Your SlideShare is downloading. ×
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Disciplina fiscale degli incentivi sul fotovoltaico 2011

4,220

Published on

La presentazione mira ad una trattazione approfondita della disciplina fiscale 2011 degli incentivi sul fotovoltaico. …

La presentazione mira ad una trattazione approfondita della disciplina fiscale 2011 degli incentivi sul fotovoltaico.
Nello specifico:
Tariffa incentivante,
Scambio sul posto,
Vendita di energia (Ritiro dedicato),
sulla base:
del “responsabile dell’impianto” (P.F., E.n.c., Imprese comm.li, Imprese agricole, Lavoratori autonomi)
della tipologia dell’impianto (potenza < di 20 Kw, compresa tra 20 e 200 Kw, > di 200 Kw)
della collocazione dell’impianto (in abitazione/sede del responsabile o altrove – “impianti diversi”)

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
4,220
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
37
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Visita il nostro sito su: EnergyMaster.it
  • 2. Visita il nostro sito su: EnergyMaster.it
  • 3.
    • Esame del trattamento fiscale riservato a:
    • Tariffa incentivante,
    • Scambio sul posto,
    • Vendita di energia ( Ritiro dedicato ),
    • sulla base:
    • del “responsabile dell’impianto” (P.F., E.n.c., Imprese comm.li, Imprese agricole, Lavoratori autonomi)
    • della tipologia dell’impianto (potenza < di 20 Kw, compresa tra 20 e 200 Kw, > di 200 Kw)
    • della collocazione dell’impianto (in abitazione/sede del responsabile o altrove – “impianti diversi”)
  • 4.
    • È un contributo a fondo perduto senza controprestazione che compensa il costo di utilizzo dell’impianto non l’acquisto dello stesso
    • Iva : esclusa ai sensi dell’art. 2 c. 3, lett. a) del DPR 633/1972
    • II.DD. : sempre rilevante per le imprese commerciali, per gli altri soggetti in casi particolari
    • Ritenuta 4% : solo nei confronti di imprese commerciali
  • 5.
    • Se utilizzano impianti ad uso privato (potenza inferiore 20 Kw) che
    • producono energia nei limiti del fabbisogno del beneficiario hanno i
    • seguenti effetti tributari…
    • Tariffa incentivante : esclusa da Iva e non imponibile ai fini Irpef
    • N.b. Non si avvale dello scambio sul posto
    • e non cede energia a terzi
  • 6.
    • Impianti di potenza < ai 20 Kw
    • Tariffa incentivante : esclusa da Iva e non imponibile ai fini Irpef
    • Contributo scambio sul posto : escluso da Iva e non imponibile ai fini Irpef
    • Proventi dalla vendita di energia (Ritiro dedicato):
    • Irpef : redditi diversi
    • Iva: esclusi
    • Impianti di potenza > 20 Kw ma inferiori a 200 Kw o diversi
    • L’attività di vendita
    • assume qualifica commerciale
    • Tariffa incentivante : esclusa da Iva ma imponibile ai fini Irpef/Irap, come contributo in conto esercizio e soggetto a ritenuta del 4% in proporzione ad energia ceduta
    • Contributo scambio sul posto e Proventi dalla vendita di energia:
    • Irpef/Irap: proventi tassati come ricavi, deducibili ammortamenti e costi in proporzione ad uso commerciale
    • Iva: imponibili, diritto a detrarre l’imposta pagata su acquisto impianto ( secondo criteri oggettivi )
    Produttori di energia in eccedenza rispetto alle proprie necessità
  • 7.
    • Tariffa incentivante :
    • Iva: esclusa
    • Irpef/Irap: imponibile, interamente, come contributo in conto esercizio
    • Ritenuta del 4%: sull’intero ammontare della tariffa
    • Contributo scambio sul posto e Proventi dalla vendita di energia:
    • Irpef/Irap: proventi tassati come ricavi, deducibili gli ammortamenti (aliquota del 9%) e i costi manutenzione
    • Iva: imponibile, diritto alla detrazione dell’imposta pagata sull’acquisto dell’impianto
  • 8.
    • Produzione entro i limiti…
    • Tariffa incentivante :
    • esclusa da Iva e non imponibile, autonomamente, ai fini Irpef
    • Ritenuta del 4%: sempre applicabile a società commerciali
    • Proventi dalla vendita di energia:
    • Irpef: inclusi nel reddito agrario
    • Irap: imponibile con aliquota del 1,9%
    • Iva: imponibile; spetta detrazione in presenza di contabilità separata
    • Produzione oltre i limiti…
