Presentazione Securforce

2,343 views
2,272 views

Published on

Presentazione Securforce - SecurLAN - 02/2010

Published in: Business
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Mah...
    A me risulta che la Securforce sia stata chiusa all'inizio dell'anno.
    Forse sarebbe ora di aggiornare un po' le informazioni...
    Troppa baruffa e improvvisati in giro
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,343
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione Securforce

  1. 1. PRESENTAZIONE CENTRALI SECURLAN
  2. 2. Headquarter & Vendite : Como Produzione : Sesto San Giovanni ( MI ) Supporto Tecnico Dedicato Business Nazionale tramite Partnership Forti Soluzione Affidabili e Innovative Produttore di Sistemi di Sicurezza
  3. 3. 1996 costituzione marchio Securforce 1997 Presentazione centrale di allarme modulare H128 – 128 zone 2002 Lancio delle nuove centrali di allarme, modulari e telegestibili, SECURPRO, miste filo / radio. 1998 Presentazione chiavi elettronihe QUADRA e combinatori telefonici VOICE 2006 Lancio nuova linea di centrali SecurLAN Comunicazione telefonica GSM/ PSTN / TCP/IP 2010 Nuova tastiera Touch Cap-Sensitive Nuovo guscio plastico tastiera compatta Nuovo combinatore su bus, misto PSTN/GSM/GPRS 2009 Lancio nuova centrale compatta SecurLAN 88 Lancio PlugIN GSM Lancio VOICE4GSM plus
  4. 4. QUALITA’ ITALIANA <ul><li>SECURFORCE è un’azienda italiana affermata da ormai oltre 10 anni. La progettazione della centrale Securlan pone particolare attenzione alle abitudini e alle esigenze del mercato italiano, favorendo la praticità nella fase installativa e risponde appieno alle vostre necessità di sicurezza. </li></ul><ul><li>La produzione di SECURFORCE dalla Securlan a tutti gli accessori ha sede in Italia, nel rispetto delle normative italiane ed europee. Questa scelta garantisce affidabilità e longevità del prodotto. </li></ul><ul><li>Il supporto tecnico di SECURFORCE è presente su scala nazionale. </li></ul><ul><li>I veri vantaggi stanno nella rapidità e nella prontezza di assistenza alle vostre necessità e domande . </li></ul>
  5. 5. I marchi registrati
  6. 6. Anti Intrusione RADIO Barriere IR TVCC <ul><li>SECURPAL </li></ul><ul><li>SECURHOME </li></ul><ul><li>SECURHOME RADIO </li></ul><ul><li>SECURWALL </li></ul><ul><li>Ampia gamma di centrali Ibride Filo/Radio </li></ul><ul><li>Famiglia completa di accessori </li></ul><ul><li>Accessori stand-alone </li></ul><ul><li>(QUADRA & VOICE) </li></ul><ul><li>Ricevitori </li></ul><ul><li>mono e bidirezzionali </li></ul><ul><li>Derivazione Militare </li></ul><ul><li>433Mhz </li></ul><ul><li>868 Mhz Narrow Band </li></ul><ul><li>Tecnologia EchoStream Mesh Network </li></ul>Line UP
  7. 7. VIDEosorveglianza Wavelet Technology Integrity in digital recording
  8. 8. I Nostri Servizi <ul><li>Assistenza nella PROGETTAZIONE </li></ul><ul><li>Assistenza pre e post vendita </li></ul><ul><li>Corsi di formazione </li></ul>
  9. 9. PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  10. 10. SICUREZZA, MODULARITA’ ED AFFIDABILITA’ <ul><li>Securlan racchiude in sé quanto di meglio consente l’attuale sviluppo tecnologico. </li></ul><ul><li>L’affidabilità del sistema d’allarme è direttamente proporzionale alla stabilità nel tempo senza manifestare difetti né malfunzionamenti, questo Securforce può vantare producendo e distribuendo ormai da oltre 10 anni i suoi prodotti. </li></ul><ul><li>Il sistema di allarme SecurLan copre ogni necessità di sicurezza sia in ambito civile, che terziario ed industriale. </li></ul>
  11. 11. SEMPLICITA’ D’USO <ul><li>Data la modularità, la compatibilità e l’adattabilità del sistema, Securlan ha ampia scelta di dispositivi per il controllo dell’impianto dall’allarme. Gli inserimenti, i disinserimenti, la verifica dello stato del sistema e la supervisione dell’impianto possono essere gestiti utilizzando: </li></ul><ul><li>Tastiere con ampio LCD retro-illuminate </li></ul><ul><li>Chiave elettronica a contatto o di prossimità </li></ul><ul><li>Lettori di prossimità per l’esterno </li></ul><ul><li>Telecomandi via radio, anche in versione bidirezionale con risposta sul telecomando dello stato di inserimento, disinserimento dell’impianto. </li></ul><ul><li>Lettori biometrici di impronta digitale. </li></ul>
  12. 12. SUPERVISIONE TOTALE <ul><li>A fronte di qualsiasi evento di allarme o di anomalia Securlan invia SMS, E-mail e messaggi vocali. </li></ul><ul><li>la centrale può ricevere comandi tramite messaggi vocali ed SMS, oltre che ottenere stati del sistema, effettuare investimenti/disinvestimenti, escludere sensori o attivare uscite per comandi domotici. </li></ul><ul><li>Ad ogni comando corrisponde una risposta della centrale di allarme a conferma dell’avvenuta operazione. </li></ul><ul><li>Grazie al modulo TCP-IP, cablato o Wi-Fi è possibile gestire la centrale in rete con palmare, PC e I-Phone, con l’ausilio di qualsiasi software per palmare. </li></ul><ul><li>Grazie a questo accessorio, sin dalla versione base della centrale è possibile visionare le telecamere live da internet o tramite web browser da ogni punto del mondo ed è possibile gestire la centrale senza bisogno di scaricare plug-in o Active-X. </li></ul>
  13. 13. VIDEOSORVEGLIANZA <ul><li>Securlan è in grado di integrare il sistema di videosorveglianza, fornendo la visione in REAL TIME delle immagini. Installando opportuni DVR è possibile dal telefono PDA, I-Phone, Personal Computer collegato alla rete dati interna o esterna (Internet) visionare la situazione. </li></ul><ul><li>Inoltre Securlan può registrare anche le immagini provenienti dalle telecamere, consultandole in modo differito. </li></ul><ul><li>Il software riproduce la tastiera, affiancata ai comandi di gestione della videosorveglianza , riprodotto il tutto nella maniera più semplice possibile. </li></ul>TASTIERA VIRTUALE SECURLINK e SECURLINK PRO SOFTWARE MONITOR
  14. 14. ASCOLTO AMBIENTE E TELESOCCORSO <ul><li>Sono disponibili moduli audio per l’ascolto dell’ambiente (tramite telefono) o per propagare la voce nell’ambiente, telecomandi a collare o con attacco alla cintura e moduli audio per la propagazione dei messaggi vocali nell’ambiente per avvisare di particolari stato a conferma di comandi o controlli tecnologici. </li></ul>
  15. 15. <ul><li>Il progetto iniziale siglato SECURPRO portava alla luce una sistema di allarme solido e </li></ul><ul><li>moderno e rendeva disponibile una serie di centrali che, da 8 a 200 </li></ul><ul><li>zone di allarme, su bus RS485 soddisfavano molte delle richieste del nostro mercato. </li></ul><ul><li>Fin dall’inizio del progetto SECURFORCE ha posto particolare attenzione alla centralità del </li></ul><ul><li>controllore ( Mitsubishi famiglia M16 ), alla gestione delle sue </li></ul><ul><li>massime risorse e alla stabilità del protocollo di comunicazione RS485 che deve essere </li></ul><ul><li>sfruttato in tutta la sua estensione e velocità senza compromessi. </li></ul><ul><li>Proprio dalla stabilità e velocità del protocollo il progetto SECURLAN eredita il massimo </li></ul><ul><li>ottenibile con tale tecnologia. </li></ul><ul><li>A suffragare questa nostra dichiarazione citiamo la possibilità di controllare fino a due bus </li></ul><ul><li>RS485 ( isolati e supervisionati ), oltre 100 device su bus ( tastiere, inseritori, espansione </li></ul><ul><li>ingressi / uscite ect. ), possibilità di commutare, per singolo bus, la velocità di </li></ul><ul><li>comunicazione dallo standard di 9600 baud a 38400 baud, l’autodeterminazione dei </li></ul><ul><li>dispositivi collegati sul bus e la verifica diagnostica di ogni periferica con analisi REAL </li></ul><ul><li>TIME e memorizzazione di eventuali errori di risposta su interrogazione di centrale. </li></ul>PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  16. 16. PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256 Cosa deve offrire un sistema di allarme ? ? ?
