• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
111230 pc   a casa sicuri
 

111230 pc a casa sicuri

on

  • 340 views

Progetto di assistenza di persone autosufficienti o semi sufficienti cardiopatici od ammalati di Halzeimer. Il sistema monitora dei parametri vitali emettendod egli alalrmi nel caso di superamento dei ...

Progetto di assistenza di persone autosufficienti o semi sufficienti cardiopatici od ammalati di Halzeimer. Il sistema monitora dei parametri vitali emettendod egli alalrmi nel caso di superamento dei oparametri superati

Statistics

Views

Total Views
340
Views on SlideShare
340
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    111230 pc   a casa sicuri 111230 pc a casa sicuri Presentation Transcript

    • A casa sicuri Gilberto Del Pizzo – Bottega Digitale s.r.l. – 2011 http://www.flickr.com/photos/dotbenjamin/2560935556
        • Nei prossimi 30 anni …
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
        • la popolazione “over” 65 passerà dal 15% al 30 %
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
        • la popolazione “over” 80 passerà dal 5% al 10 %
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Necessità crescente di strumenti e metodologie per il supporto delle persone anziane e delle famiglie http://www.flickr.com/photos/theelders/4149834263/ Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Il progetto “A casa sicuri”
      • Le entità coinvolte:
        • A.S.S. N.3 Alto Friuli - Gemona
        • MoBe s.r.l. di Udine
        • Bottega Digitale s.r.l. di Amaro
      • L’idea:
        • Utilizzare le tecnologie ICT per favorire la permanenza della persona anziana nella propria abitazione e garantirne la sicurezza.
      • I fruitori:
        • Persone anziane autosufficienti o parzialmente autosufficienti
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Incentivare la partecipazione ad attività sociali e interattive http://www.flickr.com/photos/ neovain/1364039601/ Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Monitorare e avvicinare gli anziani in zone geograficamente critiche http://www.flickr.com/photos/ afgmatters/4311459862/ Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Il monitoraggio remoto e la teleassistenza
      • Utilizzare le tecnologie ICT per il monitoraggio a distanza dei parametri vitali di una persona anziana o affetta da patologie che ne impediscano la mobilità:
        • Dispositivo medicale per la misurazione di un insieme parametri vitali e di eventuali cadute della persona.
        • Smartphone Android con connettività Internet e sensore GPS .
        • Comunicazione via Bluetooth mediante una specifica applicazione mobile sviluppata nell’ambito del progetto.
        • I dati memorizzati localmente dallo smartphone concesso in comodato al paziente sono sincronizzati ad intervalli programmabili con un servizio di raccolta dati centralizzato su piattaforma cloud .
        • I dati inviati dal dispositivo di ciascun paziente sono resi accessibili mediante uno specifico pannello di controllo ai familiari ed al personale medico dedicato all’assistenza remota della persona.
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Possibilità di monitorare, per ciascun paziente, uno specifico insieme di parametri ed allarmi http://www.flickr.com/photos/tworubies/5932578976/ Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Soglie e allarmi
      • A ciascun allarme possono corrispondere più azioni, legate, ad esempio, al grado di criticità dell’evento:
        • E.g.: il paziente ha un abbassamento della pressione  email destinata ai familiari o al personale disponibile sul territorio
        • E.g.: il paziente è caduto e non accenna a rialzarsi  invio dell’allarme al servizio 118
      • Possibilità di creare un servizio di assistenza unico e su misura per ciascuna persona.
      • Possibilità di monitorare la posizione della persona e l’eventuale superamento di una soglia predefinita dalla abitazione :
        • Persone con disturbi cognitivi o demenza
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Piattaforma distribuita per l’invio di indicazioni terapeutiche e di patient education http://www.flickr.com/photos/mamchenkov/146434551 / Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Patient education
      • Il personale sanitario, per ciascun paziente, può definire un calendario con:
        • Orari di somministrazione delle medicine
        • Dieta giornaliera
        • Consigli
        • Piano di esercizi fisici
      • Calendario giornaliero visualizzabile mediante
        • Sito web
        • Smartphone del paziente (con notifiche sonore)
      • Fruizione delle informazioni da parte non solo del paziente ma anche dei familiari o del personale di assistenza (e.g.: badanti, infermiere, et al.).
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Criticità progettuali affrontate
      • Gestione dell’interazione fra i dispositivi medicali e lo smartphone che funge da gateway per la raccolta dati.
      • Autonomia energetica dei dispositivi.
        • Limitata nel tempo e con necessità di ricarica degli apparati
      • Copertura rete mobile Internet
        • In particolare nelle aree oggetto della sperimentazione
      • Problematiche legate alla privacy dei pazienti
        • In particolare per quanto concerne il monitoraggio della posizione GPS.
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
        • Avvicinare le persone al mondo virtuale quale luogo di aggregazione e socializzazione
      • http://www.flickr.com/photos/25031050@N06/4117619794 /
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Socializzare con internet
      • Social network appositamente sviluppato per l’interazione fra persone anziane
        • Profilo pubblico e privato
        • Possibilità di interagire con altri anziani
        • Ambiente moderabile e protetto
      • Strumenti standard di comunicazione in grado di abbattere le distanze geografiche e legate alle problematiche di mobilità
        • Mail
        • Skype
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Sperimentazione
      • Stato del progetto
        • Sviluppo conclusosi nel mese di settembre
        • In avvio la fase di sperimentazione
      • Sperimentazione
        • 12 anziani, cui sarà fornita la seguente dotazione di dispositivi, opportunamente configurati e dotati del software sviluppato nel corso del progetto:
          • Notebook, smartphone, dispositivo di monitoraggio dei parametri vitali
      • Obiettivi
        • Valutare l’efficacia della soluzione proposta sia in termini di
          • Miglioramento del servizio di assistenza
          • Miglioramento della qualità della vita degli assistiti
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Contatti
      • MoBe s.r.l.
        • c/o Parco Scientifco e Tecnologico “Luigi Danieli”, Via J.Linussio 51, 33100 Udine, Italy
        • Tel. 0432.629795 – Fax 0432.603887
        • www.mobe.it – info@mobe.it
      • BoDi s.r.l.
        • Via J. Linussio 1, Amaro, Italy
        • Tel. 0433-45174 – Fax 0433-494612
        • www.bottega-digitale.it – info@bottega-digitale.it
      • www.casasicuri.it
      Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011
    • Grazie mille per l’attenzione Gilberto Del Pizzo – BoDi s.r.l. - 2011