Your SlideShare is downloading. ×
2. lezione ss   piattaforme distribuzione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

2. lezione ss piattaforme distribuzione

46
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
46
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. 2. Gli editori italiani e l’eBook: le piattaforme di distribuzione SAPIENZA UNIVERSITA’ DI ROMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE, LINGUISTICO-FILOLOGICHE E GEOGRAFICHE SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI Insegnamento: INFORMATICA PER GLI ARCHIVI E LE BIBLIOTECHE Modulo integrativo INFORMATICA PER LE BIBLIOTECHE Anno accademico 2012-2013 1
  • 2. Nuove piattaforme di distribuzioneA partire dal 2010 lattenzione di tutti gli editorisi è concentrata sullattivazione di piattaformeon line di distribuzione di titoli elettronici e nelcorso di pochi mesi si è avuta la nascita dinuove infrastrutture made in Italy destinate alladistribuzione di eBook. 2
  • 3. L’offerta on line: piattaforme e stores 3
  • 4. Il progetto Giunti - IBS• La prima realizzazione è stata quella di Giunti Editore, che a maggio 2010 ha inaugurato la propria sezione di eBook sul sito dellIBS[1].• Giunti Editore, che è il quarto gruppo editoriale italiano, ha acquisito nel mese di marzo il 20% del capitale della Simplicissimus Book Farm, startup fondata nel giugno 2006 da Antonio Tombolini, società leader sul mercato italiano nella distribuzione di eReader.• In tal modo Giunti si è avvalso di SBF Stealth, la piattaforma editoriale creata da Simplicissimus, per ottimizzare la distribuzione e la vendita degli eBook.[1] E stato di Giunti Editore il primo e-book venduto sul sito IBS: Lo strano caso del Dr.Jekyll e Mr.Hide di Stevenson, nella traduzione di Luciana Pire (collana Big). Per la cronaca, la sezione eBook dellIBS alle ore 16.00 del 13 maggio 2010 "apriva" con un numero ancora esiguo di titoli: Apogeo Editore (14), Bonomi Editore (5), Bruno Editore (181), De Vecchi (2), Galata Edizioni (1), Gruppo Giunti (74), Graphe.it (36), Ledizioni (8), Laterza (1) Leone Verde (61), Mondo Digitale (1). 4
  • 5. Il progetto EDIGITAIl secondo progetto vede alleanza di tre grandi gruppieditoriali:Feltrinelli, Messaggerie Italiane con GeMS e RCS Libri.Questi gruppi, che da soli rappresentano circa 40 sigleeditoriali, hanno creato Edigita (il cui acronimo significa“Editoria Digitale Italiana“), un’infrastruttura comuneper la distribuzione online dei libri digitali, che rendepossibile anche ad altri editori italiani, o stranieri,pubblicare le proprie edizioni in formato eBook. 5
  • 6. Il progetto EDIGITA - 2La piattaforma non effettua vendita diretta on line, ma fornisce i servizi di distribuzione dei contenuti digitali sia per gli eRetailers italiani, come ibs.it, LibreriaRizzoli.it e laFeltrinelli.it, sia per i siti di eCommerce stranieri, come Amazon.com o iBooks.com.Gli eBook sono realizzati nei formati più diffusi, come ePub e PDF, e sono protetti con DRM, disponibili in opzioni differenziate secondo le richieste di ciascun editore. 6
  • 7. 7
  • 8. Eden-Livres: un modello europeo• Edigita è un progetto che nasce dopo un analogo progetto francese, Eden-Livres, che ha visto alleati Flammarion, Gallimard et de La Martinière. Al progetto aveva partecipato con un ruolo importante Teresa Cremisi, presidente e direttore delleditrice francese Flammarion e da aprile 2010 vicepresidente di Rcs Media Group.• Il progetto francese Eden-Livres (Entreprise de distribution de lédition numérique) era stato annunciato a marzo del 2009 nel corso del Salon du Livre di Parigi ed è la risposta dei tre gruppi francesi ad Hachette che con lacquisto di Numilog aveva di fatto aperto il mercato francese degli eBook. Attivo dallottobre del 2009 (http://www.edenlivres.fr/).• Eden Livres offre un catalogo di 3.000 titoli, distribuito attraverso una quarantina di rivenditori on line. 8
