware! e!il!computer!assume!funzioni,!compiti!e!procedure!diversi.!Il!livello#informatico# influenzerà!il!livello#culturale#dell’individuo?#La!risposta!è!che#le!modalità!con! cui!il!computer!modella!il!mondo,!rappresenta!i!dati,!ci!consente!di!operare!con! essi,! potranno! condizionare! l’organizzazione,! i! generi,! i! contenuti! del! livello! culturale.! Possono! influenzare#la#logica#con! cui! pensiamo.! L’interfaccia! uomoQ macchina! (ma! forse! dovremmo! dire! uomoQmacchinaQcultura)! ha! già! avuto! un! impatto! sul! software! e! l’hardware! trasformandoli,! ma! inciderà! anche! sul! lato! dell’individuo! e! della! sua! razionalità,! com’è! avvenuto! con! l’avvento! della! scrittura.! Possiamo! concepire! la! storia! come! una! successione! di! linguaggi.! L’integrazione! e! l’interazione! uomoQcomputer! prepara! il! terreno! a! una! nuova# cultura!computeristica,!un!mix!tra!i!significati!culturali!che!hanno!modellato!il! mondo!e!i!modi!tramite!i!quali!il!computer!li!rappresenta.!La!transcodifica!segna! il!sorgere!di!un!futuro!linguaggio.! !Infine,!è!bene!tenere!presente!che!i!media!favoriscono!una!conoscenza!della! realtà!partendo!da!diverse!prospettive,!da!diversi!punti#di#vista.!La!conoscibilità# del# reale# si# frantuma! in! un! mosaico! sempre! più! complesso! in! cui! ciò! che! è!
  • 10. ! 10! definibile! come! “bene”! o! “verità”! si! relativizza! secondo! chi! li! interpreta.! Si! rafforza!la!percezione!di!una!condizione!esistenziale!manovrabile,!manipolabile! senza!valori!o!idee!certe.!!! ! !7.!La#razionalità#digitale#e#l’incertezza#dei#confini.#! ! !La! razionalità! digitale,! quella! del! soggetto! postmoderno,! apre! la! porta! a! un! nuovo!modo!di!pensare.!Ulrich!Beck!(23)!ha!indicato!proprio!nel!declino!dei! confini! tra! i! concetti! chiave! un! fattore! cruciale.! Il! digitale! sembra! produrre! questa! eclissi.! Alle! strutture! immateriali! e! materiali! dai! confini! definiti,! separati,!si!sostituiscono!confini!permeabili,!oscillanti,!evanescenti.!All’ordine! gerarchico! rigido,! subentra! un! ordine! flessibile! e! incerto,! che! trova! nelle! tecnologie!di!rete!un!campo!d’azione!privilegiato.!I!media!hanno!favorito,!scrive! Morcellini! (24),! un! processo! di! socializzazione# im@mediata! che! instaura! un! rapporto!diretto!del!soggetto,!senza#filtri#interpretativi,!che!imprime!ulteriore! velocità! all’individualismo.! Il! confine! si! trasforma:! da! soglia# che# delimita! a! soglia#che!mette#in#comunicazione.!Ma!il!confine!delimitava!ciò#che#vale!da!ciò! che!non#vale.!I!concetti!sui!quali!si!basa!la!costruzione!sociale!acquistano!così! significati#più#negoziali.! !! a) Società/individuo!–!È!una!linea!in!movimento,!risultato!di!una!negoziazione!che! il! processo! d’individualizzazione! ha! spostato! verso! i! singoli.! I! media! digitali! enfatizzano!questo!empowerment#dell’individuo,!dei!suoi!bisogni!e!domande.!E’! la! pressione! degli! individui! che! sposta! la! bilancia! a! favore! della! domanda! rispetto!all’offerta,!che!sta!mettendo!in!crisi!i!meccanismi!d’intermediazione!che! non!si!adattano!al!nuovo!scenario:!politica,!giornali,!sistemi!esperti.!La!crisi!della! delega!democratica,!connessa!a!quella!della!rappresentanza,!è!in!corso!da!alcuni! anni,!ma!ha!subito!un’accelerazione!con!la!digitalizzazione!della!società.! ! b) Pubblico/privato!Q!È!la!distinzione!sulla!quale!si!è!edificata!la!società!borghese! dell’Ottocento!e!l’affermazione!prima!dei!diritti!civili!(libertà!di!espressione,!di! movimento,!di!proprietà)!poi!quelli!politici!(elezione!attiva!e!passiva).!La!sfera! pubblica!coincideva!con!il!raggio!d’azione!della!cittadinanza;!quella!privata!con! gli! interessi! economici! e! professionali,! gli! affetti,! la! cultura.! I! media! digitali! rafforzano!la!tendenza!a!contaminare!le!due!sfere,!a!intrecciarle.!Senza!contare! che! le! sfere! pubbliche! tendono! a! moltiplicarsi! e! specializzarsi:! a! volte! è! loro! attribuito!il!ruolo!di!produttrici!di!opinioni!di!massa!(i!talk!show,!per!esempio),! altre!volte!si!tratta!di!sfere!reticolari!che!elaborano!giudizi!sul!mondo!grazie!a! discussioni! e! scambi! su! internet.! Il! privato! è! spesso! vissuto! come! un! evento! collettivo!al!quale!sono!chiamati!a!partecipare!diversi!attori,!che!s’impegnano!a! dagli!forma,!a!discuterne!i!contenuti!come!in!molte!trasmissione!tv!di!successo! o! su! Facebook.! ! Il! privato! fuoriesce! dall’intimità! per! posizionarsi! al! centro! dell’interazione! pubblica:! trasmissioni! tv,! giornali,! social! media.# Meyrowitz!
