Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
schema norme rifornimento carburanti aeromobili
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

schema norme rifornimento carburanti aeromobili

  • 2,331 views
Published

Schema norme rifornimento carburanti aeromobili, aircraft refuelling, aeroporto, rifornimento, vigili del fuoco

Schema norme rifornimento carburanti aeromobili, aircraft refuelling, aeroporto, rifornimento, vigili del fuoco

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,331
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
48
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Raccolta delle norme che regolano l’attività di RIFORNIMENTO CARBURANTI AGLI AEROMOBILIRealizzata sulla base delle principali Disposizioni di riferimento:in nero: MINISTERO DELL’INTERNO - Decreto 30 giugno 2011 (G.U. n. 169 del 22/7/2011)in blu: ENAC – Regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti – (Edizione 2 del 2/10/2003 - Emendamento 6 del 18/7/2011) (chi agisce, che cosa fa, in quale fase) Nota: Quando le caselle sono unite vuol dire che la disposizione si applica a tutti gli attori contemporaneamente Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENAC ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10,Principi della Paragrafo 6, cap. 6.1 GeneralitàSafety Net Nel presente paragrafo sono disciplinati responsabilità, ambito di attività ed azioni dei diversi soggetti coinvolti nelle operazioni di rifornimento degli aeromobili. Sono altresì evidenziate le competenze del Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile che provvede, ai fini della prevenzione e protezione incendi, all’emanazione di prescrizioni tecniche e precauzioni da osservare durante il rifornimento degli aeromobili. Tali opera- zioni, in particolare nei casi di rifornimento con passeggeri a bordo o in imbarco/sbarco, presentano un livello di complessità, anche per la contemporanea pre- senza di più soggetti coinvolti nelle operazioni di assistenza a terra, che richiede un approccio armonizzato delle attività. Pertanto è necessaria la costituzione di una rete di sicurezza - “safety net”, che mediante una corretta attribuzione di compiti e responsabilità consenta di mantenere un adeguato livello di sicurezza delle operazioni senza penalizzare le esigenze di operatività aeroportuale. In un siffatto contesto eventuali mancanze di uno dei soggetti coinvolti potranno essere compensate dal comportamento proceduralmente corretto attuato da tutti gli altri. Strumento essenziale per la corretta implementazione della safety net è la certificazione, estesa a tutte le organizzazioni che operano sul piazzale (Gestore aeroportuale, Operatore Aereo e Prestatori di servizi di assistenza a terra) e che, proprio in virtù del processo di certificazione e di mantenimento della stessa, sviluppano specifiche procedure operative e provvedono alla qualificazione e all’addestramento continuo del proprio personale, rispondendo a standard tecnico operativi validi in ambito internazionale. Da considerarsi parte della safety net è inoltre la formazione del personale che opera nei servizi di assistenza a terra in tema di gestione dei rischi associati alle operazioni di rifornimento e relative procedure di emergenza. Ulteriore fondamentale elemento della safety net è costituito dall’esercizio delle funzioni istituzionali svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (C.N.VV.F.), in ordine all’emanazione dei programmi di addestramento ed alla certificazione del personale dei Prestatori di servizi di assistenza carburante (di seguito definiti Handler rifornitori), nonché all’attività ispettiva sul rispetto della propria disciplina tecnica inerente le operazioni di rifornimento agli aeromobili Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENAC ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degliGeneralità e aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.2.4 Paragrafo 6, punto 6.2.1 Paragrafo 6, punto 6.2.1 Paragrafo 6, punto 6.3.5coordinamento Ai fini di prevenzione e di primo Le operazioni di rifornimento degli Le operazioni di rifornimento degli Entro il 30 giugno 2012, il persona- intervento in caso di incendio del