EMAIL
MARKETING
sabato 5 ottobre 2013
Alcuni dati recenti
88% delle mail ricevute vengono esaminate.
68% suscita interesse.
22% genera l’azione desiderata.
Ogni...
Svantaggi della
mail Fai da Te
• Cc e Ccn: più filtri antispam
• Messaggio non personalizzato
• Non belle graficamente
• P...
I vantaggi
Facilità di utilizzo
• Costi ridotti
• Rapidità di recapito messaggio
• Possibilità di targettizzare la tua cam...
Creare la propria lista
in maniera corretta ed efficace
1 – Utilizza un form di iscrizione sul tuo sito web.
2 - Utilizza ...
sabato 5 ottobre 2013
Offrire un incentivo
sabato 5 ottobre 2013
sabato 5 ottobre 2013
sabato 5 ottobre 2013
sabato 5 ottobre 2013
Consigli generali per la creazione di campagne email:
Inviare i messaggi di posta elettronica solo se serve qualcosa.
Fate...
ELEMENTI DI
sabato 5 ottobre 2013
ATTIVITÀ 1 : Analizza la domanda espressa dal cliente
1 raccogliere la domanda del cliente in modo diretto o attraverso l’...
Il Copywriter deve
vendere con le parole...
e saper usare bene le parole
può fare una grande
differenza.....
Guarda il vid...
Persuasive Copywriting
Vendere con le parole
Il copywriting persuasivo è semplicemente
un modo emozionale di comunicare qu...
I Bisogni Umani
sabato 5 ottobre 2013
Prima di scrivere
individua i bisogni della tribù
a cui ti rivolgi
sabato 5 ottobre 2013
In generale quando scrivi
ricordati che le persone:
1) Hanno bisogno di “capire” cosa offri
2) Hanno bisogno di sentire ch...
Una tecnica
di copywriting
che
funziona
sabato 5 ottobre 2013
STORY TELLING
sabato 5 ottobre 2013
Che cos’è ?
Lo Storytelling
è l'atto del narrare, disciplina che usa i principi della retorica e della narratologia.
Può e...
I 3 segreti dello Storytelling
Raccontare storie migliora la comunicazione in
quanto:
1. Immedesimazione.
La narrazione cr...
Due esempi
Sammontana:
http://www.youtube.com/watch?
v=rGHj5OFew_g#t=88
Apple
http://www.youtube.com/watch?
v=Zr1s_B0zqX0
...
Schema di base di una
bella storia
sabato 5 ottobre 2013
Modello di lettera di
vendita persuasivo basato sullo
stoytelling
Ciao, sono [nome] e mi occupo di [cosa].
Se desideri [ot...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
sabato 5 ottobre 2013
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
11 consigli
per un buon copy
di email marketing
1)  Racconta storie coinvolgenti.
2) Trasforma le caratteristiche del prod...
SEO
COPYWRITING
sabato 5 ottobre 2013
SEO COPYWRITING:
le 3 qualità base
• Essere un buono scrittore: o lo sei, o non cʼè penna che tenga.
• Capire come funzion...
SEO COPYWRITING
Cose da non dimenticare
• CONTENUTO A PROVA DI QUICK SCAN
Lʼutente vuole sapere subito di cosa stai parlan...
Consigli tecnici
1. SCRIVI OTTIMI CONTENUTI CHE PIACCIONO
BUON CONTENUTO = ALTA CONDIVISIONE = RICONOSCIMENTO DA PARTE DI ...
6. FATE ELENCHI NUMERATI
LE PERSONE AMANO LE LISTE E GLI ELENCHI ( COME QUESTO AD ESEMPIO ). SE RISULTA TUTTO PIù CHIARO V...
Consigli tecnici
11. USATE SINONIMI, PLURALI, VARIAZIONI GRAMMATICALI E PAROLE
CORRELATE
USA SOPRATUTTO PER LE PAROLE CHIA...
TOOLS PER LA RICERCA
DI PAROLE CHIAVE
Keyword tool di Google Adwords
https://adwords.google.com
Google Suggest
sabato 5 ot...
.
Moz Keyword Analysis (a pagamento)
Keyword Analysis Tool https://moz.com/researchtools/keyword-analysis
Keyword Spy (a p...
FINE
sabato 5 ottobre 2013
sabato 5 ottobre 2013
Perchè proprio LUI ??
a) Versione FREE:
2000 iscritti - 12.000 email/mese
b) Attenzione contro gli spammer:
- Moduli di is...
