Your SlideShare is downloading. ×
Road Safety- Sicurezza Stradale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Road Safety- Sicurezza Stradale

814
views

Published on

Una presentazione con casi concreti di certificazione della sicurezza stradale e di ciò che ne può risultare.

Una presentazione con casi concreti di certificazione della sicurezza stradale e di ciò che ne può risultare.

Published in: Automotive

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
814
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. NORMATIVE E ATTIVITÀ DIRETTE ALL’ATTUAZIONE DELLA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA E DEL RELATIVO REGOLAMENTO LA SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI SECONDO IL D.LGS. N. 35/2011 PRESENTAZIONE DELL’ISTITUTO EUROPEO PER LA CERTIFICAZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE Ing. Marco Dellasette (Ph.D) Dr. Franco Oboni (Ing., Ph.D) Eurosain Team (European Road Safety Institute) www.eurosain.org a division of Riskope International www.riskope.comMarco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 2. Indice della presentazione Marco Dellasette  Gli strumenti di Road Safety introdotti dalla nuova Normativa nazionale ed europea  Presentazione di Eu.Ro.Sa.In. - Istituto Europeo per la Certificazione della Sicurezza Stradale e l’Analisi del Rischio Franco Oboni  Metodologie di analisi  Esempi e casi studio Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 2Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 3. La sicurezza stradale: un obbligo civile e sociale  Ogni anno sulle nostre strade perdono la vita migliaia di persone  Nel 2009 i morti in Europa sono stati circa 35 mila  Nel 2009 i feriti in Europa sono stati circa 1,6 milioni  Il costo economico di questo dramma si aggira intorno ai 200 miliardi di Euro l’anno pari a circa il 2% di Pil dell’Unione Europea Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 3Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 4. RIFERIMENTI NORMATIVI L’impegno dell’Europa  Anno 2001: “White paper” Obiettivo: Dimezzare il numero di vittime entro il 2010  Anno 2003: “Terzo Programma di azione europeo per la sicurezza stradale” Obiettivo: 20.000 vite da salvare  Anno 2008: Direttiva Europea 2008/96/CE sulla Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali Obiettivo: Safety Audit/Inspection Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 4Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 5. RIFERIMENTI NORMATIVI L’impegno dell’Italia  Anno 2002: “Piano Nazionale della Sicurezza Stradale”  Anno 2002: “Linee guida per l’analisi di sicurezza delle strade”  Anno 2011: D.Lgs. 35/2011 “Attuazione della direttiva 2008/96/CE sulla gestione della sicurezza delle infrastrutture” Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 5Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 6. Perché la certificazione  Qualsiasi impianto è soggetto a certificazione sulla sicurezza (ad es. ascensori, veicoli, impianti elettrici, ecc.)  Perché non le strade ed i loro impianti?  Sono forse intrinsecamente più sicuri?  Il territorio è in costante evoluzione, le condizioni ambientali, funzionali e strutturali di una strada possono modificare anche radicalmente l’assetto delle strade e le relative condizioni di sicurezza Per questi motivi è necessario certificare gli interventi Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 6Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 7. Metodologia di certificazione La metodologia si sviluppa secondo il seguente percorso: Compilazione Incontro tra delle liste Identificazione Ispezioni analisti e di controllo del progetto ed analisi progettisti con e analisi da analizzare sul campo raccolta dati del rischio Redazione Analisi Incontro tra Realizzazione del rapporto delle misure e analisti delle misure di analisi predisposizione e progettisti (raccomandazioni) delle decisioni Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 7Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 8. La Commissione di valutazione (gli Auditors) La Commissione di valutazione è generalmente composta da una terna di Esperti così individuata: un Professionista esperto in sicurezza stradale e normativa tecnico-giuridica un Professionista esperto in mobilità e regolazione del traffico e ITS un Professionista esperto in progettazione stradale e moderazione del traffico La Commissione di valutazione, a seguito di un esaustivo sopraluogo nell’intera area interessata, esamina il caso sotto l’aspetto normativo e della sicurezza stradale ed identifica le difformità dalle normative vigenti, le circostanze di potenziale pericolo e le situazioni a rischio, nonché adduce adeguate raccomandazioni riguardo i problemi di sicurezza riscontrati da contenere o eliminare. A seguito di tali analisi viene redatto un rapporto di sintesi che riporta la procedura di validazione adottata e le raccomandazioni. Torino, 29 novembre 2010 Marco Dellasette 8Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 9. Benefici della Safety Audit Il principale beneficio di tale analisi è che segue una metodologia sistematica e formale, molto flessibile ma formale oggettiva, applicabile a qualsiasi elemento dell’ambiente oggettiva stradale. L’analisi può essere condotta anche in assenza di informazioni preliminari (incidenti, traffico, parametri geometrici del tracciato,ecc.) sebbene