Your SlideShare is downloading. ×
Agile Practitioner Curriculum 2013 Certificato dal PMI e da The George Washington University
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Agile Practitioner Curriculum 2013 Certificato dal PMI e da The George Washington University

205
views

Published on

Formazione specialistica per l’adozione e implementazione dei metodi Agili nella gestione dei progetti. …

Formazione specialistica per l’adozione e implementazione dei metodi Agili nella gestione dei progetti.

ESI International, grazie alla partnership con la società americana Agile Tranformation Inc., azienda leader nella trasformazione e sviluppo dei team attraverso l’utilizzo metodologie agili, è lieta di offrire una formazione specializzata nell’applicazione di metodi agili nella gestione dei progetti

8 corsi specialistici di Agile Project Management:
I Corsi Fondamentali:
- Agile Project Management
- Utilizzare SCRUM per i Progetti Agile
- Sviluppare Requisiti Agile
- Stimare e Pianificare progetti Agile

I Corsi Complementari:
- Project Portfolio Management usando metodologie Agile
- Pratiche agili per Product Owner
- Agile Overview per Executives e Leaders

LA Preparazione all’esame
- PMI-ACP Exam Preparation

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
205
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Agile Practitioner Curriculum 2013Certificato dal PMI® e da The George Washington University 8 corsi specialistici di Agile Project Management I corsi Fondamentali l Agile Project Management l Utilizzare SCRUM per i Progetti Agile l Sviluppare Requisiti Agile l Stimare e Pianificare progetti Agile I corsi Complementari l Project Portfolio Management usando metodologie Agile l Pratiche agili per Product Owner l Agile Overview per Executives e Leaders La preparazione all’Esame l PMI-ACP Exam Preparation
  • 2. Formazione specialistica per l’adozione e implementazione dei metodi Agili nella gestione dei progetti. ESI International, grazie alla partnership con la società americana Agile Tranformation Inc. (http://www.agiletransformation.com/), azienda leader nella trasformazione e sviluppo dei team attraverso l’utilizzo metodologie agili, è lieta di offrire una formazione specializzata nell’applicazione di metodi agili nella gestione dei progetti. Agile Practitioner Gartner prevede che entro la fine del 2012 i metodi agili saranno utilizzati nel 80% dei progetti di sviluppo software. E se vi dicessero che è possibile ridurre il time to market fino al 30%, ridurre i costi del 30% e ridurre i difetti di prodotto fino al 65%?... e se i vostri concorrenti già lo facessero e voi no? L’utilizzo di metodi agili nella gestione dei progetti può effettivamente portare a risultati così straordinari! Questo è il motivo per cui il 69% delle aziende stanno adottando, in qualche forma, un approccio Agile. Proprio per supportare manager e professionisti nel loro tentativo di integrare l’Agile nei loro progetti - e raccoglierne i benefici- ESI ha rilasciato un nuovo curriculum incentrato sulla costruzione di competenze e skill pratiche in ambito Agile. “Conoscere entrambe le metodologie, tradizionali e agili, contribuirà a dare più valore al vostro business”Agile Practitioner: le credenziali Preparazione all’esame di   ttraverso i nostri programmi i partecipanti posso A Certificazione PMI-ACP®– PMI prepararsi all’ottenimento di Associate e Master Agile Certified Practitioner Certificates rilasciati da ESI e da The George Washington University School of Business.    SI International ha lanciato un corso E specifico per prepararsi a questa nuova certificazione, che comprende tutte le varie metodologie agili come Scrum, 8 CORSI SPECIALISTICI XP, Lean, Kanban. Questa nuova certificazione è più rigorosa rispetto alle I corsi Fondamentali altre certificazioni esistenti. l Agile Project Management 3 l Utilizzare SCRUM per i Progetti Agile 4 l Sviluppare Requisiti Agile 5 l Stimare e Pianificare progetti Agile 6 I corsi Complementari l La Gestione del Project Portfolio con le metodologie Agili 7 l Pratiche agili per Product Owner 8 l Agile Overview per Executives e Leaders 9 La preparazione all’Esame l PMI-ACP Exam Preparation 102 Interessato a partecipare alla rivoluzione Agile? Contattateci subito allo: 02 83847210 • solutions@esi-italy.it
  • 3. Come selezionare i progetti più adatti per un ambiente Agile Project Management organizzativo “agile”. ProgrammaObiettivil Implementare l’agile project management Introduzione all’Agile Project Envisioning Agile Projectall’interno dell’organizzazione aziendale Management l Approccio agile al processo dei requisitil Determinare quali competenze e l Che cos’è l’Agile Project Management? l Il processo di envisioningcaratteristiche siano necessarie per condurre l Storia del movimento Agile l Lo sviluppo di Use storyun progetto “agile” l il manifesto Agile oI principi dell’Agile l La pianificazione della Releasel Determinare la preparazione e velocità di manifesto l Dare la priorità alle funzionalità per unaadozione di un approccio agile da parte di l Miti comuni relativi all’ Agile Project releaseuna organizzazione, team, cliente e project Management l Interazioni nelle releasemanager l Caratteristiche di un progetto agilel Definire “user stories” e elaborare “test l Quando non usare lo sviluppo agile Costruire una “Iteration”cases” per garantire il requisito del cliente l Punti di forza e sfide dello sviluppo agile l Pianificare l’iterazionePianificare i rilasci, stimare le iterazioni l Varianti dei metodi agile • Assegnare il lavorofornendo stime story point per ciascuna • Con quanto anticipo pianificarefunzione e determinare la velocità del team Approccio tradizionale Versus Approccio • Stimare per una iterazionel Pianificare i rischi Agile • Rough order of magnitudel Fornire report di avanzamento al l Project management tradizionale • Velocitymanagement con burn down charts, iteration l Agile project management • Story pointstables, agile earned value management l I metodi tradizionali vs i metodi agile • Time boxl Adattare i cambiamenti sulla base delle l Fasi di un progetto agile • Delivery schedulerichieste del cliente e migliorare in modo l Agile project skill • Planning pokerefficace il processo per gestire i cambiamenti l PMBOK ® Guide: aree di conoscenza • Gestire i rischil Determinare quando un progetto dovrebbe l PMBOK ® Guide: gruppi di processi • Stimare per un’iterazioneessere terminato • Daily standup meeting Sviluppare l’ambiente Agile • Iteration delta tables l Cultura Agile • Burndown charts l Sfide di gestione per l’adozione agile • Reading a Burndown chartOverview •  rocesso di transizione per la gestione P • Release Burndown chart l Sfide del team per l’adozione agile • Iteration Burndown chartL’attuale mercato globale impone alle l Sfide del team distribuito • Progress reportsaziende di consegnare i prodotti sempre l Sfide degli stakeholder/clienti per • Running test procedurespiù velocemente. Quando i nuovi progetti l’adozione agile • Agile EVMvengono selezionati dall’organizzazione o l Approccio agile per ambienti ibrididal management, è importante determinare l Agile Project Manager Gestire l’Iteration Changese è più appropriato un approccio di project l Caratteristiche di un Agile Project Manager l Introdurre il change ad un processomanagement tradizionale o “agile”. l Competenze necessarie per condurre un iterattivo progetto agile l Integrare il change nel prodottoPer un progetto di successo, l’azienda ha l Balancing changebisogno di sostenere il processo, i clienti l Chiudere un progetto agiledevono essere coinvolti quotidianamente, l Early termination in un progetto agilei team devono essere creativi e auto- l Chiusura del progetto-retrospettivadisciplinati, e i project manager essere ingrado di facilitare e guidare il team.Lavorare in un ambiente “agile” significaconsegnare nei tempi e il più rapidamente Corporate Training PMBOK® Guide knowledge areaspossibile i prodotti ai clienti ed essere in grado Questo corso è disponibile anche l Project Scope Management CODICE: P241di rispondere ai loro bisogni, bilanciando la nella modalità in-house, presso l Project Time Management Codice: E0048flessibilità e la stabilità che caratterizzano un le aziende clienti per gruppi di più l Project Cost Management SEDE: Milanoambiente in continuo cambiamento. partecipanti. l Project Quality Management DATA:  14-15 marzo 2013 Per approfondire e valutare l Project Human Resource Management 09-10 dicembre 2013 insieme le opportunità offerte dalla l Project Communications DURATA: 2 giorni Cristina Ferrarotti, Management PREZZO: 1.499€ + IVA l Project Risk Management Daniele Federicis Professional Development Units l Project Procurement Management (PDUs): 15 Telefono  2.83847.210 0 02.83847.281 Email: solutions@esi-italy.it Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it 3
