Le impr ricettive alla sfida 09

627 views
591 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
627
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Le impr ricettive alla sfida 09

  1. 1. Le imprese ricettive di frontealla sfida della competitività Andrea Macchiavelli
  2. 2. Come si presentano • grande polverizzazione: - 34.000 alberghi per 2.142.000 p.l. (2007) • dimensione media bassa: 63 p.l. per albergo • scarsa presenza di catene alb.: 6-10% camere • management prev. famigliare: 2006 1999 Soc.Individuali 34% 43% Soc.persone 41% 41% Soc. capitali 25% 16% • Scarsa propensione alla collaborazione2006 A.Macchiavelli
  3. 3. Le catene alberghiere nei diversi sistemi ( % camere 2004) • North America: 65% • Europe (11 EU+CH): 25% • F: 37% • UK: 35% • CH: 8% • I: 6% • A: 6%Fonte: Marvel in Vanhoe A.Macchiavelli
  4. 4. Una lunga storia per il turismo italiano
  5. 5. Una fisionomia che si spiega con la storia• modello sviluppatosi negli anni ’60-’70: - Italia ai vertici del turismo mondiale - Sviluppo spontaneo• fondato sulla gestione famigliare - Bassi costi di manodopera - Forte intensità di lavoro - Flessibilità - Accumulazione = investimenti - Scarsa preparazione manageriale• ma capacità di risposta ad una domanda emergente - Tempestività - Creatività - Spirito imprenditoriale A.Macchiavelli
  6. 6. Come l’offerta ricettiva si è modificata 1. 1973 1990 2007 Var. % Var.% 07/73 07/90Alberghi N. 42.600 36.166 34.037 -20,1 -5,9Letti N. 1.450 1.704 2.142 +47,7 +25,7(‘000)Dim.media 34 47 63(p.l.)Bagni/ 65% 90% 99%Camere A.Macchiavelli
  7. 7. Differenze territoriali 1.(2007)• riflettono il modello tur. territoriale• e lo sviluppo più o meno recente Letti per albergo % p.l. 4-5 stelleBOLZANO: 35 NORD: 52 SARDEGNA: 45,8%LIGURIA: 45 CENTRO: 66 CAMPANIA: 44,1%LOMBARD : 48 MEZZOG.:85 LAZIO: 42,3%……………… LOMBARDIA: 39,4%SICILIA: 96 ………………CALABRIA: 119 EMILIA R.: 16,1%SARDEGNA: 115 MARCHE: 14,6%ITALIA: 63 TRENTINO A.A.:13,4%ISTAT 2007 A.Macchiavelli
  8. 8. Come l’offerta ricettiva si è modificata 2. 1973 1990 2007Distrib. Posti letto-fascia superiore 7,2% 14,9% 29,7%-fascia media 22,8% 40,3% 53,8%-fascia economica 70,0% 44,7% 16,5%Utilizzo lordo alb. 22,5% 32,8% LAZIO 49,6% BOLZANO 37,7% VENETO 39,3% CAMPANIA 36,5% LIGURIA 35,3% LOMBARDIA 34,1% TOSCANA 32,8% ………….. ……… PUGLIA 24,8% CALABRIA 20,4% BASILICATA 16,0% A.Macchiavelli
  9. 9. Differenze territoriali 2. La maggiore concentrazione dell’offerta (PL 2007)EMILIA ROMAGNA: 13,8 %TRENTINO A.A: 11,4% Bolzano: 7,0 %VENETO: 9,0%TOSCANA: 8,7%LOMBARDIA: 8.5 % A.Macchiavelli
  10. 10. Differenze territoriali 2. Sviluppo e contrazione (VAR. POSTI LETTO) 1990/2000 1999/2007BASILICATA: + 65,3% BASILICATA: +50,5%SARDEGNA: +51,2% PUGLIA: +34,9%CALABRIA: 43,1% CALABRIA: +33,9%………………………….. …………………………..EMILIA R. :14,3% TRENTO: +0,1%BOLZANO: -2.7% BOLZANO: +2,5%LIGURIA: -19.4% LIGURIA: -7,7% A.Macchiavelli
  11. 11. Modelli diversi di ospitalità alberghiera S.Teresa di GalluraAlto Adige Diano Marina Gabicce Sestriere
  12. 12. La sfida della competizione La dimensione degli alberghi in Europa e nel Mediterraneo300250200150100 50 0 UK A D CH I GR E P TUR EGY TUN 1990 2000 2005 A.Macchiavelli
  13. 13. La sfida della competizione Tre stelleIn Versilia In Tunisia A.Macchiavelli
  14. 14. Rimini oggi
  15. 15. Lo sviluppo della ricettività alternativa (2007)• Campeggi e V.T.: 2587 per 1,3 ml p.l. staticità (+2,5% in 10 anni) evoluzione qualitativa segmentazione per funzioni• agriturismo: forte sviluppo recente 14.000 censiti TOSC:28%- BZ:12% - UMB: 11%-MAR: 5,6%- VEN:4,6% SIC:3,9%-PUG: 3,8% EM.Rom:3,7%- LAZ: 3,2%• bed & breakfast: la novità.• 15.000 censiti per 77mila p.l. LAZ: 15% - VEN: 11,1% SIC.:10.9% - PUG:10,3% - SAR.:8,6- E.R.: 6,4% - LOM: 4,5%Appartamenti: la principale forma di ricettività A.Macchiavelli
  16. 16. Le alternative all’hotel campeggiB&B agriturismo Villaggi appartamenti A.Macchiavelli

×