• Save
Dalla Business Intelligence alla Economic Intelligence.
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Dalla Business Intelligence alla Economic Intelligence.

on

  • 510 views

Presentata all'evento Oracle Business Analytics svoltosi a Roma il 7 dicembre u.s.

Presentata all'evento Oracle Business Analytics svoltosi a Roma il 7 dicembre u.s.

Statistics

Views

Total Views
510
Views on SlideShare
510
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Economic Intelligence demands easy discovery
  • Potevamo oggi come tutti, parlarvi delle 3 V: volume, velocità e varietà.Essendo in un museo, come questo, ci sarebbe stato forse più facile parlare delle tre R (Richelieu)...
  • ....o più semplicemente delle tre L (Lotto). Ma abbiamo scelto di provocare un pò di riflessione sui temi della evoluzione della Business Intelligence. Un tema meno tecnologico e speriamo più adatto ad una sessione come questa, che vuole stimolare discussione e confronto.
  • La Business Intelligence la conoscete tutti. A vari livelli di maturità è stata implementata da tutti ed ha permesso, nel corso degli ultimi 15 anni, di avere una comprensione chiara ed efficace dei propri processi interni e delle interazioni con il mondo esterno, soprattutto in termini di rapporto con la propria clientela (processi CRM e finanziari).
  • In questo ultimo periodo però tre nuove forze stanno cambiando lo scenario per le aziende e le istituzioni e permettono di guardare alle necessità analitiche in una prospettiva diversa. La prima, sicuramente, è la crisi globale. Essa sta cambiando lo scenario economico, sociale e competitivo in cui tutti noi ci muoviamo.
  • La seconda è la DISPONIBILITA’ di nuovi dati, cosa fino a poco tempo fa impensabile. Open Data, dati acquisibili da istituzioni quali la banca d’italia, l’istat, le camere di commercio, i comuni, integrati con i dati interni, con i dati acquisibili da società specializzate, ma soprattutto con dati che sono disponibili su Internet, ci permettono di fare analisi prima molto difficilmente realizzabili.
  • La seconda è la DISPONIBILITA’ di nuovi dati, cosa fino a poco tempo fa impensabile. Open Data, dati acquisibili da istituzioni quali la banca d’italia, l’istat, le camere di commercio, i comuni, integrati con i dati interni, con i dati acquisibili da società specializzate, ma soprattutto con dati che sono disponibili su Internet, ci permettono di fare analisi prima molto difficilmente realizzabili.
  • La terza è la tecnologia. La forza con cui tecnologie quali Hadoop, noSql, i sistemi ingegnerizzati, gli inMemory DBs, gli strumenti di Information Discovery stanno emergendo a partire dal loro utilizzo in aziende di successo quali Amazon, eBay, Facebook, Toyota ma anche – in Europa – alcune punte di diamante quali La Caixa in Spagna, BT e Vodafone in UK, Nykredit in Danimarca, BMW in Germania ci devono far guardare a queste tecnologie come un potenziale strumento di aumento dell’efficacia operativa da parte di tutte le aziende.
  • Le domande classiche a cui la Business Intelligence permette di rispondere sono: quali sono state le vendite del prodotto X nel corso dell’ultimo mese ? come sono distribuite sul territorio ? quali incrementi / decrementi ho avuto rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso ? e rispetto al periodo precedente ? qual è il forecast di vendita del prossimo trimestre ?Oppure, se non volessimo parlare di vendita ma di servizi offerti al cittadino:Quante visite specialistiche sono state effettuate nel corso dell’ultimo mese ?Come sono distribuite sul territorio ? quali incrementi / decrementi ho avuto rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso ?La BI quindi permette, in due parole, di ottenere una fotografia, meglio una serie di fotografie sullo stato della propria azienda o ente ed eventualmente proiettare questo in termini di forecast futuro.
  • Le domande classiche a cui la Business Intelligence permette di rispondere sono: quali sono state le vendite del prodotto X nel corso dell’ultimo mese ? come sono distribuite sul territorio ? quali incrementi / decrementi ho avuto rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso ? e rispetto al periodo precedente ? qual è il forecast di vendita del prossimo trimestre ?Oppure, se non volessimo parlare di vendita ma di servizi offerti al cittadino:Quante visite specialistiche sono state effettuate nel corso dell’ultimo mese ?Come sono distribuite sul territorio ? quali incrementi / decrementi ho avuto rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso ?La BI quindi permette, in due parole, di ottenere una fotografia, meglio una serie di fotografie sullo stato della propria azienda o ente ed eventualmente proiettare questo in termini di forecast futuro.
  • Ma è sufficiente ? Non sarebbe utile chiedersi invece domande del tipo:Qual è il mio marketshare (o come lo si chiama adesso il walletshare) per il prodotto X ? Qual è la concorrenza presente sul territorio X dove le mie vendite sono in calo ? come posso estendere la mia clientela potenziale in modo da recuperare il calo di vendite ? Ci sono altri fattori che possono spiegare il mio calo di vendite ?Oppure, declinando le medesime domande in ambito servizi: ci sono fattori che spiegano il calo di richieste di visite specialistiche nella zona X e l’aumento nella zona Y ?Come posso rendere più efficiente il mio livello di servizio al cittadino ? qual è la popolazione che sta usando questo servizio e perchè ?
