Boston - Como 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Boston - Como 2013

on

  • 271 views

A comparison between two different cities within Western society. Vision and Imagination. ...

A comparison between two different cities within Western society. Vision and Imagination.
A project of cooperation and interchange between the cities of Boston and Como during the period 2013 - 2014.
The project is curated by James Hull (for the Boston event) and Carolina Lio
organizing and concept by fabrizio bellanca
www.fabriziobellanca.com

L’IDEA e L’EVENTO
Il progetto Boston/Como nasce dall’idea di realizzare un confronto e uno scambio artistico-culturale
di arte contemporanea, tra gli artisti americani della Laconia Gallery di Boston e artisti italiani, teatro
dell'evento la città di Como. L'evento si svolgerà dal 18 luglio al 18 agosto 2013, durata di 30 giorni,
L'idea di realizzarlo in diverse sedi era proprio il valorizzare artisticamente la città creando un flusso di
utenti e un percorso alla mostra per le vie cittadine.
Durante la mostra saranno realizzati una serie di eventi quali Concerti di musica Classica, Jazz, Etnica,
Rappresentazioni, Video, Performance nelle sedi pubbliche e sul Palco messo a disposizione dal Comune
di Como di P.za Volta o P.za Cavour, in modo da valorizzare e arricchire il programma culturale a 360°...
Lo stesso Progetto sarà realizzato a Boston primavera 2014 col patrocinio del Consolato italiano di Boston
TITOLO
Il titolo Boston/Como ... more than a Art exchange simboleggia una sorta di biglietto di andata per un
viaggio nel mondo dell’arte contemporanea.
LOGO
Il logo per colori utilizzati e simboli si ispira chiaramente a entrambe le bandiere, Americana e Italiana che
si fondono per creare uno scudo
TESTI CRITICI / CURATORI
Carolina Lio - Italia
James Hull - Usa
SEDI PUBBLICHE messe a disposizione dal COMUNE di COMO che ospitano l’evento:
- San Pietro in Atrio
- Spazio Natta
- Palazzo del Broletto
SEDI PRIVATE che ospitano l’evento:
- Spazio Pedraglio
- Galleria Lopez
- Galleria Marsiglione
- Galleria Roberta Lietti

Statistics

Views

Total Views
271
Views on SlideShare
268
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 3

http://www.linkedin.com 2
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Boston - Como 2013 Boston - Como 2013 Presentation Transcript

  • BOSTON v w COMOA comparison between twodifferent cities within Westernsociety. Vision and Imagina-tion.A project of cooperation and interchan-ge between the cities of Boston andComo during the period 2013 - 2014.The project is curated by James Hull(for the Boston event) and Carolina Lio(for the Como event).VERSIONE ITALIANAper le istituzioni, gli artisti e gli spon-sor coinvolti nella mostra di Como neimesi di Luglio e Agosto 2013.
