Reliving Las Vegas

  • 272 views
Uploaded on

come ottimizzare e valorizzare la fruizione dei materiali d’archivio in un ambiente di mixed reality

come ottimizzare e valorizzare la fruizione dei materiali d’archivio in un ambiente di mixed reality

More in: Technology , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
272
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • NINO
  • NINO
  • LOC
  • LOC
  • LOC
  • LOC
  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • MVC
    Andiamo a vedere la parte progettuale e teorica di Reliving Las Vegas.
  • MVC
    L’idea di fondo parte dalla rivalutazione degli archivi del ventesimo secolo.
    All’interno di essi abbiamo a disposizione diversi tipi di materiale come immagini, video e documenti tra essi collegati da una
    catalogazione tradizionale.
    Il nostro abbiettivo è quello di risolvere i problemi di accesso al materiale ottimizzandone l’esposizione e l’interazione
  • MVC
    Il nostro studio è partito dall’analisi dello stato dell’arte di diverse tecnologie e percorsi espostivi esistenti.
    Ne Approfondiremo alcuni significativi in seguito quando analizzeremo passo passo il concept realizzativo
  • MVC
    Scaturiscono così le caratteristiche della mixed exhibition che sarà realizzata da un insieme di dispositivi e ambienti in cui coesiste reale e virtuale avremo quindi un Mixed Reality Environment. Ci saranno dispositivi che usano un interazione che si basa su gli aspetti precettivi e cognitivi dell’uomo come ad esempio i gesti che rientra sotto lo studio della natural interaction. Inoltre il sistema gestirà i visitatori tracciandoli attraverso un elemento fisico in loro possesso richiamando l’approccio di tipo Toke Based.
  • MVC
    Abbiamo quindi un archivio da mostrare attraverso delle tecnologie il più spettacolari e intuitive possibili che siano al tempos stesso modificabili e aggiornabili. Il tutto all’interni di un ambiente reale allestito scenograficamente in maniera coerente ai contenuti dell’archivio.
  • MVC
    Passiamo sistema di fondo del nostro concept. Management Sistem gestisce le installazioni i contenuti e i visitatori in maniera da dare l’impressione che lo spettatore interagisca con un unico sistema nonostatante le installazioni siano diverse.
    Per realizzare questo sistema di gestione è importante il sistema di tracciamento basato sulla tecnologia RFID inserita all’interno di un elemento fisico coerente all’ambiente. Gli obiettivi principali del tracciamento sono...
  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • MVC
    Aiutare l’utente ad immergersi nella storia indossando virtualmente gli abiti dell’epoca
  • MVC
    L’idea e quella di creare un ambiente simile ad un camerino in cui l’utente interagisce con uno schermo capace di catturare i suoi gesti attraverso un sistema di computer vision.Come vedete nell’esempio realizzato dalla Eyemagnet muovendo le mani da destra a sinistra si possono selezionare diversi indumenti. Scelti i vestiti l’utente seleziona uno sfondo come l’ingresso di una casinò oppure la strip, famosa via di Las Vegas dove si susseguono i casinò più spettacolari. L’avatar virtuale che ne verrà fuori verrà memorizzato all’interno del sistema per poi essere riutilizzato.
  • MVC
    Dopo essersi vestiti i visitatori vengono traportati virtualmente negli anni 50 in una limousine che in CGI simula un viaggio lungo la Strip del Passato
  • MVC
    Attraverso un sistema di simulazione del movimento i visitatori potranno rivivere all’interno del suo abitacolo un viaggio lungo la strip del passato fino all’arrivo nella hall del nostro casinò dove scendendo...
  • MVC
    ... si ritorveranno di fronte ad un red carpet dove verranno accolti da star con applausi di sottofondo e flash per simulare gli scatti dei fotografi.
  • MVC
    Lo scopo di questa installazione è quello di dare informazioni logistiche sul funzionamento dell’ambiente. Questo avverrà in maniera spettacolare ed interattiva. Attraverso un sensore di prossimità uno schermo si attiva mostrando un portiere che che darà informzioni logistiche. Possiamo vedere un’esempio sviluppato IO Agency in cui un’attrice preregistrata spiega le feature di alcuni cellulari.Il fog-screen che vedete al lato, si tratta di un’accattivante tecnolgia che permette la proiezione di video su di un flusso di vapore secco. viene utilizzato per priettare informazioni visive di supporto a quanto speigato dal portiere per poi essere oltrepassato dagli spettatori varcando l’ingresso alla stanza successiva.
  • LOC
  • LOC
    La sala principale del percorso espositivo è allestita scenograficamente come la tipica gamble room – la sala da gioco di un casino della Golden Music Age.
    Alcune installazioni interattive sono rappresentate da riproduzioni dei tradizionali tavoli da gioco presenti nelle sale, ma in questo caso il visitatore, invece di scommettere il proprio denaro, ha la possibilità di “giocare” con i materiali d’archivio

