Your SlideShare is downloading. ×
Ricerca giusta 2
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Ricerca giusta 2

178
views

Published on

Ricerca che riguarda il naufragio della Costa Concordia e il comandante Schettino.

Ricerca che riguarda il naufragio della Costa Concordia e il comandante Schettino.


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
178
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il naufragio della Costa Concordia e Il comandante Schettino
  • 2. LA NOTIZIAVenerdì 13 gennaio 2012 la nave da crociera Costa Concordia urta contro uno scoglio a 100 metridallisola del Giglio e si incaglia contro una secca.Dalle indagini è emerso che il comandante Schettino ha abbandonato la nave prima che tutti ipasseggeri fossero sbarcati.Lo scopo è analizzare in che modo ad una settimana dalla vicenda alcuni media abbiano enfatizzato taluni aspettipiuttosto che altri.Ciascuno di questi verrà evidenziato utilizzando un determinato colore:Riferimenti: - alla telefonata tra De Falco e Schettino - allarresto del comandante Schettino - a Domnika Cemortan - allusanza degli “inchini”Critiche al comportamento tenuto dal capitanoEstensione delle responsabilità ad altri.
  • 3. QUOTIDIANIPrendendo in considerazione il Corriere della Sera, La Repubblica e Libero, emergono delle differenze in termini divisibilità della notizia.Infatti, essa occupa la prima pagina in tutti e tre i giornali, ma mentre Libero le dedica il titolodelledizione, La Repubblica e il Corriere della Sera le riservano un “taglio medio” a centro pagina.
  • 4. Come possiamo notare vi sono delle differenze nei titoli dei diversi quotidiani:Il Corriere della Sera: Allarme in ritardo potevamo salvare tuttiLibero: Costa, gli altri codardi. Esso è sottotitolato in questo modo: Troppo comodo scaricare ogni colpa sul capitano. Tutti sapevano della demenziale usanza di sfiorare le isole con i transatlantici: dallarmatore alla capitaneria di porto. E se ne vantavanoLa Repubblica: Linchino della Concordia, stop alle rotte proibite È da notare che il Corriere della Sera pone laccento sulla responsabilità del comandante per quanto riguarda le vittimedel naufragio, alludendo in modo chiaro al fatto che se lallarme fosse stato dato in tempo, sarebbe stato possibileporre in salvo tutti i passeggeri. Al contrario, Libero pone in evidenza il fatto che anche altre persone, oltre al comandante Schettino, potrebberoessere responsabili del naufragio, e le connota con un aggettivo estremamente negativo: codardi. Il fatto che vengautilizzato il termine altri, inoltre, contribuisce a definire il capitano stesso come “codardo”. Molto forte laggettivodemenziale utilizzato in riferimento allusanza degli “inchini”. Anche La Repubblica si concentra su questa consuetudine, definendo le rotte tipiche degli inchini come proibite emettendo quindi in risalto la loro pericolosità.