  • Il concept in breveIn un mondo sempre più diviso tra tà di Boston nel 2014, si cercherà dioriente e occidente e in cui spesso trovare punti di accordo e di disaccor-si parla di una vera e propria guerra do tra le esperienze e le sensibilità difredda tra le due economie, è interes- artisti scelti in modo da rappresentaresante chiedersi quali sono veramente varie generazioni e varie idee, espres-i punti di forza e di omogeneità della se anche nella totalità dei media di cuicultura occidentale, ovvero del blocco dispone ad oggi l’arte contemporanea.economico e sociale costituito da Eu- Pittura, scultura, fotografia, ma ancheropa e Stati Uniti. L’unità è una que- video, performance, interazioni con ilstione solo economica o esiste una pubblico e percorsi guidati per la cit-cultura davvero condivisa, uno stile di tà di Como introdurranno il pubblico avita e un immaginario che identifica una riflessione più profonda sul siste-l’occidente in maniera netta? La crisi ma occidentale, concepito in modo piùeconomica che stiamo attraversando è profondo rispetto alle ormai solite ri-forse solo il riflesso di un collasso so- flessioni di ordine economico.ciale? In questo progetto vengono ri-uniti un gruppo di almeno 30 artisti,per metà italiani e per metà america-ni che dialogano tra loro alla ricerca diuna linea di continuità tra due visioniintellettuali. La ricerca si basa su trepunti fondamenti: l’eredità storica, lavisione urbana e la rappresentazionedell’uomo contemporaneo. Attraversouna mostra dislocata in più luoghi del-la città di Como nel 2013 e della cit-
  • Il progetto spiegato per punti Nel 2013 un percorso di mostre Il pubblico sarà guidato da una nella città di Como collegate tra di mappa che segnalerà le varie sedi loro da un itinerario. e verrà coinvolto in modo interat- tivo da performance e altri eventi, come concerti e brevi workshop. L’evento presenterà in tutto un mi- nimo di 30 artisti per metà italiani con prevalenza di artisti di Como e L’evento avrà una comunicazione per metà americani, con prevalen- internazionale tramite canali euro- za di artisti da Boston. pei e americani. Nel 2014 l’evento sarà ripetuto a Le mostre si articolano in tre im- Boston con lo stesso format. portanti spazi pubblici, più il so- stegno e la partecipazione di varie gallerie d’arte e altri spazi privati della città di Como. Il progetto sarà documentato da un catalogo unico delle mostre.
  • Gli spazi del progetto SPAZI CONCESSI SPAZI PRIVATI INVITATI DALL’AMMINISTRAZIONE A CONDIVIDERE IL DEL COMUNE DI COMO PROGETTO: - San Pietro in Atrio - Galleria Lopez - Spazio Natta - Galleria Marsiglione - Palazzo del Broletto - Galleria Roberta Lietti - Spazio Pedraglio In aggiunta il Comune di Como ha concesso la possibilità di utilizzare il palco estivo di Piazza Cavour e gli spazi esterni del centro città per effettuare perfor- mances, presentazioni e altre va- rie attività che permetteranno al pubblico di Como di sentirsi atti- vamente coinvolto nel progetto.
  • BOSTON v w COMOè un progetto pensato e studiato per la città di Como.Ne esalta le caratteristiche di città d’arte e di culturadi respiro internazionale, dove è possibile l’intera-zione e lo scambio con prestigiose realtà straniere.
  • BOSTON v w COMOpermette al pubblico di Como di entrare in contattocon artisti internazionali che saranno in città per la-vorare sul territorio insieme ai cittadini.
  • BOSTON v w COMOè un’opportunità per gli artisti e le attività di Comodi conquistare visibilità e riscontro internazionali,aprendo un ponte verso gli US grazie a un eventostrutturato che si svolge sia a Como che a Boston.
  • Gli artisti del progettoDi seguito, alcune pagine di presenta-zione di alcuni degli artisti seleziona-ti per prendere parte al progetto. Gliartisti totali sarano trenta, per metàitaliani e per metà americani, con net-ta prevalenza di artisti provenienti daComo e da Boston. Gli artisti sono divarie generazioni e lavorano con diver-si media. La lista è suscettibile di va-riazioni.
  • FRANCO ANZELMO FABRIZIO BELLANCANato nel 1955 a Ravenna, dopo molti anni passati a Nato nel 1968. Vive e lavora a Como. E’ rappresen-Milano, dal 1993 lavora e vive stabilmente a Hong tato dalla Area53 Gallery di Vienna, Laconia GalleryKong. E’ rappresentato dalla Red Elation Gallery in di Boston e Amstel Gallery di Londra. Ha inoltreHong Kong. E’ stato invitato alla 54° Biennale di esposto presso Museo ARCOS di Benevento, VillaVenezia nel 2011 presso Sala Nervi, Palazzo delle Imbonati di Cavallasca, San Pietro in Atrio a Como.Esposizioni di Torino. E’ stato invitato alla 54° Biennale di Venezia presso il Palazzo delle Esposizioni di Torino.
