• Save
Le nuove abitudini di consumo in tempi di crisi
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Le nuove abitudini di consumo in tempi di crisi

  • 333 views
Uploaded on

Laura Salibba - Client Business Partner Nielsen interviene alla Beauty Web Conference 2012, organizzata da Bellezza.it ...

Laura Salibba - Client Business Partner Nielsen interviene alla Beauty Web Conference 2012, organizzata da Bellezza.it

http://www.beautywebconference.it/index.html
http://www.bellezza.it/
http://www.gepcommunication.it/

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
333
On Slideshare
333
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Le nuove abitudini diconsumo in tempi di crisiRelatore: Laura Salibba – Nielsen
  • 2. Agenda• L andamento dell economia• «L umore» dei consumatori• I mercati del largo consumo• Le abitudini del consumatore nell attuale contesto economico• L importanza dell informazione e il web
  • 3. 1,6-1,2-5,11,40,3-1,71,51,1-0,8-1,61,10,3-2,2-11,20,22007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014PIL CONSUMIFonte: Nielsen Business Indicators su base Istat/Prometeia agg. Gennaio 2012, dato Italia in var %L’andamento dell’economia
  • 4. -5,70,21,4-3,5-10-8,9-4,1-0,9-7,8-0,7-2,5-5,90,5-5,6-2,1-6,7GROCERYBEVANDECURA DELLACASACURA DELLAPERSONAFOODCONFEZIONATOFREDDOFRESCOPETSMese - Settembre 2012 Var Volumi *0,41,81,1-2,2-2,7-8,5-3,9-1,6-1,70,3-2,4-0,3-0,1-3,60,8-3,4GROCERYBEVANDECURA DELLACASACURA DELLAPERSONAFOODCONFEZIONATOFREDDOFRESCOPETSProgr. Settembre 2012 Var Volumi *I trend della distribuzioneVar. % Vs anno precedente Totale GroceryFonte: Nielsen Trade*Mis Market Track - Iper+Super + Libero Servizio* Trend Vendite a prezzi costanti2011 GEN – SET 2012 SETTEMBRE 2102Valore Volume
  • 5. 0,7-2,3-1,8-1,4-5,43,82,1-3,20,86,6-3,50,40,1-1,4ItaliaIper >4500I+S400 - 4499Liberi ServiziDiscountSpecialisti DrugTraditionalGroceryValori Volumi*Performance differenti per canale e format2011Valore Totale Grocery - Trend % con sviluppo rete di venditaGen-Set2012Fonte: Nielsen Trade*Mis Market TrackSettembre2012Valore Volume8,51,4-1,60,4-2,82,77,50,72,75,3-0,12,30,90,1TOTALEITALIAIPER4500 EOLTREI+S 400 - 4499LIBEROSERVIZIODISCOUNTSPECIALISTI DRUGTRADIZIONALIValori Volumi*-0,3-8,6-2,1-3-7,142,2-8,7-1,55,6-6,0-1,8-1,1-2,6ItaliaIper >4500I+S 400 - 4499Liberi ServiziDiscountSpecialisti DrugTraditionalGrocery
  • 6. Indice di fiducia88 899288918076737077 78 797571647157 55524945412005  Q12005  Q32006  Q12006  Q32007  Q12007  Q32008  Q12008  Q32009  Q12009  Q22009  Q32009  Q42010  Q12010  Q22010  Q32010  Q42011  Q12011  Q22011  Q32011  Q42012  Q12012  Q2Fonte: Nielsen, Consumer ConfidenceLa fiducia degli Italiani ai minimi storici
  • 7. Fonte: Nielsen, Consumer Confidence Q2 2012Livello di fiducia tra i più bassi del mondo
  • 8. Italiani preoccupati26% ha paura di perdere illavoro (+11 vs 1 anno fa)81% ritiene non buono opessimo lo stato delle propriefinanze personali (+5 vs 1anno fa)Meno Consumi92% ritiene il momento nonadatto per compiere acquisti(+7 vs un anno fa)Desiderio di risparmio33% dichiara di volerrisparmiare il denarodisponibile (-5 vs un anno fa)25% non può risparmiare(+3 vs un anno fa)Fonte: Nielsen, Consumer Confidence Q2 2012Cosumi, risparmio e preoccupazioni
  • 9. Si confermano i tagli più importanti sullespese superflueAumenta l attenzione sul largo consumo63% spenderà meno per nuovi abiti (+3% vs 2011)61% riduce spese per intrattenimento e pasti fuori casa(+8% e +2% vs 2011)57% passerà a prodotti più economici nel largoconsumo (+4% vs 2011)Si compensano gli aumenti di prezzo dellabenzina con minori consumi47% usa meno l auto (+12 punti vs 2011)Le voci di spesa più sacrificateFonte: Nielsen, Consumer Confidence Q2 2012
