• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
ISNART - Studio sullo stato dell’arte del turismo “green” in Lombardia
 

ISNART - Studio sullo stato dell’arte del turismo “green” in Lombardia

on

  • 2,159 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,159
Views on SlideShare
1,459
Embed Views
700

Actions

Likes
0
Downloads
50
Comments
0

3 Embeds 700

http://www.ecoworldhotel.com 692
http://www.ecoworldshop.it 5
http://ecoworldhotel.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    ISNART - Studio sullo stato dell’arte del turismo “green” in Lombardia ISNART - Studio sullo stato dell’arte del turismo “green” in Lombardia Presentation Transcript

    • Studio sullo stato dell’arte del turismo “green” in Lombardia a cura di Flavia Maria Coccia Istituto Nazionale Ricerche Turistiche Milano, 15 febbraio 2012
    • ISNART S.c.p.A Istituto Nazionale Ricerche Turistiche - S.c.p.A. Chi è Costituito a Roma il 16.12.1992 • Studi e pubblicazioni sul turismo; Sistema Camerale Italiano (85%) • Indagini, rilevazioni e progetti di fattibilità;Soci Confcommercio, Confturismo, Federalberghi Cosa fa • Attività editoriali e di promozione nel settore e Fipe (15%) turistico; • CCIAA ed aziende partecipate; • Organizzazione di convegni.Clienti • Organizzazioni imprenditoriali; • Istituzioni nazionali ed Enti locali; Mercato Intero fenomeno turistico • Organizzazioni internazionali. Osservatori territoriali Osservatorio Nazionale sul sul turismo turismo (Legge 80/2005) all’interno dell’accordo In collaborazione con 84 Camere di tra Unioncamere e Dipartimento per la Commercio, 6 Regioni e le principali competitività del Turismo e 7 Regioni organizzazioni di categoria. www.isnart.it 2
    • ISNART S.c.p.AStudio del fenomeno turistico Formazione Supporto alle imprese www.isnart.it 3
    • Il turismo “green” Obiettivo: indagare il fenomeno del turismo “green” al fine di individuare le linee guida e le strategie per lo sviluppo di una destinazione competitiva ed eco-sostenibile Gli step di analisi del mercato turistico L’offerta ricettiva La domanda turistica Approccio ecocompatibile delle strutture ricettive Analisi del profilo del turistacomprendere quali sono le attività ecosostenibili già Green, per il quale la sceltaradicate sul territorio della destinazione èvalutare l’eventuale necessità di azioni di influenzata da:sensibilizzazione ed informazione rispetto dell’ambienteFocus su hotel e ristoranti certificati Ospitalità Italiana tutela del patrimonioLa commercializzazione sui cataloghi dei Tour operator: paesaggisticoverificare la competitività dei prodotti turistici regionali sviluppo sostenibile dellegati al turismo green sul mercato internazionale ed territorio e del tessuto urbanoitalianoverificare la presenza di itinerari green nei principaliportali www.isnart.it 4
    • L’offerta ricettiva della Lombardia www.isnart.it 5
    • Analisi dell’offerta “verde” della Lombardia da un punto di vista infrastrutturale Fonte Osservatorio turistico regionale , Unioncamere Lombardia Indagine Analisi delle performances delle imprese ricettiveMetodologia L’analisi a mezzo questionario si è rivolta a di 1.755 operatori lombardi del ricettivo (sia alberghiere che extralberghiere) al fine analizzare lo scenario dell’approccio eco-sostenibile della Lombardia (e delle singole province). Focus su un totale di 357 strutture tra alberghi e dei ristoranti certificati “Ospitalità Italiana”. www.isnart.it 6
