Job Master in Food Marketing e comunicazione nell'Agro-Alimentare

  • 2,023 views
Uploaded on

Il master si propone di dare risposte significative alla crescente domanda di professionalità innovative nell’ambito del Marketing e della Comunicazione all’interno di imprese industriali, di imprese …

Il master si propone di dare risposte significative alla crescente domanda di professionalità innovative nell’ambito del Marketing e della Comunicazione all’interno di imprese industriali, di imprese commerciali, di agenzie di comunicazione e di società di ricerca e di consulenza che operano nella filiera Agro-Alimentare.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,023
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
13
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. job job Master Food Marketing e Comunicazione 2011 nell’Agro-Alimentare VII Edizione Sapere utile
  • 2. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare Indice 1. OBIETTIVI E SBOCCHI OCCUPAZIONALI 2. A CHI SI RIVOLGE 3. DURATA E STRUTTURA DEL JOB MASTER 4. PROGRAMMA DIDATTICO 5. ESPERIENZA DI TEAM BUILDING IN OUTDOOR TRAINING 6. UK BUSINESS CAMPUS: settimana all’estero presso la Bangor Business School (Wales) 7. STAGE AZIENDALE 8. PROFESSIONISTI IN AULA 9. PARTECIPAZIONI AZIENDALI 10. QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITA’ DI ISCRIZIONEOgni altra informazione sul job Master in Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentarepotrà essere scaricata dalla pagina web www.ifoa.it/master.asp oppure richiesta a: master@ifoa.itIfoavia G. D’Arezzo, n° 6,42123 - Reggio Emilia. (lunedì - venerdì: 9.00 - 13.00 ; 14.30 - 17.30)Referente Master: Giusi Faioli, food@ifoa.it 2
  • 3. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare1. OBIETTIVI E SBOCCHI PROFESSIONALI 2. A CHI SI RIVOLGEIl job Master in FOOD MARKETING E COMUNICAZIONE Il job Master in FOOD MARKETING E COMUNICAZIONENELL’AGRO-ALIMENTARE, giunto alla VII edizione, si NELL’AGRO-ALIMENTARE si rivolge ai laureati:propone di dare risposte significative alla crescente domandadi professionalità innovative nell’ambito del marketing e  Triennali (di primo livello): che hanno l’obiettivo dicomunicazione d’impresa dei settori industriale, commerciale accelerare il percorso di “introduzione” al lavoro senzae servizi che operano nella Filiera Agro-Alimentare. Le passare dalla laurea specialistica;competenze acquisite durante il percorso formativo distinguonofigure professionali in grado di integrare la capacità di  Specialistici (di secondo livello): che hanno l’obiettivo,analisi del contesto economico, normativo e sociale con le dopo una formazione universitaria completa ma ancoraopportunità offerte dal mercato, per definire e gestire strategie “limitata” nei contenuti professionalizzanti, di entrare nelcommerciali, di marketing e comunicazione volte a trasmettere mondo del lavoro attraverso un canale privilegiato e miratoalle organizzazioni un forte orientamento al mercato che è all’area desiderata.fondamento di ogni sviluppo e successo imprenditoriale. Potrà anche essere valutata l’ammissione di candidati con Il partecipante inserito in azienda sarà in grado di: caratteristiche diverse, purché in possesso di significative esperienze lavorative in linea con il profilo professionale. Fare analisi di mercato valutando con competenza dati e fonti di informazioni; Laurea in qualsiasi disciplina, motivazione, capacità relazionali, Sondare tendenze, ipotizzare scenari futuribili e interrogarsi ottima conoscenza della lingua inglese e possibilmente di una sulle preferenze e bisogni latenti dei consumatori; seconda lingua straniera, attitudine all’utilizzo delle nuove Predisporre e monitorare piani di marketing di prodotto o di tecnologie, interesse e motivazione sono le caratteristiche ideali linee di prodotti; del partecipante al Master. Rapportarsi con il “mercato” nel ruolo di intermediario commerciale tra l’industria alimentare e la grande distribuzione organizzata; Elaborare e gestire contratti a capitolato sulla 3. DURATA E STRUTTURA DEL JOB MASTER commercializzazione dei prodotti food dall’industria alla gdo nel rispetto dei vincoli di garanzia della “food safety”; Il job Master in FOOD MARKETING E COMUNICAZIONE Progettare un piano di comunicazione integrata finalizzato, NELL’AGRO-ALIMENTARE ha una durata di 1040 di cui: da una parte a supportare le strategie di marketing e dall’altra alla costruzione e consolidamento di una immagine  Formazione in aula, testimonianze e visite aziendali: 500 ore corporate forte e affidabile.  Stage aziendale: 500 oreLe principali funzioni aziendali di inserimento possono pertantoessere:  UK Business Campus (settimana all’estero presso la Bangor Business School – Wales): 40 ore all’interno di aziende agro-alimentari medio/grandi, di servizi e di distribuzione nelle funzioni di marketing, comunicazione e commerciale nel ruolo di product Il programma è strutturato in aree didattiche e moduli. manager, brand manager, ratail manager, trade manager, comunication manager e Key account manager, All’interno del programma didattico sono previsti: category manager. - Lezioni frontali tenute dai docenti IFOA all’interno di società di consulenza al fine di supportare - Laboratori e analisi di casi di studio la progettazione, l’mplementazione e la gestione di - Lavori di gruppo, esercitazioni ed esami progetti legati al marketing strategico e operativo e alla - Business Games comunicazione d’impresa nell’agro-alimentare - Visite e testimonianze aziendali - Esperienza di Team Building in Outdoor Training - Uk Business Campus: settimana all’estero presso la Bangor Business School – Wales - Stage aziendale 3
  • 4. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareAree Didattiche 6 Esperienza di team building in outdoor training Due giorni di apprendimento all’esterno dell’aula, centrati sul lavoro all’aperto, utilizzando il gioco del Rugby.1 Sviluppo personale e professionale Una modalità efficace ed innovativa per apprendere• Dinamiche di gruppo nuovi comportamenti e sperimentarli in modo concreto• Colloquio di selezione sul piano fisico, cognitivo ed emozionale.