Your SlideShare is downloading. ×
0
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
16 conclusione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

16 conclusione

589

Published on

Published in: Education
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
589
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
54
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Quest’opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported Conclusione del contratto G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 1
  • 2. PERFEZIONAMENTO DEL CONTRATTO Procedimento che ha inizio con la Proposta e che si chiude con lAccettazione  Proposta e Accettazione  atti prenegoziali finalizzati alla conclusione del contratto  si fondono in ununica volontà (contrattuale)  definiscono lo scambio delle dichiarazioni necessarie perché laccordo sia valido  Accordo: scambio o incontro tra due dichiarazioni di volontàG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 2
  • 3. PROPOSTA• Dichiarazione che un soggetto fa ad un altro soggetto con la quale si offre la conclusione del contratto• Atto unilaterale con cui il proponente sottopone all’oblato un certo programma• Es: proposta verbale di acquistare un manuale di diritto privato a 20 euro. Questa proposta contiene tutti gli elementi essenziali del contratto di compravendita Se mancasse l’indicazione anche di uno solo di questi elemento (p.e. il prezzo), costituirebbe un invito ad offrire (che non vincola a concludere il contratto ma obbliga a comportarsi secondo buona fede)G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 3
  • 4. CARATTERE DELLA PROPOSTA COMPLETEZZA Deve contenere tutti gli elementi essenziali del contratto che è diretta a concludereG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 4
  • 5. ACCETTAZIONE• Dichiarazione di voler concludere un contratto alle condizioni offerte• Atto unilaterale con cui l’oblato aderisce alla proposta• Deve essere compiuta nella forma prescritta dal proponenteG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 5
  • 6. CARATTERI DELL’ACCETTAZIONE CONFORMITÀ TEMPESTIVITÀ ALLA Deve pervenire al PROPOSTA proponente entro il termine fissato nella Deve esprimere proposta o, se manca, un’adesione completa al entro il termine programma contrattuale necessario secondo laG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 natura o gli usi 6
  • 7. CARATTERI COMUNI A PROPOSTA & ACCETTAZIONE RECETTIZIETÀ FORMA La loro efficacia è Regola: forma libera subordinata alla Se il contratto da conoscenza da parte del concludere è formale, destinatario devono avere la stessa forma prevista per il contrattoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 7
  • 8. DICHIARAZIONE SPEDIZIONE L’oblato acquista L’accettante conoscenza della spedisce proposta la sua ed esprime dichiarazione il suo assenso Quando si perfeziona il contratto? TEORIA DELLA … COGNIZIONE RECEZIONE Il proponente L’accettazione ha effettiva giunge conoscenza all’indirizzo della del proponente accettazioneG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 8
  • 9. PRINCIPIO DELLA COGNIZIONE Il nostro legislatore ha accolto per il principio della cognizione Il contratto è concluso nel momento in cui chi ha fatto la proposta ha conoscenza dellaccettazione dellaltra parte (Art. 1326 c.c. comma I) la regola operativa andrà ricavata dal combinato disposto degli artt. 1326 e 1335 c.c.G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 9
  • 10. PRESUNZIONE RELATIVA DI CONOSCENZA art. 1335 c.c. mailbox rule Il contratto si perfeziona nel momento in cuilaccettazione perviene allindirizzo del proponente a meno che costui dimostri di essere stato senza sua colpa nellimpossibilità di prenderne conoscenza Vantaggio per laccettante: se vuole far valere ilcontratto concluso ha solo lonere di dimostrare chela sua accettazione sia giunta allindirizzo delproponenteG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 10
  • 11. REVOCABILITÀ & IRREVOCABILITÀ DI PROPOSTA E ACCETTAZIONEG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 11
  • 12. PROPOSTA Revocabilità Irrevocabilità • finché il contratto non • casi in cui il proponente si sia stato concluso obbliga a tenere ferma la proposta • finché il proponente abbia avuto notizia • la revoca non produce dell’accettazione effetto Revoca deve pervenire al In caso di esecuzione in destinatario prima che buona fede del contratto l’accettazione del prima di aver avuto notizia destinatario giunga al della revoca, il proponente proponente deve un indennizzoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 12
  • 13. ACCETTAZIONE Revocabilità Revoca tardiva • revoca deve • giunge a giungere a conoscenza del conoscenza del proponente dopo oproponente prima contestualmentedell’accettazione all’accettazione Carattere RECETTIZIO della revoca • produce effetto dal momento in cui perviene a conoscenza del proponenteG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 13
  • 14. ALTRE MODALITÀ DI PERFEZIONAMENTO DEL CONTRATTOG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 14
