Corso 4 ore versione stampa ferinelli
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Corso 4 ore versione stampa ferinelli

on

  • 464 views

 

Statistics

Views

Total Views
464
Views on SlideShare
464
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
8
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso 4 ore versione stampa ferinelli Presentation Transcript

  • 1. Il turismo nellera del “web 2.0” Elena Farinelli 1
  • 2. Investimenti 2009 delle aziende in pubblicità Nielsen, 8 febbraio 2010• -13,4% rispetto al 2008• Televisione: -10,2%• Stampa: - 21,6%• Radio: -7,7%• Affissioni: -25,4%• Cinema: -4,4%• Direct mail: -15,8%• Internet: +5,1% Elena Farinelli 2
  • 3. Le 2 preoccupazioni principali per una struttura ricettiva che lavora con il web nel 2009:1) Visibilità (= essere trovati)2) Reputazione (= cosa dicono di noi) Elena Farinelli 3
  • 4. Uso dei Motori di ricerca in ItaliaIn Italia il 96% degli utenti web cerca sui Motori diRicerca, informazioni su quello di cui ha bisognol83% degli italiani consulta un motore di ricercaper valutare l’acquisto di un prodotto o servizioe l’86% di questi viene poi effettivamenteinfluenzato negli acquisti dalle informazionitrovate attraverso i motori. Sems 2008 Elena Farinelli 4
  • 5. Ricerca: Il processo di pianificazione del viaggio nell’era digitale* L’85% fra Tedeschi, Inglesi e Americani che si reca in Italia cercainformazioni sulla destinazione turistica direttamente sul web. Il 57% di questi usa un motore di ricerca per localizzare i siti rilevanti.Si può stimare che nel 2007 più di 9 Milioni di turisti provenienti daGermania, UK e USA hanno utilizzato un motore di ricerca per cercareinformazioni sulle diverse destinazioni italiane*Fonte: Synovate, Travel Survey, 1.589 interviste quantitative online: UK (N=530), DE (N=528) & US(N=531) Novembre 2007 presentata alla IV Conferenza Italiana sul Turismo – Riva del Garda Elena Farinelli 5
  • 6. Uso dei Motori di ricerca in Italia Gli utenti usano i Motori di Ricerca più volte al giornoGli italiani cercano approfondimenti sui Motori di Ricerca rispetto a ciò che hannovisto pubblicizzato su: Tv (59%), Radio (36%), Giornali o riviste (71%), Affissioniper strada (34%) Elena Farinelli 6
  • 7. E fondamentale essere trovati su Google e allora perchè la gran parte dei siti non è Google Friendly? Elena Farinelli 7
  • 8. Per essere primi su Google 5 anni fa Hotel, hotels, albergo, alberghi, bb, firenze, florence, italy, camera, camere, letti, Keyword stuffing: si mettevano parole chiave in gran quantità. Spesso a caso! Oggi Google penalizza queste tecniche!!!!CD, Mp3, Sex... Elena Farinelli 8
  • 9. Google Universal Search (maggio 2008) Cerco qualcosa e trovo: - sito - blog - video - news - foto - mappe ...Elena Farinelli 9
  • 10. Google Universal Search Elena Farinelli 10 x
  • 11. Come si fa a essereprimi su Google (nel 2010)? Elena Farinelli 11
  • 12. Risultati a pagamento RisultatiRisultati organici vs risultati sponsorizzati organici Elena Farinelli 12
  • 13. Cosa conta per essere primi su Google:1) Contenuti del sito2) Link Popularity3) Caratteristiche tecniche del sito Html <tag> A href...con un occhio ai social media Elena Farinelli 13
