Social media manager Executive program per professionisti e aziende - edizione 2012-2013

1,458 views

Published on

Il fenomeno dei social media è in crescita in tutto il mondo: in Italia riguarda oltre 20 milioni di utenti, con un incremento di 3 milioni di persone solo nell’ultimo anno.

Sono due i principali player nell’arena social:
le persone che utilizzano i social media per condividere pensieri ed emozioni oltre a opinioni e informazioni su brand e prodotti;
le aziende che cercano occasioni di marketing analizzando il passaparola generato dagli utenti, alla ricerca di visibilità e di relazioni per garantirsi una buona reputazione online.

L’interazione tra questi due player avviene attraverso le piattaforme social: il Social Media Manager è il professionista che possiede le competenze per cogliere le opportunità offerte da tale fenomeno e finalizzarle in un risultato.

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,458
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
37
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social media manager Executive program per professionisti e aziende - edizione 2012-2013

  1. 1. 2° EDIZIONEBEWE ACADEMY Social media managerExecutive program per professionisti e aziende Ottobre 2012 – Marzo 2013 Milano e B l Mil Bologna www.ifoa.it www.beweacademy.it www.paidtobeonfacebook.com #beweac13
  2. 2. Contesto Il fenomeno dei social media è in crescita in tutto il mondo: in Italia riguarda oltre 20 milioni di utenti, con un incremento di 3 milioni di persone solo nell’ultimo anno. Sono due i principali player nell’arena social: -le persone che utilizzano i social media per condividere l h tili i l di di id pensieri ed emozioni oltre a opinioni e informazioni su brand e prodotti; -le aziende che cercano occasioni di marketing le analizzando il passaparola generato dagli utenti, alla ricerca di visibilità e di relazioni per garantirsi una buona reputazione online. L’interazione tra questi due player avviene attraverso le piattaforme social: il Social Media Manager è il professionista che possiede l competenze per cogliere f i i t h i d le t li le opportunità offerte da tale fenomeno e finalizzarle in un risultato.
  3. 3. Il lavoro Tra le figure professionali con un potenziale di mercato più elevato nel mondo del lavoro spiccano quelle legate al marketing & comunicazione, in particolare per l’area web.
  4. 4. Mission La Bewe Academy si vuole proporre come player di formazione professionale per la creazione di un profilo lavorativo che integri il mix delle competenze ed esperienze necessarie , che viene sempre più richiesto i i h i iù i hi t dal mercato ma che spesso non trova un percorso formativo specifico. L’obiettivo è formare professionisti in grado di: • pianificare, monitorare, gestire i profili aziendali sui diversi social network • controllare i contenuti condivisi e le modalità con cui l’azienda i l’ i d si espone sulle piazze virtuali. ll i i t li
  5. 5. Moduli didattici Intervallando momenti di lezione interattiva con continue esercitazioni individuali/di gruppo, project work e attività di did tti tti ità didattica i t integrata ( d i t (redazione bl blog paidtobeonfacebook.it, etc.), la seconda edizione del percorso si sviluppa in 8 moduli complementari e fortemente integrati: > Digital Ecosystems & Social Media Platforms > Web Editing & Content Marketing > Community Management > Digital PR > Social Media Monitoring > Advertising > Analytics & KPI > Social Media Planning & Executing
  6. 6. 1.1 Digital Ecosystems  Web 2.0: caratteristiche del Social Web e confronto con il Web 1.0  Dizionario essenziale del Web  Social Survey 2011/12: target, statistiche e trend 2.0  I social media in azienda: l’impresa 4D  Un primo tool di analisi strategica: il BEWE Positioning Quadrant Q d t  Esercitazioni e Case Study “Per comprendere Per a fondo la realtà 2.0 e posizionarsi strategicamente”