    • ANALISI DELL’OFFERTA: Approccio eco-compatibile delle strutture ricettive lombarde A livello provinciale Lodi 100,0% Cremona 92,2% Varese 91,3% Milano 91,3% Lecco 90,2% Bergamo 90,2% Mantova 88,2% Sondrio 87,3% Brescia 86,0% Como 85,2% Pavia 85,2% Monza Brianza 78,9% A livello territoriale L’88% delle strutture ricettive lombarde dichiara di Terme 95,3% adottare azioni di sensibilizzazione ambientale Città 90,3% Collina - pianura 88,3% (+3,7 punti percentuali rispetto al dato Italia) Altre località 88,0% Livelli più alti nelle province di Lodi, Cremona, Varese Montagna 86,9% e Milano e nelle aree termali Lago 86,8%Fonte: Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 7
    • Macro aree di gestione dell’attività di tutela ambientaleFonte: Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 8
    • Principali attività di tutela ambientale per macro aree di gestione Confronto Lombardia ItaliaFonte: Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 9
    • Le pratiche eco-sostenibili a livello provinciale: Certificazioni ambientaliFonte: Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 10
    • L’APPROCCIO ECO-SOSTENIBILE DEGLI ALBERGHI CERTIFICATI OSPITALITA’ ITALIANA: Confronto Lombardia Italia Principali attività in Lombardia Lombardia Italia (punteggio da 0 a 10) Lampadine a basso consumo energetico (9,2;media Italia 8,9)Risparmio energetico 6,6 6,5 Caldaie a gas ed efficienza energetica (9,1; 8,7 media italia) Utilizzo del doppio pulsante di scarico del WC (8,7; media Italia 6,2)Risparmio idrico 6,3 5,3 Lavastoviglie/lavatrici a risparmio idrico (8,5; media Italia 7,8) Corretto dosaggio detergenti (6,0; media Italia 6,8)) Gestione rifiuti e delle risorse (5,7; media Italia 5,4)Formazione del 5,8 5,9 Mantenimento e manutenzione delle attrezzaturepersonale (5,8, media Italia 5 ,5) Tematiche ambientali (5,7, media Italia 5,3)Rifiuti 3,0 3,4 Raccolta differenziata (8,9; media Italia 8,6)Informazioni agli Informazioni sull’ambiente circostante (4,5; media Italia 3,1) 1,9 1,7ospiti Sensibilizzazione all’utilizzo dei mezzi pubblici (4,4; media Italia 3,1) Alimenti biologici ed i prodotti tipici locali (5,1; media Italia 5,2)Eco-acquisti 1,4 2,7 Predisposizione stanze per non fumatori (4,8; media Italia 6,6) Complessivamente emerge un approccio eco-compatibile in linea con le tendenze nazionali Risparmio energetico ed idrico sono le pratiche più diffuse di tutela delle risorse naturali; le pratiche di formazione si concentrano sulla formazione del personale. www.isnart.it 11Fonte: elaborazioni Isnart
    • L’APPROCCIO ECO-SOSTENIBILE DEI RISTORANTI CERTIFICATI OSPITALITA’ ITALIANA: Confronto Lombardia Italia Principali attività in Lombardia Lombardia Italia (punteggio da 0 a 10) Rifiuti 9,6 9,1 Raccolta differenziata (9,6; media Italia 9,1) Utilizzo di sistemi per il risparmio idrico (8,0; media Italia 6,8) Risparmio idrico 5,8 5,0 Utilizzo di sistemi per il trattamento delle acque di scarico (7,7; media Italia 6,0) La struttura utilizza sistemi per il risparmio energetico Risparmio energetico 4,1 4,1 (8,7; media Italia 8,5) Il personale è informato/sensibilizzato su tematiche ambientali Formazione del 3,1 4,5 (3,1; media Italia 4,5) personale Informazioni agli Azioni di sensibilizzazione ambientale verso la clientela (2,3; media Italia 2) 2,4 2,1 ospiti Sensibilizzazione all’utilizzo dei mezzi pubblici (2,4; media Italia 2,3) Eco-acquisti 0,1 0,1 La struttura dispone di mezzi di trasporto ecologici (0,1; media Italia 0,1) Particolare attenzione al risparmio idrico e al riciclo dei rifiuti ma poca predisposizione verso la formazione del personale sulle tematiche ambientaliFonte: elaborazioni Isnart www.isnart.it 12
