Your SlideShare is downloading. ×
0
GUERRA FREDDA1945 - 1990
Gli accordi di Yalta• I veri vincitori della Seconda Guerra Mondiale sonoUSA e URSS. Tra le varie nazioni nasce la volontà...
Due blocchi nel mondo• Gli accordi di Yalta presentavano un compromesso: nacqueròrivalità tra USA e URSS. L’area di influe...
Il blocco dell’Est• Con l’accordo di Yalta si decise di dividere Berlino in quattrosettori, ognuno occupato dalle potenze ...
Anticomunismo statunitense• Da parte americana, nel 1947 fu enunciata la «dottrina Truman» cheprevedeva l’impegno degli St...
Gli anni della distensione• Dopo la morte di Stalin nel 1953 la situazione sembrò piùrilassata. Nel 1955 quando divenne ca...
Crisi di Cuba e il Muro di Berlino• A fornire ulteriore distensione contribuì l’elezione nel 1960 delpresidente americano ...
Fine del disgelo• Dopo Krusciov la distensione terminò e assunse il potere inURSS Leonid Breznev ideatore della «sovranità...
Guerra del Vietnam• Succedette a Kennedy il presidente LyndonJohnson, il suo mandato fu segnato da unapolitica imperialist...
Crolla il comunismo• Con la perdita di prestigio degli USA, la forza sovietica aumentò. Breznev potenziòl’arsenale bellico...
Crolla l’URSSIl crollo dell’URSS fu causato da:• Diversa situazione interna dopo l’ascesa di Gorbaciov• Nell’URSS, essedo ...
Dall’URSS alla CSI• Nel 1990 si proclamarono indipendentiEstonia, Lettonia e Lituania, seguendo il loroesempio, nel 1991 m...
Solidarietà in Europa• Dopo la fine della seconda guerra mondiale gliStati europei compresero l’importanza diunirsi tra lo...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Guerra fredda

1,466

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,466
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
39
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Guerra fredda"

  1. 1. GUERRA FREDDA1945 - 1990
  2. 2. Gli accordi di Yalta• I veri vincitori della Seconda Guerra Mondiale sonoUSA e URSS. Tra le varie nazioni nasce la volontà dicostruire un nuovo ordine mondiale e i nazisti vengonopuniti con il processo di Norimberga, in modo che nonpossano più succedere eventi come quelli avvenutidurante la Seconda Guerra Mondiale. A Yalta nel1945, le potenze decidono di dividere la Germania indue aree di influenza, a est e a ovest, controllate daURSS e USA, questa divisione però si applicò in tuttal’Europa anche se non direttamente.• Per evitare ulteriori conflitti, si decise di crearel’Organizazzione delle nazioni unite (ONU) a SanFrancisco sempre nel 1945, partecipavano 51 stati.
  3. 3. Due blocchi nel mondo• Gli accordi di Yalta presentavano un compromesso: nacqueròrivalità tra USA e URSS. L’area di influenza si trasformerà in un veroe proprio territorio assegnato a partire dal 1948, infatti i due statierano completamente diversi politicamente. Gli Stati Uniti eranobasati sulla democrazia e sul libero mercato: capitalismo. L’UnioneSovietica aveva un modello autoritario e statalista, l’economiabasata su pianificazione e intervento dello Stato.• Erano state create anche istituzioni sovrannazionali ( l’OECE di paesioccidentali e il COMECOM di paesi del blocco orientale). Si crearonoanche alleanze militari. Il blocco occidentale con la NATO nel 1949 enel 1955 gli stati comunisti col Patto di Varsavia.• Si generò una pericolosa tensione internazionale. Un clima fatto disospetti e rivalità che favorì la corsa agli armamenti. Questo periodofu chiamato guerra fredda perché non si combatteva attraverso learmi ma con lo spionaggio, la PROPAGANDA e l’escalation alle armi(corsa agli armamenti).