Piani di pagamento
Free: 2000 iscritti - 12.000 mail/ ( no funzioni avanzate,
logo mailchimp )
A Pagamento
10$: 500 iscrit...
Funzioni avanzate
Delivery Doctor: simula l’invio e ti dice se
qualcosa va modificato per evitare filtri
antispam
Inbox In...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Email marketing & SEO Copywriting

571

Published on

Slides del Corso Webmarketing 2013
Come fare Email Marketing.
Copywriting
SEO Copywriting
Cenni su MailChimp

http://www.weblime.it/

Email marketing & SEO Copywriting

  1. 1. EMAIL MARKETING sabato 5 ottobre 2013
  2. 2. Alcuni dati recenti 88% delle mail ricevute vengono esaminate. 68% suscita interesse. 22% genera l’azione desiderata. Ogni utente possiede in media 2/3 caselle di posta. Newsletter: il 43% del campione intervistato dichiara di aver effettuato almeno 1 acquisto diretto a seguit di un click su una mail informativa con un soddisfacente tasso di ripetizione (il 32% ha acquistato in questo modo tra le 3 e le 5 volte). Fonte: Email Marketing Consumer Report 2010 sabato 5 ottobre 2013
  3. 3. Svantaggi della mail Fai da Te • Cc e Ccn: più filtri antispam • Messaggio non personalizzato • Non belle graficamente • Più lavoro manuale • Rischio di finire nelle liste Spam perchè inviate da stesso IP sabato 5 ottobre 2013
  4. 4. I vantaggi Facilità di utilizzo • Costi ridotti • Rapidità di recapito messaggio • Possibilità di targettizzare la tua campagna • Monitoraggio risultati e ottimizzazione • Pianificazione degli invii • Template professionali disponibili Ovviamente se si usa un Mailer professionale sabato 5 ottobre 2013
  5. 5. Creare la propria lista in maniera corretta ed efficace 1 – Utilizza un form di iscrizione sul tuo sito web. 2 - Utilizza le tue conoscenze dirette, anche semplici richieste di informazioni via mail o via telefono come opportunità per chiedere il permesso di utilizzare la mail del tuo interlocutore. 3 - Offrire un omaggio, uno sconto, un vantaggio in cambio dell’iscrizione. sabato 5 ottobre 2013
  6. 6. sabato 5 ottobre 2013
  7. 7. Offrire un incentivo sabato 5 ottobre 2013
  8. 8. sabato 5 ottobre 2013
  9. 9. sabato 5 ottobre 2013
  10. 10. sabato 5 ottobre 2013
  11. 11. Consigli generali per la creazione di campagne email: Inviare i messaggi di posta elettronica solo se serve qualcosa. Fate capire subito qual’è l’argomento del messaggio Evitate nell’oggetto i titoli “newsletter 12” sono tristi e abbattono le percentuali di apertura ( incuriosire ). L’occhio scansisce lo schermo ad F: mettere le cose importanti subito e via via le secondarie. Non scrivete in maiuscolo ( spam). Occhio ad errori ortografici, usate caratteri e formattazioni standard Pianificare date e orari di invio. Pianificare e creare il Follow-up della campagna. sabato 5 ottobre 2013
  12. 12. ELEMENTI DI sabato 5 ottobre 2013
  13. 13. ATTIVITÀ 1 : Analizza la domanda espressa dal cliente 1 raccogliere la domanda del cliente in modo diretto o attraverso l’intermediazione dell’Account executive (responsabile dei rapporti con i clienti) portando alla luce anche quella implicita 2 precisare le caratteristiche che la campagna promozionale/pubblicitaria deve avere anche in funzione del target a cui si rivolge 3 precisare vincoli da tenere presenti nell’elaborazione di proposte ( risorse, tempo, ...) RISULTATO: Brief (documento di sintesi delle esigenze espresse dal cliente) Idea la campagna pubblicitaria o promozionale ATTIVITA’ 2: Idea la campagna pubblicitaria o promozionale 1 ideare più proposte di headline (slogan, titolo, bodycopy (testo della campagna, sceneggiatura del video….), payoff, (la parte conclusiva del messaggio) in sinergia con l’Art Director che si occupa delle immagini che accompagneranno il testo. 