• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Educare ... le emozioni
 

Educare ... le emozioni

on

  • 2,849 views

Presentazione realizzata dalle alunne della 2A del Liceo Galilei di Nardò, liceo Socio-psico-pedagogico.

Presentazione realizzata dalle alunne della 2A del Liceo Galilei di Nardò, liceo Socio-psico-pedagogico.

Statistics

Views

Total Views
2,849
Views on SlideShare
2,668
Embed Views
181

Actions

Likes
1
Downloads
55
Comments
0

2 Embeds 181

http://www.liceogalileinardo.it 179
http://www.google.it 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Educare ... le emozioni Educare ... le emozioni Presentation Transcript

    • Classe II A Liceo Socio-Psico-Pedagogico “G. Galilei” Nardò Anno Scolastico: 2010/2011 EDUCARE... LE EMOZIONI
    • L’emozione è un complesso di modificazioni fisiologiche, cognitive e comportamentali in risposta a degli stimoli (esogeni o endogeni) importanti per chi li percepisce. Positive Provocano effetti piacevoli e quindi sono ricercate. Sono spiacevoli e provocano risposte di evitamento o di fuga. Negative
      • Plutchik ipotizza l’esistenza di 8 emozioni primarie. L’interazione di due emozioni primarie produce un’emozione secondaria .
      Molti psicologi distinguono tra: EMOZIONI PRIMARIE Hanno radici biologiche più forti . EMOZIONI SECONDARIE Vengono apprese nel corso della vita.
    • Funzioni delle emozioni… Soddisfare i bisogni essenziali La natura per farci soddisfare i nostri bisogni ci premia con il piacere o ci punisce con il dolore. Tenere lontano da situazioni pericolose Le teorie evoluzionistiche , che si rifanno a Darwin , sostengono che le emozioni sono legate alla sopravvivenza della specie. La proprietà più notevole delle emozioni è quella di essere “leganti”, un mezzo inventato dalla natura per farci memorizzare certe esperienze. Fungere da sintomi dei disturbi psichici L’ansia , la paura , l’insicurezza , l’angoscia, il senso di colpa, ecc. sono dei campanelli d’allarme che ci spingono a fare qualcosa per ristabilire l’equilibrio interiore Comunicare La lettura delle emozioni sul viso può dirci tante cose su una persona, se è calma o è tesa, se è felice o è triste…
    • L’esplicitazione delle emozioni
      • Alterazioni
      • Fisiologiche
      Tutte le emozioni comportano un’alterazione a tre livelli : Aumento del battito cardiaco, contrazione dei muscoli, irrigidimento dei peli, sudorazione, produzione di adrenalina e cortisolo… Alterazioni Espressive Riguardano le modificazioni facciali, la gestualità e persino il modo di muoversi o di camminare. Alterazioni cognitive Noi ci rendiamo conto di quali emozioni proviamo e possiamo farne oggetto di pensiero o di discorso.
    • LE TEORIE DELL'EMOZIONE La disputa, che ha diviso a lungo gli psicologi, se sia l’emozione a precedere il pensiero, o la valutazione cognitiva di un evento cioè il pensiero a far nascere in noi l’emozione, è tuttora aperta. Per rispondere a questa domanda sono state elaborate diverse teorie.
    • Psicologo cognitivista, attraverso la pubblicazione di “ L’intelligenza emotiva ” (96) ha aperto un orizzonte quasi sconosciuto … Goleman afferma che occorre collegare l’intelligenza alle emozioni. Mente razionale Mente emozionale (Pensa) (Sente) E’ la modalità di comprensione della quale siamo solitamente coscienti E’ impulsiva e potente. Il nostro modo di comportarci nella vita è determinato da entrambe.
    • EMPATIA: Capacità di mettersi nei panni degli altri e leggere i loro sentimenti che si basa sull’abilità di cogliere e interpretare la comunicazione non verbale. La sua mancanza può provocare una condotta psicologicamente disturbata. IPOMANIA: stato di buon umore e speranza che consente di raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi. FLUSSO: E’ uno stato privo di interferenze emotive in cui anche la prestazione più difficile sembra naturale; rappresenta il massimo livello di controllo sulle proprie emozioni che vengono poste al servizio della prestazione e dell’apprendimento. Le emozioni sono RISORSE da conoscere ed utilizzare per migliorare il rendimento nella vita sociale, relazionale, affettiva, scolastica, dal momento che i turbamenti emotivi interferiscono con la vita mentale. L'INTELLIGENZA EMOTIVA si può apprendere ed insegnare...
