ROMANICOROMANICO
 Trova le proprie radici nelle nuove condizionisocio-economiche dell’Europa, al progredire delsistema Feudale in quello C...
I LINGUAGGIDELL’ARTEARCHITETTURAARTEROMANICA L’architettura è il linguaggio artistico chemaggiormente si sviluppa nel per...
 Centro della vitacittadina Struttura complessasia in pianta che inalzato (articolazione indiversi livelli: cripta,navat...
CHIESE E CATTEDRALI IN EUROPA E IN ITALIA Alcune costruzioni come Saint-Etienne in Normandia, la cattedrale diDurham in I...
 Italia Centrale: Gli esempi più interessanti li troviamo a Pisa nel campodei Miracoli, e a Firenze con il Battistero e S...
 Edificata su unapreesistente basilicapaleocristiana devel’aspetto attuale a unaserie di interventisuccessivi terminati n...
I LINGUAGGIDELL’ARTESCULTURAARTEROMANICA Originariamente subordinata all’architettura erausata per decorare gli edifici r...
WILIGELMO (DUOMO DI MODENA)
I LINGUAGGIDELL’ARTEPITTURAARTEROMANICA Non mostra grosse novità nei modi, negli stili e neicaratteri, rispetto all’arte ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

L'arte romanica

751

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
751
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'arte romanica

