• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Corsi di formazione accoglienza turistica per responsabili uffici informazione turistica 2012 Four Tourism Torino
 

Corsi di formazione accoglienza turistica per responsabili uffici informazione turistica 2012 Four Tourism Torino

on

  • 1,596 views

Corsi di formazione a Torino di Informazione e Accoglienza turistica per responsabili dei punti informativi

Corsi di formazione a Torino di Informazione e Accoglienza turistica per responsabili dei punti informativi

Statistics

Views

Total Views
1,596
Views on SlideShare
1,547
Embed Views
49

Actions

Likes
1
Downloads
25
Comments
0

1 Embed 49

http://fourtourism.wordpress.com 49

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Corsi di formazione accoglienza turistica per responsabili uffici informazione turistica 2012 Four Tourism Torino Corsi di formazione accoglienza turistica per responsabili uffici informazione turistica 2012 Four Tourism Torino Document Transcript

    • Presso vostra Per responsabili sede Punti InfoInformazionee Accoglienza 2.0Formazione per i responsabili della retedei Punti Informativi
    • Da sempre mappe, brochure e flyer sono statiCome gli strumenti sui quali si è costruita l’informa- zione e l’accoglienza turistica nel nostro Pae-accogliere e se. Purtroppo oggi questo sistema non funzio- na più perché i turisti sono cambiati così comeinformare il sono cambiate le loro abitudini.nuovo turista Le informazioni sulla destinazione, infatti, ormai sono uno dei principalinelle fattori in grado di influire sulla scelta finale del turista e quindi general-destinazioni mente vengono richieste e raccolte prima di decidere la meta del viag-2.0. gio. L’accoglienza turistica, di conseguenza, deve adeguarsi a questi cambiamenti e giocare d’anticipo: deve essere presente nel momen- to stesso della ricerca quando il turista sta decidendo la destinazione delle sue vacanze oppure mentre sta raccogliendo informazioni su cosa vedere e cosa fare in loco. E soprat- tutto deve iniziare a contattare i clienti anche attraverso i nuovi strumenti, in primis i social media e il mobile. È importante che il web diventi il mezzo principale per la distribu- zione di informazioni e accoglien- za. Oggi, infatti, soltanto il 10% del totale dei turisti che arrivano nella destinazione si presenta ai punti d’informazione turistica. Perché? Il motivo è semplice: il turista ora cerca le informazioni in rete, ascolta i com-
    • Perchè il corso?menti degli altri utenti sui Social Media e Gli uffici del turismo del futuro devonoPeer Raccomandazioni. Ma non solo: usa il continuare, da una parte, ad essere il luo-mobile e vuole informazioni geolocalizza- go fisico dove il turista può trovare tutte lete, personalizzate, in mobilità. Utilizza tutti informazioni necessarie e, dall’altra, devo-quei canali dove gli enti di accoglienza no anche raccogliere, organizzare e distri-ed informazione turistica di fatto non sono buire le informazioni di tutti gli attori dellapresenti. Oggi, quando il turista arriva nel- destinazione, attraverso l’uso della rete ela destinazione ha già in mano gran parte dei nuovi mezzi di comunicazione.delle informazioni che gli servono. In un contesto infatti in cui il turista ha a sua Questi profondi cambiamenti disposizione guide e mappe elettroniche, della domanda inevitabilmente Apps per mobile, l’informazione e l’acco- modificano le funzioni, i ruoli e glienza turistica per essere incisiva e so- i tempi di azione degli enti del prattutto per essere funzionale e utile deve turismo. essere preventiva, propositiva e reattiva.
    • Come dovrebbero evolvere i A chi si rivolge? punti di Informazione turistica per adeguarsi a questo nuovo Il corso si rivolge ai responsabili e ai diri- contesto e al nuovo turista? genti dei punti di accoglienza e informazione turistica di tutta Italia. Quali dovrebbero essere quin- Pensato per i responsabili dell’organizza- di le caratteristiche principali? zione e della gestione dell’accoglienza nelle destinazioni, il corso è dedicato a chi deside-Da un lato, devono continuare ad esse- ra gestire un servizio realmente attento allere luoghi fisici accoglienti ma, dall’altro, esigenze dei turisti, utilizzando gli strumentidevono diventare anche uffici virtuali più idonei per contattare i visitatori in manie-digitali, social e friendly, attivi 24 ore ra pratica, semplice e veloce, proprio comesu 24 per essere in grado di fornire vogliono loro!al turista tutte le informazioni di cui habisogno in tempo reale, on time. Gliinformatori devono trasformarsi in verie propri consiglieri di viaggio online eoffline… insomma, dei