    • Tariffa incentivante :
    • esclusa da Iva e rilevante ai fini II.DD. Per
    • la produzione eccedente i limiti ( eccezione non valida per società comm.li )
    • Ritenuta del 4%: sulla produzione eccedente i limiti (sempre applicabile e sull’intera produzione a società commerciali)
    • Proventi dalla vendita di energia:
    • Irpef: eccedenza reddito di impresa
    • Irap: eccedenza imponibile con aliquota del 3,9%
    • Iva: imponibile; spetta detrazione in presenza di contabilità separata
    La produzione e vendita di energia tassata come reddito agrario entro certi limiti ( produzione di energia derivante dai primi 200 Kw di potenza nominale complessiva ) superati i quali si qualifica come reddito di impresa
  • 9.
    • Uso esclusivo
    • Tariffa incentivante : esclusa da Iva e non imponibile ai fini Irpef
    • Ammortamento impianto : Deducibile con aliquota 9%
    • Iva assolta su acquisto impianto:
    • Detraibile secondo art. 19 Dpr 633/1972
    • Uso promiscuo
    • Tariffa incentivante : esclusa da Iva e non imponibile ai fini Irpef
    • Ammortamento impianto : Deducibile con aliquota 9%, in misura del 50%
    • Iva assolta su acquisto impianto:
    • Detraibile secondo art. 19 Dpr 633/1972, tenendo conto dell’uso promiscuo
    Caso 1: Produttore di energia non eccedente il proprio fabbisogno
  • 10. Lavoratore autonomo Uso esclusivo Tariffa incentivante : Iva: esclusa Irpef/Irap: contributo in conto esercizio, in proporzione ad energia ceduta Ritenuta 4%: si applica in proporzione ad energia ceduta Contributo scambio sul posto e Proventi dalla vendita di energia: Irpef/Irap: proventi tassati come ricavi, Ammortamenti e costi dedotti, in proporzione, nella derterminazione dei due redditi Iva: imponibili, detraibile imposta pagata su acquisto impianto proporzionalmente per le due attività ( obbligo di tenere la contabilità separata ) Caso 2: produttore di energia eccedente il proprio fabbisogno (per tale produce reddito di impresa)
  • 11. Lavoratore autonomo Uso promiscuo Medesimo trattamento tributario riservato all’uso esclusivo con le seguenti eccezioni: Ammortamenti e costi: deducibili in misura non superiore al 50% Iva pagata per l’impianto: detraibile tenendo conto dell’utilizzo promiscuo del bene Caso 2: produttore di energia eccedente il proprio fabbisogno (per tale quota produce reddito di impresa)
  • 12.
    • Detrazione 55% (differente natura),
    • Detrazione 36% (non cumulabile),
    • Investimenti in aree svantaggiate (cumulabile entro precisi limiti),
    • Tremonti- ter (solo inseguitori per pannelli solari),
    • Certificati Verdi e Bianchi (non cumulabili)
    Attenzione!!! L’incentivo non spetta in relazione all’elettricità prodotta da impianti entrati in funzione dopo il 31.12.2010 e realizzati ai fini del rispetto del D. Lgs 192/2005 e della Legge 296/2006
  • 13.
    • Cessione energia
    • Applicabile aliquota agevolata
    • del 10% su cessioni effettuate ai sensi:
    • del punto 103 (per uso domestico, uso di imprese estrattive, agricole e manifatturiere),
    • del punto 122 (fornitura di energia prodotta da fonti rinnovabili).
    • Cessione o costruzione dell’impianto
    • Applicabile aliquota agevolata del 10% su cessioni effettuate ai sensi:
    • del punto 127 - quinquies (impianti di produzione),
    • del punto 127 - sexies (cessione di beni finiti a utilizzatori finali) necessaria dichiarazione dell’acquirente su destinazione beni ,
    • del punto 127 - septies (prestazioni di servizio dipendenti da contratti di appalto su impianti fotovoltaici).
  • 14.
    • Normativa
    • D. Lgs 29/12/2003 n. 387 art. 7
    • D. M. 28/07/2005
    • D.M. 06/02/2006
    • D.M. 19/02/2007
    • D.M. 06/08/2010
    • Dpr 633/1972
    • Dpr 917/1986
    • Circolari Agenzia Entrate
    • Circolare 46/2007
    • Circolare 66/2007
    • Circolare 32/2009
    • Circolare 38/2010
    • Risoluzioni Agenzia Entrate
    • Risoluzione 269/2007
    • Risoluzione 22/2008
    • Risoluzione 61/2008
    • Risoluzione 207/2008
    • Risoluzione 474/2008
    • Risoluzione 13/2009
    • Risoluzione 20/2009
    • Risoluzione 112/2009
  • 15. Visita il nostro sito su: EnergyMaster.it

×