  • 4. Utilizzare SCRUM per i progetti Agile Obiettivi Programma l Apprendere le differenze di ruolo e Agile Project Management - Introduzione Stories responsabilità fra progetti agile e progetti l La gestione tradizionale dei progetti Dimensionare le Stories Sizing tradizionali l Perché scegliere Agile? l Stima assoluta e stima relativa l Implementare la pianificazione della Release l Metodologie Agile l Gli Story Points e costruire il Backlog l I vantaggi di Agile Planning Poker l Comprendere come identificare e scrivere l Elementi base di un progetto Agile l Complexity Buckets delle buone User Stories Il team Agile l Pianificare il rilascio l Dare priorità e dimensionare le User Stories l Cosa contraddistingue un team Agile l Cosa si intende per pianificazione del l Implementare e gestire lo Sprint 0, l Team che si auto organizzano rilascio pianificare gli Sprint successivi e stimare l Ruoli e responsabilità all’interno del team l Usare la Velociy l’ambito l Il ruolo del management l Sprint 0 l Conoscere le fasi di Sprint Review e Sprint l Aspettative del management l Pre-Release Sprint Retrospective La pianificazione Agile l Comunicazione l Sapere quando e perchè utilizzare Agile e l Pianificare in modo Agile Elaborazione della User Story Scrum l I 6 livelli di pianificazione l Il dettaglio l Capire quando e come le metodologie Agile l Agile Release Lifecycle l Session di pre pianificazione possono fallire l Avere la visione del prodotto finale l Test di accettazione lavorando a fianco del cliente l Esempi di Agile Modeling l Pensare come l’utilizzatore finale Sprint Planning l I ruoli dell’utilizzatore l Preparazione dello Sprint Overview l Customer Personas l Capacity Planning Product Roadmap l Task breakdown Le metodologie Agile e Scrum sono sempre l Product Themes/Feature Groups l Definizione di “done” più diffuse fra i project manager. Tuttavia c’è l Usare i Case Diagrams l Realistic Commitments una grande differenza fra conoscere queste l Roadmaps Sprint Execution metodologie e utilizzarle concretamente nei l Esercitazione l Daily Standup (Daily Scrum) progetti aziendali. E’ infatti fondamentale Creare il Product Backlog l Lavagna dei tasks conoscere le teorie che stanno alla base delle l Le User Stories l Strumenti Agili metodologie agile, conoscerne i pro e i contro l Il Modello U-INVEST l Burn-down, burn-up e altre metriche nel loro utilizzo; ma soprattutto è decisivo l Non-Functional Stories l Scaling Agile sapere come applicare Scrum ai progetti l Criteri di accettabilità Concludere lo Sprint aziendali. l Costruire una buona Story l Sprint Reviews Questo corso è progettato per tutti i membri l Tecniche di scrittura delle Stories l Sprint Retrospectives del team di progetto con l’obiettivo specifico di Breaking Down delle Epiche l Demo fornire il know how necessario a implementare l User Stories composte e User Stories Adottare Agile Agile e Scrum per gestire i progetti aziendali. complesse l Consigli per iniziare L’attività formativa prevede l’utilizzo di esempi l Come disgregare grandi User Storier l Strategie di implementazione e case studies reali a supporto di tecniche l Cosa sono e cosa non sono le User Stories l Perché un progetto Agile può fallire ampiamente utilizzate a livello internazionale Dare priorità al Product Backlog l Superare le resistenze dalle aziende più competitive. l Metodi di prioritizzazione l Esempio di calendario Agile Tutti gli aspetti del ciclo di vita del progetto l Business Value Points Agile verranno analizzati e adattati alla realtà l Sequencing Charts/Dependency lavorativa dei partecipanti in aula fornendo al lDiagrams corso un forte impatto pratico. I partecipanti l Aspettative nella prioritizzazione delle saranno da subito in grado di gestire un progetto Agile in tutte le sue parti anche grazie Corporate Training a numerosi case studies, best practices, CODICE: P743 utili consigli e “trucchi del mestiere” raccolti Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti. dall’esperienza e dalla penetrazione di ESI SEDE: Milano Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte: International nelle più importanti aziende DATA: 8-9-10 ottobre 2013 Cristina Ferrarotti, internazionali. DURATA: 3 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVA In conclusione, la partecipazione a questo Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Units corso fondamentale fornisce il know how e le Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5 metodologie necessarie per implementare da CEUs: 2.25 subito progetti Agile utilizzando Scrum. CPE credits: 274 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it
  • 5. Sviluppare Requisiti AgileObiettivi Programmal Affrontare le sfide legate alla gestione dei Introduzione l Product RoadmapRequisiti l Pianificazione dei Requisiti l Fattori di Prioritizzazionel Analizzare gli stakeholders e le loro l Principali sfide legate ai Requisiti l Prioritizzazione di Prodotto attraversoresponsabilità l Affrontare le sfide Value Bucketsl Introdurre le 4 fasi del processo di raccolta dei l Principi di successo Requirements Breakdownrequisiti l Requisiti Cheat Sheet l Requirements Breakdown Il Definire Vision del prodotto e “Condizioni di l I livelli dei requsiti l Workshops per scrivere i Featuresoddisfazione” del cliente Pianificare la Raccolta dei Requisiti l Come scrivere requisiti completil Sviluppare le tecniche di facilitazione e di l Competenze necessarie di Business l Le caratteristiche di una ” Small Feature”elicitazione per la raccolta dei requisiti Analysis l Requirements Breakdown IIl Utilizzare i diagrammi Use Case l Il leader l Breaking Down the EPICsl Identificare i requisiti non-funzionali/tecnici l Il Decision Maker Esempio di Compound Featuresl Comprendere quando la descrizione di un l Business Lead Proxies and Vacant Leads Esempio di Features Complessirequisito è “completa” l Comprendere il “Problem Domain” l Metodi pratici per la Feature Break Downl Approfondire i test di accettazione utente l Domande da porre l Process Based Breakdown(User Acceptance) e valutare un efficace process l Requisiti emergenti l CRUD – Function Based Breakdownmodelling l Progettare il proprio approccio di Raccolta l User or Platform Based Breakdownl Identificare, prioritizzare e mitigare i rischi dei Requisiti l Requsiti Non-Funzionaliattraverso parametri relativi al Business value l Tecniche di Elicitazione l Non Foundation Featuresl Effettuare Brainstorming per consolidare le l Processo di raccolta dei requisiti: Cheat l Concetto di Requirementscaratteristiche dei requisiti e per trasformare Sheet l Prioritizzazione della Releasei requisiti di grandi dimensioni in requisiti di Esempi di Progetto l Dependency Prioritizationdimensioni inferiori. Requirements Visioning l Esempio di Dependency Chart l Visioning I Approfondimento sui Requisiti l Vision Statement l Approfondimento del Feature (Requisiti l Definire gli obiettivi di progetto Dettagliati)Overview l Definire le “Condizioni di Soddisfazione” l Dove sono i dettagli delle Features? l Esempio di Condizioni di Soddisfazione I l Identificare gli Acceptance TestUna delle principali cause di fallimento dei l Esempio di Condizioni di Soddisfazione II l Esempio di Acceptance Test Casesprogetti risiede in una gestione dei requisiti l Identificare le caratteristiche/Features Esempi di Testincompleta e poco chiara. Comprendere come l Use Case Diagrams l Business Rulesraccogliere i requisiti diventa fondamentale per l Esempio di Use Case Diagram Esempio di prototipi UIgarantire progetti di successo. l Visioning II l La ‘Traceability’ QuestionIl corso si focalizza sul processo di raccolta l Process Modeling Requirements Testing eChangedei requisiti in un ambiente Agile e fornisce gli Esempio di Business Process Diagrams Managementstrumenti e le tecniche per registrare, raccogliere l Sample Process Diagram (By Hand) l Principi per un Testing di successoe organizzare informazioni critiche. Verranno l User Interface Flow l Ruolo del Testertrattate tecniche di modellazione visuale e l UI Flow - Esempio (By Hand) l Esempio di Risultati di Testsuggerimenti di coinvolgimento degli stakeholder. l UI Sitemap – Esempio l Come gestire il CambiamentoI partecipanti approfondiranno come differenziare l La lista dei Feature l Suggerimenti per Gestire Il cambiamentoi livelli di requisiti e le modalità per raccogliere il l Feature List – High Level nei Requsitilivello migliore al momento giusto. l Vision Summary Esempio di Change Management TrackingIl corso è stato progettato in maniera interattiva: l Prioritizzare la Roadmap Notesi partecipanti potranno esercitarsi nella raccolta l Livelli di Prioritizzazione l Risorsedelle richieste degli stakeholders, garantendoche nessun requisito venga tralasciato. D’altro Corporate Trainingcanto la realizzazione di un progetto potrebbe CODICE: P744essere ostacolata anche da requisiti troppo Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti.estesi o numerosi. E’ quindi importante produrre SEDE: Milano Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte:requisiti essenziali e stabilire priorità nella scelta DATA: 24-25-26 Giugno 2013 Cristina Ferrarotti,dei requisiti. DURATA: 3 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVANessun progetto può avere successo senza una Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Unitsraccolta e definizione adeguata dei requisiti. Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5Questo corso è fondamentale per gestire questa CEUs: 2.25parte vitale del processo di progetto. CPE credits: 27 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it 5