  17. 17. PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256 Stabilità del sistema Stabilità e velocità del protocollo RS485 2 BUS a doppia velocità COMUNICAZIONE INNOVATIVA PSTN – GSM – TCP/IP Microprocessore potente e affidabile Autodeterminazione periferiche Installazione e manutenzione semplificata Integrazione con TVCC e domotica oBIETTIVO rISULTATO
  18. 18. <ul><li>DUE BUS RS485 </li></ul><ul><li>Due distinti, isolati e indipendenti bus di comunicazione con supervisione di funzionamento. </li></ul><ul><li>In caso di corto o sovraccarico di ogni BUS, ( seriale e alimentazione ), l’altro continua a funzionare e la centrale evidenzia il problema tramite tastiere e/o </li></ul><ul><li>mezzi di comunicazione remota ( uscite / combinatore ). </li></ul>PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256 BUS 2 BUS 1
  19. 19. multidrop Nodi e rami secondari BUS RS485 a 2 VELOCITA’ PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  20. 20. <ul><li>AUTODETERMINAZIONE </li></ul><ul><li>SECURLAN autodetermina le periferiche installate in campo correttamente configurate in 2 modi: </li></ul><ul><li>Automaticamente nella fase di startup del sistema </li></ul><ul><li>Manualmente tramite procedura con codice installatore </li></ul>ID 1 ID 2 ID 3 ID 3 BUS PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  21. 21. <ul><li>ANALISI ERRORI DI COMUNICAZIONE </li></ul><ul><li>Securlan Controlla OGNI Periferica collegata ai BUS tramite un contatore errori. Questo valore puo’ essere visto sia in tastiera che da remoto </li></ul><ul><li>TERMINAZIONE BUS RS485 </li></ul><ul><li>In caso di problemi dovuti alla perdita di impedenza tra centrale e periferica, è stata prevista la possibilità di RE-BILANCIARE il bus RS485 inserendo, indipendentemente per ognuno dei due bus, una resistenza di terminazione lato centrale e una sulla periferica </li></ul><ul><li>più lontana o più in difficoltà. </li></ul><ul><li>Le terminazioni sono già presenti sia in centrale che sulle </li></ul><ul><li>periferiche, pronte ad essere usate solo se è necessario. </li></ul>000 000 000 044 BUS PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  22. 22. <ul><li>LETTURA CORRENTI E TENSIONI </li></ul><ul><li>La centrale è suddivisa in blocchi logici e di ogni blocco si può conoscere il valore di corrente e tensione in esercizio. </li></ul><ul><li>La manovra è facilmente disponibile da display LCD sia in locale che in remoto e prevede di monitorare i due bus RS485, il blocco Sirena, i plug-in a bordo centrale e gli ausiliari presenti sulla scheda base. Il valore di corrente </li></ul><ul><li>viene mostrato sia per parziale che per totale. </li></ul><ul><li>Allo Start Up della centrale non è necessario un TESTER e una manovra con puntali per sapere lo stato elettrico degli assorbimenti e le tensioni. </li></ul><ul><li>Dell’alimentatore switching di serie si può dedurre stato presenza rete e lo stato della batteria ( basso livello in tensione ). </li></ul>PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  23. 23. <ul><li>ALIMENTATORE SU BUS </li></ul><ul><li>Se si desidera avere un TOTALE controllo di correnti e tensioni è disponibile uno specifico </li></ul><ul><li>alimentatore da 3A da collegare su bus RS485. </li></ul><ul><li>Tale alimentatore può essere usato sia come alternativo a quello di serie, ottenendo così una </li></ul><ul><li>completa diagnostica anche della batteria di centrale, sia come alimentatore supplementare, </li></ul><ul><li>con box dedicato, da portare in qualsiasi punto del bus (fino ad un max di 8 alimentatori ). </li></ul><ul><li>Oltre alla gestione intelligente di tensioni e correnti l’alimentatore su bus supporta anche 2 </li></ul><ul><li>relè di servizio completamente programmabili. </li></ul>BUS RS485 PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  24. 24. <ul><li>USCITE A BORDO CENTRALE </li></ul><ul><li>2 BUS RS485 con alimentazione con fusibili auto-ripristinanti </li></ul><ul><li>Relè di allarme per sirena doppio scambio ( portata da 10 A ) </li></ul><ul><li>2 Relè Ausiliari liberamente programmabili (24V – 1 A) </li></ul><ul><li>3 Slot Espansione per PLUG-IN SPECIFICI ( 2 sulla Securlan 88 ) </li></ul><ul><li>PLUG IN A BORDO CENTRALE </li></ul><ul><li>Modulo PLUG IN Espansione 8 zone su centrale ( 32-64-128-256 ) </li></ul><ul><li>Modulo PLUG IN TCP/IP in versione Cablato o WI-FI </li></ul><ul><li>Modulo PLUG IN GSM </li></ul><ul><li>Modulo PLUG IN sistemi domotici </li></ul>PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  25. 25. <ul><li>PROGRAMMAZIONE DELLA CENTRALE SECURLAN </li></ul><ul><li>RS232 TCP/IP </li></ul><ul><li>Per programmare la centrale SECURLAN è disponibile uno specifico software chiamato SECURLINK e SECURLINK PRO </li></ul><ul><li>Il software SECURLINK PRO può operare verso le centrali SECURLAN sia in modalità RS232, Modem su linea PSTN, TCP/IP o GPRS. </li></ul>PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  26. 26. Tutte le versioni possono essere equipaggiate del modulo TCP / IP e tramite il software SECURLINK PRO la programmazione di una centrale può migrare su un’altra e viceversa ( molto comodo in caso di upgrade sull’impianto ). Tutte le schede posso essere di base equipaggiate con l’alimentatore su BUS in alternativa a quello standard. PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256 SECURLAN 88 8/40 ZONE FILO 48 ZONE RADIO 80 USCITE 8 AREE 2 BUS 2 ALIMENTATORI SU BUS (opz.)