aeromobili sono eseguite aeromobili sono eseguite le che opera in area Apron per carburante il Gestore deve assicura- dall’Handler rifornitore sotto la re- dall’Handler rifornitore sotto la servizi sottobordo durante le opera- re che nella piazzola ove si svolge il sponsabilità dellOperatore Aereo, responsabilità dellOperatore Aereo, zioni di rifornimento, deve ricevere rifornimento o nelle immediate vici- che garantisce la supervisione di tali che garantisce la supervisione di tali una formazione in accordo con un nanze della stessa siano presenti operazioni mediante la presenza di operazioni mediante la presenza di programma che fornisca adeguate presidi antincendio in condizioni di proprio personale di seguito indivi- proprio personale di seguito indivi- nozioni sulla gestione dei rischi efficienza ed aventi caratteristiche duato quale Responsabile del rifor- duato quale Responsabile del rifor- associati a tali operazioni. Il pro- tecniche e capacità conformi alle nimento. nimento. gramma deve essere ritenuto accet- disposizioni emanate in materia dal Le prescrizioni tecniche per Le prescrizioni tecniche per tabile dall’ENAC e dal C.N.V.V.F.. Dipartimento dei VV.F. del Ministero l’effettuazione del rifornimento degli l’effettuazione del rifornimento degli dell’Interno aeromobili sono stabilite dal Diparti- aeromobili sono stabilite dal Diparti- mento dei VV.F. del Ministero mento dei VV.F. del Ministero ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli dell’Interno con proprie disposizioni. dell’Interno con proprie disposizioni. aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.5 DM 30/6/2011 DM 30/6/2011 Entro il 30 giugno 2012, il persona- le che opera in area Apron per Art. 1, comma 1. Art. 1, comma 2. servizi sottobordo durante le opera- Le operazioni di rifornimento avven- Le operazioni di rifornimento degli zioni di rifornimento, deve ricevere gono sotto la diretta responsabilità aeromobili sono eseguite dagli una formazione in accordo con un dellOperatore Aereo attraverso la «Handler rifornitori» che devono programma che fornisca adeguate designazione di una persona qualifi- assicurare la presenza di personale nozioni sulla gestione dei rischi cata quale «Responsabile del ri- qualificato di seguito indicato quale associati a tali operazioni. Il pro- fornimento». «Operatore di rifornimento» certifi- gramma deve essere ritenuto accet- cato dal Corpo nazionale dei vigili ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, del fuoco. tabile dall’ENAC e dal C.N.V.V.F.. Paragrafo 6, punto 6.2.2 ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli Ai fini della corretta effettuazione aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, DM 30/6/2011Art. 10 delle operazioni di rifornimento Paragrafo 6, punto 6.2.3 Disposizione finale l’Operatore Aereo deve dotarsi di L’Handler rifornitore deve essere in 1. Gli aeroporti di cui al comma 1, procedure ad hoc elaborate secondo possesso di certificazione, rilasciata dellart. 2 si adeguano alle disposi- le previsioni dei Regolamenti di dall’ENAC secondo i propri regola- zioni individuate dal presente decre- certificazione ad esso applicabili di menti, che attesti l’adeguatezza to entro due anni dalla sua entrata cui al Regolamento (CE) n. 2407/92. dell’organizzazione e delle procedu- in vigore. Dalla stessa data è abro- Deve inoltre individuare il Respon- re in condizioni operative normali e gato il decreto del Ministro dellinter- sabile del rifornimento. di emergenza. La qualificazione del no 30 settembre 1985. Il Responsabile del rifornimento personale e l’idoneità dei mezzi, ai 2. Il presente decreto entra in vigore assolve le necessarie attività di fini antincendio, sono stabilite se- il giorno successivo alla data di coordinamento e sorveglianza per condo quanto prescritto dal pubblicazione nella Gazzetta Ufficia- garantire losservanza delle procedu- C.N.VV.F.. le della Repubblica italiana. re di rifornimento e mantenere il Per ogni operazione di rifornimento contatto con il personale dell’Handler l’handler rifornitore deve assicurare rifornitore e con il personale even- la presenza di almeno una persona tualmente presente a bordo addestrata per la effettuazione delle dell’aeromobile. operazioni stesse. L’adeguatezza In particolare il Responsabile del dell’addestramento è attestata da rifornimento deve assicurare che apposita dichiarazione del Respon- - siano presenti i presidi antincen- sabile dell’handler. La dichiarazio- dio di cui al successivo punto ne deve essere disponibile duranteTesto coordinato delle disposizioni normative sul rifornimento carburanti agli aeromobili – a cura del Servizio Antincendi Aeroportuale dell’Aeroporto di Orio al Serio 1gmg / – BOZZA 5 DICEMBRE 2011
