Pres

144 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
144
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pres

  1. 1. Storia dell’informaticaper immagini
  2. 2. Cenni StoriciLa storia dei sistemi operativi segue levoluzione delle macchine.Tutto è nato in seguito alle problematica di poter interagire con lhardware, equindi già negli anni 40 nacquero i primi programmi e sotto-programmi cheevitavano alloperatore di stare sempre a riscrivere tutte le funzioni di bassolivello.
  3. 3. Classificazione:Troviamo una prima suddivisione dei sistemi operativi sullabase della tipologia di colloquio uomo-macchina:- Sistemi dedicati- Sistemi a lotti (Batch)- Sistemi interattivi, che si suddividono in:- conversazionali- in tempo reale- transazionali
  4. 4. Sistemi Dedicati (1945 - 1955)I calcolatori erano valvolari e occupavano intere stanze ed eranocostosissimi.Non esisteva un vero e proprio sistema Operativo, le poche gestioniavvenivano tramite interruttori e commutatori.Fig. 1UNIVAC 1Tolentino. Disponibile su:<(http://www.britannica.com/EBchecked/media/19627/The-UNIVAC-I-1951> [Ultimo accesso:23/05/2013].
  5. 5. ENIAC (1945)Fu il primo calcolatore funzionante statunitense.Era dotato di 19000 valvole e superava le 30 tonnellate di peso.Fig. 2UNIVAC 1Tolentino. Disponibile su:<http://retrovatio.blogspot.it/2011/04/un-po-di-storia-il-primo-computer.html> [Ultimo accesso:23/05/2013].
  6. 6. Gestione a Lotti (1955 - 1965)Tramite un sistema automatico di caricamento programmi (che avveniva permezzo di alcune schede perforate) loperatore riduceva di molto i tempi di attesadovuti al basso utilizzo della CPU.Fig. 3Scheda Perforata.Tolentino. Disponibile su:<http://mp7.altervista.org/Batch.html> [Ultimo accesso: 23/05/2013].
  7. 7. JobUn programmatore scrive il programma su carta, e perfora le schede.Queste venivano ricevute da un operatore che le inserisce in una coda deiprogrammi, le immette nel calcolatore e, se necessario, carica l’opportunocompilatore;L’operatore consegna poi al programmatore l’output finaleFig. 4Processo di compilazione di unprogramma.
  8. 8. Sistemi Interattivi (1965 – 1980)Negli anni ‘60 IBM introduce i canali di I/O per ottenere il parallelismo effettivodelle operazioni: questi dispositivi gestiscono le periferiche cosi da lasciarealla CPU l’esecuzione dei programmi (oggi questo meccanismo si chiamaDMA: Direct Memory Access).
  9. 9. Home Computing (Anni ‘70)I calcolatori vengono usati per giocare ai primi videogiochi.Nel 1972 viene infatti fondata la prima software house divideogames, la ATARI.Il monitor era in genere il televisore domestico, e i supporti dimemoria erano i nastri magnetici.Fig. 5Uno dei primi videogiochi: PacManTolentino. Disponibile su:<http://www.appandroidbox.it/pac-man-android-gratis-lindimenticabile-pacman-classico-simple-pac/>[Ultimo accesso: 23/05/2013].
  10. 10. Sistemi Dedicati (Anni ‘80)Prende piede il software grafico interattivo, con nuovi strumenti diinterazione con lutente come il mouse.Questo tipo di sistema è detto anche “Sistema Monoutente”.Fig. 6Apple II.Tolentino. Disponibile su:<http://it.wikipedia.org/wiki/Apple_II> [Ultimo accesso: 23/05/2013].
  11. 11. Sistemi Odierni e SviluppiFuturiFare previsioni nell’informatica è difficile, ma possiamo esporre alcunetipologie di sistemi operativi oggi disponibili:Sistemi Operativi per Server: Servono molti utenti in contesti di rete.Sistemi Operativi in Tempo Reale: Sviluppati per interagire in tempo realecon l’ambiente esterno .Sistemi Operativi Embedded: Dispositivo interno ad un sistema da controllareprogettato per un’applicazione.Sistemi Operativi Smart Card:Sono generalmente di plastica, della dimensione di una carta di credito eincorporano al loro interno microchip che memorizzano dati.

×