• Informatica - Internet - E-mail• Project management e problem solving• Inglese 7 UK BUSINESS CAMPUS Settimana all’estero presso la Bangor Business School (UK)2 Sistema impresa• Organizzazione aziendale e gestione risorse umane• Amministrazione e diritto d’impresa 8 Stage aziendale• Economia finanza e controllo d’impresa• Logica a metodologia d’impresa (Business Planning)3 Sistema Agro-Alimentare, certificazioni e food safety• Sistema Agro-Alimentare e interdipendenze settoriali 4. PROGRAMMA DIDATTICO• Supply chain nell’Agro-Alimentare• Organizzazione internazionale dei mercati agricoli Il programma didattico del job Master in FOOD MARKETING• Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro E COMUNICAZIONE NELL’AGRO-ALIMENTARE è strutturato• Sicurezza alimentare, norme nazionali e comunitarie in 8 aree:• Concetto di qualità e sistemi di gestione ISO• Concetto di sostenibilità aziendale 1. Sviluppo personale e professionale• Sistemi di rintracciabilità cogente e volontaria e certifi- cazioni per la GDO 2. Sistema impresa 3. Sistema Agro-Alimentare, Certificazione e Food Safety4 Tecniche e strategie di marketing nell’Agro-Alimentare• Marketing strategico e operativo 4. Tecniche e strategie di marketing nell’Agro-Alimentare• Analisi competitiva di settore 5. Comunicazione corporate e di prodotto nelle imprese Agro-• Metodi quantitativi e ricerche di mercato Alimentari• Analisi del comportamento del consumatore• Marketing Internazionale 6. Team Building in Outdoor Training• Trade marketing 7. UK Business Campus• Retail marketing• Strategie e politiche di vendita 8. Stage aziendale• Budget di marketing e vendita• Pianificazione di marketing AREA 1 SVILUPPO PERSONALE E PROFESSIONALE5 Comunicazione corporate e di prodotto nelle imprese Agro-Alimentari Breve descrizione• Comunicazione d’impresa: definizioni e obiettivi• Relazioni pubbliche e specializzazioni L’area intende:• Comunicazione di prodotto e comunicazione rivolta al  Fornire gli elementi e le tecniche di base per una più trade approfondita analisi e conoscenza di se stessi• Piano di comunicazione  Sviluppare capacità di operare all’interno di un team di• Web based communication lavoro in un processo di integrazione con gli altri componenti del gruppoEsercitazioni ed esami  Conoscere le principali tecniche e strategie di ricerca edVisite e testimonianze aziendali apprendere come inserirsi meglio nel mondo del lavoro  Conoscere gli strumenti per la conduzione di un progetto dalla fase di concezione a quella di chiusura, con particolare riferimento a progetti del settore “Food & Beverage” 4
  • 5. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareCompetenze in uscita  Le fasi dell’intervista di selezione  Gli strumenti e le tecniche di selezione Il partecipante è in grado di: diagnosticare le proprie competenze e attitudini Project management e problem solving relazionarsi all’interno di un gruppo  La definizione degli obiettivi di progetto comprendere i diversi stili comunicativi  Il ciclo di vita del progetto comunicare in modo corretto ed efficace  La costituzione del team di progetto redigere un curriculum vitae  La definizione del budget affrontare un colloquio di lavoro  La pianificazione del progetto realizzare concretamente un progetto strutturando l’attività  L’analisi dei rischi in obiettivi, compiti, team, budget e pianificazione  L’analisi del problema affrontare e risolvere problemi, ovvero pianificare strategie  La comprensione del problema di azione per fronteggiare situazioni e risolvere problemi di  Risoluzione del problema e attivazione della creatività diversa natura  Tecniche e strumenti di problem solving prendere decisioni e formulare soluzioni concrete, centrate e operative Inglese comunicare e scrivere in lingua inglese  Le fondamentali regole grammaticali comunicare con strumenti informatici nel proprio ambiente  Tempi, modi, proposizioni, espressioni idiomatiche e di lavoro e all’esterno linguaggio telefonico ricercare informazioni funzionali alla propria attività  Impostazione della comunicazione verbale e scritta in informativa inglese analizzare, elaborare e rappresentare informazioni  Lettere commerciali, offerte, ordini, solleciti e reclami interpretare dati utilizzando indicatori di sintesi e di  Terminologia e fraseologia nella negoziazione variabilità. commerciale con e all’estero  La terminologia di marketingDurata dell’area Informatica136 ore incluse lezioni in aula, esercitazioni, studio di casi  Il Personal Computer e sue applicazioni pratiche nellaaziendali ed esami. gestione aziendale  Il sistema operativo: nozioni su MS-DOS e Windows,Moduli didattici gestione di directories e files  Word: gestione dei documenti, funzione di base e Dinamiche di gruppo avanzate Colloquio di selezione  Excel: il foglio elettronico, creazione e gestione di un Informatica nuovo documento, creazione di grafici, tecniche avanzate Project management e problem solving dell’utilizzo di fogli elettronici, excel avanzato Inglese  Access: creazione di una tabella, importazione/ esportazione dati, gestione della query, gestione dellePrincipali contenuti dei moduli maschere, preparazione dei report, creazione di una Macro, esempi di attività legate al processo agro-Dinamiche di gruppo industriale  Presentazione percorso formativo  Gestione avanzata dei database  La natura dei gruppi  Tabelle pivot  Team e composizione del team  Strumenti avanzati per la rappresentazione grafica dei  Dinamiche del team dati  La comunicazione in azienda: il processo, l’atto e gli stili  Creazione di un database in Microsoft Access per la comunicativi gestione di un questionario  La comunicazione verbale e non verbale  Trasferimento dati in Excel ed integrazioni di alcune  La comunicazione efficace elaborazioni matematica  La comunicazione telefonica  Presentazione di Power Point  Parlare in pubblico  Internet e Posta Elettronica: principali tipi di rete, navigare in internet, i motori di ricerca, utilizzo e gestione dellaColloquio di selezione posta elettronica, i newsgroup.  Curriculum vitae  Le fasi del processo di ricerca del personale 5
  • 6. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareAREA 2 SISTEMA IMPRESA  La cultura organizzativa  La gestione delle Risorse Umane: le attività gestionaliBreve descrizione riferite alla persona, la motivazione, la delega e il controllo, autorità/potere/autorevolezzaL’area si propone di fornire capacità di riconoscimento delle  Comportamenti organizzativi: incidenze, della struttura del “micro-cosmo” aziendale nel  La cultura organizzativa quale si dovrà lavorare sviluppando continua professionalità,  Il cambiamento culturale in azienda dai punti di vista:  La definizione di cultura organizzativa  I fenomeni della cultura organizzativa legale (istituzionale)  L’Organizzazione e il management delle Risorse Umane di processo (vitale)  Lo scenario competitivo  Organizzazione e sistema Vuole inoltre fornire competenze relative agli strumenti di  La lean organization, il lean management gestione e controllo a supporto delle decisioni aziendali per  La gestione per competenze, i ruoli l’organizzazione, l’economia e la finanza d’impresa.  