  • 11. ! 11! afferma! seguendo! Goffman,! che! atteggiamenti,! sentimenti,! discussioni! da! “retroscena”,! destinati! una! volta! a! rimanere! riservati,! separati,! finiscono! sul! palcoscenico.!!Viene!rivista!l’idea!di!intimità,!del!rapporto!diretto,!ravvicinato! rispetto! a! quello! formale! e! “pubblico”,! come! ha! sostenuto! Giddens.! Invece,! Watzlawick! (25)! ritiene! che! nella! comunicazione,! oggi,! i! processi! d’identificazione!si!basano!non!più!solo!sulla!componente!simbolica!attribuita! ai! comportamenti! espressivi! (analogici,! di! relazione)! ma! anche! alle! informazioni!che!si!ricevono!(digitali,!di!contenuto).! ! c) Vicino/lontano# @# Prospettiva! già! messa! alla! prova! dai! media! tradizionali! (il! telefono!o!la!tv),!viene!adesso!riplasmata!dalla!tecnologia!digitale!in!un!duplice! senso.! In! primo! luogo,! secondo! Meyrowitz,! si! registra! una! dissociazione! tra! collocazione! spazioQtemporale! (fisica)! e! collocazione! sociale.! I! luoghi! non! definiscono! i! sistemi! d’informazione! e! non! fungono! da! selettori! dell’accesso.! Tutte! le! pareti! diventano! permeabili.! Alla! comunicazione! come! spostamento,! come!rito!sociale!del!passaggio,!subentra!una!contrazione!delle!distanze!fisiche! e! una! sensazione! di! prossimità! rispetto! a! eventi,! persone,! luoghi! e! culture! lontani.! La! vicinanza! affettiva! e! amicale! prevale! sui! media! quando! si! definiscono! le! situazioni! di! cui! si! parla,! ma! tende! a! diventare! un! terreno! di! difesa# del# sé# e# dell’identità# di# gruppo! nel! momento! in! cui! non! è! agevole! districarsi!tra!i!molti!flussi!d’informazione.!Il!significato!di!vicino,!in!particolare,! spesso! è! frutto! della! convergenza! di! sfere! comunicative! differenti.! E’! vicina! l’esperienza! personale! diretta,! la! cerchia! familiare,! amicale.! Le! cerchie! e! i! messaggi!dei!media!diventano!“vicini”!nella!percezione!del!lettoreQspettatore! quando! l’informazione! diviene! materiale! per! il! senso! comune! e! per! una! “comunicazione! sulla! comunicazione”! dei! nuclei! familiari! e! dei! gruppi.! Il! lontano!invece!si!allontana.!Tende!sempre!di!più!a!essere!considerato!quel#che# accade#altrove,!ad!altri#sconosciuti.!Mentre!si!trasforma!in!vicino!un#patrimonio# simbolico#avvicinato!dai!media:!personaggi!illustri,!concorrenti!di!gare!e!quiz,! protagonisti!e!storie!di!serial!e!reality.!! !! d) Attore/spettatore# –! La! dicotomia! teorizzata! da! Adam! Smith! oggi! potremmo! riscriverla!come!emittente/ricevente#o#autore/lettore,#produttore/consumatore.! Le!prerogative!dei!due!status!andrebbero!riviste.!Sono!ruoli!che!non!si!possono! interpretare! in! una! chiave! statica,! dove! un! soggetto! è! attivo! l’altro! passivo.! Esiste!un’implicazione#nelle!due!prospettive,!uno!scambio.!La!riconfigurazione! dell’attore!e!dello!spettatore!può!riflettersi!nella!revisione!dell’audience#come! pubblico,!che!può!diventare!attivo,!ma!anche!nello!spostamento!di!baricentro! dall’autore#del! testo! (tradizionale)! al! lettore#dell’ipertesto! (ambiente! digitale).! La! contaminazione! delle! due! figure! è! stata! declinata! da! Toffler! (26)! con! la! figura!del!prosumer,!produttore!e!consumatore,!della!loro!fusione!e!confusione.! Per!Toffler!indicava!la!tendenza!a!una!personalizzazione#di#massa!in!un!mercato! ormai!standardizzato!che,!per!continuare!a!realizzare!profitti,!avrebbe!dovuto!
  • 12. ! 12! avviare! una! produzione! di! prodotti! personalizzati.! Perché! questo! possa! accadere,!il!consumatore!deve!prendere!parte!al!processo!ideativoQproduttivo,! garantirsi! possibilità! d’intervento,! ottenere! libertà! di! scelta.! Nell’economia! digitale!questo!mutamento!è!la!regola.!Assistiamo!alla!crescente!integrazione! tra!produzione!e!consumo!con!una!conseguente!segmentazione!dei!mercati.!La! dicotomia! tra! attore! e! spettatore! si! è! riverberata! nella! distinzione! tra! tecnologia! push! e! pull.#La! loro! convivenza! nel! web! ha! fatto! nascere! lo! spett@ attore.!! !Umberto! Eco(27)! nella! sua! teoria#enunciazionale! dimostra! quanto! i! linguisti! abbiano!contribuito!alla!revisione!di!questi!concetti.!Eco!analizza!le!dinamiche! di! generazione! del! “testo! mediale”.! E’! fondamentale! nella! comunicazione! il! processo!di!significazione!degli!interlocutori:!emittente!e!ricevente!usano!un! codice! e! proiettano! entrambi! sulla! superficie! del! testo! propri! simulacri! espressivi,! che! sono! indispensabili! per! condividere! significati! e! valori! semantici.! S’instaura! una! corrispondenza! biunivoca! fra! intenzionalità! comunicative! dell’emittente! e! desideri! del! destinatario.! Ciò! presuppone! una! competenza!da!parte!di!entrambi,!una!reciprocità.!Secondo!Eco!il#testo#postula# il#lettore!come!condizione!della!propria!potenzialità!di!significazione.!Il!testo! vive! sul! plusvalore# di# senso! introdottovi! dal! destinatario,! al! quale! lascia! un’iniziativa! interpretativa.! Un! testo! è! un! prodotto! la! cui! sorte#interpretativa! deve! far! parte! del! proprio! processo! generativo.! La! strategia! dell’autore,! dice! Eco,!è!studiare!le!mosse!del!lettore.!E!viceversa.!Nel!testo!tradizionale!questo! meccanismo!è!implicito,!nell’ipertesto!si!trasforma!in!esplicito.!De!Kerckhove! (28)!e!altri!osservano!che!le!trasformazioni!accelerate!del!digitale!si!possono! osservare! proprio! nella! sintesi! tra! lettore# e! autore.! Nel! nuovo! ambiente! comunicativo,!la!separazione!tra!“cultura!del!libro”!e!“cultura!dello!schermo”! termina,!producendo!una!contaminazione.!Non!c’è!solo!un!maggior!rilievo!al! visivo.! Muta! il! modello# percettivo! dominante:! i! diversi! linguaggi! trovano! un! nuovo! codice! comune.! L’ambiente! ipertestuale! favorisce! un’integrazione! tra! atteggiamento!orientato!al!looking!e!orientato!al!reading.!!La!novità!sta!nel!fatto! che! nelle! pratiche! sociali! e! nei! modelli! di! fruizione! il# visivo# converge! in# un# mondo# alfabetizzato,! attuando! un! cambio! di! modelli:! da! quello! lineare! della! parola!a!quello!reticolare!dell’immagine.!! !! e)!Reale/virtuale!Q#L’evoluzione!del!paradigma!tecnologico!conduce,!come!si!è! visto! con! la! transcodifica,! verso! l’integrazione! tra! mondo! fisico! e! mondo! virtuale.!Ma!è!una!correlazione!ambigua,!nella!quale!si!alternano!!immediatezza! (trasparenza)! e! ipermediazione! (opacità).! Internet! delle! cose! permetterà! di! stabilire! un’interfaccia# con! gli! oggetti! di! casa,! del! lavoro,! dei! luoghi! (negozi,! posti! d’intrattenimento! etc.),! una! condizione! di! connessione! permanente! in! remoto.! La! nuova! forma! della! rete! dovrebbe! consentirci! un! potere! in! tempo! reale! sul! mondo! fisico! e! su! informazioni! rimaste! lontane! o! celate.! Ma! comporterà!anche!un’autonoma!capacità!del!mondo!fisico!di!interagire!con!noi,!
