• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Come rendere sicure le nostre e mail con outlook expressl
 

Come rendere sicure le nostre e mail con outlook expressl

on

  • 965 views

 

Statistics

Views

Total Views
965
Views on SlideShare
965
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Come rendere sicure le nostre e mail con outlook expressl Come rendere sicure le nostre e mail con outlook expressl Presentation Transcript

    • Avanzamento con clic del mouse
    • Spamming, spam (pubblicità) e virus A volte riceviamo E-Mail, girate da nostri amici, che contengono tanti indirizzi di posta elettronica, so- prattutto se sono “catene” e, se non facciamo atten-zione, a nostra volta andremo ad incrementare la lista anche con i nominativi della nostra rubrica. Si innesca, così, un circolo vizioso che rende le no- stre mail “appetibili” per lo spamming, cioè per la cattura degli indirizzi allo scopo dell’ invio sistema- tico di pubblicità di software abusivi, farmaci taroc- cati venduti on line, e quant’altro di dubbia prove- nienza, quando non siano addirittura truffe, file deleteri per il PC o virus, che potrebbero infettare tutti gli indirizzi della lista catturata.
    • Difendiamoci dalla posta indesiderata La cosa peggiore è che alcuni riescono a na- scondere la loro identità, in modo subdolo, dietro al nostro nome e verso gli indirizzi della nostra lista; il ricevente ignaro aprirà o girerà la mail, specie se il messaggio è toc- cante, augurale, o appare comunque inno- cuo: a quel punto lo spam (nella migliore delle ipotesi) andrà a propagarsi anche ai suoi contatti. E così via di lista in lista. DOBBIAMO DIFENDERCI: possiamo mettere in atto una serie di strategie che renderà la nostra posta più sicura.
    • Quando riceviamo una E-Mail piena di indirizzi Quando ne riceviamo una e riteniamo sia “una buona causa” da condividere, evitiamo qualsiasi danno ai nostri riceventi, cancel- lando intanto tutti i nomi presenti nel corpo della mail, prima di inoltrarla. La cosa non richiederà che pochi istanti ed avremo già evitato un sicuro disagio pro- teggendo la loro identità. Ma possiamo fare di più: nascondere gli indirizzi di posta elettronica e/ o inserirli in un gruppo, ad esempio come “Undisclosed recipient” o “destinatari scono- sciuti”. Vediamo come fare , utilizzando Outlook Express.
    • Come rendere la nostraposta elettronica più sicura, conOutlookExpress
    • Inviare la posta nascondendo gli indirizzi dei destinatari Utilizzando la funzione Ccn = Copia carbone nascosta, oppure Bcc (in inglese) su Outlook Express, si può nascondere sia la lista dei destinatari, sia quelli dei com- ponenti un gruppo precedentemente preparato. Da Scrivi messaggio/Nuovo/ clic su Strumenti e poi su Selezione desti- natari
    • Selezione destinatari, casella Ccn di Outlook ExpressClic sul nome del destinatario principale della mail (voi stessi, inseritevi nellarubrica) e poi su A per confermare il primo destinatario; e poi sugli altri no-mi, confermando ogni volta con clic sulla casella Ccn, infine date l’ok: voi ve-drete tutti i nominativi ma il ricevente vedrà solo il suo.
    • Verifichiamo: ricevente su Outlook Express Appare la provenienza e si vede solo il nome del ricevente, come se non ce ne fossero altri.
    • Blocca mittenteLa posta elettronica di Outlook Express dispone di comando Bloccamittente (l’equivalente della segnalazione di spam). Sulla posta in arrivo,selezionare la mail che vogliamo bloccare, con clic su Messaggio e poi su Blocca mittente
    • Mittente bloccato ed elencoQuesto è il messaggio di conferma, cliccate sul Si e in futuro i messaggi del mittentesegnalato come indesiderato, finiranno direttamente tra la posta eliminata.Se vi accorgeste, però, di aver sbagliato ad eliminare un contatto, potretesempre recuperarlo, accedendo all’elenco mittenti bloccati.
    • Elenco mittenti bloccatiAll’elenco mittenti bloccati si accede da Strumenti/Regole messaggi/Elenco mittenti bloccati. Cliccate su elenco mittenti bloccati.
    • Rimozione mittente precedentemente bloccatoCercate nell’elenco il nome che avevate erroneamente bloccato, togliete ilsegno di spunta a fianco e poi cliccate su Rimuo-vi e poi su OK e in futuro troverete leE-mail di quel mittenteregolarmente nella po-sta in Arrivo.
    • Creare un gruppo Se comunicate spesso con le stesse perso- ne, è più comodo creare un gruppo in cui inserire tutti i nomi che vogliamo, senza doverli riscrivere ogni volta. E’, appunto, un gruppo quel che vedete a volte nella posta come “Undisclosed Reci- pients” o “Destinatari sconosciuti”. Vediamo come fare.
    • Creazione di un gruppo, su Outlook ExpressDa Rubrica/clic su nuovo gruppo/diamo il nome: qui indicato “aaa”/clicsu Seleziona che apre Seleziona i membri del gruppo, del nostro elenco
    • Seleziona membri del gruppoClic sul nome che desiderate inserire, poi clic su Seleziona, così per ogninome e, alla fine della vostra lista, clic su OK, per confermare.
    • Verifica nuovo gruppo in rubrica Non resta che aprire la rubrica e verificare l’identità del gruppo, che verrà elencato in questa sezione.E’ tutto: ora, quando spedirete le vostre mail, basterà digitare il nome delgruppo, senza dover fare più l’elenco, nella casella Ccn e le identità deidestinatari saranno nascoste.
    • Difendiamoci anche eliminando la posta indesiderataVi sono altre insidie, messe in atto dai cacciatori di indirizzi, ma anche daaspiranti truffatori, vediamone alcune: Le “catene” postali: le “catene”, sono specchietti per caccia- tori di indirizzi; nessuna catena farà gua- rire dal cancro, neanche un soldo arrive- rà mai per una cliccata in più e, soprat- tutto, se non inoltrerete non vi succede- rà assolutamente nulla! Ma ci sono anche catene nascoste, come Il giorno dell’amicizia (una trentina all’anno!), dell’abbraccio, della serenità, ecc. Ma, caso strano: funzionano solo se spedirete almeno a 50 persone! Lo spamming è in agguato.
    • Da evitare Da evitare, come misura precauzionale: l’inserimento di dati personali, numero di car- ta di credito o di conto corrente bancario, so- prattutto verso chi promette lasciti dal Burki-na Faso, Nuova Zelanda, ecc. o vincite favolo-se perché siete , ad esempio, il milionesimo visitatore di un sito ma (ecco il tranello: solo se risponderete, inserendo i vostri dati), que-sti sono in genere tentativi di truffa! Per il resto, in conclusione: affidiamoci princi- palmente al nostro discernimento, a un buon antivirus e all’antispam delle varie caselle di posta elettronica. Tutorial realizzato da GiEffebis@alice.it