Your SlideShare is downloading. ×
0
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Esperienze di climatizzazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Esperienze di climatizzazione

1,822

Published on

16 giugno 2004 …

16 giugno 2004
Esperienze di climatizzazione per abitazioni, spazi commerciali, uffici.
Scelte progettuali ed esperienze pratiche.
Una carrellata di possibili soluzioni impiantistiche per applicazioni in abitazioni di prestigio e negozi.

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,822
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
54
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Introdurre Tec.Imp Impiantista- Pratico dopo esposizione teorica prof. Filippi   0?) Battute iniziali,????  Mi presento: 1)       Amministratore Tec.Imp. 2)       Da oltre 20 anni mi occupo di impianti di climatizzazione, prima di me dal 1967 mio papà 3)       Abbiamo sempre operato principalmente nel chimico farmaceutico, poi migrati ad altri settori, oggi riteniamo che il mkt domestico e commerciale sia caratterizzato da un bisogno latente di climatizzazione molto confortevole Obbiettivi di questa relazione Dopo l’estate che abbiamo passato con le alte temperature…. 1) Sfatare che l’aria condizionata sia dannosa per la salute: Impianti fatti male o male impostati provocano fastidiosi disturbi, dalle malattie da raffreddamento a problemi alle articolazioni 2) favorire l’inserimento degli impianti di climatizzazione sin dalla progettazione Edile/Architettonica degli spazi 3) dimostrare che vi sono molte possibilità tecniche di inserire in modo indolore gli impianti negli spazi architettonici, anche di pregio, anche in ristrutturazioni, in aree con grandi vincoli architettonici 4) Gli impianti possono diventare oggetti di arredo o comunque ben inserirsi 5) Evitare di intervenire su spazi già arredati e utlimati
  • Transcript

