Your SlideShare is downloading. ×
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Gym & Coaching 4 Business
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Gym & Coaching 4 Business

191

Published on

www.ideamanagement.it - Brochure di presentazione Gym & Coaching 4 Business

www.ideamanagement.it - Brochure di presentazione Gym & Coaching 4 Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
191
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. GYM & COACHING 4 BUSINESS“il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali” Per sviluppare competenze manageriali... Per riflettere su alcuni temi caldi… Per sentirsi meno soli nell’esercizio del ruolo manageriale… VISION Sviluppare le competenze manageriali condividendo esperienze e best practice Apprendere con il gruppo per migliorare come professionista MISSION Perseguire l’innovazione nello sviluppo delle competenze manageriali Privilegiare il meta apprendimento Integrare l’apprendimento in team alle attività di coaching
  • 2. In un mercato dinamico e competitivo, le aziende oggi hanno bisogno di manager in grado dicorrere con velocità “sostenibile” per garantire il raggiungimento del risultato attraverso ilbenessere organizzativo. I manager hanno bisogno di costruire, sviluppare e condividerecapacità manageriali confrontando e capitalizzando esperienze. LE COMPETENZE BERSAGLIOGYM & COACHING 4 BUSINESS si focalizza sullo sviluppo di 8 capacità di comportamentomanageriale: problem solving intuitivo pensiero comunicazione prospettico gestione delle gestione dei divergenze collaboratori controllo esercizio della leadership negoziazioneQueste capacità costituiscono fattori critici di successo in almeno l’80% dei manager da noivalutati tramite Assessment (più di 10.000 negli ultimi 2 anni). 2
  • 3. IL PERCORSO LA FORMULA GYM & COACHING 4 BUSINESS LEARNING BY DOING & LEARNING BY THINKINGSviluppare capacità manageriali con una formula innovativa PERSONALIZZAZIONE DELL’APPRENDIMENTO M2M: MANAGER 2 MANAGER CONDIVISIONE DELLE ESPERIENZE 3
  • 4. I PASSI PER APPRENDERE DI GYM & COACHING 4 BUSINESS1) ATTIVAZIONE 3) ATTIVAZIONE 2) ALLENAMENTO SU 4) ATTIVITA DIATTIVITA ON LINE ATTIVITA ON LINE CASI REALI COACHINGPRE-PALESTRA POST PALESTRA Al partecipante viene inviata una personale PW per poter attivare il suo spazio di lavoro nel sito GYM & COACHING Potrà scaricare il materiale per prepararsi alla palestra: dispense ed esercitazioni Due giorni di allenamento su casi reali con un facilitatore e il contributo degli altri manager Possibilità di continuare il confronto sui casi reali attraverso il portale on line Possibilità di scaricare dal portale materiale di approfondimento Specifici incontri di coaching per rinforzare l’apprendimento e rafforzare la competenza bersaglio 4
  • 5. WORKSHOP POMERIGGIO CON IDEA appuntamenti dedicati alla ricerca aggiornamento e innovazione Incontri monotematici sui temi dell’esercizio manageriale ciclo “CAPIRE I SENTIMENTI”I temi realizzati:- Milano 4 ottobre 2012INVIDIA nelle Organizzazioni costi emotivi e costi economici - Milano 30 gennaio 2013IL TRADIMENTO….IMPREVEDIBILITA’ CRUDELTA’ AMBIGUITA’ NELLE RELAZIONI AZIENDALII prossimi temi: - Autostimami …… la fiducia in sé - La gestione del tempo in carenza di tempo - La gestione dello stress 5
  • 6. I DOCENTI Il Team dei docenti collabora con il comitato esecutivo per la definizione ed integrazione delle migliori metodologie didattiche in ottica di innovazione e sperimentazione. Spetta al comitato docenti la formulazione di proposte didattiche e di contenuto al comitato esecutivo.PARLAMI CAPO: ERRORE AMICO MIO:Maurizio Di Feo Massimo CasoliHR Manager presso Bper Services Consulente in organizzazione, formazione e sviluppo delle risorse umaneCHIEDI E TI SARÀ RISPOSTO: NEGOZIAZIONE:Carlo Pettinelli Fabio LiscaDirettore del Personale, Executive & Team Coaching,Executive Coach & Trainer Consulenza managerialeORGOGLIO E PREGIUDIZIO: INTUITO A BORDO:Alessandro Magnanensi Francesco MartelliConsulente e docente universitario, Director at Intuition Training,Executive Coach Formazione professionaleLEADERSHIP: MA QUANTO MIMIND SHIFT:MI COSTI?: AnAngela GalloMario Perini Ideamanagement Human CapitalAssociazione IL NODO group,Member at InternationalSociety for the Psychoanalytic Study of Organizations 6
