Uploaded on

Il numero 9 di EXtra, l'house organ di EXITone

Il numero 9 di EXtra, l'house organ di EXITone

More in: Real Estate
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
167
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. n. 9 | 2012 Trimestrale dinformazione sul mondo EXITone |in questo numero| In evidenza Network Best practice Tutte le novità del Business EXITone e i Tutor EXITone premiata Network EXITone sempre più social per il Progetto Mercurio pag. 3 pag. 5 pag. 12
  • 2. | 2 | Editoriale Pronti, partenza, via! Alexandra Mogilatova C ari lettori, Un sistema che si appoggia a tecno- A seguire vi proponiamo un’antepri- l’autunno rappre- logie all’avanguardia per andare incon- ma sulla nostra attività editoriale con senta da sem- tro alle esigenze dei Tutor e in grado di la presentazione del nuovo libro curato pre il vero ‘inizio offrire esclusivi servizi che vanno dalla dal Presidente Ezio Bigotti e pubblicato dell’anno’ e, dopo la formazione in modalità m-learning at- dal Sole 24 Ore nella collana “Manage- meritata pausa esti- traverso App esclusive, accordi quadro ment Immobiliare”: ‘La riqualificazione va, siamo pronti per e convenzioni con enti privati per svi- energetica nella sanità. Dal sistema proseguire i nostri luppare nuove opportunità di business, complesso ospedaliero al modello di progetti e affrontare nuove App tecniche per le attività sul efficientamento energetico’. nuove sfide, senza campo e un uso professionale dei Social Il volume affronta un tema di cruciale farci scoraggiare Network per fare conoscere la propria importanza e di grande attualità in con- dalle previsioni pes- professionalità. nessione con le recenti normative in am-simistiche ma puntando sempre di più Sempre legato al Business Network bito di spending review e con le semprealla diffusione di una cultura d’impresa EXITone vi presentiamo l’innovativo più necessarie politiche legate alla ridu-basata su competenza ed esperienza. progetto del Cappotto Attivo, ideato dal zione dei consumi: il tema centrale del Non a caso nel numero preceden- nostro Tutor Gianfranco Pellegrini che, libro è, infatti, la gestione del risparmiote di EXtra abbiamo dimostrato come dopo averci illustrato la caldaia “TINA” energetico nelle strutture ospedalierecreatività ed esperienza siano il motore sullo scorso numero, prosegue la sua analizzato da un punto di vista sia teo-adottato da EXITone per muovere un ap- collaborazione con l’Innovation Factory rico che pratico, proponendo anche laproccio, creativo e pragmatico insieme, dell’AREA Science Park di Trieste con case history dell’energy hub implemen-che supporti il nostro lavoro quotidiano e questo nuovo prodotto che traina un tato sull’Ospedale di Bussolengo.le nuove avventure professionali. percorso di ricerca innovativo nel cam- Oltre alle iniziative in fase di start- Con grande soddisfazione, possiamo po del risparmio energetico in edilizia up, continuano a darci grandi sod-dire che il nostro modus operandi si è civile. disfazioni i progetti ancora in corso.dimostrato ancora una volta vincente. In un’ottica volta allo sviluppo del Lo scorso maggio abbiamo ricevuto ilE sono i fatti stessi a dimostrarlo, come Business Network EXITone, abbiamo premio “Best Practice” di Forum PA perscoprirete sfogliando questo nuovo nu- rinnovato e potenziato la corporate com- la nostra partnership con la Fondazionemero di EXtra che, da questa uscita,punta sempre di più sulla diffusione di- munication di EXITone in chiave social, a Enasarco per la realizzazione del Pro-gitale e sull’apertura dei contenuti alla partire dal gruppo di discussione Linke- getto Mercurio, un ambizioso progettoRete e ai Social Network. dIn “EXITone Extra”. di asset management e housing sociale. EXtra infatti diventa un e-magazine Il gruppo nasce per diventare, non Vi proponiamo, inoltre, un’intervistae potete sfogliarlo comodamente dal vo- solo la versione online di questa rivista, a Luca Pons, Direttore Commerciale distro pc o dal vostro tablet semplicemen- ma anche un punto di incontro fra pro- GEFIntermediazioni, che ci presenta lete andando sul nostro sito e sul nostro fessionisti che operano nel nostro setto- novità della società controllata da EXI-blog. re. Oltre ad essere un luogo di incontro Tone, specializzata in servizi di agency, Partiamo dal rinnovato Business e discussione, sta diventando anche un vendita, acquisto e locazione di immo-Network EXITone che esponiamo nel laboratorio di idee. Un progetto inte- bili.primo articolo. ressante, fra quelli arrivati sul Gruppo, In conclusione, per il consueto spa- La rete dei Tutor dell’Immobile si riguarda i parcheggi automatizzati e zio dedicato alla novità normative, vipresenta con una nuova fase operativa meccanizzati per unità immobiliari ad proponiamo un focus sul Decreto “Svi-caratterizzata da multimedialità e in- uso residenziale dell’architetto Gian- luppo”, ripercorrendo tutte le tappe cheterattività per potenziare un sistema di franco Grecchi, una soluzione ottima- hanno portato alla sua entrata in vigoreprofessionisti, unico nel suo genere, poi- le che contribuisce alla valorizzazione e soffermandoci sulle novità riguardantiché racchiude in sé l’intraprendenza del particolarmente degli immobili urbani di il settore dell’immobiliare.libero professionista unita alla forza del cui vi diamo un’anticipazione nel corso Buona lettura!brand EXITone. dell’articolo. Alexandra Mogilatova
  • 3. il Network |3|Business Network EXITone:tutte le novità per i Tutor dell’ImmobileL a parola chiave della nuova fase Tone il professionista decide di investi- le sfide di una periodo così delicato ma operativa del Network di EXITone re in un percorso di formazione gestito strategico. è business networking, tradotto da professionisti per affiancare alle pro- Il miglior modo per rispondere a letteralmente “fare rete di affari” , prie specifiche competenze quegli skills questa ‘sfida’ è farsi trovare pronti e quindi avviare una serie di attività che caratterizzano il lavoro quotidiano preparati, puntando su una continua esocio-economiche per le quali gruppi di di una realtà aziendale consolidata del qualificante formazione professionaleindividui con medesimi interessi si ri- livello di EXITone garantita da un percorso creato ad hocconoscono, creano e agiscono attorno da professionisti operanti in una realtàad opportunità di business. aziendale e pensato per i liberi profes- Attorno a questo concetto di busi-ness network ruota la rinnovata mis- Cosa vuol dire essere sionisti, dal taglio strettamente operati- vo e mirato allo svolgimento di attivitàsion del Network dei Tutor dell’Immo-bile: aggregare in una vera e propria ‘Tutor dell’Immobile’ tecniche. Per rispondere a questi obiettivipartnership la forza di un sistema or- Il Tutor dell’Immobile è un soggetto EXITone concede, in comodato d’uso,ganizzato ed efficace con il dinamismo integrato nella catena industriale dei ai propri affilati un Ipad, con cui ognidei liberi professionisti. servizi EXITone per i grandi portafogli affiliato sarà in grado di accedere alla Architetti, Geometri, Ingegneri, Pe- immobiliari e, allo stesso tempo, un piattaforma e-learning e all’applicazio-riti daranno vita ad una rete di profes- soggetto specializzato in grado di pro- ne EXITone MLearning. In altre parole,sionisti qualificati, certificati, formati porre e applicare processi di valorizza- con l’Ipad e/o attraverso la piattaformae fidelizzati, distribuiti ed operanti sul zione e riqualificazione anche alla pic- via web, l’affiliato può accedere ai corsiterritorio nazionale. Una rete organiz- cola e media proprietà immobiliare. di formazione e al materiale didattico edzata e coordinata essenzialmente me- Una figura professionale, certifica- editoriale di EXITonediante tecnologie multimediali che ha ta ISO 9001, che unisce la flessibilità dedicato a quegli ar-come obiettivo quello di promuovere la del libero professionista con un siste- gomenti che sono ilriqualificazione, l’adeguamento, l’am- ma aziendale consolidato ed efficacie ‘pane quotidiano’ dimodernamento e la valorizzazione del in grado di intervenire in tutte quelle un professionista delpatrimonio immobiliare costruito. attività tecnico-amministrative volte Real Estate: anagrafi- I Tutor dell’Immobile, cioè gli affi- al mantenimento, al miglior uso e alla ca tecnica, anagrafi-liati al Network EXITone, sono figure valorizzazione del bene