Your SlideShare is downloading. ×

Ricorso al Tar e Scuole Bracciano

544

Published on

Ecco un breve prospetto riepilogativo della situazione reale delle nostre scuole.

Ecco un breve prospetto riepilogativo della situazione reale delle nostre scuole.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
544
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. BRACCIANO: IL COMUNE IMPUGNA AL TAR IL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO,UN’ALTRA AZIONE DELLA GIUNTA SALA A FAVORE DELLE SCUOLE. ECCO LASITUAZIONE ATTUALEFacciamo chiarezzaÈ notizia di questi giorni il ricorso al TAR del Lazio da parte dell’Amministrazione Comunale diBracciano per chiedere la sospensione della deliberazione della giunta regionale del Lazio n. 82 del2 marzo 2012 e del decreto del MIUR (Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca) n. 22 del 21febbraio 2012, che riguardano il piano regionale di dimensionamento delle istituzioni scolastiche.Nello specifico è stata fermamente contestata l’istituzione di un Istituto comprensivo con sededidattica a Trevignano Romano e di uno con sede a Bracciano. In considerazione della rilevanzanumerica della popolazione studentesca di Bracciano, l’Amministrazione Comunale denuncial’irrazionalità della scelta compiuta dall’Ufficio Scolastico Regionale.In attesa di conoscere l’esito del ricorso, fortemente voluto dall’ Amministrazione guidata daGiuliano Sala, vi ho redatto un prospetto che riepiloga le principali attività ed azioni alcunebrillantemente ultimate, altre già avviate a favore delle Scuole. Leggendo i punti sotto elencaticonoscerete la reale situazione odierna delle Scuole della nostra Bracciano e gli interventi messi inatto dall’inizio del nostro mandato. Gianpiero Nardelli Vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione SCUOLA ELEMENTARE TOMMASO TITTONI - La Bracciano Ambiente Spa ad inizio mandato ha finanziato la sostituzione della pavimentazione del giardino della scuola elementare. Costo dell’intervento 11.000 €. - La Fondazione Roma ha donato 15 lavagne luminose, 2 sono giunte dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca) e 3 sono state donate dalla Bracciano Ambiente Spa e verranno installate nei nuovi moduli di via dei Lecci. L’Amministrazione Comunale si è incaricata di effettuare tutti i lavori di messa a norma e propedeutici per l’istallazione delle stesse. I lavori sono già stati ultimati. 1
  • 2. - L’Amministrazione ha sempre garantito la manutenzione ordinaria delle aule attraverso lavori di tinteggiatura. Sono stati istallati condizionatori per quelle aule e quegli ambienti particolarmente esposti al sole e che quindi necessitavano di essere climatizzati in modo da garantire la temperatura ideale;- Ultimamente è stata avviata l’iniziativa Piedibus, che ha riscosso grandi consensi dalle famiglie ed in particolare da tutte le mamme. Iniziativa innovativa, nata con il triplice obiettivo di: 1. sensibilizzare grandi e piccini verso la tutela dellambiente; 2. decongestionare il traffico del centro cittadino nelle ore di punta; 3. essere momento di aggregazione tra gli alunni. SCUOLA VIA DEI LECCI- Istallazione del Gazebo in legno nel giardino della scuola materna;- Il 26 Marzo u.s. sono iniziati i lavori per la realizzazione dei moduli prefabbricati. La struttura ospiterà 5 aule della scuola elementare. L’ultimazione dei lavori, come da contratto, è prevista per giugno, in modo da garantire l’ordinario ritorno a scuola per settembre. L’intervento è costato circa 500 mila €. Inoltre, sono state recuperate altre 5 aule dall’ex Istituto Mattei (ora Luca Paciolo) sempre per accogliere gli scolari della scuola elementare. 2
  • 3. SCUOLA MEDIA SAN GIOVANNI BOSCO L’Amministrazione ha sempre garantito la manutenzione ordinaria, con interventi quali la tinteggiatura di tutte le aule, la fornitura degli arredi e delle tende per riparare gli studenti dal sole durante lo svolgimento delle lezioni. Ma l’intervento di maggiore rilevanza è stato il dotare la Scuola della scala antincendio. L’ investimento è stato di circa 100 mila €. SCUOLA MATERNA COMUNALE “PASQUALETTI”L’edificio è stato completamente messo a norma sia internamente, sia esternamente,attraverso la realizzazione di una rampa e di un ascensore per consentire il passaggio da unpiano all’altro. L’investimento è stato di 724 mila €. NUOVO ASILO NIDO COMUNALE (LOCALITA’ SAN CELSO)E’ stata avviata la procedura di appalto per larealizzazione del nuovo asilo nido comunale in zona SanCelso, che prevede la realizzazione di una nuova struttura per accogliere i più piccoli dellanostra comunità ed offrire alle famiglie l’opportunità di usufruire di un servizio pubblico.L’investimento è di 1.200.000 euro. 3
  • 4. NUOVA SCUOLA ELEMENTARE LOCALITA’ IL PEROL’Amministrazione ha già espletato la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori. La dittaaggiudicataria ha proposto un ribasso d’asta vicino al 50%: per questo motivo è stata istituitaun’apposita commissione che dovrà valutare la congruità dell’offerta proposta.La procedura di gara proposta dalla precedente Giunta Negri - Riccioni, che prevedeval’appalto – concorso, non si è potuta attuare per le gravi manchevolezze riscontratedall’Amministrazione Sala e riportate nella Delibera di Giunta Comunale n° 314 del 11.10.2007(clicca qui per leggere e scaricare il documento integrale) di cui vi elenco i punti salienti:  a seguito della modifica dell’ubicazione dell’area che doveva accogliere la nuova scuola, era necessario ed indispensabile procedere alla esecuzione dei seguenti adempimenti tecnici e amministrativi:  doveva essere stipulato un nuovo accordo tra la proprietaria dell’area e l’Amministrazione comunale;  doveva essere acquisito il parere della Azienda Sanitaria Locale RM F sulla nuova area propedeutico per la variante al Piano Regolatore Generale;  doveva essere approvata dalla Regione Lazio la variante al Piano Regolatore Generale per la modifica della destinazione dell’area;  dovevano essere completate le indagini geologiche sulla nuova area;  doveva essere acquisito il parere preventivo della Soprintendenza Archeologica;  doveva essere redatta la Valutazione di Incidenza Ambientale in quanto una parte dell’area ricade all’interno della Zona di Protezione Speciale (ZPS). E ancora: al fine di evitare di aggiudicare ad una Impresa l’esecuzione dei lavori su un’area che non risultava ancora nella piena disponibilità dell’Amministrazione Comunale e non risultava avere ancora la destinazione urbanistica conforme alla vigente legislazione, occorreva procedere all’acquisizione di un ulteriore finanziamento di € 3.000.000, da aggiungere al primo mutuo concesso e di analogo importo. 4
  • 5. Queste sono solo alcune delle motivazioni che hanno causato il ritardo nell’esecuzione deilavori. Ci tenevo ad informarvi correttamente, allegando i documenti che attestano quantovi ho scritto. L’amministrazione Sala, per quanto concerne l’edilizia scolastica ha reperitoed investito, ad oggi, un totale di oltre 5.500.000 € (ad esclusione quindi dei 3.000.0000 di€ recepiti dalla precedente giunta Negri). La politica seria si fa con i fatti e con i numeri e non con gli slogan ed i proclami. Gianpiero Nardelli 5

×