  • 14. 1. I contenuti Content is the king! Avere contenuti originali NON duplicati scritti bene, interessanti, aggiornati è il modo migliore per scalare Google. Nel testo è importante che siano incluse le parole chiave di riferimento. Non fare keyword stuffing! Elena Farinelli 14
  • 15. Contenuti orientati allutentePensa al sito con la prospettiva del tuo lettore/utente. Cosa vuole, cosa si aspetta ditrovare sul tuo sito? Smettila di pensare solo ed esclusivamente con la tua logica!Utilizza un linguaggio adeguato ad ogni singolo segmento di utenza.Sii onesto con gli utenti. Evita di creare aspettative che non puoi soddisfare.Contenuti –> Rassicura i tuoi utenti. Usa le testimonianze dei tuoi clienti per condividerlicon i potenziali futuri clienti. Non parlo del solito guestbook “passivo”. Rispondi a tutte icommenti anche quelli positivi, invita i tuoi clienti ad integrarli con foto e video. Elena Farinelli 15
  • 16. Contenuti emozionaliGli utenti non vogliono prenotare solo una vacanza o acquistare un oggetto, voglionovivere unemozione. Elena Farinelli 16
  • 17. Contenuti – Non tutti sono...uguali.Limportanza dei contenuti (originali, pertinenti,profondi ed ottimizzati) e delle singole pagine checostituiscono un sito rappresentano un aspettotroppo spesso sottovalutato.Prendiamo come esempio la pagina delle offerte speciali.Questa pagina nella maggior parte dei casi sirisolve in una classica e fredda "lista della spesa"con un elenco di servizi ed una propostacommerciale.Spesso possiamo integrare con notizie su eventidel periodo (la sagra del ciuco, oppure segnalazioniutili ai turisti).Allo stesso modo la scheda del prodotto: spessoè fredda, anonima... descrive le caratteristichetecniche delloggetto (peso, dimensioni, capacità)non quello che io voglio fare con quelloggetto.Elena Farinelli 17
  • 18. Due modi diversi di fare una scheda del prodotto:DESCRITTIVA versus EMOZIONALE esempio di un monitor tv Elena Farinelli 18
  • 19. Elena Farinelli 19
  • 20. Elena Farinelli 20
  • 21. Cosa conta per essere primi su Google:1) Contenuti del sito2) Link Popularity3) Caratteristiche tecniche del sito Html <tag> A href...con un occhio ai social media Elena Farinelli 21
  • 22. 2. Link Popularity La Link Popularity è uno dei fattori principali che i Motori di Ricerca prendono in considerazione per attribuire la posizione di un sito in una serp Si conta la quantità e la qualità dei link che riceve un sito internet. La Link Popularity è uno dei principali fattori usati da Google nel calcolo del Page Rank delle pagine (anche se ora c’è il Trust rank) Da ricordare:Pochi link ma buoni (no link da siti di spam!)Link spontanei anzichè link a pagamentoTanti modi per avere link:Article marketing, directories free, blog & forum, network di siti…Avere un link da un sito autorevole e importanteImportanza del sito che linka e di come è fatto il link (anchor text, contesto..) Elena Farinelli 22
  • 23. Cè chi ha regalato un vasetto di pesto alla genovese o qualche altro prodotto alimentare!Un wiki con i commenti e ibloggers che ne hanno parlato 49 bloggers hanno aderito Elena Farinelli 23 ma anche critiche..