    • 1. Esperienze di climatizzazione per abitazioni, spazi commerciali, uffici Relazione di Davide Truffo Seminario: IL CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA Nelle abitazioni di prestigio, negli uffici e negli spazi commerciali Mercoledì 16 giugno 2004 Ordine degli Ingegneri di Torino Via Giolitti, 1 - Torino
    • 2. 1. Applicazioni Abitazioni Uffici Spazi commerciali
    • 3. 2. Soluzioni 1 Abitazione sino a circa 120 m 2 2 Abitazione oltre i circa 120 m 2 3 Soluzioni centralizzate per condomini 4 Spazi commerciali sino a circa 80 m 2 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2 6 Uffici
    • 4. 2. Soluzioni 1 Abitazione sino a circa 120 m 2 <ul><li>Necessità: </li></ul><ul><ul><li>Semplicità di uso e manutenzione </li></ul></ul><ul><ul><li>Silenziosità interna in particolare per le zone notte </li></ul></ul><ul><ul><li>Silenziosità esterna vista la normale vicinanza di altre unità abitative </li></ul></ul><ul><ul><li>Accurata distribuzione dell’aria refrigerata, in particolare nelle zone notte </li></ul></ul><ul><ul><li>Ricambio d’aria controllato </li></ul></ul>
    • 5. 2. Soluzioni 1 Abitazione sino a circa 120 m 2 Unità interna Estrattori Presa aria esterna Bocchette di mandata Unità esterna
    • 6. 2. Soluzioni Unità esterna 1 Abitazione sino a circa 120 m 2 Bocchette lineari Unità interna Presa aria esterna Bocchette di mandata Estrattori
    • 7. 2. Soluzioni 1 Abitazione sino a circa 120 m 2
    • 8. 2. Soluzioni 1 Abitazione sino a circa 120 m 2
    • 9. 2. Soluzioni 2 Abitazione oltre i circa 120 m 2 <ul><li>Necessità: </li></ul><ul><ul><li>Semplicità di uso e manutenzione </li></ul></ul><ul><ul><li>Silenziosità interna in particolare per le zone notte </li></ul></ul><ul><ul><li>Silenziosità esterna vista la normale vicinanza di altre unità abitative </li></ul></ul><ul><ul><li>Necessità di suddividere gli spazi in più aree con diverse esigenze di temperatura/orari di funzionamento </li></ul></ul><ul><ul><li>Accurata distribuzione dell’aria refrigerata, in particolare nelle zone notte </li></ul></ul><ul><ul><li>Ricambio d’aria controllato </li></ul></ul>
    • 10. 2. Soluzioni 2 Abitazione oltre i circa 120 m 2
    • 11. 2. Soluzioni 2 Abitazione oltre i circa 120 m 2
    • 12. 2. Soluzioni 3 Soluzioni centralizzate per condomini <ul><li>Necessità: </li></ul><ul><ul><li>Dotare l’immobile di una predisposizione per la climatizzazione degli ambienti </li></ul></ul><ul><ul><li>Evitare le varie motocondensanti sui terazzi e sulle facciate </li></ul></ul><ul><ul><li>Ridurre il rumore e l’impatto ambientale </li></ul></ul><ul><ul><li>Non penalizzare i condomini che non si dotano di impianti di raffrescamento </li></ul></ul><ul><ul><li>Realizzare impianti di pertinenza condominiale con bassi costi di esercizio </li></ul></ul><ul><ul><li>Ottimizzare i consumi elettrici </li></ul></ul>
    • 13. 2. Soluzioni 3 Soluzioni centralizzate per condomini 1 2 3 4 2 2 2 <ul><li>Sistemi di addolcimento e trattamento dell’acqua </li></ul><ul><li>Elettropompe </li></ul><ul><li>Gruppi frigo raffreddati ad acqua posizionati all’interno degli appartamenti </li></ul><ul><li>Torre evaporativa esterna </li></ul>
    • 14. 2. Soluzioni Tutela della salute dei non fumatori DPR 23/12/2003 art 51 legge n°3 del 16/1/2004 <ul><li>Prevede : divieto di fumare nei locali chiusi , ad eccezione di quelli privati non aperti ad utenti o al pubblico e di quelli riservati ai fumatori. </li></ul><ul><li>Adeguamenti : entro un anno dalla data di entrata in vigore del DPR 23/12/2003, quindi entro il 13 gennaio 2005 . </li></ul><ul><li>Requisiti dei locali per fumatori: </li></ul><ul><ul><li>ventilazione forzata di aria , in modo da garantire una portata d’aria di ricambio minima pari a 30 litri/secondo per ogni persona che può esservi nel locale sulla base della vigente normativa, comunque tenendo conto di un affollamento di 0,7 persone per ogni metro quadro di locale. </li></ul></ul><ul><ul><li>I locali devono essere mantenuti in depressione (non inferiore a 5 Pa) rispetto alle zone circostanti, e l’aria proveniente dagli stessi locali non può essere riciclata, ma deve essere espulsa all’esterno attraverso impianti idonei e aperture funzionali. </li></ul></ul><ul><ul><li>Segnaletica idonea riportata nei punti 9 e 10 del decreto. </li></ul></ul><ul><ul><li>Manutenzioni annuali certificate dal manutentore. La documentazione deve essere conservata dal committente a disposizione dell’autorità competente ai controlli. </li></ul></ul>
