Quad-Helix Decesari   1993
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Quad-Helix Decesari 1993

on

  • 763 views

 

Statistics

Views

Total Views
763
Views on SlideShare
763
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Quad-Helix Decesari   1993 Quad-Helix Decesari 1993 Document Transcript

  • Quad-Helix Decesari 1993
  • QUAD-HELIX DECESARI - INNOVAZIONE TECNOLOGICA descrizione del dispositivo Il quad-helix è un dispositivo ad azione meccanica utilizzato nella terapia ortodontica di prima fase per espandere trasversalmente l'arcata dentaria superiore. Questo dispositivo è essenzialmente costituito da una molla di norma realizzata con filo a sezione circolare (0.9 m/m) in lega Cr-Co. (fig.1) La molla è formata da quattro volute, due anteriori (a) e due posteriori (b); dal ponte anteriore che collega trasversalmente le prime due volute (c); da due ponti laterali che si estendono longitudinalmente dalle volute anteriori a quelle posteriori (d) e da due appendici, anch'esse laterali (e), atte a distribuire la pressione esercitata dalla molla (dall'interno verso l'esterno) sul complesso dei molari e premolari, allo scopo di produrre l'allargamento dell'arcata. (fig.2) La molla è stabilizzata alle bande, cementate ai primi molari, mediante saldatura taratura del dispositivo Il ponte anteriore costituisce il segmento di taratura della molla e può essere facilmente plasmato con una pinza a tre punte.(fig.3) La deformazione plastica del ponte anteriore provoca una rotazione localizzata(fig.4), quindi una taratura della forza con la quale la molla agisce sui denti. Il dispositivo deve agire simmetricamente col piano dell'arcata.(fig.5) a a b b c d d e e fig.1 fig.2
  • Frequentemente, a causa delle caratteristiche geometriche della sezione di filo utilizzato, accade che all'atto della taratura la rotazione impressa con la pinza a tre punte genera un sisteme di forze non simmetriche difficilmente controllabili provocando la torsione del ponte anteriore e la conseguente alterazione della posizione dei ponti palatali(figg.6/7), sbilanciando così l'azione del dispositivo. fig.3 fig.4 fig.5
  • modifica del segmento di taratura La modifica consiste nello schiacciamento in senso anteriore/posteriore del segmento di taratura (ponte anteriore).(figg.8/9) fig.6 fig.7
  • Con lo schiacciamento si è prodotto un cambiamento nella sezione del filo quindi anche un cambiamento nelle caratteristiche geometriche; seguente confronto: fig.8 fig.9
  • prima D = 0.9 mm dopo Ix = 0.02204 mm4 prima Ix = 0.0322 mm4 = Iy dopo Iy = 0.07289 mm4 prima Wx = 0.0716 mm3 dopo Wx = 0.06299 mm3 prima Ip = 0.0644 mm4 dopo Ip = 0.09493 mm4 analisi delle conseguenze delle modifiche forza massima esercitabile dal quad-helix dipende da Wx apparentemente diminuisce, tuttavia occorre compensare l'apparenza con un aumento della tensione limite di snervamento, conseguente alla lavorazione plastica di schiacciamento. La modifica comunque non ha prodotto una riduzione della forza elastica che il quad- helix può produrre. deformabilità sul piano dell'arcata (x) dipende da Ix in modo inverso la modifica ha reso il quad-helix più elastico sul piano dell'arcata, ciò significa che una data espansione dell'arcata la forza varia meno. deformabilità sul piano ortogonale dell arcata (y) dipende da Iy in modo inverso la modifica ha reso il quad-helix molto più rigido sul piano normale dell'arcata.
  • deformabilità torsionale secondo un asse normale al piano(y) dipende da Ip in modo inverso la modifica ha reso il quad-helix più rigido, migliorandolo. spiegazione della modifica Il quad-helix convenzionale ha il segmento di taratura (ponte anteriore) con sezione circolare identica al resto del filo. Durante la taratura, la pinza a tre punte preme il filo in tre punti diametralmente opposti e fornisce un momento flettente maggiore del momento al limite elastico, provocando una rotazione permanente dei due estremi. Lo schiacciamento del segmento anteriore ha come risultato che le pinze anziché su tre punti poggiano su tre linee che definiscono la superficie cilindrica su cui viene applicato il tratto di taratura per produrne la deformazione permanente. In questo modo si impedisce che la rotazione avvenga su un piano diverso da quello dell'arcata dentaria e di conseguenza che il sistema di forze sia simmetrico come è richiesto dal quad-helix. Davide Decesari disegni di Davide Decesari con Rhinoceros 4.0