    • E’ caratterizzato dall’unione di due scuole di pensiero: quella cognitivista e quella comportamentista. L’essere umano è pensiero, è emozione, è comportamento: essi si influenzano reciprocamente ma è impossibile stabilire se si sviluppi prima il pensiero e poi gli altri elementi della triade descritta. MA COME SI ARRIVA AD AVERE UN PENSIERO/EMOZIONE/COMPORTAMENTO ? Gli schemi cognitivi, le reazioni emotive ed i comportamenti che mettiamo in atto sono frutto di APPRENDIMENTO, sia quelli che risultano adattivi e funzionali al benessere della persona che quelli disfunzionali che creano disagio. L'approccio cognitivo-comportamentale
    • L’educazione Razionale-Emotiva ASSUNTO DI BASE … il pensiero influenza le emozioni …
    • L’educazione razionale-emotiva è l’estensione in ambito educativo dei principi e dei metodi della TERAPIA RAZIONALE-EMOTIVA (RET) che è una delle maggiori correnti della prospettiva cognitivo comportamentale. Le nostre emozioni derivano da come interpretiamo e valutiamo ciò che accade. A (Stimolo ATTIVANTE) B (PENSIERI su ciò che è successo) C (REAZIONE Emotivo-Comportamentale)
    • Reazioni emotive e comportamentali adeguate Reazioni emotive e comportamentali disturbate
    • Doverizzazioni: ritenere che le cose devono assolutamente andare in un certo modo .In pratica si considera indispensabile ciò che è solo preferibile.
    • Espressioni di insopportabilità e,intolleranza : l’ aspetto sgradevole di un evento o di una persona viene ingigantito determinando rabbia o evitamento Valutazioni globali su se stessi o su gli altri: : si giudica la persona (o anche se stessi )nella sua globalità partendo solo da pochi comportamenti osservati .
    • Pensieri catastrofizzanti :considerare il verificarsi di certe cose spiacevoli o fastidiose come eventi terribili (Ansia) Indispensabilità, bisogni assoluti : affermazioni che trasformano in bisogno assoluto cose solo preferibili (ansia, depressione,ostilità) … se le reazioni emotive sono determinate dal nostro modo di pensare, per prevenire o superare difficoltà emozionali è necessario liberarsi dei pensieri irrazionali, attaccandoli e mettendoli in discussione, ed acquisire una capacità di pensare in modo razionale…
    • A B C D E Succede qualcosa di spiacevole Ci pensi sopra in modo irrazionale Provi un’ emozione spiacevole Metti in discussione i pensieri irrazionali Cominci a pensare in modo razionale e a provare un ‘emozione adeguata
    • Il Nostro Percorso… 1. Abbiamo compilato il questionario ”Idea Inventory”…
      • Troverai elencate una serie di opinioni. Devi indicare il tuo grado di accordo o disaccordo facendo una X sul numero corrispondente:
      • 1 = Completamente d’accordo (A)
      • 2 = Incerto (I)
      • 3 = Completamente disaccordo (D)
      • A I D
      • 1. È indispensabile ottenere la stima e l’affetto delle persone che per noi sono importanti. 1 2 3
      • 2. Mi sento uno stupido se non riesco bene come gli altro. 1 2 3
      • I criminali vanno severamente puniti per i loro peccati. 1 2 3
      • 4. È terribile quando le cose non vanno per il verso giusto. 1 2 3
      • 5. A volte qualche mio familiare mi fa arrabbiare parecchio. 1 2 3
      • 6. Mi preoccupo sempre delle cose pericolose che mi possono accadere. 1 2 3
      • 7. È più facile evitare certe responsabilità e certi impegni piuttosto che affrontarli direttamente 1 2 3
      • 8. Mi abbatto facilmente se non c’è qualcuno a darmi una mano quando sono in difficoltà 1 2 3
      • 9. Mi disturba accorgermi che alcune mie vecchie opinioni sono difficili da cambiare. 1 2 3
      • 10. Non si può evitare di sentirsi sconvolti per le difficoltà e problemi degli altri. 1 2 3
      • 11. Ho paura di non sapere affrontare nel modo migliore le persone che hanno autorità. 1 2 3
      • 12. Me la prendo molto se agli altri non piace il mio aspetto e il mio modo di vestirmi. 1 2 3
      • 13. Una persona che vale deve sempre mostrarsi a suo agio e competente qualsiasi cosa faccia. 1 2 3
      • 14. I nostri nemici dovrebbero offrire e pagare per le loro cattive azioni. 1 2 3