  • LOC
    Al centro dellla sala un lungo tavolo interattivo permette al visitatore di esplorare la storia del casinò.
    La timeline è costituita da diverse tappe che rappresentano le date importanti di questa storia e il visitatore può attivare una di queste tappe e visualizzare la proiezione corrispondente a quella data particolare, composta da un breve testo descrittivo e da contenuti multimediali.

    L’intera installazione funziona grazie a proiezioni dal soffitto e rilevamenti delle mani dell’utente tramite sistemi di Computer Vision.
    VEDIAMO ALCUNI ESEMPI DI APPLICAZIONI SIMILI
    Nel caso di fruizione dei contenuti video, l’audio viene generato da altoparlanti direzionali situati in corrispondenza degli hot spot.
    Questo sistema consente una fruizione del contenuto audio, senza necessitare di strumenti aggiuntivi (come le cuffie) e soprattutto senza interferire con l’esperienza di fruizione dei visitatori circostanti

  • LOC
    il tradizionale tavolo da gioco funziona da menù,dove l’utente può scegliere i contenuti da visualizzare in una “finestra virtuale” composta da schermi per proiezioni 3D molto spettacolari e dal grande impatto emotivo.

    All’interno di questa finestra possono essere presentati diversi tipi di materiale, tutti accomunati dalla loro natura sintetica e tridimensionale: ricostruzione virtuale della Strip (la strada più importante e scenografica di Las Vegas) e della sua evoluzione nel tempo, animazioni tridimensionali, navigazioni all’interno degli ambienti virtuali ricostruiti del vecchio casinò.

    Esempio: VIZOO
    Queste soluzioni tecnologiche sono indipendenti da strumenti esterni e sono indipendenti dalla posizione dello spettatore. Non necessitano quindi di occhiali aggiuntivi e possono essere visti da + persone contemporanea

  • LOC
    All’interno della nostra casino hall è allestito un vero e proprio bar, dove il visitatore può ordinare e consumare delle bevande collegate metaforicamente ai personaggi famosi della storia del casinò.
    Quando il barista gli consegna la sua ordinazione, appoggia sul bancone il sotto-bicchiere corrispondente al cocktail prescelto.
    Questo sotto-bicchiere è identificato da un marker ottico che, quando viene riconosciuto dalla superficie interattiva avvia una proiezione dinamica sul bancone emergono contenuti multimediali collegati al personaggio del cocktail,
    E’ importante sottolineare che questi contenuti sono selezionati appositamente per questo momento di fruizione, piccoli elementi adatti ad una visualizzazione veloce e un po’ distratta, ma capaci di incuriosire e mantenere viva l’attenzione dell’utente, come piccole fotografie, brevissimi filmati, aneddoti, citazioni,

  • LOC
    Dopo la sosta al bar torniamo ai tavoli da gioco e ci avviciniamo al craps table, il tavolo dei dadi
  • LOC
    craps table, il tavolo dei dadi, che nel nostro allestimento diventa un multi-touch interactive table che consente ai visitatori di manipolare le fotografie in modo innovativo e divertent

    L’utente può scegliere l’argomento selezionando da un menù sul tavolo interattivo e compariranno le foto connesse alla scelta
    ESEMPIO--
    Le foto possono essere spostate, ingrandite, rimpicciolite, ruotate, semplicemente agendo sulla superficie interattiva con uno o più punti di controllo.
    come vediamo nell’esempio dell’applicazione realizzata da IO Agency

    Questo tipo di interazione è molto naturale e intuitiva e soprattutto permette a più utenti di agire contemporaneamente sul tavolo

    Le informazioni legate alle fotografie sono organizzate a livelli. Inizialmente sulla superficie interattiva sono mostrate solo le immagini, ma se l’utente vuole avere maggiori dettagli può toccare un angolo sensibile dell’immagine stessa, girandola virtualmente come se fosse una cartolina. Sul retro della fotografia sono riportate la didascalia ed eventuali informazioni aggiuntive.