  • 5. G: giornalista F: Foschi […]Analizzando la pag. 15 del G: Tutto il mondo si chiede come diavolo abbiate scelto Schettino per comandare una vostra nave.Corriere della Sera, che contiene F: Si seguono trafile. C’è il comando in seconda. Poi un collegio che valuta il passaggio al comando in prima. Anche launintervista effettuata al presidente capitaneria di porto dà il suo avallo. G: Sospetti di inaffidabilità sul comandante?della Costa Crociere, Pier Luigi Foschi, F: Sempre considerato molto valido tecnicamente.. ma potrebbe avere qualche piccolo problema caratteriale,emerge chiaramente che questultimo ancorché nulla di emerso a livello formale.è fortemente critico G: Qualche piccolo problema?nei confronti del comandante Schettino. F: Era recepito come un po’ duro verso i colleghi. Gli piaceva apparire. G: Ci sono 68 minuti da quando foste avvisati del naufragio e l’avvio dell’evacuazione. Voi sollecitaste Schettino a fareQuesto è riscontrabile dal momento che più in fretta o no?Foschi afferma: “questora di ritardo F: Se risponderà al vero, quest’ora e passa di ritardo non è cosa normale, non è giustificabile.non è cosa normale, non è G: Schettino parlò al telefono con Ferrarini, il vostro responsabile dell’unità di crisi. Quando? F: Alle 22.05. Se è corretto ciò che leggo sui giornali, venti minuti dopo l’incidente. Troppi.giustificabile..” “abbandonandola G: In quell’ora la nave era in asse. Potevate salvare molte vite.(la nave) prima, non avremmo perso F: Io non ci dormo la notte. La nave non era in asse. Però, abbandonandola prima, non avremmo perso vite umane.vite umane” ed inoltre “personalmente G: Ferrarini parlò con Schettino. Le risulta che gli disse: “Sbrigati”?credo non sia stato onesto con noi.” F: Non lo so. Sappiamo cosa disse il comandante a Ferrarini perché è registrato a bordo. Ferrarini ascoltava. Il codice di navigazione attribuisce al comandante potere assoluto, l’armatore non può intervenire a modificarne le decisioni.Anche il giornalista sembra giudicare […]in modo negativo il comandante: “Tutto il G: Quando avete capito l’entità del disastro?mondo si chiede come diavolo abbiate scelto F: Solo quando è stato lanciato il segnale d’evacuazione. G: Siete stati ingannati?Schettino per comandare la vostra nave.” F: Ci siamo costituiti parte offesa. E abbiamo mandato una lettera di sospensione a Schettino, inizio di una procedura.Inoltre, il giornalista effettua un riferimento a G: Insomma, Schettino vi ha mentito o no?Domnika Cemortan, la ragazza moldava F: C’è un’indagine. Personalmente credo non sia stato onesto con noi. Ma non ho elementi per dire se fosse lucido.che sembra fosse in plancia con il comandante G: Era ubriaco? Drogato? F: Credo fosse alterato emotivamente. Vedeva la sua creatura, la nave, affondare davanti a lui.al momento dellimpatto. […] G: Gli elenchi dei dispersi sono stati un rebus…c’era gente non registrata? F: No. G: La famosa ragazza moldava che parla di Schettino… F: Era una hostess di lingua russa, ha lavorato due mesi con noi. È sbarcata. È risalita il 13 come passeggera. Perfettamente registrata. Ho i documenti da mostrare ai magistrati. G: Amica di Schettino? F: Non lo so . […] G: Lezioni da imparare? F: Replicare a terra il sistema di suoni e segnali quando una nave esce dalla rotta: dobbiamo saperlo prima. E lavorare con il governo perché i comandanti non abbiano più potere assoluto, meglio una gestione più collegiale sul ponte.
  • 6. Analizzando larticolo a pag. 3 [… ] Premessa doverosa. Non scrivo a difesa del Comandante della Concordia, anche se qualcosa di più mi piacerebbe sapere suidi Libero, che ricordiamo titola meccanismi di selezione del personale – e che personale - , sulle verifiche costanti e continue di comportamenti, prestazioni, forza delGli altri codardi, possiamo carattere, sobrietà d’abitudini.riscontrare come argomento centrale Parliamo del Comandante di una città che va per mari, e se mi viene più di un dubbio che la sana selezione e applicazione dellalindividuazione di altre persone gerarchia qui da noi sia bell’e morta […] , sempre un Comandante è, e chi sale su una nave il cui biglietto è costoso, la permanenzacome corresponsabili del naufragio. sulla quale è lunga, l’affidamento è totale, dovrebbe avere la certezza di queste garanzie, non fornite dal Comandante medesimo, maNonostante la giornalista premetta da