  • PIETRO BELLANCA MARCO BESANANato nel 1942. Dopo molti anni di attività a Como Nato nel 1974. Vive e lavora a Como. Ha presoora vive e lavora a Valencia, in Spagna. Ha avuto parte a progetti espositivi presso Spazio Orlandi arecenti mostre personale alla Casa Valenciana di Milano, San Pietro in Atrio a Como, Villa Erba di Cernobbio, Villa Imbonati di Cavallasca, FonderiaParigi, Association de Architectos di Alicante, Casa delle Arti di Roma, Vienna.De Cultura El Campello ad Alicante, Casa De Cul-tura Xativa a Valencia, Museo Tintelles Albaida diValencia, Centre Cultural Manuel Sanchis Ontinyentdi Valencia.
  • LUCA BIDOLI GIAN MARCO CAPRARONato nel 1967. Vive e lavora tra Milano e Venezia. Nato nel 1972. Vive e lavora a Milano. A parteci-Ha avuto mostre personali presso Flatfile Gallery pato a progetti presso Fondazione Ambrosetti didi Chicago, Castello di Rivara di Torino, Fondazione Brescia, PAC Padiglione d’Arte Contemporanea diBenzi Zecchini di Treviso, Museo Brolo di Moglia- Milano, CPH AIR Fabbrikken von Kunst og Design inno Veneto. Ha inoltre esposto presso Fondazione Copenhagen e Kolonie Wedding a Berlino.Bevilacqua La Masa di Venezia e Museo Civico diBassano del Grappa.
  • ENRICO CAZZANIGA MARCELLA CHIRICONato nel 1966. Vive e lavora a in provincia di Como. Nata nel 1937. Vive e lavora a Como. Ha espostoHa esposto presso Galleria Bianca Maria Rizzi di presso San Pietro in Atrio di Como, Chiostrino di S.Milano, Galleria delle Battaglie di Brescia, Premier Francesco a Como, Broletto di Como. E’ stata invi-Vision di Parigi, San Pietro in Atrio a Como, Galle- tata alla 54° Biennale di Venezia presso il Palazzoria Antonio Battaglia di Milano. Negli ultimi anni si delle Esposizioni di Torino.occupa di sviluppare progetti pubblici, per esempioquelli realizzati per Cabiate e per Rauschenberg, inGermania.
  • DANA CLANCY LISA COSTANZONata nel 1948. Vive e lavora a Boston, dove in- Vive e lavora a Boston. Ha esposto presso Laconiasegna pittura alla Boston University. Ha esposto Gallery di Boston, Samson Art Projects di Boston,presso Laconia Gallery di Boston, al Danforth Mu- Agni Gallery di New York, Three Graces Gallery, diseum of Art di Framingham, Bernard
Toale
Gallery Portsmouth, Clifford&Smith Gallery di Boston, Mu-di Boston, al Boston
Center
for
the
Arts, New
Ima- seum of Fine Arts di Boston.ge
Art
Gallery a Los Angeles, Space
1026 a Phila-delphia.
  • TORY FAIR MATTEO GALVANONata nel 1968 a Washington. Vive e lavora a Bo- Nato nel 1983. Vive e lavora a Como. Ha espostoston. Ha avuto mostre personali presso La Mon- presso Palazzo Arnone di Cosenza, Galleria Estensegagne Gallery di Boston, Artists Foundation di Bo- Arte di Cernobbio, Ex Chiesa di San Francesco aston, al DeCordova Sculpture Park and Museum di Como, Next Gallery a Como, Galleria San Loren-Lincoln e alla Mills Gallery di Boston. Tra le altre zo di Milano, Spazio Fitzcarraldo di Milano, Galleryprincipali sedi espositive: Boston Centre for the Area 53 di Vienna, Ex Caserma de Cristoforis diArts, alla CUE Art Foundation di New York e The Como.International Artists Museum di Tel Aviv.
