Your SlideShare is downloading. ×
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Indipendenza energetica e indipendenza economica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Indipendenza energetica e indipendenza economica

1,137

Published on

Dal ciclo del carbonio al ciclo del sole. …

Dal ciclo del carbonio al ciclo del sole.
A cura di Gianni Tamino

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,137
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
24
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1.  
  • 2.  
  • 3.  
  • 4.  
  • 5.  
  • 6.  
  • 7. Flussi di energia e materia negli ecosistemi
  • 8. CICLO DEL CARBONIO
  • 9. Ciclo della materia organica (non si producono rifiuti, ma solo scarti riutilizzati)
  • 10.  
  • 11. PIRAMIDE ALIMENTARE
  • 12.  
  • 13.  
  • 14. LA CRISI ATTUALE (crisi da finanziaria a economica e strutturale) Popolazione mondiale molto elevata Alto consumo di energia fossile Rifiuti, inquinamento e distruzione dell’ambiente Perdita di biodiversità e agricoltura industriale
  • 15. Crescita della popolazione umana (ultimi 10.000 anni)
  • 16. SOSTENIBILITA ’ Per verificare la sostenibilità o l’insostenibilità dell’attività umana si possono utilizzare vari metodi, tra cui la cosiddetta “carryng capacity ” o capacità di un territorio di sostenere una popolazione, oppure l’impronta ecologica , cioè la misura del territorio in ettari necessario per produrre ciò che un uomo o una popolazione consumano.
  • 17. USA 12 Eritrea 0,35 L’IMPRONTA ECOLOGICA IN DIVERSI PAESI
  • 18. Confronto tra processi produttivi naturali e umani
    • A differenza dei processi produttivi naturali, che
    • utilizzano energia solare, seguono un andamento ciclico, senza produzione di rifiuti e senza combustioni,
    • gli attuali processi produttivi umani bruciano en. fossile, sono lineari e producono inquinamento e rifiuti (sprechi di materia ed energia).
  • 19. Processi produttivi lineari Materie prime prodotto commerciale processo produttivo rifiuti e inquinamento Energia fossile (acqua e aria) In pratica si trasforma sempre più velocemente materie prime in rifiuti non riciclati
  • 20. RIFIUTI: un problema recente
  • 21.  
  • 22. Quale energia per l’economia umana? Per quali consumi? Con quali sistemi?
    • Per produrre calore, energia elettrica, forza motrice?
    • Di origine fossile?
    • Da fonti rinnovabili?
    • Quali centrali elettriche?
  • 23.  
  • 24. Le scoperte di nuovi giacimenti di petrolio hanno raggiunto il loro massimo storico verso la metà degli anni 1960. Da allora sono in declino. E' dal 1985 che si consuma più petrolio di quanto non se ne scopra.
  • 25. FONTI ENERGETICHE MONDIALI Riserve (in Gtep = miliardi di ton. equ. di petrolio) accertate stimate Carbone 36% Europa; 30% Asia; 30% Nord America 700   3400 Petrolio 65% Medio Oriente; 10% Europa; 10% Centro e Sud America;5% Nord America 150   300 (+500 non convenzionale) Gas naturale 40% Europa; 35% Medio Oriente; 8% Asia; 5% Nord America 150   400 Uranio ( 235 U) reattori termici 25% Asia; 20% Australia; 20% Nord America (Canada); 18% Africa (Niger) 60   250 Energia solare per anno 130000   ---
  • 26. Impatto delle combustioni Le fonti fossili (petroli,carbone,gas) e le biomasse producono energia per combustione , che a sua volta produce vari inquinanti. In natura nulla si crea e nulla si distrugge: tutto si trasforma. I principali inquinanti prodotti dalla combustione sono: CO 2 , NO x , SO 2 ,CO, metalli pesanti, polveri sottili (PM 10, 2,5, 1 e 0,1), composti complessi come IPA, diossine , ecc.
  • 27. LA TERRA E’ MALATA Come ferite non curate, le macchie rosse che indicano concentrazioni elevate di NO 2 (generato dalla combustione), coincidono con le zone più industrializzate: le principali città del Nord America e dell'Europa . In particolare in Italia, tutta la zona della Pianura Padana presenta valori altissimi.
  • 28. CRESCITA DI CO 2 NEL TEMPO
  • 29. EFFETTO SERRA
  • 30.  
  • 31. ENERGIA E AGRICOLTURA
  • 32.
    • La rivoluzione verde
    • fertilizzanti e
    • pesticidi,
    • energia fossile,
    • rottura del ciclo
    • quale produttività?
  • 33.  
  • 34. La via d’uscita proposta dall’Unione Europea è : 20/20/20 cioè: 20% in meno di gas serra, 20% in più di fonti rinnovabili, entro il 2020
  • 35.  
  • 36.  
  • 37.  
  • 38. Ci troviamo al bivio tra due scelte alternative: tentare di perfezionare e prolungare la via della sviluppo, cercando di fronteggiare con più raffinate tecniche di dominio della natura e degli uomini le contraddizioni sempre più gravi che emergono (basti pensare all’attuale scontro sul petrolio) o invece tentare di congedarci dalla corsa verso il ‘più grande, più alto, più forte, più veloce’ chiamata sviluppo per rielaborare gli elementi di una civiltà più ‘moderata’ (più frugale, forse, più semplice, meno avida) e più tollerante nel suo impatto verso la natura, verso i settori poveri dell’umanità, verso le future generazioni e verso la stessa ‘biodiversità’ (anche culturale) degli esseri vivent i. Alexander Langer, 1991

×