Presentazione European Brokers Special Division Sanità - Medical Malpractice
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Presentazione European Brokers Special Division Sanità - Medical Malpractice

  • 1,002 views
Uploaded on

Presentazione della divisione Sanità della European Brokers Assicurazioni. Si tratta di una special unit dedicata alla copertura dei rischi da Medical Malpractice per Strutture Sanitarie Private e......

Presentazione della divisione Sanità della European Brokers Assicurazioni. Si tratta di una special unit dedicata alla copertura dei rischi da Medical Malpractice per Strutture Sanitarie Private e Ospedaliere nonchè per Professionisti individuali dell'area medica. La Struttura opera anche attraverso un'attività costante di Risk Management che ha come obiettivo la mappatura, mitigazione e trasferimento dei rischi sanitari.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,002
On Slideshare
1,002
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
7
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. CHI SIAMOEuropean Brokers è una primaria società di intermediazione assicurativa che raccoglie inse la solidità propria dei grandi gruppi di Brokeraggio e il dinamismo delle giovani emoderne imprese, costituendo la risposta concreta ad un bisogno di rinnovamento disettore, ad un forte sentimento di insicurezza e disorientamento di fronte all’abbondanzadi offerte, ad un’esigenza sempre più forte di professionalità e indipendenza.La società si avvale di tecniche avanzate di gestione del rischio, ed opera su tutto ilterritorio nazionale ed all’estero.La visione globale dei mercati assicurativi ha consentito di costruire solidi rapporti epartnership strategiche per il collocamento dei rischi sui mercati mondiali, tra cui ilprestigioso Lloyd’s Market.La nostra scelta è quella di essere indipendenti, sempre liberi nelle decisioni, nelleiniziative, di non accettare mai soluzioni di comodo che compromettano l’integrità delservizio e la fiducia dei nostri clienti che sono per noi il valore più grande
  • 2. MISSION• Investire ogni giorno ingenti energie e risorse per edificare una nuova cultura assicurativa, una cultura etica che abbia come suoi pilastri la qualità del servizio e la qualità dei suoi consulenti.• Coinvolgere i nostri clienti nella scelta dei prodotti più adatti alle proprie esigenze, annullare le distanze nei loro confronti, essere disposti ad ascoltarli, mai a persuaderli, per far si che anche domani, come oggi, possano avere la certezza di buoni consigli e buoni prodotti.• Accrescere la nostra società utilizzando il lavoro di squadra, massimizzando il potenziale individuale e conservando persone eccellenti• Conservare valori e rapporti umani: non più solo simboli, icone del consumismo, linguaggi e codici, ma una vera e propria relazione che abbia come suoi pilastri l’eticità del comportamento e il rispetto• Comunicare costantemente con i nostri stakeholders, ascoltando le loro esigenze per offrire risposte e soluzioni concrete.• Ricercare la “qualità totale” in ogni fase del nostro servizio, tendendo costantemente all’eccellenza e impegnandoci ogni giorno nel miglioramento continuo dei nostri processi• Innovare processi e prodotti sia in modo radicale che incrementale
  • 3. VISION• Riteniamo che il broker abbia un ruolo fondamentale nell’attuale processo di ristrutturazione del settore assicurativo: è la risposta concreta ad un’esigenza di professionalità e serietà ed un tramite essenziale nel rapporto tra Cliente e Compagnia. Ci promettiamo di diventare un punto di riferimento nel nostro settore puntando sulla qualità del nostro servizio e dei nostri consulenti. Per far ciò dobbiamo essere costantemente vicini ai clienti, anticipando costantemente le loro attese e le loro esigenze. Non vendiamo polizze ma soluzioni ai bisogni di sicurezza.. Non ci limitiamo all’analisi dei contratti ma estendiamo il nostro lavoro e la nostra consulenza a qualunque aspetto sia legato alla gestione del rischio. Se esiste un rischio noi ti aiutiamo a neutralizzarlo”.
