Your SlideShare is downloading. ×
0
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Supplì al telefono
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Supplì al telefono

292

Published on

Supplì al telefono, piatto romano

Supplì al telefono, piatto romano

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
292
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Avanzamento con clic del mouse
  • 2. Questa preparazione è suddivisain due fasi: una per fare il risotto al pomodoro e l’altra per formare i supplì.
  • 3. INGREDIENTI: 300 g. circa, riso (del tipo da risotto o parboiled); 4 o 5 uova piccole; 1 vasetto passata di pomodoro; 1 mozzarella o 2 ovoline; pangrattato; parmigiano o grana padano, sale, olio per friggere.Passiamo alla prima fase e prepariamosubito il risotto al pomodoro, come da sequenze.
  • 4. Far bollire la passata di pomodoro, salare leggermente e tenere in caldo, da parte. in un tegame abbastanza largo da contenere il risotto, mettiamo un filo d’olio d’oliva e lasciamo scaldare; vi versiamo il riso e Ora versiamo la salsa di lasciamo tostare pomodoro, fino a coprire ilpochissimo, soprattutto riso a filo e continuiamo ase avete scelto un riso mescolare lasciando parboiled; assorbire.
  • 5. Aggiungiamo un l’avrete riconosciuta: è la mestolo di salsa alla preparazione classica volta, man mano che dei risotti. si consuma, continuando a mescolare; Terminata la cottura,lasciata bene “al dente”, Il risotto è pronto, lasciamo spegniamo il fuoco e raffreddare, poi spolverizziamo di aggiungiamo un uovo parmigiano o grana, sbattuto e lo amalgamiamo secondo preferenza; (il composto deve rimanere sodo ma “legato”, se occorre uniamo un altro uovo sbattuto).
  • 6. Questo è il risotto pronto: comevedete, il composto è ben sodo. Ora passiamo alla fase successiva: tagliamo la mozzarella a listarelle;
  • 7. rompiamo altre tre uova in un piatto(serviranno per l’impanatura), aggiungiamo un pizzico di sale e sbattiamo con una forchetta;
  • 8. Infine predisponiamo il piatto-vassoiocospargendolo con del pangrattato, ad evitare che il composto attacchi.
  • 9. Preleviamo delle cucchiaiate di risotto e lepoggiamo sul vassoio ponendovi al centro una listarella di mozzarella;
  • 10. è una cucchiaiata scarsa, perché sopra copriremo ancora con un po’ di riso per chiudere la mozzarella all’interno.
  • 11. Ora, con le mani leggermente cosparse di pangrattato, formiamo i suppli’:
  • 12. li stringiamo leggermente tra le mani,per “legare” bene il composto, dando una forma ovale;
  • 13. poi li passiamo velocemente nelle uovasbattute e, nuovamente, nel pangrattato;
  • 14. Ed ecco i suppli’pronti da cuocere. Se ne avrete preparati inabbondanza potete anche congelare (ovviamente, in questo caso, per utilizzarli dovrete farli scongelareperfettamente e poi friggere normalmente).
  • 15. Friggiamo in abbondante olio già caldo, a fuoco medio; basterà che si colorinoleggermente perché il composto è già cotto; poi li passiamo sulla carta assorbente a togliere l’eccesso di unto.
  • 16. Ed eccoli caldi, pronti da gustare! Manca solo una noticina curiosa sul nome fantasioso: a Roma li chiamiamo “suppli’ al telefono” per il filo che forma la mozzarella calda al loro interno e che ricorda, appunto, quello del telefono!Testo, realizzazione e foto: zafulla1@yahoo.it

×