  • 6. Stimare e Pianificare progetti Agile Obiettivi Programma l Capire le differenze con i metodi tradizionali Agile Estimating & Planning Metodi per la stima e il dimensionamento di stima e pianificazione l Agile Estimating & Planning l Estimation and Sizing Methods l Definire cos’è l’Agile Project Management e l Strumenti l Il metodo giusto al momento giusto perché si usa Le problematiche e le sfide legate alle fasi l Tecniche di stima Agile l Implementare tecniche Agile di stima e di Planning e Estimating l Affinity Estimating pianificazione l Le sfide legate alle fasi di Planning ed l Metodi per derivare una stima l Implementare una pianificazione a 6 livelli Estimating l Common Sizing Units l Comprendere e utilizzare l’ Agile Lifecycle l I problemi più comuni e diffusi l Perchè utilizzare gli Story Points? Diagram l I fattori e le metodologie di successo l Story Points – il sistema Fibonacci l Stories ed EPICS l Principali strategie applicate i team di l Planning Poker per il dimensionamento l Implementare metodi Agile di stima e sapere progetti IT delle Stories quando utilizzarli l Motivi del fallimento del 37% dei progetti l Il Complexity Bucket Method l Conoscere le tecniche di Affinity Sizing, l La pianificazione Agile Gestire la Velocità e la Capacità Poker Planning, Complexity Buckets e Ideal Principi di Stima e Pianificazione Agile l Comprendere la Velocity e la Capacity days l Agile Planning and Estimating Principles l Cosa si intende per Velocità l Comprendere I concetti di velocità e capacità l Agile Manifesto—2001 l Velocità e Story Points l Apprendere ad effettuare la stima della l I principi Agile l Misurare la Velocità velocità iniziale l La pianificazione Agile l Esempi di Point e Cost Burn Up Chart l Implementare le fasi di pianificazione e l La piramide dell’incertezza l EVM-Value Cost Burn-up rilascio l Pianificazione Tradizionale Vs Agile l Stimare la Velocità iniziale l Pianificare per data e scope fissi l Stima Vs Precisione l Pianificare la Capacità l Utilizzare EPIC sizing buckets, ristimare e l Principi di Pianificazione e Stima l Iteration Capacity Map calibrare l Come aumentare la precisione delle stima l Comparare le diverse Velocità dei team l Implementare i team per la pianificazione del l Definire un range di stima l Fattori che influenzano la Velocità del team rilascio l Chi si occupa della stima Il Piano di Rilascio (Release Plan) l Utilizzare le metriche Agile e apprendere l Value- Based Decomposition l Costruire un Piano di Rilascio cosa è necessario misurare l I sei livelli di pianificazione l Cos’è il Release Planning l Agile Lifecycle l Esempio di Iteration e Release Plan Scrivere le User Stories e eliminare gli l Quando dovrebbe essere lunga un EPICs Iterazione Overview l Scrivere le User Stories l Tempo prefissato e Ambito prefissato l Cos’è una Story l Steps per Pianificare Fixed Scope Corso di livello avanzato, consigliato a chi Esempi di User Stories / di Backlog / di Storie l Steps per Pianificare Fixed Date possiede competenze base nelle metodologia sullo sviluppo dei processi l Pianificare le Iterazioni aggiuntive di Agile Project Management. Il corso l Linee guida per la scrittura di User Stories l Metodi di Schedule Buffering fornisce una visione approfondita sulle fasi l Requisiti Agile Esempio: Stimare le Release con i Buffers fondamentali di stima e pianificazione dei l Esempio di Requirements Breakdown Esempio di Release Planning Wall progetti Agile; queste fasi cruciali sono tra l Non-User Stories l Re-Estimation e Calibration le più delicate e spesso fonte di confronto l Esempio di Story Map Multi-Team Program Planning all’interno dei team di progetto. In particolare il corso si focalizza sul concetto di “Just Enough” (il minimo indispensabile) nelle fasi di raccolta requisiti e pianificazione. Attraverso un uso di casi reali il corso è caratterizzato da un forte approccio Corporate Training pragmatico alle fasi di stima e pianificazione. CODICE: P745 Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso I partecipanti acquisiranno in particolare una Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti. solida padronanza nei sei livelli di pianificazione Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte: SEDE: Milano individuati: Strategic, Portfolio, Roadmap, DATA: 23-24-25 settembre 2013 Cristina Ferrarotti, DURATA: 3 giorni Release, Iteration, Daily. Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVA Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Units Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5 CEUs: 2.25 CPE credits: 276 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it
  • 7. La Gestione del Project Portfolio con le metodologie AgiliObiettivi Programmal Descrivere le principali sfide del portfolio management Agile Portfolio Management Esempil Spiegare il problema del multi-tasking l Sfide Principali e Drivers per il l Come determinare obiettivamente ciò chel Descrivere come avviare iniziative e verificare l’attività Cambiamento ha valoresvolta l L’ Agile Manifesto - 2001 l Stabilire priorità attraverso i Businessl Saper far partire delle iniziative e definire quando sono l Agile Value Proposition Value Bucketscompletate (‘Done’) l Benefit nell’adozione di un approccio Agile l Misurazione del Valore Post Releasel Perché abbiamo bisogno di un approccio diverso Le basi dell’Agile Portfolio Planning l I livelli dei Requisiti Agilel Definire il Lean Thinking l Agile Portfolio Planning l Review la Qualification Checklistl Spiegare come limitare il work in progress (WIP) l I principi del Lean Development l Agile Portfolio Planning Kanban Walll Inquadrare il Portfolio Lean/Agile l Lean Portfolio Management l Idea Feasibility Checklistl Descrivere il concetto di pull vs. push l Il Multitasking Name Game l Aspettative Non-Funzionalil Spiegare perché avere team completi e stabili l l’Agile Portfolio Management vs Approcci l Analisi di Soluzioni Alternativel Utilizzare le communities di support per le practice Tradizionali? l High Level Sizing – T-Shirt Sizingl Definire nuove metriche di misurazione l Principi dif Lean/Agile Portfolio Un esempio di Roadmap (per CSO)l Spiegare il nuovo ruolo di un PMO Agile l Team Level Backlog l Aggiornamento: Agile Portfolio Planningl Descrivere fasi di pianificazione Portfolio Agile / Lean l Program Team’s Backlog Kanban Walll Definire i 6 livelli di pianificazione l Portfolio Team Backlog Fissare Priorità, Ranking e Roadmappingl Spiegare come costruire il proprio Backlog delle l L’ Agile PMO promotore del Valore l Priorità, Ranking e Roadmappinginiziativi presenti e future l I 6 Livelli dell’ Agile Planning l Agile Portfolio Lifecyclel Spiegare Allineamento Strategico l Agile Portfolio Lifecycle l Portfolio Ranking e Roadmappingl Descrivere come sviluppare I propri Business Value Strategic Visioning l Fattori che influenzano il RankingBuckets l Strategic Visioning l Portfolio Ranking – Biggest Bang for thel Spiegare come sviluppare il Qualification Filter l Agile Portfolio Lifecycle Buck Game!l Descrivere come assegnare i Business Value Points l Strategic Planning l Il Portfolio Roadmapl Definire Dependency, Rischio, Dimensionamento Un Esempio di Strategic Vision>Obiettivi Capacity Planning & Budgetingl Prendere decisioni difficili Un Esempio di Strategic Goals>Misure l Capacity Planningl Posizionare i Backlog Costruire e Allineare l’ Enterprise Backlog l Cosa sono i Team Stabili?l Costruire team completi e stabili l Costruire e Allineare il proprio Enterprise l Perché progettare team Stable?l Misurare la Velocity Backlog l Team Cross-Funzionali l Costruire il prioprio Backlog iniziale - Goal l Enterprise Stable Teamsl Definire il Capacity Planning l Identificare i work in progress, autorizzati l Capacity Planning nel Portfoliol Creare un Enterprise Portfolio Team Grooming e non l Suggerimenti per Strutturare i Teaml Spiegare Ruoli e responsabilità Esempio di Strategic Backlog l Budget Planningl Descrivere il Continuous Backlog Grooming l Cos’è un Allineamento Strategico? Un esempio di Enterprise Capacity Tablel Impstare il proprio Portfolio Tracking Kanban Wall Un Esempio – Allineare le Iniziative ai Goal l Budgeting Per Team Per Iterationl Valutare i passi successivi Strategici l