  • FEDERICO GUIDA JOHN GUTHRIENata nel 1969 a Milano, dove vive e lavora. Ha Nato nel 1961. Vive e lavora a Boston. Ha avu-avuto mostre personali presso: Roberta Lietti Arte to mostre persoJOHN la Laconia Gallery di Boston,Contemporanea di Como, Galleria Blu di Mila- Tinku Gallery di Toronto, FP3 Gallery di Boston,no, Palazzo del Broletto di Como, First Gallery di Judy Ann Goldman Fine Art di Boston e Vox Popu-Como, Galleria Davide di Maggio di Berlino, Fon- li a Philadelphia. Ha inoltre esposto presso Circuitdazione Mudima di Milano, Ex chiesa Santa Maria 12 Contemporary, di Dallas, Kate Werble Gallery didelle Croci di Ravenna, Galleria Cannaviello di Mi- New York, Gallery Area 53, di Vienna.lano.
  • JAMES HULL AUDREY GOLDSTEINVive e lavora a Boston. Ha esposto presso Laco- Audrey Goldstein uses complex sculptural worksnia Gallery di Boston, Aardvark Gallery di Boston, to reestablish how the physical response to anBarbara Krakow Gallery di Boston, Peachtree Lofts artwork is paramount in this ever more virtualGallery di Atlanta, The Block Candy Art Gallery di world of technology. The basis of Goldstein’sAtlanta, King Plow Arts Center di Atlanta. artwork is the psychological experience of visually interacting with an actual object in an actual space.
  • MAURIZIO L’ALTRELLA GIULIO MANTOVANIMaurizio L’Altrella was born in 1972. Lives and Nato nel 1936. Vive e lavora a Como. Nel 1961works in Milan. He is represented by Galleria RvB apre una propria attività nel campo della modaArts in Rome and Galleria Delle Battaglie in Bre- dove acquisisce una importante esperienza nelscia. Exposed in projects at Museo Civico in Bas- settore del design e dello stilismo. Di recente hasano del Grappa and Assab One in Milan. esposto presso Spazio Pedraglio di Como.
  • TARA SELLIOS BILL THOMPSONNata nel 1987 a Boston. Il suo lavoro è rappre- Nato nel 1957, vive e lavora a Boston. Tra le prin-sentato dalla Gallery Kayafas di Boston. Ha inoltre cipali sedi di mostre personali: Conny Dietzscholdesposto presso il Danforth Museum of Art a Fra- Gallery di Sydney, Galería Miguel Marcos di Barcel-mingham, la JDC Fine Art di San Diego, il Griffin lona, Margaret Thatcher Projects di New York, Ga-Museum of Photography a Winchester, la Daniel lerie Renate Bender di Monaco, Ana Serratosa-ArteCooney Fine Art di New York, Michael Mazzeo Gal- di Valencia, Barbara Krakow Gallery di Boston, Thelery di New York, Laconia Gallery di Boston. White Gallery di Seoul.
  • HILARY TOLAN JOE WARDWELLVive e lavora a Boston. Il suo lavoro è rappresen- Nato nel 1972. Vive e lavora a Boston. Ha avu-tato dalla Kingstone Gallery di Boston. Ha inoltre to mostre personali presso LaMontagne Gallery diesposto all’Islip Art Museum di New York, Laconia Boston, Heskin Contemporary di New York, AllstonGallery di Boston, Brown University di Providence, Skirt Gallery di Boston. Ha partecipato a progettiMassachusetts College of Art di Boston, Jameson tenuti presso: Museum of Fine Arts di Boston, Roseand Thompson di Boston. Art Museum di Waltham.