I processi di generazione del valore delle RU  I livelli di resistenza al cambiamentoCompetenze in uscita Economia, finanza e controllo d’impresa Il partecipante è in grado di:  Tecniche e strumenti di contabilità riconoscere e gestire le opportunità, i vincoli e le responsabilità  Documentazioni di contabilità in azienda inerenti alla “personalità giuridica” dell’impresa nonché dalla  Documentazione legale relativa alle vendite relativa imposizione fiscale  Riclassificazione del Conto Profitti e Perdite, comprendere le dinamiche in “input” dell’impresa: minacce riclassificazione dello Stato Patrimoniale ed opportunità  Analisi di bilancio, analisi di liquidità, Punto di Pareggio comprendere le interrelazioni nel sistema impresa  L’imprenditore individuale e l’imprenditore collettivo confrontarsi sulle problematiche gestionali inerenti le risorse  Le società di persone e le società di capitali umane dalla fase di selezione a quella di collocazione  Cenni di diritto societario internazionale e di diritto all’interno della struttura aziendale e dei successivi percorsi tributario di carriera  Aspetti fiscali e contrattualistica del commercio estero ampliare le capacità decisionali rispetto alla formazione,  I principi del controllo di gestione, il sistema di Budgeting sviluppare il bilancio e sviluppare l’analisi dei dati contabili  Classificazione dei costi e metodologie di imputazione al fine di integrare il processo decisionale e di reporting con dei costi gli strumenti e le strutture di governo interno all’impresa  Analisi del Margine di Contribuzione riconoscere nella struttura di controllo una “opportunità” e  Analisi di reddività di linea non una minaccia  Analisi del fabbisogno finanziario dell’attività commerciale  Analisi della rotazione delle scorteDurata dell’area  Calcolo e formulazione del prezzo di vendita64 ore incluse lezioni in aula, analisi di casi azindali ed esami. Logica e metodologia d’impresaModuli didattici  Illustrazione e analisi di come deve operare un’impresa economica in un ambiente competitivo. Organizzazione aziendale e gestione risorse umane  Analisi dell’equazione economica d’impresa, della Amministrazione e diritto d’impresa metodologia d’impresa e della curva d’esperienza Economia, finanza e controllo d’impresa  Business planning Logica e metodologia d’impresa  I vantaggi della pianificazione (Business Planning)  I processi della pianificazione  L’analisi del businessPrincipali contenuti dei moduli  I sottopiani principali  Il budgetOrganizzazione aziendale e gestione risorse umane  L’organizzazione d’impresa: definizione, variabili di scenario, variabili tecniche e variabili sociali  Le tipologie di strutture organizzative: struttura funzionale, divisionale e matriciale, a rete 6
  • 7. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareAREA 3 SISTEMA AGRO-ALIMENTARE, CERTIFICAZIONI E  comprendere le basi della logisticaFOOD SAFETY  comprendere le logiche della supply chain managementBreve descrizione Durata dell’areaL’area intende fornire informazioni sul sistema Agro-Alimentare 68 ore incluse lezioni in aula, studio individuale ed esami.che costituisce un complesso di imprese interdipendenti, bendefinito all’interno delle relazioni intersettoriali, e che, allo stesso Moduli didatticitempo, contribuisce in misura rilevante al reddito nazionale ealla bilancia commerciale. L’evoluzione del comportamento  Sistema Agro-Alimentare e interdipendenze settorialidel consumatore finale nelle economie sviluppate costituisce  Supply chain nell’Agro-Alimentareil punto di partenza per ogni investimento ed innovazione  Organizzazione internazionale dei mercati agricolinell’ambito del sistema agro-alimentare.  Sicurezza e salute sui luoghi di lavoro  Sicurezza alimentare, norme nazionali e comunitarieVengono quindi analizzati i contesti economici delle varie filiere,  Concetto di qualità e sistemi di gestione ISOle prospettive future e il quadro legislativo e regolamentare che  Concetto di sostenibilità aziendaleinfluenza il settore.  Sistemi di rintracciabilità cogente e volontaria e certificazioni per la GDOSi dedica uno spazio significativo alle problematiche degliscambi internazionali dei prodotti Agro-Alimentari, analizzandoi flussi di commercio estero alla luce degli accordi internazionali Principali contenuti dei modulivigenti e dei principali strumenti di politica commerciale. Inparticolare affronta tematiche connesse all’evoluzione della Sistema agro-alimentare e interdipendenze settorialipolitica agricola comunitaria, i negoziati tra Paesi e le regole  Caratteri del sistema agro-alimentaredel WTO.  I principali componenti dei complessi agro-alimentari  Definizione di filieraL’area si propone, inoltre di fornire la conoscenza della norme  Caratteristiche fondamentali ed ambiti di utilizzazionecogenti e volontarie nazionali ed internazionali in materia di  I canali di distribuzioneproduzione e commercializzazione dei prodotti agro-alimentare  Tipi di integrazione di filiereoffrendo gli strumenti per un’analisi critica delle diverse norme a  Testimonianze sulle filiere: ortofrutta, salumi, carni, latte,tutela del consumatore e dell’ambiente, ai fini di una più corretta formaggi, prodotti ittici, vitivinicola, produzioni tipicheapplicazione delle stesse. Supply chain nell’Agro-Alimentare  Cos’è la logistica  MovimentazioneCompetenze in uscita  Magazzini e piattaforme  Supply chain managementIl partecipante è in grado di: analizzare il comportamento dei consumatori finali Organizzazione internazionale dei mercati agro-alimentari interpretare le tendenze in essere per le varie filiere dei  Le logiche del mercato internazionale comparti agro-alimentari  La produzione italiana nell’ottica del contesto comunitario comprendere le evoluzioni delle Politiche Comunitarie e e internazionale dei Paesi Terzi interpretare il processo di trasformazione  I mercati di sbocco alimentare alla luce della costante evoluzione normativa in  Le commodity agricole materia di sicurezza degli alimenti e dei processi industriali  Le borse merci italiane comprendere i sistemi di certificazione di processo e di  I mercati futures internazionali prodotto  Politica settoriale dell’UE conoscere ed ideare la certificazione Etica nell’ottica della  Evoluzione della Politica Agraria (PAC) valorizzazione della mission aziendale  La riforma Fischler comprendere il processo di rintracciabilità dei prodotti agro-  WTO e regolazione degli scambi internazionali alimentari  Fonti giuridiche regolatrici dei contratti internazionali conoscere e applicare le normative che interessano il settore comprendere e interpretare le tendenze del mercato internazionale e le norme che lo regolano comprendere l’approccio giuridico ai contratti internazionali 7