  27. 27. Tutte le versioni possono essere equipaggiate del modulo TCP / IP e tramite il software SECURLINK PRO la programmazione di una centrale può migrare su un’altra e viceversa ( molto comodo in caso di upgrade sull’impianto ). Tutte le schede posso essere di base equipaggiate con l’alimentatore su BUS in alternativa a quello standard. PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  28. 28. <ul><li>IL CONTENITORE DELLA CENTRALE </li></ul><ul><li>La centrale SECURLAN viene fornita in un robusto contenitore metallico in grado di </li></ul><ul><li>alloggiare la centrale, l’alimentatore e, a seconda delle necessità, le periferiche di espansione </li></ul><ul><li>ingressi / uscite o il combinatore telefonico PSTN / GSM / GPRS. </li></ul><ul><li>Il contenitore e dotato di protezione antistrappo e antiapertura. </li></ul><ul><li>Il contenitore è in grado di alloggiare una batteria di </li></ul><ul><li>capacità max 18 A/h. </li></ul>Combinatore PSTN/GSM su BUS Espansioni IN /OUT Alimentatore Batteria PROGETTO SECURLAN 32-64-88-128-256
  29. 29. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256 <ul><li>LA TASTIERA LCD </li></ul><ul><li>Fino a 16 tastiere LCD possono essere collegate al sistema di allarme SECURLAN. </li></ul><ul><li>Il contenitore è protetto contro l’apertura e lo strappo dal muro. </li></ul><ul><li>Il display LCD è di tipo large ( 16 caratteri su due linee ) e la sua retroilluminazione è BLU con scritte bianche. </li></ul><ul><li>12 LED di controllo relativi allo stato del sistema ( 8 per le aree + 4 di sistema ) </li></ul><ul><li>Disponibile con Prossimità a bordo </li></ul><ul><li>Disponibile Bianca - Antracite - Silver </li></ul>
  30. 30. <ul><li>LA TASTIERA “TOUCH ” </li></ul><ul><li>TASTIERA di tipo “ TOUCH CAPACITIVO ” </li></ul><ul><li>Dimensioni ridotte </li></ul><ul><li>Design Moderno </li></ul><ul><li>Display 16 caratteri per 2 righe </li></ul><ul><li>Retroilluminazione BLU </li></ul><ul><li>Cornice esterna intercambiale </li></ul><ul><li>Disponibile dal II trim 2010 </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  31. 31. <ul><li>Tastiere work in progress </li></ul><ul><li>1 ° Progetto </li></ul><ul><li>Tastiera Touch a colori con schermo da 5”, 7” e 10” </li></ul><ul><li>Integrazione con sistemi domotici di varie marche </li></ul><ul><li>Cornici intercambiabili di vario materiale </li></ul><ul><li>( plastico, legno, metallico ) e colori </li></ul><ul><li>Gestione remota dell’impianto tramite PC, Cellulare, PDA </li></ul><ul><ul><ul><li>2° progetto </li></ul></ul></ul><ul><li>Tastiera compatta con display 2 righe x 16 caratteri </li></ul><ul><li>Prezzo più competitivo </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  32. 32. <ul><li>TASTIERA VIRTUALE </li></ul><ul><li>Inoltre SECURLAN è in grado di gestire DUE tastiere VIRTUALI. </li></ul><ul><li>UNA tastiera VIRTUALE è utilizzabile dall’interno del programma di monitoraggio centrale </li></ul><ul><li>e può svolgere tutte le funzioni di centrale come si ci trovasse sul posto. </li></ul><ul><li>La SECONDA tastiera VIRTUALE </li></ul><ul><li>è quella che appare </li></ul><ul><li>in collegamento WEB SERVER </li></ul><ul><li>tramite rete Ethernet. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  33. 33. <ul><li>IL COMBINATORE TELEFONICO IBRIDO </li></ul><ul><li>PSTN/GSM/SMS </li></ul><ul><li>Il combinatore telefonico ibrido di SECURLAN non è parte integrante della scheda base di </li></ul><ul><li>centrale ma è un modulo indipendente collegato sul bus RS485. Ne consegue che la sua </li></ul><ul><li>installazione può essere effettuata sia nel contenitore di base della centrale ( scheda </li></ul><ul><li>SECURLAN e combinatore a pochi centimetri uno dall’altro ), sia a 1000 metri dalla centrale </li></ul><ul><li>appeso ad uno dei due bus ( montato in contenitore predisposto ). </li></ul><ul><li>Una volta collegato al bus e associato alla centrale, il combinatore di SECURLAN può essere </li></ul><ul><li>configurato ed equipaggiato di specifici plug-in di funzionamento in funzione delle proprie </li></ul><ul><li>necessità. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  34. 34. <ul><li>IL COMBINATORE TELEFONICO PSTN/GSM/GPRS </li></ul><ul><li>Partendo dalla scheda base comprensiva del micro e dei driver di comunicazione con la centrale, il combinatore può essere modularmente equipaggiato con : </li></ul><ul><li>1) MODULO GSM / GPRS </li></ul><ul><li>2) MODULO PSTN </li></ul><ul><li>3) MODULO GUIDA VOCALE INTERATTIVA ( 2 o 8 minuti ) </li></ul><ul><li>4) MODULO MESSAGGI IN USCITA ( 2 o 8 minuti ) </li></ul><ul><li>5) MODULO MODEM PSTN </li></ul><ul><li>6) IL MODULO ASCOLTO AMBIENTE </li></ul><ul><li>Per svolgere le funzioni di base ( Contact ID e DTMF ) almeno il modulo PSTN o GSM deve </li></ul><ul><li>essere presente. </li></ul><ul><li>Gli altri moduli completano a seconda delle esigenze le modalità di gestione e funzionamento. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  35. 35. <ul><li>MODULO GUIDA VOCALE INTERATTIVO </li></ul><ul><li>Il modulo vocale interattivo svolge le funzioni di guida vocale sia per le chiamate in ingresso </li></ul><ul><li>( guida vocale utente per comandi verso la centrale e lettura della diagnostica di centrale ), sia </li></ul><ul><li>per la gestione tecnico locale ( programmazione dei messaggi di evento, di area e di zona ). </li></ul><ul><li>E’ disponibile in versione standard 2 minuti ( non memorizza testi vocali per le zone ) che in </li></ul><ul><li>versione estesa da 8 minuti ( si possono titolare vocalmente fino a 88 zone di centrale ). </li></ul><ul><li>MODULO MESSAGGI </li></ul><ul><li>Il modulo messaggi svolge la funzione di memorizzazione dei messaggi vocali da inviare in </li></ul><ul><li>caso di evento specifico di centrale. </li></ul><ul><li>Nella versione standard da 2 minuti possono essere registrati 1 messaggio comune – 26 </li></ul><ul><li>messaggi di evento e un messaggio di ripristino. </li></ul><ul><li>Nella versione estesa da 8 minuti possono </li></ul><ul><li>essere registrati 8 messaggi comuni - 88 </li></ul><ul><li>messaggi di evento e un messaggio </li></ul><ul><li>di ripristino. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  36. 36. <ul><li>MODULO MODEM PSTN </li></ul><ul><li>Il modulo modem PSTN è necessario nel caso si decida di effettuare la </li></ul><ul><li>telegestione e la tele-programmazione della centrale SECURLAN usando </li></ul><ul><li>la linea PSTN. </li></ul><ul><li>E’ un modulo modem industriale con velocità hardware di comunicazione a 2400 baud ed è </li></ul><ul><li>compatibile con modem standard lato PC (SECURFORCE può fornire modem in versione </li></ul><ul><li>RS232 o USB in versione 56K perfettamente compatibili con il modulo modem 2400 baud ). </li></ul><ul><li>MODULO PSTN </li></ul><ul><li>Il modulo PSTN permette la connessione alla linea telefonica PSTN. </li></ul><ul><li>Si inserisce ad innesto ed è in grado di verificare la presenza della linea </li></ul><ul><li>PSTN (controllo linea presente ). </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  37. 