  • La Business Intelligence è finalizzata a supportare, e in qualche caso ad automatizzare, processi di misurazione, controllo e analisi dei risultati e delle performance aziendali (sistemi di reporting e di visualizzazione grafica di varia natura, cruscotti più o meno dinamici, sistemi di analisi storica, sistemi di "allarme" su fuori norma o eccezioni, ecc.), e processi di decisione aziendale in condizioni variabili di incertezza (sistemi di previsione, di predizione, di simulazione e di costruzione di scenari alternativi, ecc.), il tutto integrato nel classico processo generale di "misurazione, analisi, decisione, azione"
  • L’ Economic Intelligence si pone un obiettivo più ampio, e molto più sfidante: comprendere le dinamiche dell’ecosistema economico in cui l’azienda o l’istituzione si muove al fine di modulare le proprie azioni in modo da “cavalcare” le dinamiche ai propri fini.
  • Questo ora è possibile: creare un mosaico di informazioni, che a partire dai dati interni, interrelandoli con informazioni proveniente da OpenData, oppure da Internet permetta di fare analisi più profonde e di passare dal “Cosa sta accadendo ? “ al “Come sta accadendo ?” e “Perchè sta accadendo ?” .
  • Diventa però fondamentale modificare il paradigma architetturale di riferimento ed affiancare ai classici strumenti di Business Intelligence e di DWH degli strumenti più snelli, che permettano di associare facilmente, meglio automaticamente, le informazioni provenienti da fonti diverse, eterogenee, strutturate e non strutturate e navigarle con semplicità.
  • Oracle ha fatto e continua a fare grossi investimenti in questo senso: a partire dal “ringiovanire” le classiche architetture di DWH con sistemi ingegnerizzati quali Exadata e strumenti avanzati di Data Integration ...passando per la capacità di acquisizione e trasformazione di grossi moli di dati con la Big Data Appliance, che integra al suo interno Hadoop, un DB noSql e una serie di connettori per BigData... ... Ma soprattutto con una infratruttura analitica che permette di affiancare ai classici strumenti di analisi relazionale e multidimensionale, potenziati dall’ingegnerizzazione in Exalytics degli stessi con un in-Memory DB...
  • Oracle ha fatto e continua a fare grossi investimenti in questo senso: a partire dal “ringiovanire” le classiche architetture di DWH con sistemi ingegnerizzati quali Exadata e strumenti avanzati di Data Integration ...passando per la capacità di acquisizione e trasformazione di grossi moli di dati con la Big Data Appliance, che integra al suo interno Hadoop, un DB noSql e una serie di connettori per BigData... ... Ma soprattutto con una infratruttura analitica che permette di affiancare ai classici strumenti di analisi relazionale e multidimensionale, potenziati dall’ingegnerizzazione in Exalytics degli stessi con un in-Memory DB...
  • Oracle ha fatto e continua a fare grossi investimenti in questo senso: a partire dal “ringiovanire” le classiche architetture di DWH con sistemi ingegnerizzati quali Exadata e strumenti avanzati di Data Integration ...passando per la capacità di acquisizione e trasformazione di grossi moli di dati con la Big Data Appliance, che integra al suo interno Hadoop, un DB noSql e una serie di connettori per BigData... ... Ma soprattutto con una infratruttura analitica che permette di affiancare ai classici strumenti di analisi relazionale e multidimensionale, potenziati dall’ingegnerizzazione in Exalytics degli stessi con un in-Memory DB...
  • ... Uno strumento di Information Discovery, Endeca, che permette di integrare dati strutturati (siano essi interni o Open o acquisiti da società specializzate) con dati non strutturati (sia file e documenti interni ma anche informazioni provenienti da siti web, da blog, da social.. E volendo anche file audio, foto, stream di informazioni...) ecc.
  • ... Uno strumento di Information Discovery, Endeca, che permette di integrare dati strutturati (siano essi interni o Open o acquisiti da società specializzate) con dati non strutturati (sia file e documenti interni ma anche informazioni provenienti da siti web, da blog, da social.. E volendo anche file audio, foto, stream di informazioni...) ecc.
  • Inconclusione, è importante valutare come questo cambiamento tecnologico e di disponibilità di dati possa essere uno strumento di innovazione e di vantaggio competitivo. Un fattore critico affinchè questa trasformazione abbia successo è sicuramente
  • Inconclusione, è importante valutare come questo cambiamento tecnologico e di disponibilità di dati possa essere uno strumento di innovazione e di vantaggio competitivo. Un fattore critico affinchè questa trasformazione abbia successo è sicuramente
  • Inconclusione, è importante valutare come questo cambiamento tecnologico e di disponibilità di dati possa essere uno strumento di innovazione e di vantaggio competitivo. Un fattore critico affinchè questa trasformazione abbia successo è sicuramente