la conoscenza di tali dati accresca comunque la qualità dell’indagine e il livello di attendibilità dei risultati. Torino, 29 novembre 2010 Marco Dellasette 9Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 10. I vari livelli di pianificazione e programmazione della sicurezza stradale 1. Road Safety Impact Assesment – RSIA (analisi di impatto) 2. Road Safety Audit (su progetti) 3. Road Safety Inspection (sullesistente) 4. Analisi dell’incidentalità e classificazione della sicurezza della rete (identificazione punti critici e gestione) Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 10Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 11. Road Safety Impact Assessment Il metodo RSIA (detto anche Valutazione di Impatto sulla Sicurezza Stradale - VISS) proposto dalla nuova direttiva europea 2008/96/CE propone un’analisi della sicurezza stradale a tutto campo, da attuarsi nelle fasi di pianificazione e riassetto della viabilità e mirata non soltanto agli elementi soggetti a variazioni, ma ampliando l’analisi all’intera rete viaria e soprattutto a quelle infrastrutture che possono subire variazioni in termini di flussi di traffico e/o di funzione. Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 11Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 12. Safety Audit / Inspection L’analisi Road Safety Audit se riferite ai progetti, o Safety Inspection, se riferite alle strade in esercizio, aiuta ad Inspection individuare situazioni di potenziali rischi per la circolazione stradale. In particolare, l’analisi mira a focalizzare il punto di vista dellutenza cercando di indagare, attraverso un processo di confronto fra i giudizi espressi da un gruppo di esperti, le modalità con cui lo spazio stradale viene percepito, percepito interpretato ed utilizzato dai diversi utenti che ne fruiscono nei diversi modi. Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 12Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 13. Il 13 ottobre 2008, Giornata della Sicurezza Stradale, nasce L’Istituto Europeo per la Certificazione della Sicurezza Stradale e l’Analisi del Rischio Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 13Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 14. Che cos’è Eu.Ro.Sa.In.  è un Istituto con sede in Svizzera, uffici in Italia ed operante in tutta Europa, che opera nel settore di certificazione sulla rispondenza delle condizioni di sicurezza delle infrastrutture stradali e delle opere ad esse connesse ai fini della mobilità, a garanzia dellEnte proprietario o gestore  nasce con lobiettivo principale di promuovere e migliorare la sicurezza stradale nellottica della riduzione degli incidenti stradali e dei conseguenti infortuni  è specializzato esclusivamente nella verifica e nella certificazione delle strade e dei progetti; è in grado di fornire una consulenza completa attraverso specialisti e consulenti di comprovata esperienza nel settore  non si occupa di progettazione, direzione lavori o realizzazione delle opere Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 14Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 15. Che cos’è Eu.Ro.Sa.In.  è un organismo imparziale ed autonomo che verifica  la conformità dei progetti alle regole della sicurezza stradale  la sicurezza delle infrastrutture e degli impianti stradali esistenti  la manutenzione nel tempo degli standard di sicurezza delle infrastrutture  è in grado di analizzare un progetto e fornire un giudizio sulla conformità rispetto alla sicurezza stradale e utili indicazioni per leventuale miglioramento  è in grado di monitorare le infrastrutture esistenti e segnalare le eventuali criticità che possono emergere Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 15Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 16. Esempi Concreti di Analisi della Sicurezza Stradale Dr. F. Oboni (Ing., Ph.D) Eurosain Team (European Road Safety Institute) www.eurosain.org a division of Riskope International www.riskope.comMarco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 17. 1° Road Safety Audit Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 17Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 18. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica  L’analisi si presenta come valutazione delle condizioni di sicurezza di un sistema infrastrutturale/info-telematico di controllo e gestione della terza corsia dinamica autostradale durante la fase di progettazione.  L’approccio, di tipo preventivo, ha lo scopo di verificare che il sistema in progetto aumenti le performance di deflusso nei periodi di punta, senza ridurre le condizioni di sicurezza stradale.  Il metodo utilizzato analizza tutti gli aspetti inerenti la sicurezza stradale, in relazione con le caratteristiche plano- altimetriche della strada e gli aspetti comportamentali dell’utenza. Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 18Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 19. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica Statistiche sullo Status Quo Direzione Caso Mininimo Media C.O.V.% Massimo Commenti Incidenti Variabilità contenuta NORD 61 109 14.8 158 Feriti Forte variabilità 0 46 39.6 101 Morti Non significativo per 2 analisi distribuzione Incidenti Variabilità contenuta SUD 82 126 11.8 171 Feriti Forte variabilità 0 60 41.3 135 Morti Non significativo per 2 (2.57) analisi distribuzione Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 19Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 20. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica Incidentalità probabilistica dello Status Quo 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 0 50 100 150 200 Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 20Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 21. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica Rischi progettuali tollerabili vs. intollerabili Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 21Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 22. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica Riduzione dei Rischi, soglie, investimenti RISK Mitigative “Acceptable” Mitigative Threshold Investment ALARA ALARP BACT Costs to Attain Acceptable Zero Risk Residual Risk Acceptable Residual Risk Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 22Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 23. Esempio: Safety Audit di un progetto di Terza Corsia Dinamica Valutazione finale del rischio futuro (progetto in servizo) Elemento direzione SQO NORD Incidentalità Rampa entrata 6/100000 Rampa uscita 8/100000 Rettilineo 2/100000 Curva 4/100000 Bordo carreggiata 1/1000000 passaggi veicolo P 2.02x10-4 f Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 23Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 24. 2° Road Safety Inspection Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 24Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 25. Esempio: Safety Inspection di una strada di montagna L’analisi preventiva di sicurezza su una strada esistente di 240km di lunghezza (Road Safety Inspection (RSI)), applicata alle opere esistenti ed in esercizio prevede una valutazione continua, o ripetuta ad intervalli temporanei regolari, delle condizioni di sicurezza, al fine di definire gli interventi di riqualificazione funzionale più appropriati. Si comparano lo Status Quo con uno scenario riqualificato, ed in questo caso particolare persino una variante di “ponte aereo” per il traffico passeggeri Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 25Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 26. Esempio: Safety Inspection di una strada di montagna Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 26Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 27. Esempio: Safety Inspection di una strada di montagna Multirischio attuale e due varianti Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 27Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 28. 3° Road Safety Impact Assessment (RSIA) di una rete Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 28Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 29. Esempio: RSIA di una rete stradale in vista di forte variazione di flussi La rete stradale subirà forti incrementi di traffico a causa di grandi progetti produttivi nela regione. L’RSIA è mirato alle infrastrutture adiacenti, comprendendo anche vari rischi naturali e di origine umana con possibili impatti sul traffico. Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 29Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 30. Esempio: RSIA di rete stradale Il Cambiamento Climatico provocherà nuove e numerose criticità Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 30Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 31. Esempio: RSIA di rete stradale Lista dei rischi…e rete stradale Natural Hazards Landslides (also quake induced) Rockfalls (also quake induced) Flooding Erosion Sand accumulations Dust Fog Ice and snow Hail Electric storms Bedazzlement, Dazzling Sunshine Human Hazards Including Criminality Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 31Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 32. 4o Analisi degli incidenti stradali Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 32Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 33. 4o Analisi degli incidenti stradali  Analizzare il fenomeno di incidentalità di un sistema di trasporto individuandone i punti critici  Comprendere le cause principali degli incidenti  Progettare le contromisure più efficaci, minimizzando il costo economico Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 33Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 34. 4° Analisi degli incidenti stradali Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 34Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 35. 4° Analisi degli incidenti stradali Generic Phased Crisis Model Phase 1 Phase 2 Phase 3 Phase 4 Phase 1 Potential Latent Acute Return Potential Emergency that Desired Level of does not evolve into Service a crisis Tolerated level of disservice (minor emergency) Triggering point for the emergency plan Max tolerated disservice limit (max Controlled crisis emergency) Crisis Uncontrolled crisis… Catastrophic crisis may evolve tone nI t nevEyc ne gr e me catastrophic consequences One crisis cycle (time) t Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 35 Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.
  • 36. Eu.Ro.Sa.In il Partner per la Certificazione Europea delle Strade Per ulteriori informazioni www.eurosain.it Riccione, 15 settembre 2011 Giornate della Polizia Locale 36Marco Dellasette - Franco Oboni © EuRoSaIn - tutti i diritti riservati - vietata la copia e la diffusione senza esplicita autorizzazione.

×