    • Analisi della presenza sui cataloghi dei Tour Operator Al fine di conoscere la commercializzazione del prodotto “green” in Lombardia sono stati studiati i cataloghi dei tour operator Nazionali Internazionali Analisi dati To Nazionali e Osservatorio Nazionale del Turismo- Fonte portali turistici dati Unioncamere Sono stati esaminati i prodotti e le località Ogni anno vengono intervistate 529 tour operatorMetodologia vendute dei principali Tour Operator internazionali attraverso indagine C.A.T.I. al fine Nazionali, e la presenza di itinerari “green” di conoscere i prodotti e le destinazione itlaiane nei principali portali turistici commercializzate dai To internazionali www.isnart.it 13
    • La commercializzazione sui cataloghi dei Tour operator internazionali Prodotti legati al turismo green Commercializzato dal 30,1% dei TO che trattano la regione e Lago venduto in 10 Paesi europei e in USA, Canada, Brasile, India, Corea e Australia Prodotto commercializzato dal 26,6% dei TO che trattano la regione Città e venduto sul mercato europeo (23,1%) in 10 Paesi, in Usa, Canada, Brasile, India, Giappone, Cina e Corea Venduto dal 7,7% dei TO che trattano la regione, in Germania, Regno Unito,Russia,Belgio, Svezia, Canada, Cina, Corea ed Sport Australia. Gli sport più richiesti sono trekking, ciclismo e calcio, seguiti da sci, tennis e golf Venduta dal 4,6% dei TO che trattano la regione, in Germania, Montagna Regno, Repubblica Ceca, Polonia, Danimarca, UsaFonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 14
    • La commercializzazione sui cataloghi dei Tour operator italiani La montagna (56%) è il prodotto con il maggior numero di proposte per viaggi e pacchetti turistici green A livello provinciale Sondrio e Brescia contano circa il 76% dell’offerta verde dei buyer italiani Aprica (17%), Como e Ponte di Legno (10%) sono le località con il maggior numero di riscontriFonte: Osservatorio Nazionale del Turismo- dati Unioncamere www.isnart.it 15
    • Gli itinerari verdi sui portali turistici specializzati Tematiche degli itinerari presenti sui portali turistici possibili più risposte % su totale portali Turismo sostenibile e responsabile 44,4 Escursioni e itinerari paesaggistici 33,3 Didattica ed educazione ambientale 19,4 Biodiversità e tutela del territorio (ecologia e sostenibilità) 19,4 Cicloturismo 16,7 Mobilità dolce 13,9 Eventi 13,9 Foreste e parchi naturali 13,9 Trekking 13,9 Agricoltura e ruralità 8,3 Turismo fluviale 8,3 Sport e benessere 5,6 Ecomusei 5,6 Divertimento e avventura 2,8 Ippoturismo 2,8 Turismo congressuale 2,8Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 16
    • La domanda turistica “green” in Lombardia www.isnart.it 17
    • La domanda: il turista green Fonte Osservatorio turistico regionale , Unioncamere Lombardia Rilevazione sui comportamenti turistici dei turisti, il grado di Indagine soddisfazione e i comportamenti di consumo e l’impatto economico del turismo in Lombardia. L’analisi mette in luce i comportamenti di consumo del turista e Obiettivo permette di comprendere i dettagli di consumo dei turisti dell’area interessati ai prodotti turistici, misurare il grado di soddisfazione rispetto ai prodotti, ai servizi ed all’offerta turistica locale, valutare il giro d’affari apportato dal turismo nell’area e l’impatto economico che questo attiva sul territorio. L’indagine field a mezzo questionario direttamente somministrato siMetodologia rivolge a 6.478 turisti tra italiani e stranieri, che hanno soggiornato almeno una notte nelle località (3 step stagionali di indagine estate – autunno - inverno) da cui sono stati selezionati 2000 turisti che reputano il rispetto per l’ambiente un aspetto importante per la scelta della vacanza. www.isnart.it 18
    • Il peso del turismo green in Lombardia Il turismo green rappresenta il 22,5% dei flussi turistici della regione: 20,1% italiani 24,8% stranieri A livello territoriale le province su cui incide maggiormente sono quelle più legate al prodotto lacuale: Varese (57,8%), Como (41,8%) e Lecco (40,9%)Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 19
