Your SlideShare is downloading. ×
0
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Pillole di web marketing 06(Privacy e Database)

1,064

Published on

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,064
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
24
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La qualità del Database La Tipologia 1 È importante avere liste La tipologia della mail contribuisce in modo E-mail il più possibile determinate a formare la qualità del personalizzate e coerenti Database. con le nostre finalità per raggiungere con più Gli indirizzi e-mail non sono tutti uguali, precisione il nostro target e ma qualitativamente diversi e hanno aumentare la redditività differenti funzioni in ambito comunicativo. della campagna! • Personale • Aziendale/Professionale • Generica o Free
  • 2. La qualità del Database Le Fonti 2 sono un elemento fondamentale che I Db devono essere ci permette di capire la qualità di una lista. costruiti attraverso severi passaggi di ricerca, Diffidate da liste senza fonti perché molto analisi, selezione, probabilmente saranno state raccolte con aggiornamento attraverso modalità poco ortodosse! dati pubblici, siti internet di grandi aziende, elenchi professionali, partecipazione a concorsi tramite cartoline, etc… e sottoposti ad un controllo di qualità interno, successive verifiche e quality management. Esempio di fonte
  • 3. La qualità del Database Aggiornamento 3 Un Database per essere definito di qualità deve essere aggiornato Frequentemente: Eliminando gli eventuali Disiscritti Aggiornando le E-mail modificate (Validazione ,Trasferimenti, Cancellazioni) Aggiornando la Profilazione Per mantenere il valore di una lista è necessario utilizzarla SOLO per l’invio di informazioni commerciali di qualità per mantenere la fiducia degli iscritti!
  • 4. Database e Privacy 4 Il servizio deve essere realizzato nella piena rispondenza alle norme vigenti in materia di privacy, deve prevedere l’utilizzo di Data Base con permission marketing, (l’attività di acquisizione del consenso all’invio specifico di ogni e-mail) fondamentale per rispettare la Legge sulla Privacy A partire dal 31 dicembre 1996 sono state introdotte regole specifiche per regolamentare l’uso di dati personali e conseguentemente per disciplinare la comunicazione commerciale, controllare l’e-mail marketing e limitare lo spamming. In particolare per quanto riguarda il direct marketing valgono le regole generali contenute nei seguenti testi normativi: Codice del Consumo (D. lgs. 2005 n. 206) Codice in materia di dati personali (D. lgs. 2003 n. 196) Decreto Legislativo 2/2/2002 n. 24 sul commercio elettronico
  • 5. Database e Privacy 5 Queste norme recepiscono varie direttive comunitarie e si ispirano ad un principio comune: non e’ possibile inviare messaggi di posta indirizzata a contenuto commerciale a potenziali clienti se non si e’ ottenuto il loro preventivo consenso espresso a tale attività.
  • 6. Database e Privacy Definizione di posta elettronica 6 La posta elettronica è definita come segue (art. 2 della direttiva 2002/58/CE): “Posta elettronica sono i messaggi contenenti testi, voci, suoni o immagini trasmessi attraverso una rete pubblica di comunicazione, che possono essere archiviati in rete o nell'apparecchiatura terminale ricevente fino a che il ricevente non ne ha preso conoscenza”. In breve, questo concetto di posta elettronica comprende qualunque messaggio inviato mediante comunicazioni elettroniche, che non richieda la partecipazione simultanea del mittente e del ricevente.
  • 7. Database e Privacy 7 Il consenso dell’interessato è il presupposto per il legittimo trattamento dei dati e per l’invio di messaggi promozionali. Il consenso deve essere: • Libero • Informato • Espresso • Specifico
  • 8. Database e Privacy 8 Ai sensi della direttiva sulla protezione dei dati personali (95/46/CE), è illegale la raccolta di messaggi di posta elettronica, vale a dire la raccolta automatica di dati personali all'interno di siti pubblici di internet (ad esempio, la rete, le chatroom, ecc.). Ciò costituisce un trattamento sleale dei dati personali e non rispetta né il principio della limitazione della finalità né l'obbligo di informazione sopra menzionati. Lo stesso accade quando la raccolta automatica viene realizzata tramite un programma informatico.
  • 9. Database e Privacy 9 In Europa diversi stati, tra cui l’Italia, hanno adottato un regime di consenso esplicito per l’uso di dati a fini commerciali ed hanno scelto di applicare lo stesso regime anche alle persone giuridiche. Questa scelta è determinata dal fatto che anche se la distinzione tra persone fisiche e persone giuridiche sembra relativamente agevole, non è sempre facile nella pratica. Pertanto la regola generale è che anche l’invio di messaggi promozionali in relazioni business to business richiede il consenso espresso dei destinatari.

×