  • 2. 6.2.4; le operazioni di rifornimento. Il per- - personale e mezzi estranei alle sonale di cui al precedente comma operazioni di assistenza all’aero- deve essere in possesso di certifica- mobile non si trovino nell’area in- zione rilasciata dal C.N.VV.F.. teressata dal rifornimento; - l’accesso da parte dei mezzi di DM 30/6/2011 soccorso non sia impedito dalla Art. 1 comma 3. presenza di veicoli o attrezzature; Il Responsabile del rifornimento - sia garantita la rapida evacuazio- assolve le necessarie attività di ne del personale dell’operatore o coordinamento e sorveglianza per di altri handler eventualmente a garantire losservanza delle procedu- bordo dell’aeromobile; re di rifornimento, il contatto con il - il rapido allontanamento del mez- personale dellHandler rifornitore e zo rifornitore non sia impedito dal- con il personale eventualmente pre- la presenza di veicoli o attrezza- sente a bordo dellaeromobile non- ture. ché lattivazione delle procedure di Per le sole operazioni di cui al pre- emergenza secondo quanto specifi- sente paragrafo 6.2, lOperatore cato dal regolamento ENAC Aereo e l’Handler rifornitore possono concordare che le funzioni di super- visione del rifornimento vengano svolte da personale qualificato dell’Handler rifornitore. In tal caso l’accordo sarà corredato di apposita procedura in cui sono dettagliate le azioni, di cui al successivo punto 6.2.5, da attuarsi in caso di principio d’incendio o di grande spargimento di carburante. DM 30/6/2011 Art. 1 comma 3. Il Responsabile del rifornimento assolve le necessarie attività di coordinamento e sorveglianza per garantire losservanza delle procedu- re di rifornimento, il contatto con il personale dellHandler rifornitore e con il personale eventualmente presente a bordo dellaeromobile nonché lattivazione delle procedure di emergenza secondo quanto speci- ficato dal regolamento ENAC. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENACRifornimento DM 30/6/2011 DM 30/6/2011 DM 30/6/2011 Art. 4, comma 3. Art. 4, comma 2 Art. 4, comma 7.senza passeggeri Le operazioni di rifornimento devono Il rifornimento di carburante agli Ogni mezzo rifornitore deve esserea bordo essere effettuate nel piazzale di aeromobili non può essere eseguito presidiato dal personale necessario sosta degli aeromobili «Apron» allin- in assenza del Responsabile del ad assicurarne il rapido allontana- terno delle aree ERA/ASA apposita- rifornimento. mento in caso di emergenza e per mente individuate e attrezzate. DM 30/6/2011 ogni altra necessità di sicurezza. DM 30/6/2011 Art. 4, comma 4. DM 30/6/2011 Art. 4, comma 5. Durante le operazioni di rifornimento Art. 4, comma 8. Le attrezzature per il rifornimento di deve prevedersi intorno allaeromobi- Il personale dellHandler rifornitore, carburanti e gli sfiati dei serbatoi le una zona di sicurezza costituita da prima dellinizio delle operazioni di dellaeromobile non devono trovarsi unarea circolare avente un raggio rifornimento, si dovrà accertare che ad una distanza inferiore a metri 15 di metri 6 dai serbatoi degli aero- siano rese disponibili adeguate vie di da qualsiasi edificio, ad esclusione mobili, dagli sfiati, dalle attrezzature fuga per il rapido allontanamento del dei manufatti connessi con le perti- e dai veicoli mobili usati per il rifor- mezzo rifornitore. nenti operazioni di scalo. nimento. Il Responsabile del riforni- DM 30/6/2011 DM 30/6/2011 mento deve garantire che nessun Art. 4, comma 9. Art. 4, comma 6. estraneo alle operazioni di riforni- Il rifornimento di carburante per Non è consentito il rifornimento mento, assistenza e controllo si trovi mezzo di impianto di erogazione contemporaneo di due