  4. 4. Il blocco dell’Est• Con l’accordo di Yalta si decise di dividere Berlino in quattrosettori, ognuno occupato dalle potenze vincitrici. Gli alleativolevano unire i loro settori ma i Russi bloccarono tutti gliaccessi di Berlino tentando di impedire il progetto. StatiUniti e Inghilterra organizzarono un ponte aereo pergarantire i rifornimenti. Nel 1949 la Germania venne divisain Repubblica federale tedesca (USA) e dalla Repubblicademocratica tedesca (URSS).• Altri stati che vennero influenzati dall’URSS eranoPolonia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Albania eCecoslovacchia. La Jugoslavia invece era diventataRepubblica socialista federativa dal maresciallo Tito nel1946 ed essendo autonoma, Stalin giudicò un atto ditradimento quello del maresciallo Tito.
  5. 5. Anticomunismo statunitense• Da parte americana, nel 1947 fu enunciata la «dottrina Truman» cheprevedeva l’impegno degli Stati Uniti a intervenire a sostenere i popoliliberi contro le pressioni di minoranze militari o estere, per evitarel’espansione sovietica. Sempre nel 197 fu varato il piano Marhsall con ilquale gli USA intendevano sostenere finanziariamente i Paesi europei delblocco occidentale per la ricostruzione in seguito ai danni della guerra, conquesto mezzo gli USA volevano anche controllare politicamente questistati.• Nel 1950 scoppiò in Corea un conflitto tra Nord e Sud del Paese, sostenutida Unione Sovietica e Cina il prima e da Stati Uniti il secondo. A innescarelo scontro fu un tentativo dei coreani del Nord di unificare politicamente idue paesi in uno stampo comunista. Il conflitto si concluse nel 1953 con ilripristino della situazione precedente.• Negli USA si era diffusa un’atmosfera di sospetto nei confronti deicomunisti. Il senatore american McCarthy ispirò una campagnaanticomunista: maccartismo. I primi anni ‘50 erano per questo segnati dapersecuzioni e intolleranze politiche
  6. 6. Gli anni della distensione• Dopo la morte di Stalin nel 1953 la situazione sembrò piùrilassata. Nel 1955 quando divenne capo Nikita Krusciov irapporti USA-URSS conobbero un momento di distensione.Krusciov criticò la tendenza autoritaria e dittatoriale dellapolitica di Stalin e ci fu una minore pressione militaridell’URSS sui paesi del blocco dell’Est.• Nel 1956, in Ungheria e in Polonia si verificaronosollevazioni popolari per distogliersi dal controllo sovietico.Krusciov temendo una rivolta nel blocco orientale, invial’esercito per reprimere le rivolte, gli USA nonintervengono.• Nel 1957, in Egitto avvenne la nazionalizzazione del canaledi Suez. USA e URSS intimano Francia, Inghilterra e Israelead abbandonare il territorio occupato.
  7. 7. Crisi di Cuba e il Muro di Berlino• A fornire ulteriore distensione contribuì l’elezione nel 1960 delpresidente americano John Fitzgerald Kennedy. Kennedy divenneautore di una nuova politica. All’interno cercò di ridurre ladiscriminazione, mentre a livello internazionale elaborò la teoria di unanuova frontiera di pace.• Nel 1961, ci fu un dibattito tra USA e URSS perché non si trovavanod’accordo sulla divisione di Berlino. I sovietici decisero di erigervi unmuro che divideva la città.• Dal 1955 al 1961, a Cuba scoppiò una rivoluzione guidata da FidelCastro che volevo eliminare la dittatura filoamericana e creare unarepubblica socialista.• Nel 1962 si rischiò una guerra atomica in seguito al posizionamento ditestate nucleari sull’isola di Cuba, Kennedy cercava di convincerel’URSS al ritiro dei missili e dopo giorni di tensione, Krusciov, grazie agliappelli di Papa Giovanni XXIII e di JFK, ordinò il ritiro dei missili.