  • 13. ! 13! persino!di!anticipare!le!nostre!esigenze.!Le!chiavi!di!accesso!si!posizioneranno! sempre! più! all’incrocio! di! ibridi! tecnologici! che! uniranno! (in! modo! differenziato)! le! potenzialità! del! Pc,! la! capacità! del! social! networking,! la! comunicazione! mobile.! Accanto! a! questa! tendenza! se! ne! fa! largo! una! contrapposta:!una!separazione#complice#tra!reale!e!virtuale.!Lo!spazio!virtuale! si! propone! come! luogo! del! mascheramento,! dell’anonimato#psicologico,! in! cui! sperimentare! aspetti! bloccati# o# repressi# della! propria# personalità.! La! sconnessione! dal! corpo,! dal! contesto! reale! consentono! di! dislocare,! nelle! finestre! che! sullo! schermo! disegnano! i! contorni! dei! diversi! ambienti! di! comunicazione,! ! le! differenti! “personae”! che! compongono# l’identità# multipla# dell’individuo.!Nell’ambiente!digitale!la!tendenza!a!superare!questa!scissione!si! può! leggere! nell’incorporazione! delle! due! logiche! differenti:! quella! dell’immediatezza! e! quella! dell’ipermediazione.! Due! logiche! della! rappresentazione! del! mondo! che! si! sono! differenziate! a! partire! dal! Rinascimento,! che! tendono! a! essere! entrambe! incorporate! nello! spazio# eterogeneo!dei!media!digitali!e!del!loro!lavoro!di!rimediazione,!quel!processo! evolutivo! indicato! a! Bolter! e! Grusin! (su! un’intuizione! di! McLuhan)! per! cui! i! nuovi!media!incorporano!e!rielaborano!le!caratteristiche!strutturali!dei!vecchi.!#!! ! 8.!Il##Sé#come#narrazione#nel#mondo#mediato.# !! !Per! cogliere! l’influenza! dei! mezzi! di! comunicazione! nel! processo! di! autoformazione! delle! persone! occorre,però,! andare! più! a! fondo.! ! Secondo! il! filosofo!P.!Ricoeur!(29)!il!Sé!deve!essere!considerato!un!progetto#simbolico!che! l’individuo! costruisce! attivamente! sulla! base! dei! materiali! simbolici! a! sua! disposizione!.!“Materiali!–!scrive!Thompson,!sociologo!a!Cambridge!(30)!–!che! l’individuo! ordina! in! un! racconto! coerente! a! proposito! di! chi! egli! sia! –! un! racconto! sulla! sua! identità”.! ! Si! tratta! di! una! narrazione# che! le! persone! modificano!nel!tempo,!utilizzando!nuovi!materiali,!vivendo!nuove!esperienze,! ridefinendo!la!propria!identità!nel!corso!dell’esistenza.!“Raccontare!se!stessi!ad! altri! significa! ripetere! la! storia! di! come! si! è! giunti! dove! si! è,! e! dove! si! stia! andando”! spiega! Thompson.! Siamo! tutti! “biografi! non! ufficiali! di! noi! stessi”,! perché!solo#costruendo#una#storia!riusciamo!a!formarci!un’idea!a!proposito!di! chi!siamo!e!quale!possa!essere!il!nostro!futuro.!In!passato,!per!la!maggior!parte! delle! persone! la! formazione! del! sé! era! vincolata! ai! luoghi! in! cui! si! viveva! e! interagiva!con!altri.!La!conoscenza!di!cui!si!disponeva!era!locale,!tramandata!di! generazione! in! generazione,! adattata! alle! necessità! pratiche! della! vita.! Gli! orizzonti! di! comprensione! degli! individui! erano! limitati! dai! modelli! d’interazione!diretta,!faccia!a!faccia,!attraverso!i!quali!fluivano!le!informazioni.! Anche! se! talvolta! provenivano! da! fonti! lontane,! erano! filtrate! dalle! fonti! più! autorevoli!della!comunità!locale.! !I! media! hanno! profondamente! modificato! queste! condizioni.! Il! processo! di! autoformazione! (forse! di! autosocializzazione)! si! lega! in! misura! crescente!
  • 14. ! 14! all’accesso!a!forme!di!comunicazione!mediata.!La!conoscenza!locale#è!integrata! e!spesso!sostituita!da!nuove!forme!di!conoscenza!non#locale.!Man!mano!che!si! accede! a! conoscenze! non! trasmesse! da! persona! a! persona,! la! competenza! si# separa#dalle#relazioni#di#potere!stabilite!dalle!interazioni!faccia!a!faccia!e!viene! plasmata! dalle! reti! di! comunicazione.! I! media! diventano! “moltiplicatori”! di! mobilità!e!conoscenze.! !!!!!!!!!!!Il! Sé! aprendosi! a! nuove! forme! di! conoscenza! non! locale,! si! arricchisce! e! accentua! la! sua! organizzazione! riflessiva.! Si! arricchisce:! perché! gli! individui! possono! costruire! il! loro! Sé,! ricorrono! a! risorse#simboliche#più#abbondanti,#le! incorporano!nel!racconto!autobiografico!continuamente!rivisto.!Dice!Giddens! che! il! Sé! si! trasforma! in! un! progetto! riflessivo.! Si! accentua:! perché! i! media! rafforzano!l’organizzazione#riflessiva#del#Sé.!Gli!individui!allargano!orizzonti!e! visione,! cambiano! i! punti! di! riferimento.! Ricorrere! a! cornici! interpretative! stabili,!ereditate,!si!fa!più!difficile.!L’organizzazione!riflessiva!del!Sé!diventa!una! caratteristica! distintiva! della! vita! sociale,! perché! rispetto! al! passato! la! straordinaria! crescita! degli! input# ha! dischiuso! nuove! possibilità! all’autoformazione.!! ! !!!!!!!!!!!9.!L’autodescrizione#come#principio#organizzatore#dell’esperienza!! ! !!!!!!!!!!!!!Gli! individui! s’impegnano! in! un! processo#creativo! di#acquisizione#di#materiali# simbolici.!Realizzano!una!rappresentazione#discorsiva!della!propria!storia,!che! l’era! digitale! mette! al! centro.! Da! una! parte,! il! soggetto! avverte! la! perdita! di! ancoraggi!socioQculturali!o!di!appartenenze!(di!territorio,!di!genere,!di!etnia),! spiega! Morcellini;! dall’altra! sperimenta! la! libertà! di! accesso! a! risorse! simboliche.!Per!questa!ragione,!Thompson!parla!di!dissequestro#dell’esperienza,! che! rende! concreta! l’acquisizione! di! un! surplus! di! risorse! utilizzabili,! valorizzabili!nel!processo!di!costruzione!del!Sé.!I!soggetti!possono!vivere!eventi! remoti,! interagire! con! altri! lontani,! spostarsi! in! microcosmi! mediati! e! lasciarsene!coinvolgere.!La!carica#liberatoria!dell’esperienza!mediata!non!trae! la!sua!forza!tanto!dall’attenuazione!dei!condizionamenti!(culturali,!ideologici,! materiali),! quanto! dalla! capacità! o! possibilità! di! manipolare! i! contenuti! e! nell’immaginare# molti# futuri.! Il! soggetto! impara! a! gestire! le! narrazioni! come! processi! costitutivi! dell’identità.! A! mettersi! in! gioco.! A! investire! in! aspetti! inediti!(persino!a!se!stesso)!della!propria!personalità.!! !La# costruzione# autonoma# del# Sé# diventa# un# principio# organizzatore# dell’esperienza# e# delle# pratiche# sociali.# È! funzionale! al! nostro! bisogno! di! controllo.# Le! tecnologie! della! comunicazione! assurgono! a! mezzo! privilegiato! per!costruire#e#ri@costruire!una!trama!di!relazioni!significative!(inviare!un!post! in!un!forum,!mandare!un!sms,!scrivere!una!mail,!tenere!un!blog!o!una!pagina! Facebook,!produrre!immagini!e!suoni!in!formato!digitale!etc.)!più!effimere!di! quelle!familiari!o!di!ruolo,!ma!strettamente!collegate!al!progetto!riflessivo!del! Sé.! Costituiscono! frammenti! raccontati! come! episodi! di! una! narrazione.!