  7. 7. 1.1 SM Platforms  Dentro le piattaforme: Facebook e Twitter. Cosa sono e come si usano? Alcuni progetti ‘speciali’  N Non solo F l Facebook & C b k Co.: Li k dI F LinkedIn, Foursquare, visual social i l i l network (Pinterest, Instagram)  Un primo approccio di strategia integrata  I social network per promuovere le marche… e ‘the brand p p called you’  Esercitazioni e Case Study“Per sapere attraverso chi, cosa, quando, dove e come la rete sta indirizzando temi, marchi, prodotti e p servizi”
  8. 8. 2.2 Web Editing  Introduzione all’informazione online e alla scrittura per il web  Blogosfera e reti di utenti  Teorie e tecniche di blogging  Copywriting e testi per un sito Istituzionale, un blog o un social network  Elementi di SEO per indicizzare i contenuti  Strumenti di analisi: Analytics, Insights e Keyword Tool  Esercitazioni e Case Study “Per imparare ascrivere con efficacia per il web creandocontenuti creativi e di q qualità p g utenti” per gli
  9. 9. 2.2 Content Mktg  Content Marketing: la storia e alcune definizioni  Social Survey e Report: content is king!  Tipologie Ti l i di contenuti e t t ti team di progetto tt  Sviluppare un piano di Content Marketing  Video Marketing: definizioni, strategicità e metriche  La rivoluzione delle infografiche (e come si crea la g ( struttura narrativa)  Esercitazioni e Case Study“Per sapere cosa fare pe a e diventare per fare d e ta e un’azienda editor e provider di contenuti web efficaci”
  10. 10. 3.3 Cmmty Mgmt  Il ruolo del Community Manager e i canali preferenziali  Fare Community Management su Facebook: creazione di una netiquette efficace  Gestione editoriale: chi la fa, come la fa. Il piano editoriale come strumento strategico e relazionale impresa-agenzia  Fare Community Management su Twitter: termini chiave, cosa f un b d come creare una community fa brand, it  Tool e strumenti di Community Management  I valori del Community Manager  Esercitazioni e Case Study y “Per imparare a gestire la vostra community, community dare voce alle persone, rafforzare le relazioni e creare valore”
  11. 11. 4.4 Digital PR  Digital PR Manager: ruolo, strategicità, caratteristiche  Il ciclo di vita dell’informazione online  Dal comunicato stampa alla social media release  Piani di relazione con influcencer e blogger  Portali di informazione sul web e blog networks  Un nuovo ambiente relazionale: la Social Media News Room  Focus on: l di it l PR nel settore d l f hi F le digital l tt del fashion, d l d i del design e dell’entertainment  Teoria e pratica di Crisis Management  Esercitazioni e Case Study y “Per comprendere come creare, mantenere e far crescere le relazioni di un’azienda attraverso reti fisiche e digitali”
  12. 12. 5.5 Monitoring  Impostare un progetto d’ascolto  Individuare l’oggetto del monitoraggio (quali conversazioni?)  usare gli strumenti adeguati per il monitoraggio: non solo Google!  Definire obiettivi e metriche di misura  Valutare e selezionare la soluzione di ascolto più opportuna  Organizzare e analizzare il monitoraggio, costruire un report di ascolto  Esercitazioni e Case Study “Per sapere attraverso chi, cosa, quando, chi cosa quando dove e come la rete sta indirizzando temi, marchi, prodotti e servizi”
  13. 13. 6. 6 Advertising  ADV Online: definizione, strategia, target e obiettivi  Definire una strategia di Search Advertising  Google Adwords dalla A alla Z  Facebook Advertising: pianificare una campagna sul social network più famoso al mondo  Esercitazioni e Case Study “Per imparare a impostare, gestire,valutare una campagna di advertising e farsi trovare dagli utenti”
  14. 14. 7.7 Analytics & KPI  Google Analytics  Metriche e KPI per i social media  Strumenti e piattaforme di Social Media Analytics  Case Study “Per imparare a valutare landamento di ogni attività e iniziativa” iniziativa