  • 8. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareSicurezza e salute sui luoghi di lavoro NELL’AGRO-ALIMENTARE  Normativa italiana  La prevenzione dei rischi Breve descrizione  Tutela delle condizioni di lavoro L’area intende fornire informazioni relative alle dinamiche cheSicurezza alimentare, norme nazionale e comunitarie consentono ad un’azienda Agro-Alimentare di collocare il suo  La politica comunitaria prodotto sul mercato raggiungendo gli obiettivi prestabiliti. Mira  Il libro bianco sulla sicurezza alimentare a fornire elementi di riflessione e discussione, nonché tecnicismi  Recepimenti nazionali e regionali per sviluppare analisi di mercato, monitoraggio di canali distributivi già operativi, rilevamento trends e tendenze in essereConcetto di qualità e sistemi di gestione ISO nei circuiti nazionali ed esteri. Si pone l’obiettivo di individuare  La certificazione di processo e le norme della serie UNI target di sbocco, fascia di riferimento tra i consumatori, EN ISO 9000 come leva di marketing prevedendo l’impatto potenziale dei prodotti di largo consumo e  La gestione qualità secondo la norma ISO 9001:2000 coinvolgendo i canali delle catene della GD e GDO, oggi punto  Modelli aziendali di certificazione nell’agro-alimentare di riferimento soprattutto per i prodotti food.  Sistema di accreditamento e certificazione in Italia, in Europa e nel mondo L’area intende inoltre trasmettere le conoscenze relative alle  La certificazione come vantaggio competitivo per funzioni e attività di marketing rivolte al mercato degli intermediari. l’azienda L’obiettivo è dunque quello di assicurare la predisposizione di  I costi della qualità un’offerta (marketing mix) che risulti attrattiva non solo per il  Gli standard di riferimento: le norme ISO 14001 e i consumatore, ma anche per il trade. Verranno a questo proposito regolamenti EMAS trasferite le tecniche e le metodologie di marketing specifiche  Schema generale di un Sistema di Gestione Ambientale per la distribuzione in ottica dell’intermediazione commerciale.  La certificazione ambientale come vantaggio competitivo per l’azienda Competenze in uscita  Il bilancio ambientale Il partecipante è in grado di:Sostenibilità aziendale  Sviluppare ricerche di mercato  L’evoluzione della responsabilità sociale delle aziende  Comprendere ed interpretare il comportamento del nel contesto della globalizzazione Consumatore  Gli strumenti per l’attuazione delle politiche di  Elaborare e gestire il marketing mix e le relative politiche responsabilità sociale e della sostenibilità di prodotto, di prezzo, di distribuzione, di comunicazione e  Il bilancio sociale promozione  L’etica come strumento di competizione dell’impresa  Contribuire ad organizzare ed armonizzare tutti gli interventi dell’aziendaSistemi di rintracciabilità e certificazione di prodotto  Elaborare un piano di marketing  Inquadramento generale della rintracciabilità  Individuare gli obiettivi e una conseguente strategia di  Le norme UNI 10939:2001 e UNI 11020:2002 per la marketing rintracciabilità di filiera e aziendale  Effettuare un’analisi delle esigenze del canale distributivo  Ruolo della rintracciabilità nella relazione cliente/fornitore  Impostare sistemi di pianificazione e controllo per singolo  Rintracciabilità discendente e ruolo della logistica canale distributivo/catena/cliente  Certificazione volontaria di prodotto regolamentata:  Coordinare una rete di venditori merchandiser prodotti biologici, a denominazione di origine protetta, a  Definire tecniche di marketing sul punto vendita indicazione geografica protetta e “non OGM”  Certificazione volontaria di prodotto in ambito non Durata dell’area regolamentato  I requisiti e le applicazioni della IFS (International Food 156 ore incluse lezioni in aula, analisi di casi aziendali ed Standard) esami.  I requisiti e le applicazioni della BRC (Tecnical Standard and Protocol for Companies Supplying Retailer Branded Moduli didattici Food Products)  Marketing strategico e operativo  Metodi quantitativi e ricerche di mercato  Marketing internazionaleAREA 4 TECNICHE E STRATEGIE DI MARKETING 8
  • 9. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare Trade marketing Marketing internazionale Retail marketing  Scenari politico-economici internazionali: regionalizza- Strategie e politiche di vendita zione degli scambi e interdipendenza globale Budget di marketing e vendita  Criteri e metodologie di analisi dell’attrattività dei Paesi Pianificazione di marketing e dei mercati  Strategie di ingresso e di presenza sui mercati interna-Principali contenuti dei moduli zionali: vantaggi, svantaggi, vincoli, logiche e modalità di sviluppo di alleanze e accordiMarketing strategico e operativo  Gestione del marketing process-mix in ottica  Significati, obiettivi e nozioni introduttive internazionale (canali e prezzo)  I concetti di segmentazione e di differenziazione  Approfondimenti relativi al settore dell’agro-alimentare Trade Marketing  Il concetto di marketing mix  Differenze tra consumer marketing e trade marketing  Le leve del marketing mix  Strategia di tipo PUSH e strategia di tipo PULL  Approfondimenti in riferimento al marketing agro-  Consumer Promotion e trade promotion alimentare  Significati ed obiettivi del trade marketing  Il prodotto  Il marketing verso la distribuzione  Il product management  Come aumentare l’appeal dell’offerta per chi acquista per  Valori materiali e immateriali rivendere  Il ciclo di vita del prodotto  Il valore della marca Retail Marketing  La gestione del portafoglio prodotti  Il category management: interazione tra industria e  Il prezzo distribuzione  Criteri di formulazione  La configurazione e la composizione della categoria nei  Le strategie di posizionamento diversi format distributivi  Monitoraggio della customer satisfaction  L’analisi del comportamento d’acquisto del consumatore in ottica category presso un punto vendita  Gli indicatori della performance di una categoriaMetodi quantitativi e ricerche di mercato  L’approccio corretto alla misurazione degli aspetti Strategie e politiche di vendita quantitativi  Gestione della rete di vendita in una logica di sell out  Piano di tabulazione e rappresentazioni grafiche  Il marketing mix efficace per il trade  Medie e indicatori di variabilità  Da politiche di sell in a politiche di sell out, migliorare la  La concertazione rotazione dei prodotti in punto vendita  I numeri indice  Parametri e indici di controllo  La correlazione e la regressione lineare  Il sistema di programmazione e controllo delle vendite  La struttura di un piano di ricerca  Indici di penetrazione, copertura e assorbimento  Metodologie di indagine e di intervista  Personal selling e tecniche di negoziazione  La ricerca motivazionale  Come cambia il ruolo del venditore in relazione  Le indagini su campione all’evoluzione dei canali distributivi  L’interpretazione dei risultati  Tecniche e psicologia di vendita tesi a rendere più  Studio di un contesto competitivo: efficace la personal selling  Analisi delle forze competitive, dei fattori di minaccia e opportunità Budget di marketing e vendita  Identificazione dei fattori critici di successo  Il budget aziendale, commerciale e delle vendite, I principi  Individuazione dei gruppi strategici fondamentali del budget  Monitoraggio della customer satisfaction  Previsione delle vendite e determinazione delle quantità  Le diverse dimensioni del concetto di qualità per il di budget consumatore (qualità attesa, percepita, ecc..)  Definizione della stagionalità, il modello di budget delle  Metodi tradizionali di verifica vendite  Metodi più completi di indagine  I costi del commerciale, Il controllo e l’analisi del budget  La definizione delle variabili sulle quali intervenire del commerciale 9