altri, e molti, più in alto in responsabilità e autorevolezza. Invece non si fa così, l’Italia di suo ci mette quel vezzo diffuso con lattedi non scrivere a difesa del materno di cercare sempre il capro espiatorio, bersagliarlo di monetine o impiccarlo, e sentirsi la coscienza sgombra di macchiacomandante, ella si concentra sul alcuna. Altro che battaglia garantista di civiltà contro il carcere preventivo, altro che riservatezza delle indagini.ruolo della Capitaneria di Porto, Ha fatto tutto da solo Schettino? Così penserebbe un osservatore appena arrivato, ma la gogna contro quel codardo seve per ilinsinuando il fatto che non stesse momento solo a tranquillizzare un Paese in crisi. […]controllando i radar. Inoltre ella Se un Comandante impazzisce e porta quattromila passeggeri verso il disastro, non c’è nessuno che controlla o interviene? Alladenuncia i finanziamenti stanziati Capitaneria di Livorno perché nessuno monitorava il sistema di controllo Ais, così da notare per tempo il cambio di rotta del bestioneper apparecchiature,come il super-radar Vtmis, ferme da che si dirigeva a fare l’”inchino” ? C’è voluta una chiamata dei Carabinieri di Orbetello, avvisati dalla figlia di un passeggero, peranni o non attive. svegliare la guardia costiera: a che servono i radar? La Concordia ha fatto 52 “inchini” in un anno, sempre tollerati dalle capitanerie, figuriamoci se sommiamo le altre navi da crociera. Il super-radar Vtmis dovrebbe controllare tutto il traffico marittimo e avrebbe potuto prevenire il disastro, ma è fermo dal 2009. Sono stati stanziati 320 milioni di euro per un mega-appalto Selex-Finmeccanica, ma gli impianti non sono attivi. Insomma, sfatiamo il mito che queste navi così costruite abbiano sistemi di controllo all’avanguardia e sicuri. Come mai le pinne stabilizzatrici erano aperte se non vi era mare agitato? Come mai la nave era in rotta di collisione con l’isola alle ore 20.24 ad una velocità di 15.5 nodi, possibile che nessuno in plancia se ne sia accorto? Di solito in plancia c’è un ufficiale e due marinai per ogni guardia, se aggiungiamo anche il Comandante sono quattro persone. Se poi diciamo che gli apparati sono tecnologici… non è forse successo qualcosa in apparato motore? Non ho detto ai motori, ma in apparato motore. Infine insisto, visto che il cattivo è stato individuato solo da una parte, alla Capitaneria di Porto come mai non si sono accorti prima – ovvero un’ora prima – che la nave era in rotta di collisione con l’isola, in modo da obbligare il Comandante Schettino a cambiare rotta? Cosa facevano in Capitaneria? Dormivano? Se con una barca da diporto vai in zona non consentita la Capitaneria ti prende subito, come è possibile che una nave così grande non sia stata avvisata prima? Il monitoraggio della posizione della nave sulla base dei dati Ais mostra posizione della nave e porti di arrivo e partenza in tempo reale. Si chiama guardia costiera, no?
  • 7. TELEGIORNALI Il Tg1 titola: IRA DELLA PROCURA CONTRO SCHETTINO Durata del servizio : 5 MINUTI E 14 SECONDI.Il tg1 dedica alla notizia, nonostante È agli arresti domiciliari nella sua abitazione a sorrento il comandante Francesco Schettino. La decisione hasia passata una settimana dallepisodio, provocato polemiche tra la procura di grosseto e il gip. […]Ben 5 minuti e 14 secondi, rivelandosi Rimangono due gli indagati per il naufragio della Costa Concordia, il comandante Francesco schettino e ilcosì il telegiornale che le riserva più primo ufficiale in plancia Ciro Ambrosio. […] quella notte, è scritto che schettino una volta abbandonata laspazio. nave, stava sugli scogli dell’isola del giglio e guardava fisso senza parlare senza fare nulla la nave CostaCome si può notare, il servizio inizia Concordia affondare. Questa mattina abbiamo incontrato in procura Gregorio De Falco il comandante dellaparlando degli arresti domiciliari,prosegue individuando un altro capitaneria di porto di Livorno, sua la telefonata che ha fatto il giro del mondo con Schettino[…]indagato e con unaccusaal comportamento tenuto da Schettino. Al Tg5 il ministro dell’ ambiente e della tutela del territorio e del mare Clini afferma: “Ciò che è avvenuto mette in evidenza che una consuetudine tollerata ma non sostenibile, ha avuto gli effetti che abbiamo tutti sotto gli occhi e che perciò queste consuetudini non possono più essere tollerate.”