e riconducibili ca documentale, dueprofessionali multidisciplinari in grado all’Asset e Property Management. diligence immobiliare, stima immobi-di adottare una strategia operativa e di liare, diagnosi energetica e analisi ter-offrire una professionalità completa al mografica.piccolo - medio proprietario e gestoredi immobili, pubblico e privato, così La formazione in una App: EXITone EXITone MLearing, caricabile sull’Ipad al momento dell’affiliazione,come all’agente immobiliare e all’am-ministratore di condominio, avvalendo- MLearning sarà poi aggiornabile di volta in volta semplicemente accedendo all’App Sto-si di una serie di competenze comples- Il grande vantaggio competitivo che re di iTunes da dove si potranno scari-se e coordinate, raramente disponibili differenzia EXITone dai concorrenti è la care ulteriori App.in un’unica figura tecnica. condivisione del proprio patrimonio di La modalità di svolgimento ed ero- Scopo primario di EXITone è, quin- conoscenze, esperienze, tecniche, me- gazione del corso, grazie all’innovativodi, formare i propri affiliati trasferendo todi e strategie a supporto della gestio- supporto di mobile devices (applicazio-loro il suo know how, quell’insieme di ne, della valorizzazione e dell’utilizzo di ni e tablet), sono pensate per venire in-competenze e capacità che hanno reso beni patrimoniali pubblici e privati: il contro alle esigenze attuali del profes-EXITone un operatore primario nel set- know how EXITone. sionista, che è sempre più un mobiletore dell’Asset Management Immobi- In una fase come quella attuale, ca- worker.liare. ratterizzata sia dalla riduzione dei co- Infine, la App include anche una Il trasferimento del know how EXI- sti sia dall’esigenza di riqualificazione fornita biblioteca, dove sarà possibileTone verso i propri affiliati è il punto (Piano Città, Progetti Smart City, Piano consultare, in formato digitale, le pro-nevralgico di questa nuova fase del Dismissioni Beni Pubblici), è necessa- duzioni editoriali di EXITone, dall’hou-Network: affiliandosi al Network di EXI- rio che il Tutor sia pronto a raccogliere se organ EXtra alle pubblicazioni rea-
  • 4. |4| il Network Formazione e Professionalitàlizzate in collaborazione con Il Sole 24 Uno spazio importate per i TutorOre nella collana Management Immo- per farsi conoscere e creare nuove oc-biliare. casioni di business in un’ottica crowd- sourcing, una tendenza ormai domi- certificata nante e in continua espansione.Le Apps Tecniche EXITone opera nel rispetto di un sistema gestionale integrato in accor- EXITone sta sviluppando, in colla-borazione con società di sviluppo in- SINERGIE: accordi quadro e do ai più alti standard di trasparenza internazionali (norme OHSAS 18001,formatico, delle applicazione tecnichefinalizzate allo svolgimento di attività convenzioni SA 8000, ISO 9001, ISO 14001, ISO/ IEC 27001). Prestigiosi riconoscimentisul campo, che formeranno parte del- La rete di conoscenze e la posizione che garantiscono l’operato della socie-la dotazione tecnica riservata ai Tutor leader di EXITone nel settore dell’Asset tà anche a livello di Network: il Tutordell’Immobile. Management ha permesso di svilup- dell’Immobile del Network di EXITone Fra le applicazioni ideate: EXITone pare significative sinergie per fornire è, infatti, una figura professionale certi-READ (Real Estate Audit & Diagnosis) agli affiliati importanti occasioni di bu- ficata ISO 9001.per l’analisi diagnostica degli immobili siness. L’affiliato può, inoltre, scegliere die EXITone Survey che consente un’effi- EXITone ha sottoscritto accordi e attestare la propria professionalità dicace organizzazione dei dati necessari convenzioni con Enti e aziende private. Tutor dell’Immobile attraverso un per-allo svolgimento di attività catastali. Fra i principali accordi quadro attivi, corso volontario di certificazione della segnaliamo: professionalità, rilasciata da un organi- UNICASA ITALIA smo terzo che opera in conformità allaBusiness nel (Social) Network Il Protocollo d’Intesa firmato tra EXITone e UNICASA ITALIA S.p.A. pre- norma UNI ISO 17024. EXITone non mette a disposizione vede che le due aziende concorranodei propri affiliati solo il proprio know allo sviluppo di iniziative finalizzate adhow, ma anche i propri spazi di comu- accrescere l’efficacia delle rispettivenicazione corporate. attività e l’interscambio trasversale di Il Tutor, in quanto soggetto integrato esperienze e competenze per offrire aidella catena dei servizi di EXITone, ha a propri affiliati e al mercato un nuovodisposizione tutti gli spazi di comunica- modello che sviluppi e diffonda unazione online e offline di EXITone, in col- nuova cultura della gestione immobi-laborazione con la Direzione Network e liare.Comunicazione. HARLEY&DIKKINSON Il blog aziendale, il profilo Facebo- L’Accordo Commerciale tra EXITo-ok e, soprattutto, il Gruppo LinkedIn ne e Harley & Dikkinson Finance S.r.l.‘EXITone Extra’, vero e proprio luogo prevede che quest’ultima possa forni-d’incontro dei Tutor, uno spazio fisso re ai Tutor EXITone la consulenza stra-nella rivista EXtra, sono tutti strumenti tegica per l’ottenimento di strumentiche, integrati, permettono al Network di finanziamento al condominio, deno-di diventare una piattaforma di lavoro minati “Credito Condominio” finalizza- ,collaborativo, una community di pro- ti ad agevolare gli interventi di ordina- A cura della Direzionefessionisti che raccoglie progetti, idee, ria e straordinaria manutenzione negli Network & Comunicazionesoluzioni e proposte. edifici. Per maggiori informazioni sul Business Network EXITone visita il sito e collegati al nostro www.exitone.it/tutordellimmobile Gruppo LinkedIn ‘EXIToneEXtra’
  • 5. Network & Comunicazione |5|Comunicazione: EXITone a tutto ‘social’Con l’attivazione dell’account Twitter e del gruppo ‘EXITone EXtra’ proseguono le attivitàdi social media communication di EXITone: dalla condivisione di contenuti alla scopertadi nuovi progetti.U no dei concetti base del web 2.0 e, di conseguenza, di tutte le azioni di comunicazione che avvengono online, è l’aggior- namento continuo, vale a direl’applicazione dell’idea del betaperpetuo. EXITone ha sposato questoconcetto: negli ultimi mesi abbia-mo continuato a implementarei servizi di comunicazione in unaprospettiva sempre più orientataverso un’ottica social e, appunto,2.0, intendendo per tale un approc-cio basato sulla condivisione e fru-ibilità dei contenuti e un sempremaggior grado di interazione concoloro che chiamare utenti è ormairiduttivo: sono bensì lettori, amici,followers, collegamenti, eccetera. Nello scorso numero vi ab-biamo presentato la nuova ver-sione del nostro corporate site novità del settore, l’andamento del profilo aziendale su LinkedIn che(www.exitone.it) aggiornato sia mercato, gli approfondimenti sulle vi abbiamo già introdotto neglidal punto di vista dei contenuti, novità normative, sulla diffusione scorsi numeri e, ultimi arrivati, ilper facilitarne la consultazione, sia delle fonti di energia rinnovabili e nostro profilo Twitter e il grupponell’aspetto grafico, adottando una molto altro ancora, allo scopo di LinkedIn ‘EXITone EXtra’.linea pulita e funzionale che ospita proporre una selezione ragiona- Perché tanta attenzione ai ca-le foto di alcuni componenti del no- ta di tutti gli argomenti che pos- nali social? E cosa vuol dire adot-stro staff allo scopo di rendere ve- sono interessare il professionista tare una comunicazione 2.0 perramente “umano” un sito istituzio- dell’Engineering e del Consulting un’azienda come EXITone?nale, a sottolineare che i contenuti immobiliare ed energetico. Per rispondere alla prima do-diffusi sono pensati da e per perso- Un canale di comunicazione, mandi basta dare uno sguardo aine “vere” che “abitano “ e “vivono” il blog, che nasce con uno scopo vari social media report: Twitterla Rete. informativo ma che vogliamo di- cresce di 300mila utenti al gior- Il riscontro positivo ottenuto da venti uno strumento partecipativo: no, con una media di 600 tweetquesta nuova versione, ci ha in- è infatti possibile commentare le (così sono chiamati i messaggi dicoraggiato a espanderla al nostro notizie e gli aggiornamenti, par- massimo 140 caratteri che ogniBlog (http://blog.exitone.it) che di- tecipare, intervenire, conversare utente Twitter pubblica sulla pro-venta così parte integrante del sito e criticare, per creare un dialogo pria bacheca) al secondo! Sem-istituzionale, anche dal punto di con noi. pre nello stesso arco temporalevista della visualizzazione. L’aspetto partecipativo diventa le ricerche su Google sono 34 Il blog è il nostro “giornale di un punto cardine soprattutto sui mila e 700 i post su Facebook, so-bordo”, aggiornato con notizie ri- nostri canali social, cioè la pagina cial media che ancora detiene loguardanti il Real Estate, le principali ufficiale EXITone su Facebook, il scettro per numero di utenti: 600
