La sicurezza in agricoltura riccia 30 settembre 2011 novit+á normative e finanziamenti

1,644
-1

Published on

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,644
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La sicurezza in agricoltura riccia 30 settembre 2011 novit+á normative e finanziamenti

  1. 1. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO INAIL - Direzione Regionale Molise - Con.T.A.R.P. Consulenza Accertamento Rischi e Provenzione Ing. Francesco SALIERNO – Riccia 30 settembre 2011 NOVITÀ NORMATIVE D.L.vo 81/08,
  2. 2. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA 9/6/11
  3. 3. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  4. 4. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA http://www.asaps.it <ul><li>176 morti di cui: </li></ul><ul><li>147 conducenti </li></ul><ul><li>5 trasportati </li></ul><ul><li>24 terzi coinvolti </li></ul><ul><li>221 feriti di cui: </li></ul><ul><li>121 conducenti </li></ul><ul><li>12 trasportati </li></ul><ul><li>88 terzi coinvolti </li></ul><ul><li>31% degli incidenti hanno coinvolto addetti over 65 </li></ul><ul><li>2% bambini coinvolti in incidenti mortali </li></ul>La prima causa di incidenti mortali rimane il ribaltamento del trattore Coinvolti anche: Operatori non professionisti Hobbisti Part time
  5. 5. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  6. 6. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  7. 7. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  8. 8. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  9. 9. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Dispositivo di protezione in caso di capovolgimento trattore <ul><li>1/1/1974: installazione telai di protezione (circolari Ministero del Lavoro) ai trattori di nuova immissione sul mercato con le seguenti caratteristiche: </li></ul><ul><li>trattori a 2 assi </li></ul><ul><li>montati su ruote (quindi no cingolati) </li></ul><ul><li>carreggiata minima > 1.000 mm </li></ul><ul><li>peso > 800 kg </li></ul><ul><li>19/5/1981: circolare con prescrizioni tecniche per tutti i trattori a ruote (anche quelli immatricolati prima del 1/1/74 dovevano essere dotati di telai di protezione) </li></ul><ul><li>metà anni 90: alcuni paesi europei emanarono leggi per i cingolati per cui i principali costruttori incominciarono a montare sui trattori cingolati strutture di protezione </li></ul><ul><li>D.l.vo 359/99 in attuazione alla direttiva comunitaria 95/63/CE ha imposto l’adeguamento ai datori di lavoro con particolari misure per ridurre i rischi da ribaltamento (modificando il D.l.vo 626/94) </li></ul>
  10. 10. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Requisiti sicurezza trattori <ul><li>TESTO UNICO 81/08 – ALLEGATO V, parte 2: requisiti di sicurezza delle attrezzature di lavoro costruite in assenza di disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto, o messe a disposizione dei lavoratori antecedentemente alla data della loro emanazione </li></ul><ul><li>2.4: Le attrezzature di lavoro mobili con lavoratore/i a bordo devono limitare, nelle condizioni di utilizzazione reali, i rischi derivanti da un ribaltamento dell’attrezzatura di lavoro: </li></ul><ul><li>- mediante una struttura di protezione che impedisca all’attrezzatura di ribaltarsi di più di un quarto di giro, </li></ul><ul><li>- ovvero mediante una struttura che garantisca uno spazio sufficiente attorno al lavoratore o ai lavoratori trasportati a bordo qualora il movimento possa continuare oltre un quarto di giro, </li></ul><ul><li>ovvero mediante qualsiasi altro dispositivo di portata equivalente. </li></ul><ul><li>………………………… .. </li></ul><ul><li>Se sussiste il pericolo che in caso di ribaltamento, il lavoratore o i lavoratori trasportati rimangano schiacciati tra parti dell’attrezzatura di lavoro e il suolo, deve essere installato un sistema di ritenzione. </li></ul>
  11. 11. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Soggetti del lavoro agricolo sottoposti agli obblighi del 81/08 TESTO UNICO 81/08 – Art. 21 . (Disposizioni relative ai componenti dell’impresa familiare di cui all’articolo 230-bis del codice civile e ai lavoratori autonomi). 1. I componenti dell’impresa familiare …, i lavoratori autonomi che compiono opere o servizi ai sensi dell’articolo 2222 del codice civile (contratto d’opera), i coltivatori diretti del fondo, i soci delle società semplici operanti nel settore agricolo, gli artigiani e i piccoli commercianti devono: utilizzare attrezzature di lavoro in conformità alle disposizioni di cui al titolo III; … Obblighi dei fabbricanti e dei fornitori TESTO UNICO 81/08 – Art. 23 . Sono vietati la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuali ed impianti non rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