  8. 8. Fine del disgelo• Dopo Krusciov la distensione terminò e assunse il potere inURSS Leonid Breznev ideatore della «sovranità limitata» neiconfronti dei paesi dell’Est: Mosca si riservava il diritto diimpedire ogni rivendicazione e ogni forma di dissidenza.Per questo motivo le truppe sovietiche invasero laCecoslovacchia per prevenire la diffusione della politica delsegretario del partito comunista cecoslovacco, AlexenderDubcek, definita «primavera di Praga». Questa era basatasulla concessione di libertà politiche e civili, regoleeconomiche meno rigide, concessione di maggior potere aisindacati e alla realizzazione di un comuniscmo più umano.L’intervento sovietico non procurò alcuno spargimento disangue nel paese.
  9. 9. Guerra del Vietnam• Succedette a Kennedy il presidente LyndonJohnson, il suo mandato fu segnato da unapolitica imperialista nel Sud-Est asiatico. IlVietnam, nel 1954, era diviso in due Stati: uno aNord comunista e uno a sud appoggiato dagliUSA. Quando le truppe del Nord invasero lo statodel sud, Kennedy decise di inviare delle truppeamericane nel 1962. Essendosi dimostratadisastrosa e inutile, il presidente americanoRichard Nixon nel 1973 ritirò le truppe. Gli stativietnamiti vennere unificati sotto il potere di HoChi Minh, leader comunista
  10. 10. Crolla il comunismo• Con la perdita di prestigio degli USA, la forza sovietica aumentò. Breznev potenziòl’arsenale bellico e il momento più significativo fu quando invase, nel1979, l’Afghanistan ricco di petrolio. Ronald Reagan, presidente degli Stati Unitiriprese la corsa agli armamenti. La prima metà degli anni ‘80 viene chiamata«seconda guerra fredda».• Nel 1985 fu eletto in URSS Mikhail Gorbaciov che ispirò la sua politica su dueprincipi: trasparenza e ristrutturazione. Fece ritirare le truppedall’Afghanistan, sospese gli esperimenti atomici e aprì gli accordi con gli USA perla riduzioe degli armamenti. Cercò di ridimensionare il ruolo del Partito comunistae promosse la liberalizzazione dell’informazione e della cultura. Attivò una serie diriforme economiche: socialismo che introduceva il libero mercato.• Fu sciolto il Patto di Varsavia e le truppe furono ritirate. Nel 1989 e nel 1990 inPolonia e in Ungheria avvennero le prime elezioni. Come conseguenza crollaronogli altri regimi comunisti europei. L’Ungheria aprì le porte all’Austria e i cittadinidella Germania dell’Est fggirono. Con una rivolta popolare pacifica, nel 1989 fuabbattuto il muro di Berlino. In Romania continuavano gli scontri.• Nel 1990 la Germania si riunificò e si ebbero libere elezioni in Cecoslovacchia chesi divise in Repubblica Ceca e Rep. Slovacca
  11. 11. Crolla l’URSSIl crollo dell’URSS fu causato da:• Diversa situazione interna dopo l’ascesa di Gorbaciov• Nell’URSS, essedo costituita da territori con razze eculture diverse, si crearono spinte separatiste.Lo smantellamento del regime comunista causò una gravacrisi in Russia dove diventò popolare il politico Boris Eltsinche proponeva di dare spazio al libero mercato. Eltsin nel1991 venne eletto alla presidenza della Repubblicafederale russa. Eltsin proponeva la totale liberalizzazionedelle attività produttive ma una crescita di una minoranzaricca spregiudicata e crudele e un aumento della povertànella maggioranza della popolazione.
  12. 12. Dall’URSS alla CSI• Nel 1990 si proclamarono indipendentiEstonia, Lettonia e Lituania, seguendo il loroesempio, nel 1991 molte altre nazioni sidichiaravano indipendenti.• L’8 dicembre 1991 nasce la Comunità di StatiIndipendenti (CSI), una confederazione di statilegati fra loro per ragioni di difesa e rapportieconomici.• Il 25 dicembre 1991, con la dimissione diGorbaciov si ha la fine ufficiale dell’URSS.
  13. 13. Solidarietà in Europa• Dopo la fine della seconda guerra mondiale gliStati europei compresero l’importanza diunirsi tra loro, dapprima economicamente e epoi politicamente, inaugurando un percorsocomune che li avrebbe portati alla creazionedell’Unione Europea.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×