37. <ul><li>MODULO ASCOLTO AMBIENTE </li></ul><ul><li>Il modulo ascolto ambiente permette di monitorare se nell’ambiente, soprattutto dopo un </li></ul><ul><li>allarme, ci sono rumori che lasciano intendere la presenza di estranei. </li></ul><ul><li>Fino a 3 moduli ascolto ambiente possono essere collegati in parallelo tra loro. </li></ul><ul><li>Il modulo è anche corredato di altoparlante per riprodurre nell’ambiente la propria voce </li></ul><ul><li>o messaggi pre-registrati ( scheda opzionale ). </li></ul><ul><li>Può essere utilizzato per riprodurre messaggi automatici di impianto inserito </li></ul><ul><li>o di allarmi ( intrusione o tecnologici ). </li></ul><ul><li>Si collega con 4 fili alla scheda base del combinatore telefonico. </li></ul><ul><li>MODULO GSM/SMS </li></ul><ul><li>Consente la comunicazione su rete GSM sia di tipo vocale che di tipo SMS. </li></ul><ul><li>SMS in uscita per ogni evento di centrale con testo descrittivo ( zona, area, codice, uscita, ect. ) </li></ul><ul><li>prelevato direttamente dalle label di centrale. </li></ul><ul><li>Sms in ingresso per comandi ON/OFF - esclusione/inclusione zone – </li></ul><ul><li>attivazione/disattivazione uscite, richiesta stato centrale e credito sim. </li></ul><ul><li>Invio SMS per attivare da remoto una sessione di teleassistenza. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  38. 38. <ul><li>GESTIONE REGISTRAZIONE MESSAGGI </li></ul><ul><li>I messaggi di evento, di zona e di area possono essere registrati e riascoltati usando un </li></ul><ul><li>telefono collegato al plug telefonico presente sul combinatore. Attraverso una specifica </li></ul><ul><li>password tecnica si accede al menù di guida vocale che permette la registrazione dei messaggi. </li></ul><ul><li>I messaggi sono registrabili anche con accesso da remoto tramite chiamata PSTN o GSM. </li></ul><ul><li>Si possono registrare : </li></ul><ul><li>1 messaggio comune ( 10 secondi ) </li></ul><ul><li>26 messaggi di evento ( 4 secondi cadauno ) </li></ul><ul><li>1 messaggio di ripristino evento ( 4 secondi ) </li></ul><ul><li>8 messaggi di identificazione di area </li></ul><ul><li>88 messaggi di identificazione di zona ( solo con modulo guida vocale da 8 minuti ). </li></ul><ul><li>E’ possibile impegnare la linea GSM ed usarla per normali telefonate o, digitando una </li></ul><ul><li>password utente validata dalla centrale, entrare in modalità comandi DTMF come se si </li></ul><ul><li>chiamasse dall’esterno. </li></ul><ul><li>Tale prestazione trasforma un telefono in una consolle remota atta a comandare la centrale e </li></ul><ul><li>verificarne lo stato. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  39. 39. <ul><li>CHIAMATE DALL’ESTERNO VERSO LA CENTRALE </li></ul><ul><li>E DALLA CENTRALE VERSO I TELEFONI </li></ul><ul><li>La gestione utente con menù a guida vocale è possibile non solo con chiamata da telefono verso </li></ul><ul><li>centrale, ma anche mentre si sta ricevendo da centrale una notifica di allarme vocale. </li></ul><ul><li>Per ottenere ciò, se il numero di telefono è stato abilitato, possono essere impartiti i comandi per : </li></ul><ul><li># = bloccare il ciclo di chiamate al proprio numero di telefono </li></ul><ul><li>*= bloccare il ciclo di chiamate a tutti i numeri di telefono </li></ul><ul><li>0 = entrare nel menù della guida vocale e a seguire bloccare il ciclo di chiamate </li></ul><ul><li>Oltre alla gestione con guida vocale e alla teleassistenza il combinatore telefonico di SECURLAN può </li></ul><ul><li>inviare anche : </li></ul><ul><li>- chiamate digitali nel formato CONTACT ID </li></ul><ul><li>- inviare SMS per ogni evento di centrale ( singolarmente programmabili ) </li></ul><ul><li>- ricevere SMS di comando per attivazioni parziali o totale, attivazioni uscite, esclusione zone, stato </li></ul><ul><li>sistema. </li></ul><ul><li>ricevere comandi in modalità CLI ( chiamata senza scatto da cellulari con numero di telefono </li></ul><ul><li>visibile ) per attivare uscite. Tali numeri devono essere precedentemente memorizzati in centrale. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  40. 40. <ul><li>GPRS </li></ul><ul><li>Oltre alla telegestione, usando il vettore GPRS, è possibile </li></ul><ul><li>monitorare e programmare la centrale da remoto. </li></ul><ul><li>E’ possibile visualizzare lo stato di ingressi, uscite, lo stato </li></ul><ul><li>del sistema e utilizzare la tastiera virtuale. </li></ul><ul><li>L’utilizzo della tastiera virtuale è disponibile </li></ul><ul><li>anche su PDA o SMARTPHONE con sistema operativo Windows Mobile. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  41. 41. <ul><li>IL COMBINATORE PLUG IN GSM/GPRS </li></ul><ul><li>Compatibilità totale con qualsiasi modelli di centrale SECURLAN </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256 CARATTERISTICHE GUIDA VOCALE ( 88 titolazioni zone ) SI MESSAGGI VOCALI ( 1 comune+ 12 canali+1 ripristino ) SI SMS in uscita Ogni evento di centrale SMS di comando SI TELEGESTIONE GSM SI CONTACT ID GSM SI CONTROLLO SIM SI AGGIORNAMENTO DATA/ORA CON SMS SI
  42. 42. <ul><li>IL COMBINATORE PLUG IN GSM </li></ul><ul><li>La telegestione con software Securlink Pro per l’upload / download della programmazione della centrale. </li></ul><ul><li>la telegestione con software Securlink Pro per l’upload / download della programmazione della centrale. </li></ul><ul><li>Funzione di richiamata anche con richiesta da SMS. </li></ul><ul><li>la telegestione anche con SIM di tipo pre-pagata con ricarica. </li></ul><ul><li>l’aggiornamento automatico di data e ora con un SMS al Provider. </li></ul><ul><li>il controllo scadenza SIM e controllo stato ricarica su richiesta o in automatico. </li></ul><ul><li>il collegamento passante per l’inserimento dl modulo TCP. </li></ul><ul><li>la registrazione dei messaggi da modulo vivavoce ( opzionale ) o da guida vocale interattiva con chiamata dall’esterno. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  43. 43. <ul><li>IL MODULO TCP / IP </li></ul><ul><li>La centrale SECURLAN fonda la sua migliore peculiarità nell’uso in rete LAN con l’ausilio del </li></ul><ul><li>modulo TCP / IP sia wired che wi-fi. </li></ul><ul><li>Il modulo TCP / IP si inserisce a plug-in sulla scheda di centrale e, con pochi passi di </li></ul><ul><li>Programmazione, si porta la centrale SECURLAN sulla rete Ethernet in modalità sia LAN che WAN. </li></ul><ul><li>Dal menù si impostano i parametri fondamentali della rete ed in particolare : </li></ul><ul><li>- il servizio DHCP ( se richiesto ) </li></ul><ul><li>- l’indirizzo IP </li></ul><ul><li>- la Netmask </li></ul><ul><li>- il Gateway </li></ul><ul><li>- la porta WEB. </li></ul><ul><li>Impostati questi semplici parametri, congruamente alla rete in </li></ul><ul><li>cui ci si inserisce, SECURLAN e pronta ad essere connessa via LAN. </li></ul><ul><li>Per MONITORARE e controllare la centrale è possibile usare la tastiera Virtuale sarà il programma </li></ul><ul><li>Per impostare i parametri più dettagliati quali le email, la rete wireless, i codici di accesso tramite </li></ul><ul><li>WEB, etc, si deve aprire una sessione da un qualsiasi Browser digitare l’indirizzo di rete della </li></ul><ul><li>centrale. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  44. 44. <ul><li>IL MODULO TCP / IP </li></ul><ul><li>Attraverso la funzionalità WEB SERVER verrà richiesta la USERNAME e la PASSWORD di accesso </li></ul><ul><li>Dopo di che si entrerà nella pagina WEB di SECURFORCE - CONTROL PANEL. </li></ul><ul><li>Vengono proposti a video 3 blocchi di gestione : </li></ul><ul><li>SETUP per la modalità di programmazione avanzata dei parametri di rete, delle EMAIL, dei codici di </li></ul><ul><li>accesso alla pagina WEB e relative autorizzazioni, i parametri della rete WI-FI ed altre funzioni. </li></ul><ul><li>KEYPAD per la modalità di controllo della centrale da remoto con una tastiera </li></ul><ul><li>virtuale di tipo WEB con le stesse prestazioni di quella collegata direttamente alla centrale. </li></ul><ul><li>Il codice utente digitato viene validato dalla centrale e deve quindi essere un codice valido anche in locale. </li></ul><ul><li>In caso di errori multipli è possibile attivare un blocco temporale di funzionamento. Se autorizzati da un </li></ul><ul><li>codice utente, è anche possibile accedere con il codice installatore ed eseguire qualsiasi passo di </li></ul><ul><li>programmazione o di monitoraggio. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  45. 45. <ul><li>IL MODULO TCP / IP </li></ul><ul><li>WEBCAM per la modalità di visione LIVE di telecamere IP, Web Server o DVR forniti da </li></ul><ul><li>SECURFORCE. In pratica è come se il sistema SECURLAN avesse integrato telecamere </li></ul><ul><li>sull’hardware di centrale. In realtà il flusso video passa dalla pagina WEB ma utilizza prodotti </li></ul><ul><li>TVCC specifici. </li></ul><ul><li>L’uso della tastiera virtuale è possibile anche con l’ausilio di un PDA o di uno </li></ul><ul><li>SMARTPHONE su cui deve essere presente Windows Mobile 2005 o superiore </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  46. 46. <ul><li>I MODULI DI ESPANSIONE INGRESSI ED USCITE </li></ul><ul><li>La centrale SECURLAN è fornita in configurazione base ZERO zone e TRE uscite a relè. </li></ul><ul><li>Attraverso l’uso delle espansioni ingressi SMI8 e uscite SMO8 e possibile espandere la </li></ul><ul><li>centrale ad un massimo di 248 zone filo / 252 uscite. </li></ul><ul><li>( SECURLAN256 ). </li></ul><ul><li>L’espansione uscite è disponibile in DUE versioni hardware. </li></ul><ul><li>Le due versioni si differenziano perché la versione ridotta ha 4 uscite a relè con portata 24V </li></ul><ul><li>1A e 4 uscite di tipo Open Collector. </li></ul><ul><li>La versione standard ha 8 uscite a relè da 1A - 24V. </li></ul><ul><li>Le prime 8 zone di centrale, quelle a bordo, fanno capo ad un specifico plug-in da inserire ad </li></ul><ul><li>Innesto ( esclusa SECURLAN88 ). </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  47. 47. <ul><li>Tutti i moduli sono indirizzati ed autodeterminati dalla centrale allo Start Up. </li></ul><ul><li>In caso di errore di indirizzamento o errore di cablaggio la centrale NON proporrà a video la presenza del modulo. </li></ul><ul><li>Sui moduli non risiede nessun dato particolare ad eccezione dell’indirizzo e della velocità di comunicazione con la centrale ( 9600 o 38400 baud ). </li></ul><ul><li>Ne consegue che in caso di guasto o sostituzione è sufficiente reimpostare indirizzo e velocità per ritornare al normale funzionamento. </li></ul><ul><li>Tutti i moduli sono corredati di morsetti estraibili. </li></ul><ul><li>Il modulo di ingresso è in grado di leggere direttamente contatti di tipo veloce quali INERZIALI o TAPPARELLE. </li></ul><ul><li>Da centrale è possibile impostare per ogni zona di tipo veloce la sensibilità o gli impulsi di lettura. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  48. 48. <ul><li>IL MODULO CHIAVE </li></ul><ul><li>La centrale SECURLAN può gestire fino a 16 moduli di attuazione a </li></ul><ul><li>chiave sia di contatto che di prossimità. </li></ul><ul><li>Sono disponibili gli attivatori delle serie QUADRA con chiavi a </li></ul><ul><li>contatto in cui viene scritto un codice utente valido. </li></ul><ul><li>E’ possibile avere un numero infinito di chiavi Quadra ma un </li></ul><ul><li>massimo di 126 diverse chiavi identificate. </li></ul><ul><li>L’attivatore QUADRA è disponibile nelle varianti Living, Magic, Living International, Living Light e Vimar Idea. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  49. 49. <ul><li>I MODULI DI PROSSIMITA’ </li></ul><ul><li>E’ disponibile anche l’attivatore QUADRA PROX che </li></ul><ul><li>fa uso di chiavi di prossimità ( TAG ) pre-configurati. </li></ul><ul><li>In questo caso, il codice del TAG viene associato ad un codice </li></ul><ul><li>utente valido ed un massimo di 126 TAG possono essere </li></ul><ul><li>programmati nella centrale SECURLAN. </li></ul><ul><li>Gli attivatori QUADRA PROX possono essere corredati di supporto per </li></ul><ul><li>qualsiasi linea da incasso in 503 ( 1 modulo ). </li></ul><ul><li>L’attivatore standard è disponibile nelle varianti Living, Magic, Living International, Living Light e Vimar Idea. A richiesta è possibile utilizzare anche le altre linee di mercato. </li></ul><ul><li>I TAG utilizzati sono del tipo a 125 KHz. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  50. 50. <ul><li>Siia l’attivatore da incasso QUADRA che QUADRA PROX possono essere abilitate per inserire una o più AREE e relative partizioni. </li></ul><ul><li>Ogni modulo chiave ha un proprio indirizzo. </li></ul><ul><li>Ogni modulo chiave può essere programmato per inserire il sistema in modalità ISTANTANEA o RITARDATA. </li></ul><ul><li>Sono inoltre disponibili due lettori di prossimità da muro siglati QUADRA WALL PROX e WALL PROX con il quali è possibile inserire e disinserire i modo ciclato le AREE come da un lettore QUADRA ( Quadra Wall Prox ) e azionare una serratura con relè di potenza dedicato da 10A ( Wall Prox ). </li></ul><ul><li>Con WALL PROX è possibile attivare un’uscita a relè posta all’interno del lettore per apertura porta e una seconda uscita per uso tecnologico. </li></ul><ul><li>I lettori WALL PROX sono montati in contenitore applcabili sia in interno che in esterno, con protezione contro l’apertura </li></ul><ul><li>( da esterno IP67 con guarnizione opzionale ). </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  51. 