2 interagire con il cliente e/o l’Account Executive per valutare e definire il progetto definitivo da realizzare RISULTATO: Prototipo della campagna da realizzare ATTIVITA’ 3: Produce la campagna pubblicitaria o promozionale Sempre in collaborazione con l’Art Director: 1 individuare le figure professionali da coinvolgere nella realizzazione della campagna (fotografi, grafici, registi, tipografo, illustratori….) 2 fornire le specifiche di lavoro per ciascuna figura professionale coinvolta 3 coordinare il gruppo di lavoro 4 monitorare l’avanzamento lavori - Revisionare le bozze prodotte e proporre revisioni 5 validare il prodotto editoriale RISULTATO: Campagna pubblicitaria o promozionale realizzatasabato 5 ottobre 2013
  14. 14. Il Copywriter deve vendere con le parole... e saper usare bene le parole può fare una grande differenza..... Guarda il video !! sabato 5 ottobre 2013
  15. 15. Persuasive Copywriting Vendere con le parole Il copywriting persuasivo è semplicemente un modo emozionale di comunicare qualcosa a qualcuno. Significa sapere quali sono i bisogni dell’uomo, e applicarli quindi ai nostri testi. S i g n i f i c a a v e r e u n a c o n o s c e n z a approfondita della natura dell’uomo prima, e di quella del prodotto poi, ed essere in grado di miscelare vari ingredienti. Il tutto sempre nell’ottica dell’onestà. sabato 5 ottobre 2013
  16. 16. I Bisogni Umani sabato 5 ottobre 2013
  17. 17. Prima di scrivere individua i bisogni della tribù a cui ti rivolgi sabato 5 ottobre 2013
  18. 18. In generale quando scrivi ricordati che le persone: 1) Hanno bisogno di “capire” cosa offri 2) Hanno bisogno di sentire che è congruente con ciò che vogliono 3) Hanno bisogno di percepire il valore di quello che offri 4) Hanno bisogno di conoscerti, di crederti, e fidarsi di te 5) Hanno bisogno di vedere che altre persone hanno già fatto lo stesso 6) Hanno bisogno di credere che anche per loro può essere positivo la tua proposta. sabato 5 ottobre 2013
  19. 19. Una tecnica di copywriting che funziona sabato 5 ottobre 2013
  20. 20. STORY TELLING sabato 5 ottobre 2013
  21. 21. Che cos’è ? Lo Storytelling è l'atto del narrare, disciplina che usa i principi della retorica e della narratologia. Può essere utilizzato nel settore letterario e audiovisivo, ma anche verbale. La metodologia dello storytelling consiste nell'uso di procedure narrative al fine di promuovere meglio valori, idee ed è incentrato sulle dinamiche di influenzamento sociale. Viene usato molto in pedagogia: tutti sin da piccoli abbiamo scoperto il mondo anche tramite il racconto di molte storie. sabato 5 ottobre 2013
  22. 22. I 3 segreti dello Storytelling Raccontare storie migliora la comunicazione in quanto: 1. Immedesimazione. La narrazione crea empatia tra il narratore (azienda ) e il cliente. 2. Vicinanza. L’empatia avvicina il cliente anche al prodotto poichè ne conosce meglio la storia. 3. Fiducia. La maggior conoscenza, empatia e vicinanza crea fiducia, condizione essenziale per ogni scelta di acquisto. sabato 5 ottobre 2013
  23. 23. Due esempi Sammontana: http://www.youtube.com/watch? v=rGHj5OFew_g#t=88 Apple http://www.youtube.com/watch? v=Zr1s_B0zqX0 sabato 5 ottobre 2013
  24. 24. Schema di base di una bella storia sabato 5 ottobre 2013