  • DOUG WEATHERSBY BRIAN ZINKNato nel 1972 ad Atlanta. Vive e lavora a Bo- Vive e lavora a Boston. Il suo lavoro è rappresen-ston. Ha avuto mostre personali presso Solomon tato dalla Howard Yezerski Gallery di Boston. HaProjects di Atlanta, Dodge Gallery di New York, inoltre esposto presso Zach Feuer Gallery di NewFlux Projects di Atlanta, Judi Rotenberg Gallery di York e Laconia Gallery di Boston.Boston, Kingston Gallery di Boston, ICA di Boston.Ha inoltre esposto al Boston Center for the Arts,Atlanta Contemporary Art Center.
  • DONNA VEVERKA ANDREW MOWBRAYBorn just outside of New York City and currently li- My primary interest in creating objects is mostving in Boston, Massachusetts, I studied at the Uni- often based on a chosen set of histories, a goalversity of the Arts Philadelphia College of Art and of achievement, and functionality that helps fulfillDesign, receiving a BFA in metalsmithing and an a desire for understanding. This often is realizedMFA in Sculpture at Massachusetts College of Art through a performance-type interaction with theand Design. I have lived in Italy and traveled exten- object. I also recognize the location in which thesesively researching in museums and historic sites for interactions take place, and the history and con-forms that capture my imagination. structs of these places and spaces.
  • Vantaggi generali del progetto Forte visibilità della città di Como Offrire agli artisti comaschi la pos- a livello internazionale (Europa e sibilità di lavorare in campo in- US) e consolidamento dell’imma- ternazionale, confrontandosi con gine della città come città d’arte. artisti stranieri in un progetto strutturato di alto livello culturale. Gemellaggio culturale con una del- le realtà culturali ed economiche Permettere agli artisti comaschi di più importanti degli US. esporre in alcune delle più presti- giose sedi di Boston. Comunicazione del progetto Bo- Il progetto di gemellaggio conti- ston vw Como alle testate nazio- nuerà i prossimi anni per altre città nali generaliste e di settore e alla come Berlino e Hong Kong, apren- stampa europea e americana che do un’importante porta di comuni- si occupa di viaggi, turimo, arte, cazione tra Como e il mondo. cultura e lifestyle. Avere a Como un gruppo di artisti americani che dialogano col terri- torio e i cittadini portando nuove esperienze e condivisioni.
  • Costi dell’evento COSTI GENERALI STIMATI *Ufficio stampa di settore per PER LA REALIZZAZIONE un’adeguata diffusione del proget- DELL’INTERO EVENTO: to alla stampa nazionale e inter- nazionale. 3.000 EUR + IVA (=3.500 EUR) *Fee per il curatore: progetto cu- ratoriale e direzione scientifica- *Materiale vario di allestimento e dell’evento. margine per imprevisti: 3.000 EUR + IVA (=3.500 EUR) 3.000 EUR *Costi del catalogo. 5.000 EUR + IVA (=6.000 EUR) COSTO TOTALE STIMATO: *Costi del materiale pubblicitario 25.000 EUR e per la divulgazione dell’evento: flyers, mappe per il pubblico, invi- da coprire attraverso sponsorizza- ti, pubblicità, affissioni, materiale zioni economiche e/o tecniche pri- informativo vario, audioguide. vate e pubbliche. 6.000 EUR *Costi del catering da effettuarsi in una delle sedi pubbliche a com- pletamento dell’inaugurazione uf- ficiale del progetto. 3.000 EUR
  • BOSTON v w COMOcon 3 prestigiose sedi pubbliche in centro città e al-tre sedi private fino ad arrivare a ben 7/8 sedi, saràl’evento principale dell’Estate 2013 di Como, coin-volgendo tutta la città, i cittadini e il turismo.