  • 15. CONCLUSIONE DEL CONTRATTO MEDIANTE INIZIO DELL’ESECUZIONEIl contratto è concluso nel tempo e nel luogo in cui ha avuto inizio l’esecuzione (Art. 1327)• Scopo: esigenze di speditezza• Nei casi in cui la prestazione deve essere eseguita senza una preventiva risposta su richiesta del proponente o per la natura dell’affare o secondo gli usi• Colui che esegue la prestazione è tenuto a darne pronto avviso al proponente: la mancanza dell’avviso però non condiziona la conclusione del contratto ma obbliga al risarcimento degli eventuali danniG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 15
  • 16. CONTRATTO CON OBBLIGAZIONI A CARICO DEL SOLO PROPONENTE• Il contratto si perfeziona con l’incontro tra la proposta ed il comportamento omissivo della controparte che consiste nella mancata comunicazione del rifiuto entro un determinato termine (Art. 1333)• Di regola il silenzio NON vale come accettazione, in questo caso, assume eccezionale rilevanza negoziale in quanto: silenzio circostanziato, dotato del significato tipico dell’accettazione silenzio come manifestazione tacita della volontà negoziale• Ratio: dal contratto derivano solo vantaggi per l’oblatoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 16
  • 17. OFFERTA AL PUBBLICO (Art. 1336)• Proposta di contratto rivolta ad una generalità di destinatari o a chiunque ne voglia profittare• L’efficacia dell’offerta non è subordinata alla sua ricezione da parte di un soggetto determinato ma è sufficiente che il proponente abbia emesso l’offerta rendendola conoscibile• L’offerta è revocabile purché la revoca abbia la stessa forma dell’offerta o forma equivalente• Differisce dalla ≠ promessa al pubblico,negozio unilaterale fonte di obbl. non finalizzato alla conclusione di un contratto (art. 1989, I)G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 17
  • 18. CONTRATTI REALI• Il contratto si perfeziona con la consegna della cosa• Regola: Principio consensualistico ex art. 1376 c.c. che comporta l’immediata efficacia traslativa del consenso legittimamente manifestato• Eccezione nei contratti reali (mutuo, deposito, comodato) al consenso deve seguire la traditio della cosa• Consegna come elemento strutturale che si pone sul piano della formazione e non della mera esecuzione del contrattoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 18
  • 19. ADESIONE AL CONTRATTO PLURILATERALE (Art. 1332)Nei contratti aperti all’adesione di altre parti, se non sono determinate le modalità di adesione, la richiesta di adesione va rivolta all’organo costituito per l’attuazione del contratto o, in sua assenza, a tutti i contraenti originariG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 19
  • 20. CONTRATTO TELEMATICO SCAMBIO ACCESSO E-MAIL AI SITIProposta/ Accettazione Offerta al pubblico Cfr Art. 1335 c.c Cfr. Art. 1336 c.c. FONTI : D.LGS 70/2003 – CAD (CODICE DELL’AMMINISTRAZIONE DIGITALE)G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 20
  • 21. CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO• Schemi regolamentari uniformi predisposti unilateralmente da una sola parte (predisponente) rispetto ai quali la controparte (aderente) può limitarsi ad aderire• Effetti: disciplina uniforme (es: somministrazione energia elettrica) standardizzazione dei contratti viene meno la fase delle trattative e della negoziazione individuale Necessità di rendere noto alla controparte il loro contenutoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 21
  • 22. Tutela dell’aderente• Art. 1341 c.c. comma I: le condizioni generali di contratto predisposte da uno dei contraenti sono efficaci nei confronti dell’altro, se al momento della conclusione del contratto questi le ha conosciute o avrebbe dovuto conoscerle usando l’ordinaria diligenza• Art. 1341 c.c. comma II: inefficacia delle clausole vessatorie in mancanza di una specifica approvazione per iscritto• Art. 1370 c.c.: interpretazione contro il predisponente delle condizioni generali di contrattoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 22
  • 23. CONTRATTI CONCLUSI CON MODULI O FORMULARI• Modulo predisposto unilateralmente per la conclusione di un singolo contratto• Art. 1342 c.c.: le clausole aggiunte al modulo o formulario prevalgono su quelle contenuto nel modulo o formulario se siano incompatibili con esse, anche quando queste ultime non siano state cancellateG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 23
  • 24. CONTRATTI DEL CONSUMATORE Fonti normative • Tutela sostanziale Codice del consumo (a differenza dell’art. 1341 D.Lgs 206/2005 c.c.) contro le clausole abusive • Consumatore:Chi contrae per scopi estranei • Elenco di clausole che si all’attività imprenditoriale o presumono vessatorie fino professionale a prova contraria • Nullità delle clausole • Professionista: vessatorie (ipotesi di nullità Chi stipuli un contratto speciale) nell’ambito della sua attività imprenditoriale o • Vessatorietà esclusa in professionale presenza di una trattativa individuale G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 24
  • 25. Tutela collettiva del consumatore Azioni promosse dalle Associazioni dei consumatori e utenti Azione Azione inibitoria risarcitoria Azione restitutoriaG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 25