Budgeting per Enterprise Portfolio l Gestire Items non allineati Attività Ongoing di Portfolio Management l Dai‘Progetti’ ai Deliverables l Ongoing Portfolio Grooming l Agile Requirements Levels l Portfolio Execution Kanban WallOverview Un Esempio: Member Portal Initiative l Metrics Worth Tracking Idea Qualification e Feasibility con Kanban l Tracciare la VelocityAvere una valutazione d’insieme della propria azienda è l Agile Portfolio Planning Kanban Wall l Tracciare l’ Actual Costfondamentale nella scelta e organizzazione dei progetti in Esempio di Agile Idea Qualification Checklist l Sample Point e Cost Burn Up Chartquanto consente di possedere le informazioni aziendali l Qualifying a Sample Idea l Agile EVM (Earned Value) Burn UP Chartessenziali per evitare un utilizzo eccessivo di risorse e l Agile Game: Product Vision Box l Misurare i Progressi nel Programmonitorare le parti più critiche del proprio progetto.Questo corso rivolto a manager esperti nel project Corporate Trainingportfolio, a business sponsors e a responsabili di un project CODICE: P746portfolio, è stato progettato con l’obiettivo di comprendere Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti.come applicare Agile, Lean e Kanban alla pianificazione e SEDE: Milano Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte:gestione del portfolio. Verranno presentati nuovi metodi di DATA: Cristina Ferrarotti,pianificazione, prioritizzazione, misurazione e gestione del DURATA: 3 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVAPortfolio e nuovi modi di guardare alla capacity planning Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Unitsaziendale, attraverso l’attivazione dei team, la misurazione Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5della velocity e l’utilizzo di un metodo pull dal proprio CEUs: 2.25portfolio backlog. I partecipanti apprenderanno come CPE credits: 27gestire il proprio Portfolio in maniera Agile, attraversoesempi ed esercitazioni pratiche. Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it 7
  • 8. Pratiche agili per Product Owner Obiettivi Programma l Conoscere lo sviluppo del metodo Waterfall Agile Project Management per Product User Stories l Capire quando e perché utilizzare le metodologie Owner l Cos’è una Storia (User Story) Agile l Chi è il Product Owner l Sample Backlog l Conoscere i valori e i principi Agile l Strumenti organizzativi l Raggruppamento per “Features” l Conoscere ruoli e processi della metodologia Overview sull’Agile Project Management l Feature/EPIC SCRUM l Cos’è l’Agile Project Management l Criteri di accettazione – esempi l Definire il ruolo del Product Owner e le aspettative l Il PM tradizionale Vs Agile Eliminare le EPICS legate al ruolo l Waterfall Vs. Agile l Frammentare Large Stories l Adottare un’efficiente gestione del tempo in l The Agile Manifesto (2001) Esempio di Compound Stories considerazione al ruolo l I principi Agile Esempio di Complex Stories l Comunicare correttamente le aspettative al team l Il processo Agile basato sulle Iterazioni Prioritizzare il Backlog l Comprendere i ruoli di user e SME (Subject Matter l Agile Requirements l Sequencing/Dependency Chart Expert) Il Team Agile l Estimating—Business Value l Conoscere la visione del progetto e le condizioni l La leadership triangolare l I Business Value Buckets che ne definiscono il successo l I ruoli Agilet Stima e dimensionamento l Esercitarsi sulla costruzione del Backlog l Agile Team Best Practices l Usare gli Story Points l Utilizzare le migliori pratiche per l’identificazione e Il ruolo del Product Owner l Il Sistema Fibonacci la costruzione di story Backlog l Il “Cheat Sheet” l Story Points Scale per gli EPICS l Utilizzare e redigere i documenti: “acceptance test” l Agile Project Lifecycle l Planning Poker e “User acceptance test” l Pre pianificazione del’iterazione successive Release Plan l Essere un team leader e fissare gli obiettivi di team l Time Management l Team Velocity l Motivare i team ad alto potenziale l La delega del Product Owner Esempio di Point and Cost Burn Up Chart l Essere Servant Leader l Release Planning l Identificare Stakeholders e Users Pre-Planning Lean Portfolio Management l Pre-Planning per ogni Sprint Overview l L’allocazione del team nei progetti l Elaborazione della Story – metodologie l Il Multi Team Agile l Model Storming Nella gestione di progetti agili è indispensabile l Agile Portfolio l Cos’è un test di accettazione considerarsi come uno stakeholder chiave l Dal Portfolio al Backlog di Team Iteration Planning mantenendo al contempo la massima disponibilità l Qualification Checklist l La definizione di ‘Done’ da parte del team nel supportare la visione sui requisiti che devono l Root Cause Analysis l Tasks essere sviluppati e soddisfatti. Di questo si occupa il l Misurare il valore pre e post rilascio Iteration Execution Product Owner nei progetti agile. Il processo di Delivery l Sample Agile Calendar La metodologia agile può essere un fattore chiave l The Agile Delivery Process l Daily Standup per il successo dei progetti ma questo implica una l 6 livelli di pianificazione Agile l Visual Taskboards buona preparazione del Product Owner, del Team di l Costruire la Roadmap del prodotto La chiusura dell’Iterazione progetto e in generale dell’intera Organizzazione. l Cos’è la pianificazione “Just Enough” l Iteration Review Questo corso è progettato specificatamente per Project Vision l Best Practices la figura del Product Owner e fornisce una solida l Vision di progetto e visione di prodotto conoscenza delle pratiche agili, del valore aggiunto l Cos’è un il Charter e cosa contiene che l’adozione di Agile implica e dell’importanza di l Vision Statement e Vision Box lavorare in team efficienti. Inoltre il corso chiarisce l I ruoli dello User il ruolo del Product Owner e le aspettative che ne derivano. I partecipanti comprenderanno con chiarezza cosa sono le “User Stories” e come si costruiscono in modo efficace. Verranno pertanto Corporate Training chiariti i ruoli di “User” e SME (Subject Matter Expert) CODICE: P747 Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso e si affronteranno le tecniche per utilizzare e scrivere Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti. i documenti “acceptance test” e “User acceptance SEDE: Milano Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte: test”. DATA: Cristina Ferrarotti, Il corso è stato appositamente pensato per il DURATA: 3 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVA Product Owner come figura centrale e di forte Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Units leadership all’interno del team di progetti agile. Al Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5 contempo è indispensabile per conoscere le migliori CEUs: 2.25 pratiche utilizzate in progetti reali accanto a preziosi CPE credits: 27 suggerimenti pratici e case studies.8 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it
  • 9. Agile Overview per Executive e LeaderObiettivi Programmal Introdurre Agile e illustrare il perché è in corso Overview su Agile e Lean per Executives l Multi-Taskingdi adozione l Gli strumenti organizzativi l Allocare i Progettil Definire ruoli, processi e ciclo di vita in ambito l Il team singoloagile Principali fonti di spreco (BIG Waste) l Il programma Multi-Teaml Descrivere il servant leader e la trasformazione l Fonti principali di BIG Waste l Portfolio Teamattuata dall’empowerment l Dai Silos alla Collaborazione l Lean Portfolio Managementl Spiegare quale impatto può avere introdurre l I pezzi del PuzzleAgile all’interno dell’organizzazione aziendale l Panoramica sull’ Agile Waterfall vs. Agilel Gestire le risorse in un mondo Agile l Overview su Waterfall vs. Agile Ol Sperimentare la collaborazione tra Business e L’approccio tradizionale l I pro di Waterfall vs. AgileIT, che operano come un unico team l L’approccio tradizionale l I contro di Waterfall vs. Agilel Illustrare come creare team cross-funzionali l L’approccio Agileorientati al service l Agile è guidato dal Valore Planning di Progetto e di Produttol Presentare l’Agile / Lean Portfolio Management l Requisiti di Prodottol Approfondire le review delle performance Agile I principi Agile l Definizione dello Scopel Descrivere i contratti di Agile e la gestione dei l I principi Agile l Product Qualityfornitori l Lean Software Development l Gestire le persone,le Personalità e ill Spiegare come Agile possa fallire l I metodi Processol Casi di studio e best practice di successo l Dal Portfolio Ideas al Team Backlog l Product Deliveryl Pianificare come sviluppare piano pluriennale di l Il processo di Iterazione l Adottare Pratiche Agile Ptrasformazione aziendale l Da dove iniziamo? Perchè Agile? l Perchè utilizzare Agile? Quando usare Agile? l Principali Drivers del Valore in Agile l Quando utilizzare Agile?Overview l Agile Funziona? l Considerazioni sulla personalizzazione del l I Benefit