Your SlideShare is downloading. ×
0
Il Settecento
<ul><li>L’Europa è teatro di alcuni focolai di guerra, che vedono impegnate le potenze europee in un difficile equilibrio....
<ul><li>Gli stati europei, sull'esempio di Spagnoli e Portoghesi, si spingono </li></ul><ul><li>tutti nell'avventura colon...
<ul><li>Sono gli intellettuali, molti dei quali provengono dalle fila della borghesia, che intervengono polemicamente cont...
<ul><li>In Francia si era verificato l'incremento della borghesia colta ed era aumentato il prestigio che essa conferiva a...
<ul><li>In Inghilterra, sotto il travaglio di due rivoluzioni, la monarchia si era data assetto costituzionale (1689 &quot...
<ul><li>Essa sancì il patto tra i notabili del Regno e il sovrano Guglielmo III d'Orange, per cui questo si impegnava a ri...
<ul><li>La rivoluzione inglese non fu solo episodio di rilievo nazionale perché le sue motivazioni ideologiche vennero del...
<ul><li>1705 pompa per le miniere; </li></ul><ul><li>1707 battello a vapore; </li></ul><ul><li>1748 fusione dell'acciaio; ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Il 700

1,278

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,278
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Il 700"

  1. 1. Il Settecento
  2. 2. <ul><li>L’Europa è teatro di alcuni focolai di guerra, che vedono impegnate le potenze europee in un difficile equilibrio. Nel 1713 e 1714, gli stati che avevano formato la Grande Alleanza dell'Aia (Inghilterra, Olanda, Impero Asburgico, Prussia, poi Portogallo e Savoia), inducono alle paci di Utrecht e Rastadt le potenze francese e spagnola, che maturavano progetti di egemonia sull'Europa e di guerra per il predominio europeo. </li></ul>l'Europa
  3. 3. <ul><li>Gli stati europei, sull'esempio di Spagnoli e Portoghesi, si spingono </li></ul><ul><li>tutti nell'avventura coloniale, sognando di costituire paesi </li></ul><ul><li>subalterni in America, Africa e Asia. A spingerli sulla via del </li></ul><ul><li>colonialismo è soprattutto la classe borghese, in ascesa nel campo </li></ul><ul><li>economico, in molti stati europei, come in Francia, in Inghilterra, in </li></ul><ul><li>Olanda. La borghesia si rafforza e allarga la sua influenza sul </li></ul><ul><li>potere politico grazie alla sua capacità di forgiarsi una sua filosofia </li></ul><ul><li>che punta tutta sul progresso. </li></ul>Il colonialismo e la borghesia
  4. 4. <ul><li>Sono gli intellettuali, molti dei quali provengono dalle fila della borghesia, che intervengono polemicamente contro le concezioni assolutistiche del potere regio. Nel '700 l'intellettuale, letterato o filosofo-scienziato che sia, esce dalla solitudine di uno studio isolato e si fa politico. Di volta in volta esprime il suo parere sulle decisioni del re, sente le tensioni della società e vuole che i sudditi si sentano cittadini, partecipino agli affari di tutti, dello Stato. A causa dell'influenza esercitata dagli intellettuali, i sovrani cominciarono a preoccuparsi dell'opinione pubblica. </li></ul>L'intellettuale del '700
  5. 5. <ul><li>In Francia si era verificato l'incremento della borghesia colta ed era aumentato il prestigio che essa conferiva alla corona. Alleata dell'assolutismo nella lotta contro la nobiltà feudale, la borghesia si è ormai inserita nelle leve del potere, togliendo alla nobiltà appannaggi e privilegi: il Colbert, ministro della monarchia francese, con la politica mercantilistica e col promuovere professioni di pubblica utilità, aveva favorito la formazione e il rafforzamento della borghesia contro i ceti feudali. </li></ul>la Francia
  6. 6. <ul><li>In Inghilterra, sotto il travaglio di due rivoluzioni, la monarchia si era data assetto costituzionale (1689 &quot;Dichiarazione dei diritti&quot; e inizio della monarchia costituzionale). Si diffusero inoltre in Inghilterra l'ideologia della tolleranza religiosa, le dispute sulla religione naturale o rivelata, sui rapporti tra stato e chiesa; era stata fondata e riconosciuta come Società Reale di Londra un'importante Accademia Scientifica. </li></ul>l'Inghilterra
  7. 7. <ul><li>Essa sancì il patto tra i notabili del Regno e il sovrano Guglielmo III d'Orange, per cui questo si impegnava a rispettare le franchigie consuetudinarie e i privilegi goduti dagli uomini &quot;liberi&quot; rappresentati nei due rami del Parlamento. Tale dichiarazione intese proclamare una libertà aristocratica, riservata solo ad alcuni. </li></ul>&quot;Dichiarazione dei diritti&quot; del 1689
  8. 8. <ul><li>La rivoluzione inglese non fu solo episodio di rilievo nazionale perché le sue motivazioni ideologiche vennero delineando le ragioni universali di una filosofia politica che era destinata a costituire la matrice culturale e unitaria della moderna civiltà liberale. Lo stesso ordinamento costituzionale della Monarchia inglese finì con l'assumere, per tanta parte della cultura illuministica del Settecento, volere assoluto, e cioè di modello esemplare per ogni ordinamento statale che volesse garantire dall'arbitrio del potere esecutivo i diritti di libertà dei cittadini. </li></ul>Il modello inglese
  9. 9. <ul><li>1705 pompa per le miniere; </li></ul><ul><li>1707 battello a vapore; </li></ul><ul><li>1748 fusione dell'acciaio; </li></ul><ul><li>1754 esperimenti di B. Franklin sull'elettricità; </li></ul><ul><li>1773 inizio della rivoluzione industriale in Inghilterra; </li></ul><ul><li>1776 macchina a vapore; </li></ul><ul><li>1779 macchina filatrice; </li></ul><ul><li>1785 telaio meccanico. </li></ul>Le invenzioni del '700
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×