  • 15. ! 15! L’autoformazione! della! propria! individualità! si! svela! come! un! processo! di! autodescrizione,! che! sfocia! in! una! rivendicazione# di! competenza.! È! questa! istanza!che!scuote!le!intermediazioni!sociali!(partiti,!giornali,!corpi!intermedi),! favorendo!un!progressivo!ritiro!di!ogni!delega.! !!Non! mancano! gli! effetti! negativi:! un! sovraccarico! simbolico! disorientante,! l’ambivalenza!della!dipendenza!dai!media,!l’assorbimento!del!Sé!in!quelle!che! Thompson! ha! definito! quasi@interazioni# mediate,! che! s’instaurano! quando! questi!materiali!possono!trasformarsi!in!“fini!in!sé”,!in!costruzioni!simboliche! “attorno!alle!quali!l’individuo!comincia!ad!organizzare!la!sua!intera!esistenza!e! la! sua! identità”.! In! questo! caso! i! materiali! simbolici! da! risorse! diventano! preoccupazione#centrale!del!Sé.!!# ! 10.!Rottura#del#flusso#unidirezionale#e#centralità#della#relazione## # !L’influenza!delle!tecnologie!della!comunicazione!è!amplificata!dalla!rottura#del! flusso# unidirezionale! e! asimmetrico! dei! messaggi! veicolati! dai! mass! media! tradizionali.!Nel!digitale!sono!incluse!le!caratteristiche!di!dialogo,!interazione,! reQindirizzamento! prima! appannaggio! della! comunicazione! interpersonale! in! presenza.!La#dimensione#relazionale,!irradiata!da!un!medium!personale!mobile! connesso!alla!rete,!diventato!il!dispositivo!per!un’autodescrizione#di#Sé!con!cui! ricostruiamo!la!nostra!identità,!diviene!il!cuore!del!network.!!! !La! sincronicità! della! comunicazione! tramite! le! reti! sociali! (che! consentono! personalizzazione,!localizzazione!del!contatto,!filtri!selettivi!per!la!ricerca!dei! partner)! ha! una! forza! aggregante,! consente! di! mettere# in# scena! le! diverse! narrazioni! secondo! il! copione! drammaturgico! di! Goffman! (31).! Le! regole! dell’incontro! mutano,! consentono! di! partecipare! utilizzando! una! “protesi! simbolica”,!una!proiezione!di!Sé.!Un!simulacro!per!“dare!corpo”!alla!presenza!in! rete.! Soprattutto! i! giovani! usano! gli! avatar,# un! doppio# digitale! modellato! a! piacere! per! conversare! e! agire! nello! spazio! virtuale! (Bonaiuto! e! altri)! (32).! Ambienti!che!si!contraddistinguono!per!la!continuità,!talvolta!per!l’intensità!dei! rapporti,!e!per!la!disponibilità!a!mettere!in!comune!le!proprie!conoscenze!e!per! aiutarsi! reciprocamente.! La! computer# mediated# communication! (CMC),! restituisce! centralità# alla! relazione,! perché! le! interazioni! mediate! tessono! la! trama! di! uno# spazio# sociale! per! la! sperimentazione! dei! propri! percorsi! di! costruzione!dell’identità.!Ma!questo!non!sarebbe!sufficiente!se!l’individuo!non! si!fosse!fatto!sovrano,!assegnando!un!plusvalore!simbolico!all’estensione!della! sua#libertà!nella!costruzione!del!Sé!e!alla!liberazione!dal!controllo!sociale.! !!Per! questa! ragione! l’ambiente! tecnologico! di! comunicazione! si! scopre! sovraccarico! di! contenuti! sociali! e! aspettative! relazionali.! Un! ambiente! che! talora! sembra! una! palestra! in# cui# esercitare# le# proprie# fantasie! personali,! scollegata! dalla! vita! quotidiana! reale.! È! così! che! accade! di! interpretare! ruoli# multipli!(a!volte!persino!impersonando!personaggi!di!sesso!opposto).!Si!tratta! di! un! Sé# decentrato! e! multiplo,! nel! senso! di! una! frammentazione! e! non! di!
  • 16. ! 16! un’alienazione# (l’alienazione! presuppone! un! Sé! unitario,! centralizzato,! che! delimita!l’orizzonte!della!perdita).!Del!resto,!l’identità!oggi!è!fluida,!pronta!alla! riformulazione! continua,# poco! propensa! alla! comprensione! analitica,# alla! sistematizzazione!dei!percorsi.! !Le!tecnologie!!della!comunicazione!rendono!visibile!la!logica!contemporanea! del!declino#dell’identità#unica#(gli!studiosi!distinguono!un!sé!virtuale!da!un!sé! interconnesso).! Bolter! e! Grusin! pongono! in! evidenza! un! ulteriore! aspetto:! “Siamo#liberi#di#alterare#il#nostro#sé#alterando#il!nostro#punto#di#vista”!.!Compare! l’empatia!come!forma!di!conoscenza,!atto!intenzionale,!originario:!essa!indica!la! decisione!di!superare#la#propria#visione!del!mondo!per!riconoscere!l’alterità!del! punto# di# vista# degli# altri.! Questa! consapevolezza! è! rimediata# nei! luoghi! immersivi!del!Sé!virtuale.!L’empatia!ha!dei!vantaggi!ma!presenta!dei!pericoli:! l’integrità!del!Sé!può!essere!compromessa.!Inoltre,!esprime!una!“definizione!del! Sé! la! cui! qualità! principale! –! secondo! i! due! studiosi! –! non! è! tanto! quella! di! essere!immersi,!quanto!di!essere!connessi”.! ! 11.!I#due#poli#psichici#del#digitale:#solitudine#e#normalità.# !! !L’individuo!interconnesso!oscilla!tra!due!poli!psichici.!Si!può!essere!connessi,! gestire! una! rubrica! di! contatti! e! network! preferiti,! ma! vivere! isolati! in! un’estraniazione,! in! una! solitudine! digitale.! Atomi! virtuali.! Le! persone! che! camminano!con!le!cuffie,!immerse!in!una!bolla!sonora,!sono!il!simbolo!di!un! distacco!dal!mondo!circostante,!di!una!paradossale!assenza!di!comunicazione.! Oggi! questa! percezione! di! separatezza! cresce:! si! può! ricevere! un! flusso! d’informazioni! in! un! aeroporto! o! in! un! ristorante,! ma! mostrare! segni! di! una! chiusura!tendenzialmente!indulgente!verso!il!solipsimo.!Silverstone!sottolinea! che!“la!comunità!diviene!una!proiezione!e,!allo!stesso!tempo,!un’estensione!del! sé”!(33).! !!Occorre,! però,! fare! attenzione# a# radicalizzare! l’interpretazione! del! Sé! interconnesso.! Accanto! a! questa! tendenza,! che! emerge! soprattutto! in! un! pubblico!giovanile,!resiste!la!distinzione!parallela!tra!vita#off#line#(reale)!e!on# line# (sullo! schermo)! in! cui! ci! cerca! di! rendere! la! propria! presenza! in! rete! coerente,#complementare#con#la#propria#identità#fisica#e#sociale.! In! generale,! i! giovani!sono!più!attrezzati!a!gestire!il!passaggio!senza!soluzione!di!continuità! dalle! dimensioni! virtuali! a! quelle! reali,! come! se! volessero! sperimentare! e! capire,! attraverso! tentativi! ed! errori,! quali! alternative! si! pongono! al! proprio! percorso! di! ricerca! e! stabilizzazione.! Anche! se! i! rischi! non! mancano.! Negli! adulti!sembra!più!diffusa!la!separazione!tra!le!due!esperienze.!Le!interazioni! mediate! s’inseriscono! senza! troppo! alterare! la! personalità! nella! gestione! del! tempo!libero,!un!palinsesto#aperto!di!scambi!continui,!al!consumo!di!relazioni! ed!esperienze!esterne,!talvolta!fugaci,!o!compiute!senza!sacrificare!altre!forme! mediali!(tv,!libri).!La!relativa!normalità!con!cui!il!mondo!dell’interazione!on!line! entra!nelle!pratiche!quotidiane!sembra!dare!ragione!a!Castells,!quando!afferma!