  • 24. Cosa conta per essere primi su Google:1) Contenuti del sito2) Link Popularity3) Caratteristiche tecniche del sito Html <tag> A href...con un occhio ai social media Elena Farinelli 24
  • 25. 3. I fattori tecnici del sito I Fattori tecnici che determinano un buon posizionamentoParola chiave nel titolo della paginaLivello globale di popolarità del sito (global link popularity)Anchor Text dei linkAnzianità del sito internetOrganizzare la struttura dei link in modo tale che la pagina principalericeva molti link interniContestualità dei backlink (link da siti che trattano stessi temi o affini)Backlink da comunità a temaUtilizzare la parola chiave nel corpo del documentoLa link popularity e l’essere a tema del sito che linka Elena Farinelli 25
  • 26. “Blocchi” ai motoriAltri consigli utili:• Le strutture a frame sono assolutamente sconsigliabili in quanto noncompletamente indicizzabili. Se il sito è online da tempo e utilizza i frame,andrebbe pensato un redesign dello stesso.• Usate poco flashSi sconsiglia l’uso esclusivo di questa tecnologia. L’uso di un layout in htmlstandard in cui vengono inserite alcune animazioni Flash è assolutamente lecito.Ovviamente i testi devono essere tutti realizzati in codice! Elena Farinelli 26
  • 27. A volte NON possiamo/vogliamo agire sul nostro sito istituzionale... e allora? Cerchiamo visibilità in altro modo Elena Farinelli 27
  • 28. Anche se noi NON siamo trovati con il nostro sitoSiamo presenti su Internet perchè qualcun altro parla di noi- siti di associazioni di categoria- un blog dove un cliente parla di noi (speriamo bene)- un forum dove qualcuno chiede consiglio- i portali turistici- facebook o altri social networks... La gente pone domande dove sa di trovar risposte! Elena Farinelli 28
  • 29. Ci sono i siti dove le persone fanno domande e ricevono risposte Elena Farinelli 29
  • 30. il 61% dei navigatori controlla le recensioni online e i blog primadi acquistare prodotti/servizil80% ha acquistato sulla base di queste informazioniIl 30% ritiene più affidabile la recensione letta sul web rispetto aiprofessionisti del settore (emarketer, luglio 2008) Elena Farinelli 30
  • 31. Elena Farinelli 31
  • 32. Elena Farinelli 32
  • 33. Una curiosità... Elena Farinelli 33
  • 34. Essere su Internet oggi è diverso:Fino a qualche anno fa:Bastava avere 1 dominio (www . nomesito. com) + un sito internetOggi essere su internet significa che: - su altri siti si parla di noi (blog, forum, recensioni) - siamo presenti nelle “reti sociali” (social networks)Dobbiamo essere VISIBILI ! Dobbiamo partecipare alla conversazione.
  • 35. Oltre la visibilità: affidabilità, fiducia...E un problema di brand reputation:• il 61% dei navigatori controlla le recensioni online e i blog prima di acquistare prodotti/servizi• l80% ha acquistato sulla base di queste informazioni• Il 30% ritiene PIU AFFIDABILE la recensione letta sul web rispetto ai professionisti del settore Emarketer luglio 2008
  • 36. La gente è sempre meno influenzata dalla pubblicità tradizionale.Il 78% dei consumatori tedeschi si dichiara irritato dalla pubblicità tv,ed appena il 24% la guarda.il 76% degli americani pensa che gli spot non dicano la verità,il 61% sostiene di credere di più al passaparola che alladvertisingtradizionale.il 17% dei compratori di auto viene influenzatodalle pubblicità tvil 71% degli acquisti è influenzato dal passaparola
  • 37. Blog, social networks... perchè unazienda deve aprirsi al web 2.0?• per la visibilità (Google ama gli UGC). I blog possono portare traffico a un sito internet magari bello ma poco Google friendly (e quindi poco visibile).• per ascoltare, partecipare, conversare, dialogare con i propri clienti. Cercare linterazione (i commenti, le discussioni). Creare una community. Rilevare feedback.• maggiore influenza sulle decisioni di acquisto. I lettori si fidano degli altri lettori.• ampliare gli argomenti: posso parlare alle nicchie, posso promuovere altre cose legate al mio prodotto (il territorio?), dare unimmagine diversa del mio brand. Coda lunga...
  • 38. Devo e posso partecipare alla conversazione• Vantaggi- posso partecipare, mettere miei contenuti anche altrove, sul web. Aumentano i canali di visibilità. - spesso in modo “gratuito”.• Svantaggi- ci vuole tempo - minore controllo su ciò che viene detto. - bisogna capire il linguaggio (non è pubblicità!!!)