di una Survey Agile- processoIl corso si rivolge a Executive, leader e dirigenti l Adottare i metodi Agilecon l’obiettivo di approfondire funzioni e Pricipali Miti dell’Agileresponsabilità, relativi all’implementazione di Il Team Agile l I miti dell’Agileun approccio Agile; offrirà una panoramica dei l Il triangolo della Leadership l Fallimenti e alternativeprincipali concetti connessi con Agile, Lean e l Ruoli Agile - il Product Owner l Fallimenti dei progetti agile?Scrum e fornirà una visione strategica di come l Ruoli Agile - lo ScrumMastertrasformare la propria azienda per ottimizzare le l Ruoli Agile - Solution Lead Superare le Resistenzeperformance. l Ruoli Agile - il Team l Da dove iniziare?Lo scopo principale del corso è quello di l Generalizing Specialist l I 5 fattori di Successo di unacomprendere l’impatto organizzativo che una l Ruoli Agile - Sponsor e Stakeholders Trasformazione Agiletrasformazione Agile potrebbe avere sui diversi l Ruoli Agile - Management l Strategie di Implementazioneaspetti del processo di business, tra cui: l Barriere nell’Adozione dell’Approccio Agilel Ruoli Retrospettive l Come evitare il fallimento di Agilel Stili di Leadership l Retrospettive l Superare le resistenzel Dinamiche del Team l Esempio di Retrospective Outputl Processi esistenti l Overview su Lean Portfolio Managementl Cultura aziendale l Il Multi-Tasking Name GameI partecipanti potranno approfondire tattiche estrategie relative all’adozione di Agile e Lean in Corporate Trainingazienda. Apprenderanno passaggi essenziali, CODICE: P748 Questo corso è disponibile nella modalità in-house, pressocome la costruzione di team crossfunzionali, la Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti.Pianificazione Agile / Lean del Portfolio, Agile SEDE: Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte:Performance Reviews and Rewards, i Contratti DATA: Cristina Ferrarotti,Agile e la gestione dei fornitori, il ruolo del PMO DURATA: 2 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.499€ + IVAAgile per supportare il processo di applicazione e Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Unitsl’integrazione Agile in azienda. Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 15 CEUs: 1.5 CPE credits: 18 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it 9
  • 10. PMI-ACP Exam Preparation Obiettivi Programma l Utilizzare e approfondire i 10 strumenti Fondamenti Agile l Stima della Velocità di Rilascio del Team e tecniche e le 43 aree di conoscenza l Il processo tradizionale l Costruire una Roadmap necessarie per superare l’esame PMI-ACP l L’Agile Manifesto l Spiegare concretamente le tecniche Agile l Valori e principi Agile Project Release Planning l Descrivere il ciclo di vita di sviluppo Agile l Empirico vs. Definito l Kickoff del Progetto e del Team l Sviluppare le tecniche per pianificare, l I diversi Metodi Agili (Scrum, Lean, XP, etc.) l Ottimizzare i Backlog stimare e selezionare i requisiti in modo Agile l Principi Lean l Definire le Priorità dello Story Level l Costruire team auto-organizzati e l Costruire la Qualità l Story Sizing/ Estimation altamente performanti l I Miti dell’Agile l Stimare la Velocità Iniziale di Interazione l Coinvolgere i clienti aziendali, attraverso l Perchè Agile? l Costruire il Release Plan consegne (delivery) frequenti e anticipate l Predisporre Ambienti Collaborativi l Migliorare la raccolta dei requisiti Il Team Agile l Hardening/Stabilization Iteration attraverso un brainstorming collaborativo, la l I ruoli Agile definizione di test di accettazione e l’utilizzo l La Self-Organization Project Foundation Setup di user stories l Generalizing Specialists l Identificare i ‘Must Haves’ per l’Iterazione 1 l Creazione di report di monitoraggio Agile l Accrescere la Performance dei Team l High Level Architectural, Business and UI l Suggerimenti di studio su argomenti l Comunicazione, Collaborazione e Decision l Design avanzati come il ridimensionamento Agile l Making l Hardware, Software, Training dei grandi progetti, team distribuiti e lean l Servant Leadership ed Empowerment l Pre-Planning per l’ Iterazione 1 portfolio management l Coaching Agile Teams l Risk Mitigation attraverso l’identificazione l Fiducia, Risoluzione dei Conflitti e Team di Spikes e Dependency Building l Planificazione della Strategia di Testing l Costruire il team Overview l Agile Team dislocati Iteration Execution l Pianificare l’Interazione Il corso è progettato per fornire la Considerazioni Pre-Progetto l Task Breakdown e Stime conoscenza e gli strumenti per superare con l I Rischi di Agile e le modalità di fallimento l Team Commitment e Cadenze successo l’ esame PMI-ACP. La formazione è l Contratti Agile l Eccellenza Tecnica strutturata attraverso l’approfondimento e la l Considerazioni Organizzative l Collaborazione, Empowerment e Conflict pratica di strumenti, tecniche, conoscenze e l Fattibilità del Progetto(ROI, NPV, IRR) Management competenze relative alle aree fondamentali l Approcci Ibridi l Requisiti dettagliati del Pre-Planning e ‘Just per il superamento dell’ esame e si avvale in Time’ del supporto di tecniche agile implementate Project Initiation l Daily Standups realmente da team di progetto. l Project Visioning e Chartering l Attività durante l’Interazione Agile l Giustificazione del ROI e dei Valori di l Information Radiators Ci sono molte ragioni per puntare Business l Impediment e Risk Mitigation alla certificazione PMI-ACP. Il corso di l Creazione di Backlog con MMF Set l Coaching e Facilitation preparazione alla certificazione PMI- l Analisi di Soluzioni Alternative l Stakeholder Engagement ACP assicura la miglior preparazione per l Contratti Agile superare l’esame al primo tentativo e la l Analisi degli Stakeholder possibilità di iniziare una nuova fase della l Definire le priorità propria carriera come PMI-ACP certified il l Project Level Risk Management più presto possibile! l Project High Level Estimates l WIP (Work In Progress) Corporate Training CODICE: P742 Questo corso è disponibile nella modalità in-house, presso Codice: le aziende clienti per gruppi di più partecipanti. SEDE: Milano Per approfondire e valutare insieme le opportunità offerte: DATA: 23-24-25 settembre 2013 Cristina Ferrarotti, DURATA: 3 giorni Daniele Federicis PREZZO: 1.799€ + IVA Telefono  2.83847.210 02.83847.281 0 Professional Development Units Email: solutions@esi-italy.it (PDUs): 22,5 CEUs: 2.25 CPE credits: 2710 Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it
  • 11. Master’s Certificate in Agile PracticesLE CERTIFICAZIONI GWU Requisiti relativi alla durata: 7 corsi in 4 anniGrazie alla partnership con The George Scegliere un corso introduttivo tra i seguenti:Washington University School of Business andPublic Management, ESI International offre Agile Project Managementil più completo pacchetto di Certificazioni di Utilizzare SCRUM per i Progetti AgileProject Management disponibile sul mercato. Glistudenti ESI che completano con successo uncorso di ESI ricevono un Attestato rilasciato da Scegliere un minimo di 4 corsi tra i seguenti:GWU e ESI. Completando un curriculum di corsidefiniti è possibile ottenere una certificazione Sviluppare Requisiti Agileaccademica di prestigio internazionale. Stimare e Pianificare progetti Agile PMI-ACP Exam Preparation Pratiche agili per Product Owner Project Portfolio Management usando metodologie AgileIl Master’s Certificate inAgile Practices Fino a un massimo di 2 corsi possono essere scelti tra le seguenti aree e corsi:Il Master’s Certificate in Agile Practices sifocalizza su specifici aspetti della gestione Project Management: i corsi Fondamentalidi progetti con metodologie agili. Questa Corsi di IT project Managementcertificazione richiede ai partecipanti di Corsi per Project Manager Seniorcompletare sette corsi in quattro anni. Business Analysis CurriculumCostituisce inoltre un modo proficuo perpreparare la Certificazione PMI Agile CertifiedPMI-ACP ®. Dopo aver completato con successo i sette corsi richiesti, il partecipante riceverà un attestato di Master’s Certificate in Agile Practices assegnato daOgnuno dei programmi formativi sviluppati ESI e The George Washington University.da ESI International consente di acquisirela conoscenza completa delle tecniche estrumenti di project management e di applicarlidirettamente al proprio lavoro, con miglioramentiimmediati in termini di efficienza e produttivitànella gestione dei progetti.ESI International mette a disposizione un know-how di eccellenza nell’agile project managemente nella gestione dei progetti in generale,fornisce percorsi formativi che garantisconol’ottenimento delle certificazioni professionalidel PMI® (Project Management Institute) esupporta i partecipanti nello sviluppo dellepropria carriera professionale. Per informazioni e iscrizioni: Telefono: 02 83847627 I email: solutions@esi-italy.it I www.esi-italy.it 11