  • LOC
    Le modalità di interazione riprendono metaforicamente la normale fruizione di questo tipo di tavolo all’interno di un casinò reale.
    Il visitatore sceglie da un mazzo reale una carta che rappresenta il personaggio che lo interessa, la posiziona sul tavolo e attiva la proiezione dell’identikit del soggetto
    Il riconoscimento della carta è effettuato da un sistema di computer vision che attiva la proiezione corrispondente

    Esempio: studio azzurro per la mostra su de andrè allestita a genova


  • LOC
    In un ambiente secondario collegato alla Main Room è allestito un piccolo ufficio degli anni ’60.
    Al centro della stanza è collocato un multi touch interactive table, simile a quelli utilizzati per i tavoli dei dadi.

    In questo caso però la metafora visiva utilizzata sullo schermo è la rappresentazione di una tipica scrivania dell’epoca, dove l’utente ha la possibilità di accedere ai documenti testuali dell’archivio.

    Toccando le cartelle e i quaderni virtuali presenti sulla superficie interattiva, il visitatore può visualizzare i contratti, le lettere, i bollettini, e tutti i documenti testuali digitalizzati che riguardano la gestione e la promozione del casinò.
  • LOC

  • LOC
    La sala da spettacolo dei casinò dell’epoca erano molto più simili ad un “ristorante con palco” piuttosto che ad un’attuale teatro.
    L’allestimento scenografico della sala ha cercato di mantenere questa impostazione e questa particolare tipologia di fruizione dello spettacolo dal vivo. L’arredamento è composto da tavoli e sedie, simili a quelli di un ristorante, disposti intorno ad un palco centrale
    ANDIAMO AL TAVOLO
    Ogni postazione video è associata ad un determinato argomento, che identifica i filmati a disposizione del visitatore in quella installazione, come ad esempio numeri comici, show musicali o ball
    Ogni postazione video ha la stessa una struttura scenografico-tecnologica:
    - un tavolo - un menù reale sul quale viene proiettato un menù virtuale - uno schermo trasparente posizionato di fronte al tavolo, sul quale lo spettatore può visualizzare il video selezionato
    Lo spettatore può scegliere quale show vedere indicando la propria scelta sul menù virtuale e poi visualizzare il filmato sullo schermo

  • LOC
    Attraversando la sala il visitatore ha a possibilità di accedere ad un piccolo ambiente dietro il palco dove può visualizzare i materiali di backstage

    Questa stanza rappresenta scenograficamente il camerino di una ballerina dell’epoca e raccoglie i materiali riguardanti i backstage degli spettacoli
    Filmati di backstage degli spettacoli e foto su una bacheca interattiva

  • NINO
  • NINO
  • NINO
  • MVC
    Passiamo alla parte del progetto sviluppata presso la UNLV che è iniziata con il lavoro all’interno della UNLV special collections
  • MVC
    Abbiamo deciso di concentrarci sulla storia del Sands Hotel nel periodo tra gli anni 50 e 60 perchè la UNLV Special Collection possiede un importante Collezione relativa al Sands donata dalla Sands Corporation nel 1980 e messa insieme dal primo direttore Al Freeman.
    La Sands Collection e altre collezioni ad essa correlata contengono un elevata quantità di materiale eterogeneo: come fotografie, pellicole e documenti.
    Non c’è da sottovalutare l’importanza del Sands Hotel nel periodo tra la sua apertura il 1952 fino tutti gli anni sessanta. In questo periodo in Sands è stato “place to be in Vegas” ospitando importanti Star di las vegas
    Proprio grazie alle star e alla pubblicità l’archivio contiene molte informazioni su store e persinaggi che si intrecciano
  • MVC
    Come possiamo vedere dalla slide l’archivio è ricco di elementi si va da pubblicità degli eventi su Frank Sinatra fino alle fiche usate all’epoca.
  • MVC
    Abbiamo avuto la possibilità allargare il bacino della collezione aggiungendo materiali di privati che si sono interessati alla nostra ricerca a seguito dell’articolo sul nostro progetto pubblicato dal Las Vegas Sun.
  • LOC
    scopo = materiale x ricostruire i modelli e x creare il percorso espositivo
  • LOC
  • MVC
    Entriamo nella parte relativa alla realizzazione dell’ambiente virtuale che è stato svilippat. coerentemente al progetto generale di RLLV.
  • MVC
    Una volta selezionati i materiali abbiamo deciso di sviluppare un abiente virtuale che permettesse l’interazione con essi attraverso modalità coerenti con l’ambiente e i contenuti. In più l’idea è quella di creare dei moduli interattivi che potessereo essere riutilizzati con materiali di diverso tipo e con dispositivi di interazione alternativi. Ritorna quindi il concetto di scalabilità e flessibilità legati molto importanti nel concept iniziale della mixed exhibition