  • 26. Pratiche commerciali sleali • Qualsiasi azione o • Vietate se scorrette, omissione, condotta o false o idonee a falsare in dichiarazione, modo apprezzabile il comunicazione comportamento del commerciale posta in consumatore medio essere dal professionista in relazione alla promozione, vendita o • Alcune pratiche sono fornitura di un prodotto ai considerate in ogni caso consumatori ingannevoli o aggressiveG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 26
  • 27. FORMAZIONE DEL CONTRATTOG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 27
  • 28. TRATTATIVE• Fase che precede la conclusione del contratto• Attività diretta a negoziare i termini contrattuali• Momento preliminare alla stipulazione del contratto• Obiettivo: raggiungere un’intesa sul programma contrattuale• Interessi in contrasto: Libertà delle parti di abbandonare le trattative e cogliere occasioni migliori Affidamento riposto nella conclusione del contratto G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 28
  • 29. RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE• Art. 1337 c.c.: le parti, nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto, devono comportarsi secondo buona fede• Buona fede: Da intendersi in senso oggettivo Dovere di comportamento: tutelare l’altrui interesse nei limiti in cui esso sia compatibile con il proprio interesseG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 29
  • 30. Responsabilità precontrattuale come sanzione della violazione del dovere di buona fede Risarcito l’interesse negativo: interesse a non iniziare trattative con conseguente perdita di tempo e denaro DANNO LUCRO EMERGENTE CESSANTE Mancato Perdite subite guadagnoG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 30
  • 31. Casi di responsabilità precontrattuale in concreto ART. 1338 ROTTURA Stipulazione di unINGIUSTIFICATA VIOLAZIONE contratto invalido DELLE DI DOVERI o inefficace TRATTATIVE: INFORMATIVI: Risarcire il danno Trattative serie, Rendere note subito dalla parte concrete, circostanze per aver confidatoLa parte ha potuto di fatto o di diritto senza colpa ragionevolmente che incidono nella validità delritenere raggiunta sull’affare contratto un’intesaG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 31
  • 32. NATURA DELLA RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE CONTRATTUALE EX EXTRACONTRATTUALE ART. 1218 C.C. EX ART. 2043 C.C.Obbligo di buona fede come Violato generico dovere divera e propria obbligazione condotta Onere della prova a carico Onere della prova a carico della parte inadempiente della parte danneggiata Prescrizione 10 anni Prescrizione 5 anniG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 32
  • 33. FORMAZIONE PROGRESSIVA DEL CONTRATTOG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 33
  • 34. ACCORDI PREPARATORI• Accordi stipulati durante le trattative, strumentali alla conclusione del contratto1. Minuta o puntuazione: accordi con cui le parti fissano e puntualizzano singoli punti2. Lettera d’intenti: manifestazione di disponibilità che una parte rivolge ad un’altra parteG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 34
  • 35. CONTRATTO DI OPZIONE (Art. 1331)• Contratto con cui le parti concordano che una di esse (concedente) rimanga vincolata alla propria dichiarazione e l’altra (opzionario) abbia la facoltà di accettare o meno la dichiarazione della prima• L’opzione produce i medesimi effetti della proposta irrevocabile ex art. 1329 c.c.• Il contratto si perfeziona solo con l’atto di esercizio del diritto di opzione ad opera dell’opzionario: dichiarazione unilaterale di accettazione da parte dell’opzionario• Caratteristica del contratto di opzione: assoggettamento di una parte alla volontà della controparte: diritto di opzione G. Pedrazzidiritto potestativo come - UniBS v0.3/37 35
  • 36. PRELAZIONE• Diritto di essere preferito rispetto a terzi e a parità di condizioni nel caso in cui la persona soggetta a prelazione decida di stipulare un determinato contratto• Fonti1. Accordo tra le parti: Prelazione volontaria, mera efficacia obbligatoria del patto di prelazione che non è opponibile ai terzi2. Legge: Prelazione legale, ha efficacia reale per cui è opponibile ai terzi• Denuntiatio: dichiarazione con cui il concedente la prelazione comunica al prelazionario l’intento di contrarre, necessaria affinché il prelazionario possa decidere se avvalersi o meno della prelazioneG. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 36
  • 37. CONTRATTO PRELIMINARE• Contratto con cui le parti si obbligano a stipulare successivamente un contratto definitivo di cui hanno già determinato il contenuto essenziale• Contratto ad effetti obbligatori• Funzione: scindere la vicenda negoziale vincolandosi ma rinviandone la realizzazione per effettuare verifiche ulteriori• Quadro normativo di riferimento1. Art. 1351 c.c.: forma del preliminare si determina per relationem2. Art. 2932 c.c.: tutela giurisdizionale del creditore nel caso di inadempimento dell’obbligo di stipulare il definitivo3. Art. 2645 bis c.c.: effetto prenotativo della trascrizione di alcuni contratti preliminari G. Pedrazzi - UniBS v0.3/37 37

×