  • 6. |6| Network & Comunicazionemilioni nel mondo e 18 in Italia. e domande: quello del web è uno EXtra” espansione online di que- ,Un bacino d’utenza molto impor- spazio anche a vostra disposizione, sta rivista.tante ma che bisogna saper sfrut- dove non soltanto “raccontiamo” Le nostre pagine su LinkedIntare al meglio: ecco perché come la nostra azienda e le nostre atti- stanno diventando il luogo d’in-EXITone abbiamo scelto di parte- vità, ma desideriamo offrire anche contro del Tutor dell’Immobile,cipare, di entrare nella rete di con- uno spazio di chi segue le nostre una piattaforma di comunicazionetatti e di scambi creati nei social iniziative. privilegiata, per poter discutere glinetwork e non solo di esercitare Abbiamo poi deciso di apri- articoli presenti su questo numerouna mera presenza. re un account su Twitter, il social e contribuire alla realizzazione dei I nostri obiettivi sono conver- che sicuramente sta vivendo il suo prossimi.sare, dialogare, partecipare e co- hype, il suo periodo di maggiore Infine, last but not least, il no-creare, perché il web ha ormai diffusione. stro canale YouTube che verrà lan-abbandonato la comunicazione Abbiamo scelto Twitter, oltre ciato ad integrazione della piatta-uno-a-molti legata ai media di che per diffondere su un’altra piat- forma EXITone MLearning.massa e alle forme più istituzionali taforma i nostri contenuti, anche Il gruppo EXITone EXtra, lan-di corporate communication. come strumento di comunicazione ciato in via sperimentale a fine Per questo motivo ogni so- “in diretta”. Grazie, infatti, alla sua giugno, sta ottenendo un ottimocial media tool, cioè ogni canale/ semantica telegrafica (un tweet riscontro, con oltre 200 collega-profilo attivato sui social network non supera i 140 caratteri), Twitter menti e numerosi dibattiti avviati.di riferimento, ha una sua natu- è lo strumento ideale per le news Le ultime novità in fatto dira specifica ma necessariamente dell’ultimo minuto, gli aggiorna- Spending Review e Piani di Di-integrata con gli altri media, la menti più rapidi e per i cosiddet- smissioni Immobiliari hanno su-comunicazione 2.0 resta infatti ti live blogging, ovvero seguire scitato molte discussione da partecross - mediale, cioè incrocia i vari in diretta un evento, twittando i dei nostri collegamenti e il gruppomedia. Infatti, se il corporate site momenti più salienti di iniziative sta diventando anche un luogo perwww.exitone.it è il punto di par- – eventi, congressi, presentazioni farsi conoscere e presentare inte-tenza, la facciata ufficiale, pensata – a cui parteciperemo e che con- ressanti iniziative legate ai campicome carta di identità dell’azienda, divideremo con i nostri followers, di intervento di EXITone; sia per icome primo step introduttivo, il cioè quei contatti che hanno scelto nostri affiliati sia per professionistiblog, come già descritto, è il diario di seguire il nostro profilo. esterni.di bordo, il canale dedicato all’in- Attraverso Twitter seguiamo Una di queste riguarda un inte-formazione. tutti gli attori di riferimento più ressante progetto ideato dall’archi- Sempre con scopo informativo importanti del settore, in modo da tetto Gianfranco Grecchi di S.A.P .nasce la pagina Facebook di EXI- condividere anche con i nostri fol- Srl, società specializzata nella pro-Tone che conta oltre 1600 contatti lowers i contenuti più interessanti gettazione di parcheggi meccaniz-ed è il nostro biglietto da visita sul proposti nella Rete. zati automatici.social più famoso del mondo. Qui Per le attività di comunicazio- L’architetto Grecchi ci ha pro-potete trovare tutte le informazioni ne più strettamente professio- posto un sistema di parcheggiorelative alle nostre attività e potete nali abbiamo scelto, invece, di meccanizzato e automatizzato checommentare gli articoli pubblicati potenziare la nostra presenza su vuole dare una reale applicabilitàsul nostro blog oltre, ovviamente, LinkedIn, sia con il profilo azien- alla famosa legge Tognoli del 1998a intervenire con le vostre richieste dale che con il gruppo “EXITone che, nelle sue intenzioni, tentava
  • 7. Network & Comunicazione |7| cheggio e il suo valore di mercato. verso questi canali vuole ascoltare, La presentazione del progetto conversare, coinvolgere, connette- di parcheggio automatizzato pro- re, creare e condividere contenuti posto da Gianfranco Grecchi è un interessati pensati per il target spe- esempio concreto di come la con- cifico di ogni singolo canale e ritra- divisione di contenuti sui nostri smetterli sulle varie piattaforme. canali di comunicazione ‘social’ Un network vivo, a disposizione dei può diventare uno spazio comune propri utenti, che vorremmo non non solo per le nostre iniziative, siano solo lettori ma che collabori- ma anche di altri professionisti che no in prima persona con i loro, i vo- sviluppano progetti di valorizza- stri, interventi per costruire e “abi- Un esempio di parcheggio automatizzato realizzato a zione di patrimoni immobiliari. tare” assieme gli spazi del nostro Milano Blog, Facebook, Twitter, Linke- network, un network virtuale, fattodi risolvere un annoso problema dIn, YouTube. EXITone c’è. Ma non è di persone reali.che affligge grandi e medie città: il solo mera presenza! EXITone attra- Francesco Padoanparcheggio. La norma è stata cre-ata per facilitare la realizzazionedi rimesse interrate di pertinenza Il mondo dei social networkesclusiva dei residenti, ottenendopiù facilmente e velocemente dai Il sito di microblogging nato nel luglio 2006, a inizio 2012 haComuni le autorizzazioni neces- raggiunto quota 140 milioni di utenti attivi a livello mondialesarie all’opera e facilitando così che effettuano almeno un accesso al giorno. È il social che èl’operazione per i proprietari im- cresciuto di più negli ultimi mesi: da settembre 2011 a inizio 2012mobiliari. gli interventi degli utenti attivi sono passati da 90 a 250 milioni La soluzione dei parcheggi di “tweet” di 140 caratteri al giorno.meccanizzati e automatizzati rap-presenta un importante, e spesso L’account di EXITone è @EXITone1sottovalutato, aspetto della valoriz-zazione di un immobile e dell’am-biente costruito pubblico: queste È il “Re dei Social” con 900 milioni di iscritti in tutti il mondo distrutture, infatti, possono essere cui ben 18 in Italia. Di questi 18 almeno 12 milioni consultanorealizzate in spazi molto piccoli: Facebook quotidianamente. Cresce l’accesso attraverso disposi-occupano la stessa volumetria di tivi mobili: 4 milioni di italiani vi entrano ogni giorno attraversoun parcheggio ‘tradizionale’ ma, tablet e smartphone.sviluppandosi in profondità, con-sentono di ottenere un maggiornumero di posti auto liberando Clicca qui per seguire EXITone su Facebookcosì spazi precedentemente utiliz-zati a questo scopo nelle strade.Inoltre, il fatto che il sistema di È il servizio di rete sociale online ideato per costruire rete diparcheggio sia automatizzato fa ri- contatti professionali. Creato nel 2009, a febbraio 2012 contavasparmiare molto tempo all’utente: 161 milioni di utenti attivi. Diffuso soprattutto negli USA, sta pe-trattandosi infatti di strutture che netrando velocemente anche in Europa; in Italia ci sono quasisfruttano sistemi di movimenta- 1,7 milioni di utenti.zione e stoccaggio, al conducentenon resta che depositare la vetturanell’autosilo che provvederà, auto- Collegati alla pagina di EXITone e al gruppo “EXITone EXtra” per com-maticamente, al deposito e al pre- mentare le nostre news ed iniziative, ricevere informazioni sul Businesslievo dell’auto. Network EXITone e farti conoscere da altri professionisti. Oltre al vantaggio qualitativoper l’utente, tale progetto portaconseguenze decisamente positi- Issuu è un servizio web che permette di caricare materiale digi-ve per il valore dell’immobile: basti tale per la visualizzazione realistica e modificabile, come portfo-pensare che in una città come Mi- lio, libri, riviste, giornali e altri media stampati.lano un immobile con posto autoaccresce di circa il 15% il proprio Da oggi EXtra lo potete ‘sfogliare’ in formato digitale sul nostro blog e sulvalore di vendita, senza conside- nostro profilo Issuurare la differenza positiva fra costidi realizzazione del sistema di par-
