Albez edutainment production

Modulo VIII
L’apprendimento con le mappe
concettuali
Giuseppe Albezzano

2

ITC
Apprendere con le mappe concettuali
Gli esseri umani nascono orientati all’apprendimento: il cervello e la mente sono
natu...
Apprendere con le mappe concettuali
Esiste una consapevolezza crescente del fatto che la conoscenza è una costruzione
pers...
Apprendere con le mappe concettuali
La struttura mentale di ogni studente è diversa da quella di qualunque altro, e
l’appr...
Apprendere con le mappe concettuali
Lo studente diventa attivo. L’analisi e i ragionamento inerente l’analisi, vengono
sem...
Apprendere con le mappe concettuali
Le strategie d’apprendimento sono buone nella misura in cui lo sono le fondamenta
teor...
Altre ragioni che favoriscono l’apprendimento con le mappe
concettuali
La quantità d’informazione (conoscenza da integrare...
Altre ragioni che favoriscono l’apprendimento con le mappe
concettuali
La crescita costante dell’informazione da gestire, ...
La motivazione dello studente

Se l’apprendimento umano è un atto volitivo e strettamente personale, l’istruzione
meglio p...
La motivazione dello studente

Se opportunamente incoraggiato, lo studente si impegna e persevera nella
realizzazione cosc...
FINE
Giuseppe Albezzano

12

ITC
Bibliografia
H. Fortez “Insegnare e apprendere con le mappe concettuali”
Guida teorico-pratica per l’insegnante immedia ed...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Insegnare con le mappe concettuali

677 views
527 views

Published on

Corso per insegnare con le mappe concettuali.
Capitolo 7

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
677
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
17
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Insegnare con le mappe concettuali