  15. 15. 8.8 SM Executing  Di cosa abbiamo parlato in questi mesi?  Costruire un assessment e definire gli obiettivi integrati  i impostare un’analisi di b t ’ li i benchmark e di valutazione d i h k l t i dei risultati  Strutturare un piano strategico per i social media  Presentazione/valutazione del project work finale di fronte p j a una giuria valutatrice Now, you are ready for your social media job! “Per ‘tirare le somme’, presentare quanto appreso in 6 mesi di lavoro e networking, net orking affacciarsi con un approccio nuovo al mondo del lavoro”
  16. 16. Informazioni organizzative POSTI: POSTI 25 totali – accesso previo colloquio verifica prerequisiti li i ll i ifi i ii PREREQUISITI : laurea marketing, comunicazione e passione/presenza su social media DOVE: Milano e Bologna PERIODO: ottobre 2012 - marzo 2013 INIZIO CORSI: Bologna: 5 ottobre, Milano: 12 ottobre g , ORARIO: 12 ore ogni 15 giorni, Venerdì (h. 9:30 - 18:30) e Sabato (h. 9:30 - 13:30) DURATA: 120 ore in aula + attività tutoring da parte di consulenti Bewe OPENDAY : Milano – Bologna – Padova (vedere www.beweacademy.it) ISCRIZIONI: entro il 1 ottobre (Bologna), 5 ottobre (Milano)
  17. 17. La parola agli studenti Ho imparato un lavoro. Ho Il corso ha permesso acquisito, grazie alla peculiarità lacquisizione di competenze del corso, le competenze e le immediatamente spendibili nel conoscenze per potersi mio lavoro muovere in autonomia! Significative sono state leUn esperienzaUnesperienza intensa testimonanze e ed impegnativa ma arricchenti le assolutamente esercitazioni nei positiva e un gruppi … passaggio fondamentale … Acquisire competenze precise p q p p per gestire con professionailtà il lavoro già avviato da anni sui social media. Scopo raggiunto.
  18. 18. Bewe Academy 2 0 2.0 www.paidtobeonfacebook.it twitter.com/beweacademy followgram.com/beweacademy facebook.com/beweacademy
  19. 19. Advisor Fabrizio Montanari – Università di Modena e Reggio E. ha conseguito il Ph.D. in Business Administration presso l’Università Bocconi. È stato Visiting scholar presso il Boston College e docente presso la New York University all’interno del Programma Campus Abroad dell’Università Bocconi. Attualmente è Ricercatore di Organizzazione aziendale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia dellUniversità degli Studi di Modena e Reggio Emilia, dove è responsabile scientifico dell’Unità di Ricerca OPERA del centro di ricerca GIUnO, specializzata nelle , p industrie creative e social media. È anche docente a contratto presso l’Università Bocconi, Direttore editoriale della rivista Ticonzero (www.ticonzero.info) e Presidente della Fondazione Nazionale Danza Aterballetto. È autore di numerose pubblicazioni su interviste nazionali e internazionali sui temi dei network, dei distretti e dei team nelle industrie creative creative. Luca Solari - Università di Milano è professore ordinario di Organizzazione aziendale presso lUniversità degli Studi di Milano. E stato membro del Senato Accademico e d l C A d i del Consiglio di A i li Amministrazione e riveste oggi il ruolo i i i i i l di Delegato del Rettore per la Formazione Permanente e Continua. Ha insegnato anche presso lUniversità Bocconi, la LIUC di Castellanza e lUniversità degli Studi di Trento.E docente di numerosi programmi di dottorato in Italia ed è stato visiting presso la Haas School of Business di Berkeley e EDHEC Nice. Ha al suo attivo y numerose docenze per diverse business school, tra le quali i Master in Business Administration internazionali della SDA Bocconi e del MIP School of Management. Ha svolto consulenza strategica per diverse importanti imprese nazionali e internazionali ed oggi opera a supporto delle direzioni di impresa e delle direzioni risorse umane innovative come Corporate Sensemaker. .
