Ips italiano 02 08
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ips italiano 02 08

on

  • 235 views

 

Statistics

Views

Total Views
235
Views on SlideShare
235
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Ips italiano 02 08 Ips italiano 02 08 Document Transcript

  • IPS BARRIERA INTELLIGENTE A RAGGI INFRAROSSI
  • IPSIPS è una protezione perimetrale a struttura auto portante a raggi infrarossi (Infrared PerimeterSystem), è utilizzato sia per interno che per esterno ed è prodotto per offrire una elevata resi-stenza alle sollecitazioni meccaniche ed agli agenti atmosferici. Utilizza una meccanica adorientamento micrometrico, che permette la massima precisione nellʼallineamento. Inoltreessendo basato su tecnologia a microprocessore, consente lʼeliminazione quasi completa delfenomeno di di-squalifica, grazie ad unʼanalisi intelligente del segnale proveniente dai ricevi-tori. Nel caso in cui il trasmettitore non sia più in grado di comunicare con il ricevitore a causadi fattori atmosferici è previsto un apposito circuito, in grado di determinare lʼauto esclusionedel raggi infrarossi, con conseguente segnalazione dellʼevento. Il ripristino del normale funzio-namento avviene automaticamente con il ristabilirsi delle normali condizioni di visibilità. Alcunimodelli utilizzano il segnale di sincronismo che li rende immuni da eventuali tentativi di acce-camento.I modelli attualmente disponibili sono provvisti di trasmettitori e ricevitori a raggi singoli o araggi doppi. Funzionamento Il trasmettitore invia al ricevitore impulsi a luce infrarossa e contemporaneamente un segnale di sincronismo tramite cavo. Il ricevitore di conseguenza, elabora lʼimpulso infrarosso esclusivamen- te nel momento in cui riceve il consenso elettrico via cavo, Io stesso non riconoscendo la luce con- tinua, fa risultare IPS indifferente ai raggi solari. La massima portata di IPS è di 250 m in ambien- ti interni e di 200 m in ambienti esterni. I raggi sono collegati ad un concentratore che gestisce su un unico cavo fino ad massimo di 8 coppie ed invia il segnale di sincronismo ad unʼapposita sche- da elettronica pronta ad analizzarne i valori ottenuti. A questo punto, il concentratore attraverso le sue uscite, abilita i trasmettitori associandoli correttamente. Eʼ inoltre possibile collegare i su detti concentratori, in rete fra di loro fino ad un numero massimo di 64, e di conseguenza proteggere perimetri molto ampi. Quando la visibilità tra trasmettitore e ricevitore tende a diminuire, a causa di fattori atmosferici, il sistema amplifica il segnale ricevuto aumentandone lʼintensità fino a 50 volte rispetto al valore normale.
  • Versioni disponibili IPS150-250 Caratteristiche La serie 150 è disponibile nei seguenti modelli: con disqualifica senza circuito di sincronismo e con disqualifica e circuito di sincronismo. Caratteristica peculiare del secondo modello è lʼutilizzo di un segnale di sincronismo su filo che lo rende pra- ticamente immune da eventuali tentativi di accecamento. Entrambi i modelli pre- vedono un apposito circuito di disqualifica il quale, in caso di nebbia, pioggia, neve, ecc., determina lʼautoesclusione del raggio infrarosso, con segnalazione tramite uscita open-collector dellʼavvenuta disqualifica. Il ripristino del normale funziona- mento avviene automaticamente con il ristabilirsi delle normali condizioni di visibi- lità. Va inoltre specificato che la serie 150 è provvista di trasmettitori e ricevitori che utilizzano dei raggi singoli, mentre la serie 250 utilizza dei raggi doppi. Quindi usando la serie 250 si riduce la generazione di falsi allarmi in quanto la segnala- zione avviene solo se tutti e due i raggi vengono interrotti contemporaneamente. Funzionamento Il modulo trasmettitore TX invia al modulo ricevitore RX impulsi a luce infrarossa quando riceve il segnale di sincronismo tramite cavo elettrico proveniente dal modulo RX. Il modulo ricevitore RX elabora lʼimpulso infrarosso esclusivamente nel momento in cui ha trasmesso il consenso elettrico via cavo (segnale di sincronismo). Il ricevitore non riconosce la luce continua (non modulata) sia infrarossa che visibile, risultando indifferente ai raggi solari. Il segnale di allarme è disponibile in morsettiera tramite i contatti di un relè. La massima portata di IPS150/IPS250 è di circa 150 mt in ambienti interni e di circa 100 mt in ambienti esterni. IPS40-60/IPS4000-6000 Caratteristiche