  • 10. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentarePianificazione di marketing Principali contenuti dei moduli  L’elaborazione di un piano di marketing: articolazione e struttura  Comunicazione d’impresa: definizioni e obiettivi  Verifica dei risultati rispetto agli obiettivi  Definizione ed obiettivi della comunicazione d’impresa  Evoluzione della Teoria della Comunicazione  Il Processo della comunicazione: fonte, messaggio e destinatarioAREA 5 COMUNICAZIONE CORPORATE E DI PRODOTTO  Definizione di comunicazione di impresaDELLE IMPRESE AGRO-ALIMENTARI  Perché un’impresa non può rinunciare alla comunicazione  Comunicazione integrata:Breve descrizione  Tipologie: istituzionale, di marketing, interna  Discipline: pubblicità, promozioni, sponsoring, RP, ecc..L’area intende sviluppare una modalità di analisi e un approccio  Strumenti e mezzi: eventi, news letter, annual report, ecc.sistemico nella realizzazione e progettazione della strategia di  Comunicazione corporate come leva strategica dicomunicazione delle aziende Agro-Alimentari. Si acquisiscono sviluppocapacità di: pianificare un progetto di comunicazione integrata  Immagine e reputazione dell’impresafinalizzata alla costruzione di un’immagine positiva dell’azienda,  Il valore economico dell’immagine per l’impresavolta a creare valore sia per l’azienda che per i prodotti e servizi  Corporate Social Responsibility: la nuova sfidache offre al pubblico di riferimento col quale quotidianamente dell’impresainteragisce: consumatori, clienti intermedi, dipendenti, stake  Strumenti e azioni di comunicazione corporate:holders, opinion leader, opinion maker, istituzioni, media e  Comunicazione corporate come strumento di gestioneopinione pubblica. dell’impresa  Annual report, bilancio sociale, bilancio ambientale  Bilancio di sostenibilità  House organ, news letter, eventiCompetenze in uscita  Filantropy, Charity Cause related marketingIl partecipante è in grado di:  Relazioni pubbliche e specializzazioni Progettare e analizzare piani di comunicazione coerenti con  Eventi e relazione media la mission e vision aziendale  Definizione e obiettivi Ideare strumenti di comunicazione finalizzati della corporate  Strumenti tipici: Ufficio stampa e organizzazione eventi image aziendale  Specializzazioni delle relazioni pubbliche: Costruire un piano di azioni ed eventi per valorizzare le  Comunicazione sociale relazioni tra l’azienda/istituzione e i propri stakeholder  Comunicazione economico – finanziaria Governare la costruzione dell’immagine dell’impresa  Comunicazione ambientale attraverso i mezzi di informazione  Crisis Management Comprendere e gestire la relazione con i media attraverso la costruzione di documenti e la realizzazione di eventi  Comunicazione di prodotto e comunicazione rivolta al trade Ideare un progetto di comunicazione per la gestione dei casi  Creatività e mezzi di comunicazione rivolti al trade di crisi  Alcuni strumenti particolari: telemarketing, direct Predisporre campagne di comunicazione e promozione marketing, e-commerce rivolte al trade  Dalla pubblicità istituzionale alla pubblicità di linea e diDurata dell’area prodotto  I compiti del product manager e dell’agenzia di76 ore incluse lezioni in aula, studio individuale ed esami. comunicazione  Impostazioni della campagna di prodottoModuli didattici  Dalla Brand Marketing Strategy (BMS) alla Copy Strategy  La scelta dei mezzi e i parametri di valutazione (selettività, Comunicazione d’impresa: definizioni e obiettivi copertura, costo per contatto, ecc..) Relazioni pubbliche e specializzazioni Comunicazione di prodotto e comunicazione rivolta al trade  Piano di comunicazione Piano di comunicazione  Le quattro fasi della comunicazione: analisi, Web based communication programmazione, comunicazione e valutazione dei risultati 10
  • 11. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare Web-based Communication 5. ESPERIENZA DI TEAM BUILDING  Studio del messaggio IN OUTDOOR TRAINING  Pianificare l’interattività dei siti Web  Promozione della visibilità di un sito sui motori di ricerca  Programmi di affiliazione Per Outdoor Training si intende in generale un’esperienza di  Attivazione di contatti qualificati apprendimento che si sviluppa all’esterno di un aula, centrata sul lavoro all’aperto. La modalità più efficace per apprendere concretamente e stabilmente nuovi comportamenti èAREA 6 TEAM BUILDING IN OUTDOOR TRAINING sperimentarli in modo concreto coinvolgendo i partecipanti sul piano FISICO, COGNITIVO ed EMOZIONALE attraverso:  avventura: avanzare in contesti sconosciuti dove è più facileAREA 7 UK BUSINESS CAMPUS lasciarsi andare all’azione spontanea  metafora: il “trasferimento” dell’apprendimento nel contestoAREA 8 STAGE AZIENDALE professionale  osservazione: la riflessione riguardante i comportamenti di tutti permette lo scambio di un feedback di sviluppo  concretezza e coinvolgimento: successi e fallimenti per un apprendimento e un cambiamento effettivo  gioco di squadra: collaborazione, rispetto delle regole, gestione del tempo, tenacia  flessibilità, gestione del cambiamento e dell’incertezza, creatività nelle risposte, comunicazione efficace, fiducia sociale facilitano l’adeguamento dei comportamenti a contesti in costante e rapida trasformazione I partecipanti al Job Master IFOA parteciperanno ad un’esperienza di Team Building in Outodoor Training della durata di 16 ore. L’esperienza di Outdoor Training nelle precedenti edizioni del Job Master ha visto i partecipanti coinvolti nel gioco di squadra del Rugby. Perché il Rugby? Perché il rugby è uno sport in cui i valori, i principi e comportamenti dei giocatori sono coordinati nella squadra al preciso obiettivo di raggiungere la ‘meta’ metafora di obiettivo professionale. Uno sport nel quale i giocatori sperimentano la fatica e la gestione dello stress, la concentrazione, la tensione alla “meta”, il rispetto delle regole e degli avversari attraverso continui e costanti parallelismi con la realtà aziendale. 11