  • 4. SISTEMA QUALITA’La qualità del servizio, dalla progettazione fino alla gestione dei programmiassicurativi e dei sinistri, è al centro della strategia di European Brokers.Il conseguimento della Certificazione di Qualità ISO 9001:2000 confermalorientamento dellattività verso la formalizzazione di procedure che assicurinoelevati standard qualitativi e il miglioramento continuo, grazie allimpegno araccogliere e soddisfare le esigenze e i suggerimenti della sua Clientela, monitorandocostantemente il livello di soddisfazione
  • 5. SBA – Strategic Business AreaLa società è organizzata secondo cinque diverse BusinessArea, ciascuna delle quali conserva lo stesso tipo diimpegno e interesse nei confronti del cliente, offrendocome vantaggio alta specializzazione e focalizzazione dellecompetenze.• SBA Sanità• SBA Istituti/Enti Religiosi• SBA Aziende e Grandi Clienti• SBA Privati/Linea Persona• SBA Enti Pubblici
  • 6. Compagnie e RapportiLa visione globale dei mercati assicurativi haconsentito di costruire solidi rapporti epartnership strategiche per il collocamento deirischi sui mercati mondiali, tra cui il prestigiosoLloyd’s Market.European Brokers allo stato attuale rappresenta62 primarie Compagnie Nazionali edinternazionali.
  • 7. Alcuni dei principali clienti gestiti• Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione – I.D.I.• Ospedale San Carlo di Nancy Roma• I.D.I. – Istituto Dermopatico dell’Immacolata Concezione• Nerviano Medical Scinces• I.D.I. Farmaceutici S.p.A.• Gruppo Giomi Sanità• Consorzio Unisan• Gemma Spa• Equitalia Servizi S.p.A.• Trambus Open S.p.A.• Italeco S.p.A.• Todini Costruzioni Generali S.p.A.• Fondazione Roma Lazio Film Commission• Farmacap S.p.A.• Fandango Film• Carlson Wagonlit S.p.A.• Consorzio Unisan• Campus Biomedico• CRIAS Cassa Regionale Credito Imprese Artigiane• BCC Banca di Credito Cooperativo di Ronciglione• Federazione Italiana Scherma• Canados Yacht Spa• Faro Assicurazioni – Compagnia di Assicurazione• MP Mirabilia – Ministero per le Attività e i Beni Culturali• Comune di Viterbo, Comune di Campagnano di Roma, Comune di Bagnoregio
  • 8. European Brokers inoltre ha adottato e approvato:• Codice Deontologico• Norme di Autoregolamentazione• Codice di Comportamento• Codice Etico• Sistema Controllo Interno dlgs. 231/2001
  • 9. PRESENTAZIONE SBA SANITA’
  • 10. La sanità e l’errore “Uno degli aspetti più controversi delle cure mediche è la capacità di causaredisabilità e disagi. Ovunque cure mediche vengano dispensate il paziente corre il rischio di essere vittima di un danno in conseguenza involontaria delle stesse cure. Per questo oggi la percentuale di danni iatrogeni causati è diventata un importante indicatore della qualità delle cure” Aumento della produttività V.S. Attesa di qualità del servizio Recupero dell’Efficienza Responsabilità Professionale Esigenze di bilancio
  • 11. I rischi in Sanità• Rischio Clinico: probabilità che un paziente sia vittima di un evento avverso.• Rischio Chimico (esposizione a agenti chimici: farmaci, anestetici, disinfettanti, etc…)• Rischio Fisico (radiazioni, rumore, rischio elettrico)• Rischio biologico (infezioni, malattie)• Movimentazione manuale carichi (sforzo, 626/94)• Rifiuti ospedalieri
  • 12. L’evoluzione del rischio in Sanità• Dalla seconda metà degli Anni ’90, il rischio in Sanità assume un carattere di sempre maggior rilievo per il SSN italiano.• Il rischio ha un forte Impatto Sociale, derivante dalle conseguenze patite dai pazienti.• Il rischio ha inoltre un notevole Impatto Economico sui bilanci dell’Azienda, derivanti da costi: – diretti (cure, risarcimenti, assicurativo-legali, extra-degenza) – Indiretti (effetti sui responsabili del danno, danno d’immagine) – Nascosti (Costi di inefficienza, sprechi)• A fronte di un numero crescente di sinistri – dovuti anche all’accresciuto tasso di litigiosità del paziente – il Mercato Assicurativo va nella direzione di un peggioramento delle condizioni normative e di un inasprimento tariffario.