  • 39. In principio cerano i blog...Nel 2007:•70 million weblogs (in meno di 1 anno raddoppiati)•120,000 nuovi blogs ogni giorno, … 1.4 nuovo blog ogni secondo1.5 million posts al giorno•17 posts al secondoNel 2008:133 milioni di blog,ma solo 74 milioni attivie solo 1,5 milionicon 1 aggiornamento settimanaleNel 2009: 126 milioni di blog (blogPulse)
  • 40. 2008: esplosione dei social networkssu 1 miliardo di utenti unici connessi a internet in tutto il mondo:+ di 670 milioni hanno visitato siti di social network (ce ne sono acentinaia) Elena Farinelli 40 x
  • 41. 2009: boom di Facebook (specie in Italia)Chi ha ucciso il vecchio blog?E lora di Facebook, il reality della rete. Un anno fa per essere qualcuno dovevi scrivere dei postautorevoli. Ora si va a caccia di "amici" e il successo dura lo spazio di una riga. Sul nuovo socialnetwork le persone sono "tracciabili" e si può curiosare nella loro vita. (Il Giornale, 23 Febbraio2009) In Italia FB è esploso fra fine agosto e inizio settembre 2008: da 2.613.000 a 4.200.000 iscritti. A inizio 2009 6 milioni. Marzo 2010: 13,193,040 iscritti (di questi 5,677,820 donne, 1,445,940 laureati, interessati ai viaggi 8,680, di Firenze 226,720...). Aggiornamento: 6 giugno 2010: 13,890,660 people who live in Italy
  • 42. Facebook e gli italiani• 1 su 10 si collega fino a 2 ore al giorno. Usato per amicizia (43,65%), per divertimento (42,31%) e per lavoro (9,02%). Si collega nel tempo libero (35,34%) ma anche dal pc aziendale (12,97%) o comunque al lavoro (17,63%).• Il 78,8% di chi usa Facebook non possiede un blog.• la gran parte degli heavy users di FB in italia: persone poco esperte di web, che non hanno mai aperto un blog, non hanno partecipato a forum, non usano Twitter. indagine
  • 43. 2010: 400 milioni di iscritti a livello mondiale Copyright: Jess3 http://vimeo.com/9641036
  • 44. 2010: i cinguettii di TwitterCopyright: Jess3 http://vimeo.com/9641036
  • 45. Quindi i social media hanno spodestato i blog? • I blog non contano più niente? • Al contrario... versus Uno non esclude laltro, ma limportante è saperli usare.
  • 46. Linfluenza della blogosferaAlcuni blogger sono opinion leader nel loro settore Anonimo ha detto... Maria ha detto... ci sono stato ieri sera tutto ottimo grazie alla tua questo posto mi incuriosisce proprio! Andrò a recensione ho trovato un ottimo posto dove si ritrova i vedere di cosa si tratta.... vecchi sapori e un ambiente molto carino Solo una precisazione la via è Sercambi, tutto ci torno di sicuro, ciao attaccato! Stefano Sei sempre impagabile Nelli, grazie davvero! Topo ha detto... Nelli, grazie mille, come sempre le tue indicazioni sono interessantissime! Alberto Fatticcioni ha detto... Il tuo blog è davvero prezioso, grazie a te ho modo di organizzare al meglio questo ponte! Continua così...
  • 47. Alle 10.30 telefona una signora pervenire a pranzo e mi fa: Ho letto unacosa cosi carina su di voi su internetdobbiamo assolutamente venire.Siamo in 5 persone. Io avevo anchealtri ospiti dellagriturismo per cui ledico. Facciamo unaltra voltasiete tanti. Lei mi richiama dopo le11.00 e mi fa, siamo sempre noi solo in3 due adulti e una bimba , perche duenon vengono piu. Ci prende perfavore?E ALLORA IO POTEVO DIRE DI NO?Ho detto di si. Sono stati molto carini,gli e piaciuto il posto e a un certo puntolei fa: la Nelli non sbaglia colpo!!Avevano letto il tuo blog, capito?? tiseguono da sempre e anzi mi fanno..ieri qui e venuta la Nelli !Come di persona? La bambina si einnamorata dei conigli e dei cavallie..torneranno..