  • 12. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare ritorno6. UK BUSINESS CAMPUS: 7. STAGE AZIENDALE SETTIMANA ALL’ESTERO PRESSO LA BANGOR BUSINESS SCHOOL – WALES A conclusione del percorso formativo, gli studenti verranno inseriti in azienda per un periodo di stage aziendale, che potràDurante la fase di formazione in aula, i partecipanti al svolgersi, a seconda degli interessi dei partecipanti, inJob Master IFOA in Food Marketing e Comunicazione aziende italiane o all’estero. Lo stage oltre a rappresentarenell’Agro-Alimentare parteciperanno per una settimana un’importante opportunità per continuare la formazione,ad un Business Campus all’estero presso la vuole essere un accesso privilegiato al mondo del lavoro. Bangor Business School Il periodo di stage costituisce un’ottima modalità anche per all’interno della Bangor University (Wales) l’azienda di conoscere e valutare le risorse umane nell’otticaIl Business Campus è stato concepito per dare ai partecipanti la di futuri inserimenti. Lo stage costituisce quindi una grandepossibilità di vivere un’esperienza internazionale, di scambio opportunità per gli studenti che vogliano inserirsi nel mondoculturale e formativo. del lavoro, perché attraverso questa attività possono:Un soggiorno dedicato a visite aziendali, alternate da momenti  fare esperienze che gli consentano di arricchire il propriod’aula, dove i docenti della Bangor Business School si curriculum e renderlo più “spendibile”;confronteranno con i ragazzi del Job Master IFOA.Nell’ottica di offrire una didattica in linea con quelle che sono le  acquisire competenze personali e professionali;istanze del mondo professionale, il Job Master IFOA proponeun momento dedicato al miglioramento ed uso della lingua  conoscere la struttura e le dinamiche specifiche dell’aziendainglese e al confronto con realtà produttive europee. ospitante.Fondata nel 1884, la Bangor University è una delle tre A seconda degli interessi e delle richieste dei partecipanti, loUniversità federali che formano la University of Wales. Oggi stage potrà svolgersi presso aziende italiane, oppure all’esterovi studiano più di 10.000 studenti ogni anno, (iscritti sia a (ad esempio presso aziende straniere o filiali di imprese italianecorsi di laurea che ai master/percorsi di specializzazione all’estero, ma anche presso enti, istituzioni, uffici di ricerca qualipost laurea), e lo staff è costituito da oltre 2.000 persone. Uffici ICE, Camere di Commercio Italiane all’estero ecc ecc.).La Bangor University è composta da sei college: Per l’intera organizzazione del percorso di stage, il partecipante è costantemente supportato dal tutor IFOA che, in accordo con Arts & Humanities il tutor aziendale: Business, Social Sciences and Law  definisce il progetto formativo, Education and Lifelong Learning  aiuta il partecipante nella migliore scelta possibile per la Natural Sciences propria crescita professionale; Health and Behavioural Sciences Physical and Applied Sciences  esplicita le competenze da raggiungere alla fine del percorso;  valuta l’andamento dello stage in itinere e al termine delloDurante il campus i partecipanti al Job Master IFOA in Food stesso.Marketing e Comunicazione nell’Agro- Al i m e n t a r esaranno ospitati presso una delle Halls of Residence dellaBangor University.Nella quota di partecipazione al Job Master sono giàinclusi: Volo aereo andata e ritorno dall’Italia al Regno Unito Trasferimento in pullman da aeroporto di arrivo a Bangor e ritorno Pernottamento in stanze singole o doppie presso una delle Halls of Residence della Bangor University Lezioni tenute da docenti della Bangor Business School Visite aziendali Trasferimento da Bangor alla sede delle aziende visitate e 12
  • 13. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare8. I PROFESSIONISTI IN AULA istituzionale (relazioni esterne, relazioni media e ufficio stampa,I docenti sono tutti professionisti, laureati in diverse discipline, crisis management) e alla organizzazione di eventi speciali. Dalche da anni operano nell’area Agro-Alimentare: liberi 2001 collabora con IFOA per la progettazione e realizzazione diprofessionisti, consulenti e dirigenti che hanno acquisito corsi di comunicazione d’impresa e relazioni pubbliche.un’esperienza significativa nelle proprie aree di competenza.Tutti formatori di grande spessore professionale, provengono VINCENT CORSENTINOda lunghe e significative esperienze in azienda ed adottano Laureato in Biologia presso la Wittenburg University - Springfieldun approccio didattico caratterizzato da alternanza tra teoria e Ohio USA, ha svolto attività da ricercatore medico presso ildiscussione di casi aziendali, una metodologia particolarmente National Institutes of Health - Bethesda MA USA. Lavora daefficace che assicura un apprendimento graduale e completo oltre 25 anni presso diverse università, istituti di formazione edelle materie. aziende come consulente linguistico specializzato, sia in ambito tecnico-scientifico (ingegneria meccanica ed informatica, CAD-I docenti IFOA sono coordinati direttamente dal Responsabile CAM, biotecnologia, chimica, fisica e medicina) che economicodel progetto e dal Tutor delegato e sono soggetti a continuavalutazione secondo gli standards del Sistema di Qualità ISO (economia, finanza, acquisti-vendite, marketing e contabilità).9001:2008 di IFOA, da parte del team didattico. Ha creato e gestisce corsi d’inglese online e FAD (Formazione a distanza) per diversi settori specializzati. Vanta unaIl corpo docente del Job Master in FOOD MARKETING E collaborazione ventennale con IFOA come docente d’inglese.COMUNICAZIONE NELL’AGRO-ALIMENTARE è composto daiseguenti professionisti: EMANUELA DALLATANA Consulente Direzionale e Formatore area Marketing,GIANFRANCO ARDENTI Comunicazione e Vendite per primarie aziende nazionali.Sociologo – analista dei mercati, consulente aziendale e E’ stata Marketing Manager per Barilla Dolciaria e Productformatore area commerciale e marketing, titolare della Sima Manager di Barilla Deutschland,.Collabora come docente& Co. società di consulenza aziendale e di fornitura di servzi presso diverse Università italiane e enti di formazione. E’ autriceprofessionali alle aziende. Marketing Manager e Area Manager di diverse pubblicazioni in area marketing.per i paesi sud americani e asiatici presso B.S.A. GIORGIO GANDELLINIDUCCIO CACCIONI Laureato in Giurisprudenza, ha conseguito un Certificat enResponsabile Marketing & Qualità - Direzione Centro Agro- Economie de l’Entreprise alla Sorbona di Parigi e un MBA conAlimentare – Mercati Generali di Bologna (CAAB Mercati). specializzazione in Marketing