  • 17. ! 17! che!essa!“aggiunge#l’interazione#on#line#ai#rapporti#sociali#esistenti”(34),!sia!pure! con! l’effetto! di! ampliamento! della! visione! e! delle! risorse! simboliche.! Questi! processi! mediati! di! costruzione! e! proiezione! verso! l’esterno! della! propria! identità,!il!più!delle!volte,!sono!aderenti#alle!relazioni!quotidiane!dell’individuo.!! ! 12.!La#relazione#individualizzata:!comunità#vs#individualismo.# # !!Compare!la!natura!connettiva,#frammentaria!mediante!la!quale!si!sperimenta! la! costruzione! del! Sé! nel! mondo! digitale.! In! questa! interpretazione,! le! tecnologie!perdono!il!valore#fondante!dell’esperienza!della!relazione!sociale,!ma! sono! determinanti! per! rendere! visibile! e! operativo! il! fatto! che! essa! dipende! dalla! rete! di! legami! gestita! dagli! individui.! Nel! territorio! virtuale! sembrano! emergere! due! alternative! antiche:! la! comunità# e# l’individualismo.! Si! tratta! di! un’illusione!ottica!nella!quale,!secondo!molti!studiosi,!non!si!deve!cadere.!Le! comunità! virtuali! dicono! che! la! prossimità,! scrive! Levy! (35),! “è! di! tipo! semantico! non! più! geografico! o! istituzionale”.! Le! comunità! virtuali! si! organizzano! in! quanto! comunità# di# scelta,! con! barriere! d’ingresso! basse,! un’agevole! gestione! del! portafoglio! di! interessi! e! valori,! la! possibilità! di! selezionare! spazi! e! tempi! di! ingresso/uscita.! Le! comunità! virtuali! non! si! possono! confondere! con! le! comunità! teorizzate! dalla! sociologia! classica,! in! particolare!da!Tonnies,!in!contrapposizione!con!la!società.!Quasi!che!a!causa! dell’erosione!dei!riferimenti!territoriali!e!di!quelli!naturali!(legami!di!sangue)! delle!aggregazioni!comunitarie!tradizionali,!le!comunità!virtuali!rappresentino! una!risposta#ipermoderna!al!bisogno!di!costruire!nuove!forme!sociali!calde.!Il! non! detto! di! queste! tesi! è! che! il! vivere! e! scambiare! esperienze! comuni,! (possibilità!ridotte!nei!contesti!urbani!e!sociali!moderni)!alla!fine!troverebbero! ospitalità! nella! rete.! Si! perde! di! vista! che! il! senso! di! appartenenza! delle! comunità! tradizionali! non! fa! riferimento! a! dinamiche# esterne# all’individuo.! Tonnies! (36)! considerava! un’aggregazione! basata! sul! consenso,! sulla! solidarietà,! sull’affettività,! sull’appartenenza! quindi! sulla! “volontà! naturale”,! mentre! la! società! sarebbe! retta! sulla! “volontà! razionale”! del! contratto,! del! diritto,!del!calcolo,!del!mercato.!Al!contrario,!la!radice!delle!comunità!virtuali!è! il!contributo!di!competenze!e!conoscenze!che!il#singolo#apporta!al!network.!È! una! dinamica! relazionale:! dalle! comunità! virtuali! si! entra! ed! esce.! Rheingold! (37),! individua! nel! capitale#sociale! il! bene! collettivo! che! coagula! le! comunità! virtuali,!vale!a!dire!la!partecipazione!dei!singoli!a!un!progetto!comune!con!le! risorse! che! il! reticolo! di! relazioni! mette! a! disposizione! delle! persone.! Le! comunità! virtuali! non! sono! l’esito! finale! del! logoramento! di! legami! sociali! densi.!Si!tratta!di!aggregazioni#elettive#(in!cui!esercitare!il!libero!arbitrio),!di!un! legame!sociale!immaginato#e#immateriale,!secondo!l’analisi!di!Anderson!(38),!di! un! rapporto! come! condizione! condivisa,! fondante# della# memoria# collettiva! e! dell’identità!individuale.! !
  • 18. ! 18! 13.!La#persona#come#portale:#il!network#ultima#forma#della#relazione.#! ! !Internet,! dice! Castells,! rivela! l’ascesa! dell’individualismo.! Viviamo! la! transizione! dalla! comunità! al! network# quale! forma! fondamentale! dell’organizzazione! dell’interazione.! Secondo! Castells! “le! comunità! erano! basate!sulla!condivisione!di!valori!e!di!organizzazione!sociale.!I!network!sono! costruiti! attraverso! scelte! e! strategie! degli! attori! sociali,! gli! individui,! le! famiglie,! i! gruppi”.! La! vera! trasformazione! è! stata! “la! sostituzione! delle! comunità!spaziali!con!i!network,!come!forme!di!socialità”.!Il!network!diventa!la! base! dell’esperienza! di! socialità! e! dell’organizzazione! delle! relazioni.! Questa! forma#di#connettività,!estesa,!flessibile,!caratterizzata!da!barriere!permeabili!e! dalla!possibilità!di!passare!da!un!network!a!un!altro,!contraddistingue!la!società! contemporanea.! Wellman! (39),! direttore! del! laboratorio! tecnologico! dell’università! di! Toronto! guidato! un! tempo! da! McLuhan,! conferma:! “Le! persone! sono! in! perenne! movimento! come! singole! individualità! tra! diversi! network”.! Il! network! è! centrato! sull’individuo.! Il! nuovo! sistema! di! relazioni! sociali! ha! bisogno! di! una! metafora! aggiornata! rispetto! a! quella! di! società# postmoderna.!La!metafora!è!stata!indicata!da!Castells:!networked#individualism.! Wellman,!che!aveva!immaginato!una!metafora!meno!immediata!(personalized# communities# embodied# in# me@centered# networks)! nel! suo! ultimo! libro! l’ha! ripresa! e! rilanciata.! Aggiungendo! che! si! tratta! del! nuovo! “sistema! operativo! sociale”.! !Castells!evidenzia!un!nodo!teorico:!in!questo!modo!avviene!una!progressiva! privatizzazione# della! socialità.! La! relazione# individualizzata# non! è! solo! una! dimensione!psicologica,!è#la#forma#in#cui#si#strutturano#le!relazioni#sociali#oggi.! Un! modello! che! affonda! le! sue! radici! nell’individualizzazione.! Si! tratta! di! un! processo!sostenuto!dalla!frammentazione!dei!contesti!spaziali!della!vita!privata! come! della! crisi! della! legittimità! politica.! Wellman! parla! dell’invidualismo! networked#come!di!un!empowerment#della!soggettività,!perché!i!singoli!“hanno! più!potere!di!creare!contenuti!e!di!far!sentire!la!proprio!voce!tramite!audience! più! estese,! che! diventano! parti! del! loro! mondo! sociale”.! Wellman! legge! in! questo! fenomeno! una! forte! “rivendicazione# di# competenza”! che! annulla! il! confine! tra! informazione,! comunicazione,! azione.! L’integrazione! sempre! più! stretta! fra! dispositivi! fissi! e! mobili! di! accesso! alla! rete! rende! il! soggetto! più! indipendente!dal!contesto:!la#persona#diventa#il#portale.!La!connettività!tende!a! fluire! in! vari! modi,! soprattutto! person@to@person.! Welman! scrive! che! ogni! soggetto! diventa! “un! quadro! comandi”! che! gestisce! legami! e! network.! Le! persone!rimangono!connesse!non!perché!piantate!nella!famiglia!o!nel!lavoro,! ma!in!quanto!individui!autonomi.!Se!la!persona!è!il!portale,!il!legame#sociale#si# virtualizza.! ! Un! mutamento! che! deriva! dalla! percezione! di! una! prossimità! a! distanza!dove!s’indebolisce!la!reciprocità.!I!rapporti!si!segmentano!attraverso! una! costante! attività! di! personalized# networking.# Il! contatto! tecnologico!