  • 48. Cosa non fare: ignorare il potere di un blog. 4 miliardi di $ andati in fumo in pochi minuti per una falsa notizia pubblicata sul blog Engadget (una e-mail interna della Apple sul ritardo nel lancio delliPhone e del sistema operativo "Leopard“). La "bufala" è rimbalzata immediatamente sul Nasdaq e le azioni sono crollate nel giro di pochissimo da 107,89 $ a 103,42. La smentita della Apple è arrivata pochi minuti dopo e ha riportato il titolo più o meno ai livelli iniziali, ma nel frattempo un numero enorme di azioni sono passate di mano. Nel 2004: su Engadget un video su come aprire un lucchetto Kryptonite con una penna Bic. Si sapeva da anni ma l’effetto virale fu dato dal post in un forum di bici di una persona la cui bicicletta era stata rubata (protetta da un lucchetto di quel tipo) + il post su Engadget + tempesta di post su altri blog + articoli sulla stampa (NY TImes, Boston Globe)10 mar 2010 ... «Il Pantheon chiude» concerto interrotto dal custode :www.mp3-blog.it/.../i-custodi-del-pantheon-interrompono-un-concerto-e-tapiro-doro/ -
  • 49. Non è obbligatorio aprire un blog.Sei sicuro di voler aprire un blog aziendale?Non aprire un corporate blog per:• Pubblicare solo promozioni e pubblicità su prodotti o servizi;• pubblicare i comunicati stampa della tua azienda (saper trasformare l’informazione in comunicazione);• mimetizzarti dietro un finto utente innamorato dei prodotti del brand (pensando che nessuno si accorga che in realtà, dietro, c’è lazienda!)• parlare male dei concorrenti; parlarsi addosso (autoreferenzialità)• seguire la moda del blogAltrimenti non funziona!!!
  • 50. Prima di aprire un corporate blog:Alcune questioni che lazienda si deve porre:• Costi (infrastruttura, grafica, seo, contenuti...)• Linea editoriale (moderazione commenti? Chi scrive? A chi si rivolge? Di cosa si parla? Cadenza dei post? Come si risponde ai commenti negativi?)• Tempi e costi di gestione nel lungo periodo (non aprire un blog per lasciarlo morire dopo qualche mese)• Che immagine vogliamo comunicare (non è un blog personale!)
  • 51. Rispetto a... Consigli per Facebook:1) parlare al singolo e non alle masse (il mio obiettivo non deveessere avere tanti contatti, ma avere persone affini ai mieiinteressi)2) ascoltare3) non spammare!4) partecipare alle conversazioni sempre (non solo quando devopromuovere i miei prodotti)5) essere onesti6) coltivare le relazioni...divertirsi!
  • 52. Quale scegliere?
  • 53. Ricordiamoci di analizzare tutto!Guardate cosa viene detto su di voi su Internet ma anche quello che succede sul vostro blog/sito...
  • 54. Ci sono tante cose che posso sapere:• Da dove arrivano i miei visitatori/clienti?• Le visite al blog arrivano dal sito istituzionale?• Viceversa?
  • 55. Possiamo confrontare le visite al blog rispetto al sito istituzionale.BlogSito
  • 56. E importante sapere da quali siti arrivano i miei visitatori• Posso sapere su quali siti si parla di me e se le mie pubblicità online sono soldi spesi bene.
  • 57. Sapete dirmi se i vostri visitatori sono in crescita? E se vi stanno trovando con le giuste parole chiave?
  • 58. Non diamo mai per scontate certe cose...ponte vecchioponte vecchio apartmentsflorence ponte vecchioponte vecchio rentalswhere to leave our car in florenceromantic florence rentalsflorence bridge apartmentrent a room one week florencelong term apartments in florenceapartments in florence with car parkingsan niccolo apartment firenzehalf board offers for florenceold bridge apartments florencehow long ponte vecchiolong term apartment rentals florenceapartment florence centre parkingfirenze ponte vecchio view apartmentsapartments in florence for 20 euros a nighthow to know you are on ponte vecchio florencewhat do you do at ponte vecchioapartment in florence wi-fitypical florence apartmentchurches near ponte vecchiostreets cornetto price boardlocation of ponte vecchio in florence
  • 59. Io Amo Firenze blog versus FB– 2000 lettori unici al giorno (di – 1322 fan (di cui so nome e cui non so niente). cognome) a una pagina identica..– Molti commenti e visibilità su – Scarsi commenti ma discreta Google. visibilità offline.