  • 8. Il tg5 titola: SCHETTINO è A CASA, L’IRA DELLA PROCURAIl tg5 fa un servizio di 2 minuti Durata del servizio: 2 MINUTI E 49 SECONDI.E 49 secondi in cuiPrincipalmente parla degli arrestidomiciliari imposti al comandante Pochi minuti fa il procuratore capo verusio ha annunciato un ricorso contro l’ordinanza del gip valeriaE del ricorso della procura, che è montesarchio , che ieri sera ha disposto la scarcerazione del comandante schettino che ora si trova aiMesso in evidenza dal termine domiciliari a casa sua a meta di sorrento. Il gip ha motivato questa decisione dicendo che la custodia“ira”. cautelare in carcere è un estremo rimedio e i domiciliari sono adeguati a questo caso perché il giudiceInoltre viene introdotta Domnika non vede né il rischio di fuga né il rischio di inquinamento delle prove. Più che altro vede se mai unCemortan, definita “unaRomena (sbagliando) rischio di reiterazione di reati di negligenza nei confronti di persone eventualmente affidate alDellequipaggio” comandante che la notte del naufragio ha abbandonato la nave mentre altri ufficiali sono rimasti aIl servizio si conclude con l soccorrere a bordo.Intervista alla cugina di C’è però una novità, spunta una donna, spunta una romena dell’equipaggio, citata nelle carte dell’inchiesta.Schettino, dalla quale È una donna con la quale il comandante s stava parlando in plancia di comando venerdì sera, proprioSi evince che i suoi compaesaniSono dalla sua parte, cosa che si quando la nave è andata a sbattere contro lo scoglio che ha aperto lo squarcio.Riscontra anche in altri servizi e Nella notte il comandante Schettino è tornato a casa sua, a meta di Sorrento. Tutto chiuso, nessunoMedia. risponde al citofono e neppure al telefono in casa di Francesco Schettino, qui a meta di Sorrento. Il comandante arrivato in piena notte da Grosseto, dopo che il gip aveva deciso che non c’erano le esigenze cautelari , era scortato dalle forze dell’ordine. Ad attenderlo, fotografi e giornalisti, oltre che parenti ed amici. Ma lui accompagnato dalla moglie oltre che dai carabinieri è entrato in casa dall’altro lato del vicolo. “Gli sono tutti vicino” ha detto sua cugina ai microfoni di Matrix. “Colleghi di lavoro gli sono vicino,. Tutti, e se lui mi ascoltasse in questo momento vorrei che passasse questo messaggio: siamo con lui. È successa una cosa gravissima ma siamo con lui.” […]
  • 9. Il Tg la 7 titola: GROSSETO, L’ACCUSA DEL GIUDICE, SCHETTINO “ENORMI ERRORI”Questo servizio rivela un atteggiamentoFortemente critico e sarcastico nei […] Se gli ha concesso gli arresti domiciliari è perché non crede che possa fuggire, ma i magistrati cheConfronti del comandante Schettino, indagano hanno annunciato che faranno ricorso contro questa decisione. […]come si deduce dal riferimentoalla frase da lui utilizzata come scusante Schettino ha compiuto una manovra di avvicinamento alla costa che il giudice definisce sconsiderata. Ha(“solo perché sono caduto nella sottovalutato il danno, ha ritardato l’evacuazione, ha anche abbandonato la nave, “Solo perché sono cadutoScialuppa”). nella scialuppa” è stata la sua spiegazione . […] A poco serve poi che il comandante abbia avvicinato laViene ancora concordia alla costa; solo un atto dovuto, per il giudice, per limitare il grave errore commesso[…]effettuato un riferimento alla telefonataEd egli viene nuovamente accusato Dall’altra parte c’è lui, il capitano De Falco, quello che al telefono intimava a Schettino di tornare a bordo. per il grave Errore commesso. Tutti adesso lo chiamano eroe, lui però risponde così: “Non sono un eroe.” “Ho fatto un guaio. Abbiamo dato un urto, c’è stato un contatto con il fondale” sarebbero queste le parole del comandante della nave Concordia Francesco Schettino pronunciate nella prima telefonata con l’unità di crisi della costa crociere alle 22 e 5 di venerdì 13 gennaio. Parole che emergono dal racconto fatto da schettino ai magistrati di Grosseto nel corso dell’interrogatorio di garanzia di martedì scorso, al termine del quale è stato scarcerato e posto agli arresti domiciliari. Secondo Schettino la compagnia sapeva, ma questa versione dei fatti viene contestata proprio da Costa Crociere. “Schettino non ci ha detto la verità e ha mentito all’equipaggio nascondendo la gravità della situazione” ha dichiarato il numero uno della compagnia, Pierluigi Foschi. Parole che attribuiscono alla condotta del comandante il RITARDO dell’attuazione delle procedure di abbandono della nave. […]
