5 startup a Start2Pitch 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

5 startup a Start2Pitch 2012

on

  • 1,800 views

Start2Pitch: 5 start-up selezionate si presentano al pubblico di Research to Business....

Start2Pitch: 5 start-up selezionate si presentano al pubblico di Research to Business.

A Start2Pitch 5 start-up selezionate avranno l’opportunità di presentare in pubblico il proprio progetto imprenditoriale agli investitori, agli imprenditori, ai ricercatori presenti a Research to Business.

L’iniziativa avrà luogo il 6 giugno nel pomeriggio a partire dalle ore 14,30 nell’area Star2B della manifestazione. Ciascuna delle 5 start-up avrà a disposizione un tempo massimo di 12 minuti per l’esposizione. Al termine di ciascuna pitching session il pubblico presente potrà sottoporre quesiti e richieste di chiarimento.

Statistics

Views

Total Views
1,800
Views on SlideShare
649
Embed Views
1,151

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

2 Embeds 1,151

http://www.emiliaromagnastartup.it 1146
http://asterdev.aster.site 5

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

5 startup a Start2Pitch 2012 5 startup a Start2Pitch 2012 Presentation Transcript

  • Presentazione delle 5 startup selezionate per:
  • CZTech è un progetto dimpresa del settore macchine e apparecchiature elettriche, elettroniche e ottiche.Messo a punto da ricercatori dellarea scienze fisiche, ha in programma la costituzione come spin-off del CNRal termine del percorso Spinner.L’attuale possibilità di impiego di raggi X e Y in diversi campi di applicazione ha reso necessario lo sviluppo ditecnologie di rivelazione sempre più performanti in termini di velocità, accuratezza, compattezza edeconomicità. La mission del team è lo sviluppo e realizzazione di prodotti basati sul semiconduttoreCZT, universalmente riconosciuto come materiale di riferimento, in alternativa ai materiali attualmenteutilizzati. I promotori del progetto sono, infatti, gli unici in Italia e tra i pochi in Europa a possedere lecompetenze tecniche necessarie alla produzione del materiale, di cui oggi si lamenta la scarsità di produttori.Forte di unesperienza decennale nella realizzazione di materiali semiconduttori presso lIMEM-CNR diParma, il gruppo ha in fase di brevettazione uno strumento di caratterizzazione del CZT, indispensabile pervalutare la qualità del materiale e quindi delle performance dei detector. Il deposito del brevetto èprevisto entro la fine del 2012. Il principale mercato di riferimento è quello delle aziende che operano nelcampo della misura della radiazione o utilizzano radiazioni ionizzanti.Il team, inoltre, vanta importanti collaborazioni con enti di ricerca e università sia italiane (Fisica/Parma, Fisicae INAF/Bologna, Fisica/Napoli) che estere (Università di Friburgo, Madrid, Praga, Brookhaven National Labs) eha a progetti di ricerca finanziati dalle Agenzie Spaziali Italiana ed Europea, dal Ministero, dalla Regione e daFondazione Cariparma.Link alla scheda: http://www.emiliaromagnastartup.it/imprese/cztech 9 maggio 2012 v. 2.0
  • JDM Systems è uno spin-off della ricerca universitaria costituito in srl nel gennaio 2010 e che opera nel settoremacchine e apparecchiature elettriche, elettroniche e ottiche, forte del contributo di un imprenditore con ventanni diesperienza dimpresa. La missione aziendale è lo sviluppo di idee tecnologicamente allavanguardianellambito della fotonica e dellelettronica, raccogliendo spunti della ricerca universitaria e dimpresa per portarliallo stadio di prodotto finito.I prodotti attualmente in sviluppo sono frutto di una continua collaborazione con il DEIS dell’Università diBologna, presso il quale lavorano due dei quattro soci, a cui si deve lidentificazione di una tecnologia originalenellambito della trasmissione su fibra ottica. Per sviluppare lidea, è nata JDM Systems. Nel maggio 2010 lazienda hadepositato domanda di brevetto di un innovativo connettore per fibre ottiche multimodali in grado diaumentare la banda di trasmissione della fibra sfruttando il lancio disassato della luce laser.JDM Systems ha in portafoglio due prodotti, con mercato di riferimento sia tecnico che consumer:•il connettore SmartMATE, in grado di sostituire un prodotto già presente sul mercato con uno equivalente che haingombri molto più ridotti (pochi cm rispetto al metro), prestazioni più elevate in termini di banda e di perditadinserzione, nonché costi decisamente inferiori;•SmarTRON, presa di corrente multipla con interfaccia web server. Ciascun punto-presa può essere attivato/disattivatoda remoto, e inoltre, principale novità, esso è in grado di comunicare in tempo reale via internet i consumi istantanei dicorrente. La connettività avviene via wireless, cavo ethernet o GPRS.LAzienda ha ricevuto un finanziamento dalla Regione Emilia-Romagna nellambito del POR-FESR 2007-2013.Link alla scheda: http://www.emiliaromagnastartup.it/imprese/jdm-systems 9 maggio 2012 v. 2.0 View slide