Dalla Business Intelligence alla Economic Intelligence. Dalla Business Intelligence alla Economic Intelligence. Presentation Transcript

  • Dalla Business Intelligencealla Economic IntelligenceFlavio VenturiniSenior Director, Business AnalyticsRoma, Galleria Nazionale di Arte Moderna7 dicembre 20121 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Potevamo oggi come tutti, parlarvi delle 3 V: volume, velocità e varietà. Essendo in un museo, ci sarebbe stato forse più facile parlare delle tre R di Richelieu...2 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • ....o più semplicemente delle L di Lorenzo Lotto. Ma abbiamo scelto di provocare un pò di riflessione sui temi della evoluzione della Business Intelligence. Un tema meno tecnologico e speriamo più adatto ad una sessione come questa, che vuole stimolare discussione e confronto.3 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. View slide
  • La Business Intelligence la conoscete tutti. A vari livelli di maturità è stataimplementata da tutti ed ha permesso, nel corso degli ultimi 15 anni, di avere una comprensione chiara ed efficace dei propri processi interni e delle interazioni con il mondo esterno, soprattutto in termini di rapporto con la propriaclientela (processi CRM e finanziari). 4 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved. View slide
  • In questo ultimoperiodo però tre nuove forze stanno La prima, sicuramente, è la cambiando lo crisi globale. scenario per le aziende e le istituzioni e Essa sta cambiando lo permettono di scenario economico, sociale e guardare alle competitivo in cui tutti noi ci necessitàanalitiche in una muoviamo.. prospettiva diversa. 5 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • La seconda è laDisponibilità di nuovi dati, cosa fino a poco tempo fa impensabile: Open Data, dati acquisibili da istituzioni quali la Banca d’Italia, l’Istat, le Camere di Commercio, i Comuni 6 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Disponibilità La seconda è la di nuovi dati, cosa fino a poco tempo fa impensabile: ... Integrati con i dati interni, con i dati acquisibili da società specializzate ma soprattutto con dati che sono disponibili su Internet, ci permettono di fare analisi prima molto difficilmente realizzabili. 7 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • La terza è laTecnologia i sistemi La forza con cui tecnologie quali ingegnerizzati /gli in Memory DBs appliance il linguaggio R stanno emergendo a partire dal loro utilizzo in aziende di successo quali Amazon, eBay, Facebook, Toyota ma anche – in Europa – alcune punte di diamante quali La Caixa in Spagna, BT e Vodafone in UK, Nykredit in Danimarca, BMW in Germania ci devono far guardare a queste tecnologie come un potenziale strumento di aumento dell’efficacia operativa da parte di tutte le aziende. o 8 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Oppure, se non volessimoLe domande classiche a cui la parlare di vendita ma diBusiness Intelligence permette di servizi offerti al cittadino:rispondere sono: -Quante visite specialistiche-quali sono state le vendite del sono state effettuate nelprodotto X nel corso dell’ultimo corso dell’ultimo mese ?mese ? -Come sono distribuite sul- come sono distribuite sul territorio ?territorio ? - quali incrementi /- quali incrementi / decrementi ho decrementi ho avuto rispettoavuto rispetto al medesimo al medesimo periodoperiodo dell’anno scorso ? dell’anno scorso ?- e rispetto al periodo precedente ?- qual è il forecast di vendita delprossimo trimestre ? 9 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • La BI quindi permette, in due parole, di ottenere unafotografia, meglio una serie di fotografie sullo stato della propria azienda o ente ed eventualmente proiettare questo in termini di forecast futuro.10 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Non sarebbe utile chiedersi Oppure, declinando leinvece domande del tipo: medesime domande in-Qual è il mio marketshare ambito servizi:per il prodotto X ? - ci sono fattori che- Qual è la concorrenza spiegano il calo di richiestepresente sul territorio X di visite specialistiche nelladove le mie vendite sono in zona X e l’aumento nellacalo ? zona Y ?- come posso estendere la -Come posso rendere piùmia clientela potenziale in efficiente il mio livello dimodo da recuperare il calo servizio al cittadino ?di vendite ? - qual è la popolazione che- Ci sono altri fattori che sta usando questo serviziopossono spiegare il mio calodi vendite ? Ma è sufficiente ? e perchè ? 