  20. 20. Marco Zamperini - Value TeamAdvisor si diploma in Statistica presso l’Università Statale di Milano nel 1987. Nel 1990 entra in Etnoteam dove si occupa di dirigere la realizzazione di soluzioni rivolte ai mercati della grande industria, della grande distribuzione organizzata. A gennaio 2000, nell’ambito di una radicale ristrutturazione organizzativa, Zamperini è stato nominato Chief Technology Officer per la Direzione Generale Telecomunicazioni e Media di Etnoteam. Nel giugno 2001 è stato nominato Direttore delle attività di Ricerca e Sviluppo e Responsabile delle attività di Evangelizzazione Tecnologica. Dal gennaio 2004 si occupa anche della definizione e della gestione delle alleanze gruppo Etnoteam Etnoteam. Dal Dicembre 2005 al luglio 2007 è stato Direttore del Marketing e della Comunicazione, con una responsabilità che si estendeva a tutte le società del gruppo Etnoteam. Da luglio 2007 è stato nominato Chief Technology Officer della Etnoteam S.p.A. Dopo l acquisizione di Etnoteam S.p.A. da parte di Value Team S.p.A. , Marco è stato nominato VP & CTO di Value Team S p A carica che S.p.A., ricopre attualmente Maurizio Ferraris - BEWE laureato in Scienze dell’Informazione all’Università di Torino dell Informazione all Università ha dal 1988 assunto incarichi di direzione marketing e vendite di importanti realtà della consulenza e IT specializzandosi in modelli di business, comunicazione e digital marketing. Ha vissuto in KPMG Consulting l’arrivo dell e-commerce dell’e-commerce in Italia in Etnoteam ( ora Value Team Italia, S.p.A. ) la progettazione e realizzazione dei principali portali media e finance e lo sviluppo dei pagamenti interbancari in TASNCH. Con l’arrivo del fenomeno social media diventa co-fondatore di BEWE - beyond the web dove ricopre la carica di Presidente nonché promotore della Bewe Academy.
  21. 21. Elena Codeluppi – Esperta di Social Media StrategyExpert Ha conseguito il dottorato in Discipline Semiotiche presso l’Università di Bologna. Nel 2007/2008 è stata visiting presso lEPHE dellUniversità Sorbona a Parigi. Al termine del PHD ha ottenuto una borsa di studio sul tema “Nuovi “N o i Media e Social net ork a ser i io della rete network servizio sociale della città di Reggio Emilia" presso lUniversità di Modena e Reggio Emilia per il biennio 2009/2011. Attualmente è collaboratrice dellUniversità di Modena e Reggio Emilia per progetti sulluso dei social media da parte della p bblica amministra ione e social media manager pubblica amministrazione per lagenzia di comunicazione Hic Adv (per cui gestisce progetti per Coop Centrale Adriatica, Tetra Pak e CMB). Tiene corsi di formazione per CIS - Scuola Industriali di Reggio Emilia, Cs Pmi, e con Satef tiene corsi per lUfficio Stampa della Regione Emilia Romagna Emilia-Romagna. Alberto Maestri – Esperto di Piattaforme 2.0 Laureato in Marketing, ha trascorso un periodo a Parigi studiando Information et Communication all’Université Paris 13 e lavorando nell’agenzia digital Les Evangélistes. Social Media Editor di Ninja Marketing, si è occupato ‘dalle origini’ della comunicazione e dei contenuti della BEWE Academy. E stato uno dei 25 p partecipanti worldwide al Weave The Future 2011, p organizzato dal Gruppo Marzotto. Ha scritto alcuni capitoli sul creativity management contenuti in due pubblicazioni curate da Tekné Consulting. Sta partecipando a un Progetto Europeo sul tema del knowledge management favorito dall’uso del web 2.0. g g
  22. 22. Expert Nicola Bigi – Esperto di Storytelling e Content Mkting imprenditore. Co-fondatore di TIWI. Ha un dottorato in Semiotica alluniversità di Bologna ed è stato ricercatore allUCLA di Los Angeles e alla NYU di New York, dove ha svolto attività di consulenza per grandi gruppi dell’entertainment, dell’ICT e dell’editoria sul tema del community management. Nel 2009 ha co-fondato TIWI con altri due soci, unazienda che si occupa di produrre video che spieghino cose complesse in modo semplice. Il primo progetto di TIWI è "Beautiful Lab", format realizzato con i giornalisti di effecinque e acquistato da SKY. Sara Muscogiuri – Esperta di Blogging e Copywriting Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna nel 2005, con successivo Master in Co u ca o e Comunicazione ed Editoria nel 2009, ha iniziato la sua d to a e 009, a ato a carriera nel 2004 come Copywriter. Parallelamente sviluppa la sua passione per la rete e per la comunicazione online: comincia a scrivere e a costruire i primi blog della Blogosfera italiana. Dal 2006 al 2009 gioca con le parole da diverse capitali europee e firma campagne di Mobile d e se cap ta eu opee a ca pag e d ob e Marketing per TIM e Vodafone. Rientra in Italia nel 2009, diventa Pubblicista e Content Manager per Blogo. Dal 2010 è caporedattore del Canale Lifestyle di IsayBlog! e Communication & Content Manager per BEWE.