51. <ul><li>IL MODULO RICEVITORE RADIO BRIDGE </li></ul><ul><li>Una delle principali peculiarità di SECURLAN è di essere una centrale di allarme </li></ul><ul><li>ibrida FILO / RADIO. </li></ul><ul><li>La scelta di usarla in modo prevalentemente filo o radio </li></ul><ul><li>dipende dalle necessità dell’ambiente da proteggere. </li></ul><ul><li>Il problema di usare sensori radio nasce di solito dall’impossibilità di </li></ul><ul><li>raggiungere via filo le protezioni </li></ul><ul><li>( soprattutto le aperture perimetrali ), e spesso ci si accorge di ciò </li></ul><ul><li>al momento dell’installazione. </li></ul><ul><li>Trasformare in radio una parte dei sensori di centrale è per SECURLAN </li></ul><ul><li>un’operazione veloce e trasparente. </li></ul><ul><li>SECURLAN supporta fino a 4 ricevitori tipo bridge su bus ( bus RS485 ) che possono coesistere contemporaneamente aumentando la copertura radio </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  52. 52. <ul><li>MEMORIZZAZIONE DEI SENSORI RADIO </li></ul><ul><li>I ricevitori radio bridge di SECURLAN non memorizzano i codici dei sensori nella propria memoria ma trasferiscono i dati dei sensori radio in centrale. </li></ul><ul><li>In pratica, i ricevitori su bus, fungono da BRIDGE tra i sensori radio e la centrale. </li></ul><ul><li>Il segnale radio di un sensore può essere ricevuto anche contemporaneamente da più RICEVITORI e inviato alla centrale. </li></ul><ul><li>La centrale riceve e sincronizza i dati ottenendo lo stato del sensore. </li></ul><ul><li>Un grande vantaggio di tale scelta è che in caso di guasto di un ricevitore non è </li></ul><ul><li>necessaria nessuna ri-programmazione. </li></ul><ul><li>Inoltre SECURLAN, con il software SECURLINK PRO, è in grado di salvare con il file del cliente i codici radio di sensori e telecomandi. </li></ul><ul><li>In caso di guasto e ri-programmazione in pochi secondi si ripristina anche tutta </li></ul><ul><li>la struttura radio ( se necessario ). </li></ul><ul><li>Un’altro grande vantaggio è che SECURLAN può leggere i sensori radio a doppio canale come se fossero 2 ZONE INDIPENDENTI su due diverse zone. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  53. 53. <ul><li>INSTALLAZIONE DI PIU’ RICEVITORI NELLO STESSO AMBIENTE </li></ul><ul><li>( RIDONDANZA DI COPERTURA ) </li></ul><ul><li>Installare più ricevitori NON significa AUMENTARE la capacità di sensori radio utilizzabili da </li></ul><ul><li>SECURLAN ma semplicemente ottimizzare la copertura radio. </li></ul><ul><li>Più ricevitori posti geometricamente in modo uniforme garantiscono una copertura più fitta </li></ul><ul><li>( ad esempio un ricevitore ogni piano ). </li></ul><ul><li>RICEVITORI RADIO BIDIREZIONALE </li></ul><ul><li>I ricevitori radio BIDIREZIONALE può essere abilitati a TRASMETTERE </li></ul><ul><li>segnali e comandi a sirene e telecomandi. </li></ul><ul><li>Normalmente un solo ricevitore viene posto in modo TRASMISSIONE ma, se i ricetrasmettitori non si sovrappongono nella copertura radio, anche più ricetrasmettitori possono operare contemporaneamente. </li></ul><ul><li>VERIFICA DELLA COPERTURA RADIO </li></ul><ul><li>Da manovra su tastiera LCD è possibile abilitare la lettura del valore radio ricevuto dal trasmettitore. </li></ul><ul><li>Il segnale viene visualizzato su 4 livelli che corrispondono a : minimo - medio/minimo -medio- massimo. </li></ul><ul><li>Un suono del cicalino di tastiera segue il segnale ricevuto è da riscontro al valore letto ( da 1 a 4 bip ). </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  54. 54. <ul><li>I RICEVITORI RADIO DI TERZE PARTI </li></ul><ul><li>I NOSTRI PARTNER TECNOLOGICI – INOVONICS </li></ul><ul><li>Una delle aziende da cui SECURFORCE attinge tecnologia radio è INOVONICS. </li></ul><ul><li>INOVONICS è una azienda Americana con origini tecnologiche vicine all’ambiente militare. </li></ul><ul><li>I suoi ricevitori e i suoi trasmettitori sono di ASSOLUTA QUALITA’ e sono dagli addetti ai </li></ul><ul><li>lavori considerati al top della tecnologia usata nei sistemi di allarme. </li></ul><ul><li>La tecnologia Echo Stream Mesh Network fornisce la copertura wireless affidabile necessarie </li></ul><ul><li>per operare negli ambienti più impegnativi sia civili che commerciali </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  55. 55. <ul><li>I RICEVITORI RADIO DI TERZE PARTI </li></ul><ul><li>I NOSTRI PARTNER TECNOLOGICI </li></ul><ul><li>Alcuni aspetti che rendono il prodotto INOVONICS di alto profilo sono : </li></ul><ul><li>- trasmissione radio in FM a banda stretta a 868 MHz </li></ul><ul><li>- doppia frequenza contemporanea di trasmissione </li></ul><ul><li>sistema anti-collisione che prevede la ricezione della variazione di stato di 4 sensori radio </li></ul><ul><li>contemporaneamente </li></ul><ul><li>- brevi periodi di trasmissione </li></ul><ul><li>- bassi consumi delle batterie ( oltre 4 anni ) </li></ul><ul><li>- gamma completa di sensori per porte e finestre - volumetrici anche per ambienti critici e in versione da soffitto - rilevatori audio rottura vetro - rilevatori di fumo - telecomandi per antirapina a singolo o doppio tasto - ripetitori radio. </li></ul><ul><li>INOVONICS può essere usata in modo promiscuo ai ricevitori SECURFORCE ( max 4 </li></ul><ul><li>ricevitori su bus in totale ) ottenendo ad esempio una copertura radio con INOVONICS e una </li></ul><ul><li>gestione con telecomandi e sirene bidirezionali SECURFORCE. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  56. 56. <ul><li>I NOSTRI PARTNER TECNOLOGICI - ROKONET </li></ul><ul><li>Un’altra azienda di produzione di sistemi radio molto conosciuta sul mercato Italiano è ROKONET. </li></ul><ul><li>SECURLAN può accettare fino a 4 ricevitori radio ROKONET ( da 8 o 16 canali ) per un massimo di </li></ul><ul><li>64 sensori, in modo SUPPLEMENTARE ai 4 ricevitori su bus previsti da SECURLAN ( in pratica i </li></ul><ul><li>ricevitori radio ROKONET non si sostituiscono ai 4 di SECURLAN ma si sommano - totale max 8 </li></ul><ul><li>ricevitori radio su bus ). </li></ul><ul><li>La promiscuità di ricevitori radio ROKONET con quelli di SECURLAN ( Securforce o Inovonics ) non </li></ul><ul><li>ha nessuna controindicazione. </li></ul><ul><li>E’ da tener presente che ROKONET usa memorizzare i sensori nel ricevitore e non in centrale, </li></ul><ul><li>( i dati dei sensori sono nel ricevitore ) e il ricevitore ROKONET fissa il numero dei canali </li></ul><ul><li>( versione ad 8 o 16 canali ). A parte questo diverso modo di organizzare i dati ROKONET </li></ul><ul><li>contribuisce a portare in SECURLAN una larga gamma di sensori radio a frequenza 868 MHz . </li></ul><ul><li>Sono disponibili : </li></ul><ul><li>Rivelatori di apertura a singolo o doppio canale, rilevatori di movimento, sensori audio rottura vetro, </li></ul><ul><li>sensori sismici anti-sfondamento, telecomandi a 4 tasti, rilevatori di fumo e barriere per finestre. </li></ul><ul><li>ROKONET contribuisce in modo significativo alla disponibilità di sensori specifici per protezioni via </li></ul><ul><li>radio e fornisce a SECURLAN un ottimo supporto di mercato. </li></ul>I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN 32-64-88-128-256