    • Il turismo green: la provenienza dei turisti Italiani: 42,4% Stranieri: 57,6% Elevata la quota di turismo interno e di prossimità I principali bacini di origine sono i tradizionali (il 40,6% dei turisti italiani risiede in Lombardia) mercati stranieri della regione: Seguono Emilia Romagna (11,4%), Lazio (8%) e Regno Unito (19,2%), Germania (18,9%) e Veneto (5,4%) Francia (18,5%)Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 20
    • Il turismo green: identikit I turisti uomini sono il 65,4%, Sesso le donne rappresentano il 34,6%. L’81,4% ha fino a 50 anni; Età in particolare il 17,1% ha fino a 30 anni; il 36,9% tra i 31 e i 40 anni; il 27,4% tra i 41 e i 50 anni Maggiore la quota di diplomati (56,5%); Titolo di studio il 27,6% dei turisti è laureato Sposati o conviventi, il 38,6% con figli ed il 27,1% Stato civile senza figli. Circa tre turisti su 10 sono singleFonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 21
    • Il turismo green: le principali motivazioni Motivazione principale del soggiorno possibili più risposte, % calcolata sul totale turisti Italiani Stranieri Totale Il turista green è motivato dalla Vedere un posto mai visto 8,2 32,9 22,4 curiosità per un luogo Bellezze naturali 22,8 20,0 21,2 sconosciuto (22,4%),dalle Posto per riposarsi 18,1 19,9 19,2 Ha i parenti/amici che lo ospitano 25,5 11,7 17,6 bellezze naturali (21,2%) e dal Praticare particolare sport 27,6 9,6 17,2 desiderio di relax (19,2%) Destinazione esclusiva 5,8 23,5 16,0 Sono importanti anche la Ricchezza patrimonio artistico 12,6 14,4 13,7 possibilità di praticare sport Shopping 11,4 11,6 11,5 (17,2%, in particolare tra gli Prezzi convenienti 5,0 13,2 9,7 italiani e nelle province di Abbiamo la casa in questa località 12,1 7,2 9,3 Sondrio e Bergamo) Motivi lavoro 8,0 7,8 7,9 Per i divertimenti 8,1 7,0 7,5 e la ricchezza del patrimonio Assistere eventi culturali 4,5 6,8 5,8 artistico (13,7%) Per il gusto dellavventura 0,6 9,3 5,6 Interessi enogastronomici 3,9 5,3 4,7 Assistere eventi sportivi 5,9 2,3 3,8Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 22
    • Il turismo green: i canali di comunicazioneCanali di influenza sulla scelta del soggiornopossibili più risposte, % calcolata sul totale turisti Oltre che dall’esperienza personale (per circa 3 turisti Italiani Stranieri Totale su 10 non è la prima visita)Cera già stato/esperienza 46,3 24,4 33,6personale la clientela è influenzata daInternet 18,3 33,6 27,1 offerte e informazioni su Informazioni su Internet 13,9 26,0 20,9 Internet (27,1%) e dal Offerte su Internet 5,4 15,9 11,5 consiglio di amici e parentiConsiglio, racconti di amici, parenti, (23,7%). 27,0 21,3 23,7familiari L’impiego di Internet èPubblicità 1,2 10,8 6,7 maggiore tra gli stranieri Pubblicità in TV 0,8 4,6 3,0 (33,6%) e nelle province di Pubblicità sulla stampa 0,4 3,2 2,0 Milano, Pavia e Mantova. Pubblicità alla radio - 2,6 1,5 Tra gli italiani prevalgono Pubblicità su affissioni - 1,4 0,8 l’esperienza personaleGuide turistiche 3,2 5,2 4,3 (46,3%) ed il passaparolaConsiglio di enti/uffici turistici presso 1,6 5,8 4,0 (27%).cui si è recato Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 23
