Destinazione

1,157 views
1,106 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,157
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
35
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Destinazione

  1. 1. La destinazione A.Macchiavelli
  2. 2. Destinazione: luogo dove si fa turismo dove•Si concentra l’offertaturistica (industria turistica)•Convergono i turisti•Si osservano e si analizzanoi fenomeni turistici A.Macchiavelli
  3. 3. CARATTERISTICHE DELLA DESTINAZIONE1. E’ definita da un mix attrazioni accessibilità Sistema di accoglienza Servizi complementari 2. Esprime un valore culturale Soggetto ai gusti e alle mode A.Macchiavelli
  4. 4. CARATTERISTICHE DELLA DESTINAZIONE 3. Offre un prodotto consumabile solo sul posto Offerta Domanda rigida instabile 4. Non è usata solo dai turisti MAX: parchi a tema Diversa dipendenza delle ALTA: Es. Rimini imprese dal turismo BASSA: es: LeccoInfluisce su: - cultura dell’accoglienza - conflittualità turisti/residenti - tipologia e organizzazione dei servizi (es orari) - immagine A.Macchiavelli
  5. 5. LE COMPONENTI DEL MIX:L’ATTRAZIONE TURISTICA Valle del Colca (Peru’): il condor A.Macchiavelli
  6. 6. LE COMPONENTI DEL MIX: ATTRAZIONINaturali Eventi Sempre più diventano imprese! Artificiali A.Macchiavelli
  7. 7. LE COMPONENTI DEL MIX: ACCOGLIENZA Restaurants Hotels Shops Services A.Macchiavelli
  8. 8. LE COMPONENTI DEL MIX: ACCESSIBILITA’ Condizioni di trasporto (le infrastrutture non bastano!)Tempi brevi A.Macchiavelli
  9. 9. LE COMPONENTI DEL MIX:SERVIZI COMPLEMENTARI Servizi alle imprese Servizi al turista A.Macchiavelli
  10. 10. Spazio geografico – destinazione – prodottoSpazio geografico Territorio, destinazione potenziale Insieme dei fattori di attrattiva e Destinazione dei servizi Insieme integrato degli elementi Prodotto di offerta A.Macchiavelli
  11. 11. SOSTENIBILITA’ Sviluppo sostenibile Soddisfa alle esigenze attuali senza compromettere per le generazioni future la possibilità di soddisfare le proprie (rapporto Brundland ’87) equilibrio Possibilità di Componenti rigenerazione senzadell’ambiente subire danni permanenti naturale con pregiudizio sulla qualità della vita futura Concetto dinamico, non meramente conservativo (sviluppo) A.Macchiavelli
  12. 12. Turismo sostenibile (Conf.di Lanzarote ’95)Garantire la redditività di una località turistica nel lungo periodo alternativa Lungo Breve periodo periodo Principi fondamentali Capacità di Programmazione carico strategica A.Macchiavelli
  13. 13. UNO SVILUPPO POCO SOSTENIBILE BENIDORMAnni ‘50 Oggi A.Macchiavelli
  14. 14. Verso la sostenibilità nelle stazioni sciistiche francesi Avoriaz Valmorel Les MenuiresA.Macchiavelli
  15. 15. Capacità di caricoCapacità di una destinazione di essere usata dal turista senza essere deteriorata Massimo numero di persone che possono usare un luogo senza alterare l’ambiente fisico e senza rovinare in modo inaccettabile la qualità dell’esperienza fatta dai visitatori. (Mathieson e Wall) A.Macchiavelli
  16. 16. Capacità di carico? A.Macchiavelli
  17. 17. Programmazione strategica Prevedere dove andare nel lungotermine a partire dalle proprie risorse Ciò che determina il strategico successo Non pretendere diprogrammazione prevedere tutto! A.Macchiavelli
  18. 18. Le fasi della programmazione strategicaConoscenza mercati/potenzialità interneIndividuazione obiettiviDefinizione linee strategicheDefinizione interventi strategiciProcesso decisionale (tempi, metodi, strumenti)Controllo risultati A.Macchiavelli
  19. 19. CICLO DI VITA DELLA DESTINAZIONEvisitatori (TALC) Scoperta Controllo Istituzionalizzazione Rinnovamento o locale declino Rinnovamento Consolidamento Stasi Sviluppo Coinvolgim. Declino Esploraz. tempo A.Macchiavelli
  20. 20. CICLO DI VITA DELLA DESTINAZIONE L (TALC) Dipende da:Accessibilità Velocità dello Politiche sviluppo pubbliche Tendenze del Destinazioni mercato concorrenti A.Macchiavelli
  21. 21. TENDENZE SUGLI SVILUPPI DELLA DESTINAZIONE Attrattive (sempre meno) COMPETITIVITA’ DELLA DESTINAZIONEQualità e quantitàrisorse impiegate Gestione della (investimenti) destinazione Resort Autenticità del autosufficienti viaggio(max.organizzazione) (max.organizzazione) A.Macchiavelli
  22. 22. DUE TENDENZE OPPOSTE Resort Max.organizzazione Acapulco (MEX) autosufficienti Autenticità del viaggio Min.organizzazione Gruyère (CH)A.Macchiavelli

×