  25. 25. Modello di lettera di vendita persuasivo basato sullo stoytelling Ciao, sono [nome] e mi occupo di [cosa]. Se desideri [ottenere cosa] senza aver a che fare con [problema 1] e senza il tormento di [problema 2] allora questo sarà il messaggio più importante che tu abbia mai letto. Ecco perché: Anni fa ero così frustrato che avrei potuto urlare per la disperazione (e a un certo punto l’ho fatto). Le provai tutte pur di riuscire a [ottenere cosa]. Ma nulla di ciò che imparavo sembrava funzionare, non importa quante volte provassi. Sembrava tutto inutile Tutto questo fino a che, dopo mesi di letture, studi ossessivi, consulenze con esperti, e investimenti senza fine, un giorno mi sono imbattuto in / ho scoperto [cosa - introduci ingrediente magico], e nel giro di [quanto tempo] sono riuscito a [liberarmi da quale sofferenza / raggiungere quale situazione ideale]. Oggi ho raccolto tutto quello che so in merito, che mi ha richiesto diversi anni di studi e investimenti, più prove sul campo e interminabili fallimenti, e l’ho confezionato in un semplice report che racchiude in sole xx pagine tutto quello che so (puoi leggerlo in meno di 30 minuti), affinché chiunque abbia avuto il mio stesso problema ne possa beneficiare senza rischi, senza perdite di denaro e rotture di scatole. Giusto per chiarirci, la mia pretesa non è quella di stravolgere da un giorno all’altro la tua situazione. Ma quella più realistica di apportare dei piccoli e graduali cambiamenti positivi nella tua vita e aiutarti a_____X______ grazie a questa conoscenza So per certo che ti farà ottenere risultati. Ecco di cosa si tratta.... [Elenca i benefici del Prodotto] Ora puoi [ottenere risultato che desideri] senza fare gli stessi errori che ho fatto io e senza sprecare tutto quel tempo e denaro, come me. [Clicca qui per acquistare ora] sabato 5 ottobre 2013
  26. 26. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. sabato 5 ottobre 2013
  27. 27. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. sabato 5 ottobre 2013
  28. 28. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. sabato 5 ottobre 2013
  29. 29. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. sabato 5 ottobre 2013
  30. 30. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. sabato 5 ottobre 2013
  31. 31. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. sabato 5 ottobre 2013
  32. 32. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. 7) Riassunto finale: riassumi i benefici per il cliente: cosa ci guadagna, quanto ci guadagna, quali comodità, quale convenienza. Fatelo immaginare che sta gia godendo del bene, ora. Dategli questa “visione” sabato 5 ottobre 2013
  33. 33. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. 7) Riassunto finale: riassumi i benefici per il cliente: cosa ci guadagna, quanto ci guadagna, quali comodità, quale convenienza. Fatelo immaginare che sta gia godendo del bene, ora. Dategli questa “visione” 8) Testimonianze e credenziali: cita qualcuno che ha già ottenuto benefici dal tuo prodotto. Se hai referenze la fiducia aumenta. sabato 5 ottobre 2013
  34. 34. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. 7) Riassunto finale: riassumi i benefici per il cliente: cosa ci guadagna, quanto ci guadagna, quali comodità, quale convenienza. Fatelo immaginare che sta gia godendo del bene, ora. Dategli questa “visione” 8) Testimonianze e credenziali: cita qualcuno che ha già ottenuto benefici dal tuo prodotto. Se hai referenze la fiducia aumenta. 9) Certificazioni : elencate le vostre certificazioni, rispetto di normative, premi e riconoscimenti ricevuti. sabato 5 ottobre 2013
