Your SlideShare is downloading. ×
Artistiko - Video Marketing
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Artistiko - Video Marketing

229

Published on

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
229
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Video Marketing
  • 2. Tutto ciò che viene detto, ma non viene mostrato, è perduto” Alfred Hitchcock
  • 3. Il Video Marketing è sicuramente una delle miglioristrategie di marketing, comunicazione e promozione,attuabili online.Attraverso le piattaforme sociali, i blog ed il sito web,luso del video come strumento strategico sta semprepiù condizionando i comportamenti e le scelte delleaziende e, di conseguenza, degli utenti finali.Contattare e sedurre l’utente di internet conl’emozione e il fascino della comunicazioneaudiovisiva, rende il video tra i mezzi di promo-zione più efficaci ed incisivi per promuovereun’azienda, un prodotto o un servizio.
  • 4. Tramite una specifica strategia di Video Mar-keting si possono coniugare i vantaggi propridella video-comunicazione con l’esigenzadi attirare visitatori sui propri canali web (sito,social, blog, ecc.), posizionando il video neimotori di ricerca e stimolando la condivisio-ne dello stesso.I servizi di Video Marketing, partendo dallarealizzazione del video (produzione e post-produzione) fino alla pianificazione della re-lativa strategia promozionale, sono finalizzatial rafforzamento e alla promozionedell’azienda nel web, presentando il brand, ilprodotto e il servizio, in modo diretto e tra-sparente, tramite la testimonianza visiva delvideo e la sua distribuzione e promozione neicanali di video sharing.
  • 5. Per gli utenti web, il video rappresenta quindi la possibilità di farsi unideaconcreta e reale del prodotto, del servizio e dellazienda che cè alle spalle.
  • 6. Alcune delle possibili attività di web marketing allinterno di una strategia:Video per un campagna diemail marketing Video per campagnaUn video messaggio raggiungibili da Pay per Click (Adwordsun’email attraverso un link costituisce unostrumento di comunicazione immediato ed di Google e Facebook)efficace: “Ecco cosa ti offriamo oggi!Guarda subito il video!”. Lutente cliccando sullannuncio di Google vedrà partire la video pre-Una campagna di email marketing con con- sentazione della vostra attività (otenuti video riesce a generare conversioni altro inerente lannuncio).sicuramente più alte rispetto ad una tradizio-nale mail. La testimonianza visiva del video, anche in questo caso, garantirà una maggior attenzione al messaggio (rispetto ad un testo da leggere) e una più alta propensione dellutente alla conversione.
  • 7. Video Informativi e Video PilloleAttraverso i video informativi (e formativi) e le video pillolepotrete fare coaching e formazione su un vostro servizio o suun determinato argomento, aumentando l’attenzione versola vostra figura professionale e, di conseguenza, verso ilbrand dell’azienda di appartenenza.Spesso usati per le FAQ all’interno di un sito web, risultano unottimo strumento per informare rapidamente senza annoiarel’utente e senza generare cali di attenzione.
  • 8. Video ViraliUn Video per definirsi virale deveessere divertente, interessante, inno-vativo, deve generare quell’impulsoimeiato alla condivisione, che sia permezzo di blog, instant messenge,email, social network!Grazie proprio a questa capacità“virale”, della trasmissione da indivi-duo a individuo, i “video virali” sonopassati da semplici video amatoriali averi e propri strumenti d’uso per il Mar-keting virale.Maggior efficenza si ha se il video ècompletamente privo di marchi com-merciali (e a svelare che si tratta diuna pubblicità ci penserà la scher-mata finale con tanto di brand dellosponsor).
  • 9. Il Video è il tipo di contenuto a più alto tasso di viralità sul web e hadimostrato di portare enormi ritorni di marketing alle aziende chene fanno uso: con YouTube che ha annunciato di avere raggiuntoil miliardo di utenti unici al mese e il video si conferma il formato più“gradito” agli utenti del web, che per il 70% lo preferiscono allalettura di un testo scritto.
  • 10. Le potenzialità del formato comestrumento di marketingIl 45% degli utenti internet a livello globale guarda almeno un video online al mese e 100milioni di utenti guardano video tutti i giorni.Una parte cerca suggerimenti su come fare qualcosa e indicazioni su prodotti e servizi daacquisitare.Il 75% dei manager di azienda guardano video con contenuti relativi al proprio lavoroalmeno una volta la settimana: il 50% li vede su YouTube e il 65%, dopo averli visti, visita ilsito dell’azienda che li ha diffusi.Pubblicare sul sito web della propria azienda un video di marketing che racconta un pro-dotto, un servizio o una destinazione amplia le possibilità di raggiungere i potenziali clientiche non hanno mai preso l’iniziativa di un contatto diretto per una presentazione.Secondo uno studio di Forrester Research, infatti, 1 minuto di video “vale”, in termini di im-patto sugli utenti, 1,8 miliardi di parole (cioè l’equivalente di 3.600 pagine web con lun-ghezza di testo media).I risultati dell’elevato livello di engagement del video, raccolti dall’americana Online Pu-blishers Association, dicono che l’80% degli utenti del web ricorda i video visti online nei
  • 11. 30 giorni precedenti: di questi oltre il 40% si è attivato per cer-care maggiori informazioni sul soggetto del video, per visitareil sito indicato nel video e per acquistare il prodotto protagoni-sta del video.Un ritorno simile si ha anche in ambito B2B: il 59% dei seniormanager aziendali preferisce guardare un video piuttosto cheleggere un testo: il 65% va poi sul sito del fornitore che l’ha pro-posto, il 50% cerca maggiori informazioni sul prodotto o servizioe il 45% contatta il fornitore dopo averne visto il video.Forrester Marketing ha segnalato che le email che contengo-no un video di marketing o di “spiegazione del prodotto” (piùesattamente, l’immagine di un frame del video) sono cliccateil 200% in più; allo stesso modo, se una prima mail di presenta-zione a un potenziale cliente contiene un video (l’immaginedel frame di un video), viene cliccata il 96% di volte in più diquelle che non lo hanno.Esistono anche alcune criticità: l’attenzione dell’utente va cat-turata entro i primi 10 secondi, perché dopo il 20% degli utentiabbandona il video. Indipendentemente dalla lunghezza delvideo, dopo 30 secondi si perde il 30% degli “spettatori”, dopo1 minuto il 45% e dopo 2 minuti il 60%.
  • 12. Qual è il tuo obiettivo?Vuoi fare brand? Allora ti consiglio di pensare ad un filmato istituzionale dove racconti della tuaazienda, dei suoi valori, delle persone che ci lavorano.Stupisci, lascia un segno nel cuore dei tuoi potenziali clienti e vedrai che non si dimenticheran-no di te!Vuoi promuovere il tuo prodotto? Se vuoi ingolosire i tuoi potenziali clienti ed evidenziare laqualità dei tuoi prodotti, un filmato tutto incentrato su di esso è ciò che fa per te.Crea aspettativa, spiegane le funzionalità, le modalità d’uso, fai in modo che il cliente pensi dinon poterne più fare a meno.Vuoi che tutti parlino di te? Punta sul virale!Se invece vuoi rompere gli schemi e lasciare che il tuo video arrivi lontano, ben oltre le tueaspettative, punta su un filmato virale.Pensa a qualcosa di talmente innovativo, unico e inaspettato da generare migliaia e migliaiadi condivisioni.
  • 13. Web | Grafica | Marketing | 3D Via Andrea Costa, 25 61122 Pesaro (PU) Italy tel. +39 0721 283799 www.artistiko.net info@artistiko.net

×