  • 19. ! 19! s’indirizza! verso! il! ruolo# impersonato# in# un# dato# momento# e! non! verso! l’individuo!nella!sua!interezza.! ! 14.!La#personalizzazione:#la#versione#totalizzante#dell’individuo.# !!! La!personalizzazione!è!l’ultima,!radicale!versione!dell’individualizzazione.!Alla! dimensione!di!massa!che!ha!accompagnato!il!Novecento,!succede!la!dimensione! personale.!Che!cosa!significa!il!transito!alla!personalizzazione?!Che!si!passa!a! una!forma!di!“individualizzazione!totale”.!Lipovetsky!(40)!lo!ha!descritto!con! precisione:! il! soggetto! non! è! solo! autocentrato,! ha! un’ipersensibilizzazione! verso!ogni!aspetto!della!propria!esistenza.!È!favorita!la!cultura!dell’espansione! soggettiva! caratterizzata! da! una! “fame#di#personalità”.! Alla! personalizzazione! corrisponde!l’estrema!attenzione!affinché!ciascuno!sia!assolutamente#se#stesso,! indipendentemente! dai! criteri! di! ogni! altro.! Un! individuo! che! per! questo! egocentrismo!accoglie!e!accetta!la!differenza!interindividuale,!amplia!la!logica! rivendicativa! dei! diritti,! allenta! ulteriormente! il! legame! con! i! valori! e! i! fini! sociali.!Si!registra!un!oscuramento!del!rapporto!con!l’Altro,!che!tende!a!perdere! la!sua!funzione!di!riferimento,!di!specchio!dell’Io,!se!non!è!funzionale!al!proprio! narcisismo.! Nella# personalizzazione# il# soggetto! tende# a# farsi# assorbire# dal# proprio# Io.! Cerca! il! contatto! con! altre! persone! purché! siano! identiche.! La! relazione! s’instaura! se! serve! a! confermare! e! riprodurre! l’autoassorbimento# individualistico.! Si! rivela! qui! una! strategia! per! trovare! strumenti! che! rispondano! a! questo! bisogno# di# personalità.! Su! questo! terreno! avviene! l’incontro! con! il! consumismo.! E! i! nuovi! media! digitali! si! pongono! come! la! proiezione! “naturale”! di! una! tendenza! che! appare! l’elemento! distintivo! del! tempo.! Le! tecnologie! di! rete! contribuiscono! a! mutare! un’intera! architettura:! alla! centralizzazione! fa! da! contrappeso! la! decentralizzazione,! la! trasmissione! broadcasting,#che!irradia!il!contenuto!a!una!audience!indistinta,!lascia!spazio!al! sistema! narrowcasting,# che! trasmette! da! pochi! a! pochi.! Ma! dimensione! tecnologica! e! simbolica! si! fondono:! esse! sono! anche! codici! espressivi,! il! broadcasting!si!rivolge!a!un’audience!vasta,!non!segmentata,!non!richiede!un! apprendimento! per! il! suo! utilizzo,! mentre! il! narrowcasting! si! rivolge! a! un! pubblico! specifico,! a! un! target! segmentato,! richiede! apprendimento,! può! conferire! uno! status,! distingue! il! noi! dal! loro.# # Ai! mass# media! subentrano! i! personal# media.! In! più! oggi! appare! il! socialcasting! tipico! del! Web:! la! distribuzione!fa!riferimento!a!una!community!di!persone!che!decidono!in!modo! autonomo,!individuale!di!aumentare!la!circolazione!di!un!contenuto.! !!L’idea! di! partenza! era! una! personal# machine! che! favorisse! diffusione! e! sviluppo! della! conoscenza,! una! tecnologia! che! consentisse! di! navigare! i! data! base!e!piegarli!alle!proprie!esigenze!conoscitive.!Ma!oggi!il!personal!medium! tende!a!inglobare!tutti!i!supporti!tecnologici!che!gestiscono!reti!di!connessione! centrate! sui! singoli! individui! e! sulle! diverse! funzioni! sociali! che! svolgono.! L’ambiente!comunicativo!consente!di!sovrapporre!dimensioni!finora!separate:!i!
  • 20. ! 20! luoghi! fisici! (comunicazione! in! presenza)! e! luoghi! virtuali! (comunicazioni! mediate! dalle! tecnologie).! Ci! stiamo! abituando! all’idea,! per! esempio,! che! il! cellulare!possa!non!solo!incorporare!l’agenda,!la!rubrica,!ma!sia!un!player!di!file! musicali,!di!videogiochi,!una!videocamera!digitale,!un!centro!di!messaggistica.! Abbiamo! oggetti# mutanti! che! si! collocano! all’intersezione! di! processi! di! convergenza.! Il! Pc! può! svolgere! sempre! di! più! la! funzione! di! terminale! intelligente,! interattivo! e! personalizzare! i! flussi! di! comunicazione! e! consumo! mediale.!Il!modello!di!remunerazione!dei!contenuti!non!è!stato!del!tutto!messo! a!punto!(funziona!per!musica!e!film,!meno!per!i!giornali).!La!sfida!è!diventata! conoscere!le!preferenze,!i!desideri,!le!abitudini!del!soggetto,!proponendogli!ciò! che!egli!vuole.!L’individuo!è!un!consum@attore.!Per!raggiungere!questo!obiettivo! sono!decisivi!gli!agenti!intelligenti!o!personal#agent,!sistemi!computerizzati!in! grado!di!tenere!sotto!controllo!singoli!elementi!di!sistemi!complessi!dinamici.! La! loro! funzione! è! correlata! al! sovraccarico! strutturale! d’informazione! cui! è! sottoposto! l’utente! dei! media! digitali,! “maggiordomi! digitali”! li! definì! Negroponte,!che!servono!il!padrone!prevenendo!le!sue!necessità,!assistendolo! nella! relazione! con! la! macchina! e! nell’accesso! personalizzato! ai! contenuti.! Si! sono! diffuse! forme! d’interazione! uomoQcomputer! che! consentono! semplificazioni! nelle! procedure! più! frequenti.! L’obiettivo! è! sviluppare! digital# personalities!che!gli!utenti!riconoscano,!con!le!quali!possano!avere!un!rapporto! “emotivo”,! persino! di! “fiducia”! (esempio:! nella! videoscrittura! l’anticipazione! della! parola! che! intendiamo! scrivere).! Facilitatori! sono! dispersi! in! quantità! sempre!maggiori!negli!apparati!tecnologici!il!cui!compito!è!occuparsi!del!nostro! benessere! nella! relazione! con! un! ambiente! sempre! più! complesso.! La! facilitazione! cela,! però,! anche! il! tentativo! di! intercettare! e! anticipare! i! nostri! desideri!e!le!nostre!esigenze.!Gli!agenti#intelligenti!entrano!nella!nostra!sfera! privata,!classificano!i!nostri!gusti,!le!nostre!abitudini,!le!nostre!scelte,!adesso! anche!le!nostre!condizioni!fisiche!con!le!app!dedicate!al!fitness.!Qui!entrano!in! scena!le!push#technology.!Le!nuove!interfacce!ci!fanno!muovere!tra!media#che# l’utente#guida!(interattivi)!e!media#che!guidano#l’utente!(push).!Hanno!osservato! gli!editors!di!Wired!(41):!“Nel!momento!in!cui!tutte!le!cose!divengono!connesse,! i! media! di! tutte! le! tipologie! si! muovono! verso! la! matrice! decentralizzata! conosciuta!come!the!Net”.!! !Nella! logica! push# non! si! tratta! solo! di! spingere! l’informazione! verso! il! consumatore,! ma! occorre! anticiparne! gusti,! esigenze! prima# che! ne! abbia# consapevolezza,!prima!che!manifesti!la!sua!volontà.!Prima:!ecco!il!nuovo!apriti! sesamo.!Gli!agenti!intelligenti!servono!a!questo,!mentre!gli!esperti!di!marketing! costruiscono! profili,! individuano! tendenze,! suggeriscono! contenuti! per! raggiungere!il!target.!L’obiettivo!è!saturare#in#anticipo#tutte#le#possibili!esigenze# del# consumatore,# lasciandogli# solo# la# possibilità# di# autoescludersi.# I! pushers# puntano! al! fatto! che! ogni! messaggio! pubblicitario! sia! strategico! rispetto! ai! “tuoi”! bisogni,! le! raccomandazioni! conoscano! i! “tuoi”! desideri,! le! offerte! prevedano! la! “tua”! scelta.! Si! pone! non! solo! la! quesitone! della! riservatezza,!