  • MVC
    Partendo dal concetto che il visitatore dovesse vivere un esperienza di fruizione abbiamo deciso che occorreva dare all’utente la possibilità di confrontare gli ambienti reali e virtuali, giocare con i materiali scropendo la storia del Sands.
  • MVC
    Questo è la prima parte del lavoro di ricostruzione. Partendo da una planimetria del 1964 abbiamo ricreato il tracciato virtuale e gli elementi statici visivibili come il bancone del bar e le colonne
  • MVC
    Attraverso l’analisi delle immagini e di altre fonti come i film Meet Me in Las Vegas girato negli anni 50 all’interno del SAnds abbiamo ricreato la terza dimensione
  • LOC
  • MVC
    Brevemente riportaimo il workflow utilizzato durante il nostro periodo di lavoro. Abbiamo lavorato parallelamente su due fronti. Da un lato la ricerca tecnologica e archivistica fatta in fase inziale dall’altro la creazione delle storie e la modellazione spesso fatta in parallelo per finire con la crazione dell’interazione. Il Feedback per ora si è limitato al riscontro qualitativo, ma

  • NINO
  • LOC
  • LOC

Transcript

  • 1. RE-LIVING LAS VEGAS come ottimizzare e valorizzare la fruizione dei materiali d’archivio in un ambiente di mixed reality. INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 2. INDICE COS’È RE-LIVING LAS VEGAS MIXED EXHIBITION IL LAVORO D’ARCHIVIO IL SANDS VIRTUALE CONCLUSIONI INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 3. COS’È RE-LIVING LAS VEGAS INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 4. COLLABORAZIONE UNLV - POLITO Re-Living Las Vegas è un progetto nato dalla collaborazione tra il corso di studi in Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione del Politecnico di Torino e quello in Entertainment Engineering and Design della UNLV OBIETTIVO Progettare un sistema per la fruzione di contenuti d’archivio della UNLV Special Collections con lo scopo di raccontare la Storia della Las Vegas anni ’50 -’60 INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 5. IL CONCEPT Sistema scalabile Liberazione dei materiali dall’archivio Struttura narrative-driven Tecnologie trasparenti e user-friendly Intrattenimento culturale INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 6. INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 7. Re-Living Las Vegas è un ENTERTAINER ARCHIVE un archivio che diventa la fonte, il mezzo e lo spazio con cui i suoi visitatori possono “divertirsi nella Storia”. INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 8. KEYWORDS REA LTA HIVIO ’ VIRT ARC UAL E LUOGO ENHA ENTO NCEM RTIM E DIV ENT INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 9. KEYWORDS INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 10. DIVERTIMENTO La storia di Las Vegas è la storia del “divertimento” RLLV si rivolge ai turisti, un pubblico generico e indierenziato RLLV si propone come un progetto di edutainment INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 11. DIVERTIMENTO La storia di Las Vegas è la storia del “divertimento” RLLV si rivolge ai turisti, un pubblico generico e indierenziato RLLV si propone come un progetto di edutainment LAS VEGAS INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 12. ARCHIVIO E’ la fonte principale dei contenuti I contenuti della collezione suscitano interesse Conserva materiale di proprietà dell’ente Suggerisce la metafora per le modalità di interazione INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 13. ARCHIVIO E’ la fonte principale dei contenuti I contenuti della collezione suscitano interesse Conserva materiale di proprietà dell’ente Suggerisce la metafora per le modalità di interazione UNLV SPECIAL COLLECTIONS INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 14. REALTÀ VIRTUALE Ricontestualizzazion e del materiale. Nuovo livello di esperienza interattiva Nuovi paradigmi espositivi INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 15. ENHANCEMENT Valorizzare ed espandere il patrimonio della collezione originale Migliorare la fruizione dei contenuti con una nuova metafora di interazione Creare un’esperienza dinamica tra utente e materiale INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 16. ENHANCEMENT Valorizzare ed espandere il patrimonio della collezione originale Migliorare la fruizione dei contenuti con una nuova metafora di interazione Creare un’esperienza dinamica tra utente e materiale VIRTUAL HERITAGE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 17. LUOGO # =+9%&'#>#?