  57. 57. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN, PROGRAMMAZIONE, TELEGESTIONE E MONITORAGGIO 32-64-88-128-256 <ul><li>IL SOFTWARE SECURLINK </li></ul><ul><li>Per la programmazione locale e/o remota di SECURLAN è disponibile un software chiamato SECURLINK </li></ul><ul><li>PRO, i versione Base e Gold ( versione Gold con licenza ). </li></ul><ul><li>SECURLINK PRO può programmare le centrali SECURLAN usando la porta seriale RS232 con </li></ul><ul><li>collegamento diretto alla centrale, usando la linea telefonica PSTN o GSM con collegamento tramite </li></ul><ul><li>MODEM o usando la connessione TCP / IP sia in connessione locale con cavo CROSS sia da remoto tramite </li></ul><ul><li>LAN o WAN. </li></ul><ul><li>Il software è in grado di effettuare la migrazione da un profilo di </li></ul><ul><li>centrale ad un altro, di personalizzare le tabelle del protocollo </li></ul><ul><li>digitale CONTACT ID e creare profili di codici personalizzati, può </li></ul><ul><li>esportare file clienti ed importarli ( spostamento di file cliente tra </li></ul><ul><li>diversi PC ), può effettuare il BACKUP ed il RIPRISTINO di tutta </li></ul><ul><li>la sua cartella di lavoro ( compresa i file clienti ) per una </li></ul><ul><li>archiviazione di sicurezza. I dati sensibili sono criptati con </li></ul><ul><li>algoritmo proprietario, è possibile fare confronti tra i dati di </li></ul><ul><li>centrale e quelli a video per verificare differenze tra le </li></ul><ul><li>programmazione e decidere cosa accettare; i dati possono </li></ul><ul><li>essere letti o scritti in modo TOTALE e/o PARZIALE. </li></ul>
  58. 58. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN, PROGRAMMAZIONE, TELEGESTIONE E MONITORAGGIO 32-64-88-128-256 <ul><li>La lettura della memoria eventi di centrale crea un file log che rimane allegato al file cliente anche per consultazioni successive, è possibile stampare la programmazione di una centrale e selezionare i blocchi di stampa, è possibile duplicare i dati di un campo su altri campi senza ripetere noiose programmazioni. E’ possibile monitorare lo stato della centrale e analizzare la presenza di plug-in sia in centrale che sul combinatore telefonico. </li></ul><ul><li>E’ possibile avviare una sessione di comunicazione RS232, Modem o TCP/IP con la semplice pressione di un pulsante. In una unica schermata sono presenti tutti i dati di controllo, evitando così la ricerca di sotto-menù o la perdita di controllo globale della programmazione. Una volta letto il contenuto di centrale, la programmazione ricevuta rimane in un’area di background e, scollegandosi dalla centrale, è possibile visionare per singolo modulo o singolo blocco il contenuto della programmazione letta. E’ possibile avere fino a 10 diversi profili di file impianto per lo stesso cliente mantenendo in memoria anche le programmazioni precedentemente fatte. </li></ul><ul><li>E’ possibile DUPLICARE un profilo di file cliente sia sulla stesso profilo in uso sia su profili diversi. </li></ul><ul><li>E’ possibile leggere da centrale e salvare su file i dati relativi ai codici radio di sensori e telecomandi, ottenendo così un valido strumento per ripristinare velocemente in caso di guasto il totale profilo di programmazione senza necessità di ri-memorizzare i sensori radio e i telecomandi. </li></ul>
  59. 59. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN, PROGRAMMAZIONE, TELEGESTIONE E MONITORAGGIO 32-64-88-128-256 <ul><li>Commutando la modalità di connessione da programmazione a monitoraggio sarà possibile </li></ul><ul><li>verificare LIVE o stato di tutte le zone filo / radio, delle uscite, dei moduli sul bus e le </li></ul><ul><li>condizioni elettriche di centrale. E’ inoltre possibile effettuare il Test di tutti gli ingressi e le </li></ul><ul><li>uscite ottenendo un report, a video o su stampa, del risultato del Test. </li></ul><ul><li>E anche disponibile una schermata destinata alla ricezione eventi </li></ul><ul><li>Contact ID tramite TCP. A tale scopo consultate il </li></ul><ul><li>manuale del software Monitor. SECURLINK PRO </li></ul><ul><li>è un valido supporto alla programmazione delle </li></ul><ul><li>Centrali SECURLAN ed è fornito con licenza </li></ul><ul><li>per installazione su sistemi operativi Windows. </li></ul><ul><li>La licenza, oltre a regolarizzare </li></ul><ul><li>la presenza sul PC dove è installato, </li></ul><ul><li>da diritto agli upgrade gratuiti a </li></ul><ul><li>tempo indeterminato. </li></ul>
  60. 60. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN UTILITY SOFTWARE MONITOR 32-64-88-128-256 <ul><li>IL SOFTWARE DI MONITORAGGIO </li></ul><ul><li>Una interessante utility software fornita da SECURFORCE </li></ul><ul><li>per le centrali SECURLAN è sicuramente il programma MONITOR. </li></ul><ul><li>Il programma MONITOR è in grado di comunicare con SECURLAN </li></ul><ul><li>sia in modalità RS232 che in modalità TCP /IP sia LAN che WAN. </li></ul><ul><li>Il software, in versione free, è di tipo mono Utente, </li></ul><ul><li>ovvero può essere creato un solo Operatore e possono </li></ul><ul><li>essere controllati al massimo 8 diversi impianti di allarme </li></ul><ul><li>in modalità singola NON promiscua. </li></ul><ul><li>Il software viene fornito con una password di fabbrica di </li></ul><ul><li>livello AMMINISTRATORE e una OPERATORE. </li></ul><ul><li>Con la password AMMINISTRATORE si possono </li></ul><ul><li>modificare gli attributi dell’operatore. </li></ul><ul><li>L’operatore può creare fino a 8 diversi profili </li></ul><ul><li>cliente per la connessione remota. </li></ul><ul><li>All’impianto e all’operatore si può assegnare un livello di sicurezza ( da 1 a 10 ). </li></ul><ul><li>All’apertura del file impianto il programma verifica se il livello dell’operatore è uguale o superiore al livello </li></ul><ul><li>dell’impianto per permetterne la connessione remota. </li></ul>
  61. 61. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN UTILITY SOFTWARE MONITOR 32-64-88-128-256 <ul><li>I profili impianto creati vengono salvati ( con i dati di connessione ) per essere facilmente richiamati </li></ul><ul><li>in un secondo momento. </li></ul><ul><li>Il programma MONITOR può supervisionare tutti i parametri di centrale ( diagnostica e </li></ul><ul><li>anomalie ) e, con l’ausilio della tastiera VIRTUALE, è possibile operare sulla centrale sia in </li></ul><ul><li>modalità UTENTE che in modalità INSTALLATORE. </li></ul><ul><li>Attraverso maschere dedicate è possibile supervisionare lo stato passante di tutte le zone ( filo o </li></ul><ul><li>radio ), lo stato di allarme, lo stato delle aree, lo stato delle eventuali anomalie. </li></ul><ul><li>In caso di allarme possono essere velocemente consultati gli ultimi eventi di centrale. </li></ul><ul><li>E’ previsto un time out di sicurezza per evitare connessioni involontarie a tempo indeterminato. </li></ul><ul><li>Usando la tastiera VIRTUALE, con l’ausilio di codici </li></ul><ul><li>validati in centrale, è possibile inserire/disinserire </li></ul><ul><li>AREE e PARZIALI, escludere / includere gli ingressi, </li></ul><ul><li>attivare le uscite, etc. </li></ul><ul><li>La chiamata in TCP / IP alla centrale può </li></ul><ul><li>avvenire in modalità indirizzo ( es. http://80.112.100.77 ) </li></ul><ul><li>o dominio (es. http://mio.dominio.net ). </li></ul>