  • Laura Sapiens sviluppa, produce e commercializza beni e servizi adalto contenuto tecnologico o innovativo nel campo dellelettronica diconsumo e dell’information technology. In particolare Laura Sapiens èattiva nel campo della relazione uomo-computer e della gestionedellidentità digitale. EGO! è il primo sistema personale e integrato pergestire la relazione con i computer. I prodotti della famiglia sono EGO!SMARTMOUSE, EGO! KEYWI, EGO! SERVICE PACK e EGO! CLOUDS.Link alla scheda: http://www.emiliaromagnastartup.it/imprese/laura-sapiens 9 maggio 2012 v. 2.0 View slide
  • Costituita in srl nel 2008, Nekimol opera nello sviluppo e commercializzazione di programmi innovativi diigiene industriale (sostanze detergenti e sanificanti) rivolti all’industria alimentare e in grado di sostituirebuona parte delle procedure consolidate attualmente in uso.Con Nekimol è possibile liberarsi dellindustria chimica, promuovendo una fornitura a "zero km" di un elementochiave delle operazioni aziendali. Ciò avviene grazie allelettrochimica e allutilizzo di macchine per la generazionein situ di potenti sanificanti ecologici: usando soltanto sale, elettricità e acqua. I programmi proposti daNekimol, infatti, sfruttano in modo innovativo una tecnologia che è alla base dellindustria moderna: la sintesielettrochimica.Lofferta Nekimol si articola in due prodotti:•il generatore “Hypo”, basato sull’elettrochimica DSA, già in forma prototipica e pronto per la validazionein campo;•la tecnologia evoluta di generazione dei perossidi ad alta potenza, in fase di sperimentazione inlaboratorio.Lazienda utilizzatrice può, con un investimento modesto, abolire i costi attualmente sostenuti per l’acquisto, lostoccaggio, il maneggiamento e lo smaltimento di sostanze chimiche potenzialmente pericolose. Le sostanzegenerate dalle macchine POU (al punto dell’impiego) permettono un aumento fino a 50% della produttività dellemacchine industriali e un risparmio fino al 33% dell’acqua consumata; mentre la pulizia a freddo è in grado dieliminare quasi del tutto i consumi energetici nel ciclo detergente.Link alla scheda: http://www.emiliaromagnastartup.it/imprese/nekimol 9 maggio 2012 v. 2.0
  • Stem Sel è un progetto dimpresa del settore macchine e apparecchiature elettriche, elettroniche e ottiche, promosso da biologi.Nasce e si sviluppa in ambiente universitario, anche mediato da trasferimento tecnologico da uno spin-off accademico. Si basa suuna tecnologia brevettata per la selezione di cellule staminali con lobiettivo di portarla a livello pre-competitivo infunzione dello sfruttamento industriale nel mercato della terapia cellulare.L’idea d’impresa si fonda quindi su un prodotto che risponde alle esigenze produttive dei clienti finali, vale a dire le cell factoryproduttrici di preparati a base di cellule staminali. Tale prodotto sarà sviluppato tramite l’implementazione nel prototipo dilaboratorio esistente di tecnologie che porteranno alla realizzazione di una strumentazione scalabile che potrà contare su unportfolio di brevetti. Il prodotto in questione è una strumentazione a flusso in grado di eseguire selezione cellulare in manierainnovativa rispetto alle tecniche già presenti sul mercato. Potrà essere proposto sia come strumentazione di selezione cellulareindipendente a un prezzo tra le 5 e le 20 volte inferiore a quelli attuali della tecnica di riferimento, sia in accoppiamento ocomplementare alle tecniche di riferimento.Stem Sel collaborerà con il Consorzio Bologna Nanotech, nei cui locali già opera, costituito da aziende bolognesi del settorenanotecnologie, per fruire di servizi di incubazione e consulenze. E prevista una collaborazione con due srl del consorzio: byFlow,per l’operazione di trasferimento del know-how relativo alla tecnologia-base del prototipo, e Scriba per lo sviluppo del prototipo.E’ inoltre prevista una collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università di Bologna basata su un contratto checonsentirà a Stem Sel di svolgere attività di ricerca allinterno dell’ateneo.Il principale mercato di riferimento è costituito da banche cellulari e cell factory: le prime che raccolgono, conservano,trattano e distribuiscono cellule umane a scopo di trapianto; le seconde, industrie farmaceutiche il cui prodotto è unaformulazione a base cellulare. Il team ha aperto tavoli di discussione con investitori e mediatori di finanza di impresa. Il progettoè stato selezionato per BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo Start-Up Initiative, il più importante evento del biotech inItalia per il sostegno allo startup di nuove idee-impresa nel settore.Link alla scheda: http://www.emiliaromagnastartup.it/imprese/stem-sel 9 maggio 2012 v. 2.0
  • Contatti Per ricevere ulteriori informazioni in merito all’iniziativa Start2Pitch e sulle 5 startup selezionate, è possibile scrivere a: fiere@emiliaromagnastartup.it9 maggio 2012 v. 2.0