  • 21. ! 21! dell’invasione!della!sfera!privata,!che!così!diventa!ancora!più!pubblica,!ma!della! sopravvivenza! delle! subculture! e! delle! minoranze! rispetto! ai! media# mainstream.!! !Non!sfugge!la!posta!in!palio.!Il!meccanismo!sembra!democratico:!in!una!logica! bottom@up! si! sostengono! le! preferenze! dei! consumatoriQcittadini.! In! realtà,! il! sistema! push! oscilla! tra! due! tendenze! problematiche:! la! standardizzazione# estrema! che! rischia! di! cancellare! subculture,! differenze! minoritarie,! spazi! di! libertà;! l’opposta! pressione! verso! la! dipendenza! da! una! scelta# momentanea,! aleatoria,!soggetta!a!mutazioni!improvvise.!Sarà!difficile!tenere!conto!di!storia,! espressioni!di!aree!culturali!diverse,!significati!individuali!o!di!gruppi!limitati.#Il! problema!è!trovare!un!equilibrio!tra!apertura#e#chiusura:!non!puntare!solo!a! quello!che!il!consumatore!desidera,!ma!sapere!proporre!visioni!e!valori!degni! di! essere! considerati,! salvaguardati,! vissuti.! De! Kerckhove! (42)! spiega! che! i! nuovi!media!personali!assumono!le!caratteristiche!di!ambienti#intermedi,#che! hanno! accesso! alla# nostra! sfera! intima! e! servono! da! ponte! verso! il! mondo! esterno! e! la# dimensione! relazionale.# L’individuo! si! colloca! al! centro! del! network,! delle! relazioni! off#line! e! on#line,! ma! non! è! detto! stavolta! che! la! sua! libertà!sia!ampliata.!È!la!partita!che!si!gioca!nella!“terra!di!mezzo”!digitale.! ! 14.!Il#digitale#prossimo#venturo:#database#vs#narrazione.#Sfida#o#alleanza?! ! !La! comunicazione! è! il! catalizzatore! dei! processi! di! trasformazione! contemporanei.!Non!tanto!il!motore!quanto!il!palcoscenico!che!spettacolarizza! il!cambiamento,!lo!descrive,!lo!unifica.!Mette!in!scena!il!cambio!d’epoca,!i!suoi! riti,! sprigiona! istanze! espressive! e! di! partecipazione,! ansie! e! edonismo.! La! relazione!diventa!il!luogo!sociale!delle!domande!di!attribuzione#di#senso!di!un! soggetto!che!si!percepisce!autonomo!e!insieme!nodo!di!una!rete.!Si!pone!una! questione! sul! potere! delle! tecnologie,! che! secondo! McLuhan! (43)! stimolano! l’apparato! sensoriale,! innescando! modificazioni! antropologiche.! Ci! si! chiede! quando! le! tecnologie! siano! davvero! abilitanti,! vale! dire! quando! spingono! in! avanti!il!sapere!e!le!capacità!dell’uomo.!! !In! questo! contesto! in! piena! evoluzione! si! delinea! la! prossima! sfida! digitale:! quella! tra! il! database# e! la! narrazione.! La! computerizzazione! della! cultura! e! l’informatizzazione! della! società,! rivelate! dalla! transcodifica,! portano! a! inquadrare! il! mondo! nella! propria! logica:! per! la! fisica! sono! gli! atomi,! per! la! genetica! i! geni,! nella! programmazione! informatica! sono! due! oggetti! complementari,! le! strutture! di! dati! e! gli! algoritmi.! Qualunque! processo! o! compito!viene!ridotto!ad!algoritmo,!una!sequenza!di!operazioni!che!il!computer! esegue! per! rispondere! a! una! richiesta.! E! qualunque! oggetto! viene! modellato! come!struttura!dati!(il!cervello!umano,!il!mercato,!la!politica,!la!popolazione!di! un! paese,! un! prodotto),! cioè! come! una! serie! di! dati! organizzati! in! modo! da! garantirne!la!ricerca!e!l’interpretazione.!Insieme!database!e!algoritmi,!afferma! Manovich,!“sono!le!due!metà!dell’ontologia!tecnologica!del!mondo”!(44).!!L’era!
  • 22. ! 22! del! computer! ha! creato! un! diverso! algoritmo! culturale:! realtà/media/dati/database.! La! centralità! del! Web! oggi! consegna! un! nuovo! compito:!l’indicizzazione!e!l’uso!dei!dati.!Ogni!sito,!ogni!link!è!in!qualche!modo! un!database.!Che!cosa!sono!i!siti!commerciali!se!non!vetrine!che!si!aprono!su! database!aziendali?!Il!database!rappresenta!il!mondo!come!un!elenco!di!voci!da! ordinare.! Ma! la! narrazione! crea! invece! una! traiettoria! causaQeffetto! di! voci/eventi!apparentemente!disordinati.!Database#e#narrazione,#cioè,#sembrano# in#competizione#per#lo#stesso#territorio:#la#cultura.#L’uno!e!l’altra!pretendono!lo! stesso!diritto:!attribuire!un!significato!al!mondo.!Dare!un!senso!all’esistere.! !Tuttavia! anche! nella! narrazione! il! lettore! deve! scoprire! la! logica! sottintesa,! vale!a!dire!l’algoritmo.!Non!tutti!gli!oggetti!mediali!seguono!esplicitamente!la! logica!del!database!nella!loro!struttura,!ma!al!di!là!delle!apparenze!sono!tutti! database.!In!generale,!la!creazione!di!un!oggetto!può!essere!la!costruzione!di!un! interfaccia! per! un! database! (l’interfaccia! consente! l’accesso! al! database! sottostante).! Un! database! d’immagini! può! essere! rappresentato! come! pagina! d’immagini!in!miniatura.!Il!database!diventa!così!il!centro!di!un!processo!e!i! nuovi! media! si! caratterizzano! sempre! più! come! una! o! più! interfacce! che! portano!a!un!database!di!materiale!multimediale.!Ma!questa!realtà!emergente,! sempre!più!centrale,!ci!conduce!a!rivedere!lo!stesso!concetto!di!narrazione!in! una! prospettiva! diversa:! la! narrazione! può! diventare! una# sommatoria# di! traiettorie#che#attraversano#un!database.!Una!narrazione!lineare!tradizionale!è! solo! una! delle! tante! traiettorie! possibili.! Ecco! un! altro! cambiamento! tecnico,! materiale,!che!influirà!sul!modo!di!pensare!e!sentire:!una!sequenza!scelta!di! dati!prelevati!da!un!database!può!diventare!una!narrazione.!Allora,!sarà!sfida!o! al!contrario!alleanza!tra!il!database!e!la!narrazione?!I!linguisti!direbbero!che! nella!coppia!database/narrazione,!il!database!è!il!termine!non!caratterizzato,! mentre!lo!è!la!narrazione.!È!questo!il!nuovo!orizzonte!che!la!comunicazione!e!la! relazione!stanno!per!affrontare.!E!che!ci!conferma!come!gli!uomini!sappiano! innovare!continuamente!le!cose!più!antiche.!Come!comunicare!per!vivere.