  • 10. RADIORADIO FM 99.8Ad OUVERTURE, programma condotto da D. Gramiccioli su radio FM 99.8,viene intervistato il sindaco di Vagli Di Sotto (LU), M. Puglia. (durata: 6 minutie 10 secondi). Inizialmente viene trasmessa la chiamata tra Schettino e De Falco,a seguito viene specificato che ciò che verrà trattato non sarà il gossip, che servea narcotizzare e deviare su questioni più serie.I due radiofonisti (D. Gramiccioli ed E. Parisi) si dicono incuriositi dall’iniziativadel Sindaco di dedicare due statue, una a Schettino ed una a De Falco, con il costo di ben 60 mila euro,forniti da cittadini normali e privati.Il sindaco specifica che si tratta di tre monumenti, al costo di 50 mila euro, affinché possano recuperare quello scoglio,soldi che non graveranno sui cittadini, per un ricordo ai posteri di quelle catastrofi che non devono più avvenire.Sottolineando il fatto che bastasse una croce per tale ricordo, Gramiccioli dopo aver definito il capitano Schettinofariseo della marina, esordisce augurandosi che tale iniziativa non abbia nessun riscontro positivo,descrivendola come una bruttissima marchetta, rivelandosi alquanto indignato nei confronti dei deceduti di taledisgrazia e affermando che si vergognerebbe ad avere un sindaco che promuove una tale iniziativa.
  • 11. A distanza di una settimana dal naufragio della crociera (il 20 gennaio), vi sono ben 17.800 blog che trattano dellincidente della Costa Concordia.Nell’Espresso BLOG A. Gilioli parla di “Schettino mediatico”:“ è prima di tutto quello che i più cinicidefinirebbero un italiano medio.Contento di vivere, ma soprattutto esibizionista, spaccone, un po’ smargiasso […],e il capitano viene identificatocome una metafora di quello che ci è successo negli ultimi tre -quattro anni”In femminile plurale, R. Motti scrive “La banalità di Schettino” in cui rimprovera il fatto che“mentre le ricerchedei superstiti del disastro della Concordia procedono faticosamente […]i maggiori quotidiani italiani mettono in prima pagina il gossip”. Le domande insensate riguardola possibile amante del capitano, sviano l’attenzione da quello che è il più grande naufragio della storiadella marina italiana, dovuto ad un errore imperdonabile: il peggior atto di codardia che esista in marina.
  • 12. Sempre riferendosi ai blog, vi è pure chi sostiene Schettino, come in GQ.COM,dove R. Romani annuncia “Io Sto Con Schettino, Tattoo E La Love Boat”.Il blogger non crede che basti un solo idiota a creare una catastrofe del genere, ritenendo che nonsi possa incolpare il capitano Schettino per aver avuto una tale reazione.Egli afferma inoltre che le leggi proibiscono ad alberghi a 5 stelle di assumere personale che non sappia almeno due lingue,che è esattamente ciò che risulta dalle indagini.In 4realinf’s Blog leggiamo “Schettino contro De Falco”:In cui l’esposizione della vicenda da parte dei media viene descritta come una rappresentazione mediatica,in cui viene fatto di una tragedia uno spettacolo per cercare le luci della ribalta.Viene definito vergognoso il fatto che le autorità colludano in queste mascherate da baraccone,in quanto tutti sapevano e nessuno è mai intervenuto per redarguire, punire o emarginare.Sulla base di tale ragionamento, quindi, viene domandato per quale motivo un comandante debba ordinaread un suo subalterno cose che lui stesso non abbia mai punito.