aeromobili allinterno della predetta zona di carburante (Hydrant Refuelling posti in piazzole di sosta ERA/ASA sicurezza System - HRS) con distributore contigue, nel caso in cui entrambi gli DM 30/6/2011 «dispenser» o per mezzo di autoci- aeromobili siano con passeggeri a Art. 4, comma 6. sterna «refueller» è effettuato con la bordo o in fase di imbarco e sbarco. Non è consentito il rifornimento presenza di un operatore di riforni- Il Gestore aeroportuale e i Re- contemporaneo di due aeromobili mento certificato. sponsabili del rifornimento devono posti in piazzole di sosta ERA/ASA DM 30/6/2011 coordinarsi per assicurare la corretta contigue, nel caso in cui entrambi gli Art. 4, comma 10. attuazione di tale disposizione. aeromobili siano con passeggeri a Se il rifornimento di carburante è DM 30/6/2011 bordo o in fase di imbarco e sbarco. eseguito simultaneamente da due Art. 4, comma 13. Il Gestore aeroportuale e i Respon- punti dattacco non posti sulla stessa I veicoli di rifornimento, assistenza e sabili del rifornimento devono semiala, è richiesta la presenza di controllo e le attrezzature devono coordinarsi per assicurare la corretta almeno un operatore di rifornimento essere posti in modo tale da consen- attuazione di tale disposizione. certificato per ciascun punto dattac- tire: DM 30/6/2011 co. a) il libero accesso allaeromobile da Art. 4, comma 11. DM 30/6/2011 parte dei servizi di soccorso e lot- Durante le operazioni di rifornimento Art. 4, comma 11. ta antincendio; lOperatore Aereo e lHandler riforni- Durante le operazioni di rifornimento b) la rapida evacuazione, attraverso tore adotteranno, per tipologia di lOperatore Aereo e lHandler riforni- le uscite in uso, delle persone a aeromobile, le misure necessarie, tore adotteranno, per tipologia di bordo dellaeromobile; indicate nelle proprie procedure aeromobile, le misure necessarie, c) il rapido allontanamento dei mezzi operative, affinché sia esclusa la indicate nelle proprie procedure rifornitori. possibilità di determinare inneschi di operative, affinché sia esclusa laTesto coordinato delle disposizioni normative sul rifornimento carburanti agli aeromobili – a cura del Servizio Antincendi Aeroportuale dell’Aeroporto di Orio al Serio 2gmg / – BOZZA 5 DICEMBRE 2011
  • 3. DM 30/6/2011 vapori di carburante da parte di possibilità di determinare inneschi di Art. 4, comma 16. impianti e apparecchiature presenti vapori di carburante da parte di Durante le operazioni di rifornimento, nella zona di rifornimento provve- impianti e apparecchiature presenti in prossimità della zona di sicurezza, dendo, altresì, ad attuare le proce- nella zona di rifornimento provve- devono essere presenti, a cura del dure per la messa a terra dellaero- dendo, altresì, ad attuare le procedu- Gestore dellaeroporto, presidi antin- mobile e dei relativi mezzi di riforni- re per la messa a terra dellaeromo- cendio in condizioni di perfetta effi- mento. bile e dei relativi mezzi di rifornimen- cienza e manutenzione, per un com- DM 30/6/2011 to. plessivo non inferiore a 50 kg di Art. 4, comma 12. DM 30/6/2011 polvere chimica secca, di capacità Durante le operazioni di rifornimento Art. 4, comma 13. estinguente non inferiore a «A-B1- nessun motore di spinta dellaero- I veicoli di rifornimento, assistenza e C», e 50 litri di schiuma di capacità mobile deve essere in funzione. controllo e le attrezzature devono estinguente non inferiore a «A-B4». essere posti in modo tale da consen- tire: d) il libero accesso allaeromobile da parte dei servizi di soccorso e lot- ta antincendio; e) la rapida evacuazione, attraverso le uscite in uso, delle persone a bordo dellaeromobile; f) il rapido allontanamento dei mezzi rifornitori. DM 30/6/2011 Art. 4, comma 14. I veicoli non devono transitare o sostare sotto lala degli aeromobili, salvo quelli del rifornimento e solo se la loro presenza è indispensabile per le operazioni di rifornimento di carbu- rante, di oli lubrificanti ed idraulici. Nel caso di rifornimento con autoci- sterna: a) la parte dellautocisterna conte- nente lapparato motore non deve sostare sotto lala; b) lattrezzatura utilizzata per il servi- zio di manutenzione deve essere collocata ad una distanza superiore a 3 metri dalle aperture di sfiato dellimpianto di combustibile degli aeromobili. DM 30/6/2011 Art. 4, comma 15. Tutti i mezzi rifornitori operanti nella zona di sicurezza devono essere muniti di estintori in perfetta efficien- za. