Gli open data nel panorama italiano
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Gli open data nel panorama italiano

on

  • 884 views

Il caricamento si è "mangiato" i tioli delle slide, che però trovate sotto nel riepilogo. I diritti d'autore sull'opera appartengono a Francesco Minazzi e sono disciplinati nei termini della licenza ...

Il caricamento si è "mangiato" i tioli delle slide, che però trovate sotto nel riepilogo. I diritti d'autore sull'opera appartengono a Francesco Minazzi e sono disciplinati nei termini della licenza CC-BY-NC-SA [Creative Commons - Attribuzione, Non Commerciale, Condividi allo stesso modo 3.0 Unported] il cui testo integrale è disponibile al sito http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/it/legalcode

Statistics

Views

Total Views
884
Views on SlideShare
801
Embed Views
83

Actions

Likes
2
Downloads
8
Comments
0

1 Embed 83

https://twitter.com 83

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Gli open data nel panorama italiano Gli open data nel panorama italiano Presentation Transcript

  • 11La dottrina dellopen governmentGli open data nel panoramaitaliano2013Dott. Francesco Minazzi
  • 22Dott. Francesco MinazziBlawg: digitlaw.blogspot.comTwitter: @digitjusE-mail: dott.francesco.minazzi@gmail.comAutore
  • 33Nozioni● Lopen government (governo aperto) esprime la dottrina di unnuovo modello di governo, improntato ai tre principi diTrasparenza, Partecipazione e Collaborazione: implicaunosmosi tra cittadini e amministrazione al fine di gestirecongiuntamente la cosa pubblica, valendosi dellepotenzialità dellintelligenza collettiva (wikicrazia).● Gli open data (dati aperti o liberati) ne costituiscono unaspetto attuativo, caratterizzandosi per la loro naturatecnologicamente neutra (formato aperto) e libera da dirittidi privativa stringenti (nessuno o solo alcuni diritti riservati).
  • 44Open Government
  • 55Open DataFonte immagine: https://docs.google.com/viewer?url=https%3A%2F%2Fwww.dropbox.com%2Fs%2Ftncih3ge00zvsgc%2Fopen-onto-dir.pdf
  • 66Open definition● Il progetto Open Definition della Open Knowledge Foundationafferma: “Un contenuto o un dato si definisce aperto sechiunque è in grado di utilizzarlo, ri-utilizzarlo e ridistribuirlo,soggetto, al massimo, alla richiesta di attribuzione e condivisioneallo stesso modo”.● La filosofia alla base dei dati aperti poggia sulla volontà di ampiacondivisione della conoscenza, veicolata da Internet qualefattore abilitante allemersione dellintelligenza collettiva: liberarei dati consente a tutti di creare nuovo valore aggiunto rispettoallo scopo per cui i dati furono prodotti (es. nuovi servizi,trasparenza di secondo livello).
  • 77Quali dati?A fini descrittivi, è utile considerare i dati in insiemi esottoinsiemi:1. Dati pubblici (prodotti dalla PA a qualsiasi livello digoverno)2. Dati privati (prodotti da aziende, associazioni,professionisti, fondazioni)3. Open data (dati pubblici o privati rilasciati secondo laopen definition)4. Open government data (dati pubblici rilasciati informato aperto)
  • 88Formato aperto – Dimensione tecnica● Dal punto di vista tecnico, i dati sono aperti se pubblicati investe informatica, tecnologicamente neutra, ossia accessibilinormalmente tramite rete telematica e processabili daqualunque programma per elaboratore: ad esempio, un file.csv è leggibile sia con suite ufficio Apple che Microsoft, siacon MS Office che con Open Office o Libre Office.● Per formato aperto sintende una specifica pubblica per ladescrizione e larchiviazione di dati digitali libera da restrizionilegali per il suo utilizzo e solitamente gestita da un ente distandardizzazione che opera in ottica non proprietaria.(Wikipedia)
  • 99Formato aperto – Dimensione giuridica● Un dato può considerarsi aperto sotto il profilo giuridicoladdove pubblicato con una licenza tale da consentirne il piùampio riuso, non riservando alcun diritto (pubblicodominio) o riservandone solo alcuni.● I limiti massimi entro cui i dati possono ritenersi aperti sonolobbligo di citare la fonte (attribuzione) e di condividere ildato con la stessa licenza (share alike).