Le serie 40 e 60 adottano lo stesso tipo di meccanica (ad orientamento microme- trico) della serie 150 e 250, che consente un allineamento dei raggi sia orizzonta- le che verticale. Sono realizzati con tecnologia a microprocessore, e sono dotati del controllo auto- matico del guadagno per la gestione dellʼintensità del raggio, in modo da ovviare alle problematiche di disqualifica dovute a condizioni climatiche critiche. IPS40 e IPS4000 utilizzano trasmettitori e ricevitori che sono composti da raggi singoli, mentre IPS60 e IPS6000 sono composti da raggi doppi, che permottono di ridurre ulteriormente la generazione di falsi allarmi in quanto la segnalazione avvie- ne solo se i due raggi di una coppia vengono interrotti contemporaneamente. La serie 4000 e 6000 è stata realizzata per essere integrata nella centralizzazione Multiplex2000, quindi i concentratori di questa serie comunicano sulle linee seriali della UCP, mentre la serie 40 e 60 è in versione Stand-Alone.
  • FunzionamentoUn dispositivo a microprocessore, il concentratore, consente di gestire su un unico cavo fino ad 8 coppie di raggi dispo-sti in una o due coppie di colonne.Il concentratore invia il segnale di sincronismo ad un modulo sincronizzatore e questi a sua volta provvede, attraverso lesue uscite ad abilitare ciascun modulo trasmettitore TX ad esso collegato.Il concentratore inoltre è provvisto di una scala a led che consente di effettuare lʼallineamento fra ciascun modulo tra-smettitore ed il corrispondente ricevitore.Le segnalazioni delle 8 coppie di raggi possono terminare su un unico relè di allarme (oltre ad un relè di guasto).Con lʼaggiunta di moduli relè opzionali è possibile assegnare unʼuscita di allarme per ogni singola coppia di raggi. I con-centratori, oltrechè stand-alone (40-60) prevedono la possibilità di essere collegati con un apposito cavo schermato dialimentazione e comunicazione ad una UCP.Ogni UCP può gestire fino a 64 concentratori. I moduli concentratori hanno un codice di identificazione e vengono chia-mati sequenzialmente dallʼUCP. In questo caso gli allarmi di ogni singolo raggio, lʼallarme generale di tratta, le segnala-zioni di disqualifica, tamper e manomissione sono segnalati tramite apposite schede relè.Per mezzo di una connessione RS-232 tra UCP e personal computer e tramite un apposito software di controllo/gestione(Multiplex2000), è possibile visualizzare i livelli analogici provenienti dai raggi infrarossi e quindi facilitare il processo diallineamento, nonché agire in modo semplice ed immediato sulla regolazione delle soglie di allarme, sulla disqualifica,sui tempi di attraversamento, e tutti gli altri parametri.Il software Multiplex2000 inoltre permette di registrare istante per istante i segnali analogici rilevati in ingresso. Vengonoquindi memorizzati sul PC tutti i dati corrispondenti allʼevento verificatosi ed ai suoi 4 secondi precedenti, con la data elʼora corrispondenti. IPS 4000 e 6000 possono essere integrati con tutte le altre protezioni perimetrali.La massima portata di raggi IPS 40 e IPS 4000 è: circa 200 mt in ambienti interni e 150 mt in ambienti esterni, per IPS60 e IPS 6000 circa 250 mt in ambienti interni e 200 mt in ambienti esterni.
  • Componenti IPS40-60Unità periferica (concentratore)Ad esso fanno capo da 1 a 8 coppie di ricevitori.Il concentratore, oltre ad analizzare il segnale ricevuto ed a generare le eventualisegnalazioni di allarme tramite contatti relè, invia il segnale di sincronismo al sincro-nizzatore.SincronizzatoreAd esso fanno capo da 1 a 8 coppie di trasmettori, riceve il segnale di sincronismo dal concentrato-re e attraverso le sue uscite abilita ciascun modulo trasmettitore ad esso collegato.Componenti IPS4000-6000Unità periferica (concentratori PIPS4000, 6000)Ad esso fanno capo da 1 a 8 coppie di ricevitori.Il concentratore, oltre ad analizzare il segnale ricevuto ed a generare le eventualisegnalazioni di allarme, invia il segnale di sincronismo al sincronizzatore.SincronizzatoreAd esso fanno capo da 1 a 8 coppie di trasmettori, riceve il segnale di sincronismo dalconcentratore e attraverso le sue uscite abilita ciascun modulo trasmettitore ad essocollegato.Unità di analisi (UCP)Ad essa fanno capo da 1 a 64 unità periferiche (concentratori). Lʼunità di analisi provvedealla generazione delle segnalazioni di allarme su opportune schede relè. Può inoltre essere collegata ad un personal com-puter per le funzioni di taratura, verifica e messa a punto del sistema.Schede relèLa scheda relè è in grado di fornire 8 segnalazioni programmabili con il software di gestione Multiplex2000.Cavo di collegamentoEʼ il cavo schermato a 4 conduttori che collega le unità periferiche allʼunità di analisi portando alimenta-zione e comunicazione.