  • 12. Scheda di iscrizioneScheda di iscrizioneScheda diESI 2013Catalogo ESI 2013 iscrizioneCatalogo ESI 2013CatalogoFotocopiare e compilare la scheda in tutte le sue parti.Fotocopiare e compilare la scheda in tutte le sue parti.Fotocopiare e compilare la scheda in tutte le sue parti.Per Codici Corso e Data consultare la tabella a pag. 2.Per Codici Corso e Data consultare la tabella a pag. 2.Fotocopiare e compilare la scheda in tutte le sue parti.Per Codici Corso e Data consultare la tabella a pag. 2.Fotocopiare e compilare la scheda in tutte le sue parti.SI DESIDERO PARTECIPARE ai seguenti corsi: 2.Per Codici Corso e Data consultare la tabella a pag. 2.Per Codici Corso e Data consultare la tabella a pag. IMPORTANTE! IMPORTANTE!SI DESIDERO PARTECIPARE ai seguenti corsi:SI DESIDERO PARTECIPARE ai seguenti corsi: IMPORTANTE! Inserire il priority code IMPORTANTE! Inserire il priority codeSI DESIDERO PARTECIPARE ai seguenti corsi: DESIDERO PARTECIPARE ai seguenti corsi: esclusa)SICodice Corso Data Prezzo (IVA esclusa) Inserire il priority code Codice Corso Codice Corso Data Data Prezzo (IVA esclusa) Prezzo (IVA Inserire il priority code Inserire il priority code indicato nell’e-mail ricevuta indicato nell’e-mail ricevuta Codice Corso Data Prezzo (IVA esclusa) indicato nell’e-mail ricevuta Codice Corso Data Prezzo (IVA esclusa) indicato nell’e-mail ricevuta indicato nell’e-mail ricevuta Priority Code ____________ Priority Code ____________ Priority Code ____________ Priority Code ____________ Priority Code ____________ Slideshare CAT-ESI | PPTT CAT-ESI | PPTT CAT-ESI | PPTT 5 MODI PER ISCRIVERSI 5 MODI PER ISCRIVERSI 5 MODI PER ISCRIVERSI CAT-AGILE | PPTT CAT-ESI | PPTT CAT-ESI TEL. TEL. 02.83847.627 5 MODI PER ISCRIVERSI 02.83847.627 5 MODI PER ISCRIVERSI FAX 02.83847.262 FAX 02.83847.262 sabrinasabrinagraphicgraphicdesignersabrinatrezzi.com | graficagrafica & && pubblicità 10% TEL. 02.83847.627 FAX 02.83847.262 sabrinatrezzi.com | grafica & pubblicità 10% Per ogni singolo evento, dal 3° iscritto pervenuto dalla sabrina trezzitrezzigraphic designer sabrinatrezzi.com | grafica|&graficapubblicità Per ogni singolo evento, dal 3° iscritto pervenuto dalla trezzi graphic designerdesigner sabrinatrezzi.com | | grafica pubblicità 10% SCONTO medesima Azienda verràdal 3° iscritto pervenuto dalla Per ogni singolo evento, E-MAIL iscrizioni@esi-italy.it TEL. 02.83847.627 E-MAIL iscrizioni@esi-italy.it WEB www.esi-italy.it FAX 02.83847.262 WEB www.esi-italy.it SCONTO medesima Azienda verrà applicato uno sconto del 10% TEL. 02.83847.627 E-MAIL iscrizioni@esi-italy.it FAX 02.83847.262 WEB www.esi-italy.it pubblicità applicato uno sconto del 10% SCONTO medesima Azienda verràdal 3° iscritto pervenuto dalla 10% Per ogni singolo evento, applicato uno sconto del 10% sabrinatrezzi.com & pubblicità 10% Per ogni singolo evento, dal 3° iscritto pervenuto dalla SCONTO10% non si applica alverrà applicato uno sconto del 10% POSTA ESI International c/o IIR Italy - WEB www.esi-italy.it POSTA iscrizioni@esi-italy.it E-MAIL Via Forcella 3, 20144 Milano E-MAIL ESI International c/o IIR Italy - WEB www.esi-italy.it iscrizioni@esi-italy.it Via Forcella 3, 20144 MilanoLo SCONTO 10% non si applica al Master GWU uno sconto del 10% SCONTO medesima Azienda verrà applicato POSTA ESI International c/o IIR Italy - Via Forcella 3, 20144 MilanoLo SCONTO medesima Azienda Master GWULo SCONTO 10% non si applica al Master GWULo SCONTO 10% non si applica al Master GWU POSTA ESI International c/o IIR Italy - Via Forcella 3, 20144 Milano sabrinatrezzi.com POSTA PARTECIPANTE: DATI DEL ESI International c/o IIR Italy - Via Forcella 3, 20144 MilanoLo SCONTO 10% non si applica al Master GWULa SCONTO 10% non si applica al Master GWULo quota d’iscrizione comprende la documentazione didattica, iLa quota d’iscrizione comprende la documentazione didattica, iLa quota id’iscrizione comprende la documentazione didattica, ipranzi e i coffee break. Per circostanze imprevedibili, l’Istituto DATI DEL PARTECIPANTE: DATI DEL PARTECIPANTE:pranzi e coffee break. Per circostanze imprevedibili, l’IstitutoLa quota id’iscrizione comprende la documentazione didattica, ilpranzi eInternazionale di Ricerca Per riserva il diritto di modificare i coffee break. si circostanze imprevedibili, l’IstitutoLa quota d’iscrizione comprende la documentazione didattica, ilInternazionale di Ricerca si riserva il diritto di modificare i DATI DEL PARTECIPANTE: NOME DATI DEL PARTECIPANTE: NOME NOME COGNOME COGNOME COGNOMEpranzi e i coffee Ricerca Per riserva il diritto la sede del corso.Internazionale relatori, le modalità didatticheimprevedibili,del corso. di break. si circostanze di modificare ilpranzi e i coffee break. Per circostanze imprevedibili, l’Istituto NOME COGNOMEprogramma, i relatori, le modalità didattiche e/o la sede l’Istitutoprogramma, i e/oInternazionale relatori, dirittosi riserva il diritto la nel caso di nonprogramma, ialtresì il le modalità didattiche e/o disede del corso.IIR si riserva altresì il dirittosi riserva il diritto di modificare il si riserva di Ricerca di cancellare l’evento nel caso di nonInternazionale di Ricerca di cancellare l’evento modificare il NOME FUNZIONE F OME NUNZIONE COGNOME COGNOMEIIR si riserva altresì il diritto di cancellare l’evento nel caso di nonIIR FUNZIONE FUNZIONEprogramma, i relatori, le modalità didattiche e/o la sede del corso.raggiungimento del numero minimo di partecipanti, comunicando sabrina trezzi designer designerprogramma, i relatori, le modalità didattiche e/o la sede del corso.raggiungimento del numero minimo di partecipanti, comunicandoIIR si riserva altresì numero minimo di partecipanti, comunicandoraggiungimento del il diritto di cancellare l’evento nel caso di nonIIR si riserva altresì il diritto dipersona segnalata come “contattol’avvenuta cancellazione alla persona segnalata nel caso di non FUNZIONE INDIRIZZOl’avvenuta cancellazione alla persona segnalata come “contatto INDIRIZZO FUNZIONE cancellare l’evento INDIRIZZO INDIRIZZOper l’iscrizione” del numero minimo entro 5 giornicome “contattol’avvenuta cancellazione allaraggiungimento del numero minimo entro 5 giorni lavorativi dallaraggiungimento di partecipanti, comunicando sabrina trezzi graphicper l’iscrizione” via email o via fax entro 5 giorni lavorativi dalla sabrina trezzi graphic via email o via fax di partecipanti, comunicandoper l’iscrizione” via emailIn questo caso la responsabilità di IIR si o lavorativi dalla INDIRIZZOl’avvenuta cancellazione allavia faxpersona segnalata come “contattodata di inizio dell’evento. In questo caso la responsabilità di IIR sil’avvenuta cancellazione In questo caso la responsabilità di IIR si CAP CAP INDIRIZZO CITTÀ CITTÀ PROV. PROV.data di inizio dell’evento. alla persona segnalata come “contattodata di inizio dell’evento. CAP CAP CITTÀ CITTÀ PROV. PROV.per l’iscrizione” via email orimborso delle giorni lavorativi dalla via fax entro 5 giorni lavorativi dallaper l’iscrizione” via email orimborso delle quote di iscrizioneintende limitata al solo via fax entro 5 quote di iscrizioneintende limitata al solo CAP TEL. CITTÀ FAX PROV.intende limitata al solodata di inizio dell’evento. In rimborso delleresponsabilità di IIR si questo caso la quote di iscrizionedata di inizio dell’evento. In questo caso la responsabilità di IIR si TEL. CAP CITTÀ FAX PROV.pervenute. Le offerte sono valide esclusivamente per i pagamentipervenute. Le offerte sono valide esclusivamente per i pagamenti TEL. TEL. FAX FAXpervenute.entro la al sono valide esclusivamente per i pagamenti Le offerte solo rimborso delle quote dipervenutilimitatala al solo scadenza della promozione. iscrizioneintende limitata data di rimborso delle quote di iscrizioneintende entro la data di scadenza della promozione.pervenutipervenuti entro promozioni non sono cumulabili i pagamenti data di scadenza della promozione. T ELL CEL. . CELL TEL. . FAX FAXpervenute. Le offerte sono valide esclusivamente perpervenute. Le offerte sono valide esclusivamente per i pagamenti Le promozioni non sono cumulabili CELL. CELL. Lepervenuti entro lapromozioni non sono cumulabilipervenuti Le data di scadenza della promozione. entro la data di scadenza della promozione. CELL. E-MAIL E-MAIL CELL. Le promozioni non sono cumulabili Le promozioni non sono cumulabili E-MAIL E-MAILLUOGO E SEDELUOGO E SEDE ❑MAIL desidero ricevere informazioni su altri eventi via SMS E- Si, ❑MAIL desidero ricevere informazioni su altri eventi via SMSLUOGO E SEDE E- Si, desidero ricevere informazioni su altri eventi via SMS ❑ Si,I corsi si terranno a Milano e a Roma. La sede di ogni corso verràLUOGO E SEDEI corsi si terranno a Milano e a Roma. La sede di ogni corso verràLUOGO E SEDEI corsi si terranno a Milano e a Roma. La sede di ogni corso verràcomunicata ai partecipanti all’atto dell’iscrizione. ❑ Si, desidero ricevere informazioni CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE su altri eventi via SMScomunicata