  • Comunicazione e pubblicità N° 3 striscioni collocati fuori dal- N° 5.000 Mappe distribuite negli le sedi pubbliche che ospiteranno hotel e negli uffici turistici con le l’evento: Broletto / San Pietro in sedi della mostra e spazi sponsor. Atrio / Spazio Natta. N° 2.000 copie del catalogo della N. 1 striscione sotto il palco di mostra che sarà utilizzato sia per Piazza Cavour in concomitanza l’evento di Como che di Boston. con le serate dedicate al progetto. Massiccia campagna pubblicitaria su Facebook/Twitter più creazione N° 1 “Anellone” in Piazza San Roc- di un sito web dell’evento. co o ai giardini al lago. Ufficio stampa di livello internazio- N° 100 Locandine (cm 21 x 42) af- nale sulle testate di arte, turismo, fisse nel centro di Como. viaggi e lifestyle. N° 1.000 cartoline/inviti che ver- ranno spediti dal comune di Como e distribuiti in vari sedi della città.
  • Sponsorizzare l’evento dell’estate 2013 SPONSORIZZAZIONE SMALL: 1.000 EURO inserimento del Logo dell’azienda su n. 100 locandine, n. 1000 inviti e n. 2000 copie del catalogo. SPONSORIZZAZIONE MEDIUM: 3.000 EURO inserimento del Logo dell’azienda su n. 100 locandine, n. 1000 inviti, n. 2000 copie del catalogo e su n. 5.000 mappe della città con segnalate le sedi della mostra distribuite negli hotel di Como e negli uffici del turismo. Posizionamen- to su n. 3 striscioni fissi della mostra (sulle facciate esterne del Broletto, San Pietro in Atrio, Spazio Natta) e sullo striscione mobile sotto il palco estivo di Piazza Cavour in concomitanza con le serate dedicate. SPONSORIZZAZIONE LARGE: 6.000 EURO inserimento del Logo dell’azienda su n. 100 locandine, n. 1000 inviti e n. 2000 copie del catalogo. 100 copie extra del catalogo saranno stampate solo per essere consegnate all’azienda per i loro clienti. Pagina pubblicitaria con ringra- ziamento all’interno del catalogo. Inserimento spazio pubblicitario su n. 5.000 mappe della città e dell’evento distribuite negli hotel di Como e negli uffici del turismo. Posizionamento del logo su n. 3 striscioni fissi della mostra (sulle fac- ciate esterne del Broletto, San Pietro in Atrio, Spazio Natta) e sullo striscione mobile sotto il palco estivo di Piazza Cavour in concomitanza con le serate dedicate al progetto. Posizionamento del logo sull’anellone situato a ingresso città. Ringraziamento ufficiale durante la cerimonia di inaugurazione e la con- ferenza stampa. Inserimento flyer pubblicitario dentro la cartella stampa.
  • Sponsorizzare l’evento dell’estate 2013 SPONSORIZZAZIONE PLATINUM: 10.000 EURO - inserimento del Logo dell’azienda su n. 100 locandine, n. 1000 inviti e n. 2000 copie del catalogo. - 200 copie extra del catalogo saranno stampate solo per essere consegnate all’azienda per i loro clienti. - pagina pubblicitaria con ringraziamento all’interno del catalogo. - n. 5.000 mappe della città con segnalate le sedi della mostra e con il retro completamente dedicato all’azienda. Le mappe saranno distribuite negli hotel di Como e negli uffici del turismo. - posizionamento del logo su n. 3 striscioni fissi della mostra (sulle facciate esterne del Broletto, San Pietro in Atrio, Spazio Natta) e sullo striscione mobile sotto il palco estivo di Piazza Cavour in concomitanza con le serate dedicate. - posizionamento del logo sull’anellone situato a ingresso città. - ringraziamento ufficiale durante la cerimonia di inaugurazione e la conferen- za stampa. - organizzazione di una serata di gala con una visita guidata a porte chiuse dedicata all’azienda e suoi clienti alla presenza dei curatori della mostra e degli artisti. - inserimento flyer pubblicitario all’interno della cartella stampa. - confezione regalo del valore di 10.000 euro contenente opere uniche realiz- zate appositamente per l’azienda da una selezione degli artisti in mostra. - menzione speciale durante tutte le fasi dell’evento, sia durante lo svolgimen- to a Como che durante l’evento di Boston.