    • Il turismo green: le attività svolte durante il soggiornoAttività svoltepossibili più risposte; % calcolata sul totale turisti Italiani Stranieri Totale Vacanze all’insegna dello sport e delEscursioni 40,9 49,3 45,7 contatto con la natura:Praticato sport 48,6 38,7 42,9 il 45,7% dei turisti esplora il territorioSono andato al lago 24,2 42,5 34,7 con escursioni giornaliere ed il 42,9%Shopping 23,9 39,9 33,1 pratica sport.Visita di musei e/o mostre 15,8 29,1 23,4Ho visitato il centro storico 22,1 17,6 19,5 I turisti abbinano alla vacanza verdeDegustato prodotti tipici locali 15,9 21,0 18,8 anche la scoperta della tradizioneMonumenti e siti di interesse enogastronomica e culturale locale:archeologico 7,9 9,4 8,8 tra le attività spiccano la degustazioneSpettacoli musicali 7,8 8,8 8,3 di prodotti tipici locali (18,8%),Gite in barca a noleggio 1,4 11,7 7,4Ho lavorato 6,5 3,9 5,0 le visite di musei e mostre (23,4%),Spettacoli sportivi 5,0 4,6 4,7 del centro storico (19,5% )e diPartecipato a eventi enogastronomici monumenti (8,8%) 5,4 3,7 4,4Centri benessere 5,6 2,8 4,0Spettacoli teatralio cinematografici 5,2 3,1 4,0Acquistato prodotti tipici e/odellartigianato locale 7,4 0,8 3,6 Fonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 24
    • Il turismo green Oltre al turismo green in senso stretto emerge un mix di prodotti turistici Prodotto Province Green-Sport Prodotto che interessa tutta la regione, in particolare le province di Sondrio e Bergamo Green- Province di Varese, Enogastronomia Cremona, Sondrio e Bergamo Green-Cultura Province di Lodi, Como, Bergamo e MilanoFonte: elaborazione Isnart su dati Osservatorio turistico regionale, Unioncamere Lombardia www.isnart.it 25
    • Le direttrici per lo sviluppo di una destinazione competitiva ed eco-sostenibile OFFERTA DOMANDA Investimenti mirati, promo-commercializzazione, studi e ricerche (monitoraggio domanda/offerta) Enogastronomia Intercettazione nuovi mercati/target Natura Cultura Folcklore Sport Applicazione nelle strutture ricettive Offerta multi-prodotto Benessere delle pratiche di eco-sostenibilità Varietà delle attività/iniziative proposte dal territorioServizi specializzati Servizi specializzatiDestagionalizzazione dell’offerta Turismo “Green” Dotazione infrastrutturale adeguataIntegrazione delle iniziativeItinerari/percorsi/pacchetti “green” Sensibilizzazione operatori Soddisfazione del turista green In-formazione sulle buone pratiche di tutela e valorizzazione Sensibilizzazione della clientela ambientale www.isnart.it 26
    • Azioni da implementare per promuovere un turismo eco-sostenibileSensibilizzazione e collaborazione della filiera turistica in un’ottica di eco-efficienzaIntegrazione della filiera produttiva nel concetto di eco-sostenibilità (promozione e tutela deiprocessi sostenibili di produzione/trasformazione, limitazione dello sfruttamento del suolo e dellavegetazione, utilizzo delle piantagioni e delle razze da allevamento autoctone, promozione dellafiliera corta e dei prodotti a km zero, ecc) e selezione dei fornitori in base al loro comportamentoambientaleDiffusione delle buone pratiche ambientali delle imprese, dei turisti e delle amministrazioni localiIntegrazione di più prodotti turistici locali attraverso la creazione di una offerta multi-prodotto, ilcui fulcro è il prodotto natura da cui si irradiano più opzioni collaterali e la creazione di una “marcaterritoriale sostenibile”Proposta di percorsi, itinerari e pacchetti che soddisfino le esigenze del turista “green”Strutturazione di una rete di servizi ed attività durante tutto l’arco dell’anno abbattendo lelimitazioni stagionali dei prodotti turistici localiPromozione degli acquisti verdiAdeguamento infrastrutturale del territorio (noleggio auto ibride/ecologiche, mezzi pubblici eprivati elettrici o comunque con bassi livelli di emissioni dannose, piste ciclabili, bike/car sharing,ecc)Promo-commercializzazione dell’offerta eco-sostenibile lombarda e milaneseIntercettazione di nuovi mercati-obiettivo e nuovi targetAttrarre investimenti nell’ambito del settore della tutela ambientale www.isnart.it 27
    • Grazie per l’attenzione tel: 06.20.39.89.1 fax: 06.85.40.516 www.isnart.it f.coccia@isnart.it www.isnart.it 28