• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
6 muraro esercitazione
 

6 muraro esercitazione

on

  • 477 views

 

Statistics

Views

Total Views
477
Views on SlideShare
476
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

1 Embed 1

http://www.slideshare.net 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft Word

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    6 muraro esercitazione 6 muraro esercitazione Document Transcript

    • 27/05/2010 ESERCITAZIONE – VALUTATORE DI IMPATTO AMBIENTALE La ditta MARCOCACO effettua attività di demolizione presso cantieri. La stessa azienda dispone di un impianto autorizzato in regime semplificato per il trattamento degli inerti e per il deposito di MPS. Attualmente sono aperti i seguenti cantieri: - Bastia di Rovolon: demolizione di fabbricato industriale con frantumazione in loco degli inerti e successivo conferimento di MPS presso il cliente finale Mastrogiacomo Srl. Dalla demolizione si ricavano ferro, legno ed imballaggi misti i quali devono trovare opportuna collocazione presso idonei impianti autorizzati; - Noventa Vicentina: demolizione fabbricato civile con recupero di inerti, ferro e legno da avviare ad impianti autorizzati; - Camposampiero: attività di demolizione di c.a. 10.000 mq di fabbricato commerciale con attività di frantumazione degli inerti ed avvio al recupero degli altri materiali di scarto (ferro, legno, imballaggi misti) La ditta conferisce inoltre c.a. 600 mc/gg di materiale idoneo per sottofondi stradali alla ditta Calcestruzzi Spa che li utilizza per la costruzione dell’autostrada Valdastico Sud. La forte espansione della ditta sul mercato vede la proprietà impegnata nella ricerca di un sito idoneo posizionato nel comune di Limena, destinato al trattamento degli inerti con grandi volumi di frantumazione e quindi da autorizzare in regime ordinario presso la Regione Veneto. L’impianto in questione è solo ipoteticamente da localizzare nel Comune di Limena, in quanto in sede di presentazione delle necessarie pratiche autorizzative, si è formato il comitato “Limena polveri sottili” che contrasta decisamente l’azione dell’azienda. Si riporta caso analogo di attività di demolizione contrastata nel Comune di Brendola. Seguire l’azienda nell’iter autorizzativo, nei rapporti con il Comune, nella comunicazione con i cittadini. Il progetto prevede una spesa di investimento pari ad € 3 mln, con possibilità di trattare c.a. 800 mc/ gg di materiale. Il prezzo della MPS è attualmente fissato in 8,5 €/mc, con costi fissi annui che ammontano ad € 995.000,00 comprensivo delle rate di ammortamento del mutuo. Si prevede di finanziare l’operazione con intervento bancario al 100% ad un tasso annuo pari a 3,5%. Considerato che mediamente si prevede un utilizzo dell’impianto di frantumazione per c.a. 550 Ton/gg, calcolare il break even point espresso in termini di giorni lavorativi necessari per ripagare i costi dell’investimento (su base annua). Si recuperano inoltre c.a. 2.000 Ton/anno di ferro che viene rivenduto a recuperatori ad un prezzo di 110 €/ton. Elaborare: 1) bp di investimento, con specifica descrittiva per la banca che deve finanziare l’intervento 2) documentazione per la richiesta di autorizzazione ordinaria 3) piano di gestione i rapporti con la Pubblica Amministrazione ed il comitato 4) strategia di comunicazione da adottare nei confronti dei cittadini residenti 5) schema di gestione amministrativa dei cantieri in attività