  • 23. ! 23! BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE ! 1) N. Negroponte, Essere digitali, Sperling& Kupfer, 1995. P. Virilio, La velocità di liberazione, Eterotopia, Milano, 2000. Z. Bauman, Modernità liquida, Laterza, 2000. U.BecK I rischi della libertà, Il Mulino, 2000, Bologna. Z. Bauman, La società individualizzata, il Mulino, Bologna, 2002. D. Bell The coming of Post-Industrial society, Basic Book, New York, 1973. A. Giddens, Le conseguenze della modernità, Il Mulino, Bologna, 1994. 2) W. Ogburn, Tecnology and governmental change, Cultural lag as theory, Technology as environment, in “On cultural and social changes”, University of Chicago Press, 1933-1964. 3) J. Habermas, La crisi di razionalità nel capitalismo maturo, Laterza. 4) A. Martinelli, La modernizzazione, Laterza, Bari-Roma, 1998. 5) J.F. Lyotard, La condizione postmoderna, Feltrinelli, Milano. F. Jameson, Postmodernismo, Fazi, Milano, 2007 6) M. McLuhan, Capire i media. Gli strumenti del comunicare, il Saggiatore, Milano, 2011). M. Castells, Galassia internet, Feltrinelli, Milano, (2002) 2007. 7) D. De Kerckhove, Dall’alfabeto a internet, Mimesis, Gemona (Ud) Milano, 2009. 8) A. Giddens, Le conseguenze della modernità. Fiducia e rischio, sicufrezza e pericolo, il Mulino, Bologna, 1994. Vedi anche Identità e società moderna, Ipermedium,Napoli,1999. 9) A. Touraine, Critica della modernità, il Saggiatore, Milano, 1993. 10) R. Sennet, Il declino dell’uomo pubblico.La società intimista, Bompiani, Milano, 1982. 11)S. Freud, Introduzione al narcisismo, Bollati Boringhieri, Torino, (1914) 1975. 12) C. Lasch, La cultura del narcisismo, Bompiani, Milano, 1981. Vedi anche: L’Io minimo, Feltrinelli, Milano, (1984) 1985 T. Parsons, Il sistema sociale, E. di Comunità, Milano (1951) 1965 13) R. Bodei, Destini personali. L’era della colonizzazione delle coscienze, Feltrinelli, Milano, 2002. 14) L. Sciolla, L’identità a più dimensioni. Il soggetto e la trasformazione dei legami sociali, Ediesse, Roma, 2010. 15) M.Recalcati, L’uomo senza inconscio, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2010. 16) L. Dumont, Saggi sull’individualismo, Adelphi, Milano, 1993.
  • 24. ! 24! 17) V. Codeluppi, La vetrinizzazione sociale. Il processo di spettacolarizzazione degli indiviui e della società, B. Boringhieri, Torino, 2007. 18) H.Maturana, F.Varela, L’albero della conoscenza, Garzanti, Milano, (1984), 1987. Si veda anche E.von Glaserfeld in La realtà inventata. A cura di P.Watzlawick, Feltrinelli, Milano, 1988. 19) S. Turkle, La vita sullo schermo, Apogeo, Milano, (1997) 2007. 20) J.D.Bolter, R. Grusin, Remediation. Competizione e integrazione tra media vecchi e nuovi, Guerini e Associati, Milano, (1999) 2011. Vedi anche J. Bolter, Lo spazio dello scrivere, Computer, ipertesti e storia della scrittura, Vita e pensiero, Milano, (1991) 1993. 21) J. Meyrowitz. Oltre il senso del luogo. Come i media elettronici influenzano il comportamento sociale, Baskerville, Bologna, (1985) 1995. 22) L. Manovich, Il linguaggio dei nuovi media, Edizioni Olivares, Milano 2009. 23) U. Beck, La società del rischio. Carocci, Roma, 2000. 24) M. Morcellini, B. Mazza, Passaggio al futuro. Formazione e comunicazione fra vecchi e nuovi media, FrancoAneli, Milano, 1997. 25)P. Wtazlawick, J. Beavin, D. Jackson Pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio, Roma, (1971)1997. 26) A. Toffler, Lo choc del futuro, Rizzoli, Milano, 1971. 27) U. Eco, Lector in fabula, Bompiani, Milano, 1979. Estetica e teoria dell’informazione, Bompiani, Milano, 1972. J.Bolter Lo spazio dello scrivere. Computer, ipertesti e storia della scrittura, Vita e pensiero, Milano, 1993. 28) D. De Kerckhove, Dall’alfabeto a internet. Mimesi,2008, Gemona (Ud). R. Simone. La terza fase. Forme di sapere che stiamo perdendo, Laterza, Bari-Roma, 2000. 29) P. Ricoeur, Il conflitto delle interpretazioni, Jaka Book, Milano, 1986, si veda anche Dell’interpretazione. Saggio su Freud, Il Saggiatore, Milano, 1967. 30) J.B. Thompson, Mezzi di comunicazione e modernità. Una teoria sociale dei media, il Mulino, Bologna, ( 1995) 1998. 31) E. Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione, il Mulino, Bologna, (1959) 1969 32) M. Bonaiuto a cura di Conversazioni virtuali. Come le nuove tecnologie cambiano il nostro modo di comunicare con gli altri, Guerini e Associati, Milano, 2002.
  • 25. ! 25! 33) R. Silverstone, Digital media revisisted, MIT Press. Televisione e vita quotidiana, il Mulino, Bologna, 2000. 34) M. Castells, Galassia internet, Feltrinelli, Milano, (2002) 2007. La nascita della società in rete, EGEA, Milano, (1996)2002. 35) P. Levy, L’intelligenza collettiva, Feltrinelli, Milano 1996. Vedi anche: Il virtuale,Raffaello Cortina, Milano, 1997. 36) F. Tonnies, Comunità e società, Edizioni di Comunità, Milano, (1887) 1963. 37) H. Reingold, Smart mobs. Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura, Raffaello Cortina, Milano, 2003. 38) B. Anderson, Comunità immaginate: OPrigine efortuna dei nazionalismi, Manifestolibri, Roma, (1991) 2005. 39) L. Rainie B. Wellman, Networked. Il nuovo sistema operativo sociale, Guerini scientifica, Milano, 2012. 40) G. Lipovetsky, L’era del vuoto. Saggi sull’individualismo contemporaneo, Luni, Milano, 1995. 41) K. Kelly, G.Wolf, Push! Kiss your browser goodbye. 42) D. De Kerckhove, Brainframes, Mente, tecnologia, mercato, Baskerville, (1991) 1993. 43) M. McLuhan, Capire i media. Gli strumenti del comunicare, il Saggiatore, Milano, 2011. E con B. Powers Il villaggio globale. SugarCo, Milano, 1992. 44) L. Manovich, Il linguaggio dei nuovi media, Edizione Olivares, Milano, 2009.

×