Internazionale alla ColumbiaArticolista pubblicista su periodici del Gruppo Sole 24 Ore e Graduate Business School di New York. È consulente eedagricole. docente di Marketing Strategico e Internazionale, già ricercatorePresidente della Commissione di Borsa per i prodotti ortofrutticoli alla Manchester Business School e allo Henley Managementbiologici della Camera di Commercio di Bologna. Consulente College e docente universitario in Italia, Francia, UK, USAper Organismi Internazionali in programmi di sviluppo rurale e numerosi Paesi emergenti. E’ stato inoltre Professore die valorizzazione produzioni agro-alimentari. Strategic Management nei programmi Master dell’EcoleMARCO CURTI Supérieure de Commerce di Grenoble, ove svolge tuttora, inHa maturato una lunga esperienza come Export Manager e collaborazione con la Newcastle University, attività di ricercaDirettore Commerciale, ed è stato Responsabile del Nucleo nell’area dell’impatto delle nuove tecnologie dell’informazioneMarketing, Vendite e Commercio Internazionale di IFOA per sulla competitività internazionale delle PMI.oltre dieci anni. Socio fondatore e partner operativo di società di LUCA GAZOCCHIconsulenza di direzione, è esperto di progettazione e consulenza Consulente Direzionale di Gruppo Fini e di CDN FOOD &formativa sulle aree del marketing e della strategia di impresa. RESTAURANT e partner della società BKey consulting. E’ statoLORELLA CENSI Direttore Marketing Italia e nello specifico: responsabile delleLavora da oltre 15 anni nel settore della comunicazione d’impresa attività di Marketing, Media Buying and Consumer Promotionprima come senior account in Homina, agenzia di Relazioni di Kellogg’s Italia S.p.a., Global Marketing Director del GruppoPubbliche, poi, dal 2000, è consulente in comunicazione e Fiat Auto - Maserati S.p.a., Marketing Manager Italia dellarelazioni pubbliche per imprese, associazioni, enti e Istituzioni. Danone Italia S.p.a. e Category Director di Barilla G.R. F.lli.Con una formazione fortemente orientata alla comunicazione 13
  • 14. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-AlimentareCORRADO GIACOMINI ALFONSO PACEProfessore ordinario di Economia Agro-Alimentare presso Metodi Quantitativi e Information Technology per il Managementla Facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Parma. Già sono la sua specialità. Fondatore e partner della società dicomponente del Consiglio di Presidenza della SIDEA (Società consulenza Nestplan Europe srl, si occupa della progettazioneItaliana di Economia Agraria) e del Comitato Direttivo dell’INEA di sistemi informativi di marketing e di modelli di simulazione(Istituto Nazionale di Economia Agraria). Ha ricoperto incarichi a supporto dei processi di pianificazione strategica. E’ autoredi consulenza per il MIPA, la Regione Veneto e la Ragione di testi sul marketing strategico e di sistemi di simulazione eEmilia Romagna. Ha svolto e svolge attività di ricerca per l’INEA, business game anche per conto dell’ICE.l’ISMEA, il CNEL e l’OCDE. Preside della Facoltà di Economia FRANCESCO RAIMONDIdell’Università di Parma dal 1993 al 1999. Autore di numerose Tecnico Informatico con qualifica di docente ed esaminatorepubblicazioni su questi argomenti. ECDL, vanta una specializzazione pluriennale in informaticaALESSANDRO GRECU applicata in ambiente Microsoft, sia come docente che comeConsulente di direzione, area Operations e Sistemi di getione, analista informatico. Quale perito informatico svolge attivitàregolarmente iscritto al APCO Associazione Professionale dei di verifica e di consulenza in merito all’ammissibilità ed allaConsulenti di Direzione ed Organizzazione. Project Manager congruità di progetti ammessi a finanziamenti pubblici.dello studio di consulenza SCC Studio Grecu Consulting. E’ ALESSANDRO RICCOMINIstato product owner di TPCA Tetra Pak Cartoon Ambient. Diplomato all’Istituto Europeo di Design (Milano) con il massimoLUCA LANINI dei voti e vincitore del premio per la realizzazione di unaConsulente, formatore e docente universitario sui temi della campagna affissioni per (Centre Culturel Francais, Goethelogistica e del supply chain management per il sistema agro- Institut, British Council) – il diploma è equiparato alla laurea peralimentare (logistica, rintracciabilità, marketing management). la Regione Lombardia. Ha collaborato come libero professionistaDal 2008, direttore scientifico del corso IFTS-FSE “tecnico con svariate agenzie pubblicitarie e di comunicazione emilianesuperiore per la logistica integrata”, Forpin-Confindustria e lombarde. Dal 2007 è Direttore tecnico in Aicod Azienda perPiacenza. Dal 2001, docente di logistica e marketing l’Informazione e la Comunicazione Digitale.agroalimentare, Istituto Agronomico Mediterraneo di Zaragoza COSIMO SCARAFILE- CIHEAM. Laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’UniversitàGIOVANNI LAURETTA di Firenze, ha condotto a Londra studi di specializzazione inLa sua carriera professionale ha inizio nel settore finanziario Economia, Portfolio Management, Marketing Bancario e halavorando all’interno di un Istituto Bancario per il quale ha affinato in Italia, attraverso master, le proprie competenze inricoperto diverse mansioni fino a quella di Vice Direttore di filiale Finanza, Amministrazione e Controllo.passando attraverso l’area Marketing e sviluppo. Dopo di che E’ libero professionista nella consulenza aziendale e nellaha ricoperto la carica di Presidente in una società operante formazione professionale nel settore della comunicazionenel turismo internazionale sviluppando per essa le politiche d’impresa e della gestione delle risorse umane. Collabora,aziendali specifiche al Marketing. Oggi è partner in uno Studio di attraverso società di formazione specializzate, con i maggioriconsulenza specializzato in Marketing e vendite e svolge, oltre istituti di credito nazionali, per i quali struttura progetti di marketingche all’attività di consulenza per vari settori merceologici, anche bancario, marketing relazionale e strategie di sviluppo.quella di docente per diversi Enti di formazione Professionale. FRANCO TORELLICARLO MAGRIN Laureato in Economia, è docente universitario di metodologieLaureato in Scienze Politiche, opera come docente e consulente statistiche. Esperto in ricerca di mercato, svolge attivitànel campo dell’organizzazione e della gestione delle risorse di consulenza per aziende, istituti di ricerca, pubblicheumane. amministrazioni. È docente Ifoa da oltre 20 anni nell’areaLa sua formazione si è sviluppata nell’ambito dell’organizzazione delle ricerche di marketing e dei metodi quantitativi. Collabora,e della direzione del personale, in aggiunta alla specializzazione sempre nel ruolo di docente, con il Ministero Italiano dellauniversitaria. Ha frequentato svariati corsi con docenti di livello Funzione Pubblica e con l’ICE - Istituto Nazionale per ilnazionale ed internazionale sui temi tipici dell’organizzazione Commercio Estero. È collaboratore del mensile Largo Consumoe della gestione delle risorse umane. Ha maturato esperienzesignificative come direttore del personale di importanti aziendeitaliane (Montedison, Api, Aprilia). Attualmente svolge attività didocenza sui temi sopra citati ed è consulente di direzione inimportanti progetti di riorganizzazione aziendale. 14