ai partecipanti all’atto dell’iscrizione.I corsi si terrannopotete contattare dell’iscrizione.ogni corso verrà ❑ Si, desidero ricevere informazioni su altri eventi via SMS CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONEcomunicata ai partecipanti e a Roma. La sede di ogniPer informazioni a Milano e a Roma. La sede di all’attoI corsi si terrannopotete contattare il n. 02.83847.627 corso verràPer informazioni a Milano il n. 02.83847.627Per informazioni potete contattare il n. 02.83847.627comunicata ai partecipanti all’atto dell’iscrizione. CONSENSO ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE NOME E COGNOME NOME E C ALLA PARTECIPAZIONE DATO DA: FUNZIONE CONSENSOOGNOMEcomunicata ai partecipanti all’atto dell’iscrizione. NOME E COGNOME NOME E COGNOMEPer informazioni potete contattare il n. 02.83847.627MODALITÀ DI DISDETTAPer informazioni potete contattare il n. 02.83847.627MODALITÀ DI DISDETTA NOME E COGNOME DATI DELL’AZIENDA:MODALITÀ DI DISDETTA NOME E COGNOME DATI DELL’AZIENDA: DATI DELL’AZIENDA:L’eventuale disdetta di partecipazione (o richiesta di trasferimento) di trasferimento)MODALITÀ DI di partecipazione (o richiestascritta all’IstitutoL’eventuale disdetta DISDETTAall’evento disdettaMODALITÀ DI di partecipazione (o richiestascritta all’Istituto DISDETTAL’eventualedovrà essere comunicata in forma di trasferimento) DATI DELL’AZIENDA: RAGIONE SOCIALEall’evento dovrà essere comunicata in formaL’eventualedovrà essere comunicata (o richiestascritta all’Istitutoall’evento DATI DELL’AZIENDA: RAGIONE SOCIALEInternazionale di Ricerca entro e non in forma di trasferimento) RAGIONE SOCIALEL’eventuale disdetta di partecipazione (o richiesta giorno lavorativo disdetta di partecipazione oltre il 6° giorno lavorativo di trasferimento) RAGIONE SOCIALEInternazionale di Ricerca entro e non oltre il 6° giorno lavorativoall’evento dovrà essereprecedente laindatail d’inizio dell’evento.Internazionale di Ricerca entro e non oltre 6° scritta all’Istitutoall’evento il sabato) comunicata(compreso dovrà essereprecedente laindata d’inizio dell’evento. forma RAGIONE MERCEOLOGICO SETTORE SOCIALE(compreso il sabato) comunicata forma scritta all’Istituto SAGIONE MERCEOLOGICO RETTORE SOCIALE SETTORE MERCEOLOGICO SETTORE MERCEOLOGICOTrascorso tale termine, sarà inevitabile oltre il d’inizio dell’evento.(compreso il di Ricerca entro e non l’addebito giorno lavorativoInternazionale sabato) precedente la data 6° dell’intera quotaInternazionale di Ricerca entro e non l’addebito dell’intera quotaTrascorso tale termine, sarà inevitabile oltre il 6° giorno lavorativo FATTURATO IN EURO 6 ❑ 0-10 Mil 5 ❑ 11-25 Mil 4 ❑ 26-50 Mil 3 ❑ 51-250 Mil 2 ❑ 251-500 Mil 1 ❑ +500 MilTrascorso tale termine, sarà inevitabile accettare un Suo collega ind’iscrizione. il sabato) precedente di l’addebito dell’intera quota(compreso Saremo comunque lieti la data d’inizio dell’evento. SETTORE MERCEOLOGICO FATTURATO IN EURO 6 ❑ 0-10 Mil 5 ❑ 11-25 Mil 4 ❑ 26-50 Mil 3 ❑ 51-250 Mil 2 ❑ 251-500 Mil 1 ❑ +500 Mil FATTURATO IN EURO 6 ❑ 0-10 Mil 5 ❑ 11-25 Mil 4 ❑ 26-50 Mil 3 ❑ 51-250 Mil 2 ❑ 251-500 Mil 1 ❑ +500 Mil SATTURATO IN EURO 6 ❑ 0-10 Mil 5 ❑ 11-25 Mil 4 ❑ 26-50 Mil 3 ❑ 51-250 Mil 2 ❑ 251-500 Mil 1 ❑ +500 Mil F ETTORE MERCEOLOGICOd’iscrizione. il sabato) precedente di accettare un Suo collega in(compreso Saremo comunque lieti la data d’inizio dell’evento. NUMERO DIPENDENTI G ❑ 1-10 F ❑ 11-50 E ❑ 51-100 D ❑ 101-200 C ❑ 201-500 B ❑ 501-1000 A ❑ +1000Trascorso tale termine, sarà inevitabile accettare un via fax almenod’iscrizione. purchè ilcomunque lieti di l’addebito dell’intera quotasostituzione Saremo nominativo venga comunicato Suo collega inTrascorso tale termine, sarà inevitabile l’addebito dell’intera quotasostituzione purchè il nominativo venga comunicato via fax almeno NUMERO DIPENDENTI G ❑ 1-10 F ❑ 11-50 E ❑ 51-100 D ❑ 101-200 C ❑ 201-500 B ❑ 501-1000 A ❑ +1000 NUMERO DIPENDENTI G ❑ 1-10 F ❑ 11-50 E ❑ 51-100 D ❑ 101-200 C ❑ 201-500 B ❑ 501-1000 A ❑ +1000 FATTURATO IN EURO G ❑ 1-10 ❑ 11-50 E 51-100 Mil 3 ❑ 51-250 ❑ 2 ❑ 251-500 501-1000 A ❑ NUMERO DIPENDENTI 6 ❑ 0-10 Mil F5 ❑ 11-25 Mil❑4 ❑ 26-50D ❑ 101-200 C Mil201-500 B ❑ Mil 1 ❑ +500 Mil+1000 FATTURATO IN EURO 6 ❑ 0-10 Mil 5 ❑ 11-25 Mil 4 ❑ 26-50 Mil 3 ❑ 51-250 Mil 2 ❑ 251-500 Mil 1 ❑ +500 Milsostituzione Saremo nominativo venga comunicato Suo collega ind’iscrizione. purchè ilcomunque lieti di accettare un via fax almenod’iscrizione. Saremo comunque lieti di accettare un Suo collega inun giorno prima della data dell’evento.un giorno prima della data dell’evento. NUMERO DIPENDENTI G ❑ 1-10 F ❑ 11-50 E ❑ 51-100 D ❑ 101-200 C ❑ 201-500 B ❑ 501-1000 A ❑ +1000 PARTITA I.V.A.un giorno prima della data dell’evento.sostituzione purchè il nominativo venga comunicato via fax almenosostituzione purchè il nominativo venga comunicato via fax almeno P UMERO DIPENDENTI G ❑ 1-10 F ❑ 11-50 E ❑ 51-100 D ❑ 101-200 C ❑ 201-500 B ❑ 501-1000 A ❑ +1000 NARTITA I.V.A. PARTITA I.V.A. PARTITA I.V.A.un giorno prima della data dell’evento.MODALITÀ DI PAGAMENTOun giorno prima della data dell’evento.MODALITÀ DI PAGAMENTO PARTITA I.V.A. INDIRIZZO DI FATTURAZIONE INDIRIZZO DI FATTURAZIONE PARTITA I.V.A.MODALITÀ richiesto a ricevimento fattura e in ogni caso primaIl pagamento è DI PAGAMENTO INDIRIZZO DI FATTURAZIONE INDIRIZZO DI FATTURAZIONEMODALITÀ richiesto a ricevimento fattura e in ogni caso primaIl pagamento è DI PAGAMENTOMODALITÀ richiesto a ricevimento fattura e in ogni caso primaIl pagamentoinizio dell’evento. La quota deve essere versata secondo è DI PAGAMENTOdella data di inizio dell’evento. La quota deve essere versata secondo INDIRIZZO DI FATTURAZIONE CITTÀ CAP CAP INDIRIZZO DI FATTURAZIONE CITTÀ PROV. PROV.della data di inizio dell’evento. La quota deve essere versata secondodella data diIl pagamentoinizio dell’evento. La quota fattura e fattura/contratto di CAP CAP CITTÀ CITTÀ PROV. PROV.Il pagamento di richiesto a ricevimento fattura e fattura/contratto didella data di di richiesto a ricevimento deve essere ogni caso primale modalità è seguito indicate. Copia della in versata secondo indicate. Copia della inle modalità inizio dell’evento. La quota deve essere ogni caso prima èdella dataal corsoseguitospeditaLa stretto devedi posta. CAP TEL. CITTÀ FAX PROV.adesione di di verrà essere versata secondoadesione al corsoseguitospedita a stretto giro di posta. di dell’evento. versata secondodella dataal corsoseguitospedita a stretto giro di posta.le modalità inizioverrà indicate.quota della fattura/contratto di Copia TEL. CAP TEL. TEL. CITTÀ FAX FAX FAX PROV.adesione verrà indicate. Copia della fattura/contratto di a girole modalità di seguito indicate. Copia della fattura/contratto di modalità di˿ Versamento effettuato sula ns. c/cgiro di posta.le Versamento effettuato sul ns. c/c postale n.16834202˿ Versamento effettuato sula ns. c/cgiro di posta. TEL. TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA FAX˿ Assegnocorso verrà spedita stretto postale n.16834202adesione al corso verrà spedita stretto postaleadesione al TEL. TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA FAX TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA˿ Assegno bancario - assegno circolare n.16834202 Si informa il Partecipante ai sensi del D.Lgs. 196/03: (1) che i propri dati personali riportati sulla scheda di iscrizione (“Dati”) saran- TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA Si informa il Partecipante ai sensi del D.Lgs. 196/03: (1) che i propri dati personali riportati sulla scheda di iscrizione (“Dati”) saran-˿ Versamento effettuato sul ns.circolare n.16834202˿ Assegno bancario: -Banca Popolare di Sondrio, Agenzia bancario assegno c/c postale bancario - assegno circolare Si trattati il Partecipante ai sensi del D.Lgs. 196/03: (1) che i propri dati personali riportati sulla scheda di iscrizione (“Dati”) saran- Si informaDATI PERSONALI - INFORMATIVA il forma automatizzata del D.Lgs. Internazionale i Ricerca (I.I.R.) per l’adempimento di ogni di iscrizione (“Dati”) saran- no informain Partecipante ai sensi dall’Istituto 196/03: (1) chedi propri dati personali riportati sulla scheda onere relativo alla Sua par- TUTELA no trattati in forma automatizzata dall’Istituto Internazionale di Ricerca (I.I.R.) per l’adempimento di ogni onere relativo alla Sua par-˿ Versamento effettuato sul Popolare di Sondrio, Agenzia ns. c/c postale n.16834202˿ Bonifico bancario: -Banca circolare˿ 10 Milano,bancario -Banca Popolare di Sondrio, Agenzia Bonifico Bonifico bancario: assegno circolare Assegno bancario assegno no trattati DATI PERSONALI - INFORMATIVA e per l’invio di materiale per l’adempimento di ogni onere relativo alla Sua par- no informain alla conferenza, per finalità statistiche per l’invio di materiale per l’adempimento di ogni diraccolti potranno essere tecipazione forma automatizzata dall’Istituto Internazionale di Ricerca (I.I.R.) promozionale di I.I.R. I dati