  • 9. Mondadori e BOL.ITIl gruppo Mondadori, originariamente nel consorzio EDIGITA, haadottato una strategia diversa:• Mondadori non vende i propri libri attraverso un’unica piattaforma di eCommerce ma, al contrario, i suoi eBooks sono disponibili in varie librerie on line e in molteplici formati.• A gennaio 2010 è stato chiuso il sito di vendita on line di eBook, www.ebook.mondadori.it, ( rapida obsolescenza dellofferta dei propri titoli disponibili solo in formato lit, vecchio sistema di DRM della Microsoft).• E’ stata rafforzata la BOL- Bookstore On Line, la libreria on line del gruppo Mondadori. 9
  • 10. 10
  • 11. BookRepublic, la Repubblica dei libri (e degli editori)• Bookrepublic (http://www.bookrepublic.it/) nasce come la piattaforma di distribuzione online degli editori indipendenti:• Edizioni Ambiente – Verdenero, Blu Edizioni, Il Leone Verde, Il Maestrale, Il Saggiatore, Instar, Iperborea, La Nuova Frontiera, marcosymarcos, Minimum Fax, Morellini, Nottetempo, Nutrimenti, Selene Edizioni, Voland sono i primi aderenti al progetto. Nei giorni del Salone di Torino 2010 si sono aggiunti: La Giuntina, e/o, ISBN Edizioni e Hacca edizioni.• Il progetto, avviato da Marco Ferrario e Marco Ghezzi, fondatori della società DigitPub, ha avuto il merito non solo di permettere all’editoria indipendente di entrare nel mercato degli eBook, ma anche quello di sperimentare in Italia il modello di controllo della diffusione dei libri digitali chiamato watermarking.• Attraverso questo codice, generato di volta in volta al momento dell’acquisto da parte del lettore (watermarking) si può risalire all’acquirente del libro attraverso l’inserimento nello stesso di alcune sue informazioni personali (per esempio mail, nome, cognome). 11
  • 12. 12
  • 13. Il manifesto di BookRepublic IL NOSTRO MANIFESTOBookrepublic è una libreria italiana online dove acquistare libri in formato digitale. Offriamo allettore eBook di qualità e quante più informazioni possibili per ogni titolo. Bookrepublic è ancheuna piattaforma di distribuzione per contenuti digitali a disposizione degli editori.Il nostro desiderio è rendere Bookrepublic una libreria online indipendente dove proporre unascelta di titoli più ampia possibile, dai bestseller alle novità, ma anche percorsi di lettura ebibliografie ragionate con un occhio di attenzione al mondo che ci circonda e all’attualità. Questo è quello in cui noi crediamo:Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca (proverbio arabo)Nessuno spazio della nostra libreria è in vendita. Con laiuto dei lettori e degli editori e con unattento lavoro redazionale vogliamo animare la nostra home page con proposte e iniziative, manessuno spazio promozionale potrà essere acquistato.Il libro digitale è al servizio della lettura, non viceversa. La presunta guerra tra libri di carta e e-inknon ci interessa. Noi vogliamo solo leggere.Ogni libro per noi è importante; anche quelli dei piccoli editori. Crediamo che la diversità sia fontedi ricchezza, per questo sul nostro store troverete anche tutti quei piccoli editori che rendono 13ricco il panorama della letteratura italiana.
  • 14. Una guida per i lettori di eBook 14
  • 15. BIBLET, la piattaforma TelecomAnche Telecom Italia ha una propria piattaforma per la distribuzione deglieBook: BIBLETUna piattaforma per leditoria sul modello musica/libri di iTunes/iBook, conun investimento da parte dellazienda di circa 8 milioni di euro e che si basasulla più classica redistribuzione dei ricavi: il 70% degli introiti va agli editori,mentre il rimanente 30% resta allaTelecom.Il gruppo ha presentato anche tre eReader: i primi due, targati Samsung ePromelit, con display in bianco e nero da 6 pollici e tecnologia eInk, mentre ilterzo, a firma Olivetti, con uno schermo retroilluminato da 7 pollici.Un punto di forza di Telecom è quello delle tariffe: lazienda ha annunciato ladecisione di non far pagare il traffico necessario per scaricare i librielettronici.Nell’ottobre del 2010 Telecom ha annunciato un accordo con la Mondadori,ma questa alleanza non ha dato luogo a particolari conseguenze sul 15mercato.
  • 16. Biblet Store: la homepage 16
  • 17. 17
  • 18. Il portale delle librerie indipendenti USA 18
  • 19. Il portale delle librerie indipendenti in Gran Bretagna 19
  • 20. 20