  • 8. |8| il NetworkLe attività dei Tutor: Il “Cappotto Attivo”.Un altro innovativo progetto del nostro Tutor dell’ImmobileGianfranco Pellegrini | Stiamo parlando del “Cappotto to di climatizzazione perimetrale a Attivo”, un’ innovazione che alla bassa temperatura che va a sosti- funzione di coibentazione termica tuire completamente l’impianto di e acustica unisce quelle di riscal- riscaldamento esistente. damento e di raffrescamento degli Il sistema, anche in questo caso ambienti. oggetto di brevetto, consente sia Rispetto al cappotto tradiziona- di ottenere risparmi energetici le, in cui l’isolante è fissato diret- superiori rispetto alle tecnologie tamente sull’esterno delle pareti, tradizionali sia di risanare le di- e al cappotto ventilato, dove tra spersioni termiche di molti edifici l’isolante e la parete viene a cre- in modo semplice ed economico, arsi una camera d’aria con l’obiet- sfruttando, a proprio vantaggio, tivo di migliorare ulteriormente proprio l’elevata dispersione ter- l’isolamento dell’edificio, il “Cap- mica delle pareti e delle strutture potto Attivo” è un sistema innova- esistenti; infatti, questa tecnologia tivo di diffusione di caldo e freddo risulta tanto più performante quan- dall’esterno dell’edificio verso il to più dispersive sono le strutture suo interno. dell’edificio da riqualificare ener- Esso svolge, quindi, contempo- geticamente. raneamente una funzione di coi- Il sistema, schematicamente bentazione termo-acustica, come rappresentato nella figura, è costi- Fase del montaggio delle tubazioni Ø16 sulla muratura le soluzioni tradizionali, ma in ag- tuito da una fitta rete di tubazioni in esternaL giunta prevede la contemporanea economico PVC disposte a griglia e a creatività e la competenza realizzazione di un nuovo impian- fissate in aderenza alle pareti peri- tecnica dell’Ing. Gianfran- co Pellegrini non si limitano all’innovativa TINA – La “cal- daia” che non inquina pre-sentata nello scorso numero. Abbiamo il piacere di presen-tarvi e approfondire una nuova ini-ziativa congiunta tra il nostro Tu-tor dell’Immobile e AREA SciencePark di Trieste, finalizzata a incen-tivare l’utilizzo di fonti di energiarinnovabili e alternative nell’edili-zia civile. Così come TINA, anche questonuovo sistema consente risparmienergetici ed economici di granlunga superiori alle tecnologie at-tualmente disponibili sul mercato.
  • 9. il Network |9| Principali vantaggi CASE HISTORY Il primo prototipo di ”Cappotto − rinnovo completo dell’impianto di climatizzazione senza necessità di interventi edili all’interno dell’edificio e all’interno delle unità im- Attivo” è già stato realizzato e in- mobiliari; stallato presso l’edificio E1 (Fore- − realizzazione di un nuovo impianto di raffrescamento, qualora l’edi- steria e Laboratori) sito nell’AREA ficio ne fosse originariamente sprovvisto; Science Park di Trieste. − semplicità di posa in opera che non necessita di manodopera par- La sperimentazione è stata con- ticolarmente specializzata (a differenza del cappotto ventilato tradi- dotta durante tutta la stagione di zionale e di altri impianti termomeccanici); riscaldamento e di raffrescamento − elevati rendimenti della centrale termo-frigorifera sia in estate che 2011/2012. in inverno; Il monitoraggio continuo − drastica riduzione delle dispersioni invernali e dei carichi termici estivi; dell’impianto e della struttura, − eliminazione dei ponti termici; condotto con sistemi di telecon- − benefici sul confort ambientale dovuti all’attenuazione dei picchi ter- trollo e telegestione, ha fornito mici dovuti alle variazioni ed escursioni climatiche esterne durante dati e risultati fino ad ora positivi tutto l’anno; e incoraggianti. − riduzione dei costi di realizzazione del “Cappotto Attivo” che si pos- Rispetto alla situazione preesi- sono attestare su un valore medio rispetto a quelli del cappotto ven- stente, attentamente mappata, si tilato (circa 120 €/mq) e quelli del cappotto passivo (circa 50 €/mq); sono rilevati: − possibilità di applicare all’esterno del cappotto qualsiasi tipo di ri- − la riduzione delle dispersioni vestimento/finitura in funzione di particolari esigenze urbanistiche, termiche invernali superiore al estetiche e architettoniche. 35%;metrali esistenti e successivamen- il “Cappotto Attivo” è un reale si- − la riduzione dei carichi termici ,te annegate in uno strato di nuovo stema integrato edificio-impianto estivi superiore al 30%;intonaco, poi ricoperto da pannelli in grado di riscaldare gli ambientidi materiale isolante termo-acusti- interni in inverno e di raffrescarli in − il risparmio annuo di energiaco installato “a cappotto”. estate. termica primaria pari al 53%; La struttura è concepita per la- L’installazione del “Cappottovorare in abbinamento ad una cen- Attivo” in Italia è particolarmente − nel contempo, sul fronte am-trale termofrigorifera tradizionale indicato per le tipologie costrut- bientale, si stima una riduzio-per la produzione di acqua calda a tive che comprendono l’edilizia ne del 100% della CO2 e dellebassa temperatura (T max < 60°C) residenziale pubblica e l’edilizia emissioni nocive a livello locale,e acqua refrigerata (T min > 16°C) residenziale convenzionata, edifici dovuto alla sostituzione delleche, grazie alle ottimali condizioni e plessi scolastici di vecchia con- caldaie tradizionali preesisten-di lavoro, è in grado di offrire una cezione e altre strutture di forma ti con pompe di calore ad altoelevata efficienza. semplice e modulare di bassa clas- rendimento per la produzione La sua installazione e un’ope- se energetica. del fluido termovettore a bassara che riguarda esclusivamente Inoltre il “cappotto attivo” è in- temperatura.l’involucro esterno dell’edificio. dicato per edifici industriali e com-Operando solamente in facciata è, merciali come stabilimenti, capan- Francesco Padoaninoltre, possibile rinnovare com- noni, magazzini, ecc. Andrea Coppapletamente l’impianto di climatiz-zazione senza necessità di inva-sivi interventi edili e impiantistici Novità dal Business Network EXITone:all’interno del fabbricato e, in par-ticolare, all’interno delle singole Hai un progetto interessante da sottoporci? Vuoiunità immobiliari. che venga pubblicato sui nostri spazi di comunicazio- ne? Con la sua installazione, per di I nostri profili e i nostri spazi sono a disposizione dei Tutor dell’Im-più, l’impianto di climatizzazione mobile, gli affiliati al Business Network EXITone: spazi condivisi epreesistente può essere disattiva- aperti alla discussione. Collegati e partecipa al nostro nuovo gruppoto e mantenuto per un eventuale LinkedIn EXITone EXtra: dove potrai anche commentare gli articolifunzionamento in “emergenza” . di questo numero o proporre nuovi spunti.Nella sua complessiva semplicità,
  • 10. | 10 | Editoriale EXIToneLa riqualificazione energetica nella sanità. Dal sistema complessoospedaliero al modello di efficientamento energeticoPubblicato l’ultimo volume curato dal Presidente di EXITone Ezio Bigotti ed edito dal“Sole 24 Ore” nell’ambito della collana “Management Immobiliare”E XITone con la pubblicazione efficiente dei vettori energetici nel- produzione dell’energia finanziati del volume “La riqualifica- le strutture sanitarie. da terzi e remunerati attraverso il zione energetica nella sani- Con questo nuovo libro EXITo- risparmio energetico. tà. Dal sistema complesso al ne riprende un tema già affrontato Il volume espone da un punto modello di efficientamento nel volume pubblicato per la stessa di vista pratico e operativo comeenergetico” vuole fornire ade- collana nel 2005, “Il multiservizio affrontare e gestire le criticità perguate ed innovative soluzioni ri- tecnologico” dove veniva presen- , la gestione di un Modello Tecno-guardanti questi temi, approfon- tato un nuovo modello di gestio- logico più Energia all’interno del-dendo in particolare il concetto di ne dei vettori energetici in ambito la complessa realtà ospedaliera,risparmio e riqualificazione ener- ospedaliero, basato sul cosiddetto fornendo le migliori soluzioni digetica nel comparto ospedaliero. “contratto a risultato” che è stato gestione e