6 strat ambientecompetitivo (prof. dagnino)

887 views

Published on

Questa slide dell'ambiente competitivo si differenzia da quella degli anni precedenti per via di qualche foglio, ad es. è presente la slide della vision di Unicredit.

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
887
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
56
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

6 strat ambientecompetitivo (prof. dagnino)

  1. 1. Che cosa è la strategia? È un processo ed i suoi elementi sono: FormulazioneObiettivi coerenti e Analisi a lungo termine dell’ambiente Valutazione delle competitivo risorse Implementazione efficace Risultato: la strategia! Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  2. 2. La “vision” e la “mission” dell’impresa• La vision trascende il solo obiettivo del profitto, danno un’identità all’impresa e delle linee guida alle risorse umane• La vision descrive come l’impresa si svilupperà e che contributo darà• La visione pone in relazione gli obiettivi dell’impresa con i valori soggettivi delle risorse umane : ispira e motiva! Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  3. 3. La Mission Apple ignited the personal computer revolution un the 1970s with the Apple III and reinvented the personal computer in the 1980s with the Macintosh. Apple is committed to bring the best personal computer experience to students, educators, creative professional and customers around the world through innovative software and internet offerings Organize the worlds information and make it universaly accessible and usefulEconomia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  4. 4. Valori sottesi ai Brand • Simplicity • Ease of use • User focused • Fun & Humour • Memorable & Different • Innovative • Personalization • CoherencyEconomia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  5. 5. Our Mission• We UniCredit people are committed to generating value for our customers. As a leading European bank, we are• dedicated to the development of the communities in which we live, and to being a• great place to work.• We aim for excellence and• we consistently strive to be easy to deal with.• These commitments will allow us to create sustainable value for our shareholders. Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  6. 6. • The concept that we preach is simple—credit is a basic human right, give them credit and they will work out how best to use it to break the shackles of poverty that are perennially wrapped around their mundane existence. Grameen Bank’s philosophy is built around the philosophy that credit, even the very small one, helps the poor to bring out their innate entrepreneurial skill to shape their own destiny. Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  7. 7. Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  8. 8. Mission, Vision & ValuesOur mission, vision and values outline who we are, what we seek to achieve, and how we want to achieve it. Theyprovide a clear direction for our Company and help ensure that we are all working toward the same goals.Our MissionOur mission declares our purpose as a company. It serves as the standard against which we weigh our actions anddecisions. It is the foundation of our Manifesto.•To refresh the world in body, mind and spirit.•To inspire moments of optimism through our brands and our actions.•To create value and make a difference everywhere we engage.•Our VisionOur vision guides every aspect of our business by describing what we need to accomplish in order to continue achievingsustainable growth.•People: Being a great place to work where people are inspired to be the best they can be.•Portfolio: Bringing to the world a portfolio of quality beverage brands that anticipate and satisfy peoples desires andneeds.•Partners: Nurturing a winning network of customers and suppliers, together we create mutual, enduring value.•Planet: Being a responsible citizen that makes a difference by helping build and support sustainable communities.•Profit: Maximizing long-term return to shareowners while being mindful of our overall responsibilities.•Our ValuesOur values serve as a compass for our actions and describe how we behave in the world.•Leadership: The courage to shape a better future•Collaboration: Leverage collective genius•Integrity: Be real•Accountability: If it is to be, its up to me•Passion: Committed in heart and mind•Diversity: As inclusive as our brands•Quality: What we do, we do well Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  9. 9. Our Mission and Vision At PepsiCo, we believe being a responsible corporate citizen is not only the right thing to do, but the right thing to do for our business. Our Mission Our mission is to be the worlds premier consumer products company focused on convenient foods and beverages. We seek to produce financial rewards to investors as we provide opportunities for growth and enrichment to our employees, our business partners and the communities in which we operate. And in everything we do, we strive for honesty, fairness and integrity. Our Vision "PepsiCos responsibility is to continually improve all aspects of the world in which we operate – environment, social, economic – creating a better tomorrow than today." Our vision is put into action through programs and a focus on environmental stewardship, activities to benefit society, and a commitment to build shareholder value by making PepsiCo a truly sustainable company. Performance with Purpose At PepsiCo, were committed to achieving business and financial success while leaving a positive imprint on society – delivering what we call Performance with Purpose. Our approach to superior financial performance is straightforward – drive shareholder value. By addressing social and environmental issues, we also deliver on our purpose agenda, which consists of human, environmental, and talent sustainability.Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. more about Performance with Purpose Learn Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  10. 10. L’analisi dell’ambiente esterno: l’analisi settorialeEconomia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  11. 11. L’ambiente di riferimento dell’impresa Economico Demografico Socioculturale Ambiente settoraile Ambiente competitivo Politico/ Globale Legale Tecnologico Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  12. 12. L’approccio Struttura-Condotta-Performance L’approccio indaga la relazione fra struttura dell’ambiente competitivo, comportamento delle imprese e performance Si cercano le condizioni che prevengono la realizzazione delle condizioni di concorrenza perfettaStrutura Condotta PerformanceStruttura del Condotta delle Performancesettore imprese dell’economia e delle imprese Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  13. 13. Il modello delle 5 forze competitive di Porter• E’ uno strumento usato per analizzare il grado di attrattività di un settore• Individua le dimensioni principali sottese alle pressioni competitive del settore e pone in risalto il rilievo e la forza di ognuna di loro• Individua le forze che influiscono sulla capacità di un’impresa di competere in un settore Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  14. 14. Il modello delle 5 forze competitive Fornitori Threat of new entrants Bargaining power Concorrenti diretti of suppliersEntranti Prodottipotenziali sostitutivi Rivalità fra imprese Bargaining power del settore of buyers Threat of substitutes Acquirenti Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  15. 15. Il modello delle 5 forze competitive Threat of Minaccia Nuovi New Entranti Entrants Potere Rivalità fra imprese Potere contrattuale del settore contrattuale Fornitori clienti Minaccia prodotti sostitutivi Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  16. 16. Rivalità fra impreseUna elevata rivalità fra imprese porta sovente a: Concorrenza sui prezzi Battaglie pubblicitarie e promozionali Incrementi nei servizi e nelle garanzie Introduzione di nuovi modelli dei prodotti/versioni dei serviziConseguenze: Le guerre di prezzi influiscono negativamente sulle performance di tutte le imprese del settore Le guerre pubblicitarie possono far crescere le vendite di tutto il settore, ma possono essere estremamente costose per le piccole imprese Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  17. 17. Rivalità fra impreseLa concorrenza fra imprese esercita elevate pressioni quando:3. Elevato grado di concentrazione del settore4. Offerta imprese poco differenziata e/o elevati costi di sostituzione5. Lenta crescita del settore6. Condizioni di costo – elevato peso dei costi fissi7. Capacità produttiva in eccesso e barriere all’uscita Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  18. 18. Minaccia nuovi entranti Economie di Scala Differenziazione Prodotti Fabbisogno di capitale Costi di conversione dei clienti Accesso ai Canali di Distribuzione Barriere istituzionali e legali Reazione da parte delle imprese esistentiEconomia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  19. 19. Potere contrattuale dei fornitori I Forniori esercitano I fornitori esercitano elevato potere se: pressione sul settore: Il settore del fornitore è dominato da poche imprese* Minancciando di I prodotti del fornitore hanno pochi sostitutiincrementare i prezzi eridurre la qualità L’acquirente non è rilevante per il fornitoreFornitori rilevanti I prodotti del fornitore sono un inputpossono ridurre la importante per le imprese del settoreredditività delleimprese di un I prodotti del fornitore sono differenziatisettore se queste La sostituzione dei prodotti dei fornitorinon sono in grado implicano elevati costi di sostituzionedi colmarel’incremento deicosti Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  20. 20. Potere contrattuale dei clientiGli acquirtenti esercitano elevato potere se: La forza concorrenziale La dimensione e concentrazione degli acquirenti è eserciata dai clienti: è elevata Gli acquisti dei singoli acquirenti rappresentano una parte rilevante delle vendite di ogni impresa I prodotti forniti sono poco differenziati * Contrattando prezzi minori Gli acquirenti hanno costi di sostituzione * Forzando ad inalzare bassi la qualità dei prodotti Gli Acquirenti hanno elevate capacità di integrazione a monte Ponendo i fornitori Gli acquirenti hanno elevate informazioni sui in concorrenza fra costi dei fornitori loro Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  21. 21. Pregi del modello delle 5 forze competitive  E’ uno strumento utile per l’analisi dell’attrattività dei settori e delle singole pressioni concorrenziali  E’ di facile applicazione e condensa molte informazioni in un unico schema  Fornisce un utile input per l’analisi SWOT  Può essere usato per stimare le evoluzioni future del settore  Può essere usato per stimolare strategie tese a modificare la struttura del settore Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011
  22. 22. I limiti del modello delle 5 forze competitive• Non tiene conto della cooperazione fra imprese• E’ un modello statico• L’innovazione schumpeteriana e le barriere negative all’entrata• I settori iper-competitivi Economia e Gestione delle Imprese - Prof. A. Mocciaro Li Destri - Anno Accademico 2010-2011

×