#@0,%(+#3+/+)')1&+#+()*&'9+/,1(1#,1(#+0#!quot;#$#%&'&()%*+',-#.# # # =+9%&'#A#?#6'#.'44'#+()*&'))+3'#*#01#/,:*&.1#$+#4&1+*8+1(*#$*0#!quot;#$#%&'&()%*+',-#.* $%&'()#*+#,#-%./01('2%/3%#45#6%0')7%22)18#./3#9(/%82%/3%#):#)71)#:8;%3%2%/38<# RLLV è un insieme di: # # # =# %318(800)318# 3/1)(8# ./>8# 7?%30%8>8# :8%# ./3183'1%# :87# @AB# 0%)# )71)>8318# Luoghi reali 0.)7)C%78#%3#D')31/#7)#01800)#(%./01('2%/38#45#/#;/1/&();%)#9'E#8008(8#809/01)#)7# ricostruiti in realtà virtuale, 9'CC7%./#)11()68(0/#'3)#D')7'3D'8#:8778#%318(;)..8#9(80831%#387#>'08/<### F8# %301)77)2%/3%G# 1'118# (8)7%22)18# :)77)# H)9I)(8 G# 0/3/# 78118()7>8318# inseriti in un ambiente espositivo JK %3.)01/3)18#%3#'3)#(%./01('2%/38#0.83/&();%.)#:%#&()3:8#%>9)11/#8>/1%6/#>)G#)7# >/>831/G#0/3/#)3./()#>/71/#0.)(08#78#%01('2%/3%#98(#7?'0/#;/(3%18# )%#6%0%1)1/(%# 9(%>)#8#:'()318#%7#98(./(0/#M$%&'()#*LN<## Percosi basati sulla logica del database !quot;# Spazio di memoria collettiva INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 18. LUOGO # =+9%&'#>#?#@0,%(+#3+/+)')1&+#+()*&'9+/,1(1#,1(#+0#!quot;#$#%&'&()%*+',-#.# # # =+9%&'#A#?#6'#.'44'#+()*&'))+3'#*#01#/,:*&.1#$+#4&1+*8+1(*#$*0#!quot;#$#%&'&()%*+',-#.* $%&'()#*+#,#-%./01('2%/3%#45#6%0')7%22)18#./3#9(/%82%/3%#):#)71)#:8;%3%2%/38<# RLLV è un insieme di: # # # =# %318(800)318# 3/1)(8# ./>8# 7?%30%8>8# :8%# ./3183'1%# :87# @AB# 0%)# )71)>8318# Luoghi reali 0.)7)C%78#%3#D')31/#7)#01800)#(%./01('2%/38#45#/#;/1/&();%)#9'E#8008(8#809/01)#)7# MIXED REALITY ricostruiti in realtà virtuale, 9'CC7%./#)11()68(0/#'3)#D')7'3D'8#:8778#%318(;)..8#9(80831%#387#>'08/<### F8# %301)77)2%/3%G# 1'118# (8)7%22)18# :)77)# H)9I)(8 G# 0/3/# 78118()7>8318# inseriti in un ambiente espositivo JK %3.)01/3)18#%3#'3)#(%./01('2%/38#0.83/&();%.)#:%#&()3:8#%>9)11/#8>/1%6/#>)G#)7# >/>831/G#0/3/#)3./()#>/71/#0.)(08#78#%01('2%/3%#98(#7?'0/#;/(3%18# )%#6%0%1)1/(%# 9(%>)#8#:'()318#%7#98(./(0/#M$%&'()#*LN<## Percosi basati sulla logica del database !quot;# Spazio di memoria collettiva INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 19. MIXED EXHIBITION INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 20. GLI ARCHIVI DEL XX SECOLO Composti da diversi tipi di materiale Catalogati Comportano problemi di interazione Ottimizzare l’esposizione INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 21. TECNOLOGIE E PERCORSI ESPOSITIVI Video installazioni Ambienti virtuali Schermi interattivi Tecnologie body-driven Strumenti per personalizzare i contenuti # $%&'()#*#+#,--.(/%0.#1%2.-)3# # !quot;#$#%&'&()%*+',-#* 4#5%66.(.27)#5.889,--.(/%0.#1%2.-):#;<.#<)#;=-.#=>%.??%0=#89%--.(/%0%?@#5.88=# /A.??)?=(.# .# %8# /'=# ;=%20=8&%-.2?=# .-=?%0=:# %8# B(./.2?)?%=2# C)>8.# -%()# )8# INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI ;=%20=8&%-.2?=# ;=&2%?%0=# 5.889'?.2?.:# A.(-.??.25=&8%# 5%# )25)(.# %2# A(=6=25%?@# Friday, February 6, 2009
  • 22. TECNOLOGIE E PERCORSI ESPOSITIVI Video installazioni Ambienti virtuali Schermi interattivi Tecnologie body-driven Strumenti per personalizzare i contenuti # $%&'()#**#+#,-#.%/0#123#42-#5,6#7#524%)#8)3#9(2.2:/)/0#%:#;%/<#0=#>21.# # INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 23. LE CARATTERISTICHE LA MIXED EXHIBITION: È UN MIXED REALITY ENVIRONMENT, COMPOSTO DA INSTALLAZIONI CHE MESCOLANO LA REALTÀ VIRTUALE E REALE CONTIENE DISPOSITIVI CON I QUALI È POSSIBILE INTERAGIRE CON LE LOGICHE DELLA NATURAL INTERACTION. GESTISCE I VISITATORI ALL’INTERNO DELL’AMBIENTE CON UN APPROCCIO TOKEN BASED. INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 24. IL CONCEPT INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 25. IL CONCEPT ARCHIVIO SPETTACOLARI TECNOLOGIE INTUITIVE E USER-FRIENDLY MODIFICABILI E AGGIORNABILI ALLLESTIMENTO SCENOGRAFICO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 26. MANAGEMENT SYSTEM GESTISCE INSTALLAZIONI, CONTENUTI E VISITATORI PER CREARE UNA STRUTTURA SINERGICA E DINAMICA SISTEMA DI TRACCIAMENTO Per memorizzare quello che l’utente ha visto e prodotto Per personalizzare l’esperienza della visita Per valutare il comportamento del pubblico alle installazioni INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 27. LE METAFORE TEMA CONDUTTORE: GIOCO D’AZZARDO ALLESTIMENTO E MODALITÀ DI INTERAZIONE: CASINÒ SISTEMA DI TRACCIAMENTO: CASINO CHIP INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 28. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 29. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 30. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 31. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 32. CAMERINO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 33. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 34. LUXURY TRIP INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 35. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 36. RED CARPET INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 37. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 38. CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 39. CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 40. Casino Timeline CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 41. Time Wheel Roulette CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 42. Interactive Bar CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 43. CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 44. CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 45. Pictures Craps Table CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 46. Blackjack delle Star CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 47. Ofice CASINO HALL INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 48. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 49. Teatro INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 50. Teatro INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 51. IL TEATRO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 52. Tavolo Interattivo IL TEATRO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 53. Backstage IL TEATRO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 54. Backstage IL TEATRO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 55. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 56. SHOW AND RED LUXURY CAMERINO CATCH TRIP CARPET BOTTEGA DELLA MEMORIA GAME ROOM CASINO HALL TEATRO LA STRUTTURA DI RLLV INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 57. SCALABILITÀ E VERSATILITÀ Struttura Modulare Contenuti Flessibili Adattabilità a diversi archivi Boom La ricerca Re-Living Las Industriale scientifica e Vegas italiano del Telethon 1960 Archivio della UNLV Special Archivio di Archivio di partenza fondazione Collections Confindustria Telethon La Fabbrica Il gioco d’azzardo Il Laboratorio Tema conduttore prodotti e luoghi e modalità analisi e scoperte persone INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 58. IL LAVORO D’ARCHIVIO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 59. PERCHÈ IL SANDS NEGLI ANNI 50 INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 60. PERCHÈ IL SANDS NEGLI ANNI 50 LA SANDS COLLECTION È LA PIÙ GRANDE COLLEZIONE DELLA UNLV SPECIAL COLLECTIONS CONTIENE DIVERSI TIPI DI MATERIALE IL SANDS È IL SIMBOLO DELLA GOLDEN AGE DI LAS VEGAS MOLTE STORIE E PERSONAGGI SI SONO INTRECCIATI AL SANDS INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 61. COSA C’È NELL’ARCHIVIO FOTOGRAFIE DOCUMENTI UFFICIALI ARTICOLI DI GIORNALE REGISTRAZIONI ORAL HISTORY MEMORABILIA VHS/PELLICOLE 16MM PLANIMETRIE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 