  1. 1. Albez edutainment production Modulo VIII L’apprendimento con le mappe concettuali
  2. 2. Giuseppe Albezzano 2 ITC
  3. 3. Apprendere con le mappe concettuali Gli esseri umani nascono orientati all’apprendimento: il cervello e la mente sono naturalmente predisposti all’apprendimento continuo. Apprendere è una necessità per la prosecuzione della vita. L’obiettivo fondamentale, la ragione di essere di tutti gli investimenti realizzati dai governi, dalle famiglie e dalle persone nel settore dell’istruzione è l’apprendimento. L’insegnamento è attualmente il mezzo più frequente per raggiungere e facilitare l’apprendimento. Giuseppe Albezzano 3 ITC
  4. 4. Apprendere con le mappe concettuali Esiste una consapevolezza crescente del fatto che la conoscenza è una costruzione personale. Ciò implica che, mentre gli insegnanti possono pensare e volere che gli studenti apprendano esattamente quello che viene loro proposto, non c’è alcuna garanzia che le cose vadano così. Questo perché lo studente partecipa alle attività d’apprendimento con una mente che possiede già una concezione del mondo, alla quale (mediante l’apprendimento) cerca di relazionare nuove informazioni e nuove idee. Giuseppe Albezzano 4 ITC
  5. 5. Apprendere con le mappe concettuali La struttura mentale di ogni studente è diversa da quella di qualunque altro, e l’approccio all’apprendimento è personale. Questi due fatti implicano che lo studente deve, con il ragionamento, adattare a se stesso il messaggio cognitivo che gli viene presentato. La mappa concettuale come strumento di studio e di analisi, presenta caratteristiche uniche: il messaggio cognitivo viene espresso precisamente nel formato in cui la mente opera e gestisce la conoscenza, e per questo l’adattamento della mappa (dei suoi contenuti) allo stato cognitivo dello studente diventa più facile, analizzando e facendo le modifiche necessarie sulla mappa stessa, cosa quasi impossibile con altre strategie. Giuseppe Albezzano 5 ITC
  6. 6. Apprendere con le mappe concettuali Lo studente diventa attivo. L’analisi e i ragionamento inerente l’analisi, vengono semplificati. L’apprendimento diventa più agile, più veloce, perché richiede meno sforzo. La memorizzazione per ripetizione non crea vera conoscenza perché l’informazione acquisita non viene integrata e tende a svanire col tempo. Studiare costa alla famiglia, all’individuo e allo stato, ed ancora più importante e più costosa è la perdita di risorse non rinnovabili quali il tempo e le opportunità, che non ritornano più. Anche il tempo, infatti, è una risorsa non rinnovabile. Giuseppe Albezzano 6 ITC
  7. 7. Apprendere con le mappe concettuali Le strategie d’apprendimento sono buone nella misura in cui lo sono le fondamenta teoriche sulle quali sono costruite. Le mappe concettuali si basano sulle teorie psicologiche della mente, della memoria e dell’apprendimento universalmente accettate e aggiornate, per questo costituiscono la migliore strategia oggi disponibile per l’apprendimento. Giuseppe Albezzano 7 ITC
  8. 8. Altre ragioni che favoriscono l’apprendimento con le mappe concettuali La quantità d’informazione (conoscenza da integrare) cresce a ritmi esponenziali. Quello che si apprende all’inizio di un corso di laurea può essere già datato o negato dall’evoluzione costante della conoscenza quando lo studente si laurea. L’obiettivo dell’apprendimento non è l’esame, ma preparare l’individuo alla vita, al lavoro e allo sviluppo personale e sociale. L’acquisizione di metodi di studio efficienti è parte della formazione di ogni persona. Giuseppe Albezzano 8 ITC
  9. 9. Altre ragioni che favoriscono l’apprendimento con le mappe concettuali La crescita costante dell’informazione da gestire, il bisogno di far fronte all’istruzione di massa, la necessità di aumentare la qualificazione professionale e culturale dei cittadini non possono essere affrontati con i metodi tradizionali. L’insegnante non può materialmente dedicare ai suoi studenti il tempo di cui ciascuno di loro avrebbe bisogno, non soltanto per apprendere, ma anche per potenziare le proprie capacità. È nell’interazione diretta dello studente con le mappe, eventualmente attraverso l’interfaccia del mezzo informatico, che questo metodo offre le massime possibilità. Dopo la creazione personale di un significato, è più difficile che il contenuto di un argomento venga dimenticato. Giuseppe Albezzano 9 ITC
  10. 10. La motivazione dello studente Se l’apprendimento umano è un atto volitivo e strettamente personale, l’istruzione meglio pianificata, meglio gestita e meglio organizzata non potrà essere efficace, se non avrà considerato i fattori sociali e motivazionali che incidono nell’attività di apprendimento. La motivazione può essere intrinseca, e si realizza quando lo studente si assume la responsabilità personale di costruire la propria conoscenza e di sviluppare le proprie capacità. Così, quel che viene presentato allo studente deve risvegliare il suo interesse, e lo sforzo di imparare deve essere gratificante, grazie anche al raggiungimento degli obiettivi. I discorsi non sempre ne sono capaci Le rappresentazioni grafiche possono essere utilizzate come elementi di motivazione. Giuseppe Albezzano 10 ITC
  11. 11. La motivazione dello studente Se opportunamente incoraggiato, lo studente si impegna e persevera nella realizzazione cosciente di un compito o di un’attività percependone la rilevanza. È risaputo infatti che il successo nell’istruzione si fonda anche sulle capacità di proporre contesti validi per motivare gli studenti. Poiché la memoria umana è organizzata in relazioni significative tra concetti, gli schemi cognitivi sono disposti in reti semantiche. Se una mappa concettuale è una rappresentazione significativa della memoria e l’apprendimento è un processo dinamico, allora l’apprendimento deve essere una riorganizzazione della memoria semantica. Giuseppe Albezzano 11 ITC
  12. 12. FINE Giuseppe Albezzano 12 ITC
  13. 13. Bibliografia H. Fortez “Insegnare e apprendere con le mappe concettuali” Guida teorico-pratica per l’insegnante immedia editrice Giuseppe Albezzano 13 ITC

×