  • 1010Formato Aperto – DimensioneEconomica● I dati sono aperti se forniti allutente in modo gratuito o, almassimo, al costo di riproduzione necessario per consegnarlo alrichiedente. Questo principio è stato accolto dal dirittocomunitario nella Direttiva su riuso 2003/98/CE, prossima allarevisione.● Di fondamentale importanza è la transizione verso laproduzione di dati pubblici direttamente in formato digitale,onde rilasciarli telematicamente in modo gratuito, evitando ladigitalizzazione dellesistente cartaceo che ha costi maggiori.
  • 1111Esempi di formati aperti● TXT (es. readme)● OASIS Open document (open office, libre office)● PDF● XML● JPEG● CSV● ZIPFormati aperti garantiscono laccesso ai datinel lungo periodo senza incertezza presente efutura riguardo ai diritti legali o le specifichetecniche e favoriscono la concorrenza,impedendo che un produttore abbia ilcontrollo su un formato con possibilità diinibirne luso.
  • 1212Diritto dautore● Legge 22.4.1941, n. 633 sul diritto dautore, articolo 1:“Sono protette ai sensi di questa legge le opere dellingegnodi carattere creativo […] qualunque ne sia il modo o laforma di espressione. Sono altresì protetti i programmi perelaboratore […] nonché le banche di dati che per la scelta ola disposizione del materiale costituiscono una creazioneintellettuale dellautore”.● Durata: fino a 70 anni dalla morte dellautore.
  • 1313Diritto sui generis: normeeuropee● Direttiva 1996/9/CE, art. 7, co. 1: “Gli Stati membriattribuiscono al costitutore di una banca di dati ildiritto di vietare operazioni di estrazione e/oreimpiego della totalità o di una parte sostanziale delcontenuto della stessa, valutata in termini qualitativi oquantitativi, qualora il conseguimento, la verifica e lapresentazione di tale contenuto attestino uninvestimento rilevante sotto il profilo qualitativo oquantitativo.”
  • 1414Diritto sui generis: normeitaliane● Legge 22.4.1941, n. 633 sul diritto dautore, articolo 102bis,comma 3:“Indipendentemente dalla tutelabilità della banca di dati anorma del diritto dautore o di altri diritti e senza pregiudiziodei diritti sul contenuto o parti di esso, il costitutore di unabanca di dati ha diritto, per la durata e alle condizionistabilite, di vietare le operazioni di estrazione ovveroreimpiego della totalità o di una parte sostanziale della stessa”● Durata: 15 anni dalla costituzione.
  • 1515Tipi di licenze● Creative Commons Public Licenses: CC-BY, CC-BY-ND, CC-BY-NC-ND, CC-BY-NC, CC-BY-NC-SA, CC-BY-SA.● Open Data Commons: Public Domain Dedication andLicense (PDDL), Attribution License (ODC-By), OpenDatabase License (ODC-ODbL).● Italian Open Data License (IODL) v. 2.0. Equivalente a CC-BY e ODC-By.
  • 1616Licenze - Loghi
  • 1717Classificazione a 5 stelle● Il W3C (World Wide Web Consortium) ha elaborato unoschema esplicativo del grado di apertura dei dati, in base alformato ed alle licenze assegnate.● La scala è suddivisa in classi:1. Una stella: File non strutturati (raw data) con licenza aperta (scansioneimmagine).2. Due stelle: dati strutturati, ma in formato proprietario (file Excel).3. Tre stelle: dati strutturati e in formato non proprietario (file .csv)4. Quattro stelle: strutturati, in formato non proprietario, indirizzabili sullaRete tramite URI (file XML/RDF).5. Cinque stelle: Linked Open Data, oltre alle caratteristiche precedenti, sicontraddistinguono per dataset collegati ad altri dataset.
  • 1818Five Star Deployement SchemeSchema di disposizioneFonte immagine: http://5stardata.info/#addendum1
  • 1919Gli open data nel panorama italianoRiferimenti normativi● Direttiva 2008/96/CE (Direttiva PSI)● D. Lgs. 24 gennaio 2006, n. 36● Articolo 18, D. L. 22 giugno 2012, n. 83● Articoli 52 e 68, D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82● Articolo 7, D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33