  23. 23. Expert Carlo Bermani – Esperto di Community Management Carlo Bermani, Social Community Specialist presso Hagakure e prima in Nokia Italia, ha studiato Service Design presso il Politecnico di Milano. Proprio durante il laboratorio pre-tesi si avvicina ed appassiona al mondo dei social. Deve a un casualissimo tweet di un lontano luglio 2009 il suo ingresso nel mondo 2.0! Appassionato di social media, digital marketing, grafica e design, negli ultimi 2 anni si è specializzato nel campo della telefonia e degli operatori mobili cercando di rispondere a tutte le domande di fan e follower di Nokia in nome della customer satisfaction e dell’ottimizzazione di tempo e risorse. E’ autore di Viraland. Anna Viganò – Esperta di Community Management Una laurea in giurisprudenza, un master in marketing e management discografico e un’enorme passione per la musica grazie a cui si avvicina ai social media in tempi non sospetti. Attualmente è social media manager di Coffee Grinder, società posseduta al 100% da Connexia. Si occupa di community management e digital strategy per Audi e Volkswagen, oltre a collaborare a progetti digital legati al mondo di moda, moda food e moto. moto Su linkedin si definisce Young&Passionate social media observer: la curiosità verso tutti i fenomeni digital e la voglia di capirne i meccanismi sono il vero motore del suo lavoro
  24. 24. Expert Chiara dal Ben – Esperta di Digital PR Classe 1984, di origine veneta ma residente a Milano. Blogger dal 2002, dopo una precedente esperienza in Hagakure ora l H k lavora per l f hi la fashion agency Attila. Si Attil occupa di Digital PR nel settore moda e cosmetica e scrive (girlpower.it del Gruppo Banzai e il blog moda di OVS industry). Da un lato sviluppa strategie digitali per aziende del settore moda e lusso, dall’altro scrive di moda, tendenze e d i d t d designers emergenti. Vi d ti Vive dunque i due lati della stessa medaglia: blogger e Digital PR Manager. A Luglio 2012 è uscito, edito da 40k.it, il suo primo ebook: “Pinterest, il Potere delle Immagini”. Dario Manuli– Esperto di Social Media Marketing Ancora laureando in Economia in Bocconi, fonda Beatall, start-up nata con l’obiettivo di portare le opportunità dei social media nel settore musicale (Einaudi, Ponderosa, Sentieri Selvaggi…) e degli eventi culturali (Ferrara Buskers, Libra, Colonia Sonora, Arconati…). Dopo i primi passi, arrivano le prime importanti esperienze in ambito consumer (Nokia, RCS, Woolrich) che lo portano a fondare BEWE e ad assumerne il ruolo di Direttore Marketing e Business Development, alla guida del team di consulenza su progetti social media per clienti quali Amadori, Coop, RAI, Regione Lombardia, Paglieri. All’indole imprenditoriale si accompagnano collaborazioni nel campo della ricerca e la partecipazione, spesso come relatore (ASK Bocconi, ...).
  25. 25. Offerta di sponsorizzazione riservata alle AziendeLe aziende oltre a poter iscrivere un proprio dipendente/collaboratore al corso aziende,(pagando la quota di partecipazione di Euro 3.400 Iva esente) possono parteciparecome partner al progetto Social Media Manager.La partnership prevede due soluzioni: Basic e PremiumBASIC Tramite questa soluzione per un’azienda è possibile sponsorizzare un proprio caso di studio al costo di 450€ + IVA IVA. Il caso sarà sviluppato da uno studente in collaborazione con i docenti attraverso le esercitazioni previste dal percorso didattico e costituirà il Project Work del p p j corsista.