riqualificazione attra-Il libro, curato dal Presidente di applicato, in via sperimentale, ne- verso modelli e strumenti avan-EXITone Ezio Bigotti ed edito dal gli ospedali della Regione Lazio e zati come, per esempio, l’EnergySole 24 Ore nell’ambito della col- che è oggi evoluto nell’attuale for- Hub, utile per definire e individua-lana “Management Immobiliare”, mula del Servizio Energia più Mul- re le soluzioni di risparmio più ap-già nella prefazione, curata da En- tiservizio Tecnologico, un modello propriate grazie all’accostamentorico Cisnetto, scrittore e giornali- di gestione che, non solo riduce gli dell’offerta del mercato energeticosta, parte da una considerazione sprechi, ma che introduce innova- con i reali fabbisogni della struttu-a prima lettura ovvia, ma che fa zioni di processo, di struttura, di ra ospedaliera: uno strumento cheriflettere sull’importanza del tema permette, quindi, di realizzare untrattato: gli ospedali devono fun- efficientamento del sistema attra-zionare necessariamente senza verso la programmazione di attivi-sosta, 24 ore su 24, 7 giorni su 7; tà di riqualificazione energetica.non esistono festività o giorni di Il libro, grazie all’opera di ricer-riposo per queste strutture e, poi- ca della Divisione di Engineering &ché è necessario fornire presta- Consulting Energetico di EXITone,zioni mediche agli utenti, il costo parte dall’analisi del contesto in-del consumo energetico in queste ternazionale e italiano del merca-strutture è sicuramente più alto ri- to energetico, soffermandosi par-spetto a quello di altri comparti del ticolarmente sull’evoluzione delsettore edile. A questo bisogna ag- mercato italiano a partire dal 1999,giungere, inoltre, che l’arretratez- anno di inizio delle liberalizzazioniza dei macchinari e degli impianti del mercato di riferimento nel no-presenti in queste strutture con- stro Paese, e sui tipi di contratti concorrono a far aumentare la spesa. cui le Pubbliche AmministrazioniÈ dunque necessario, anche alla possono affidare in outsourcing illuce degli sforzi richiesti dai trattati Servizio Energia, introducendo le La copertina del libro ‘La riqualificazione energetica nellainternazionali e alle esigenze di ra- figure delle ESCO (Energy Service sanità. Dal sistema complesso ospedaliero al modello dizionalizzazione dei costi in ambito efficientamento energetico’, a cura di di Ezio Bigotti, edito Company), società altamente spe-pubblico, pensare ad un nuovo uso dal Sole 24 Ore cializzate nelle attività di progetta-
  • 11. Editoriale EXITone | 11 | Dopo la teoria c’è la pratica e, come nella tradizione dell’attività editoriale di EXITone, anche que- sto volume non si limita ad un approccio teorico ma adotta un ta- glio nettamente operativo con la descrizione degli interventi e delle azioni di efficientamento energeti- co adottabili dopo l’attenta fase di raccolta, analisi ed elaborazione dei dati. Sono dunque presi in esa- mi gli interventi sull’involucro e sugli aspetti impiantistici, illustran- do possibilità di miglioramento, di risparmio e di riqualificazione sen- za mai tralasciare i costi, in modo da valutare sempre la sostenibilità L’ospedale di Busslengo (VR) esempio concreto di applicazione dell’Energy Hub dei vari interventi. “La riqualificazione energetica nella sanità. Dal sistema comples- so ospedaliero al modello di effi-zione e realizzazione delle riquali- di adottare per raccogliere i dati, cientamento energetico” si poneficazioni energetiche, la cui attività basandosi sull’effettiva prestazio- l’obiettivo di diventare un testo diha permesso di introdurre il FTT, ne dell’edificio preso in esame e riferimento per gli addetti ai lavo-cioè i Finanziamenti Tramite Terzi sulla suddivisione delle aree delle ri, punto di riferimento per spie-per interventi di efficienza energeti- strutture sanitarie in Zone Ener- gare come risolvere attività volteca: uno strumento che prevede che gicamente Omogenee (ZOE), si alla riqualificazione energetica,siano le ESCO a erogare i finanzia- approfondiscono le teorie e le tec- alla riduzione dei consumi e dellementi per questo tipo di progetti. niche per realizzare una diagnosi emissioni inquinanti in atmosfera,Successivamente si approfondisce energetica, cioè la fase di analisi garantendo il mantenimento deila valutazione dei consumi attra- dei dati raccolti propedeutica per livelli di comfort propri delle strut-verso una dettagliata analisi delle illustrare quali interventi miglio- ture ospedaliere e rispettando lespecifiche tecniche delle grandi rativi saranno da effettuare negli normative vigenti in materia am-apparecchiature per diagnostica ambienti presi in considerazione; bientale.e radioterapia presenti nelle strut- un’analisi tecnica ma che tiene inture ospedaliere per capire come considerazione anche l’aspetto di Carolina Brunettiindividuare gli eventuali margini fattibilità economico-finanziaria.di risparmio energetico, estenden-do poi l’analisi alle condizioni am-bientali dei locali in cui le apparec-chiature si trovano. Dopo aver analizzato i consumi La riqualificazione energetica nella sanitàe i margini di risparmio, insisten-do in particolar modo sull’impie-go di energie rinnovabili come Dal Sistema complesso ospedaliero al modello diopportunità per l’autoproduzione efficientamento energetico, a cura del Presidentedell’energia, si descrive nel det- di EXITone Ezio Bigotti, è disponibile nelle miglioritaglio il modello di Energy Hub librerie professionali o acquistabile direttamente sule come è stato applicato in alcu- sito Shopping 24, il sito di e-commerce del Sole 24 Orene strutture ospedaliere italiane. (www.shopping24.ilsole24ore.com)Una volta spiegato quali meto-
  • 12. | 12 | Best PracticeProgetto Mercurio: EXITone premiata con il premio Best Practice di Forum PAEXITone vince due importanti premi per i successi ottenuti nel campo della gestione edella valorizzazione dei patrimoni pubblici. sua configurazione sociale, deve infatti osservare e soddisfare di- versi criteri fondanti quali: il rigore nelle procedure di scelta di partner e strumenti di reperimento delle risorse; la tutela sociale nei con- fronti dei diritti e dei bisogni degli utenti finali, vale a dire gli inqui-D ue importanti premi sono stati lini socialmente più deboli; la tra- assegnati a EXITone lo scorso sparenza nella comunicazione per 18 maggio nell’ambito della 6a garantire la piena consapevolezza edizione del “Forum Naziona- delle scelte dei soggetti interessati le sui Patrimoni Immobiliari e Sandro Tibaldeschi, Dirigente del Servi- e il rispetto delle ragioni e delle di-Urbani Pubblici” organizzato da Pa- zio Dismissioni della Fondazione Ena- namiche più corrette del mercatotrimoni PAnet, Forum PA e Terotec: il sarco, e Alexandra Mogilatova, Direttore immobiliare. Generale di EXITone ricevono il premio Per questo importante progettopremio Best Practice Patrimoni Pub-blici nella categoria “Valorizzazione EXITone ha avuto in carico i ser-dei Patrimoni Immobiliari” in partner- vizi complementari e strumentaliship con la Fondazione Enasarco e il le finalità, una vera e propria best al piano di dismissione degli im-Premio speciale “Decennale Terotec practice di housing sociale. mobili, suddivisi in tre fasi: due2010 -2012” per la collaborazione di Il Progetto Mercurio rappresen- diligence tecnica, due diligenceEXITone con Consip S.p.A. ta infatti un unicum nel panorama amministrativo-legale e assisten- Il premio Best Practice nella ca- dei processi di dismissione immo- za alla vendita.tegoria “Valorizzazione dei Patri- biliare, non solo per le dimensioni, Questi step sono stati portatimoni Immobiliari” premia EXITone ma anche perché rappresenta la a termine da un team coordina-per il ruolo chiave assunto come prima esperienza di dismissione to dalla Divisione Engineering &capogruppo del RTI creato per la di patrimoni immobiliari locati di Consulting Immobiliare di EXITo-gestione dei servizi di supporto proprietà di un Ente previdenziale ne, composta da esperti qualificatialla vendita delle unità immobi- con la garanzia di due opportunità addetti al rilievo documentale, alleliari della Fondazione Enasarco, il abbinate: la vendita diretta agli in- analisi tecniche, ai sopralluoghi, ecosiddetto Progetto Mercurio. quilini già locatari, con il riconosci- alle regolarizzazioni. La collaborazione fra EXITone mento del loro diritto di prelazione Il team tecnico è, inoltre, affian-e la