  35. 35. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. 7) Riassunto finale: riassumi i benefici per il cliente: cosa ci guadagna, quanto ci guadagna, quali comodità, quale convenienza. Fatelo immaginare che sta gia godendo del bene, ora. Dategli questa “visione” 8) Testimonianze e credenziali: cita qualcuno che ha già ottenuto benefici dal tuo prodotto. Se hai referenze la fiducia aumenta. 9) Certificazioni : elencate le vostre certificazioni, rispetto di normative, premi e riconoscimenti ricevuti. 10) Rassicurazioni : cerca di dare garanzie, se possibile periodi di prova. sabato 5 ottobre 2013
  36. 36. 11 consigli per un buon copy di email marketing 1)  Racconta storie coinvolgenti. 2) Trasforma le caratteristiche del prodotto in benefici per il cliente. 3) Attento alle primissime righe: una buona mail deve destare curiosità, interesse e sorpresa sin dalle prime righe. 4. Chiarezza e leggibilità: cura bene la formattazione. Spazia il testo. Usare Bullet point. Paragrafi corti. Frasi brevi. 5) Linguaggio suggestivo: fai appello ad emozioni, bisogni, desideri. 6) Sempre sul Linguaggio: fa che sia diretto, Immediato, asciutto. Evitare avverbi e congiuntivi. Frasi attive. Scrivere in modo informale ma professionale. 7) Riassunto finale: riassumi i benefici per il cliente: cosa ci guadagna, quanto ci guadagna, quali comodità, quale convenienza. Fatelo immaginare che sta gia godendo del bene, ora. Dategli questa “visione” 8) Testimonianze e credenziali: cita qualcuno che ha già ottenuto benefici dal tuo prodotto. Se hai referenze la fiducia aumenta. 9) Certificazioni : elencate le vostre certificazioni, rispetto di normative, premi e riconoscimenti ricevuti. 10) Rassicurazioni : cerca di dare garanzie, se possibile periodi di prova. 11) Farli agire subito, ora: se hai fatto tutto bene allora è il momento di invitare all’azione. sabato 5 ottobre 2013
  37. 37. SEO COPYWRITING sabato 5 ottobre 2013
  38. 38. SEO COPYWRITING: le 3 qualità base • Essere un buono scrittore: o lo sei, o non cʼè penna che tenga. • Capire come funzionano i motori di ricerca: aver presente almeno i concetti cardine e come ragionano Google & co. • Capire cosa lascia il segno nelle persone: cosa le attira, cosa le soprende, cosa crea conversione, condivisione, contatto. sabato 5 ottobre 2013
  39. 39. SEO COPYWRITING Cose da non dimenticare • CONTENUTO A PROVA DI QUICK SCAN Lʼutente vuole sapere subito di cosa stai parlando. Non devi solo scrivere bene, ma farlo in modo smart. La struttura del testo è molto importante. Titoli, sottotitoli, paragrafi, elenchi puntati, parole importanti in grassetto aiuteranno la lettura e faranno felice lʼutente (e anche i motori di ricerca). E non dimenticare lʼimportante delle immagini. Devono essere correlate, a sostegno del testo. • RICORDATI PER CHI STAI SCRIVENDO. Per Google o per i lettori? Scrivi per i lettori, scrivi per le persone, per il tuo pubblico. Anche Google lo noterà e ti premierà. • CONOSCI ED USA LE PAROLE CHIAVE: Esempio: non scrivere “altezza del Monte Everest” ma scrivi “quanto è alto lʼEverest?” perché questo è ciò che la gente digita. sabato 5 ottobre 2013
  40. 40. Consigli tecnici 1. SCRIVI OTTIMI CONTENUTI CHE PIACCIONO BUON CONTENUTO = ALTA CONDIVISIONE = RICONOSCIMENTO DA PARTE DI GOOGLEt 2. USA IL TAG H1 PER IL TITOLO ( ECCT ) USARE I TAG H1 - H2 -H3t .....IN BASE A TITOLI E SOTTOTITOLI IN MANIERA GERARCHICA ED ORDINATA. GOOGLE LO ADORA. 3. RIPETETE LA KEYWORD IN MANIERA NATURALE LA PAROLA CHIAVE VA MESSA ALL’INIZIO, E RIPETUTA QUALCHE ALTRA VOLTA ( NON TROPPO ) IN CENTRO E ALLA FINE, IN MODO NATURALE. 4. USATE GRASSETTO, CORSIVO, SOTTOLINEATO ENFATIZZARE LE PAROLE CHIAVE CON LA FORMATTAZIONE 5. USATE BENE I META-TAG: TITLE & DESCRIPTION NEL TAG TITLE VA LA PAROLA CHIAVE. NEL TAG DESCRIPTION UNA BREVE DESCRIZIONE CHE USA LA STESSA PAROLA CHIAVE. sabato 5 ottobre 2013