  • Configurazioni Raggi multipli sono installati in colonne di varie altezze Più concentratori possono essere collegati ad una unità di controllo perimetrale (UCP) attraverso un cavo BUS dati ed alimentazione Un concentratore può essere collegato a due sincro- nizzatori per fornire la copertura di due zone
  • Architettura Multiplex2000Multiplex2000 è unʼarchitettura di sistema, progettata per integrare e controllare diverse tecnologie e tipologie di sensori.Tutti i sistemi di protezione perimetrale GPS possono essere integrati in tale architettura.Eʼ inoltre dotato di moduli interfaccia I/O indispensabili per gestire ingressi che permettono di raccogliere anche le segna-lazioni di allarme provenienti da sensori già esistenti in campo o di altre case produttrici.LʼUnità di Controllo Perimetrale (UCP), controlla e gestisce tutti i segnali provenienti dalle periferiche remote, inoltrandoliverso gli opportuni dispositivi di segnalazione locali o remoti.Utilizza due linee seriali ad alta velocità (115 kbaud) e il protocollo di comunicazione GPS COM115 per colloquiare con leperiferiche remote.Le due linee possono essere indipendenti o collegate ad anello per garantire continuità di comunicazione con le periferi-che nel caso di sabotaggio o di esclusione di una periferica.Ciascuna UCP può collegare fino a 64 periferiche remote di 16 tecnologie diverse, distribuite in qualsiasi combinazionesulle due linee.Per sistemi di maggiore estensione si possono collegare fra loro fino a 64 UCP. A ciascuna unità periferica possono esse-re assegnate fino a 24 uscite per le segnalazioni di preallarmi, allarmi, guasto, manomissione, ecc.Lʼassegnazione di unʼuscita ad una particolare funzione è programmabile da software in modo estremamente flessibile.LʼUCP può essere collegata ad un personal computer che, tramite un software applicativo in ambiente Windows®, per-mette il monitoraggio in tempo reale dei segnali provenienti dai sensori, la configurazione e la programmazione dei para-metri dei sensori e dei relè, la registrazione degli eventi di allarme e dei relativi segnali analogici dei sensori in campo.
  • Caratteristiche TecnicheDATI GENERALI IPS150/250 IPS40/60 IPS4000/6000Alimentazione 10-18 Vcc 10-13,8 Vcc 24-55 VccLunghezza dʼonda 940 Nm 940 Nm 940 NmAngolo di radiazione 2° 2° 2°Rapporto emissione/riposo 1/400 circa 1/400 circa 1/400 circaDurata impulso 18/22 ms 18/22 ms 18/22 msAlimentazione riscaldatore 12-15 Vac 12-15 Vac 12-15 VacAssorbimento riscaldatore max 300 mA max 300 mA max 300 mATemp. funz. senza riscaldatore -5°C +60°C -5°C +60°C -5°C +60°CTemp. funz. con riscaldatore -30°C +60°C -30°C +60°C -30°C +60°CFILIALI:20151 MILANO (MI) 70125 BARI(BA) 90143 PALERMO (PA)Via De Lemene, 37 Via O. Marzano, 28 Via Croce Rossa, 33Tel- 02 38010307 r.a Tel. 080 5021142 Tel. 091 518886Fax 02 38010302 Fax 080 5648288 Fax 091 6785921gpsmilano@gps-standard.com info.bari@gps-standard.com info.palermo@gps-standard.comCONSOCIATE: UFFICIO VENDITE:GPS Lazio S.r.l. GPS Triveneto S.r.l. GPS Perimeter Systems LTD GPS CINA00040 MORENA (Roma) 37057 San Giovanni Lupatoto (VR) 14 Low Farm Place, Moulton Park Building 1, Rm 5114, No. 1 Sanlihe Rd,Via del Casale Agostinelli, 140 Via Apollo XI, 14 NORTHAMPTON - NN3 6HY - UK HaiDian District, BeiJing 100044Tel. 06 79810077 r.a. Tel. 045 8776000 Tel. (+44) 1604 648344 Tel. (+86) 10 88365095Fax 06 79846980 Fax 045 8753497 Fax (+44) 1604 646097 Fax (+86) 10 88365096 N. doc. IPS/02/08gpslazio@gps-standard.com gpstriveneto@gps-standard.com sales@gpsperimeter.co.uk info@gps-sh.com www.gpsperimeter.co.uk www.gps-sh.com GPS STANDARD S.p.A. Certificazione UNI EN ISO 9001:2000 Fraz. Arnad Le Vieux, 47 11020 Arnad (AO) Tel. 0125 968611 Fax 0125 966043 gpscom@gps-standard.com www.gps-standard.comGPS migliora continuamente le tecnologie dei propri sistemi perimetrali. GPS si riserva di apportare modifiche alle caratteristiche tecniche e ai prezzi senza preavviso. Le informazioni fornite in questo strumento possono essere soggette a modifiche e/o errori. Per informazioni dettagliate, contattare il vostro rappresentante GPS.