  62. 62. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN UTILITY SOFTWARE MONITOR 32-64-88-128-256 <ul><li>Per sincronizzare i dati di centrale al profilo dell’impianto è prevista una sofisticata procedura </li></ul><ul><li>di lettura dei dati di centrale compreso le etichette di descrizione. </li></ul><ul><li>In tal modo i dati rappresentati a video saranno sempre coerenti con la struttura hardware </li></ul><ul><li>della centrale. </li></ul><ul><li>In caso di modifica della struttura di centrale ( aggiunta o sottrazione di periferiche ) basterà </li></ul><ul><li>rilanciare la procedura di riallineamento </li></ul><ul><li>e il programma MONITOR sincronizzerà </li></ul><ul><li>nuovamente i dati a programma con la </li></ul><ul><li>reale struttura dell’impianto. </li></ul><ul><li>Il programma MONITOR è un’ottimo strumento </li></ul><ul><li>POST-INSTALLAZIONE per verificare la coerenza e </li></ul><ul><li>l’efficienza dell’impianto e aiutare l’installatore </li></ul><ul><li>a svolgere tutte le operazioni di debug. </li></ul>
  63. 63. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN IL CONTROLLO VIDEO 32-64-88-128-256 <ul><li>IL SOFTWARE MONITOR CON SUPPORTO PER DISPOSITIVI VIDEO </li></ul><ul><li>Il programma Monitor integra il controllo di dispositivi video forniti da Securforce ( DVR, </li></ul><ul><li>Video Server o telecamere IP ). </li></ul><ul><li>E’ possibile controllare la centrale di allarme e nello stesso tempo visionare LIVE le immagini </li></ul><ul><li>video, muovere telecamere PTZ, richiamare Preset e scattare foto istantanee che verranno </li></ul><ul><li>salvare sul P.C. E’ possibile salvare fino a 100 profili video ( DVR, Video Server o telecamere </li></ul><ul><li>IP ) e creare PROFILI VIRTUALI che contengono oggetti video appartenenti a profili diversi. </li></ul><ul><li>E’ possibile aprire e chiudere i profili video a Vostro piacimento. </li></ul>
  64. 64. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN IL CONTROLLO VIDEO 32-64-88-128-256 <ul><li>Se si sta operando su una telecamere PTZ sarà possibile controllarle sia usando un Joystick a </li></ul><ul><li>video ( joystick grafico ) che tramite un Joystick collegato alla porta USB. E’ inoltre possibile </li></ul><ul><li>salvare e richiamare i Preset della telecamera stessa. E’ possibile creare un TOUR virtuale che </li></ul><ul><li>può contenere fino a 8 Preset richiamati in modo sequenziale con tempo di attesa ( tra un </li></ul><ul><li>preset e l’altro) programmabile. </li></ul><ul><li>Dalla tastiera VIRTUALE sarà possibile intervenire su tutti i parametri di centrale, utente e </li></ul><ul><li>tecnico, e le manovre sulla tastiera saranno registrate nel giornale eventi di centrale. </li></ul>
  65. 65. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN IL CONTROLLO VIDEO 32-64-88-128-256 <ul><li>Nella maschera EVENTI è possibile programmare fino a 64 eventi provenienti dalla centrale </li></ul><ul><li>( allarmi, stato zona, guasti, On/Off ) che possono in automatico richiamare Pop Up video, </li></ul><ul><li>suoni, scattare foto e richiamare Preset anche in modo promiscuo. </li></ul><ul><li>In pratica è possibile associare a variazioni significative di centrale azioni automatiche </li></ul><ul><li>all’interno del software monitor. </li></ul><ul><li>La versione Professional del Monitor integra la connettività multicentrale ( fino a 128 centrali </li></ul><ul><li>in connessione contemporanea ), fino a 32 operatori con password multilivello, log delle </li></ul><ul><li>attività dell’operatore, mappe grafiche multilivello e ricezione Contact ID in modalità TCP con </li></ul><ul><li>database dei clienti. </li></ul><ul><li>La versione Professional </li></ul><ul><li>è distribuita con licenza </li></ul><ul><li>e chiave USB. </li></ul>
  66. 66. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN LA BIOMETRIA 32-64-88-128-256 <ul><li>L’UTILIZZO DI SISTEMI BIOMETRICI IN SECURLAN </li></ul><ul><li>SECURLAN sarà a breve in grado di amministrare su BUS RS485 dispositivi di biometria </li></ul><ul><li>quali lettori di impronte digitale. </li></ul><ul><li>I lettori di impronta digitale a cui SECURFORCE ha rivolto la propria attenzione sono </li></ul><ul><li>disponibili sia per uso interno che esterno, da incasso o da parete. </li></ul><ul><li>L’implementazione della biometrico in SECURLAN consiste nel poter associare il template </li></ul><ul><li>dell’impronta digitale ad un utente validato nel sistema. </li></ul><ul><li>In questo modo la presenza di un’impronta valida sul lettore biometrico potrà operare su </li></ul><ul><li>inserimenti e disinserimenti e /o comandi su uscite. </li></ul><ul><li>Fino a 16 lettori biometrici potranno essere collegati a SECURLAN. </li></ul><ul><li>Ogni lettore sarà collegato a ad una propria interfaccia collegata su bus su cui sono presenti i </li></ul><ul><li>relè comandabili. </li></ul><ul><li>Le azioni di ON / OFF sono confermate da specifici led di controllo. </li></ul>
  67. 67. I MODULI DEL SISTEMA SECURLAN LA DOMOTICA 32-64-88-128-256 <ul><li>LA COESISTENZA CON SISTEMI DOMOTICI </li></ul><ul><li>SECURFORCE approccia e condivide la domotica in collaborazione con aziende che integrano </li></ul><ul><li>l’allarme nei sistemi integrati. </li></ul><ul><li>I dispositivi domotici, in versione da barra DIN o da incasso in scatole 503, supportano la lettura di </li></ul><ul><li>ingressi DIGITALI e ANALOGICI. </li></ul><ul><li>Si differenziano per numero di ingressi e di uscita e per il carico sopportato dall’uscita ( fino a 16A ). </li></ul><ul><li>I dispositivi si collegano tra loro con un bus proprietari. </li></ul><ul><li>Tutte le informazioni di stato dell’impianto di allarme vengono inviate dalla SecurLAN al sistema </li></ul><ul><li>Domotico in forma seriale ( RS232 ) o in formato TCP/IP. </li></ul><ul><li>E’ disponibile uno specifico protocollo che Securforce ha sviluppato appositamente per le </li></ul><ul><li>integrazioni con terze parti. </li></ul><ul><li>Utilizzando le mappe grafiche e creando opportuni scenari con logiche di funzionamento dedicate, è </li></ul><ul><li>possibile far interagire il mondo domotico con il sistema di allarme e condividere i sensori di </li></ul><ul><li>apertura e di movimento. </li></ul><ul><li>A video (o su Touch Screen) sembra di avere un unico grande sistema tecnologico ma in pratica i </li></ul><ul><li>sistemi si fondono tra loro mantenendo comunque una separazione elettrica e funzionale </li></ul><ul><li>indipendente. </li></ul>
  68. 68. <ul><li>Ogni prodotto Securforce racchiude </li></ul><ul><li>in sè funzionalità, potenzialità </li></ul><ul><li>e soluzioni di grande innovazione. Per migliorare la qualità della vita </li></ul><ul><li>a chi lo utilizza, e anche a chi lo installa. </li></ul><ul><li>La sicurezza di oggi guarda al futuro. </li></ul><ul><li>Securforce lo anticipa. Con intelligenza. </li></ul><ul><li>Con tecnologia. </li></ul><ul><li>Con la forza di una serie di prodotti inimitabili. </li></ul>Grazie per l’attenzione

×