  • 7. IL BOARD DEI PARTNER ASSOCIATI Il gruppo dei partner associati è composto da un gruppo di imprese innovative di successo che collaborano con la Scuola in maniera sistematica alla ricerca e progettazione delle tematiche. Persone e culture aziendali diverse che dialogano e integrano le rispettive competenze, aspettative e progetti che rappresentano l’organismo di indirizzo della Scuola attraverso la consultazione continua e la condivisione di idee. IL COMITATO ESECUTIVO La Scuola è guidata da un comitato composto da manager delle aziende associate, professionisti e accademici in carica per 2 anni che collaborano con la Direzione di Ideamanagement per formulare le strategie, le linee guida e la programmazione dei percorsi di Gym & Coaching 4 Business. Il comitato rappresenta anche l’organo di indirizzo e controllo della Scuola. Spetta al comitato la redazione del documento programmatico annuale e della relazione consuntiva annuale al board dei partner associati.Gallo Mario Greganti Fulvia Frattininagement.it mario.greganti@canali.it f.frattini@ideamanagement.it Sandra Ermacora Ilenia Montanari Afsoon Neginy sandra.ermacora@fastweb.it ilenia.montanari@gruppoiren.it afsoon.neginy@thecolomergroup.com 7
  • 8. PROGRAMMA DELLE PALESTRE 11 e 12 Aprile 2013 9 e 10 Maggio 2013 13 e 14 Giugno 2013 18 e 19 Luglio 2013 NEGOZIAZIONE ORGOGLIO E PREGIUDIZIO ERRORE AMICO MIO LEADERSHIP:MA QUANTO (le opportunità della (gestire i conflitti e superare i (l’errore nel processo di MI COSTI? negoziazione, strategie e contrasti interpersonali) apprendimento) (i costi emotivi dellatattiche nel processo negoziale) leadership) La gestione di alcune tipologie Gli errori di percezione, gli stiliAllenare la capacità di di conflitto personale e tra cognitivi e i modelli mentali; le Lesperienza di essere leader; ilnegoziazione per coglierne gruppi; i comportamenti che cause dell’errore; l’accettazione costo umano della leadership;vantaggi e «costi»; analizzare le creano difficoltà emotiva nelle dell’errore e l’apprendimento radici emozionali dellarelazioni tra negoziazione e le situazioni conflittuali; gli stili di dall’errore; la comunicazione leadership; leadership tracapacità che la sostengono o la gestione del conflitto funzionali dell’errore e il colloquio per laostacolano; I tool di lavoro della e disfunzionali. gestione dell’errore stesso. pensiero e azione; differenza tranegoziazione. leadership e management 26 e 27 Settembre Ottobre 2013 Novembre 2013 Dicembre 2013 MIND SHIFT PARLAMI,CAPO.. L’INTUITO A BORDO CHIEDI E TI SARA’ RISPOSTO (il pensiero prospettico per (la gestione dei feedback con i (problem solving intuitivo per (l’arte delle domande per guardare il domani) collaboratori) produrre cambiamenti) potenziare la comunicazione)Cosè il Pensiero Prospettico e le Il colloquio come momento Principi, strategie e tecniche per L’arte delle domande: la finalitàrelazioni che intercorrono con centrale del percorso di aumentare lintuito e trovare e la struttura; domande ealtri "pensieri cugini"; affrontare valorizzazione e sviluppo dei risposte efficaci ai problemi e processo di sviluppo; lela formulazione di ipotesi e di collaboratori; quando e come sviluppare la capacità di metafore nelle domande; lescenari futuri, mediante comunicare con i collaboratori; pensiero prospettico. domande potenti.limpiego di apposite le dinamiche relazionali; ilmetodologie; come potenziare il proprio stile di conduzione di unPensiero Prospettico. colloquio. 8

×