  • I CURATORI: JAMES HULLJames Hull è un artista, critico e cu- de Island School of Design e presso laratore indipendente. E’ nato nel 1960 New England School of Art and Designad Atlanta dove si è laureato in scultu- at Suffolk University. Ha tenuto confe-ra presso la Georgia State University. renze presso il Museum of Fine Arts diNello stesso periodo ha iniziato il suo Boston, Cranbrook Academy di Bloom-percorso curatoriale. field, The ICA a Boston, The List VisualNel 1998, dopo essersi trasferito da Art Center di Cambridge e The HighAtlanta a Boston, ha fondato la Gre- Museum of Art di Atlanta.en Street Gallery e attualmente curae dirige tre spazi espositivi di Boston:Laconia Gallery, The Suffolk Universi-ty Art Gallery and FP3 Gallery. Inoltre,insegna nel dipartimento di fotografiaalla Lesley University di Cambridge nelMassachusetts ed è direttore della Suf-folk University Art Gallery a Boston.Hull ha, inoltre, lavorato come instal-latore presso il DeCordova Museumand Sculpture Park di Lincoln, il ListVisual Art Center di Cambridge, TheInstitute of Contemporary Art (ICA) diBoston, e presso lo High Museum ofArt di Atlanta. Ha scritto articoli criticiper molte riviste di settore come ArtPapers Magazine, ArtsMedia, Art NewEngland. Ha insegnato presso Geor-gia State University, Boston Universi-ty, The Art Institute of Boston, Rho-
  • I CURATORI: CAROLINA LIOCarolina Lio (1984) è critico d’arte e to numerosi riconoscimenti da partecuratore indipendente. Vive tra Berli- di alcune istituzioni di importanza in-no e Hong Kong. Il suo percorso cura- ternazionale come la European Cultu-toriale è iniziato nel 2004 con l’orga- ral Foundation di Amstedam, la Opennizzazione della performance di Shozo Society Institute e la Soros FoundationShimamoto durante la personale te- di New York, ACOSS Cultural NGO innuta a Venezia presso Cà Pesaro. Ha Yerevan, e inoltre dal Ministero dellascritto articoli per Flash Art, Exibart, Gioventù del Governo Italiano e dalNew York Art Magazine e altre riviste Ministero alla Cultura del Governo Fin-di settore. Negli ultimi otto anni ha cu- landese.rato più di cento mostre e progetti, tracui ricordiamo di recente quelli tenutipresso il Robert Koch Institute di Berli-no; Museo Civico di Bassano del Grap-pa; Museo d’Arte Contemporanea diLucca; Fondazione Bevilacqua La Masadi Venezia, ACCEA Armenian Centrefor Contemporary Experimal Art di Ye-revan e Castello di Rivara a Torino.E’ attualmente curatore responsabiledella sezione di video-arte del museodi Lucca ed è direttore del premio in-ternazionale ORA. Come curatore in-dipendente ha curato mostre per isti-tuzioni pubbliche e private soprattutonelle città di Milano, Roma, Venezia,Berlino, Parigi e Hong Kong.La sua attività curatoriale ha ricevu-
  • Boston - Como per ulteriori informazioni si prega di contattare: FAB di Fabrizio Bellanca Via Borgovico 35, 22100 Como tel. 0039 031572287 mob. 0039 3358409089 fabriziobellanca@gmail.com www.studiofab.com P. IVA 02380200135 oppure Carolina Lio info@carolinalio.com www.carolinalio.com skype. carolinalio P. IVA 04363030265 DEUTSCHLAND Schwedenstr. 10, 13357 Berlin mob. 0049 15771881097 ITALY viale Luzzatti 110A, 31100 Treviso mob. 0039 3404644067 HONG KONG mob. 00852 59433621