  • 2020Quadro giuridico europeo● Direttiva 2003/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17novembre 2003, relativa al riutilizzo dellinformazione del settorepubblico (Public Sector Information).● Articolo 3Principio generale“Gli Stati membri provvedono affinché, ove sia permesso il riutilizzodi documenti in possesso degli enti pubblici, questi documenti sianoriutilizzabili a fini commerciali o non commerciali conformemente allecondizioni indicate nei capi III e IV. I documenti sono resi disponibili,ove possibile, per via elettronica.”
  • 2121Prima legge italiana sul riuso dei dati pubblici● D. Lgs. 24 gennaio 2006, n. 36 – Attuazione della Dir. 2003/98● Art. 1Oggetto ed ambito di applicazione“Il presente decreto legislativo disciplina le modalità diriutilizzo dei documenti contenenti dati pubblici nelladisponibilità delle pubbliche amministrazioni e degli organismidi diritto pubblico.”
  • 2222Primo obbligo di pubblicazione: larticolo 18DL Sviluppo● Articolo 18 – Amministrazione aperta● La concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese elattribuzione dei corrispettivi e dei compensi a persone, professionisti, imprese ed entiprivati e comunque di vantaggi economici di qualunque genere[...]ad enti pubblici eprivati, sono soggetti alla pubblicità sulla rete internet. Le informazioni sono riportatenellambito dei dati della sezione «Trasparenza, valutazione e merito»[...]che devonoessere resi di facile consultazione, accessibili ai motori di ricerca ed in formato tabellareaperto che ne consente lesportazione, il trattamento e il riuso. La pubblicazione ai sensidel presente articolo costituisce condizione legale di efficacia del titolo legittimante delleconcessioni ed attribuzioni di importo complessivo superiore a mille euro.
  • 2323I dati aperti nel CAD: open by default● Articolo 52, comma 2, CAD● I dati e i documenti che le amministrazioni titolaripubblicano, con qualsiasi modalità, senza lespressa adozionedi una licenza di cui allarticolo 2, comma 1, lettera h), deldecreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36, si intendonorilasciati come dati di tipo aperto ai sensi allarticolo 68,comma 3, del presente Codice.● Principio “open data by default”.
  • 2424I dati aperti nel CAD: definizioni● Articolo 68, comma 3, CAD.● Agli effetti del presente decreto legislativo si intende per:a) formato dei dati di tipo aperto, un formato di dati reso pubblico, documentato esaustivamente eneutro rispetto agli strumenti tecnologici necessari per la fruizione dei dati stessi;b) dati di tipo aperto, i dati che presentano le seguenti caratteristiche:1) sono disponibili secondo i termini di una licenza che ne permetta lutilizzo da parte di chiunque,anche per finalità commerciali, in formato disaggregato;2) sono accessibili attraverso le tecnologie dellinformazione e della comunicazione, ivi comprese lereti telematiche pubbliche e private, in formati aperti ai sensi della lettera a), sono adatti allutilizzoautomatico da parte di programmi per elaboratori e sono provvisti dei relativi metadati;3) sono resi disponibili gratuitamente attraverso le tecnologie dellinformazione e dellacomunicazione, ivi comprese le reti telematiche pubbliche e private, oppure sono resi disponibili aicosti marginali sostenuti per la loro riproduzione e divulgazione.
  • 2525Obblighi vigenti di pubblicazione in open data● Articolo 7, D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33Dati aperti e riutilizzo● I documenti, le informazioni e i dati oggetto di pubblicazione obbligatoriaai sensi della normativa vigente, resi disponibili anche a seguito dellaccessocivico di cui allarticolo 5, sono pubblicati in formato di tipo aperto ai sensidellarticolo 68 del Codice dellamministrazione digitale e sono riutilizzabiliai sensi del decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36, del decreto legislativo7 marzo 2005, n. 82, e del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, senzaulteriori restrizioni diverse dallobbligo di citare la fonte e di rispettarnelintegrità.
  • 2626Esempi di riutilizzo
  • 2727Esempi di riutilizzo
  • 2828Esempi di riutilizzo
  • 2929Riferimenti utilispaghettiopendata.orgokfn.org epsiplatform.euopen-data.europa.eumorenaragone.it de.straba.usdati.gov.itopenpolis.itinnovatoripa.it/groups/dati-aperti-open-dataGrazie per lattenzione!