  • 15. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentareper lo svolgimento di indagini di mercato, e co-autore di diversepubblicazioni su questi temi.MARCO ZANNILaureato in Legge, ha frequentato corsi di specializzazione inItalia e all’estero. Dopo aver operato come capo progetto insocietà di consulenza di direzione aziendale, da oltre 10 anniè titolare di uno studio di consulenza e formazione nelle areemarketing e gestione vendite.Vanta una collaborazione ventennale con IFOA come docente diriferimento sui moduli di Marketing, Comunicazione d’impresa,Tecniche e Strategie di vendita.MARCO ZUPPIROLIProfessore associato di Economia e Politica Agraria pressola Facoltà di Economia dell’Università degli studi di Parma. Afianco dell’attività didattica, opera in diversi gruppi di ricercasia italiani che internazionali. Dal novembre 1999 partecipa,come referente italiano, alla rete europea organizzatadall’Osservatorio “AgroIndustria e Grandi Colture” di Parigi per ilmonitoraggio delle politiche agricole. Dal 2001 è il Responsabiledell’Unità Formativa “Sistema Agro-Alimentare e commerciointernazionale” che, con altre tre, compone il Master Universitarioin “Commercializzazione e logistica dei prodotti agro-alimentari”attivato dalla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi diParma. Dal settembre 2002 partecipa al progetto comunitarioALFA-REALCES per l’organizzazione ed il funzionamento diuna rete tra Università europee e latino-americane per scambidi studenti nell’ambito delle discipline connesse ai sistemi agro-alimentari. Autore di numerose pubblicazioni. 15
  • 16. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare9. PARTECIPAZIONI AZIENDALIPARTNER ISTITUZIONALIPARTNER AZIENDALI 16
  • 17. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare10. QUOTA DI PARTECIPAZIONE Ifoa si riserva di non attivare il Job Master in caso il numero E MODALITÀ DI ISCRIZIONE dei partecipanti sia inferiore al numero programmato.La partecipazione al Job Master è subordinata al superamento In caso di iscrizioni effettuate entro e non oltre il 15 Novembredelle prove di selezione previste: 2011 (fa fede il timbro postale di spedizione oppure la data di invio via fax) sarà praticato uno sconto del 5% sulla quota di- preselezione curriculare partecipazione al Master (che verrà scontata dalla prima rata).- prova attitudinale- una o più prove tecniche a seconda del Master scelto Il Job Master in FOOD MARKETING E COMUNICAZIONE- colloquio motivazionale NELL’AGRO-ALIMENTARE prevede una quota di partecipazione pari a € 6.900,00 (esente iva), che dovràe si intenderà perfezionata solo con il versamento della quota essere versata tramite:di partecipazione. assegno bancario intestato ad IFOA;L’ammissione alla prova attitudinale di ingresso è subordinata assegno circolare;al versamento di un importo di € 50,00 quale iscrizione alle bonifico bancario da effettuarsi sul cc Credito Emilianoselezioni, da effettuarsi contestualmente alla consegna/ – sede di Reggio Emilia, BBAN IT 39 O 03032 12800invio della scheda di iscrizione, contenuta nel presente 010000049986, precisando obbligatoriamente la causale:documento o scaricabile dal sito www.IFOA.it, tramite: “Iscrizione al Job Master FOOD MARKETING E COMUNICAZIONE NELL’AGRO-ALIMENTARE” assegno bancario intestato ad IFOA; bonifico bancario da effettuarsi sul cc Credito Emiliano La fattura verrà emessa dopo il ricevimento della quota di – sede di Reggio Emilia, BBAN IT 39 O 03032 12800 partecipazione, secondo i dati forniti dal richiedente sulla 010000049986, precisando obbligatoriamente la causale: domanda di iscrizione. “Iscrizione alle selezioni del Master FOOD MARKETING E COMUNICAZIONE NELL’AGRO-ALIMENTARE” Il pagamento della quota di partecipazione potrà avvenire in tre rate.Tale somma viene versata a titolo di caparra e costituiscegaranzia dell’effettiva successiva partecipazione al Master. La quota include:In caso di ammissione al Master, l’importo di € 50,00 sarà  lezioni d’aulaconsiderato come acconto sul prezzo e dedotto in sede di  testimonianze e visite aziendalipagamento della fattura relativa alla prima rata di partecipazione.  materiale didattico (dispense create ad hoc dai docenti e testi di approfondimento)Nel caso in cui il candidato non si presenti alla selezione, siritiri o non superi la stessa, o nel caso in cui il Master non parta  esperienza di team building in outdoor trainingper insufficiente numero di allievi, la somma versata di € 50,00  business campus all’estero di una settimanasarà comunque trattenuta da IFOA a copertura delle spese diselezione.  stage aziendale Sono previste per ciascun Master IFOA diverse borse diNel caso in cui il potenziale partecipante decida di concorrere studio a parziale copertura della quota di partecipazione,per le selezioni di più Master IFOA, dovrà versare tante quote che verranno assegnate in base ai risultati della graduatoria didi iscrizione (pari a € 50,00) quante sono le selezioni a cui è selezione.iscritto. I Master IFOA sono finanziabili attraverso:La domanda di iscrizione alle selezione debitamente compilatadovrà essere inviata entro e non oltre il 15 Dicembre 2011 a:  Voucher formativi messi a disposizione da alcune Regioni. IFOA Via Guittone d’Arezzo, 6 - 42100 Reggio Emilia Ufficio Informazioni – Divisione Master IFOA supporta inoltre i candidati interessati nella ricerca di altre forme di finanziamento/agevolazione, sia per la Per informazioni: www.ifoa.it copertura delle spese di iscrizione che per quelle di vitto e E-mail: master@ifoa.it alloggio durante lo svolgimento del Master, quali ad esempio: numero verde: 800 915108 Fax: 0522 329283 17
  • 18. job Master Food Marketing e Comunicazione nell’Agro-Alimentare Prestiti personaliPer coprire o integrare il costo della quota di partecipazioneo delle eventuali spese di vitto ed alloggio necessarie perfrequentare il Master, l’allievo potrà rivolgersi ad Istituti di Creditoche dispongano di strumenti finanziari ad hoc. Ifoa è disponibilea fornire ai propri allievi interessati i riferimenti degli Istituti diCredito con cui opera, che dispongono di strumenti finanziariper la delazione delle quote di partecipazione a Master PostLaurea. 18