Fondazione Enasarco comin- all’acquisto sommato alla massi- cato da uno staff amministrativociava nel gennaio 2009 quando ma tutela delle fasce più deboli dei per le operazioni di contrattualisti-EXITone si è aggiudicata la gara residenti, attraverso la possibilità ca e di assistenza alla vendita.d’appalto per i servizi di due dili- di finanziamento a condizioni stra- I risultati delle operazio-gence tecnico-amministrativo e di ordinarie rispetto agli standard di ni di valutazione sono poi con-assistenza alla vendita delle oltre mercato. fluiti in una data room virtuale45mila unità immobiliari, fra resi- L’unicità del Progetto Mercurio (enasarco.exitone.it) che raccogliedenziali, commerciali e destinate sta dunque nelle iniziative messe tutti i dati, sia tecnici che legali-ad altro uso, incluse nel portafoglio in campo per tenere insieme esi- amministrativi, accessibile in viaimmobiliare della Fondazione. genze e interessi diversi, anche remota mediante processo di au- Un patrimonio ingente, distri- contrastanti, provenienti dai sog- tenticazione da parte dei potenzialibuito sull’intero territorio nazio- getti coinvolti in una complessa acquirenti dei beni.nale la cui dismissione è diven- e delicata operazione. L’iniziativa Il processo di dismissione statata, sia per le dimensioni sia per attivata dal Progetto, in forza della andando avanti con successo:
  • 13. Best Practice | 13 |alla fine dell’estate sono stateinviate più di 10.000 lettere peresercitare il diritto di prelazioneall’acquisto e l’adesione finora hasuperato il 90%. Con il ricavato della vendita siotterrà il rafforzamento del patri-monio della Fondazione, con be-nefici immediati sulla rivalutazionedelle pensioni e sui FIRR, l’inden-nità di fine rapporto degli agentilegati alla Fondazione e, a lungotermine, sulla garanzia di sosteni-bilità di lungo periodo, addiritturasuperiore ai trent’anni. La dismissione del portafoglioimmobiliare della Fondazione èanche lo strumento per poter rea-lizzare altri investimenti in modelliorganizzativi a gestione indiretta, Un’esperienza che concretizza i Terotec, l’Associazione che ha loche garantiscano migliori margini princìpi esposti nel contributo edi- scopo di promuovere, sviluppare econtributivi di rendimento e diver- toriale del Presidente di EXITone, diffondere la cultura e l’innovazio-si benefici fiscali. Ezio Bigotti, edito da Il Sole24 Ore ne nel campo della manutenzione Infatti, Fondazione Enasarco nel 2009 dal titolo “Il servizio abi- e della gestione dei patrimoni ur-reinvestirà parte del ricavato delle tativo sociale. Nuovi sistemi per bani e immobiliari, ha inteso pre-dismissioni in fondi immobiliari di valorizzare l’edilizia residenziale miare EXITone per la sua partner-alto profilo e redditività, sostenen- pubblica e promuovere le politiche ship con Consip S.p.A, la societàdo anche progetti di social hou- dell’Housing Sociale” dove si deli- , di diritto privato che opera comesing come quello del Fondo Abita- neava la nuova figura del N.O.A.S. “centrale acquisti” per la Pubblicare a cui ha già aderito (stanziando (Nuovo Operatore dell’Abitare So- Amministrazione e che ha affidato50 mln di euro), istituito presso stenibile), soggetto che coniuga la ad EXITone prestigiosi incarichi dila Cassa Depositi e Prestiti con lo sostenibilità economica e sociale assistenza tecnico commerciale escopo di incrementare gli alloggi con l’avvio di un nuovo modello di costituzione di anagrafica perdestinati alle fasce più deboli e ai abitativo. gli immobili adibiti ad uso sani-giovani professionisti, con partico- Il premio ha dunque conferma- tario e per la fornitura energeticalare attenzione agli iscritti alla Fon- to EXITone come partner ideale in uso alle Amministrazioni Pub-dazione. nel settore della valorizzazione di bliche. Due riconoscimenti che Per la gestione di questo pre- grandi patrimoni immobiliari mar- testimoniano il rilievo nazionalestigioso progetto nel campo del candone la specializzazione nella di EXITone come operatore leadermanagement del Social Housing promozione di politiche di Social dell’Asset Management. Ezio Bi-PATRIMONI PA net, laboratorio Housing. gotti, Presidente e Fondatore delcreato da FORUM PA e TEROTEC Per EXITone ha ritirato il premio gruppoSTI, ha così commentatocome vero e proprio think tank Alexandra Mogilatova, Direttore le premiazioni: “Sono particolar-per il mercato dei servizi integrati Generale di EXITone. mente soddisfatto per la vittoria diper la gestione e la valorizzazione Nel corso dello stesso evento questi premi proprio perché sonodei patrimoni immobiliari e urbani è arrivato un secondo rilevante ri- il frutto di una significativa e pro-pubblici, ha scelto di riconoscere conoscimento, il Premio Speciale ficua partnership con la Fondazio-l’attività di EXITone e della Fon- “Decennale Terotec” che segnala ne Enasarco e di una consolidatadazione Enasarco premiando una tra tutte le “Best Practice” già vin- , collaborazione con Consip, a di-collaborazione caratterizzata da un citrici delle passate edizioni, quel- mostrazione della professionalitàmetodo fortemente innovativo che le esperienze che hanno saputo e dell’ altissimo livello raggiuntoha saputo combinare una nuova incidere in modo più significativo e mantenuto negli ultimi anni dacultura manageriale con una spic- sullo sviluppo della partnership EXITone” .cata sensibilità sociale. pubblico-privato. Francesco Padoan
  • 14. | 14 | PartnershipG EFIntermediazioni è la socie- te e quindi una maggiore possi- tà del gruppoSTI specializza- bilità di relazioni con i principali ta nei servizi di agency, nelle attori del settore, senza conside- fasi di vendita, acquisto e lo- rare il vantaggio di opportunità cazione di immobili. La sua derivanti da una collaborazioneattività è prevalentemente rivolta integrata.alla commercializzazione di immo- Questo cambiamento ha offer-bili a reddito core/core plus loca- to anche l’occasione per rinnovareti a tenant di primario standing e il nostro logo che, pur in continuitàdi immobili cielo/terra liberi e con con quello precedente, ha acquisi-potenzialità di riconversione a uso to un carattere più affine al richia- Luca Pons, Direttore Commercialeresidenziale. mo del family feeling del gruppo di GEFIntermediazioni GEFIntermediazioni s.r.l. opera STI.attraverso le sedi di Roma e Torinosull’intero territorio nazionale ed Quali sono gli obiettivi e la mis-è diventa, in pochi anni di attività, sion di questa nuova fase di GE- cioè quei soggetti con disponibili-un brand riconosciuto nel settore FIntermediazioni? tà finanziarie a partire da 500miladelle intermediazioni immobiliari, Se dovessimo definire la nostra euro.grazie alle attività svolte con i prin- mission potremmo riassumerlacipali attori del settore come fondi con le parole integrità, trasparen- Dal 2012 ha conseguito la de-immobiliari e società di gestione za e competenza. signazione di Member Seniordel risparmio e grazie a collabo- Vogliamo collaborare insieme Professional da parte della Royalrazioni con i principali competitor con altri attori strategici per far si Instiution of Chartered Surveyorsinternazionali. che il mercato immobiliare italiano (RICS). Che valore aggiunto com- A partire dall’inizio del 2012 è si orienti sempre di più verso i no- porta per la società?stata rilevata al 100% da EXITone, stri valori: integrità, indipendenza,il braccio operativo del gruppo. competenza e, appunto, traspa- Il 2012 è un anno ricco di novi- renza.tà e di nuove sfide per GEFInter- Il nostro obiettivo principale èmediazioni per questo abbiamo quello di diventare un operatorechiesto a Luca Pons, Direttore primario nel nostro mercato di ri-Commerciale, di fare il punto della ferimento.situazione. Inoltre, vogliamo potenziare RICS è la più importante orga- la nostra capacità di agire come nizzazione a livello mondiale per Che cosa significa per GEFIn- anello di congiunzione fra opera- chi opera nel settore immobiliare,termediazioni la sinergia con EXI- tori istituzionali quali fondi immo- e chi entra a far parte dell’organiz-Tone? biliari, istituti di credito, fondazio- zazione si impegna a lavorare nel Innanzitutto diventare parte ni, casse di previdenza, società di rispetto dei più alti standard etici eintegrante di una società che è un developing e trading e investitori deontologici nell’ambito della pro-operatore primario del Real Esta- H.N.W.I, High net worth individual, pria professione.