    • 15. Mi arrabbio se i miei progetti non si realizzano. 1 2 3 16. La nostra infelicità è causata dagli eventi o dalle persone con cui abbiamo a che fare e non abbiamo alcuna possibilità di controllarla. 1 2 3 17. Mi preoccupo spesso del fatto che potrei avere una brutta malattia. 1 2 3 18. Divento molto ansioso ed esitante se devo dare a qualcuno una brutta notizia. 1 2 3 19. Abbiamo sempre bisogno di appoggiarci a qualcuno più forte di noi. 1 2 3 20. Mi deprimo quando mi accorgo che non sarò mai capace di cambiare certe mie abitudini. 1 2 3 21. Mi sento molto depresso quando vengo a sapere che qualche mio conoscente è seriamente ammalato 1 2 3 22. È una cosa terribile non riuscire a trovare la soluzione perfetta per i nostri problemi. 1 2 3 23. Quando arrivo a una festa ci rimango molto male se nessuno mi viene incontro a salutarmi. 1 2 3 24. Mi sento una persona che non vale niente quando non riesco bene nel mio lavoro. 1 2 3 25. Le persone cattive vanno condannate e punite. 1 2 3 26. Mi arrabbio se le mie opinioni non vengono accettate. 1 2 3 27. Non posso evitare di sentirmi depresso e rifiutato quando gli altri mi trascurano. 1 2 3 28. Se c’è qualcosa di pericoloso o preoccupante dobbiamo continuare a pensare che potrebbe succedere 1 2 3 29. Evito le situazioni in cui devo fare delle scelte perché ciò mi rende nervoso. 1 2 3 30. Mi innervosisco ed ho bisogno di essere aiutato quando mi trovo ad affrontare impegni difficili. 1 2 3 31. Molte delle cose che ci sono successe in passato hanno un tale influenza sulla nostra vita che diventa impossibile cambiare noi stessi. 1 2 3 32. Mi lascia sempre scosso vedere una persona gravemente handicappata. 1 2 3 33. Mi preoccupo molto se non riesco a trovare la soluzione giusta per i miei problemi. 1 2 3 Abbiamo evidenziato le frasi alle quali avevamo risposto “d’accordo” corrispondenti al nostro sistema di convinzioni irrazionali che abbiamo quindi analizzato.
    • 2. Ci siamo esercitati ad individuare gli elementi A – B – C in alcuni episodi.
      • 1 . Mentre Carla andava a lavoro in bicicletta un automobilista per poco non la investiva.
      • <Maledetto!>pensò. <Certa gente non dovrebbe circolare,gli tirerei il collo!>. Arrivò al lavoro furiosa.
      • Carla per poco non viene investita da un automobilista.
      • Maledetto! Certa gente non dovrebbe circolare,gli tirerei il collo!
      • Ira
      • 2 . Francesca non ha ottenuto il trasferimento che desiderava. Pensa:<E’ terribile! Adesso devo aspettare un altro anno prima di avere un’altra possibilità>. E si sente molto depressa.
      • Francesca non ha ottenuto il trasferimento desiderato.
      • <E’ terribile! Adesso devo aspettare un altro anno prima di avere un’altra possibilità>.
      • Depressione
    • 3 . Ognuno di noi ha descritto tre frequenti reazioni emotive ritenute inadeguate cioè intense e spiacevoli, poi ha costruito l’A B C delle proprie emozioni A : Per stupidi motivi ho litigato con entrambi i miei genitori e la cosa sembra abbastanza seria. B: Dovevo comportarmi meglio, essere meno scontrosa e meno agitata. Mi sono dimostrata una bambina incapace di ragionare. C : Rabbia e tristezza
    • 4. Durante il mese di Dicembre abbiamo tenuto un DIARIO delle reazioni emotive spiacevoli compilando la scheda ogni volta che provavamo un’emozione pari o superiore a “tre”.
    • -Il pensiero che voglio affrontare è: _________________________________________________ -La categoria irrazionale a cui questo pensiero appartiene è: Doverizzazione* Insopportabilità* Giudizio totale* Catastrofizzazione* Indispensabilità* .Questo pensiero mi aiuta a sentirmi come vorrei e a faro quello che vorrei? .Posso dimostrare che questo pensiero dice cose vere? .Cosa posso dirmi per dimostrare che questo pensiero è falso? -Pensiero alternativo al pensiero irrazionale affrontato: __________________________________________________________ Nei prossimi giorni mi impegnerò a ripetere più volte a me stesso con convinzione questo pensiero razionale. 5. Abbiamo provato a correggere e trasformare i pensieri irrazionali compilando la “scheda di autoaiuto razionale”
    • 6. Abbiamo utilizzato l “’iIMMAGINAZIONE RAZIONALE-EMOTIVA” Ci siamo messe in una posizione comoda, abbiamo chiuso gli occhi cercando di rilassarci e abbiamo immaginato una situazione attivante che sta per verificarsi. A questo punto abbiamo pensato con vigore ad alcune affermazioni razionali adatte ad affrontare la situazione evocando lo stato d’animo indotto da pensieri razionali. Abbiamo ripetuto la procedura tre volte prima di aprire gli occhi. Al termine del nostro percorso ci siamo chiesto se il nostro nuovo modo di pensare ci avesse portato verso nuove reazioni emotive e comportamentali …
    • Fine