11 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • La Business Intelligence è finalizzata a supportare, e inqualche caso ad automatizzare, processi di misurazione,controllo e analisi dei risultati e delle performance aziendali(sistemi di reporting e di visualizzazione grafica di varianatura, cruscotti più o meno dinamici, sistemi di analisistorica, sistemi di "allarme" su fuori norma o eccezioni,ecc.), e processi di decisione aziendale in condizioni variabilidi incertezza (sistemi di previsione, di predizione, disimulazione e di costruzione di scenari alternativi, ecc.), iltutto integrato nel classico processo generale di"misurazione, analisi, decisione, azione" 12 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Economic Intelligence L’ Economic Intelligence si pone un obiettivo più ampio, e molto più sfidante: comprendere le dinamiche dell’ecosistema economico in cui l’azienda o l’istituzione si muove al fine di modulare le proprie azioni in modo da “cavalcare” le dinamiche ai propri fini.13 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Questo ora è possibile: creare un mosaico di informazioni, che a partire dai dati interni, interrelandoli con informazioniproveniente da OpenData, oppure da Internet permetta di fare analisi più profonde e di passare dal “Cosa sta accadendo ? “ al“Come sta accadendo ?” e “Perchè sta accadendo ?” . 14 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Modificare il paradigma architetturale Transazioni Oracle SAP Qualsiasi dato, Business IntelligenceQualsiasi sorgente Decisioni basate sui dati Documenti aziendali Information Discovery Dati Social Decisioni basate su tutti i dati di interesse per l’azienda Dati Machine-Generated15 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Le tecnologie abilitanti: il back end I sistemi ingegnerizzati: hardware e software perfettamente integrati Exalytics Big Data Exadata Appliance Oracle ha fatto e continua a fare grossi investimenti in questo senso: a partire dal“ringiovanire” le classiche architetture di DWH con sistemi ingegnerizzati quali Exadata e strumenti avanzati di Data Integration ... 16 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Le tecnologie abilitanti: il back end I sistemi ingegnerizzati: hardware e software perfettamente integrati Exalytics Big Data Exadata Appliance ...passando per la capacità di acquisizione e trasformazione di grossi moli di dati con la BigData Appliance, che integra al suo interno Hadoop, un DB noSql e una serie di connettori per BigData... 17 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Le tecnologie abilitanti: il back end I sistemi ingegnerizzati: hardware e software perfettamente integrati Exalytics Big Data Exadata Appliance... ... Ma soprattutto con una infrastruttura analitica che permette di affiancare ai classicistrumenti di analisi relazionale e multidimensionale, potenziati dall’ingegnerizzazione in Exalytics degli stessi con un in-Memory DB... 18 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Le tecnologie abilitanti: il front end Endeca: strumento di analisi per la Economic Intelligence... uno strumento di Information Discovery, Endeca, che permette di integrare dati strutturati (siano essi interni o Open o acquisiti da società specializzate) con dati non strutturati (sia file e documenti interni ma anche informazioniprovenienti da siti web, da blog, da social.. E volendo anche file audio, foto, stream di informazioni...) ecc. 19 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Le tecnologie abilitanti: il front end Endeca: strumento di analisi per la Economic Intelligence  Self-Service Information Discovery – Massima semplicità d’uso  Ricerca Contestuale + Analisi visuale avanzata + Navigazione reticolare – Performance In-Memory  Dati Strutturati e Non Strutturati – Analisi semantica e di sentiment del testo20 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Economic Intelligence In conclusione, è importante valutare come questo cambiamento tecnologico e di disponibilità di dati possa essere uno strumento di innovazione e di vantaggio competitivo21 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Economic Intelligence ...e al contempo è importante comprendere quali fattori critici di successo possano portare al compimento di questa trasformazione.22 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • Cordiali saluti a tutti.23 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.
  • 24 Copyright © 2012, Oracle and/or its affiliates. All rights reserved.