  • 15. Partnership | 15 | RICS attraverso la pubblicazio- quidità nel comparto delle ope- alizzare una maggiore integrazio-ne del “Red Book” si impegna a razioni di sviluppo. Di contro, ne con il network di EXITone perdivulgare questo codice deonto- invece, gli investimenti in asset intercettare nuove occasioni suilogico: in quanto membro dell’as- immobiliari a reddito stanno, per mercati locali.sociazione faccio mio questo im- ora, mantenendo un buon riscon- A breve termine, ci riproponia-pegno anche nel ruolo di Direttore tro. Ad esempio nel 2011 abbiamo mo di confermare la nostra posi-Commerciale di GEFIntermedia- concluso transizioni, solo nell’area zione di player di riferimento perzioni. del Nord-Ovest, pari a circa il 25% il mercato dei proprietari e dei del valore degli immobili a reddito conduttori affiancandola all’acqui- I bilanci finali del 2011 e quelli con destinazione ad uso d’ufficio sizione di nuove quote di mercato,del primo trimestre del 2012 rela- compravenduti nell’intero anno, soprattutto puntando a quel seg-tivi all’andamento del mercato im- migliorando sensibilmente i risul- mento della clientela private rap-mobiliare hanno registrato delle tati ottenuti nel 2010. presentata dagli High Net Worthcontrazioni: come reagisce una so- Possiamo dire di aver trasfor- Individual. Questo target specifico, infatti,cietà come GEFIntermediazioni? mato crisi in opportunità; non a si caratterizza per una buona di- Nonostante gli ultimi anni sia- caso il nostro nuovo claim è “Join sponibilità di equity da investire,no stati marcati da una fase di Opportunities” Vogliamo, infatti, . assumendo quindi un’importanzaforte contrazione del ciclo econo- rappresentare per il nostro target fondamentale per il settore deglimico-finanziario ed immobiliare, di riferimento uno stimolo per ri- immobili a reddito.abbiamo conseguito dei risultati partire, puntando su valorizzazio- Rispetto a tale obiettivo, riten-significativi in alcuni importanti ne e riconversione dell’asset attra- go che potrà essere di significati-settori quali la commercializzazio- verso i nostri servizi di agency e va importanza la collaborazionene di asset immobiliari a reddito e di consulenza sia per inquilini che sinergica con i Tutor dell’Immobiledi immobili liberi. per proprietari. del Network EXITone, che rappre- Il forte coinvolgimento delle sentano un importante canale diprincipali banche italiane in ope- Quali saranno i prossimi pro- collegamento con gli investitori lo-razioni di sviluppo immobiliare, getti? cali interessati ad investire in sele-unito al corrente quadro macro Oltre al restyling della linea zionate opportunità immobiliari.economico internazionale, ha di grafica e del sito web, tra gli obiet-fatto azzerato l’immissione di li- tivi più immediati c’è quello di re- Francesco Padoan
  • 16. | 16 | FocusLe novità introdotte dal Decreto “Sviluppo” |N el corso di questi mesi sul no- stro blog e sul nostro Grup- po LinkedIn abbiamo seguito con attenzione le varie fasi del Decreto ‘Sviluppo’: dallasua presentazione fino all’appro-vazione finale. Ripercorriamo in questo focusle tappe e le novità più importantiper il nostro settore.Le fasi Il 15 giugno dopo molti rimandie ripensamenti il Consiglio dei Mi-nistri ha approvato un pacchettocontenente un ventaglio di misureurgenti e strutturali che realizzanouna parte ulteriore dell’Agenda perla Crescita sostenibile, noto ai più razione edilizia con l’innalzamento Dal 1° luglio 2013 decadono glicome Decreto Sviluppo. fino al 30 giugno 2013, delle soglie sconti del 55% (salvo proroghe), Il 26 giugno viene pubblicato di detrazione IRPEF al 50% (prece- mentre gli sconti generici al recu-come Decreto legge 22 giugno dentemente era al 36%) per lavo- pero torneranno al 36%2012, n. 83, intitolato “Misure ur- ri fino a 96 mila euro (prima a 48genti per la crescita del Paese” , mila euro), per favorire interventi • Ripristino IVA per cessioni e lo-pubblicato sul Supplemento Ordi- di ristrutturazione edilizia. cazioni di nuove costruzioninario n. 129 alla Gazzetta Ufficiale Questo bonus dovrebbe Questa disposizione modifi-n. 147 del 26 giugno 2012 ed en- incentivare la ripresa del mercato ca l’attuale norma che prevedetra in vigore per 60 giorni fino alla delle costruzioni che fra la fine l’esenzione dell’Iva per operazioniconversione in legge da parte del del 2011 e l’inizio del 2012 è calato di cessione e locazione di nuoveParlamento, avvenuta prima con di circa il 3% rispetto al periodo costruzioni destinate ad uso abita-la fiducia alla Camera (25 luglio) e precedente. tivo, oltre il termine di cinque annipoi al Senato (3 agosto), diventan- dalla costruzione. La normativado, così, un atto normativo a tutto • Agevolazioni fiscali per inter- impediva, quindi, alle imprese ditondo. venti di riqualificazione energe- portare a composizione l’Iva paga- Il Decreto “Sviluppo” ha lo tica ta per la realizzazione dell’opera,scopo di attivare molteplici leve Prorogato fino a giugno 2013 il nel caso in cui questa fosse ven-necessarie per stimolare il raffor- cosiddetto eco-bonus per i lavori di duta o locata dopo il termine dizamento della competitività, la ri- riqualificazione energetica in edili- cinque anni.presa della domanda, lo stimolo al zia: fino a fine 2012 la detrazione D’ora in poi invece la normadinamismo imprenditoriale e sono di imposta sarà del 55% e scende- abolisce il limite temporale deivarie le novità che interessano il rà al 50% per le spese sostenute a cinque anni, prevedendo quindisettore dell’edilizia e del Real Esta- partire dal 1° gennaio al 30 giugno che le cessioni o locazioni di nuovete, vediamo gli aspetti principali. 2013. Il bonus, che si allinea a quel- abitazioni effettuate direttamente lo per le ristrutturazioni, crea una dai costruttori siamo sempre as-• Bonus ristrutturazioni spesa indotta, secondo le stime soggettate ad IVA, consentendo, Confermati ed estesi gli incen- del Governo, di circa 1,1 miliardi di conseguenza, alle imprese ditivi fiscali per le spese di ristruttu- su base annua. avvalersi della compensazione.