raccolti potranno essere TUTELA in forma automatizzata dall’Istituto Internazionale Ricerca (I.I.R.) per tecipazione alla conferenza,sensifinalità statistiche e (1) chedi propri dati personali riportati sulla scheda onere relativo alla Sua par- Si trattati il Partecipante ai del D.Lgs. 196/03: i promozionale di I.I.R. I dati iscrizione (“Dati”) saran- tecipazione ai partner di I.I.R.per finalità statistiche e (1) che i proprimateriale promozionalesulla scheda diraccoltipromozionale; (2) comunicatiil alla conferenza,sensi società del 196/03: perGruppo,di dati personali riportati di I.I.R. I dati raccolti potranno essere tecipazione Partecipante ai e a dall’Istituto medesimo Gruppo, nellambito delle loro attività I.I.R. I dati iscrizione (“Dati”) essere Si informa del D.Lgs. medesimo l’invio promozionale di di comunicazione potranno saran- comunicati ai partner di I.I.R. per finalità statistiche e per l’invio di materiale per l’adempimento di ogni onere relativo alla Sua par- no trattati in alla conferenza, e a società del Internazionale di Ricerca (I.I.R.) delle loro attività di comunicazione promozionale; (2) forma automatizzata nellambito Assegno C/C 000002805x07, ABI 05696, CAB 01609, comunicati ai partner di I.I.R.per finalità indel medesimo Gruppo,di materiale promozionale di I.I.R.se rvizio. In relativo allaai Dati,(2) no trattati inai partner di I.I.R. e a società del medesimo Gruppo, nellambito delle loro attività didi ogni onere relazione ai Dati, il comunicati forma Dati è facoltativo: e a società mancanza, tuttavia, non sarà possibile darattività di comunicazione promozionale; nellambito delle loro corso il conferimento deiautomatizzata dall’Istituto Internazionale di Ricerca (I.I.R.) per l’adempimentoalcomunicazione promozionale; (2) servizio. In Sua par-˿ 10 Milano, C/C 000002805x07, ABIdi Sondrio, Agenzia 10 Milano, C/C 000002805x07, ABI 05696, CAB 01609, Bonifico bancario: Banca Popolare 05696, CAB 01609,˿ CIN Z; IBAN IT29 Z056 9601 6090 di Sondrio, Agenzia Bonifico bancario: Banca Popolare il conferimento dei Dati è facoltativo: in mancanza,per l’invio non sarà possibile dar corso al servizio. tecipazione alla conferenza, statistiche e tuttavia, I dati raccolti potranno essere relazione tecipazione alla dei Dati è facoltativo: in mancanza,per l’invio non sarà possibile dar corsoI.I.R.servizio. In relazione ai Dati, il il conferimento dei Dati è facoltativo: in mancanza, tuttavia, non sarà possibile dar corso al servizio. In relazione ai Dati, il Partecipante ha conferenza, per finalità statistiche e tuttavia, di materiale promozionale di al I dati raccolti potranno essere il conferimento diritto di opporsi al trattamento sopra previsto. il CIN Z; IBAN IT29 Z056 9601 6090 0000 2805 X07; Partecipante ha diritto di opporsi al trattamento sopra previsto. nellambito delle loro attività di comunicazione promozionale; (2) comunicati ai partner di I.I.R. e a società del medesimo Gruppo, 10 Milano, OIT22, intestato a Istituto0000 2805 X07; CIN Z; IBAN IT29 Z056 9601 6090 0000 2805 X07; Partecipante ha diritto di opporsisocietà del medesimoèGruppo, nellambito delle loro attività di comunicazione promozionale; (2) comunicati aiha diritto di opporsi al trattamento sopra previsto. Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milano nei cui con- Partecipante partner di I.I.R. e aDEL trattamento sopratuttavia, non sarà possibile dar corso al servizio. In relazione ai Dati, il TITOLARE E RESPONSABILE al TRATTAMENTO previsto. l’Istituto 10 Milano, C/C 000002805x07, ABI 05696, CAB 01609, il conferimento dei Dati è facoltativo: in mancanza, è l’Istituto Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milano nei cui con- TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO tuttavia, non sarà possibile dar corso al servizio. In relazione ai Dati, il Swift POS C/C 000002805x07, ABI 05696, CAB 01609, Internazionale di Swift POS OIT22, intestato a Istituto0000 2805 X07; TITOL ARE Eha dei Dati è esercitare trattamento sopra è l’Istituto Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milanoal trattamen- il conferimento fronti il Partecipante potrà facoltativo:diritti di cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione nei cui con- in mancanza, TITOLARE E RESPONSABILE DEL iTRATTAMENTO è l’Istituto Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milanoal trattamen- Partecipante RESPONSABILE DEL diritti di cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione nei cui con- fronti il Partecipante potràopporsi al iTRATTAMENTO previsto. Swift POS OIT22, intestato a 6090 Internazionale di diritto di esercitare al CIN Z; IBANindicando il 9601 Istituto0000 2805 X07; CIN Z; IBANindicando il 9601 6090 Internazionale di Ricerca Srl, IT29 Z056 codice dell’edizione dell’evento; Srl, IT29 Z056 codice dell’edizione dell’evento; to, indicazione diritto di opporsi Partecipante hadelle finalitàesercitare trattamento sopra previsto. fronti il Partecipante finalitàesercitare iiTRATTAMENTO è l’Istituto Internazionale di Ricerca, via Forcella 3, Milanoal trattamen- fronti il Partecipante potrà del trattamento).di cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione to, indicazione delle potrà diritti TITOLARE E RESPONSABILE trattamento).di cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamen- del DEL diritti nei cui con- Ricerca Srl, indicando il codice dell’edizione dell’evento; Ricerca TITOLARE E ulteriorifinalità del trattamento). e finalitàèdel trattamento sul sito: www.iir-italy.it via Forcella 3, Milano nei cui con- to, indicazione delle informazioni su modalità RESPON SABILE trattamento). del DEL to, indicazione delle finalitàesercitare iTRATTAMENTO l’Istituto Internazionale di Ricerca,˿ Swift POS OIT22, intestato a Istituto Internazionale di Swift POS OIT22, intestato a Istituto Internazionale di Potrà trovare fronti il Partecipante potrà Potrà trovare ulteriori informazioni su modalità cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamen- diritti di Partecipante informazioni su diritti di e finalità del trattamento sul sito: www.iir-italy.it˿ Ricerca Srl, indicando Eurocard/Mastercard Carta di credito: Carta di credito: Carta di credito: ❍ Eurocard/Mastercard˿ Ricerca Srl, indicando Visa ❍ Eurocard/Mastercard il codice dell’edizione dell’evento; ❍ il codice dell’edizione dell’evento; Potrà il La comunicazioneesercitare imodalità cui al D.Lgs. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamen- fronti trovare ulterioripotrà Potrà trovare ulteriori informazioni su modalità e finalità del trattamento sul sito: www.iir-italy.it e finalità del trattamento sul sito: www.iir-italy.it to, indicazione delle finalità potrà pervenire via: e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634 del trattamento). to, indicazione delle finalità potrà pervenire via: e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634 La comunicazione potrà del trattamento). e-mail variazioni@iir-italy.it Potrà trovare ulteriori informazioni pervenire via:finalità del trattamento sul sito: – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634 La comunicazione potrà pervenire via: e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634 La comunicazione su modalità e www.iir-italy.it˿ Carta di credito: ❍ Eurocard/Mastercard ❍ CartaSì ❍ Visa ❍ Visa˿ Carta di credito: ❍ Eurocard/Mastercard ❍ CartaSì ❍ CartaSì Potrà trovare ulteriori informazioni su modalità e finalità del trattamento sul sito: www.iir-italy.it Timbro e firma potrà pervenire via: La comunicazione pervenire via: e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634N° ❍ Visa ❍ CartaSì Timbro e firma potrà La comunicazione e-mail variazioni@iir-italy.it – fax 02.83.95.118 – tel. 02.83.847.634N°N° ❍ Visa ❍ CartaSì Timbro e firmaN° Timbro e firma Timbro e firmaCodice diN°Codice di sicurezza sicurezza CVV CVV Scadenza ScadenzaCodice di sicurezza CVV ScadenzaTitolarediCodiceTitolaredi sicurezza CVV ScadenzaCodice sicurezza CVV Scadenza Stampa n. 12n.1212Titolare Stampa n. 12n. n.12 Stampa n. 12TitolareTitolare titolareFirma del titolareFirma del StampaFirma del titolare Stampa StampaFirma maggior parte delle carte di credito, il codice CVV é costituitoPer la maggior parte delle carte di credito, il codice CVV é costituitoPer la del titolare la del titolare dagli dagli ultimi ultimiFirma maggior parte delle carte dicarta sopra la striscia della firma.Per numeri riportati sul retro della credito, il codice CVV é costituitotre numeri riportati sul retro della carta sopra la striscia della firma. dagli ultimitrePer numeri riportati sul retro della carta sopra la striscia della firma.tre la maggior parte delle carte di credito, il codice CVV é costituito dagli ultimiPer la maggior parte delle carte di credito, il codice CVV é costituito dagli ultimitre numeri riportati sul retro della carta sopra la striscia della firma.tre numeri riportati sul retro della carta sopra la striscia della firma.