Landing pages
                                  1


 Poche immagini ma chiare
 Copy semplice, chiaro e che
    porti al ...
Mailing con strumenti adeguati
                                             2

 Bisogna sapere cosa utilizzare
  ma sopra...
Monitoraggio della campagna
             e analisi risultati.
                        3




Di un’azione di DEM è
  possib...
Costo per contatto
                           4




 Conoscendo il valore dell’investimento
 e la dimensione del DB, è po...
Lead generation
                5




Quanti
destinatari
hanno aperto
il messaggio?
ROI e MOL
    6
Il database
        7



 Il database è uno strumento prezioso:
 rappresenta la nostra fonte di contatti
 potenziali.




...
La qualità del Database -
                       profilazione
                                         8




Un Database c...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Pillole di web marketing 05(emailmarketing)

938
-1

Published on

Il nostro seguitissimo appuntamento settimanale con le "Pillole di Web Marketing" continua. Eccoci giunti alla quinta settimana dello spazio predisposto da Data for Business per l'approfondimento sul mondo del marketing online.

Nella presentazione di oggi, continuiamo a parlare di Email Marketing, focalizzandoci su alcuni argomenti fondamentali:

- come devono essere strutturate delle landing pages efficaci;
- gli strumenti (software) più addatti per fare "mailing";
- il monitoraggio e analisi della campagna (vengono chiamati in causa concetti quali "costo per contatto", "lead generation", "ROI e MOL"
- caratteristiche ottimali per un database, base di un Email marketing di successo.

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
938
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
33
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pillole di web marketing 05(emailmarketing)

  1. 1. Landing pages 1  Poche immagini ma chiare  Copy semplice, chiaro e che porti al punto  Individuare una Call to Action efficace  Ridurre i campi delle Form  Pochi bottoni ma ben evidenti  Segmentare eventualmente con altre Landing page  Personalizzare il più possibile Form di contatto
  2. 2. Mailing con strumenti adeguati 2  Bisogna sapere cosa utilizzare ma soprattutto cosa non può essere utilizzato.  Ad esempio:  Outlook: Ottimo programma per l’invio delle e-mail singole. Per le mail di massa (anche 50) non funziona perché le mail vengono filtrate e non arrivano al destinatario.  Vi sono programmi e servizi su internet che permettono di effettuare invii di massa senza essere filtrati o essendolo meno.
  3. 3. Monitoraggio della campagna e analisi risultati. 3 Di un’azione di DEM è possibile valutare:  costo/contatto  Lead generation  ROI e MOL
  4. 4. Costo per contatto 4  Conoscendo il valore dell’investimento e la dimensione del DB, è possibile calcolare precisamente il costo per contatto, tenendo conto della possibilità di rilevare la quantità di e-mail effettivamente andate a buon fine.
  5. 5. Lead generation 5 Quanti destinatari hanno aperto il messaggio?
  6. 6. ROI e MOL 6
  7. 7. Il database 7 Il database è uno strumento prezioso: rappresenta la nostra fonte di contatti potenziali. Il database è vivo ed in continua evoluzione e quindi va aggiornato eliminando i disiscritti ed integrando e aggiornando i dati laddove venissero modificati.
  8. 8. La qualità del Database - profilazione 8 Un Database con una Profilazione Dettagliata, permette di suddividere gli utenti presenti nella lista per varie tipologie al fine di inviare Newsletter e DEM in linea con gli interessi espressi dagli utenti.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×