  41. 41. 6. FATE ELENCHI NUMERATI LE PERSONE AMANO LE LISTE E GLI ELENCHI ( COME QUESTO AD ESEMPIO ). SE RISULTA TUTTO PIù CHIARO VERRA’ CONDIVISO. 7. OCCHIO AI NOMI DEI FILE DI IMMAGINI O ALTRO USA LE PAROLE CHIAVE PER RINOMINARE I FILE CHE USI NEL TUO TESTO, SIA PER IMMAGINI CHE ALTRO. GOOGLE DA’ PIU’ VALORE. 8. FARE UN BUON USO DI LINK INTERNI COLLEGA LE PAGINE DEL TUO SITO O BLOG. CERCA CHE CI SIA UN’OMOGENEITA’ NEL LINKING INTERNO. IL TITOLO DEL LINK DEV’ESSERE IL TITOLO DELLA PAGINA DI DESTINAZIONE CHE DEV’ESSERE LA PAROLA CHIAVE. 9. METTETE LINK ESTERNI UTILI PAGINE CON LINK ESTERNI A RISORSE DI VALORE E PERTINENTI CON LA PAGINA HANNO MIGLIORI PRESTAZIONI SUL POSIZIONAMENTO. ACCERTATI PRIMA CHE SIA BEN POSIZIONATA PER LA PAROLA CHIAVE. 10. NON USATE FLASH! LE ANIMAZIONI SARANNO ANCHE BELLE MA I MOTORI DI RICERCA NON LE AMANO. I MOTIVI SONO CHE RITARDANO IL CARICAMENTO DELLA PAGINA E NON SONO INDICIZZABILI. DA EVITARE. Consigli tecnici sabato 5 ottobre 2013
  42. 42. Consigli tecnici 11. USATE SINONIMI, PLURALI, VARIAZIONI GRAMMATICALI E PAROLE CORRELATE USA SOPRATUTTO PER LE PAROLE CHIAVE ANCHE I SINOMINI, IL PLURALE E PAROLE DI SENSO CORRELATO. IL LATENT SEMANTIC INDEXING E’ UN ALGORITMO DI GGOGLE IN GRADO DI DETERMINARE IL VALORE DI UN TESTO ANCHE DALLA VARIETA’ DI LINGUAGGIO RISPETTO ALLA PAROLA CHIAVE. 12. UTILIZZA I COLLEGAMENTI INCORPORATI AL TESTO, NON ISOLATI II COLLEGAMENTI DEVONO ESSERE PARTE DI UNA FRASE ( COME QUI ). I LINK ISOLATI TENDONO AD ESSERE POCO VALUTATI DA GOOGLE 13. UTILIZZA PAROLE CHIAVE SPECIFICHE USARE PAROLE TROPPO GENERICHE NON PORTA LONTANO. PIU’ SPECIFICA E’ LA PAROLA PIU’VADO A COLPIRE IL DIRETTO INTERESSATO. 14. USA GLI STRUMENTI PER LE PAROLE CHIAVE UNISCI ALLA TUA FANTASIA E INVENTIVA ANCHE DEI TOOLS CHE TI FACCIANO SCOPRIRE LE PAROLE CHIAVE CORRELATE AL TUO PRODOTTO. sabato 5 ottobre 2013
  43. 43. TOOLS PER LA RICERCA DI PAROLE CHIAVE Keyword tool di Google Adwords https://adwords.google.com Google Suggest sabato 5 ottobre 2013
  44. 44. . Moz Keyword Analysis (a pagamento) Keyword Analysis Tool https://moz.com/researchtools/keyword-analysis Keyword Spy (a pagamento) Keyword Spy http://www.keywordspy.com/ Wordpot ( gratis ) Wordpot http://www.wordpot.com/ SEO Book Keyword Tool ( gratis ) Keyword Tool http://tools.seobook.com/keyword-tools/seobook/ Bing Keyword Research ( gratis ) Keyword Research Tool http://www.bing.com/toolbox/keywords Altri Tools sabato 5 ottobre 2013
  45. 45. FINE sabato 5 ottobre 2013
  46. 46. sabato 5 ottobre 2013
  47. 47. Perchè proprio LUI ?? a) Versione FREE: 2000 iscritti - 12.000 email/mese b) Attenzione contro gli spammer: - Moduli di iscrizione alle liste con doppio Opt/in (ogni inserimento va confermato dall’utente) - Ogni messaggio contiene la descrizione del perchè si è inclusi nella lista e una facile opzione di cancellazione sabato 5 ottobre 2013
  48. 48. Piani di pagamento Free: 2000 iscritti - 12.000 mail/ ( no funzioni avanzate, logo mailchimp ) A Pagamento 10$: 500 iscritti - nessun limite invii - funzioni avanzate/ no logo. Pay as you go: per liste grandi ma con poca frequenza di invio.Acquisti un pacchetto invii sabato 5 ottobre 2013
  49. 49. Funzioni avanzate Delivery Doctor: simula l’invio e ti dice se qualcosa va modificato per evitare filtri antispam Inbox Inspector: verifica la corretta visualizzazione con tutti i tipi di browser e client di posta Time Warp: per pianificare gli invii in determinati giorni orari ( e fusi orari) Social Pro: collega le informazioni su ogni iscritto ai suoi profili social sabato 5 ottobre 2013

×