62. AMPLIARE LA COLLEZIONE MEMORABILIA TOM ASKEW FAMIGLIA COLLECTION BODEN EMILIO MUSCELLI COLLECTION INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 63. CRITERI DI SELEZIONE DIGITALIZZARE CON UNO SCOPO INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 64. CRITERI DI SELEZIONE DIGITALIZZARE CON UNO SCOPO CRITERIO CRITERIO CRITERIO TEMPORALE SPAZIALE NARRATIVO JACK GAMBLE ROOM DAL 1952 ENTRATTER AL 1964 COPA ROOM COPA GIRLS ESTERNO RAT PACK INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 65. DIGITALIZZARE IL MATERIALE 60 MINUTI DI PELLICOLA 16MM DALLA SANDS COLLECTION 60 MINUTI DI VHS VIDEO DALLA MEDIA LIBRARY “Make Room for Daddy” spot pubblicitario 16mm - Sands Collection CIRCA 60 MINUTI DI REGISTRAZIONI AUDIO PRINCIPALMENTE DALL’ORAL HISTORY RESEARCH CENTER CIRCA 600 FOTOGRAFIE/OGGETTI/DOCUMENTI PRINCIPALMENTE DALLA SANDS COLLECTION INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 66. IL SANDS VIRTUALE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 67. LINEE GUIDA (I) Creare un nuovo ambiente virtuale per l’interazione con i materiali d’archivio. Progettare modalità di interazione coerenti con l’ambiente e con i contenuti Gestire il sistema in maniera flessibile e scalabile. INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 68. Giocare con i materiali Confrontare Reale e Virtuale Scoprire la storia del Sands IL SANDS VIRTUALE E’ UN’ESPERIENZA INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 69. RICOSTRUZIONE DALLE MAPPE (I) INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 70. RICOSTRUZIONE DALLE MAPPE (I) INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 71. RICOSTRUZIONE DALLE MAPPE (I) INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 72. RICOSTRUZIONE DALLE MAPPE (I) INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 73. ESTRUSIONE 3D DELLE MAPPE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 74. ESTRUSIONE 3D DELLE MAPPE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 75. ESTRUSIONE 3D DELLE MAPPE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 76. LA SLOT MACHINE RICOSTRUZIONE MODELLO RICOSTRUZIONE 3D TEXTURE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 77. LA SLOT MACHINE RICOSTRUZIONE MODELLO RICOSTRUZIONE 3D TEXTURE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 78. LA SLOT MACHINE RICOSTRUZIONE MODELLO RICOSTRUZIONE 3D TEXTURE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 79. LA SLOT MACHINE RICOSTRUZIONE MODELLO RICOSTRUZIONE 3D TEXTURE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 80. LA SLOT MACHINE INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 81. IL WORKFLOW Ricerca tecnologica Ricerca archivistica Catalogazione e Storytelling digitalizzazione Progettazione I/O Modellazione dalle fonti Set design Texturing dalle fonti Possibili animazioni Interaction design Feedback INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 82. CONCLUSIONI INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 83. RISULTATI Realizzazione della Demo Ricostruzione virtuale dei 3 ambienti principali del Sands Creazione di 30 punti espostivi interattivi Enhancement della Sands Collection Ampliamento della Collezione Digitalizzazione e Valorazzazione del materiale Creazione di un gruppo di lavoro interdisciplinare INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 84. ROAD MAP Ampliamento del gruppo di lavoro Nuovi ambienti, nuovi modelli, nuovi materiali Light e sound design Creazione di personaggi virtuali Accentuare la componente gaming dell’ambiente virtuale Organizzazione di una fase di test del prodotto INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009
  • 85. ROAD MAP Sistema di gestione dei materiali basato su database Implementazione di un sistema multiplayer Adattamento dei modelli virtuali a diversi sistemi di I/ O Realizzazione di un sito web con funzionalità 2.0 INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE ANTOGNOZZI, DE SANTI, LOCATELLI Friday, February 6, 2009