Your SlideShare is downloading. ×
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Castagnole, dolci di carnevale 2
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Castagnole, dolci di carnevale 2

824

Published on

Dolci di carnevale: castagnole casalinghe

Dolci di carnevale: castagnole casalinghe

Published in: Entertainment & Humor
4 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
824
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
4
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Avanzamento con clic del mouse
  • 2. Le castagnole, assieme alle frappe (o chiac- chiere) sono i dolcetti tipici di carnevale e si fanno facilmente nelle case, vediamo come. Castagnole Chiacchiere (frappe)
  • 3. Ingredienti: 1 uovo 2 cucchiai di zucchero mezzo bicchierino di Rum 1 cucchiaio di olio di oliva 1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci Farina zucchero al velo olio per friggere
  • 4. In un piatto rompiamo l’uovo e uniamo le due cucchiaiate di zucchero, un cucchiaio di olio e Il mezzo bicchierino di rum o un qualsiasi liquo- re oppure un distillato, a piacere, e amalga-miamo il tutto;
  • 5. Poi aggiungiamo la farina, come vedete qui e un cucchiaino raso, da caffè, di lievito in polvere per dolci; amalgamiamo per bene.
  • 6. La quantità di farina non può essere indicata perché dipende dalla grandezza dell’uovo; ad ogni modo ne deve risultare un impasto morbido, che si attacchi al- le mani e che dev’essere maneggiato poco.
  • 7. L’impasto deve essere rapido, per non rischiare di indurire il composto; lo raccogliamo a palla e lo schiacciamo un po’.
  • 8. Poi ritagliamo in filoncini come se facessimo gli gnocchi, anche la consistenza li ricorda molto.
  • 9. Li rotoliamo velocemente con un po’ di farina;
  • 10. e infine li tagliamo, come fossero gnocchi.
  • 11. Ora facciamo scaldare abbondante olio (da ricoprirli) in una larga padella, a fuoco medio; mescoliamo spesso;
  • 12. Li vedremo presto gonfiarsi
  • 13. E appena li vedremo leggermente rosati possiamo tirarli su con una “schiumarola” forata;
  • 14. Li adagiamo su un vassoio su cui avremo posto dei fogli di carta assorbente, per eliminare l’unto in eccesso;
  • 15. Poi li trasferiamo su un altro vassoio e, con l’aiuto di un passino a maglie strette, spolverizziamo di zucchero al velo. Lo zucchero al velo si può fare in casa: basta passare un cucchiaio di zucchero semolato nel macina-caffè e in pochi secondi si otterrà uno zucchero finissimo, impalpabile.
  • 16. Ed ecco le nostre castagnole fumanti. L’unico problema è che un uovo solo per questi deliziosi dolcetti è poco, troppo poco! Musica: “Lambada”- Jean Claude Borelly Realizzazione, testo e fotografie: [email_address]

×