  • 10. 5554272092Ricerca attiva di prodotti inpromozioneCompra solo lessenziale e taglia ilsuperfluoCompra meno in generalePassa a marchi più economiciAcquista in quantità per avereprezzi miglioriNon mi riguardaFonte: Shopper Trends Italia 201290%Gli italiani consapevolidell aumento dei prezzisui beni alimentariLe azioni di risparmio intrapresedagli italianiLe strategie di risparmio sul largo consumo
  • 11. Gli italiani vogliono ridurre gli sprechiDopo aver fatto la spesa, una famigliaitaliana in media butta l 8% di quantoha acquistato 42 kg/117 € a persona in unanno per un totale di 6,9 miliardi di €Nei salumi e formaggi, ad esempio, iprodotti confezionati crescono ancheperchè consentono la riduzione dellospreco. Salumi + 6,3%, Formaggi +3,6%Fonte: indagine Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità . Ricerca realizzata da Fondazione perla sussidiarietà e Politecnico di Milano in collaborazione con Nielsen
  • 12. SCONTRINOMEDIOIn calo negli ipermercatie nei supermercatiIn crescita nel discountFREQUENZADI ACQUISTOAumenta nei supermercatie nei discountNielsen Consumer Panel, Ultimo trimestre 2011 – Grocery + FrescoSi modificano i comportamenti di acquisto
  • 13. Basso RedditoAlto Reddito-4,5%+8,9%+28,3%Scontrino mediodelle FamiglieSUPERMERCATI30,2 €(-1,8%)DISCOUNT18,2 €(+8,9%)Nielsen Consumer Panel, Ultimo trimestre 2011 – Grocery + FrescoDiverso reddito, diverse evoluzioni della spesa+5,0%
  • 14. Più prodotti basici e per preparazioni in casa; menoprodotti gratificazione, impulso, salutisticoRINUNCIACome per le famiglie basso reddito, ma con variazionipiù contenute. SACRIFICIOCalo degli acquisti generalizzato a tutte le aree conlesclusione del Salutistico. CAUTELACrescita degli acquisti in tutte le aree, dai prodottibasici a quelli a contenuto di servizio, dallagratificazione al salutistico. RINUNCIA ALFUORI CASAFonte: Nielsen, Consumer Panel – 4°trimestre 2011 vs 2010Basso RedditoReddito Medio-AltoAlto RedditoReddito Medio-BassoI nuovi carrelli delle famiglie
  • 15. PressionePromo 2011 28,7% 7,9% 20,0%2011 vs 20107,5%3,2% 8,6%Specialisti DrugTrend% VenditeNo PromoVolumeTrend% VenditePromo Volume2,7%4% 2,3%DiscountTrend% VenditeNo PromoVolumeTrend% VenditePromo Volume-0,1%2,1% -1,1%Iper+SuperTrend% VenditeNo PromoVolumeTrend% VenditePromo VolumeTrend%VenditeVolumeFonte: Trade*MisLa dinamica dei carrelli, promo e non promo
  • 16. Il Paese è in crisi ma il cittadino è sempre più informato38,9 milioni gli italiani che nel 2011hanno avuto accesso alla rete (+7,8%)L audience online nel giorno medio è di12,7 milioni (+8,3%)Per il 27% degli italiani internet è lafonte principale per cercare informazioniper prodotti e servizi e per il confrontodei prezzi.L 80% visita i siti web delle insegneper controllare le promozioniFonte: Audiweb powered by Nielsen e Nielsen Shopper Trends 2012
  • 17. I consumatori usano internet come canale diinformazione sulla CURA DELLA PERSONA5 Milionivisitano sitipersonal careFonte: Nielsen NM Incite, Giugno 2012
  • 18. Non tutto può essere controllatoFonte: Nielsen, Osservatorio Multicanalità 2011
  • 19. I social media cambiano le relazioni azienda -consumatore8 mio ItalianiPARTECIPANO ATTIVAMENTEa discussioni online sui prodotti/servizi20 mio ItalianiLEGGONOle opinioni di altri utenti indiscussioni online sui prodotti/serviziSource: Nielsen ,Osservatorio Multicanalità 2011
  • 20. Oltre 500.000messaggisulla cosmesi+30% vs 2011Fonte: Nielsen NM Incite, Gennaio - Settembre 2012
  • 21. Le conversazioni on line sulla COSMESI sono legate allastagionalitàFonte: Nielsen NMIncitePrimaveraAnti-cellulite esmagliatureEstateSolariAutunnoCura e prevenzionecaduta dei capelliInvernoProblemi epidermici erimedi
  • 22. I FORUM sono il luogo privilegiato per le discussioni perchiedere/condividere consigliFonte: Nielsen NMIncite
  • 23. Grazie per l attenzione