  • 13. SOCIAL NETWORKTwitterA una settimana dallevento, la tragedia della Costa Concordia ha riscosso un enorme interesse: migliaia di tweet, dai piùriflessivi ai più ironici, da sommare agli hashtag correlati, di cui i due principali sono #vadaabordocazzo (la frase detta dalcomandante della Capitaneria di Livorno de Falco) e #schettino (il cognome del comandante).Gli utenti parlano di “tormentone tragicomico” : Schettino è diventato presto una metafora politica e la situazione èpeggiorata con la scoperta della presenza di una ragazza straniera nella plancia della nave; da questo momento lanotizia si trasforma da tragedia a farsa.
  • 14. Twitter
  • 15. Su Facebook nuovi gruppi sono stati creati appositamente per deridere il capitano Schettino tramite link umoristici eparodie di foto.
  • 16. YOUTUBE7790 risultati al 20 gennaio.La maggioranza dei video riportano la conversazione telefonica avvenuta trail comandante Schettino e lufficiale della capitaneria di porto Gregorio De Falco, all1.46di sabato 14 gennaio. Questi video tendono a sottolineare labbandono della nave del comandante, la sua viltà nellaffrontare levento.
  • 17. Ecco i principali passaggi della conversazione telefonica:“ […] De Falco: Ascolti Schettino. Ci sono persone intrappolate a bordo. Adesso leiva con la sua scialuppa sotto la prua della nave lato dritto. Cè una biscaglina.Lei sale su quella biscaglina e va a bordo della nave,e mi riporta quante persone ci sono.Le è chiaro? Io sto registrando questa comunicazione, comandante Schettino....Schettino: Comandante, in questo momento la nave è inclinata.... De Falco: Ho capito. Ascolti: cè gente che sta scendendo dalla biscaglina di prua.Lei quella biscaglina la percorre in senso inverso, sale sulla nave e mi dice quante personee che cosa hanno a bordo! Chiaro? Mi dice se ci sono bambini, donneo persone bisognose di assistenza e mi dice il numero di ciascuna di queste categorie.E chiaro? Guardi Schettino che lei si è salvato forse dal mare ma io la porto...veramente molto male... le faccio passare lanima dei guai. Vada a bordo, c***o![…] Mi assicuri che sta andando a bordo. […] Lei si sta rifiutando di andare a bordocomandante?? Schettino: No, no... De Falco: Mi dica quale è il motivo per cui non ci va?Schettino: Non ci sto andando perché ci sta laltra lancia che si è fermata....De Falco: Lei vada a bordo, è un ordine. Lei non deve fare altre valutazioni. Lei ha dichiaratolabbandono nave, adesso comando io. [...]Schettino: Io sto andando qua, con la lancia dei soccorsi, non sto andando da nessuna parte,sono qua... De Falco: Che sta facendo Comandante? Schettino: Sto qua per coordinare iSoccorsi. De Falco: Vada a bordo. Mi coordini i soccorsi da bordo. Lei si rifiuta?Schettino: Comandante, io voglio salire a bordo, semplicemente che laltra scialuppa qua...ci sono gli altri soccorritori, si è fermata e si è istallata lì,adesso ho chiamato altri soccorritori....De Falco: Lei è unora che mi sta dicendo questo. Adesso va a bordo. E mi viene subito a direQuante persone ci sono a bordo.
  • 18. Tra i numerosi video trovati parecchi si sono rivelati delle vere e proprie parodie.
  • 19. I grafici di Google Insight mostrano come l’interesse per Costa Concordiasia cresciuto in modo esponenziale nel 2012, proprio nel giorno in cui è avvenuto il naufragio.In particolare si trova un picco per la voce Costa Concordia incidente, mentre negli anni precedenti non si ritrova nessuna particolare attenzione nei confronti della nave da crociera.Ciò si ritrova, oltre che in Italia ( grafico sovrastante), anche in tutto il resto del mondo (grafico sottostante).
  • 20. Lo stato che ha dato maggiore rilevanza alla notizia è stato, com’era scontato, l’Italia.