  • 13. I principali Stakeholders PAZIENTE MERCATO ASSICURATIVO Maggiore cultura giuridica Incremento dei risarcimenti pagati Maggiore consapevolezza Scarsa conoscenza del rischio effettivo dei propri diritti Aspettative sempre maggiori per il progresso della ricerca scientifica Tassi (premi) sempre più elevati Maggiore tasso di litigiosità Validità temporale limitata Riduzione del numero dei soggettiCrescente numero di denunce per danni disposti a sottoscrivere il rischio
  • 14. La Responsabilità Civile del Medico • Rc contrattuale (come altri liberi professionisti) • + RC extra contrattuale (è venuto meno all’obbligo ed inoltre ha causato dei danni ulteriori e più gravi). Medico-Paziente Struttura-Paziente Consenso informato Contratto atipico spedalità Perizia e diligenza esecutiva Prestazioni Sanitarie + Alloggio e ristorazione Servizio InfermieristicoPrimario: cura + attività manageriali + organizzazione RepartoDirettore Sanitario: compiti Amministrativi e organizzativiEquipe: problema valutare apporto causale ciascun componente
  • 15. Qualche numero…• Ricoveri annui Italia: 8 milioni• Danni o malattie da errori e disservizi: 320 mila 10%• Decessi: 30/35.000 12% 30% 23% 25% Ostetricia Chirurgia Ortopedia Med. Generale Anestesia 48,3 % errore umano 33% difetti struttura 5,5% ritardo di trattamento
  • 16. European Brokers per: Programmi assicurativi dedicati a:• Medici Dipendenti Strutture Ospedaliere / Liberi Professionisti• Istituti/Enti / Sanità Religiosa, Privata e Pubblica
  • 17. MEDICI DIPENDENTI STRUTTURE OSPEDALIERE / MEDICI LIBERI PROFESSIONISTI
  • 18. • In un contesto sociale che vede i medici sempre più spesso coinvolti in richieste di risarcimento inerenti l’attività svolta presso le Aziende sanitarie, la certezza di mantenere indenne la propria stabilità economica diventa un elemento imprescindibile.• European Brokers, specialista del settore sanitario, ha messo in campo la propria consolidata reputazione nei confronti delle Compagnie di Assicurazioni, ottenendo una soluzione specifica per i medici che operano per strutture private, SSN o liberi professionisti.
  • 19. • Questa soluzione, frutto di un’attenta analisi delle reali necessità del settore, rappresenta un punto fermo in termini di rapporto costi/garanzie e ottimizza l’impegno economico del medico con una retroattività di ben 5 anni che non trova analogie nel panorama assicurativo• La polizza può essere abbinata ad un secondo rischio già esistente, ampliando ulteriormente il massimale, ed è indicato anche l’importo di estensione della difesa legale con reale e libera scelta del proprio difensore e del consulente tecnico di parte sia per vertenze civili che penali.
  • 20. Tipologie di coperture assicurative individuali convenzionabili• Polizza RCT/RCO e TUTELA LEGALE• Polizza Danni Patrimoniali / Rc Amministrativa Direttore Sanitario/Dipartimento/Dirigente• Polizza Infortuni (Sopravvalutazione)• Polizza Sanitaria• Polizze Personali e della Famiglia
  • 21. ISTITUTI / ENTI SANITA’ RELIGIOSA, PRIVATA E PUBBLICACopertura Assicurativa e Risk Management
  • 22. Il costo degli eventi avversi• Il costo del rischio rappresenta una delle voci di costo principali per il bilancio di una Azienda Sanitaria* – in media il 10% del fatturato • La maggior parte dei costi è imputabile ai 20- 100 tempi di extra-degenza 25% % a fronte di un evento avverso 2-3% 4-5% • I costi assicurativi 40- rappresentano 50% comunque una parte significativa del totale • Non vengono quantificati i costi del danno di immagine 25- 30% alla struttura, né i costi della “medicina difensiva” Costi * Caratteristiche dell’Azienda Media considerata: • 50.000 ricoveri medi annui • eventi dannosi/ricoveri: 1/20 • richieste risarcimento/ricoveri: 1/1000
  • 23. Il cliclo logico della gestione del rischio• Una efficace Gestione dei rischi riduce i costi, permettendo all’Azienda un migliore impiego delle risorse finanziarie per attività “core” di cura ed assistenza Risultati Aziendali V Patient Safety I Fase II Fase Risk Mitigation Q Risk Assessment C Organismi & Strategy per la Revisione Monitoraggio Politiche Gestione Formazione dei del Rischio Assicurative del Rischio Processi H • Risk • Individuazio • Formazione • Revisione • Revisione dei • Definizione Mapping ne delle – Assistenza Processi flussi della • Risk figure alla figura Clinici/Or informativi corretta Evaluation professionali del Risk ganizzativi • Implementaz strategia da Manager • Revisione ione del assicurativ • Raccolta dati coinvolgere Aziendale a sul rischio Processi software nel • Formazione Amministra per il • Revisione ed • Valutazione processo di del tivi monitoraggio adeguament economica Governo del Personale degli eventi o normativo del rischio Rischio Sanitario – di danno -contrattuale • Individuazion • Attivazione Amministra • Sviluppo di • Negoziazion e aree di incontri tivo indicatori di e delle critiche periodici performanc Coperture V Volume degli e • Individuazion Organismi Q Qualità e strategia di per la mitigation Gestione del C Costi Rischio H Risorse Umane
