La          sponsorizzazione                              nella            Pubblica
Amministrazione: Definizioni, procedur...
attività è internet, ciò significa che la campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi
può essere promossa a livell...
ufficiale, è un ruolo riservato alle aziende che si vogliono avvalere delle opportunità
"standard" garantite da un preciso...
che percepirà il 5%, il 65% verrà versato nell'entrata del bilancio dello stato, il restante
30% costituirà economia di bi...
Bibliografia
      Caprio, Vincenzo. Progetto reti degli sportelli per lo sviluppo i contratti di
sponsorizzazione

      ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Relazione "Le sponsorizzazioni nell'Amministrazione pubblica: Definizioni, procedure, vantaggi.

1,848
-1

Published on

Published in: Health & Medicine, Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,848
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Relazione "Le sponsorizzazioni nell'Amministrazione pubblica: Definizioni, procedure, vantaggi.

  1. 1. La sponsorizzazione nella Pubblica Amministrazione: Definizioni, procedure, vantaggi. I diversi strumenti di funding. La Pubblica Amministrazione (PA) ha diverse opportunità di funding, come la sponsorizzazione, il cause related marketing (CRM), la concessione di spazi pubblicitari, la partnership, le donazioni, il crowdfunding. Queste si differenziano tra loro per diversi motivi: il CRM costituisce un importante strumento, a disposizione di un'impresa profit, di Corporate Social Responsability per realizzare il proprio impegno nel sociale. Consente di affrontare i problemi sociali più attuali (es: la ristrutturazione di una chiesa storica) fornendo le risorse e i finanziamenti all'ente non-profit che se ne occupa e, al tempo stesso, persegue gli obiettivi di marketing della stessa impresa. L'impresa profit sostenendo una causa di responsabilità sociale può indurre il consumatore a spostare la scelta di acquisto verso i propri prodotti, infatti, l'impegno sociale di un'impresa, può svolgere un ruolo importante nella costruzione del suo "valore" presso i consumatori. La concessione di spazi pubblicitari da parte della PA, invece, consiste nel concedere a soggetti privati spazi pubblici in cambio di denaro. L'azienda profit prende in concessione questi spazi con lo scopo di pubblicizzare il proprio marchio o un proprio prodotto ad un pubblico generalista. Si può parlare di partnership quando più enti (profit o non-profit) si alleano per il perseguimento di un unico obiettivo. Se l'obiettivo è l'educazione stradale una buona partnership potrebbe essere quella fra "polizia stradale" e "scuola media". La donazione, è il gesto di elargizione di una somma di denaro, di beni, o del proprio tempo ( volontariato) fatto da una persona verso una organizzazione non-profit. Il crowdfunding, invece, descrive un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizzano il proprio denaro in comune per supportare gli sforzi di persone ed organizzazioni. Il crowdfunding si può riferire a processi di qualsiasi genere, dall'aiuto in occasione di tragedie umanitarie, al supporto all'arte, all'organizzazione di eventi ecc. La piattaforma più utilizzata per questa
  2. 2. attività è internet, ciò significa che la campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi può essere promossa a livello globale a costi ridotti. Le sponsorizzazioni Oltre che uno strumento di funding, la sponsorizzazione in materia di marketing, insieme alla pubblicità, al direct marketing, alle pubbliche relazioni e alla vendita personale, è un elemento della promotion. Tramite questa attività un soggetto (spesso privato) supporta economicamente o tecnicamente un’organizzazione, in questo caso la pubblica amministrazione (PA), al fine di permettere a quest’ultima di realizzare il proprio progetto riducendo la spesa prevista. Il vantaggio acquisito dal soggetto sponsor è ritorno di immagine, cioè l'associazione del suo nome a quello di un bene o di un servizio pubblico. Il soggetto sponsorizzato (sponsee), invece, avrà più risorse da destinare ad attività di interesse pubblico di non primaria importanza, come i beni culturali (musei, biblioteche, edifici..) i centri sportivi (stadi, palazzetti dello sport, eventi sportivi..) la manutenzione di infrastrutture (rotonde stradali, giardini pubblici..). In base all' oggetto che deve essere sponsorizzato la PA, o agenzie concessionarie, cercano una o più aziende alle quali potrebbe interessare la proposta. Un parametro di scelta dell'azienda è l'attinenza fra sponsor e sponsorizzato, criterio necessario per far fruttare il più possibile la collaborazione fra i due enti. Una volta individuati i possibili partner commerciali si propongono dei contratti. Poichè non esiste un negozio giuridico specifico tale da prevedere l'acquisizione di risorse finanziarie da parte dello stato, si ricorre spesso a un "contratto passivo", cioè si affida la ricerca dello sponsor e la contrattazione con esso ad una società esterna, la quale si sostituirà alla PA nella sottoscrizione del contratto con lo sponsor. Il contratto di sponsorizzazione non è univuco, ma è redatto in base alla tipologia di sponsorizzazione scelta. Esistono, infatti, diversi tipi di sponsorizzazione: Title sponsor, quando si da all'azienda la possibilità di titolarsi dell'evento o dell'opera, naturalmente non tutti i beni/servizi della PA si prestano a quest'attività. C'è un solo title sponsor, quindi si tratta di primaria presenza pubblicitaria in cambio di un equo corrispettivo economico. Ma questo tipo di sponsor non sempre conviene perchè può allontanare gli altri possibili sponsor; Main sponsor, posizione riservata alle aziende che vogliono godere di tutti i privilegi (ad esclusione della titolazione) in cambio di un notevole investimento economico. Se l'evento/opera ha un title sponsor allora sarà opportuno avere un solo main sponsor, in assenza del title sponsor allora sarà possibile avere un paio di main sponsor; Sponsor