    • 15. 2. Soluzioni 4 Spazi commerciali <ul><li>Necessità: </li></ul><ul><ul><li>La climatizzazione va studiata anche in funzione del prodotto commercializzato </li></ul></ul><ul><ul><li>Differenza di utenti: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Personale sempre all’interno </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Clienti che entrano dall’esterno </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Spazi commerciali preziosi, spazi tecnici ridotti da ricavare nell’arredamento </li></ul></ul><ul><ul><li>Potenze elevate per: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Forti carichi endogeni da illuminazione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Frequenti aperture delle porte di ingresso </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Necessità di integrare impianti elettrici e impianti di climatizzazione </li></ul></ul>
    • 16. 2. Soluzioni 4 Spazi commerciali sino a circa 80 m 2
    • 17. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 18. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 19. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 20. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 21. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 22. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 23. 2. Soluzioni 5 Spazi commerciali oltre i circa 80 m 2
    • 24. 2. Soluzioni 6 Uffici <ul><li>Necessità: </li></ul><ul><ul><li>Locali con esigenze diverse: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Uffici, sale riunioni, aree break, mense … </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Locali per fumatori </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Temperature personalizzabili nei vari locali </li></ul></ul><ul><ul><li>Evitare fenomeni fastidiosi per persone che svolgono attività sedentarie: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Minima velocità residua dell’aria immessa </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Basso dt tra aria immessa e aria ambiente </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Aria di rinnovo controllata </li></ul></ul>
    • 25. 2. Soluzioni 6 Uffici <ul><li>Tipologie di impianto: </li></ul><ul><ul><li>Aria primaria + ventilconvettori a 2 tubi </li></ul></ul><ul><ul><li>Aria primaria + ventilconvettori a 4 tubi </li></ul></ul>
    • 26. 2. Soluzioni 6 Uffici - Tipologie di impianto <ul><li>Ventilconvettori a 2 tubi </li></ul><ul><li>Unica batteria per riscaldamento/raffreddamento </li></ul><ul><li>Commutazione del fluido caldo/freddo in inverno/estate </li></ul><ul><li>Assenza di regolazione elettronica e valvole motorizzate </li></ul><ul><li>Funzionamento semplificato con un solo termostato ambiente </li></ul><ul><li>Minor costo di realizzazione e manutenzione </li></ul>
    • 27. 2. Soluzioni 6 Uffici - Tipologie di impianto <ul><li>Ventilconvettori a 4 tubi </li></ul><ul><li>Doppia batteria una per riscaldamento, una per raffreddamento </li></ul><ul><li>Fluidi caldo e freddo sempre contemporaneamente presenti </li></ul><ul><li>Sistema di regolazione avanzato con sistemi elettronici di misura e controllo con valvole motorizzate di regolazione sui fluidi </li></ul><ul><li>Ampia adattabilità a diverse esigenze dei singoli locali </li></ul><ul><li>Maggior costo di realizzazione e manutenzione </li></ul>
    • 28. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 29. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 30. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 31. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 32. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 33. 2. Soluzioni 6 Uffici
    • 34. 3. Potenze impiegate Potenze frigorifere [Kw] Potenze elettriche [Kw] Descrizione Da 6 a 26 Da 5 a 12 Negozi da 80 m 2 a 120 m 2 Da 12,5 a 35 Da 5,5 a 15 Negozi da 120 m 2 a 250 m 2 Da 15 a 32 Da 9 a 20 Da 4,6 a 9,5 Da 3,6 a 7,8 Da 5 a 8,5 Da 2,6 a 5,8 Da 11 a 18 Abitazioni da 120 m 2 a 180 m 2 Da 5,4 a 14 Abitazioni sino a 120 m 2 Da 7 a 18 Uffici da 80 m 2 a 120 m 2 Da 11 a 22 Uffici da 120 m 2 a 250 m 2 Da 20 a 35 Uffici da 250 m 2 a 300 m 2 Da 26 a 60 Negozi da 250 m 2 a 300 m 2