  • 24. Eventi Sentinella per individuazione dei casi noti• Procedura in paziente sbagliato• Procedura in parte del corpo sbagliata• Suicidio in paziente ricoverato• Strumento o altro materiale lasciato allinterno del sito chirurgico• Reazione trasfusionale conseguente ad incompatibilità• Decesso, coma o gravi alterazioni funzionali derivati da errori di terapia• Decesso materno o malattia grave correlata al travaglio• Abuso su paziente ricoverato• Mortalità in neonato sano di peso >2500 g. entro 48 ore dalla nascita• Ogni altro evento avverso che causa morte o gravi danni
  • 25. Case Study: Regione Lombardia • Il progetto Regionale ha mappato più di 26.000 sinistri, su un arco temporale di 7 anni (1999-2005) • Si è fornito supporto strategico alla Direzione Generale della Sanità di Regione Lombardia nella definizione di Linee Guida e Obiettivi, nel processo formativo dei Risk Manager lombardi, nella progettazione e realizzazione di sistemi e modelli di monitoring e benchmarking • Sono stati individuati indicatori di performance per il confronto tra le Aziende del SSR Per gli ospedali sono stati liquidati oltre 55 milioni di euro Per le Asl oltre 2 milioni di euro. Importo medio liquidato € 17.300 per sinistro. In generale si stimano:• - 660 euro medi per danni a cose• - 10.000 euro medi per cadute• - 31.000 euro medi per errori chirurgici• - 43.000 euro medi per errori terapeutici
  • 26. Abbiamo a tutt’oggi in corso programmi operativi di Risk Management anche nelle strutture di:• I.D.I. – Istituto Dermopatico dell’Immacolata• Ospedale San Carlo – Roma• Istituto Villa Paola• Nerviano Medical Sciences
  • 27. Intervenire sui processi critici• Processi Clinici/Organizzativi – Revisione della comunicazione Struttura-Paziente – Esame del processo di richiesta del Consenso Informato al paziente – Ottimizzazione della gestione della Cartella Clinica – Risk Assessment, con l’utilizzo di strumenti proattivi di analisi dei processi – Analisi degli eventi avversi con strumenti di indagine reattivi• Processi Amministrativi – Analisi e re-ingegnerizzazione dei processi di gestione delle informazioni e dei flussi informativi interni – Governo del processo di gestione dei sinistri, attraverso la costituzione di organismi multidisciplinari
  • 28. Definire la migliore strategia assicurativa• Previsione dell’esposizione di Rischio media complessiva e locale esposizione• Stima dell’esposizione di Rischio massima esposizione• Valutazione dell’ adeguatezza dei massimali• Simulazione di differenti alternative di Mitigation Assicurativa (Franchigie differenziate, garanzia “Loss – Claims”, “ultra-retroattività”, …) Assicurazione AS IS VAR VAR 99,9 99,9 frequenza 1 anno 1000 anni frequenza 1 anno 1000 anni di ritorno di ritorno • Strumento di supporto alle decisioni per il Management • Elemento utile per il dialogo con il Mercato Assicurativo
  • 29. Gli attori del processo Sistema di indirizzo e governo regionale •Obiettivi e Linee Guida •Strumenti evoluti per il censimento dei sinistriDialogo Regione – Aziende SanitarieMercato Assicurativo •Progetti Organizzativi •Piani operativi di Risk Management •Governo del processo di gestione dei sinistri Mercato Assicurativo Dialogo Azienda – Mercato Assicurativo
  • 30. Risultati attesi Conoscenza Indirizzo delle attività di prevenzione mirata alla revisione dei processi più critici Rivalutazione del processo di gestione sinistriSviluppo di una capacità di dialogo consapevole con il Mercato Assicurativo Evoluzione verso una sostenibilità economica del sistema e una miglior qualità delle prestazioni
  • 31. Azioni e Risultati• Formazione• Organizzazione del personale e consenso informato• Costituzione di un comitato ristretto• Miglioramento qualità e riduzione dei tempi attesa