  3. 3. ufficiale, è un ruolo riservato alle aziende che si vogliono avvalere delle opportunità "standard" garantite da un preciso bene/servizio. Lo sponsor ufficiale non ha l'esclusività, infatti spesso ci sono più sponso ufficali, rendendo cosi più debole l'efficacia comunicativa; Sponsor tecnico, è ricoperto da quelle aziende che per proprie caratterisctiche o esigenze preferiscono sponsorizzare l'evento tramite la fornitura gratuita di materiale/servizi. È il caso delle coperture assicurative per le mostre o della fornitura di abbigliamento per le competizioni sportive. Nella scelta dell'azienda e del tipo di sponsorizzazione da attivare bisogna sempre tenere presente i rischi a cui si potrebbe andare in contro. Un pericolo da evitare assolutamente sono le "cattive” sponsorizzazioni, cioè l'associazione con un marchio dannoso per l'immagine della PA. Altre sponsorizzazioni da evitare sono quelle che potrebbero minare il "principio di buon andamento" della PA sancito dall'art. 97 della costituzione. Ma i pericoli da evitare non li ha solo la PA, anche l'azienda che sponsorizza corre dei rischi. Il rischio maggiore per l'azienda è insito nella legge che regola le sponsorizzazioni l'Art. 43 della legge 449/97, la legge dice che lo sponsee deve fare "quanto necessario" per divulgare il marchio dello sponsor. Spesso il "quanto necessario" corrisponde all'impegno minimo da parte della PA, il che non incentiva assolutamente gli sforzi economici delle aziende. Questo accade spesso a causa della mancanza di professionalità all'interno della PA. Come si attiva la Pubblica Amministrazione Il processo di sponsorizzazione attivato dalla PA si può dividere in tre tappe. La prima cosa che di solito si fa è un'analisi preliminare del patrimonio dell'amministrazione. Questa analisi permette di capire: quali sono i beni/servizi a rischio che quindi necessitano di fondi, quale pubblico è attirato da questo bene/servizio, quale tipo di sponsorizzazione potrebbe essere quella più adatta al progetto. Finita questa analisi inizia il processo di ricerca delle aziende e offerta dell'opportunità di sponsorizzazione. A causa dell'anomalia contrattuale, questi processi sono affidati ad agenzie esterne, che possono cercare i possibili interessati mediante trattativa pubblica (bandi di gara) o mediante trattativa privata (nel qual caso i tempi sono ristretti). Come ultimo atto del processo, c'è la stipulazione del contratto, che come detto prima è atipico. Si opta per un "contratto passivo" affidando la gestione del processo a una società esterna. Questa società di intermediazione si prende tutto l'onere economico e organizzativo del progetto, che sia l'organizzazione di un evento o la ristrutturazione di un edificio, in un secondo momento troverà degli sponsor che copriranno l'interi costi organizzativi. Il denaro risparmiato dalla PA per il progetto promosso, verrà diviso fra il manager della PA che ha attivato il processo
  4. 4. che percepirà il 5%, il 65% verrà versato nell'entrata del bilancio dello stato, il restante 30% costituirà economia di bilancio per l'amministrazione. Questi vincoli di destinazione obbligatoria dei fondi si applicano solo per i servizi o attività inseriti nei programmi di spesi ordinari. Scenari futuri Fino ad oggi le sponsorizzazioni sono state attivate per quei beni o servizi non di primario interesse per la PA. Gli ambiti dello sport, della cultura e del sociale sono quelli più soggetti alle sponsorizzazioni perchè sono i più soggetti a tagli di spesa da parte delle amministrazioni. Ma nell'immediato futuro, a causa della crisi economica mondiale, anche per i servizi primari che ogni stato dovrebbe garantire come la sanità o l'istruzione, sono stati decuratati i fondi. Questi due ambiti della PA navigano in cattive acque, per questo motivo bisogna ingegnarsi e avere il coraggio di cercare sponsorizzazioni. Anche se si tratta di ambiti sensibili, è possibile trovare il giusto compromesso; La scuola potrebbe avvalersi di sponsor tecnici per la fornitura di materiale didattico come gli oggetti di cancelleria, computer, attrezzatura sportiva ecc. Gli ospedali invece potrebbero avvalersi oltre che di sponsor tecnici per la fornitura di materiale sanitario, anche di main sponsor che finanzino la ricerca scientifica, l'acquisto di attrazzature medica o la costruzione di nuovi padiglioni. Con la creazione di figure professionali capaci di attivare senza alcun rischio i processi di sponsorizzazione, questa attività potrà trovare nuovi ambiti di collocazione, aumentando cosi la qualità dei servizi ma senza far aumentare i costi di gestione. Francesco Pirri
  5. 5. Bibliografia Caprio, Vincenzo. Progetto reti degli sportelli per lo sviluppo i contratti di sponsorizzazione Kotler, Philip; Armstrong, Gary. (2009) Principi di marketing, Pearson education Testa, P. (2003) (a cura di) Guida operativa alle sponsorizzazioni nelle amministrazioni pubbliche, Roma, Rubbettino editore. Webgrafia http://archive.forumpa.it/forumpa2000/regionando/lombardia/ospedalelegnano/sponsorino spedale/regionandorisposta.pdf

×