  26. 26. Offerta di sponsorizzazione riservata alle AziendePREMIUME’ un pacchetto di servizi al costo di 7 000 € + IVA che comprende: h tt i i l t 7.000 h d1. Partecipazione al corso di una persona dell’azienda; dell azienda;2. Workshop di consulenza personalizzata su tematiche strategiche da realizzarsi in azienda a cura di un Advisor Bewe (in seguito alla raccolta di informazioni strategiche fornite dall’azienda gli advisor Bewe studieranno un progetto dall azienda, strategico che verrà presentato al management aziendale in un Workshop di mezza giornata da svolgersi in azienda);3.3 Presenza del brand aziendale nella comunicazione digital dell’iniziativa; dell iniziativa;4. Presenza del nome aziendale nel piano di comunicazione su tutti i canali on line (Twitter, Facebook, Blog ecc) di Bewe Academy e IFOA;5. Possibilità di presentare ai corsisti progetti e/o casi di studio aziendale su cui gli allievi potranno lavorare e proporre soluzioni;6. Priorità nell’eventuale scelta di corsisti neo – laureati non occupati per progetti di stage in azienda;
  27. 27. BEWE BEWE aiuta le aziende a costruire relazioni con clienti attuali e potenziali collegando gli interessi delle persone ai valori di brand, prodotti e servizi. Un interlocutore unico che propone, progetta e se richiesto esegue iniziative di social media marketing on un team che integra consulenza, comunicazione, creatività, marketing e pianificazione pubblicitaria digitale. g Ha sede a Milano, ma è attiva e operativa con clienti italiani e internazionali. La BEWE Academy è il progetto formativo attraverso cui intende formare i nuovi professionisti del social media per rispondere alle esigenze di un mercato in crescita.cial media.
  28. 28. IFOA Ifoa nasce nei primi anni ‘70, per iniziativa della Camera di Commercio di Reggio Emilia Emilia. Dal 1994 con l’ingresso nella compagine dell’Istituto delle Camere di Commercio dell’Emilia Romagna e degli altri g g attuali soci istituzionali, Ifoa si configura come Centro di Formazione e Servizi delle Camere di Commercio dell’Emilia Romagna. E’ Ente dotato di personalità giuridica e svolge attività di interesse pubblico senza fini di lucro. Nel 1999 Ifoa è riconosciuta dal Ministero del Lavoro quale Ente Nazionale di Formazione Professionale (L. 40 del 1987).
  29. 29. Aspetti istituzionali Il governo di Ifoa è esercitato dagli Organi Statutari: Assemblea dei soci, Consiglio di Amministrazione, Presidente dell’Istituto,Collegio dei Revisori dei Conti. Ifoa ha lo scopo di attuare processi formativi di qualificazione e specializzazione professionale, di creare strutture di ricerca, di sperimentazione e di assistenza, nonché svolgere attività di orientamento, ricerca e inserimento lavorativo lavorativo. L’attività dell’istituto è rivolta alle persone, alle imprese, alle categorie economiche, alle organizzazioni professionali e agli enti pubblici, in rapporto integrato con la realtà economica e sociale locale, nazionale e internazionale.
  30. 30. La presenza IFOA
  31. 31. Attività formativa 2010 formativa- VOLUME ATTIVITA’: c.a 14.200.000 € ATTIVITA : INIZIATIVE: 1.852 NUMERO PERSONE FORMATE: 10.538 NUMERO DI DOCENTI : 829 ORE DI DOCENZA EROGATE: 46.036
  32. 32. Certificazioni di qualità ISO 9001 – Dal 1996 che Ifoa è certificato secondo le norme ISO 9001 da CISQ-IMQ , perseguendo l’obiettivo di agire in qualità. Il Sistema di Gestione Qualità Ifoa ha ricevuto l estensione lestensione rispetto alle diverse revisioni della norma fino ad ottenere nel 2008 la conversione della certificazione in base alla norma UNI EN ISO 9001:2008. SOCIO ORDINARIO ASFOR - Ifoa è socio ordinario Asfor, un organismo che associa gran parte delle più importanti e qualificate School of Management Corporate University e Management, Istituzioni formative, sia del settore privato sia del settore pubblico,che ha l’obiettivo di rilanciare la Formazione Manageriale ed il rafforzamento delle istituzioni di qualità a sostegno del Paese, quale contributo per lo sviluppo del Sistema Italia.
  33. 33. Certificazioni ICT

×