  • 17. Focus | 17 | to di fondi statali fino a 2 miliardi• Abolita l’esenzione IMU per gli di euro per coordinare una serie di • Percentuale minima affidamento immobili invenduti lavori a terzi nelle concessioni Niente esenzione IMU per gli interventi nelle aree urbane relati- Elevata dal 50% al 60% la quotaimmobili realizzati da imprese di vi a infrastrutture, costruzione di dei lavori che i concessionari, tito-costruzioni che rimangono inven- nuovi parcheggi, alloggi e scuole. lari di concessioni assentite primaduti per un tempo di 3 anni. Viene Ad oggi il Ministero delle Infra- del 30 giugno 2002 (ossia primacosì stralciata nel testo definitivo strutture ha già stati stanziato 224 della definizione delle regole dil’esenzione dall’imposta munici- milioni di euro destinati ai Comuni affidamento delle concessioni at-pale sugli immobili invenduti che attraverso procedimenti ad evi- tualmente in vigore), sono tenutiperò godono del rispristino IVA denza pubblica disciplinati da una ad affidare attraverso procedureper le cessioni e le locazioni. Cabina di Regia istituita dal Decre- di evidenza pubblica. Si restituisce to stesso. così al mercato un’ampia quota di Inoltre il Ministero delle Infra-• Semplificazioni in materia strutture sta studiando l’ipotesi di contratti di lavori pubblici, consen- di autorizzazioni e pareri per tendo il coinvolgimento delle pic- l’esercizio dell’attività edilizia adottare una procedura semplifi- cole e medie imprese. L’obiettivo principale è la ridu- cata, dando la precedenza a pro-zione degli ostacoli burocratici che getti urbani già avviati o a piani cit- tadini che abbiano la caratteristica • Accelerazione sulle dismissionispesso gli imprenditori devono af- del patrimonio pubblicofrontare per ottenere i titoli auto- di integrarsi a progetti già in corso Già anticipato nell’articolo 27rizzatori di consenso all’intervento sull’housing sociale o sull’edilizia del Decreto “Salva Italia” di fineproposto. scolastica. 2011 che affidava al Demanio la Innanzitutto viene semplifica- A questo proposito è abolito il dismissione e la valorizzazione delto l’insieme dei procedimenti per tetto del 40% alle partecipazioni patrimonio pubblico, il Decretol’ottenimento degli assenzi edilizi. locali del Fondo Investimenti per “Sviluppo” stabilisce la costituzio- In caso di intervento edilizio l’Abitare (FIA) di CDP Investimenti ne di un Fondo Immobiliare dovesoggetto alla Scia (segnalazione SGR, con l’obiettivo di impiegare far confluire i beni pubblici per poicertificata di inizio attività, in cui gli oltre 1.600 milioni di euro fermi approvare processi di valorizzazio-l’attività edilizia può partire conte- nel fondo da oltre due anni. ne e vendita. Lo strumento princi-stualmente) viene generalizzata la La Cabina di Regia sceglierà pale per il collocamento dei benipossibilità di sostituire atti e pareri i progetti in base a criteri di im- pubblici sarà il rinnovato Fondoformali con autocertificazioni di mediata cantierabilità, capacità di Immobiliare (istituito dalla mano-tecnici abilitati. In caso di inter- coinvolgere investimenti privati e vra di luglio 2011 ma mai decolla-venti soggetti a Dia (denuncia di altri finanziamenti pubblici, ridu- to) e coordinato da una Società diinizio attività, in cui l’attività edi- zione del fenomeno della tensione Gestione del Risparmio (Sgr) che illizia può partire decorso un dato abitativa, miglioramento delle in- Ministero dell’Economia sta costi-termine) viene introdotta analoga frastrutture e trasporto urbano. tuendo con il Demanio.semplificazione (modifica dell’art.23 del Testo Unico dell’Edilizia).• Incentivi alla Green Economy Per sostenere l’imprenditorialitàlegata alle fonti rinnovabili e allaGreen Economy, il Decreto prevededei finanziamenti a tasso agevola-to per le imprese che investono suigiovani. Potranno accedere a risor-se finanziarie messe a disposizionedal Governo i progetti “green” cheprevedono l’assunzione a tempoindeterminato di giovani sotto i 35anni alla data dell’assunzione.• Piano Nazionale per le città Il Piano prevede lo stanziamen-
  • 18. | 18 | Focus Si stima che i primi beni che en- aggiunta la creazione da parte del- genti e, quindi, il D.M. 4/4/2001 e treranno a far parte di questo fon- la Cassa Depositi e Presiti di due la legge n. 143/1949. do sono circa 350, con un valore di “contenitori” uno immobiliare e , L’articolo 5 del Decreto “Svi- inventario di 1,5 miliardi; a questi uno mobiliare, ciascuno del valore luppo” definisce quindi le classi- si aggiungeranno i beni individua- di un miliardi di euro. Queste ri- ficazioni delle prestazioni profes- ti dagli Enti pubblici e dagli Enti sorse, erogate attraverso una spe- sionali relative ai predetti servizi previdenziali. cifica SGR controllata dalla Cassa, e sancisce che i nuovi parametri Tre le modalità di conferimento saranno utilizzate per realizzare non possono condurre alla deter- al fondo comune di gestione del operazioni di valorizzazione e tra- minazione di un importo a base di patrimonio immobiliare: la pri- sformazione dei beni appartenenti gara superiore a quello derivante ma include le cessazioni effettua- ad enti locali. dall’applicazione delle tariffe pro- te da regioni, province e comuni fessionali vigenti prima dell’entra- che serviranno a risanare il debito • Determinazione corrispettivi a ta in vigore del nuovo decreto. pubblico e successivamente a fa- base di gara per gli affidamenti In pratica, tutto torna alla situa- vorire l’investimento; la seconda di contratti di servizi attinenti zione antecedente al gennaio 2012 modalità riguarda la cessione de- all’architettura e all’ingegneria quando l’approvazione del Decre- gli immobili inutilizzati dello stato Discusso nell’articolo 5 il pas- to “Liberalizzazioni” affermava e delle amministrazioni centrali, saggio che modifica il Decreto “Li- l’abolizione delle tariffe privando dove potrebbero confluire anche beralizzazioni” di inizio 2012 che le stazioni appaltanti di riferimenti i beni del federalismo demaniale, abrogava le tariffe professionali. da utilizzare per stabilire l’importo bloccati da oltre un anno e mezzo. Il Decreto “Sviluppo” infatti, in- , da porre a base di gara, generando Infine, la terza modalità prevede la serisce un periodo transitorio in non poche situazioni di incertezza. creazione di un sotto-fondo con i cui le tariffe professionali e le clas- beni inutilizzati della difesa che a sificazioni delle prestazioni vigenti A cura di Francesco Padoan cambio otterrà il 30% dei proventi. prima della data di entrata in vigore Per quanto riguarda il conferi- del decreto-legge n. 1 del 2012 (Li- mento dei proventi conseguenti beralizzazioni) possono continua- Info il conferimento dei beni il decre- re ad essere utilizzate, ai soli fini, to stabilisce che gli introiti degli rispettivamente, della determina- Per maggiori immobili statali andranno diretta- zione del corrispettivo da porre a mente a saldare il debito centra- base di gara per l’affidamento dei informazio- le, quelli dei beni locali per il 75% contratti pubblici di servizi attinen- ni sul Decre- torneranno all’Ente proprietario ti all’architettura e all’ingegneria to ‘Sviluppo’, sulle n o v i t à come quote del fondo e il restante (D.M. 4/4/2001) e dell’individuazio- introdotte dalla ‘Spending 25% in liquidità ne delle prestazioni professionali Review’ e sulla ‘Riforma del- Per i beni individuati nell’am- (Legge n. 143/1949). In definitiva, la Professioni’, leggi il nostro bito del federalismo demaniale, il per tutto il periodo transitorio e 75% dei proventi salderà il debito fino all’emanazione di un nuovo blog e partecipa al dibattito centrale e il 25% quello locale. decreto che conterrà i nuovi pa- sul nostro gruppo Alla costituzione del Fondo Im- rametri, si possono continuare ad LinkedIn EXITone EXtra. mobiliare e della SGR centrale, va applicare le tariffe professionali vi- 2 Pronti, partenza…via! 10 La riqualificazione energetica nella sanità. EXtra, Trimestrale d’informazione sul mondo EXITone Registrazione presso Tribunale 12 Progetto Mercurio: EXITone premiata con il premio di Pinerolo n. 1/2009 del 29/06/09 3 Tutte le Novità del Business Network: DIRETTORE RESPONSABILE:INDICE Best Practice di Forum PA Alexandra Mogilatova REDAZIONE: 5 Comunicazione: EXITone a tutto ‘social’ 14 GEFIntermediazioni – Join Opportunities Stradale San Secondo, 96 - 10064 PINEROLO (TO) IMPAGINATO PRESSO: TIPOGRAFIA ALZANI 8 Le attività dei Tutor: il ‘Cappotto Attivo’ 16 Le novità introdotte dal Decreto ‘Sviluppo’ V. A. Grandi, 5 - 10064 Pinerolo (TO)