  12. 12. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Nuova direttiva macchine recepita dal D.Lgs 17/2010-prodotti immessi sul mercato omologazione
  13. 13. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Requisito minimo di sicurezza dei trattori contro il ribaltamento <ul><li>  </li></ul><ul><li>I sistemi di protezione generalmente adottati nel caso dei trattori si basano sul principio di mantenere l’operatore all’interno di un “volume di sicurezza” o “zona libera”, in tal modo infatti, il rischio per l'operatore di restare schiacciato tra le parti costituenti il trattore ed il suolo può essere ragionevolmente escluso. </li></ul><ul><li>Per conseguire questo risultato, pertanto, occorre che il trattore sia equipaggiato con: </li></ul><ul><li>un vero e proprio dispositivo di protezione in caso di capovolgimento del trattore, ossia una struttura adeguatamente rigida installata direttamente sul trattore, avente essenzialmente lo scopo di garantire un volume di sicurezza destinato a contenere l’operatore (telaio di protezione); </li></ul><ul><li>un dispositivo che, indipendentemente dalle condizioni operative del trattore, trattenga l'operatore al posto di guida (cintura di sicurezza). </li></ul><ul><li>Tali obblighi risultano diffusamente disattesi a cagione, anche, di una serie di concorrenti circostanze, una delle quali è rappresentata dalla mancata disponibilità di precisi indirizzi tecnico-costruttivi almeno per talune tipologie di trattori ed assenza di soluzioni di adeguamento sul mercato. </li></ul>
  14. 14. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Maggio 2011
  15. 15. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  16. 16. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  17. 17. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Telaio abbattibile sedile + cintura Telaio non abbattibile Telaio non abbattibile
  18. 18. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Linea guida ISPESL
  19. 19. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  20. 20. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  21. 21. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  22. 22. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA TOTALE 39 schede
  23. 23. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA ID. DESCRIZIONE ATTIVITÀ A1 Progettazione, realizzazione e verifica presso il centro prove INAIL/ex ISPESL di Monte Porzio Catone di n. 10 strutture di protezione in caso di capovolgimento da installarsi su n. 10 trattori maggiormente rappresentativi del parco macchine della regione Molise ai fini del loro adeguamento ai requisiti di sicurezza di cui al punto 2.4 parte II allegato V al D.Lgs. 81/08. A2 <ul><li>Progettazione, simulazione, verifica funzionale e strutturale di strutture di protezione in caso di capovolgimento tali da consentire l’effettuazioni di lavorazioni sottochioma: </li></ul><ul><li>Strutture di protezione in caso di capovolgimento rigide compatte a quattro o sei montanti; </li></ul><ul><li>Strutture di protezione in caso di capovolgimento abbattibili/sollevabili in maniera automatica mediante apposito impianto idraulico controllate da sensori per la rilevazione dell’angolo di inclinazione del trattore; </li></ul><ul><li>Struttura di protezione in caso di capovolgimento “telescopica” di tipo automatico. </li></ul>A3 Sviluppo di un sistema inerziale da installare a bordo del trattore per il rilievo delle condizioni critiche ai fini del pericolo di ribaltamento.
  24. 24. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  25. 25. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Apparato Muscolare - Scheletrico - Nervoso - Tendineo - Vascolare - Movimentazione carichi Vibrazioni mano braccio Movimenti ripetuti Vibrazioni corpo intero Sovraccarico biomeccanico Posture incongrue
  26. 26. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Nuova tabella malattie professionali agricoltura 2008
  27. 27. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Vibrazioni corpo intero (WBV) Banca dati ISPESL
  28. 28. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA <ul><li>Livelli 80 - 85 - 87 dB(A) (187/05) </li></ul><ul><li>Livelli ppeak 112 – 140 - 200 Pa </li></ul><ul><li>Misurazioni fonometriche </li></ul><ul><li>Misure di prevenzione e protezione </li></ul><ul><li>Informazione e formazione </li></ul><ul><li>Sorveglianza sanitaria </li></ul>Rumore Hav Wbv Mmc <ul><li>No carichi limiti </li></ul><ul><li>Norma ISO 11228 </li></ul><ul><li>Misure di prevenzione e protezione </li></ul><ul><li>Informazione e formazione </li></ul><ul><li>Sorveglianza sanitaria </li></ul><ul><li>Livelli 2.5 - 5 m/s 2 </li></ul><ul><li>Misurazioni – banche dati </li></ul><ul><li>Misure di prevenzione e protezione </li></ul><ul><li>Informazione e formazione </li></ul><ul><li>Sorveglianza sanitaria </li></ul><ul><li>Livelli 0.5 – 1 m/s 2 </li></ul><ul><li>Misurazioni – banche dati </li></ul><ul><li>Misure di prevenzione e protezione </li></ul><ul><li>Informazione e formazione </li></ul><ul><li>Sorveglianza sanitaria </li></ul>Valutazione dei rischi fisici – testo unico