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENAC ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10,Emergenza Paragrafo 6, punto 6.2.5senza passeggeri a Nel caso di principio d’incendio o di un grande spargimento di carburante, l’Handler rifornitore ha l’obbligo di interrompere immediatamente il rifornimento. Inbordo ragione degli elementi caratterizzanti l’evento (tipologia, entità, ecc.) l’Handler rifornitore valuta la necessità di allontanare i propri mezzi ed attrezzature, nonché le misure di sicurezza e di primo intervento da adottare. Il Responsabile del rifornimento ha l’obbligo di allertare il personale eventualmente presente a bordo dell’aeromobile ed attivare il Servizio Antincendio aeroportuale secondo le procedure in uso presso l’aeroporto, fornendo immediata indicazione del tipo d’evento e la piazzola dove esso è avvenuto. Per l’attuazione delle misure di cui ai commi precedenti i soggetti coinvolti devono elaborare apposite pro- cedure da inserire nei propri Manuali operativi. DM 30/6/2011 - Art. 4, comma 18. Nel caso in cui avvenga un principio dincendio o un versamento di carburante, lHandler rifornitore, il Responsabile del rifornimento ed il Gestore aeroportuale devono attuare le misure di emergenza previste dal Regolamento ENAC e le procedure operative definite, in sede locale, per ogni singolo aeroporto. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENAC ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10,Rifornimento Paragrafo 6, punto 6.3carburanti Per le operazioni di rifornimento di un aeromobile con i passeggeri che si stanno imbarcando, o sono a bordo o stanno sbarcando, oltre al rispetto delle previsioniaeromobili con di cui al precedente paragrafo 6.2, devono essere poste in atto le seguenti azioni da parte dei diversi soggetti coinvolti. ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio deglipasseggeri a aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.1 aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.2 aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.1bordo o in fase di Il Gestore deve provvedere all’otti- L’Operatore Aereo deve integrare (…)imbarco e sbarco – mizzazione delle piazzole di sosta le procedure di cui al precedente Il Gestore deve predisporre ed inse- aa/mm abilitate al rifornimento con punto 6.2.2 con le specifiche dispo- rire all’interno del Manuale di Aero-Predisposizione passeggeri a bordo o in fase di im- sizioni applicabili al caso di riforni- porto la procedura operativa di cui al barco/sbarco ai fini dell’intervento mento con passeggeri a bordo o in Capitolo 2 par. 6.8 (c) nella quale antincendio, tenendo conto di fattori imbarco/sbarco secondo la norma siano dettagliate, sulla base delle quali l’ubicazione rispetto alle stazio- JAR-OPS 1.305 “Refuelling/defuel- indicazioni riportate nel presente ni antincendio, la presenza nelle ling with passengers embarking, on paragrafo, le azioni poste in essere immediate vicinanze di dotazioni di board or disembarking”, o similari. In da Operatore Aereo, Handler riforni- estinguente pronte all’uso per il particolare nelle procedure dell’Ope- tore, Gestore Aeroportuale, Servizio primo intervento, la posizione reci- ratore Aereo devono essere trattati: antincendio aeroportuale e Torre proca delle piazzole dedicate, etc. - i compiti e la consistenza dell’e- di Controllo, nel caso di rifornimento Deve inoltre elaborare un’apposita quipaggio, agli aeromobili con passeggeri a analisi di sicurezza per una gestione - le attività di bordo compatibili con bordo o in imbarco/sbarco. Prima dell’apron compatibile con l’effettua- le operazioni di rifornimento, dell’inizio dell’operazione di riforni- zione di tali operazioni, che prenda - le informazioni ai passeggeri, mento, il Gestore aeroportuale, rice- in considerazione la casistica (ope- - l’uso dei dispositivi di bordo, quali vuta la comunicazione da parte razioni su piazzole non contigue, più avvisi ed uso delle cinture di sicu- dell’Operatore Aereo e verificata la operazioni contemporanee in apron, rezza, compatibilità di tale operazione conTesto coordinato delle disposizioni normative sul rifornimento carburanti agli aeromobili – a cura del Servizio Antincendi Aeroportuale dell’Aeroporto di Orio al Serio 3gmg / – BOZZA 5 DICEMBRE 2011