  1. 1. ROMANICOROMANICO
  2. 2.  Trova le proprie radici nelle nuove condizionisocio-economiche dell’Europa, al progredire delsistema Feudale in quello Comunale e alla riformadegli ordini religiosi Richiamo alla tradizione classica romana Materiali, tecniche e caratteristiche diverse aseconda dell’area geografica Corrispondenza del costruito all’ambiente naturale Rinnovamento delle tecniche costruttive Forme poderose e robuste Circolazione delle maestranzeIl termine“Romanico” fuconiato agli inizidell’800 damedioevalistifrancesi per definirel’arte dell’XI e XIIsec., che per moltiaspetti faceva ancorariferimento all’arteromana e che simetteva in relazionecon la lingua e laletteratura romanzeROMANICO: COSA E QUANDOProduzione artistica sviluppatasi tra l’ XI e il XIIsec., con caratteri riconoscibili e simili inarchitettura, pittura e sculturaROMANICO : DOVEIn un’ampia area geografica cha va dalla Spagna allaFrancia, dall’Italia alla Germania, dall’Inghilterraalla ScandinaviaROMANICO : CARATTERISTICHE
  3. 3. I LINGUAGGIDELL’ARTEARCHITETTURAARTEROMANICA L’architettura è il linguaggio artistico chemaggiormente si sviluppa nel periodo Romanico, lapittura e la scultura servivano per il suocompletamento Lo sviluppo dell’architettura è strettamenteconnesso al rifiorire delle città e al fermento religiosoche interessò il Basso Medioevo. Nelle città e nei borghi sorgevano edifici civili ereligiosi, mentre le campagne si arricchivano diabbazie e pievi. Si riprendono le tecniche costruttive del passato masi sviluppano con originalità per renderle funzionalialla costruzione di edifici grandiosi. Gli edifici in cui si evidenzia maggiormente l’abilitàe l’inventiva di architetti e maestranze romanichesono gli edifici religiosi (chiese, cattedrali, abbazie) I committenti di queste nuove costruzioni eranosolitamente autorità ecclesiastiche coadiuvate nobili eborghesi. Che non poteva intervenire economicamentecollaborava con la manovalanza. Cattedrali, Chiese, Monasteri, Abbazie ……
  4. 4.  Centro della vitacittadina Struttura complessasia in pianta che inalzato (articolazione indiversi livelli: cripta,navate, presbiterio) Pianta a croce latinacon tre navate divise dapilastri a fascio uniti daarchi a tutto sesto esormontati da capitellidecorati con sculture Copertura con volte acrociera rinforzate dacostoloni (lo spaziocoperto da ogni volta èchiamato campata) All’incrocio tra navatee transetto si eleva iltiburio sul quale poggiala cupola.CHIESE ECATTEDRALI
  5. 5. CHIESE E CATTEDRALI IN EUROPA E IN ITALIA Alcune costruzioni come Saint-Etienne in Normandia, la cattedrale diDurham in Inghilterra e quella di spira in Germania rappresentano dei modellidi costruzione tipicamente romanico. In esse infatti si concretizzano lesoluzioni strutturali più avanzate, gli impianti planimetrici più complessi eproporzioni veramente grandiose In Italia l’architettura Romanica si presenta con varie tipologiearchitettoniche (piante, facciate decorazioni) a causa delle diverse culture edell’utilizzo di materiali da costruzione locali diversi da regione a regione. Italia Settentrionale: presenta un carattere unitario influenzato dallesoluzioni provenienti dall’Europa. Esempi: Sant’Ambrogio a Milano, SanMarco a Venezia, Duomo di Modena.
  6. 6.  Italia Centrale: Gli esempi più interessanti li troviamo a Pisa nel campodei Miracoli, e a Firenze con il Battistero e San Miniato al Monte Italia Meridionale: si fondono diversi influssi e tendenze. Componentipisane, lombarde e transalpine si fondono con motivi di derivazionebizantina e araba. Cattedrale di Trani, Duomo di Amalfi, Duomo diMonreale.
  7. 7.  Edificata su unapreesistente basilicapaleocristiana devel’aspetto attuale a unaserie di interventisuccessivi terminati nelXII sec._1_Pianta longitudinalesenza transetto, presentatre navate chiuse daabsidi, e precedute da unquadriportico della stessadimensione della basilica. _2_L’interno èorganizzato in tre zone, inbase alle diverse funzioni:navate e gallerie per ifedeli, cripta per lereliquie, e coro per imonaci._3_La facciata acapanna a due spioventi èfiancheggiata da duecampanili, presenta dueordini di archidivisi da lesene ecolonnine.APPROFONDIMENTO: LA BASILICA DI SANT’AMBROGIOA MILANO11http://www.visual-italy.it/IT/lombardia/immersiva/?id=8#n332233
  8. 8. I LINGUAGGIDELL’ARTESCULTURAARTEROMANICA Originariamente subordinata all’architettura erausata per decorare gli edifici religiosi (Facciate, Portali,Capitelli, Arredi sacri, Rilegature di testi sacri) Svolgeva una funzione didattica infatti vieneutilizzata per comunicare concetti, raccontare storiesacre, per commuovere e incutere timore (al fedele chemolto spesso è analfabeta) Utilizzava una rappresentazione realistica dellafigura umana (anche se teste e arti risultano molto spessosproporzionati) Le tecniche usate erano il basso e l’alto rilievorifiniti a volte con colori vivaci e ori. Raramente sitrovano sculture a tutto tondo, che si possonoammirare soprattutto nelle deposizioni in legno cheebbero grande diffusione tra il XII e XII sec. per ilbasso costo del materiale e la facile lavorazione. I soggetti erano vari e fantasiosi: Religiosi (Antico e Nuovo Testamento) Profani (Vita quotidiana, alternarsi delle stagioni,segni zodiacali) Floreali o geometrici (matrice classica o bizantina) Bestiario (Mostri, Diavoli, Animali esotici) Maggiori scultori sono Wiligelmo (Duomo di Modena)e Antelami (Duomo di Parma)
  9. 9. WILIGELMO (DUOMO DI MODENA)
  10. 10. I LINGUAGGIDELL’ARTEPITTURAARTEROMANICA Non mostra grosse novità nei modi, negli stili e neicaratteri, rispetto all’arte bizantina della qualeriprende la presentazione frontale dei corpi privi divolume, la prevalenza degli andamenti lineari el’assenza di profondità. Unici elementi di distacco siriscontrano nella resa del movimento e delleespressioni. Utilizzata soprattutto per la decorazione dellepiccole chiese di campagna (pareti, volte, absidi). La tecnica utilizzate era quella dell’affresco,soggetto al deterioramento e alla cancellazione, causadella scarsità di esempi giunti fino a noi.I soggetti erano solitamente religiosi, (Cristo inMaestà o Madonna col Bambino). Si comincia anche adusare la pittura sul legno in modo particolare le crocidipinte.Ciclo di affreschi dellachiesa di San MicheleArcangelo Sant’Angelo inFormis (Capua)

×