  29. 29. LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA FINANZIAMENTI IMPRESE ISI 2010-2013 <ul><li>L'INAIL finanzia attività promozionali della sicurezza sul lavoro consistenti in: </li></ul><ul><li>Progetti di investimento. </li></ul><ul><li>Progetti di formazione (non piu’ dal 2011-2012). </li></ul><ul><li>Progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi . </li></ul><ul><li>Gli interventi devono essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge. </li></ul><ul><li>L'entità delle risorse destinate al finanziamento per l'anno 2010 é stato di 60 milioni di euro. </li></ul><ul><li>L’importo è stato ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e del rapporto di gravità degli infortuni. </li></ul><ul><li>Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale e iscritte al Registro delle imprese. </li></ul>
  30. 30. Finanziamenti ISI 2010 1.216 294 7.868 5.073 572 1.723 1.823 4.239 2.349 1.006 1.718 4.414 4.570 4.710 1.086 1.080 10.460 4.127 1.467 194 Dati in K€ LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  31. 31. 2012 2011 2010 Programmazione finanziamenti 2011 - 2013 Programmazione Italia fondi strutturali* *dati provvisori 60 M€ 185 M€* 225 M€* 280 M€* 2013 <ul><li>2010 – 294.000* € </li></ul><ul><li>2011 – 906.000* € </li></ul><ul><li>2012 – 1.102.000* € </li></ul><ul><li>2013 – 1.372.000* € </li></ul><ul><li>*dati provvisori </li></ul>MOLISE LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  32. 32. FINANZIAMENTI IMPRESE <ul><li>Il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale pari al 50% delle spese ammissibili sostenute e documentate. </li></ul><ul><li>In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a € 100.000, il minimo € 5.000. </li></ul><ul><li>La procedura di attuazione è del tipo “valutativa a sportello” che prevede l'istruttoria delle agevolazioni secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande ed il superamento della soglia minima di punteggio pari a 90 (per il bando 2010). </li></ul><ul><li>Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a € 30.000, le imprese: </li></ul><ul><li>possono richiedere un’anticipazione del 50% dell’importo del contributo, che sarà concessa previa costituzione di garanzia fideiussoria a favore dell’INAIL; </li></ul><ul><li>nel caso di progetto di finanziamento, l’impresa è tenuta ad allegare alla domanda una perizia tecnica giurata. </li></ul>LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  33. 33. <ul><li>1) Progetti di investimento </li></ul><ul><ul><li>Dimensione aziendale </li></ul></ul><ul><ul><li>Rischiosità dell’attività di impresa </li></ul></ul><ul><ul><li>Destinatari dell’intervento </li></ul></ul><ul><ul><li>Finalità dell’intervento </li></ul></ul><ul><ul><li>Efficacia dell’intervento </li></ul></ul><ul><ul><li>2) Modelli organizzativi e di responsabilità sociale </li></ul></ul><ul><ul><li>Dimensione aziendale </li></ul></ul><ul><ul><li>Rischiosità dell’attività di impresa </li></ul></ul><ul><ul><li>Modello </li></ul></ul>Elementi di valutazione <ul><ul><li>Per tutti + bonus collaborazione parti sociali </li></ul></ul>LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  34. 34. <ul><li>TEMPI </li></ul><ul><ul><li>ENTRO FINE ANNO PUBBLICAZIONE BANDO REGIONALE </li></ul></ul><ul><ul><li>60 gg TRA BANDO E CLICK DAY per la preparazione dei progetti </li></ul></ul><ul><ul><li>60 gg DOPO IL CLICK DAY PER PRESENTARE LA DOCUMENTAZIONE </li></ul></ul><ul><li>ESEMPI DI PROGETTI FINANZIABILI IN AGRICOLTURA </li></ul><ul><ul><li>SOSTITUZIONE TRATTORE/ATTREZZATURE per la riduzione dei rischi fisici per infortunio e malattie prof. </li></ul></ul><ul><ul><li>INTERVENTO DI ADEGUAMENTO TRATTORI : SEDILI, ROLLBAR, ALBERO CARDANICO etc. </li></ul></ul><ul><ul><li>RIMOZIONE TETTOIE IN CEMENTO-AMIANTO </li></ul></ul><ul><ul><li>ADEGUAMENTO IMPIANTO ELETTRICO </li></ul></ul><ul><ul><li>SOSTITUZIONE DI MACCHINE con la riduzione dei rischi fisici </li></ul></ul><ul><ul><li>ACQUISTO DI MACCHINARI per la riduzione dei rischi chimici (irroratori) </li></ul></ul><ul><ul><li>ACQUISTO DI MONTACARICHI, NASTRI TRASPORTA- TORI, etc. per la riduzione dei rischi da movimentazione manuale dei carichi </li></ul></ul>LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA
  35. 35. Grazie per l’attenzione

×