    • 35. 4. Documentazione <ul><li>Per ogni impianto, qualsiasi sia la sua dimensione è necessario approntare la raccolta di tutte le informazioni inerenti.  </li></ul><ul><li>Tutta la documentazione deve essere aggiornata alla reale esecuzione delle opere (as-built) </li></ul><ul><li>Meglio se oltre al manuale cartaceo viene fornito un cd-rom contenente l’intero manuale in formato PDF e i disegni in formato DWG. </li></ul>
    • 36. 4. Documentazione <ul><li>Per esempio la documentazione fornita dal costruttore di un impianto deve ordinatamente contenere: </li></ul><ul><ul><li>Istruzioni di messa in funzione, e messa a riposo; </li></ul></ul><ul><ul><li>Dichiarazioni di conformità ai sensi della lex 46/90: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>per gli impianti elettrici </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>per gli impianti di climatizzazione (nel caso di civile abitazione) </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Dichiarazione di conformità alle vigenti normative, alla realizzazione a regola d’arte, al rispetto delle normative di sicurezza; </li></ul></ul><ul><ul><li>Altri, eventuali, documenti richiesti per legge specifici e diversi per ogni impianto; </li></ul></ul><ul><ul><li>Schede tecniche di tutte le apparecchiature con indicazione dei modelli installati; </li></ul></ul><ul><ul><li>Certificati di conformità dei materiali posti all’interno dei controsoffitti (Classe 1 di resistenza al fuoco) </li></ul></ul><ul><ul><li>Schema unifilare; </li></ul></ul><ul><ul><li>Disegni planimetrici con indicazione dei componenti installati e percorso delle tubazioni e delle canalizzazioni; </li></ul></ul><ul><ul><li>Schemi elettrici relativi i quadri e le alimentazioni; </li></ul></ul><ul><ul><li>Disegni di montaggio e particolari; </li></ul></ul><ul><ul><li>Verbale di collaudo con indicate le tarature e i settaggi impostati; </li></ul></ul><ul><ul><li>Piano della manutenzione periodica ordinaria. </li></ul></ul>
    • 37. 5. Manutenzione <ul><li>Per il buon funzionamento degli impianti è necessario eseguire nel tempo la corretta manutenzione ordinaria preventiva. </li></ul><ul><li>A titolo di esempio possiamo indicare: </li></ul><ul><ul><li>Semplici impianti con unità tipo split: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Un intervento annuo di controllo sulle apparecchiature e sostituzione dei filtri all’inizio stagione </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Impianti idronici: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Intervento al’inizio di stagione per verifica gruppi frigo, unità, regolazioni e sostituzione filtri </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Interventi bimestrali per sostituzione filtri e controllo impianto </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Intervento di messa a riposo e protezione dal gelo a fine stagione </li></ul></ul></ul>
    • 38. 6. Sicurezza <ul><li>L’impianto di climatizzazione non pone particolari problematiche di sicurezza né in fase di realizzazione in cantiere, né nel normale utilizzo; sotto questo aspetto è del tutto assimilabile ad un normale impianto di riscaldamento. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Uniche particolarità: </li></ul><ul><ul><li>Rumore: sia le unità esterne che gli impianti interni sono composti da macchine rotanti e impiegano flussi d’aria. Questi aspetti devono essere correttamente analizzati sin dalla progettazione. </li></ul></ul><ul><ul><li>Protezione in caso d’incendio: Canalizzazioni e tubazioni flessibili devono assicurare la non infiammabilità e l’assenza di rilasci di gas nocivi in caso di incendio </li></ul></ul>
    • 39. 7. Costi Questi costi sono puramente indicativi, ogni impianto và valutato specificatamente. I valori minimi si intendono per le superfici minori, in impianti essenziali, eseguiti a cantiere, senza vincoli architettonici particolari utilizzando componenti di minor pregio. I valori massimi sono calcolati per le superfici maggiori, in impianti complessi, in spazi con importanti difficoltà architettoniche, eseguiti in ristrutturazioni impiegando componenti di pregio. A 21.600 € Da 4.900 € Negozi da 80 m 2 a 120 m 2 A 36.500 € Da 9.000 € Negozi da 120 m 2 a 250 m 2 Da 32.000 € Da 12.500 € Da 7.600 € Da 5.000 € Da 8.900 € Da 4.320 € Importi A 35.000 € Abitazioni da 120 m 2 a 180 m 2 A 26.000 € Abitazioni sino a 120 m 2 A 16.500 € Uffici da 80 m 2 a 120 m 2 A 23.000 € Uffici da 120 m 2 a 250 m 2 A 26.400 € Uffici da 250 m 2 a 300 m 2 A 88.000 € Negozi da 250 m 2 a 300 m 2 Descrizione

    ×