  • 4. ecc.) ed i rischi connessi e che indi- - l’uso delle uscite di emergenza, la posizione e le dotazioni della vidui, secondo adeguati criteri di risk - l’interruzione delle operazioni di piazzola assegnata all’aeromobile, management, misure e procedure in rifornimento in caso di presenza avvisa il Servizio antincendio ae- grado di mitigare tali rischi. di vapori di carburante all’interno roportuale comunicando la tipologia Il Gestore deve predisporre ed dell’aeromobile o di altri pericoli, d’aeromobile, la posizione della inserire all’interno del Manuale di - l’interruzione delle operazioni di piazzola e l’ora di inizio del riforni- Aeroporto la procedura operativa di rifornimento in caso di indisponi- mento. In caso affermativo il gestore cui al Capitolo 2 par. 6.8 (c) nella bilità del Servizio antincendio per ne dà conferma all’Operatore Aereo. quale siano dettagliate, sulla base sopraggiunte emergenze all’inter- DM 30/6/2011 delle indicazioni riportate nel presen- no del sedime aeroportuale. Art. 5, comma 2. te paragrafo, le azioni poste in esse- L’Operatore Aereo deve inoltre Il Gestore aeroportuale, con congruo re da Operatore Aereo, Handler garantire che sia attiva una comuni- anticipo rispetto allinizio dellopera- rifornitore, Gestore Aeroportuale, cazione a due vie tra il Responsabile zione di rifornimento, avvisa il servi- Servizio antincendio aeroportuale e del rifornimento ed un membro zio antincendio aeroportuale co- Torre di Controllo, nel caso di rifor- dell’equipaggio di condotta dell’aero- municando la tipologia daeromobile, nimento agli aeromobili con passeg- mobile presente a bordo. la posizione della piazzola e lora geri a bordo o in imbarco/sbarco. Il Responsabile del rifornimento, dinizio del rifornimento. Prima dell’inizio dell’operazione di in aggiunta a quanto previsto nel rifornimento, il Gestore aeroportua- punto 6.2.2, deve assicurare che i le, ricevuta la comunicazione da presidi antincendio di cui al prece- parte dell’Operatore Aereo e verifica- dente punto 6.2.4 siano prontamente ta la compatibilità di tale operazione disponibili e che i veicoli e le attrez- con la posizione e le dotazioni della zature dei servizi di assistenza a piazzola assegnata all’aeromobile, terra siano posizionati intorno all’a/m avvisa il Servizio antincendio aero- in modo tale da consentire: portuale comunicando la tipologia a) l’uso di un numero sufficiente di d’aeromobile, la posizione della uscite per l’agevole evacuazione piazzola e l’ora di inizio del riforni- dell’aeromobile; e mento. In caso affermativo il gesto- b) un sicuro percorso di fuga per re ne dà conferma all’Operatore ognuna delle uscite da utilizzare Aereo. durante l’emergenza. DM 30/6/2011 Per ogni rifornimento, il caposcalo Art. 5, comma 1. dell’Operatore Aereo o un suo Durante le operazioni di rifornimento rappresentante deve preventivamen- di carburante con passeggeri a bor- te comunicarne l’esigenza al Gestore do dellaeromobile, oltre alle previ- aeroportuale. sioni di cui al regolamento ENAC, in L’effettuazione del rifornimento può particolare per quanto riguarda la avvenire, in presenza del Responsa- formazione e il concorso alla gestio- bile del rifornimento, solo dopo la ne dellemergenza del personale conferma del gestore e l’assenso del che opera per i servizi sottobordo comandante dellaeromobile o suo durante le operazioni di rifornimento, delegato. e alle norme di cui agli articoli 3 e 4 del presente decreto, devono essere osservate le seguenti ulteriori speci- fiche misure di sicurezza. DM 30/6/2011 Art. 5, comma 2. Il Gestore aeroportuale, con con- gruo anticipo rispetto allinizio dello- perazione di rifornimento, avvisa il servizio antincendio aeroportuale comunicando la tipologia daeromo- bile, la posizione della piazzola e lora dinizio del rifornimento. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENACDurante il rifor- DM 30/6/2011 - Art. 5, comma 3. DM 30/6/2011 Prima dellinizio delle operazioni di rifornimento devono essere predisposti i dispositivi di evacuazione e attuate le indi- Art. 5, comma 3.nimento con cazioni di seguito elencate: (…)passeggeri a a) le porte usate normalmente per limbarco/sbarco dei passeggeri devono essere aperte. Qualora le condizioni e) deve essere mantenuto, durante climatiche non consentano di tenerle aperte, esse possono essere tenute chiuse, ma non bloccate; le operazioni di rifornimento, il con-bordo b) le scale o i pontili dimbarco devono essere approntati presso le porte in uso di cui alla lettera precedente; tatto radio tra la cabina di pilotaggio c) le uscite dotate di scale incorporate, se non sono servite da pontili dimbarco o da scale mobili, devono essere e la torre di controllo per eventuali approntate per luso; attivazioni delle procedure di emer- d) le porte, le scale o i pontili dimbarco in uso non devono essere ostruiti, per consentire il libero impiego in caso genza; demergenza; (…) e) deve essere mantenuto, durante le operazioni di rifornimento, il contatto radio tra la cabina di pilotaggio e la torre di controllo per eventuali attivazioni delle procedure di emergenza; f) deve essere mantenuto il contatto visivo tra il Responsabile del rifornimento e il personale Handler riforni- tore oppure, nel caso di impossibilità del contatto visivo, devono essere utilizzati idonei dispositivi radio. DM 30/6/2011 Art. 5, comma 4. Le misure precauzionali da adottarsi a bordo dellaeromobile sono quelle previste dalla normativa operativa comunitaria ed internazionale di settore. Vedere anche esempio norme Vettore Aereo ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.3 Durante le operazioni di rifornimento, al fine di minimizzare i tempi di intervento a seguito di emergenze connesse alle operazioni stesse, le squadre del Servizio antincendio aeroportuale, sono avvisate in accordo alle previsioni di cui al precedente punto 6.3.1. In caso di indisponibilità del Servizio antincendio per sopraggiunte emergenze all’interno del sedime aeroportuale, le operazioni di rifornimento con passeggeri a bordo o in imbarco/sbarco non possono iniziare e devono comunque essere interrotte qualora già avviate. Tale evenienza è comunicata dal gestore aeroportuale agli Operatori Aerei che hannoTesto coordinato delle disposizioni normative sul rifornimento carburanti agli aeromobili – a cura del Servizio Antincendi Aeroportuale dell’Aeroporto di Orio al Serio 4gmg / – BOZZA 5 DICEMBRE 2011
  • 5. operazioni di rifornimento in corso. DM 30/6/2011 - Art. 5, comma 5. Qualora durante le operazioni di rifornimento di carburante sia in atto limbarco o lo sbarco dei passeggeri, oltre alle norme di cui ai commi precedenti e agli articoli 3 e 4, devono essere osservate le seguenti ulteriori misure di sicurezza: a) i passeggeri devono essere opportunamente instradati in modo da non interferire con le operazioni di riforni- mento, che comunque non possono interessare i serbatoi lato salita/discesa passeggeri a meno di imbar- co/sbarco tramite pontile, o con le altre operazioni di assistenza a terra. Il percorso da seguire deve essere chiaramente indicato e il responsabile delle operazioni di assistenza deve poter sorvegliare i movimenti dei passeggeri ovvero farli scortare a piccoli gruppi nei loro movimenti da e verso laeromobile; a) tutte le apparecchiature ed attrezzature per limbarco/sbarco dei passeggeri e dei bagagli debbono essere ap- prontate prima dellinizio delle operazioni di rifornimento; b) deve essere annunciato ai passeggeri in fase di imbarco e/o sbarco, causa il rifornimento in corso, il divieto di fumo e di utilizzo di accendini e di telefoni cellulari in piazzale. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENACEMERGENZA DM 30/6/2011 - Art. 5, comma 6. Nel caso in cui avvenga un principio dincendio o un versamento di carburante lHandler rifornitore ed il Responsabilecon passeggeri a del rifornimento devono attuare le misure di emergenza previste dal regolamento ENAC, nella parte relativa alle opera-bordo zioni di rifornimento con passeggeri a bordo o in imbarco/sbarco, e le procedure operative definite, in sede locale, per ogni singolo aeroporto. ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.4 Paragrafo 6, punto 6.3.4 L’Handler rifornitore, in aggiunta alle L’Handler rifornitore, in aggiunta previsioni di cui al punto 6.2.3, deve alle previsioni di cui al punto 6.2.3, prevedere, all’interno del proprio deve prevedere, all’interno del pro- Manuale Operativo una procedura prio Manuale Operativo una proce- conforme alle disposizioni del pre- dura conforme alle disposizioni del sente paragrafo che disciplini le presente paragrafo che disciplini le modalità dell’interruzione del servizio modalità dell’interruzione del servizio in caso di emergenza e le conse- in caso di emergenza e le conse- guenti azioni da intraprendere in guenti azioni da intraprendere in coordinamento con l’Operatore coordinamento con l’Operatore Ae- Aereo reo ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10, Paragrafo 6, punto 6.3.6 Nel caso di principio d’incendio o di grande spargimento di carburante l’Handler rifornitore adotta le misure previste nel precedente punto 6.2.5. Il Responsabi- le del rifornimento ha l’obbligo di allertare l’equipaggio di condotta per l’avvio dell’evacuazione di emergenza dell’aeromobile e per l’attivazione del Servizio Antincendio aeroportuale. L’evacuazione di emergenza avviene sotto la responsabilità dell’Operatore Aereo che deve garantire la pronta disponibilità dei mez- zi per lo sbarco, scale e/o pontili, ed il libero accesso agli stessi. Il personale presente sottobordo per l’effettuazione dei relativi servizi, nelle more dell’intervento del Servizio di soccorso e lotta antincendio aeroportuale e nei limiti delle proprie capacità, concorre alla gestione dell’emergenza attivandosi per circoscrivere l’area oggetto dell’evento, anche utilizzando i mezzi di estinzione disponibili in piazzola, ove la situazione lo consenta. Fase Gestore Aeroportuale (Operatore Aereo) (Handler rifornitore) Vigili del Fuoco / Torre di controllo Responsabile del rifornimento Operatore rifornimento / ENAC ENAC Regolamento per la costruzione e lesercizio degli aeroporti. Emendamento 6 – 18.7. 2011 – Capitolo 10,Vigilanza Paragrafo 6, punto 6.4 Attività di vigilanza L’ENAC esercita sui soggetti certificati e sulle operazioni di rifornimento attività di vigilanza secondo i propri Regolamenti e disposizioni attuative. L’attività di vigilanza è finalizzata alla verifica del rispetto delle norme e delle procedure approvate, secondo programmi ispettivi su base ordinaria o straordinaria. Attività ispettive sull’osservanza delle prescrizioni tecniche da osservarsi durante le operazioni di rifornimento sono effettuate dal C.N.VV.F. nell’ambito delle proprie funzioni istituzionali. Ferme restando le facoltà del C.N.VV.F. in tema di sanzioni, le violazioni alle prescrizioni del presente comma sono comunicate all’ENAC per i provvedimenti di competenza. DM 30/6/2011 - Art. 7 Attività di ispezione e vigilanza 1. Nellambito delle proprie funzioni istituzionali è facoltà del Corpo nazionale dei vigili del fuoco effettuare attività ispettiva e di vigilanza sullosservanza delle precauzioni e delle prescrizioni tecniche sul rifornimento di carburante agli aeromobili. A tal fine, su richiesta del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, gli operatori di rifornimento certificati sono tenuti ad esibire copia della certificazione prevista allart. 8 del presente decreto. 2. In caso di accertata inosservanza, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco provvede, ove si rendesse necessario, a far sospendere immediatamente le operazioni di rifornimento di carburante fino al ripristino delle condizioni di sicurezza e comunica allENAC le inadempienze riscontrate per ladozione di eventuali provvedi- menti di competenza nei confronti dellOperatore Aereo o dellHandler rifornitore. 3. Delle inadempienze di cui al comma 2 è data pronta comunicazione anche al Gestore per gli aspetti correlati alloperatività ed allutilizzo in sicurezza del piaz- zale.Testo coordinato delle disposizioni normative sul rifornimento carburanti agli aeromobili – a cura del Servizio Antincendi Aeroportuale dell’Aeroporto di Orio al Serio 5gmg / – BOZZA 5 DICEMBRE 2011