greeters! Perché è vero che il turista usa la tecnologia ma cerca il rac- conto, le storie e il lato umano della destinazione. Il mix di questi elementi rappresenta la chiave del successo. Il programma del corso Il corso è strutturato per fornire ai parteci-Osservando lo scenario dei punti di panti nozioni teoriche e pratiche circa il fun-accoglienza e informazione turistica in zionamento e la gestione innovativa dei puntiItalia, è emersa lampante la necessità di di informazione e accoglienza turistica per lecambiare ed evolvere. Per questo Four destinazioni, oltre a illustrare gli strumenti diTourism propone un corso di formazio- gestione dell’accoglienza in ottica 2.0.ne per chi desidera innovare ed ade- Il corso prevede 3 giornate di formazioneguare il servizio di accoglienza turistica per introdurre e accompagnare i parteci-alle nuove modalità di fare turismo. panti nel mondo dei Greeters e per acqui- sire una visione in linea con le necessità dei nuovi turisti.
    • Programma1° Giorno/Sapete veramente chi è il vostroturista, cosa cerca e soprattutto dove lo cerca?L’evoluzione del turismo• I trend del turismo• Dal prodotto all’esperienzaL’evoluzione del turista• Profili e segmentazioni• Le nuove necessità• A quali bisogni devono rispondere i punti informativi?• Cosa desidera e ricerca il turista? Come rispondere ai suoi bisogni2° Giorno/Dalle vecchie brochure alla nuova accoglienzaIl nuovo modello• Dall’accoglienza al racconto• Come organizzare l’accoglienza?• Quali servizi offrire?• Il nuovo profilo dell’informatore: competenze e attivitàNuovi modelli di accoglienza• Best practices• Il modello Greeters3° Giorno/Web, social, digital: ecco il nuovo info point!Il turista 2.0• Multicanalità• Web e social media• Nuove abitudini (last second, coupon)I punti info 2.0• Internet e i punti informativi: un legame imprescindibile• Nuovi Servizi per il turista da Punti Info prima della partenza e in mobilità nella destinazione• I Social Media come tool di Customer service• Servizi per il turista in mobilità nella destinazione
    • Informazione e AccoglienzaFormazione per i responsabili della rete 2.0dei Punti Informativi I docentiJosep Ejarque Flavia FagottoProfessionista in Destination Marketing per le Consulente specializzata nella gestione delledestinazioni turistiche. È stato Direttore Generale destinazioni turistiche per la parte specifica deidell’Agenzia Turismo FVG, Direttore Generale prodotti e servizi diretti al turista e di sviluppo didi Turismo Torino e responsabile Marketing e progetti di promozione e promo commercializ-Comunicazione dell’Ente del Turismo della Ca- zazione sia diretta al trade che ai clienti finali. Ètalogna e Barcellona. Collabora da 15 anni con le stata responsabile dell’Area Promozione B2C inuniversità italiane, spagnole e colombiane come Turismo FVG e in passato è stata anche responsa-professore in corsi di marketing turistico e della bile dell’Ufficio Turistico di Lignano Sabbiadoro. Èpianificazione strategica. È socio fondatore della socia fondatrice della Four Tourism.Four Tourism.Bruno Bertero Sabrina Pesarini Sabrina Pesarini da oltre 10 anni si occupa diBruno Bertero è un consulente specializzato nella internet. Ha maturato la propria esperienzagestione dell’accoglienza e dell’animazione nelle operando in importanti progetti in Francia (Pari-destinazioni turistiche, nella gestione delle risor- gi), Spagna (Madrid e Barcellona) e Italia. È statase umane e nella redazione di sviluppo turistico responsabile Area Web Trentino Marketing Spadi prodotti, servizi e destinazioni. Ha maturato la e in Turismo FVG. È socia fondatrice della Fourpropria esperienza operando come responsabile Tourism. La sua specializzazione è la progettazio-all’area accoglienza, informazione e animazione ne di portali per destinazioni turistiche e hotel, ladel territorio in Turismo FVG, oltre che ricoprire commercializzazione online, il web marketing e ilruoli simili già in Turismo Torino. È socio fondato- Social Media Marketing.re della Four Tourism.
    • Informazione BeAccoglienza e Community Manager 2.0 www.becommunitymanager.itIl percorso è strutturato in 3 giornate di 8 ore per un totale di 24 ore di formazione Sede/ Four Tourism, Corso Ciriè 21 T orino Periodo/ scopri le date sul sito Orario/ 9-13 / 14-18 Il costo dell’intero percorso di 3 giornate è di ¤ 900 + IVA (iva esente per le pubbliche amministrazioni) In caso di più iscritti si prevede uno sconto del 10% sul totale. Il costo comprende le slide in formato cartaceo e pdf Per maggiori informazioni e per iscriversi T Katia Pivetta 01 el: 1.4407078 Mail: info@becommunitymanager.it Twitter: @fourtourism